Visualizzazione di 71989-72000 di 90860 risultati

La Ricamatrice Di Winchester

Winchester, 1932. A trentotto anni Violet Speedwell sembra ormai inesorabilmente destinata a un’esistenza da zitella. La Grande Guerra ha preteso il suo tributo: il suo fidanzato, Laurence, è caduto a Passchendaele insieme a migliaia di altri soldati, e ora le «donne in eccedenza» come lei, donne rimaste nubili e con scarse probabilità di convolare a nozze, sono ritenute una minaccia, se non una vera e propria tragedia per una società basata sul matrimonio. Dopo essersi lasciata alle spalle la casa di famiglia di Southampton, e le lamentele della sua soffocante madre, ferma all’idea che dovere di una figlia non sposata sia quello di servire e riverire i genitori, Violet è più che mai intenzionata a vivere contando sulle proprie forze. A Winchester riesce in breve tempo a trovare lavoro come dattilografa per una compagnia di assicurazione, e ad aver accesso a un’istituzione rinomata in città: l’associazione delle ricamatrici della cattedrale. Fondata dalla signorina Louisa Pesel e diretta con pugno di ferro dall’implacabile signora Biggins, l’associazione, ispirata a una gilda medievale, si richiama a un’antica tradizione: il ricamo di cuscini per i fedeli, vere e proprie opere d’arte destinate a durare nei secoli. Sebbene la Grande Guerra abbia mostrato a Violet come ogni cosa sia effimera, l’idea di creare con le proprie mani qualcosa che sopravviva allo scorrere del tempo rappresenta, per lei, una tentazione irresistibile. Mentre impara la difficile arte del ricamo, Violet stringe amicizia con l’esuberante Gilda, i capelli tagliati alla maschietta, la parlantina svelta e un segreto ben celato dietro i modi affabili, e fa la conoscenza di Arthur, il campanaro dagli occhi azzurri e luminosi come schegge di vetro. Due incontri capaci di risvegliare in lei la consapevolezza che ogni destino può essere sovvertito se si ha il coraggio di sfidare i pregiudizi del tempo. Due incontri che insegnano anche che basta a volte un solo filo per cambiare l’intera trama di una vita. A vent’anni dalla pubblicazione de La ragazza con l’orecchino di perla, Tracy Chevalier torna con un impeccabile romanzo, capace di evocare meravigliosamente l’atmosfera dell’Inghilterra degli anni Trenta e di offrire al lettore una storia senza tempo che «renderebbe orgogliosa Jane Austen» (USA Today). **
### Sinossi
Winchester, 1932. A trentotto anni Violet Speedwell sembra ormai inesorabilmente destinata a un’esistenza da zitella. La Grande Guerra ha preteso il suo tributo: il suo fidanzato, Laurence, è caduto a Passchendaele insieme a migliaia di altri soldati, e ora le «donne in eccedenza» come lei, donne rimaste nubili e con scarse probabilità di convolare a nozze, sono ritenute una minaccia, se non una vera e propria tragedia per una società basata sul matrimonio. Dopo essersi lasciata alle spalle la casa di famiglia di Southampton, e le lamentele della sua soffocante madre, ferma all’idea che dovere di una figlia non sposata sia quello di servire e riverire i genitori, Violet è più che mai intenzionata a vivere contando sulle proprie forze. A Winchester riesce in breve tempo a trovare lavoro come dattilografa per una compagnia di assicurazione, e ad aver accesso a un’istituzione rinomata in città: l’associazione delle ricamatrici della cattedrale. Fondata dalla signorina Louisa Pesel e diretta con pugno di ferro dall’implacabile signora Biggins, l’associazione, ispirata a una gilda medievale, si richiama a un’antica tradizione: il ricamo di cuscini per i fedeli, vere e proprie opere d’arte destinate a durare nei secoli. Sebbene la Grande Guerra abbia mostrato a Violet come ogni cosa sia effimera, l’idea di creare con le proprie mani qualcosa che sopravviva allo scorrere del tempo rappresenta, per lei, una tentazione irresistibile. Mentre impara la difficile arte del ricamo, Violet stringe amicizia con l’esuberante Gilda, i capelli tagliati alla maschietta, la parlantina svelta e un segreto ben celato dietro i modi affabili, e fa la conoscenza di Arthur, il campanaro dagli occhi azzurri e luminosi come schegge di vetro. Due incontri capaci di risvegliare in lei la consapevolezza che ogni destino può essere sovvertito se si ha il coraggio di sfidare i pregiudizi del tempo. Due incontri che insegnano anche che basta a volte un solo filo per cambiare l’intera trama di una vita. A vent’anni dalla pubblicazione de La ragazza con l’orecchino di perla, Tracy Chevalier torna con un impeccabile romanzo, capace di evocare meravigliosamente l’atmosfera dell’Inghilterra degli anni Trenta e di offrire al lettore una storia senza tempo che «renderebbe orgogliosa Jane Austen» (USA Today).

La ragazza nuova

In un esclusivo collegio svizzero, tutti si interrogano sull’identità di una bellissima ragazzina dai capelli corvini che ogni giorno arriva a scuola su una limousine scortata da un corteo di auto degno di un capo di stato. Corre voce che sia la figlia di un ricchissimo uomo d’affari… In realtà suo padre è Khalid bin Mohammed, l’erede al trono dell’Arabia Saudita. Un tempo osannato per le sue audaci riforme religiose, ora è oggetto di aspre critiche per il ruolo che ha avuto nell’assassinio di un giornalista dissidente. E quando la sua unica figlia viene rapita, si rivolge al solo uomo in grado di trovarla prima che sia troppo tardi. Gabriel Allon, il leggendario capo dell’intelligence israeliana, ha trascorso gran parte della sua vita a combattere i terroristi, compresi i sanguinari jihadisti finanziati dall’Arabia Saudita. Il principe Khalid si è impegnato a spezzare il legame tra il suo regno e l’Islam radicale, e anche solo per questo lui lo considera un alleato prezioso. Ma accettando di aiutarlo, Allon si ritrova coinvolto in una cruenta guerra segreta per il controllo del Medio Oriente. Sui due piatti della bilancia ci sono la vita di un’innocente e il trono dell’Arabia Saudita. Sia lui che Khalid nel corso degli anni si sono fatti parecchi nemici. Ed entrambi hanno molto da perdere… Con il sottile umorismo nero che lo contraddistingue, la trama incalzante e un cast di personaggi indimenticabili, La ragazza nuova è al tempo stesso un thriller adrenalinico e un lucido ritratto delle alleanze politiche e delle rivalità tra grandi potenze in un mondo pericoloso. E ancora una volta è la prova che Gabriel Allon è una delle migliori spie della narrativa e Daniel Silva semplicemente il miglior autore di intrighi internazionali e thriller dei giorni nostri.

La Ragazza Nella Torre

Orfana e sola, costretta ad abbandonare il suo villaggio, Vasja dovrà rassegnarsi a trascorrere la vita in un convento o a permettere alla sorella maggiore di darla in sposa a un principe moscovita. Entrambe le strade la condannano a una vita in una torre, tagliata fuori dal vasto mondo che invece desidera esplorare. Così sceglie una terza via: travestendosi da ragazzo cavalca attraverso il bosco per sfuggire a un destino che altri hanno scritto per lei. A Mosca, intanto, la corte imperiale è scossa da lotte di potere e tumulti. Nelle campagne alcuni banditi razziano i campi, bruciano i villaggi e rapiscono le fanciulle. Dopo essere partiti per sconfiggere i briganti, il Gran principe e i suoi boiardi si imbattono in un giovane uomo in groppa a un magnifico destriero. Solo Saša, un monaco guerriero, capisce che il “ragazzo” altri non è che sua sorella, creduta morta dopo la fuga dal suo villaggio in seguito all’accusa di stregoneria. Ma quando Vasja dà prova del suo valore in battaglia, cavalcando con una destrezza eccezionale e con un’inspiegabile forza, Saša realizza che dovrà a tutti i costi mantenere il segreto della sua vera identità, per salvare la vita dell’unica persona in grado di fronteggiare le forze oscure che minacciano di distruggere l’impero… **
### Sinossi
Orfana e sola, costretta ad abbandonare il suo villaggio, Vasja dovrà rassegnarsi a trascorrere la vita in un convento o a permettere alla sorella maggiore di darla in sposa a un principe moscovita. Entrambe le strade la condannano a una vita in una torre, tagliata fuori dal vasto mondo che invece desidera esplorare. Così sceglie una terza via: travestendosi da ragazzo cavalca attraverso il bosco per sfuggire a un destino che altri hanno scritto per lei. A Mosca, intanto, la corte imperiale è scossa da lotte di potere e tumulti. Nelle campagne alcuni banditi razziano i campi, bruciano i villaggi e rapiscono le fanciulle. Dopo essere partiti per sconfiggere i briganti, il Gran principe e i suoi boiardi si imbattono in un giovane uomo in groppa a un magnifico destriero. Solo Saša, un monaco guerriero, capisce che il “ragazzo” altri non è che sua sorella, creduta morta dopo la fuga dal suo villaggio in seguito all’accusa di stregoneria. Ma quando Vasja dà prova del suo valore in battaglia, cavalcando con una destrezza eccezionale e con un’inspiegabile forza, Saša realizza che dovrà a tutti i costi mantenere il segreto della sua vera identità, per salvare la vita dell’unica persona in grado di fronteggiare le forze oscure che minacciano di distruggere l’impero…

La Ragazza Fuori Ufficio

Non si prospetta una grande estate per Alice Roberts, giovane aspirante editor che lavora in una casa editrice di Londra. Olivia, il suo capo, la terrorizza, la carriera sembra essere a un punto morto e il suo ragazzo le ha appena comunicato con un sms che tra loro è finita. Il destino, però, ha in serbo una sorpresa: Olivia deve essere operata d’urgenza, e sarà quindi Alice ad andare al suo posto a Taormina per affiancare l’attore di Hollywood più quotato del momento, di cui lei è una fan scatenata, nella stesura della sua attesissima autobiografia. La situazione è delicata e il compito si rivela non dei più semplici: Luther Carson, questo il nome del “bad boy”, è troppo distratto dalla bella vita e tutto fa tranne che lavorare al libro, mettendo a dura prova la pazienza del ghostwriter che lo segue e del proprio enigmatico ma affascinante agente. La posta in gioco è alta: Alice deve a tutti i costi portare a casa il risultato, altrimenti rischia di perdere il lavoro. Conoscere Luther è per lei un sogno che sta diventando realtà, e la tentazione di mischiare il dovere con il piacere è molto forte, ma ciò che l’aspetta in Sicilia non è affatto quello che lei si immagina… La ragazza fuori ufficio è una commedia romantica che regala sorrisi dalla prima all’ultima pagina grazie alla genuinità e alla freschezza della protagonista, nella quale molte lettrici si riconosceranno, e alle sue spassose avventure. Alice è un’adorabile ragazza della porta accanto che si ritrova inaspettatamente in un luogo da favola faccia a faccia con l’uomo dei suoi sogni e con un grosso problema da risolvere. Nicola Doherty mescola con originalità sentimenti e humour, offrendo uno sguardo per nulla scontato sul mondo dello spettacolo e sui suoi protagonisti.

La ragazza col cappotto rosso

*A volte la speranza è un raggio colorato lì dove non resta niente.*
Nives Schwartz non ha mai pensato che nella vita di sua madre Sara si celassero segreti di cui lei non sapeva nulla. Dopo la morte della donna, però, costretta a superare il dolore in fretta per occuparsi, sola, di tutte le incombenze che spettano a una figlia, Nives trova, dimenticata, una scatola di latta. Una vecchia scatola per i biscotti che stride con l’ordine maniacale di sua madre. In essa, una vecchia fotografia che ritrae due giovani sconosciuti, qualche biglietto e una lettera. Violare l’intimità di Sara non è nelle sue intenzioni, ma quelle pagine sembrano chiamarla e così, come per caso, Nives entra in un mondo di segreti e verità taciute per più di mezzo secolo, di cui non sospettava l’esistenza. Una donna di nome Bekka Kis aveva scritto, nel 1965, una lunga lettera a sua madre, confidandole le proprie paure, lo strazio mai dimenticato di essere sopravvissuta alla Shoah, di aver perduto tutto ciò che amava. E forse di aver causato la morte di tanti. Da quel momento, per Nives inizia un’indagine per ritrovare Bekka Kis, una ricerca che è anche uno scavo nei segreti più intimi della sua famiglia, un dissotterramento di verità incomprensibili per chi non ha vissuto quel mondo.
Sarà un viaggio nel cuore più fragile e dilaniato della Seconda guerra mondiale, un disvelamento di quel senso di colpa che solo i salvati possono spiegare. Ma sarà anche la storia di un amore più forte della guerra, della separazione. Più forte della morte.

La radice quadrata della vita

Se la vita ti pone un problema, i numeri possono darti la soluzione. Donatella ne è fermamente convinta quando, fresca di laurea in Matematica, sceglie di dedicarsi all’insegnamento. Sono gli anni Settanta, per amore ha lasciato Milano trasferendosi a Catania, e l’incontro con la scuola è dirompente. Certa che la risposta giusta non sia mai quella che si ha in tasca, Donatella è una prof fuori dagli schemi: alle sue alunne e ai suoi alunni che vedono solo le regole spiega che la matematica è creatività e che un piano può anche essere una superficie sferica, basta solo spostare il punto di vista. Capire la matematica, in fondo, è come capire un’opera d’arte: ci vogliono fantasia e spirito libero. Quarant’anni dopo, a un passo dalla pensione, Donatella fa un altro incontro che le resterà nel cuore: quello con Bianca, una giovane prof di italiano e latino alla prima supplenza, che entra nel suo stesso liceo con gli occhi pieni di speranza e preoccupazione. I ragazzi, ne è certa, la guarderanno come guardava lei i supplenti quando era sui banchi: è questa la sua prima sfida, e non ha idea di come affrontarla. Ma non sarà sola nell’avventura che la aspetta, Donatella sarà la sua compagna di viaggio dentro e fuori dalla scuola. Divisa tra le tradizioni familiari del padre iraniano e i propri desideri, Bianca troverà nella collega più esperta una guida che la condurrà per mano nel mondo a lei sconosciuto dei numeri, dove imparerà a fare i conti con le emozioni e scoprirà la radice quadrata della propria felicità. **
### Sinossi
Se la vita ti pone un problema, i numeri possono darti la soluzione. Donatella ne è fermamente convinta quando, fresca di laurea in Matematica, sceglie di dedicarsi all’insegnamento. Sono gli anni Settanta, per amore ha lasciato Milano trasferendosi a Catania, e l’incontro con la scuola è dirompente. Certa che la risposta giusta non sia mai quella che si ha in tasca, Donatella è una prof fuori dagli schemi: alle sue alunne e ai suoi alunni che vedono solo le regole spiega che la matematica è creatività e che un piano può anche essere una superficie sferica, basta solo spostare il punto di vista. Capire la matematica, in fondo, è come capire un’opera d’arte: ci vogliono fantasia e spirito libero. Quarant’anni dopo, a un passo dalla pensione, Donatella fa un altro incontro che le resterà nel cuore: quello con Bianca, una giovane prof di italiano e latino alla prima supplenza, che entra nel suo stesso liceo con gli occhi pieni di speranza e preoccupazione. I ragazzi, ne è certa, la guarderanno come guardava lei i supplenti quando era sui banchi: è questa la sua prima sfida, e non ha idea di come affrontarla. Ma non sarà sola nell’avventura che la aspetta, Donatella sarà la sua compagna di viaggio dentro e fuori dalla scuola. Divisa tra le tradizioni familiari del padre iraniano e i propri desideri, Bianca troverà nella collega più esperta una guida che la condurrà per mano nel mondo a lei sconosciuto dei numeri, dove imparerà a fare i conti con le emozioni e scoprirà la radice quadrata della propria felicità.

La promessa

DEWARENNE DYNASTY – Vol. 8. Irlanda/Inghilterra, 1833/1839 – Alexi de Warenne non ha mai dimenticato il giuramento che ha fatto a Elysse O’Neill quando entrambi erano ancora ragazzini. Ti proteggerò sempre, le aveva assicurato, e proprio in virtù di quella promessa, nove anni dopo, si ritrova addirittura a sposarla per salvarla dai guai in cui si è cacciata. Poi, però, divorato dal rancore, l’abbandona. Svanito il sogno di un matrimonio felice con l’uomo che ama da sempre, Elysse rimane sola a costruirsi una vita in cui tutto è finzione, e a sperare che prima o poi il destino le offra l’opportunità di farsi perdonare. Passano gli anni, e quando finalmente la tanto vagheggiata occasione si presenta, Elysse è decisa a non lasciarsela sfuggire. Orgoglio, tradimento, finzione e una passione travolgente danno vita a uno straordinario capitolo della saga dedicata alla dinastia dei de Warenne. I romanzi della serie: 1) La sposa americana 2) Ballo in maschera 3) La scelta di Eleanor 4) Lezioni di galateo 5) La sposa perfetta 6) Passione gitana 7) Scandalo e passione 8) La promessa **
### Sinossi
DEWARENNE DYNASTY – Vol. 8. Irlanda/Inghilterra, 1833/1839 – Alexi de Warenne non ha mai dimenticato il giuramento che ha fatto a Elysse O’Neill quando entrambi erano ancora ragazzini. Ti proteggerò sempre, le aveva assicurato, e proprio in virtù di quella promessa, nove anni dopo, si ritrova addirittura a sposarla per salvarla dai guai in cui si è cacciata. Poi, però, divorato dal rancore, l’abbandona. Svanito il sogno di un matrimonio felice con l’uomo che ama da sempre, Elysse rimane sola a costruirsi una vita in cui tutto è finzione, e a sperare che prima o poi il destino le offra l’opportunità di farsi perdonare. Passano gli anni, e quando finalmente la tanto vagheggiata occasione si presenta, Elysse è decisa a non lasciarsela sfuggire. Orgoglio, tradimento, finzione e una passione travolgente danno vita a uno straordinario capitolo della saga dedicata alla dinastia dei de Warenne. I romanzi della serie: 1) La sposa americana 2) Ballo in maschera 3) La scelta di Eleanor 4) Lezioni di galateo 5) La sposa perfetta 6) Passione gitana 7) Scandalo e passione 8) La promessa

La Profezia Del Principe

Nel piccolo e moderno regno del Silberland, all’interno della regione dei Monti Metalliferi, esistono miniere d’argento e di pietre preziose famose in tutto il mondo.
Kaitlin vive nel castello della famiglia reale perché è la “cercatrice” ufficiale: colei che conosce l’uso e i benefici delle gemme preziose e dei cristalli che sono il simbolo dello stato.
Da sempre intima confidente del principe Caspar Winkler, l’erede al trono, ha un’infatuazione segreta per lui. E quando al castello, per Natale, giunge la sua promessa sposa da un regno vicino, Kaitlin teme di venire soppiantata nel cuore del giovane principe.
La principessa Ingrid ha tutte le carte in regola per diventare la futura regina e tuttavia, per un motivo sconosciuto, a un certo punto le trattative per l’accordo matrimoniale saltano.
Il paese piomba nel caos proprio nel momento più magico dell’anno, a Natale.
In più un’arcana profezia ritrovata, che si tramanda di cercatrice in cercatrice, avvisa Kaitlin di un serio pericolo che il regno corre.
Aiutata dal misterioso principe Aksel, un uomo affascinante quanto sfuggente, e dal diario di sua madre (la cercatrice prima di lei), Kaitlin dovrà sfidare prima di tutto se stessa e accettare il proprio destino. Un destino che s’intreccerà con le sorti del Silberland e con le vite dei due principi, entrambi attratti da lei.
“L’amore è l’unica forza che ti risveglia, figlia mia.
In questo diario ti parlo dei cristalli: l’eredità che ti lascio,
abbine cura.
Ma abbi ancora più cura di custodire
l’amore quando lo troverai.” **
### Sinossi
Nel piccolo e moderno regno del Silberland, all’interno della regione dei Monti Metalliferi, esistono miniere d’argento e di pietre preziose famose in tutto il mondo.
Kaitlin vive nel castello della famiglia reale perché è la “cercatrice” ufficiale: colei che conosce l’uso e i benefici delle gemme preziose e dei cristalli che sono il simbolo dello stato.
Da sempre intima confidente del principe Caspar Winkler, l’erede al trono, ha un’infatuazione segreta per lui. E quando al castello, per Natale, giunge la sua promessa sposa da un regno vicino, Kaitlin teme di venire soppiantata nel cuore del giovane principe.
La principessa Ingrid ha tutte le carte in regola per diventare la futura regina e tuttavia, per un motivo sconosciuto, a un certo punto le trattative per l’accordo matrimoniale saltano.
Il paese piomba nel caos proprio nel momento più magico dell’anno, a Natale.
In più un’arcana profezia ritrovata, che si tramanda di cercatrice in cercatrice, avvisa Kaitlin di un serio pericolo che il regno corre.
Aiutata dal misterioso principe Aksel, un uomo affascinante quanto sfuggente, e dal diario di sua madre (la cercatrice prima di lei), Kaitlin dovrà sfidare prima di tutto se stessa e accettare il proprio destino. Un destino che s’intreccerà con le sorti del Silberland e con le vite dei due principi, entrambi attratti da lei.
“L’amore è l’unica forza che ti risveglia, figlia mia.
In questo diario ti parlo dei cristalli: l’eredità che ti lascio,
abbine cura.
Ma abbi ancora più cura di custodire
l’amore quando lo troverai.”

La probabilità statistica dell’amore a prima vista

Poteva andare in mille altri modi. Se non avesse aspettato l’ultimo momento per provarsi il vestito. Se non avesse dimenticato il libro. E se avesse corso un po’ più in fretta per raggiungere il gate… Forse sarebbe arrivata in tempo. Hadley non riesce a credere di aver perso il volo che avrebbe dovuto portarla a Londra, al matrimonio di suo padre. Per soli quattro minuti! Che cosa sono quattro minuti? Il tempo di un’interruzione pubblicitaria, di una pausa tra una lezione e l’altra, della cottura di un piatto nel microonde. Eppure è bastato quel piccolo, imprevedibile ritardo per mandare tutto all’aria. E ora eccola lì, costretta ad aspettare il volo successivo, davanti a un check-in deserto, con la valigia in mano e un groppo in gola. Ma, proprio in quel momento, i suoi occhi incontrano quelli di Oliver, il ragazzo più bello che abbia mai visto. Un sorriso, qualche battuta e Hadley scopre di essere seduta accanto a lui in aereo. È timida, ma inspiegabilmente trova naturale confidarsi, come se lo conoscesse da sempre. Gli parla di suo padre, quel padre assente e distante che ora sta per sposare una donna che lei non ha mai avuto il piacere, o il dispiacere, di incontrare. Oliver, invece, è ironico e vagamente misterioso, e per qualche ora riesce a distrarla dai pensieri che le affollano la mente. E a farla innamorare. Quando l’aereo atterra, si scambiano un bacio appassionato subito prima di perdersi nella folla del ritiro bagagli. Sembra la fine di un idillio destinato a durare solo poche ore e invece… Hadley e Oliver si ritrovano. Nel posto più inaspettato di tutti, perché l’amore è sempre inaspettato.

La Piuma

Giorgio Faletti si accomiata dai suoi lettori con la sua opera più bella, originale e dolente. Una favola morale, che accompagna il lettore attraverso le piccole, meschine, ignoranti bassezze degli uomini, sino a comprendere, attraverso il più innocente e semplice degli sguardi, il senso profondo delle cose. Del loro ruolo. E della fine.
Seguiamo una piuma mentre traccia il suo percorso invisibile nel cielo, la vediamo posarsi sul tavolo dove il Re e il Generale definiscono i piani di battaglia per la conquista del Mondo, noncuranti di chi poi dovrà combatterla; ascoltiamo insieme a lei i tentativi del Curato di intercedere a favore dei contadini con il Cardinale privo di fede; attratti da una dissonante melodia volteggiamo dentro al Teatro, per assistere allo spettacolo meraviglioso e crudele della Ballerina dal cuore spezzato: il suo volo ci porterà a conoscere altri sventurati personaggi, finché la piuma non incontrerà lo sguardo dell’unico che saprà capire quello che nessuno prima aveva compreso.
Una piuma è fatta per volare
«Tracciando il suo invisibile
sanscrito nel cielo, la piuma sorvolò
un villaggio popolato di uomini,
che come tali prestavano attenzione
solo a ciò che avveniva in terra,
davanti ai loro occhi. Nessuno riuscì
a vedere la piuma perché nessuno
aveva tempo a sufficienza per alzare
gli occhi al cielo e riuscire anche
solo a guardarla.» **
### Sinossi
Giorgio Faletti si accomiata dai suoi lettori con la sua opera più bella, originale e dolente. Una favola morale, che accompagna il lettore attraverso le piccole, meschine, ignoranti bassezze degli uomini, sino a comprendere, attraverso il più innocente e semplice degli sguardi, il senso profondo delle cose. Del loro ruolo. E della fine.
Seguiamo una piuma mentre traccia il suo percorso invisibile nel cielo, la vediamo posarsi sul tavolo dove il Re e il Generale definiscono i piani di battaglia per la conquista del Mondo, noncuranti di chi poi dovrà combatterla; ascoltiamo insieme a lei i tentativi del Curato di intercedere a favore dei contadini con il Cardinale privo di fede; attratti da una dissonante melodia volteggiamo dentro al Teatro, per assistere allo spettacolo meraviglioso e crudele della Ballerina dal cuore spezzato: il suo volo ci porterà a conoscere altri sventurati personaggi, finché la piuma non incontrerà lo sguardo dell’unico che saprà capire quello che nessuno prima aveva compreso.
Una piuma è fatta per volare
«Tracciando il suo invisibile
sanscrito nel cielo, la piuma sorvolò
un villaggio popolato di uomini,
che come tali prestavano attenzione
solo a ciò che avveniva in terra,
davanti ai loro occhi. Nessuno riuscì
a vedere la piuma perché nessuno
aveva tempo a sufficienza per alzare
gli occhi al cielo e riuscire anche
solo a guardarla.»
### Dalla seconda/terza di copertina
Giorgio Faletti si accomiata dai suoi lettori con la sua opera più bella, originale e dolente. Una favola struggente, che accompagna il lettore attraverso le piccole, meschine, ignoranti bassezze degli uomini, sino a comprendere, attraverso il più innocente e semplice degli sguardi, il senso profondo delle cose. Del loro ruolo. E della fine. Seguiamo una piuma mentre traccia il suo invisibile sanscrito nel cielo, la vediamo posarsi sul tavolo dove il Re e il Generale tracciano i piani per la battaglia per la conquista di Mezzo Mondo, noncuranti di chi poi dovrà combatterla; ascoltiamo insieme a lei i tentativi del curato di intercedere a favore dei contadini con il Cardinale privo di fede; attratti da una dissonante melodia volteggiamo dentro al Teatro, per assistere allo spettacolo meraviglioso e crudele della ballerina dal cuore spezzato: il nostro volo ci porterà a conoscere altri, sventurati personaggi finché la piuma non incontrerà lo sguardo dell’unico che saprà infine capire quello che nessuno prima aveva compreso.

La nube avvelenata

Secondo del ciclo del Professor Challenger, questo romanzo è di chiara impostazione fantascientifica, stante l’ipotesi della cessazione di ogni forma di vita sulla Terra a seguito del propagarsi di una nube velenosa. Il Professor Challenger, il protagonista di questa avventura, assieme ai compagni di cui aveva fatto la conoscenza in occasione del viaggio nell’America del Sud alla ricerca del Mondo Perduto, riesce a sopravvivere agli effetti di questa nube venefica e si aggira in un’Inghilterra ormai deserta alla ricerca di qualche sopravvissuto. Ne troverà?