Visualizzazione di 71833-71844 di 90860 risultati

Previsioni del tempo

Mentre le rotte della spazzatura impongono nuove mappe del crimine, i gestori del malaffare e le loro vittime precipitano in un universo di corruzione e veleni. Giuliano trasporta maiali macellati illegalmente, sfuggiti a ogni controllo di qualità, da vendere nei supermercati. L’appuntamento è sull’Appennino emiliano con la gang di Jakup Mahmeti, già apparso nelle pagine di “Guerra agli umani” di Wu Ming 2. Un compito semplice: consegnare la carne e portare un nuovo Tir, carico di immondizia, fino al porto di Napoli. Ma durante il tragitto dosi eccessive di Maalox, paranoia, equivoci stravolgono i piani. Deve intervenire il broker, sommo sacerdote dello smaltimento rifiuti, moderno alchimista sul libro paga della camorra… Un racconto teso e sferzante. Perché quando si tratta di rifiuti, davvero nessuno può dirsi innocente. **

Preludio allo spazio

I lettori conoscono già Arthur C. Clarke, che ha inaugurato la serie dei romanzi di Urania con “Le sabbie di Marte”. Con lo stesso stile avvincente, la stessa precisione di scienziato, Arthur Clarke ci narra ora come gli esseri umani si preparino al primo volo nello spazio: destinazione Luna. Siamo nel 1980 circa. “Per migliaia d’anni” dice l’Autore “la razza umana si è diffusa sulla Terra, finchè l’intero globo non fu esplorato e colonizzato. Ora è arrivato il momento di fare il passo seguente e attraversare lo spazio. L’umanità deve sempre avere nuovi orizzonti, per non sprofondare nella decadenza. La Terra era grande abbastanza per gli uomini dei giorni della diligenza e della nave a vela, ma ora che possiamo farne il giro in poche ore è diventata troppo piccola… E questa conquista è possibile, perchè gli uomini hanno l’eredità del sapere che conquistarono dalla loro comparsa sulla Terra ad oggi. Durante tutti questi secoli, in lontani mondi, sotto soli stranieri, il Tempo ha preparato per l’Uomo i luoghi dove sorgeranno città nuove e uomini nuovi… Molti dei giovani di questa generazione assisteranno certo alla partenza della prima astronave per la Luna.” Questo libro vi farà vivere il momento che segnerà una nuova era per l’umanità, quando il primo uomo supererà la stratosfera per lanciarsi alla conquista degli spazi e delle stelle!
Copertina di Curt Caesar.

Preferisco il rumore del mare

**I grandi classici della poesia di tutti i tempi con testo a fronte.** **A cura di Maria Grazia Calandrone.**
Fabbricare fabbricare fabbricare Preferisco il rumore del mare Che dice fabbricare fare e disfare Fare e disfare è tutto un lavorare Ecco quello che so fare **
### Sinossi
**I grandi classici della poesia di tutti i tempi con testo a fronte.** **A cura di Maria Grazia Calandrone.**
Fabbricare fabbricare fabbricare Preferisco il rumore del mare Che dice fabbricare fare e disfare Fare e disfare è tutto un lavorare Ecco quello che so fare

Poteri occulti

Il giorno in cui compie tredici anni Maggie O’Connor va a festeggiare al luna park con le sue migliori amiche ed entra nella tenda della chiromante per farsi leggere la mano. Non l’avesse mai fatto! La donna le dà un responso spaventoso che la turba profondamente. Inoltre, da quel momento, iniziano a verificarsi strani incidenti, a diverse persone, ma sempre in presenza di Maggie. In un primo tempo sembrano dovuti al caso, ma poi comincia a farsi strada un’ipotesi terribile. Età di lettura: da 9 anni. **

Posta in uscita

**Iris Massey se n’è andata.
Ma ha lasciato qualcosa che parla di lei.**
Per quattro anni Iris Massey e Smith Simonyi hanno lavorato fianco a fianco. Inseparabili come colleghi e come amici, hanno condiviso molte cose. Fino a quando Iris non si è ammalata, morendo prematuramente a soli trentatré anni. Mentre cerca di arginare la disperazione, Smith scopre che negli ultimi sei mesi Iris ha creato un blog pieno di riflessioni taglienti e spesso ironiche sulla fine della sua vita. Come ultimo desiderio ha lasciato a lui la richiesta di raccoglierle e pubblicarle in un libro. Ha così inizio un’avventura tra email, post, adesioni a gruppi di sostegno online e altri frammenti di una vita virtuale intensa e sorprendente. Per riuscire nella sua impresa Smith dovrà convincere Jade, la sorella maggiore di Iris, a concedergli l’autorizzazione a pubblicare il libro. E tra lacrime e battibecchi, conti in sospeso con il passato e un comune smisurato affetto per Iris, entrambi potrebbero riuscire a trovare una strada per andare avanti.
**Tradotto in 11 Paesi**
«L’esordio di Mary Adkins è commovente, ironico e pieno di speranza.»
**Publishers Weekly**
«Un romanzo eccellente che reinventa brillantemente il genere epistolare.»
**Kirkus Reviews**
«Pur parlando di morte, in questo straordinario romanzo d’esordio, l’autrice riesce magistralmente a conservare uno stile leggero, pagina dopo pagina.»
**Booklist**
«Dolce, commovente e ricco di umorismo; un libro irresistibile.»
**Library Journal**
**Mary Adkins**
è diventata una scrittrice dopo essersi laureata alla Yale Law School. Estratti del suo lavoro sono apparsi sul «New York Times» e su «Atlantic». Vive a New York dove insegna scrittura creativa presso la prestigiosa associazione The Moth, dedicata alla diffusione dello storytelling come forma di aggregazione sociale.

Polenta: tutte le ricette

Piatto della più classica tradizione alimentare contadina italiana, la polenta è stata l’alimento principale delle generazioni passate. Riscoperto l’antico sapore, negli ultimi anni è tornata sulle tavole dei buongustai. Gialla, bianca o nera, morbida o dura, la polenta è la protagonista di numerose pietanze, salate e dolci, ma anche piatto unico da assaporare con formaggi, verdure e salse. **
### Sinossi
Piatto della più classica tradizione alimentare contadina italiana, la polenta è stata l’alimento principale delle generazioni passate. Riscoperto l’antico sapore, negli ultimi anni è tornata sulle tavole dei buongustai. Gialla, bianca o nera, morbida o dura, la polenta è la protagonista di numerose pietanze, salate e dolci, ma anche piatto unico da assaporare con formaggi, verdure e salse.

Poesie

“Io che nulla amo più dello scontento per le cose mutabili, così nulla odio più del profondo scontento per le cose che non possono cambiare.” Un Brecht più individuale e personale, che si misura con i grandi temi della natura, dell’amore, del tempo nel suo scorrere impietoso. **

Plenilunio

Fra gli abitanti di una cittadina della provincia andalusa si nasconde un assassino, che in una notte di plenilunio ha ucciso una bambina e forse ha già individuato la sua prossima vittima. A cercare quel volto anonimo tra la gente è un ispettore da poco trasferito nel sud della Spagna, dopo anni trascorsi nelle province basche a combattere il terrorismo. E’ un uomo che conosce l’orrore e la paura, gli anni passati in compagnia della minaccia e del pericolo l’hanno messo alla prova. Ora, trovare quell’assassino è quasi un’ossessione, una ragione di vita. E la sua indagine comincia per le strade in cerca di uno sguardo che è, forse, l’unico indizio disponibile. Ma l’irruzione del crimine ha fatto più di una vittima. E’ l’intera comunità a sentirsi colpita, a conoscere un’improvvisa paura, a intuire che niente sarà più come prima. E qui come ha scritto El Pais, “non si può che applaudire la bravura del narratore”: per dar voce a un sentimento di disagio che in un attimo ha pervaso tutto, Munoz Monila anima un gruppo di personaggi che non sarà facile dimenticare, dal medico legale Ferreras allo straordinario Padre Orduna, un prete operaio che l’ispettore ha conosciuto nella sua infanzia, alla tenerissima Susana Grey, maestra di scuola che ha scelto, come il protagonista, la solitudine per difendere un bisogno di innocenza tanto più struggente quanto definitivamente perduta.

Più Di Prima

Tredici anni, un mese e quattro giorni. Reese Barone ha letteralmente contato i giorni che lo hanno separato dall’amata Celia Papaleo, con cui ha avuto una relazione estiva da adolescente, fortemente osteggiata dal padre. Questi infatti lo voleva vedere sposato a una donna che lo accusava falsamente di averla messa incinta. Così Reese era scappato, senza dare più notizie di sé. Ma ora è tornato e vuole riavere Celia nella propria vita. Lei non ne vuole sapere, ormai si è lasciata il passato alle spalle. Reese, però, oggi è più affascinante e maschio che mai.

Piazza Fontana

**«Io so. Noi sappiamo. Basta con la retorica dei “misteri d’Italia”. Abbiamo indizi e anche prove che ci dicono chi mise le bombe.»**
Il 12 dicembre 1969, una bomba scoppia all’interno della Banca nazionale dell’agricoltura in piazza Fontana a Milano provocando 17 morti e 88 feriti. È la «madre di tutte le stragi», il prologo di una stagione di violenti attentati che insanguinerà l’Italia negli anni successivi, ma per Gianni Barbacetto rappresenta anche il primo atto di una strategia eversiva molto più ampia e ispirata a un sistematico disegno criminale. Quell’ordigno segna infatti l’inizio di una «guerra non ortodossa»: da una parte, un esercito occulto, senza divise e senza bandiere ma pronto a tutto, che riteneva di combattere contro il «mostro» comunista; dall’altra parte, cittadini inermi con l’unica colpa di trovarsi al momento sbagliato nel luogo sbagliato: una banca, un treno, una piazza, una stazione. Dopo gli anni dell’orrore e dell’indignazione, e dopo il fallimento quasi completo della via giudiziaria, quelle stragi sono state ridotte a occasione per meste cerimonie di commemorazione. Questo libro, frutto di una ricerca di decenni, dà voce in presa diretta ai magistrati che hanno indagato sull’eversione, getta nuova luce su eventi tra i più oscuri della nostra Repubblica, li collega tra loro e sottolinea come le vicende siano ormai chiare, le responsabilità accertate, il disegno e le connessioni svelati. E ribadisce che raccontare resta un dovere per non dimenticare.