Visualizzazione di 69001-69012 di 90860 risultati

Noi ciclisti salveremo il mondo

Pedalare non inquina, non fa rumore, non crea ingorghi, non fa male agli altri e fa benissimo a se stessi! In questo libro imperdibile per chiunque ami la bicicletta, Peter Walker riflette sulla problematica situazione del traffico nelle città, non solo per l’inquinamento, i costi ambientali, le malattie legate alla sedentarietà, ma anche per il numero impressionante di morti e feriti a causa degli incidenti. E poi dimostra, con competenza e umorismo, come un uso maggiore delle due ruote sia la chiave per ridurre notevolmente tutti questi problemi. La bicicletta aiuta a mantenersi sani e in forma più a lungo, l’economia riceve un impulso notevole, grazie anche ai risparmi sulla spesa sanitaria, la qualità dell’aria migliora, le vittime della strada diminuiscono e si contribuisce a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici. Un’entusiasmante pedalata nelle città più «ciclabili» del mondo come Copenaghen e Oslo, arricchita da storie vere di ciclisti appassionati e falsi miti da sfatare, uno sguardo pieno di curiosità, informazioni, verità su come la bicicletta può davvero cambiare il mondo. **

Nel Peggiore Dei Modi

«Sparatoria con morto». La chiamata della volante arriva alle otto e mezza del mattino negli uffici della Terza Sezione della Questura di Milano, meglio nota come Squadra Omicidi. Ancora in piedi accanto all’attaccapanni, senza aver ottemperato al solito rito del caffè mattutino, il commissario Cavallo si rimette il loden e si dirige con l’ispettore Montano sul luogo del delitto. Quando arrivano, l’area della sparatoria non è stata ancora transennata. Il cadavere giace in una chiazza di sangue e terra, e il cappotto di cachemire della vittima ne è intriso. A mezzo metro dal corpo, una scarpa ancora allacciata, persa probabilmente nella caduta. Poco distante, una Mercedes parcheggiata di sbieco sul marciapiede. L’ispettore Montano si china sul cadavere e infila una mano nella giacca. Ne estrae un portafogli di coccodrillo, poi una patente che dice Giacomo Riva, nato a Milano, residente in via Compagnoni. È il 1990, e il commissario Cavallo sa che quelli sono gli anni dell’espansione delle grandi organizzazioni criminali a Milano: esecuzioni mafiose con tutti i crismi, e con delinquenti più o meno noti come vittime, si sono già succedute in discreto numero in città. Tutto fa supporre che l’assassinio dell’uomo che risponde al nome di Giacomo Riva sia maturato nell’ambito della criminalità organizzata, con un killer freddo e spietato piombato a Milano dal profondo della Sicilia o da qualche metropoli del Nord Europa. Una storia semplice, in cui l’unico testimone sembra essere il figlio della vittima che, rannicchiato sul sedile posteriore della Mercedes, ha assistito, impietrito dall’orrore, all’omicidio del padre. Ma il commissario Cavallo l’adagio lo conosce bene: mai fidarsi delle apparenze, seguire sempre l’istinto. L’istinto del vero poliziotto. Giacomo Riva ha infatti la tipica fedina penale immacolata di chi può coltivare senza ritegno amicizie pericolose con esponenti del crimine. Il suo tenore di vita era inoltre troppo alto per essere il titolare di una modesta agenzia immobiliare. Tuttavia, vantava anche amicizie altolocate con politici di lungo corso, e il suo passato presenta una zona d’ombra su cui ogni buon poliziotto dovrebbe indagare: durante gli Anni di piombo era scomparso… e i suoi amici con lui. Dopo lo sfolgorante esordio de Il nome del padre, Flavio Villani torna con il secondo capitolo di una serie che si inserisce a pieno titolo nella grande tradizione italiana del romanzo poliziesco e consegna al lettore una nuova, indimenticabile figura di commissario. **
### Sinossi
«Sparatoria con morto». La chiamata della volante arriva alle otto e mezza del mattino negli uffici della Terza Sezione della Questura di Milano, meglio nota come Squadra Omicidi. Ancora in piedi accanto all’attaccapanni, senza aver ottemperato al solito rito del caffè mattutino, il commissario Cavallo si rimette il loden e si dirige con l’ispettore Montano sul luogo del delitto. Quando arrivano, l’area della sparatoria non è stata ancora transennata. Il cadavere giace in una chiazza di sangue e terra, e il cappotto di cachemire della vittima ne è intriso. A mezzo metro dal corpo, una scarpa ancora allacciata, persa probabilmente nella caduta. Poco distante, una Mercedes parcheggiata di sbieco sul marciapiede. L’ispettore Montano si china sul cadavere e infila una mano nella giacca. Ne estrae un portafogli di coccodrillo, poi una patente che dice Giacomo Riva, nato a Milano, residente in via Compagnoni. È il 1990, e il commissario Cavallo sa che quelli sono gli anni dell’espansione delle grandi organizzazioni criminali a Milano: esecuzioni mafiose con tutti i crismi, e con delinquenti più o meno noti come vittime, si sono già succedute in discreto numero in città. Tutto fa supporre che l’assassinio dell’uomo che risponde al nome di Giacomo Riva sia maturato nell’ambito della criminalità organizzata, con un killer freddo e spietato piombato a Milano dal profondo della Sicilia o da qualche metropoli del Nord Europa. Una storia semplice, in cui l’unico testimone sembra essere il figlio della vittima che, rannicchiato sul sedile posteriore della Mercedes, ha assistito, impietrito dall’orrore, all’omicidio del padre. Ma il commissario Cavallo l’adagio lo conosce bene: mai fidarsi delle apparenze, seguire sempre l’istinto. L’istinto del vero poliziotto. Giacomo Riva ha infatti la tipica fedina penale immacolata di chi può coltivare senza ritegno amicizie pericolose con esponenti del crimine. Il suo tenore di vita era inoltre troppo alto per essere il titolare di una modesta agenzia immobiliare. Tuttavia, vantava anche amicizie altolocate con politici di lungo corso, e il suo passato presenta una zona d’ombra su cui ogni buon poliziotto dovrebbe indagare: durante gli Anni di piombo era scomparso… e i suoi amici con lui. Dopo lo sfolgorante esordio de Il nome del padre, Flavio Villani torna con il secondo capitolo di una serie che si inserisce a pieno titolo nella grande tradizione italiana del romanzo poliziesco e consegna al lettore una nuova, indimenticabile figura di commissario.

Nel Paese Dei Ciechi

Sperduto nelle Ande, Nuñez viene accolto da una comunità i cui membri sono tutti ciechi. Confuso dalla vita laboriosa e dai sensi finissimi dei suoi ospiti, dovrà destreggiarsi fra il proprio senso di superiorità e la loro remota saggezza: anche perché i ciechi si sono prefissi di guarirlo a tutti i costi dalla sua inspiegabile, perversa ossessione per la vista.

Nel Castello Del Lupo (I Romanzi Classic)

Dopo anni di conquiste nelle terre d’Oriente, Warrick il ribelle torna ad Ashton Castle, regno del gemello Warren. Il suo cuore di lupo è deciso a reclamare per sé la bellissima Aisley dagli occhi di smeraldo, la dolce fanciulla che sola ha saputo donargli la pace durante gli anni irrequieti della sua tempestosa giovinezza. Aisley, però, è diventata donna all’ombra di un segreto che ha cambiato per sempre la sua vita. Il ragazzo da lei tanto amato in passato è oggi un uomo che la spaventa, ma anche la attrae inesorabilmente. Riuscirà a resistergli e proteggersi dalla forza della sua passione? E quale futuro potrà esserci tra una serva e il suo signore?

Natale a Thompson Hall

«Non preciserò l’anno esatto per evitare che i più curiosi indaghino sulle circostanze di questa storia, venendo così a conoscenza di dettagli che non desidero siano divulgati». Ecco come Anthony Trollope, uno dei grandi vittoriani assieme a Dickens e Thackeray, introduce i lettori nel suo piacevole, riposante conversare. L’immagine che offre è quella di un arguto signore che riferisce intricati fatti altrui come se non fosse lui ad inventarseli, ma ne venisse informato solo grazie a precisi rapporti, anche un po’ pettegoli. E la nascosta perfidia, che insinua dentro la tolleranza verso i difetti di tutti, è forse più percepibile a noi posteri che non ai suoi contemporanei.
In questi racconti la lente dell’analisi sociale si concentra di più sulle classi dei piccoli possidenti. Specialmente sulle donne, che erano le sue grandi lettrici. La signora Brown (Thompson da nubile) è entrata per errore nella stanza di un estraneo mentre dorme, applicandogli in viso un unguento destinato al marito: da qui un catastrofico sviluppo di complicazioni. Il giovane Maurice ha detto, per leggerezza, che il Natale è una noia e questo, la pia Isabel, che lo ama alla follia, non potrebbe accettarlo. Elizabeth è convinta che una brava ragazza non può essere felice, per questo rifiuta il suo adorato Godfrey. E altri quadretti, tutti ambientati nel Natale, che rappresentano senza ammetterlo com’era inutilmente arzigogolato essere donna e per bene in età vittoriana.

Mundus Furiosus

*Mundus furiosus* : così si chiamava l’Europa nel Cinquecento, dopo la scoperta delle Americhe e l’avvento rivoluzionario degli sterminati «spazi atlantici». Di nuovo *furiosus* è il mondo di oggi: dalla crisi della finanza alle migrazioni di massa, dalle macchine digitali che distruggono il ceto medio rubandogli il lavoro alle nuove guerre «coloniali », dalla rete che, nonostante le apparenze, erode le basi della democrazia e della gerarchia trasformandole in anarchia ai nuovi emergenti tribuni politici.
Scritto da chi conosce molto bene gli *interna corporis* della finanza e della politica internazionale, questo è il primo libro che spiega dall’interno anche le cause profonde della crisi dell’Europa, dominata dalla tirannia della stupidità. E la cui classe dirigente fa ciò che non dovrebbe fare, ad esempio il *bail-in* , e non fa invece ciò che dovrebbe e potrebbe fare, contro la crisi e contro le migrazioni.
Come sul ponte del *Titanic* fino al tramonto dell’ultimo giorno ci si attardava sulle *chaises* *longues* nelle solite chiacchiere, così l’ultima legge «comunitaria» contiene ancora, imperterrita, regole in materia di basilico e di rosmarino, di salvia fresca e di preparati per il risotto. Sarà comunque il 23 giugno di quest’anno, con il referendum inglese, a suonare la sveglia. Comunque vada, dentro o fuori l’Inghilterra dall’Unione europea, niente potrà infatti essere più come prima e come adesso.
Demolire il castello medievale delle regole europee che ci soffocano e ci spiazzano nella competizione globale, limitare lo strapotere della finanza, a partire dal *bail-in* , fermare la massa delle migrazioni: su tutto il libro contiene idee e indicazioni molto concrete per bloccare la dis-«Unione» europea, magari trasformando la cosiddetta «Unione» in una «Confederazione» tra Stati sovrani.
In pagine acute, scritte sulla base di una conoscenza profonda di fatti e persone, Giulio Tremonti modula la sua riflessione «non ortodossa» sugli scenari presenti e futuri al ritmo alternato della «paura» e della «speranza», tra il *mundus furiosus* che da fuori e da dentro si sta sviluppando in Europa, e di qui in Italia, e il forse ancora possibile prevalere dell’ordine sul disordine e della ragione sulla follia.
Giulio Tremonti è professore universitario e membro del Senato della Repubblica, dove è componente della Commissione Affari Esteri. Ha avuto incarichi pubblici in Italia e all’estero. Ha scritto libri di diritto, economia e politica e articoli sui più importanti giornali europei; ha tenuto e tiene conferenze nelle principali università del mondo, inclusa la Scuola centrale del Partito Comunista cinese. Da Mondadori ha pubblicato: *Il fantasma della povertà* (1995), *Rischi fatali* (2005), *La paura e la speranza* (2008) e *Bugie e verità* (2014).

Momenti Di Essere

Raccolte e pubblicate postume, queste pagine autobiografiche scritte fra il 1907 e il 1940 offrono uno squarcio straordinariamente vivido sulla vita e sull’opera di Virginia Woolf. Il catalogo di immagini che *Momenti di essere* fa scorrere dinanzi ai nostri occhi mostra lo splendore di una scrittura che fa affiorare i tanti ricordi familiari e l’incanto dell’infanzia, che accoglie toni e registri diversi, dal ritratto all’elegia, dall’autoanalisi alla commedia sociale, dal gioco sullo snobismo fino alle riflessioni sulla morte. In questo teatro della memoria l’autrice insegue il tempo, ben sapendo che il rapporto fra passato e presente non è mai docile e che i *momenti di essere* , in cui la forza della visione buca l’ovatta trasparente del quotidiano, le rivelano «la parte invisibile e tacita della sua vita» in tutta la sua verità. La voce di una scrittrice indimenticabile torna in libreria con un capolavoro da troppo tempo assente, arricchito con una parte inedita, e le sue pagine ci accompagnano dall’ipocrisia vittoriana alla scoppiettante gioia che invade la casa di Gordon Square, a Bloomsbury, che non sarà più solo il nome di un quartiere, ma di quel gruppo di giovani intellettuali che rivoluzionerà, con intelligenza e divertimento, i costumi di un’intera epoca.

Missione su Marte

**L’avventura di cui tu sei l’eroe!**
Indossa la tuta spaziale e sali con un’équipe internazionale sull’astronave che ti porterà su Marte. Pensi di avere la stoffa dell’astronauta? Hai coraggio, sangue freddo e conoscenze sufficienti ad affrontare l’avventura nello spazio? Dalle scelte che farai dipenderà il successo della missione. Attenzione, una decisione sbagliata potrà rivelarsi fatale!
**Un GAME BOOK per scoprire l’esplorazione dello spazio.**

Mia sorella è un vampiro. Che pasticcio!

E se scoprissi di avere una sorella gemella? Fantastico! Ma c’è un piccolo particolare: lei è un VAMPIRO!
Olivia è nuova in città e tutto le sembra bello ed emozionante. Ma se scoprisse che a Franklin Grove ci sono… I vampiri?
Olivia Abbott si è appena trasferita a Franklin Grove ed è ansiosa di conoscere la sua nuova scuola. Quando incontra Ivy, sembra che le due ragazze non potranno mai essere amiche. Sono così diverse: Olivia è carina, allegra e vivace, mentre Ivy, pallida e sempre vestita di nero, ha un fascino tenebroso. Eppure presto le due ragazze scopriranno di essere molto simili, anzi… identiche: sono gemelle!
Sienna Mercer
vive a Toronto, in Canada. Scrive nella sua stanza sottotetto, circondata dalle innumerevoli foto dei suoi viaggi. Non ha una sorella gemella, ma l’ha sempre desiderata! **
### Sinossi
E se scoprissi di avere una sorella gemella? Fantastico! Ma c’è un piccolo particolare: lei è un VAMPIRO!
Olivia è nuova in città e tutto le sembra bello ed emozionante. Ma se scoprisse che a Franklin Grove ci sono… I vampiri?
Olivia Abbott si è appena trasferita a Franklin Grove ed è ansiosa di conoscere la sua nuova scuola. Quando incontra Ivy, sembra che le due ragazze non potranno mai essere amiche. Sono così diverse: Olivia è carina, allegra e vivace, mentre Ivy, pallida e sempre vestita di nero, ha un fascino tenebroso. Eppure presto le due ragazze scopriranno di essere molto simili, anzi… identiche: sono gemelle!
Sienna Mercer
vive a Toronto, in Canada. Scrive nella sua stanza sottotetto, circondata dalle innumerevoli foto dei suoi viaggi. Non ha una sorella gemella, ma l’ha sempre desiderata!

Messaggi dai maestri

La nostra realtà quotidiana è profondamente influenzata dalle esperienze di esistenze precedenti. In questo libro un famoso psicoterapeuta ci spiega come, attraverso la “terapia regressiva”, possiamo rievocare le vite passate. E dal mondo dell’aldilà possa giungerci il messaggio d’amore degli spiriti dei Maestri.

Maya, angelo del mio cuore

Eliana è una veterinaria, vive da sola con il suo cane, Maya, una cagnolina trovata abbandonata vicino casa in un momento particolare della sua vita. Il lavoro e l’amore per gli animali sono gli unici stimoli verso la vita, si sente vuota e inutile e vive le giornate senza entusiasmo. Lorenzo è un giovane uomo, un informatico conosciuto per caso in una situazione particolare. Non sa nulla di lui, eppure quei suoi occhi verdi rapiscono la sua attenzione; nasce una bella amicizia, si frequentano e quando tutto sembra andare per il verso giusto, Eliana è colpita da un momento di sconforto. Decide di tornare indietro sui suoi passi, troppi dubbi e perplessità aleggiano dentro di lei, e un magone allo stomaco nutre ancor di più il suo senso di colpa. Può essere felice dopo anni di solitudine, ma un dolore sinistro vigila nel suo cuore, una sofferenza dalla quale non riesce a liberarsi. Riuscirà Eliana a vivere serenamente la sua storia d’amore? Oppure lascerà fuggire la felicità lontana da lei?

Matrimonio Sotto Al Vischio

Julia Talbot sogna di sposarsi, ma non ha mai pensato che sarebbe successo in una prigione e con l’uomo che detesta. Essere costretta ad andare all’altare con l’inganno, comunque, non attenua i suoi sentimenti verso l’uomo che possiede effettivamente il suo cuore. Quando Garrett Rivers scopre che la donna che ama ha sposato un pericoloso criminale, è deciso a salvarla. Tuttavia, sarà in grado di guarire il cuore di Julia e risvegliare la sua passione più profonda ora che sono di nuovo insieme?
*Matrimonio sotto al vishio è una novella erotica di circa 13000 parole, che riscalderà le vostre notti invernali.*