Visualizzazione di 71749-71760 di 90860 risultati

Ti ho incontrato quasi per caso

**Romantico!
Dall’autrice del bestseller *La mia eccezione sei tu ** *
Daniel e Sara sono in campagna, per trascorrere la vigilia di Natale. Il clima è sereno, la coppia sembra perfetta, tanto che si comincia a parlare di nozze. Almeno fino al momento in cui Daniel non riceve dal suo agente un copione da leggere: lo vogliono come attore in una produzione americana. All’inizio tergiversa, non vorrebbe allontanarsi da Sara, ma l’occasione è troppo ghiotta, non può essere rifiutata. Vorrebbe parlarne con lei, ma gli manca il coraggio di farlo. Finché Sara non lo scopre da sola, per caso… Eppure l’uragano in arrivo tra i due non sarà certo causato da un film, ma da qualcuno che un giorno, inaspettatamente, bussa alla porta di Daniel… Allora sì che potranno arrivare i veri guai.
**Una coppia che sembrava perfetta
Un incontro inaspettato
Un uragano di emozioni
Hanno scritto di * La mia eccezione sei tu:***
«I personaggi vi resteranno nel cuore, vi prenderanno l’anima e sono certa che vi faranno fare grandi risate.» 
**Romanticamentefantasy **
«Una moderna favola di Cenerentola adatta alle lettrici più romantiche e dal cuore tenero come me, con l’assicurazione che l’amore vero trionfa sempre alla fine.»
** Crazyforromance**
**Patrisha Mar**
è nata a Ravenna e vive nelle Marche con il marito e la figlia. Le sue grandi passioni sono da sempre la scrittura e la lettura. Non esce di casa senza un libro nella borsa. Adora guardare i film, i telefilm e le commedie romantiche americane. La Newton Compton ha già pubblicato con grande successo  *La mia eccezione sei tu*. **
### Sinossi
**Romantico!
Dall’autrice del bestseller *La mia eccezione sei tu ** *
Daniel e Sara sono in campagna, per trascorrere la vigilia di Natale. Il clima è sereno, la coppia sembra perfetta, tanto che si comincia a parlare di nozze. Almeno fino al momento in cui Daniel non riceve dal suo agente un copione da leggere: lo vogliono come attore in una produzione americana. All’inizio tergiversa, non vorrebbe allontanarsi da Sara, ma l’occasione è troppo ghiotta, non può essere rifiutata. Vorrebbe parlarne con lei, ma gli manca il coraggio di farlo. Finché Sara non lo scopre da sola, per caso… Eppure l’uragano in arrivo tra i due non sarà certo causato da un film, ma da qualcuno che un giorno, inaspettatamente, bussa alla porta di Daniel… Allora sì che potranno arrivare i veri guai.
**Una coppia che sembrava perfetta
Un incontro inaspettato
Un uragano di emozioni
Hanno scritto di * La mia eccezione sei tu:***
«I personaggi vi resteranno nel cuore, vi prenderanno l’anima e sono certa che vi faranno fare grandi risate.» 
**Romanticamentefantasy **
«Una moderna favola di Cenerentola adatta alle lettrici più romantiche e dal cuore tenero come me, con l’assicurazione che l’amore vero trionfa sempre alla fine.»
** Crazyforromance**
**Patrisha Mar**
è nata a Ravenna e vive nelle Marche con il marito e la figlia. Le sue grandi passioni sono da sempre la scrittura e la lettura. Non esce di casa senza un libro nella borsa. Adora guardare i film, i telefilm e le commedie romantiche americane. La Newton Compton ha già pubblicato con grande successo  *La mia eccezione sei tu*.

Ti dedico una canzone

Owen non ama la musica, Owen vive per la musica. Lavora con la musica, cammina con la musica, parla attraverso la musica. E dopo la musica, nella “religione” di Owen, c’è la verità: lui crede che negarla o semplicemente nasconderla non serva a nulla. Annabel invece è una di quelle ragazze che apparentemente hanno tutto: bellezza, bravura, popolarità, amicizia. Ma a lei sembra di non avere più niente da quando la sua migliore amica la evita. E il perché è una verità scomoda che non ha il coraggio di tirare fuori. Una verità sepolta come i desideri che non riesce a esprimere, le decisioni che non riesce a prendere. Fino a quando in questo mondo ovattato e triste, pieno di bugie di cristallo, arriva Owen, per insegnarle a non giudicare, ma solo ad ascoltare: ad ascoltare la musica, ad ascoltare se stessa, a far esplodere il suo cuore. Età di lettura: da 14 anni.

Ti amo ma non ti credo

« *Pieno di humor…Van Dyken ha creato un romance intelligente e adorabile, che guadagnerà molti nuovi fan.* »
**Publishers Weekly**
Quando il suo grande amore, Jessie Beckett, ha preferito la carriera a lei, Blaire ha imparato la lezione: gli uomini ti deludono sempre. Perciò ne ha sposato uno da cui non si aspettava nulla. Un tipo noioso e fedele. O almeno così credeva, prima di trovarlo a letto con la sua migliore amica. È stato allora che Blaire ha creato la Dirty Exes, un’agenzia d’investigazione privata che raccoglie prove su quei lupi travestiti da agnelli che si prendono gioco delle donne innamorate. Inutile dirsi, finora tutti i sospetti delle clienti si sono rivelati fondati. Ma le cose cambiano non appena le viene richiesto di indagare proprio su Jessie. Blaire stenta a credere che quel ragazzo gentile si sia trasformato in un farabutto, eppure sembrerebbe confermarlo persino il migliore amico di lui, Colin, che un giorno si presenta alla sua porta e si offre di aiutarla. Colin è sfacciato, manipolatore e arrogante. Tuttavia c’è qualcosa in lui che le impedisce di liquidarlo in malo modo. Sarà per quel suo sguardo magnetico, per la gentilezza nascosta dietro la facciata da sbruffone, per il sorriso capace di abbattere anche le difese più impenetrabili. A poco a poco, Blaire si ritrova in balia di sentimenti che non provava da moltissimi anni e che le fanno mettere in dubbio tutte le sue certezze sugli uomini. Riuscirà a rischiare il tutto per tutto o la paura di soffrire le toglierà l’occasione di essere davvero felice?
**
### Sinossi
« *Pieno di humor…Van Dyken ha creato un romance intelligente e adorabile, che guadagnerà molti nuovi fan.* »
**Publishers Weekly**
Quando il suo grande amore, Jessie Beckett, ha preferito la carriera a lei, Blaire ha imparato la lezione: gli uomini ti deludono sempre. Perciò ne ha sposato uno da cui non si aspettava nulla. Un tipo noioso e fedele. O almeno così credeva, prima di trovarlo a letto con la sua migliore amica. È stato allora che Blaire ha creato la Dirty Exes, un’agenzia d’investigazione privata che raccoglie prove su quei lupi travestiti da agnelli che si prendono gioco delle donne innamorate. Inutile dirsi, finora tutti i sospetti delle clienti si sono rivelati fondati. Ma le cose cambiano non appena le viene richiesto di indagare proprio su Jessie. Blaire stenta a credere che quel ragazzo gentile si sia trasformato in un farabutto, eppure sembrerebbe confermarlo persino il migliore amico di lui, Colin, che un giorno si presenta alla sua porta e si offre di aiutarla. Colin è sfacciato, manipolatore e arrogante. Tuttavia c’è qualcosa in lui che le impedisce di liquidarlo in malo modo. Sarà per quel suo sguardo magnetico, per la gentilezza nascosta dietro la facciata da sbruffone, per il sorriso capace di abbattere anche le difese più impenetrabili. A poco a poco, Blaire si ritrova in balia di sentimenti che non provava da moltissimi anni e che le fanno mettere in dubbio tutte le sue certezze sugli uomini. Riuscirà a rischiare il tutto per tutto o la paura di soffrire le toglierà l’occasione di essere davvero felice?

Thoreau

**Criticare l’utilità mercantile, disobbedire all’autorità: i due grandi insegnamenti di Thoreau.**
È ancora possibile distinguersi dai più e plasmare la propria vita secondo le proprie convinzioni? Si possono ignorare vie precostituite, norme sociali e religiose, giudizio degli altri, per costruire la propria esistenza in accordo con le proprie e più intime esigenze? Con i propri ideali?
La risposta di **Michel Onfray** è in questo breve e felice libro, in cui ci presenta – e ci indica come modello – la vita e le opere di **Henry David Thoreau** , ecologista *ante litteram* , apostolo della disobbedienza civile che avrà per continuatori Tolstoj, Gandhi, Martin Luther King, e soprattutto autore del celeberrimo *Walden. La vita nei boschi*.
La vita dello scrittore americano, percorsa istintivamente e intimamente dal desiderio di ritrovare una «relazione originale con l’universo», di eliminare tutto il superfluo dall’esistenza – all’insegna di un individualismo del tutto opposto all’egoismo cui viene comunemente equiparato – diviene così ispirazione esistenziale ma anche politica; in Thoreau il pensiero diventò azione e creò le condizioni di una vita autenticamente filosofica.
Se i grandi uomini e le personalità eccezionali sembrano essere davvero passati di moda in un’epoca di solitarie folle livorose, Onfray ci ricorda che è proprio la loro perenne inattualità a costituirne la forza, e soprattutto il valore di esempio duraturo.

Terroni. Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero «meridionali»

Fratelli d’Italia… ma sarà poi vero? Perché, nel momento in cui ci si prepara a festeggiare i centocinquant’anni dall’Unità d’Italia, il conflitto tra Nord e Sud, fomentato da forze politiche che lo utilizzano spesso come una leva per catturare voti, pare aver superato il livello di guardia. Pino Aprile, pugliese doc, interviene con grande verve polemica in un dibattito dai toni sempre più accesi, per fare il punto su una situazione che si trascina da anni, ma che di recente sembra essersi radicata in uno scontro di difficile composizione. Percorrendo la storia di quella che per alcuni è conquista, per altri liberazione, l’autore porta alla luce una serie di fatti che, nella retorica dell’unificazione, sono stati volutamente rimossi e che aprono una nuova, interessante, a volte sconvolgente finestra nella facciata del trionfalismo nazionalistico. Terroni è un libro sul Sud e per il Sud, la cui conclusione è che, se centocinquant’anni non sono stati sufficienti a risolvere il problema, vuol dire che non si è voluto risolverlo. Come dice l’autore, le due Germanie, pur divise da una diversa visione del futuro, dalla Guerra Fredda e da un muro, in vent’anni sono tornate una. Perché da noi non è successo? **

Teresa Degli Oracoli

Teresa custodisce da sempre un segreto di cui è ormai l’unica depositaria. È vecchia, ostinata, e quando intuisce che la sua mente e la sua memoria si sono fatte labili, decide di non mettere a repentaglio ciò che ha tenuto nascosto per una vita intera. Così una sera si sdraia nel letto e non si alza più: per dieci anni, “zitta e immobile, fissava quello che gli altri chiamavano vuoto e che lei aveva imparato a interpretare”.
La sua famiglia però, ostinata, porta il letto al centro del salotto e dell’esuberante vita della casa, che è tutta al femminile: oltre a Teresa, ci sono le figlie, Irene e Flora, la cugina Rusì, la badante peruviana Pilar e Nina, la nipote. È lei a raccontare la loro storia, che inizia nel momento in cui la nonna si sta spegnendo e le cinque donne le si stringono intorno per vegliarla. Prima di andarsene, Teresa regala loro quattro oracoli – uno portato dal vento (come quello che indicò a Ulisse la via del ritorno), uno scritto sulla sua pelle (come la tradizione tramanda sia avvenuto a Epimenide), uno fatto di nebbia e di poesia (come al cospetto della Pizia di Delfi), uno che diventa fulmine (secondo la tradizione della Sibilla Eritrea)… Sono oracoli che sciolgono il nodo che blocca le loro esistenze, liberandole dalle paure, dal senso di colpa, dal passato, dall’incapacità di affacciarsi sul proprio futuro. E, liberando le loro esistenze, Teresa libera finalmente se stessa.
Soltanto un’antropologa come Arianna Cecconi, che studia i sogni notturni e le pratiche rituali, poteva raccontare questa storia di cose invisibili e oracoli casalinghi, con la sua scrittura e il suo immaginario al contempo realistici e magici. **
### Sinossi
Teresa custodisce da sempre un segreto di cui è ormai l’unica depositaria. È vecchia, ostinata, e quando intuisce che la sua mente e la sua memoria si sono fatte labili, decide di non mettere a repentaglio ciò che ha tenuto nascosto per una vita intera. Così una sera si sdraia nel letto e non si alza più: per dieci anni, “zitta e immobile, fissava quello che gli altri chiamavano vuoto e che lei aveva imparato a interpretare”.
La sua famiglia però, ostinata, porta il letto al centro del salotto e dell’esuberante vita della casa, che è tutta al femminile: oltre a Teresa, ci sono le figlie, Irene e Flora, la cugina Rusì, la badante peruviana Pilar e Nina, la nipote. È lei a raccontare la loro storia, che inizia nel momento in cui la nonna si sta spegnendo e le cinque donne le si stringono intorno per vegliarla. Prima di andarsene, Teresa regala loro quattro oracoli – uno portato dal vento (come quello che indicò a Ulisse la via del ritorno), uno scritto sulla sua pelle (come la tradizione tramanda sia avvenuto a Epimenide), uno fatto di nebbia e di poesia (come al cospetto della Pizia di Delfi), uno che diventa fulmine (secondo la tradizione della Sibilla Eritrea)… Sono oracoli che sciolgono il nodo che blocca le loro esistenze, liberandole dalle paure, dal senso di colpa, dal passato, dall’incapacità di affacciarsi sul proprio futuro. E, liberando le loro esistenze, Teresa libera finalmente se stessa.
Soltanto un’antropologa come Arianna Cecconi, che studia i sogni notturni e le pratiche rituali, poteva raccontare questa storia di cose invisibili e oracoli casalinghi, con la sua scrittura e il suo immaginario al contempo realistici e magici.

Tenebre nella baia

L’omicidio del padre ha mandato in frantumi il sogno di Zoe West di diventare agente dell’FBI. Dopo indagini che non hanno portato a niente, infatti, Zoe ha abbandonato Goose Harbor prima e la polizia poi, per lasciarsi le domande alle spalle. Ha però scoperto che non c’è modo di trovare la pace se non tornando al paese d’origine, dove si stanno verificando strane coincidenze. Qualcuno è entrato in casa di sua sorella e un sospetto agente dell’FBI è arrivato nella tranquilla cittadina del Maine per trascorrervi le vacanze. È ora di far luce. Anche J.B. McGrath vorrebbe chiarire i motivi che hanno spinto Zoe West a curiosare nella stanza della pensione dove alloggia. E vorrebbe anche sapere chi non è felice di vedere Zoe tornare a casa, soprattutto dopo che tra la ex poliziotta e l’agente federale nasce una sorta di alleanza. **
### Sinossi
L’omicidio del padre ha mandato in frantumi il sogno di Zoe West di diventare agente dell’FBI. Dopo indagini che non hanno portato a niente, infatti, Zoe ha abbandonato Goose Harbor prima e la polizia poi, per lasciarsi le domande alle spalle. Ha però scoperto che non c’è modo di trovare la pace se non tornando al paese d’origine, dove si stanno verificando strane coincidenze. Qualcuno è entrato in casa di sua sorella e un sospetto agente dell’FBI è arrivato nella tranquilla cittadina del Maine per trascorrervi le vacanze. È ora di far luce. Anche J.B. McGrath vorrebbe chiarire i motivi che hanno spinto Zoe West a curiosare nella stanza della pensione dove alloggia. E vorrebbe anche sapere chi non è felice di vedere Zoe tornare a casa, soprattutto dopo che tra la ex poliziotta e l’agente federale nasce una sorta di alleanza.

Tempo fuori luogo

In “Tempo fuori luogo”, pubblicato nel 1959, secondo romanzo scritto da Dick, irrompono con forza alcuni temi che rimarranno in seguito angosciosamente presenti in tutta la sua opera. L’ambiente di una piccola città di provincia statunitense – una delle tante Peyton Place che affollavano la letteratura popolare di quegli anni – è descritto nella sua esasperante routine fino a quando alcuni particolari non cominciano ad apparire al protagonista «fuori luogo» come se si aprisse una serie di falle nel tessuto della realtà. Da qui un senso di crescente alienazione, crisi di identità e insicurezza esistenziale fino ai limiti del crollo psicotico, finché un crescendo di rivelazione porta alla scoperta finale. La normalità come schermo di qualcos’altro, la paranoia come amara consapevolezza e giusta risposta a una realtà che è un complotto infido: due aspetti intensamente vissuti della personalità di Dick, prima ancora che della sua opera letteraria, si fanno strada attraverso l’intreccio fantascientifico

Taps Squilli di rivolta.

Ingegnoso nella sua concezione, Taps squilli di rivolta è un romanzo insolito, provocante e divertente nello stesso tempo. Durante una dimostrazione pacifista che cerca di boicottare la festa di fine anno dell’Accademia militare di Peddington, il sovrintendente dell’Accademia uccide un dimostrante. Quando, in seguito a questo fatto, il tribunale ordina la requisizione delle armi, i cadetti rifiutano di consegnarle e, da buoni soldati, dichiarano guerra allo stato del New Jersey per proteggere il loro territorio e i loro diritti. L’Accademia viene allora praticamente posta sotto assedio dalla polizia statale e dalla Guardia nazionale. Prendono così forma e si manifestano tensioni sopite, sospetti e paure che minacciano di far esplodere la situazione da un momento all’altro. Un giornalista, ex alunno di Peddington e padre di uno dei cadetti, fa da tramite fra l’Accademia in rivolta e il mondo esterno. I genitori, la polizia, la Guardia nazionale e i mass-media sono impotenti. Di fronte alla crisi i ragazzi assediati di Peddington si dimostrano più disciplinati ed equilibrati di tutte le forze alleate contro di loro. Alla fine sarà l’intervento di un eminente psicologo a risolvere la situazione. Ricco di fascino e di suspense, “Taps squilli di rivolta” è un romanzo in cui la fantasia si avvicina crudamente alla realtà. Da questo libro è tratto il film omonimo di Stanley Jaffe, il regista di Kramer contro Kramer, interpretato da George C. Scott e Timoty Hutton.

T.A.Z. Zone temporaneamente autonome

Il concetto di T.A.Z., ovvero le aree di società temporaneamente liberate dal capitalismo globalista, ha influito sia sulla riflessione dei centri sociaIi sia sulla scena della telematica alternativa. Prendendo spunto dalla storia delle comunità di pirati di Captain Mission, questo testo celebra l’elogio del nomadismo psichico; una delle categorie centrali di questo fine millennio, elaborato attraverso le teorie filosofiche del sufismo, della critica radicale, dell’anarchismo, del situazionismo e del pensiero di Deleuze e Guattari. Utilizzando uno stile provocatorio, Hakim Bey costruisce un’analisi della storia e dell’arte delle controculture degli anni Ottanta e Novanta. **

Sviluppare in PHP 7 – II Edizione: Realizzare applicazioni web e API professionali

PHP è tra i linguaggi di programmazione più utilizzati al mondo per lo sviluppo di applicazioni web. Questa seconda edizione del manuale di Enrico Zimuel, esperto di fama internazionale, offre una revisione approfondita del libro con l’aggiunta di due capitoli sulle ultime novità delle versioni 7.3 e 7.4 del linguaggio e sull’utilizzo dei design pattern più utilizzati nei progetti PHP.
Il libro è adatto sia a chi vuole imparare a programmare in PHP a livello professionale e sia a chi lo utilizza già da qualche anno.
Il manuale parte dalle basi del linguaggio per arrivare allo sviluppo di applicazioni web basate su architetture MVC o middleware, utilizzando lo standard PSR-7. Vengono presentati i moderni strumenti di sviluppo, come l’utilizzo di composer, la gestione dei codici sorgenti tramite git, i test unitari con PHPUnit, il deploy di applicazioni tramite Deployer e Ansible, la gestione dei database MySQL e MongoDB, l’utilizzo di ORM come Doctrine.
Un intero capitolo è dedicato al tema dello sviluppo di web API con architetture REST, utilizzando un approccio middleware o tramite il progetto open source Apigility.
All’indirizzo www.sviluppareinphp7.it si possono scaricare i codici sorgenti presenti nel libro. **
### Sinossi
PHP è tra i linguaggi di programmazione più utilizzati al mondo per lo sviluppo di applicazioni web. Questa seconda edizione del manuale di Enrico Zimuel, esperto di fama internazionale, offre una revisione approfondita del libro con l’aggiunta di due capitoli sulle ultime novità delle versioni 7.3 e 7.4 del linguaggio e sull’utilizzo dei design pattern più utilizzati nei progetti PHP.
Il libro è adatto sia a chi vuole imparare a programmare in PHP a livello professionale e sia a chi lo utilizza già da qualche anno.
Il manuale parte dalle basi del linguaggio per arrivare allo sviluppo di applicazioni web basate su architetture MVC o middleware, utilizzando lo standard PSR-7. Vengono presentati i moderni strumenti di sviluppo, come l’utilizzo di composer, la gestione dei codici sorgenti tramite git, i test unitari con PHPUnit, il deploy di applicazioni tramite Deployer e Ansible, la gestione dei database MySQL e MongoDB, l’utilizzo di ORM come Doctrine.
Un intero capitolo è dedicato al tema dello sviluppo di web API con architetture REST, utilizzando un approccio middleware o tramite il progetto open source Apigility.
All’indirizzo www.sviluppareinphp7.it si possono scaricare i codici sorgenti presenti nel libro.