9601–9616 di 72034 risultati

American football, yeah!

Prima testata collegata alla moda “paninara”, ideata da Renzo Barbieri. Presenta articoli di costume, musica e attualità, e storie a fumetti a tema. Testi di Paolo Ghelardini (Cioz). Disegni di Studio Montanari (Ernesto Grassani, Franco Pedicini, Gianni Pinaglia, Giuseppe Montanari). Pubblica le strip di PANOZ di Stefano & G. Rivera e SUPERGALLO di Riccardo Mazzoli. Disegni di Luigi Piccatto. Copertine di Gianni Pinaglia e Roberto Molino. Il n. 12 (dicembre 1986) è un Numero Extra (PANINARO Natale). Sull’onda del successo della testata viene realizzata anche una linea di cartotecnica con il marchio Paninaro/I Nuovi Galli (diario, calendario, quaderni).

Alma do sol – L’amore e la passione

Dolcezza e acredine. Indulgenza e inflessibilità. Spensieratezza e malinconia. Una vita fatta di duro lavoro e di puro divertimento, di risate a cuore aperto e di lacrime amare. Questo è il legame che unisce Chiara e Julio, due opposti che inesorabilmente si attraggono. Un vincolo indissolubile, tanto agognato quanto sorretto da un unico filo conduttore in questo mondo di contraddizioni: la fiducia. Si consiglia a un pubblico over 16.

Alle case venie

Il 2 settembre del 1943 il caldo torrido dell’estate sembra essersi dissolto in un solo giorno di pioggia alle Case Venie, podere sopra Città della Pieve. L’armistizio è alle porte ma la guerra continua a mietere le sue vittime. Alcina, trentenne dai capelli neri e il cuore «rosso come il sangue», e Aliseo, il fratello di diciassette anni, vivono soli da quando Astorre, il loro padre, è mancato. Della donna in paese dicono che è strana perché guida il vecchio furgone del padre e perché alla sua età non ha ancora preso marito. Alcina, tuttavia, non si cura dei commenti della gente. Le sue ore sono segnate da altro: dalla presenza della morte, che avverte dietro di sé a ogni passo e che, ne è convinta, sembra aver scelto proprio lei per sfidarla e metterla alla prova. E, infatti, un giorno la morte si presenta davvero al suo cospetto. Seduto sul vec-chio ceppo usato per spaccare la legna, compare davanti ai suoi occhi lo spettro di Astorre, il padre defunto. Un’anima in pena, a causa dell’errore compiuto in vita, quando – prima che scoppiasse la guerra, guerra che, tuttavia, l’uomo non ha visto – si è lasciato colpevolmente sedurre dalla retorica fascista. Alcina, con il suo «cuore rosso» e l’impegno attivo nella Resistenza, è la voce della sua coscienza. La voce che Astorre non ha mai ascoltato, ma di cui adesso ha bisogno per fare chiarezza, capire il passato attraverso il presente e trovare, finalmente, la pace. Impeccabile ricostruzione storica degli anni della Resistenza partigiana nella zona del castiglionese, Alle Case Venie è un romanzo sull’intenso e commovente rapporto tra un padre caduto in errore e una figlia desiderosa di riscattare la sua figura e la sua memoria. «Romana Petri è fra le scrittrici più apprezzate del nostro panorama letterario». D – La Repubblica

Alla Ricerca Del Tempo Perduto. I Guermantes – Vol. 3

Se il secondo volume della Ricerca, All’ombra delle fanciulle in fiore, nacque dalla fusione tra alcuni capitoli tolti dal primo per esigenze di spazio, e alcuni sviluppi narrativi accordati all’accresciuta importanza del personaggio di Albertine, il terzo volume della serie, I Guermantes, appartiene invece al nucleo primitivo dell’opera: tracce degli episodi mondani che vi compaiono si possono trovare già in Jean Santeuil (dove quelli che diventeranno i Guermantes si chiamano ancora Réveillon) e nel Contro Sainte-Beuve. Al momento dell’uscita di Dalla parte di Swann, nel 1913, l’intera Ricerca del tempo perduto avrebbe dovuto comprendere tre volumi, intitolati appunto Dalla parte di Swann, Dalla parte di Guermantes e II tempo ritrovato. Fin dalla lettura dei titoli appare evidente la simmetria in base alla quale l’opera si sarebbe dovuta strutturare. All’origine di tutto, sono le due diverse passeggiate che si possono intraprendere da Combray, e che introducono, agli occhi di Marcel bambino, in due mondi misteriosi e sconosciuti, infinitamente fantasticati; la parte di Méséglise (detta anche di Swann, perché qui si trova la villa di costui, Tansonville) e la parte di Guermantes (dove si trovava il castello della nobile famiglia, un tempo feudataria di Combray). Le due passeggiate simboleggiano i due diversi mondi in cui Marcel penetrerà una volta uscito dall’infanzia: l’alta società borghese, che è anche quella cui appartengono i suoi genitori, e il mondo dell’aristocrazia. L’opposizione tra queste due «parti» era destinata a cadere nel terzo volume, che avrebbe così assolto la funzione di una sintesi, simboleggiata dal personaggio della signorina di Saint-Loup, nata dal matrimonio tra Robert di Saint-Loup, nipote dei duchi di Guermantes, e Gilberte, la figlia di Swann e Odette. La purezza di tale schema, che aveva semmai il difetto di fondarsi troppo esclusivamente su un’opposizione di natura sociologica (la rivalità fra l’alta borghesia e l’aristocrazia di sangue, con la finale fusione delle due classi), fu turbata, ma non completamente soppressa, dalle enormi aggiunte che Proust durante la guerra portò alla propria opera, e che si raccolgono principalmente attorno al tema metafisico dell’amore infelice (di Marcel per Albertine, ma anche di Charlus per Morel). Il piano della Ricerca, annunciato nel 1913 sul risvolto di copertina di Dalla parte di Swann, ci permette anche di valutare con precisione l’entità delle aggiunte fatte da Proust a I Guermantes. Questo infatti avrebbe dovuto in un primo momento comprendere le seguenti sezioni: A casa della signora Swann, Nomi di paesi: il paese, Primi schizzi del barone di Charlus e di Robert di Saint-Loup (tutta questa parte confluì in All’ombra delle fanciulle in fiore), Nomi di persone: la duchessa di Guermantes, Il salotto della signora di Villeparisis.

Alla Ricerca Del Tempo Perduto. All’ombra Delle Fanciulle in Fiore – Vol. 2

“Ogni lettore, quando legge, è il lettore di se stesso. L’opera è solo una sorta di strumento ottico che lo scrittore offre al lettore per consentirgli di scoprire ciò che forse, senza il libro, non avrebbe visto in se stesso. Il riconoscimento dentro di sé, da parte del lettore, di ciò che il libro dice, è la prova della sua verità.” Ben presto il lettore scoprirà che quest’opera è pura verità. La nostra adolescenza, la trama e l’ordito dei nostri amori e delle nostre frustrazioni, i fantasmi delle persone e gli abbagli di felicità e tristezza, sono nelle mani di quanti abbiamo incontrato, travisato, ricordato e dimenticato, rievocato e poi reincontrato, sempre diversi, nel cammino verso un chiarimento disperato della realtà; nelle mani di Gilberte e Albertine, personaggi che, una volta letti, non potremo mai dimenticare. Servirà a tante cose la lettura di questo libro, ma anche a guarire delle angosce adolescenziali ancora dentro di noi.

Alec the Wanderer

Alain looked at me sideways. “Your name’s Alec, huh? Ain’t that the name of the King’s son that wanders?”
I nodded thoughtfully. “Yes, I believe it is. I wonder what kind of things he does when he’s on the road. Alain, you seem to know a lot about the royal family. Have you heard what that Alec does?”
“Well, I heard that he just explores the country and helps folks that need it. In fact, I reckon that he’d help a poor farmer haul a load of hay if he needed a hand. There have been stories of him giving money to poor farmers and beggars just because he can. But there are also stories that he likes to play with the ladies too. I’m sure if he were around, I’d keep a close eye that he didn’t get his paws on my sis.”
YA-Adult Content

Accursed

###
Even death could not stop Britain’s greatest defenders. In 1838, William and Tamara Swift inherit a startling legacy from their dying grandfather, transforming them into the Protectors of Albion, mystical defenders of the soul of England. But the shocked, neophyte sorcerers also inherit unique allies in their battle against the dark forces. Fighting alongside them are the famous — even infamous — Ghosts of Albion: Lord Byron, Queen Bodicea, and Lord Admiral Nelson. When strange and hideous creatures appear in the slums of London, an unholy plague threatens to launch an epic battle that may rage all the way to Buckingham Palace . . . and beyond. Time is running out as William and Tamara must learn whether their friends will stand beside them, or seduce and betray them. From Amber Benson, known for her dramatic portrayal of Tara in Buffy the Vampire Slayer, and Christopher Golden, Bram Stoker Award–winning author of The Shadow Saga and Wildwood Road, comes a vengeful tale of demons, vampires, and ghosts set in nineteenth-century London. Based on the smash BBC Web series that took England by storm, Ghosts of Albion is a horror adventure laced with dark humor and darker lusts.

Accidentally Dead

**A vampire puts the bite on a dental assistant.**
It’s a lousy first day on the job for Nina Blackman when a patient, loopy from the anesthesia, bites her. At least he was cute. But for real drama she can’t beat the next evening. Nina wakes up with a set of razor-sharp fangs, bionic vision, supersonic hearing, and a taste for blood. But there’s a good explanation: It’s her patient, Long Island vampire Greg Statleon. Actually they’re perfect for each other–if Nina’s willing to commit to one man for eternity.

Accidentally Catty

**A purrr-fectly scintillating new novel from the national bestselling author of *Accidentally Demonic*. **
Katie Woods never thought she’d be forty-one, divorced, and thrust back into the dating world. To start fresh, Katie uproots her veterinary practice to upstate New York-not exactly the hottest dating scene on the planet. But when an unconscious cougar appears at her clinic, Katie’s newly single life gets a much needed jolt of the supernatural kind.
After Katie examines the cougar and leaves him caged overnight, she’s shocked to find a big strapping specimen of young, hot man in its place. And when the scratch she got during the exam results in some unnatural side effects, Katie has more to deal with then her animal attraction to a much younger guy-she has to figure how to stop herself from becoming a cougar of the four-legged variety.

Abdul Bashur, sognatore di navi

Abdul Bashur è l’alter ego e l’inseparabile amico di Maqroll il Gabbiere, eroe e antieroe di quasi tutte le storie raccontate da Álvaro Mutis. Nei vari episodi di questo romanzo può finalmente dare libero sfogo alle proprie passioni e ai propri estri: la fantasia, l’intraprendenza, il coraggio, il gusto per la provocazione, l’astuzia, la sensualità… Personaggio di una coerenza inalterabile, giocherà l’ultima sfida inseguendo il miraggio della nave perfetta, il cargo ideale, il sogno di tutta una vita. Perché Abdul Bashur è per l’appunto un«sognatore di navi», alla ricerca inesausta del supremo oggetto del desiderio, che appare all’orizzonte ma sempre un po’ oltre il punto in cui ci si trova, al di là dell’appuntamento inevitabile e necessario.

Abandoned

It was now exactly seven months since the balloon voyagers had been thrown on Lincoln Island. During that time, notwithstanding the researches they had made, no human being had been discovered. No smoke even had betrayed the presence of man on the surface of the island. No vestiges of his handiwork showed that either at an early or at a late period had man lived there. Not only did it now appear to be uninhabited by any but themselves, but the colonists were compelled to believe that it never had been inhabited. And now, all this scaffolding of reasonings fell before a simple ball of metal, found in the body of an inoffensive rodent! In fact, this bullet must have issued from a firearm, and who but a human being could have used such a weapon?

A Wild Ride Through the Night

Using twenty-one drawings from the work of Gustave Dor-, the most successful illustrator of the 19th century, Walter Moers has created a wondrous and utterly delightful tale. In a world between legend and dream, in a time between childhood and adulthood, A Wild Ride Through the Night describes the exhilarating and comic adventures of 12-year-old Gustave, a boy who aspires one day to be a great artist. But before he can achieve this, Gustave must first tackle Mysterious Giants and a Siamese Twins Tornado; he also finds himself encountering the Greatest Monster of All, freeing a maiden from the claws of a dragon, riding through a forest full of ghosts, navigating a Galactic Gully and meeting a dream princess, a talking horse, scantily-clad Amazons and even his own self. Having made a wager with death for nothing less than his life and his soul, he must travel from the earth to the moon and back in a single night.

A War of Gifts

Orson Scott Card offers a Christmas gift to his millions of fans with *A War of Gifts* , a short novel set during Ender Wiggin’s first years at the Battle School where it is forbidden to celebrate religious holidays.
The children come from many nations, many religions; while they are being trained for war, religious conflict between them is not on the curriculum. But Dink Meeker, one of the older students, doesn’t see it that way. He thinks that giving gifts isn’t exactly a religious observation, and on Sinterklaas Day he tucks a present into another student’s shoe. This small act of rebellion sets off a battle royal between the students and the staff, but some surprising alliances form when Ender comes up against a new student, Zeck Morgan. The War over Santa Claus will force everyone to make a choice. THE ENDER UNIVERSE Ender series
*Ender’s Game* / *Speaker for the Dead* / *Xenocide* / *Children of the Mind* / *Ender in Exile* / *Children of the Fleet* Ender’s Shadow series
*Ender’s Shadow* / *Shadow of the Hegemon* / *Shadow Puppets* / *Shadow of the Giant* / *Shadows in Flight* The First Formic War (with Aaron Johnston)
*Earth Unaware* / *Earth Afire* / *Earth Awakens* The Second Formic War (with Aaron Johnston)
*The Swarm* / *The Hive* Ender novellas
*A War of Gifts* / *First Meetings* At the Publisher’s request, this title is being sold without Digital Rights Management Software (DRM) applied.

A Tapestry of Magics

At the Center of Crassmor’s world lay the Singularity, ruled by the mysterious King Ironwicca.
Outside that lay the Beyonds, touching all the Realities, from which any manner of strays might wander. One day it might be Bill, who had been a god. The next it might be Little John and his band of not so merry men. And there were monsters and armies bent on conquest to be met and overcome by the unfortunate knights who patrolled those changing, flux haunted lands of the Beyond.
But those dangers were expected. The real problem Sir Crassmor had to face lay in the very heart of the Singularity, and no one would listen to him or trust him

A Shadow in Summer

In this brilliant and original epic fantasy of Machiavellian intrigue and unique magic, Daniel Abraham portrays fully realized women and complex, conflicted men in love, caught between the forces of money and power. The city-state of Saraykeht dominates the Summer Cities: commerce and trade fill the streets. Any desire, however exotic or base, can be satisfied in its soft quarter. The people live and work secure in the knowledge that their city is a bastion of progress in a harsh world. It would be a tragedy if it fell…. At the heart of the city’s influence is the poet-sorcerer Heshai and the captive spirit Seedless which he controls. Heshai is at once the linchpin of and the most vulnerable point in Saraykeht’s greatness. Far to the west, the armies of Galt have conquered many lands. To take Saraykeht, they must first destroy its prosperity. Marchat Wilsin, head of Galt’s trading-house in the city, is planning a terrible crime against Heshai and Seedless. If he succeeds, Saraykeht will fall. Amat, House Wilsin’s business manager, her apprentice Liat, and two young men from the farthest reaches of their society stand alone against the dire threat to the city. But in this city of power and intrigue, no one is without secrets. The price they must pay to save Saraykeht may be greater than they can afford….

A Night in the Netherhells

The conclusion to the magical Ebenezum trilogy.
“Gardener skewers all the cliches of quest-fantasy with wit, style, mordant irony and great glee-this series could have been serialized in *National Lampoon* or filmed by one of the Pythons!” (Spider Robinson)