Visualizzazione di 73981-73992 di 90860 risultati

Whitney, amore mio

Nata e cresciuta in un villaggio della campagna inglese, la giovane e spensierata Whitney è nota per il carattere ribelle e indomabile. Il padre, esasperato, la affida agli zii, che la portano in Francia. Dopo tre anni trascorsi a Parigi, Whitney torna trasformata in una donna ricca di fascino e di stile. Per lei sembra giunto il momento di conquistare il mai dimenticato primo amore, Paul Sevarin, salvo scoprire di essere già stata promessa dal padre all’arrogante Clayton Westmoreland, duca di Claymore. Esperto seduttore con fama di libertino, Clayton riesce a scatenare il desiderio e la passione che covano in lei, ma Whitney non ha intenzione di cedergli, né di rinunciare al futuro che ha sempre sognato… **
### Sinossi
Nata e cresciuta in un villaggio della campagna inglese, la giovane e spensierata Whitney è nota per il carattere ribelle e indomabile. Il padre, esasperato, la affida agli zii, che la portano in Francia. Dopo tre anni trascorsi a Parigi, Whitney torna trasformata in una donna ricca di fascino e di stile. Per lei sembra giunto il momento di conquistare il mai dimenticato primo amore, Paul Sevarin, salvo scoprire di essere già stata promessa dal padre all’arrogante Clayton Westmoreland, duca di Claymore. Esperto seduttore con fama di libertino, Clayton riesce a scatenare il desiderio e la passione che covano in lei, ma Whitney non ha intenzione di cedergli, né di rinunciare al futuro che ha sempre sognato…

Voi non sapete che non ho paura

Questo volume nasce come silloge di liriche composte nell’arco di quarant’anni, cresce per volontà propria, e diventa: un romanzo, un dramma, un regesto, uno zibaldone, un sillabario, un murales – insomma, definirlo un ibrido è riduttivo: come se perfino la parola “ibrido” fosse stata costretta a un cambiamento di sesso. Per di più, non tutto è stato previsto dall’autrice, che sa sempre appena un po’ di quanto è accaduto, o sta per accadere. Ma che razza di poeta è, Ludovica Ripa di Meana? Una razza venuta dallo spazio, cavalcando un’onda anomala, che annovera un esemplare solo. Un poeta che non si può leggere d’un fiato perché ti fa trasalire di continuo. Che canta quasi sempre ma non fa ballare quasi mai. Una fedele di un amore solo. Che mette tutto Dio dentro la parola che lo nomina, e poi, per ateo che tu sia, ti fa venerare quella parola, e perciò tutte le altre, come venereresti Dio, se ci credessi. Un poeta capace di scrivere un testo che ti cambia in mano per trasmutazione alchemica, che converte la poesia in prosa e la prosa in poesia, la pietra in foglie, e la neve del tempo nell’acqua degli occhi: questo libro. Che non assomiglia a nient’altro.
(Davide Tortorella)

Voglia di cucinare pasta. Fresca, secca, ripiena e…

Tante ricette gustose e di sicura riuscita per variare in modo creativo il menu di tutti i giorni: infatti la pasta si sposa con carne, verdura, pesce e riserva grandi sorprese se solo esploriamo l’integrale, la pasta fresca, quella ripiena. Un viaggio tra i mille sapori del piatto principe della cucina mediterranea.

Vocabolario sentimentale. Le parole che non ti ho detto

Vocabolario sentimentale nasce un giorno di fine agosto, da una pagina di diario scritta durante un viaggio in treno. Nasce da emozioni diventate troppo forti e ingombranti per non trovare espressione. Nasce dalla storia di un amore finito che si traduce nelle parole di questo speciale vocabolario. Dal mondo sommerso e muto che si agita nei suoi protagonisti e che prende meravigliosamente voce per tratteggiare una nuova, inaspettata geografia delle emozioni. E nasce dalle illustrazioni poetiche che accompagnano il racconto come un personalissimo dono dell’autrice per mostrarci di cosa è capace la parola quando è aiutata dall’immaginazione. Scopriremo così che i suoni noti possono diventare nuovi e potenti e dare finalmente corpo ai nostri sentimenti. **

Vivere nel sospetto

**Protectors** 5
Morgan Kane è di nuovo in città. Sedici anni sono passati da quando ha voltato le spalle a quel mondo sicuro e ovattato per seguire le sue aspirazioni. E per dimenticare l’unica donna che abbia mai amato. Ora è un professionista affermato e, più che l’amore per l’anziana madre, è stata la curiosità di rivedere Bethany a spingerlo a tornare a casa. Ma un’incredibile sorpresa lo attende. **
### Sinossi
**Protectors** 5
Morgan Kane è di nuovo in città. Sedici anni sono passati da quando ha voltato le spalle a quel mondo sicuro e ovattato per seguire le sue aspirazioni. E per dimenticare l’unica donna che abbia mai amato. Ora è un professionista affermato e, più che l’amore per l’anziana madre, è stata la curiosità di rivedere Bethany a spingerlo a tornare a casa. Ma un’incredibile sorpresa lo attende.

Vittima Del Caso (eLit)

**ROMANZO INEDITO**
È notte. La pioggia fitta nel bosco attorno a Garberville rende difficile la fuga di Victor Holland, inseguito da un uomo che ha il preciso compito di metterlo a tacere. Il brillante biochimico, infatti, tempo prima ha assistito a una scoperta sconcertante e ora ne sta pagando le conseguenze sulla propria pelle. Investito da Cathy Weaver, che si trova per la prima volta a percorrere quelle strade, il fuggitivo rimane privo di sensi, costretto così a interrompere la sua corsa. Questo inaspettato incontro sconvolge la vita di entrambi e, sebbene l’attrazione sia evidente, Cathy, scottata dal recente divorzio, non riesce a smettere di porsi domande riguardo a ciò che è accaduto. Cosa nasconderà Victor? E cosa lo porta a scappare in modo così frenetico? Tra omicidi, sotterfugi e inseguimenti, ai due è presto chiaro che, assieme alle loro vite, in pericolo sono anche i loro cuori…

Viaggiatori del tempo

È possibile che alcune scoperte o invenzioni di cui diamo il merito esclusivo all’epoca moderna fossero già note e in uso presso antichissimi popoli asiatici e americani. È ciò che lascia intuire questo viaggio attraverso la scoperta di misteriosi disegni sulle pietre, saghe di civiltà sconosciute, città d’argento, colline d’oro, nubi misteriose, presenze ignote e macchine volanti. Un viaggio nel tempo che porta dai pellerossa ai Maya alla cultura Nazca, dalla Siberia al Sahara fra i misteri del passato e del futuro.

Veri Amori, Falsi Amanti

Stevie Honeywell, autrice di romanzi rosa e mamma single, non solo ha trovato in Matthew l’uomo del destino, ma sta anche per sposarlo, dando finalmente un’impronta di solidità alla sua vita familiare e un padre a suo figlio. Peccato che Matthew decida di fuggire con la sua nuova, affascinante e infelicemente accoppiata collega nonché amica di Stevie, Jo McLean. Ma Stevie è fermamente determinata a riconquistare il suo uomo. Questa volta non rimarrà a casa a piangere e leccarsi le ferite, questa volta farà finta di non soffrire affatto e intanto frequenterà assiduamente una palestra per perdere i chili superflui, finché Matthew non tornerà sui suoi passi. Sull’altro fronte la situazione non è diversa: anche Adam McLean non intende subire un abbandono e vuole riprendersi Jo. Ma Adam ha un piano più bellicoso: fingere di mettersi con Stevie per ingelosire Jo, in pratica uno scambio di coppia per poi ritornare alla normalità. E dopo qualche tentennamento, Adam riesce a convincere Stevie dell’efficacia del piano. Peccato che Stevie e Adam si trovino reciprocamente insopportabili.

Verdi a Parigi

Quando Verdi conseguì il primo importante successo col Nabucco, il genere di melodramma che s’era imposto era di origine francese, pur se fondato in prevalenza da italiani: il Grand-Opéra. La creazione di tale modello si deve ai sommi Cherubini, Spontini, Rossini; esso viene raccolto da Auber, Meyerbeer, Halévy, Donizetti. Ma Verdi ha una personalità di ferro. Pur influenzato dai predecessori, adotta il modello quale cornice esterna e lo riempie di contenuti stilistici, drammatici e psicologici soltanto suoi. Poi addirittura lo rovescia. Al tipico, al «caratteristico» e al diversivo sostituisce la sintesi, il nesso e la velocità drammatici. Al carattere stereotipo dei personaggi contrappone la irreproducibilità e la ricerca del Vero drammatico: non imitato bensì trasceso per mezzo dell’arte: la sua formula è «inventare il Vero». In ciò la sua creazione è coerente per decennî. Il suo successo lo fece quasi subito desiderare dall’Opéra di Parigi. Il Maestro si concesse di rado a partire dal 1847, ma in francese sono alcuni dei suoi capolavori. Questo libro parte dai rapporti di Verdi con l’Opera francese, la cultura, l’ambiente e la società francesi, per tentare di fare del compositore un ritratto generale, estetico e anche politico: e di molti capolavori in qualche modo connessi con la Francia, a partire dalla Traviata, fa una distesa narrazione e interpretazione.

Venti Di Morte

L’Impero Letherii, in balia dei suoi governanti corrotti, si sta disgregando. Circondato da spie e da agenti del suo venale cancelliere, l’Imperatore delle Mille Morti, Rhulad Sengar, sta sprofondando nella follia. I complotti si moltiplicano. La polizia segreta avvia una campagna di terrore contro i sudditi. L’Errante, un tempo dio chiaroveggente, all’improvviso si ritrova accecato riguardo al futuro. Presaghe del caos, forze spaventose convergono da ogni dove sull’impero. Anche la flotta degli Edur avanza minacciosa: tra i suoi guerrieri figurano Karsa Orlog e Icarium Ladro della Vita, la cui sola presenza implica spargimento di sangue. Su questo sfondo infido e tempestoso, un piccolo gruppo di fuggiaschi cerca di abbandonare l’impero. Uno di loro, Fear Sengar, è in cerca dell’anima di Scabandari Occhio di Sangue per bloccare i Tiste Edur e salvare il fratello, l’Imperatore. Tuttavia con i fuggitivi viaggia anche il nemico più temibile di quest’ultimo: Silchas Ruin, fratello a sua volta di Anomander Rake. Lo scontro si profila inevitabile quanto cruento…