9153–9168 di 72034 risultati

Un problema per Mac

Cosa succede se un giorno un uomo qualunque, Mac per la precisione, decide di assecondare la sua indole e di cimentarsi nella stesura, se non di un romanzo, quanto meno di un diario? Quanto tempo gli ci vorrà per capire cosa scriverebbe se decidesse di scrivere, visto che accostarsi alla letteratura in tarda età, da novellino, gli offre il vantaggio di non sapere che scrivere è smettere di scrivere? In fondo la sua vocazione autentica è quella del falsificatore e dove meglio dispiega il suo talento è nella ripetizione, nella modifica. E allora perché non dedicarsi alla riscrittura del romanzo di un odioso vicino di casa che non è che una raccolta di molti scritti assai diversi tra loro? Ecco cosa succede nell’ultima fatica di Enrique Vila-Matas; in un libro che è diario, romanzo, saggio e racconto al contempo e in cui i generi si diluiscono e perdono i propri confini per risalire all’origine di tutto, alle primigenie narrazioni orali, a quel ridotto repertorio che instancabilmente si declina da tempi immemori. E mentre il protagonista si aggira per il quartiere raccontando le piccole gesta dei vicini nel trionfo di una normale trivialità un po’ allucinata, facendone oggetto di scrittura, Vila-Matas erode in modo definitivo la barriera tra letteratura e vita.

Un luogo dove non sono mai stato

Scritte da un David Leavitt non ancora trentenne, le dieci storie di Un luogo dove non sono mai stato catturano stralci di vite che si consumano per la maggior parte in grandi città statunitensi. I due personaggi principali, Nathan e Celia, erano già stati introdotti in Ballo di famiglia, la fulminante raccolta d’esordio di un giovanissimo Leavitt. In questi racconti incontriamo una donna lesbica che assiste al matrimonio della sua ex amante con fantasie di vendetta, un agente immobiliare che si affeziona a una delle sue case in vendita, una ragazza che insegue un amore impossibile e altre storie incentrate su grandi temi universali come la scoperta di sé, la ricerca di accettazione e l’esperienza del dolore. Colpiscono, in Leavitt, la capacità d’immedesimarsi in punti di vista di ambo i sessi e la maestria nel narrare le difficoltà legate all’orientamento sessuale dei protagonisti, in una società nella quale si iniziava appena a parlarne apertamente.

Un giorno mi troverai

Mi chiamo Lucy Jarrett. Prima di sapere della ragazza della finestra, prima di tornare a casa e imbattermi nei frammenti della sua storia e ricostruirla, vivevo in un villaggio sul mare in Giappone. Regione dei Finger Lakes, stato di New York. È una notte di luna piena. Lucy Jarrett è di fronte alle acque del lago, illuminate dai riflessi del cielo. Le sembra ancora di vedere il padre nella sua ultima notte di vita, seduto nel giardino di casa, l’aria pensierosa e turbata, pochi istanti prima di salire su quella barca che l’avrebbe portato alla morte. Sono passati anni da allora, anni in cui Lucy ha cercato di dimenticare, di farsene una ragione, senza mai riuscirci. Ma adesso, forse, è venuto il momento di scoprire la verità. Lucy è tornata a casa, dopo un lungo periodo all’estero. Nella grande tenuta in riva al lago tutto è rimasto come allora, i fiori di melo pallidi come le stelle e le stanze buie, rimaste sempre chiuse da quella terribile notte. In casa, tra le vecchie cose di famiglia dimenticate da tutti, Lucy ritrova alcune lettere risalenti ai primi anni del Novecento e un lenzuolo da bambino, con un ricamo di lune e fiori. Un motivo identico a quello delle preziose vetrate della chiesa del paese dove compare sempre una donna misteriosa, dai grandi occhi azzurri, con in mano un mazzo di iris della stessa varietà che cresce nel giardino di Lucy. Chi è questa donna? E chi è Rose, colei che firma le lettere misteriose? Lucy deve scoprirlo a tutti i costi. È convinta che lì, nei frammenti della vita dimenticata delle due donne, e forse in quella di una bambina abbandonata, si nasconda un segreto terribile. Un segreto che ha portato suo padre verso una strada senza ritorno. Dopo il grandissimo successo di Figlia del silenzio, bestseller del passaparola che ha venduto 5 milioni di copie in tutto il mondo ed è stato per mesi in cima alle classifiche dei bestseller in Italia, torna finalmente Kim Edwards con il suo romanzo più maturo e importante. Già vincitore dell’Indie Next List Great Reads, il più prestigioso premio dei librai indipendenti americani, e balzato intesta alle classifiche statunitensi e inglesi, racconta una storia di amore perso e ritrovato, di segreti e misteri, di redenzione e perdono, che ha già incantato milioni di nuovi fan.

Un bel morir

Il disperato e amaro vagabondaggio di Maqroll il Gabbiere trova una sosta a La Plata: paese fantasma che sopravvive sulle sponde di un fiume senza nome e sul quale incombe un’atmosfera minacciosa. Qui il Gabbiere si lascia vivere, come ipnotizzato dall’inerzia di quanto gli sta attorno, fino a quando è costretto ad accettare, da un equivoco e sedicente fiammingo, un lavoro che subito si rivela una trappola…
*Un bel morir* fa parte della trilogia *Imprese e tribolazioni di Maqroll il Gabbiere*. In realtà, ritroveremo ancora Maqroll e la sua «corte» di amici, nemici, avventurieri e amanti in altri libri dell’autore.

Un bambino piangeva

C’è un fi lo conduttore che lega tutte le opere di Aldo Nove, una spiritualità costante e mutevole: la preghiera, a volte sussurrata, a volte atrocemente urlata, che tutto non sia soltanto evidenza e realtà, che ci sia qualcosa, qualcosa di profondo, che ci unisce tutti, nei secoli, per sempre. C’è Woobinda, il tragico Woobinda, e c’è Un bambino piangeva, il lieve e malinconico.
Antonello, piccolo Aldo Nove, passa le estati su un’isola magica, lunghe estati da sogno; perché quell’isola, la Sardegna, lontana e arcaica, magica lo è per davvero. Qui nessuno muore in via defi nitiva e il passato, se si hanno occhi abbastanza attenti per vederlo, fa capolino nel presente. Sull’isola è vissuto anche il piccolo Saltaro, figlio di una stirpe antica, che ha abitato la Sardegna prima dell’arrivo dei Fenici, violenti e ciechi come tutti i colonizzatori. È la paura del presente ad accomunare il piccolo Antonello e Saltaro, in un girotondo a occhi chiusi, mentre le vicende del mondo scorrono inesorabili per entrambi. Ad accompagnare Antonello ci saranno le presenze rassicuranti di nonno Giuseppino e di Giò, numi tutelari perennemente in contatto con la spiritualità che pervade l’isola. Antonello, grazie a loro, sentirà il richiamo di Saltaro e, inconsapevole, percorrerà il lungo pellegrinaggio dalla piccola Viggiù fi no al cuore misterioso della Sardegna. Il viaggio, come di frequente accade, sarà l’occasione per affrontare molte paure, sconfi ggere incertezze e ritrovare ciò che pareva perduto. **Un’ opera fortemente autobiografica, in cui Aldo Nove compie un’ulteriore, certamente non ultima, mutazione: un addio al rimpianto e un giocoso benvenuto al mondo.**

Umani

La razza umana fa schifo. E Dio ha deciso che quel che è troppo è troppo. Cominciano dunque i preparativi per un nuovo Diluvio Universale: ma se con Noè il Creatore aveva peccato di indulgenza, ora l’imperativo è categorico. Niente arche, niente superstiti pronti a inquinare per l’ennesima volta la Terra: stavolta l’Onnipotente fa sul serio.
Per realizzare questo proposito si serve di uno dei Suoi angeli più fidati, Ananayel. A lui conferisce l’incarico di contattare un gruppetto di esseri umani raccolti da ogni parte del mondo: un umorista russo proveniente da Chernobyl, un ex eroe di Piazza Tienanmen, una diva brasiliana i cui giorni di gloria sono ormai trascorsi, un truffatore americano e una prostituta keniota. I cinque dovranno offrire la loro disponibilità a innescare il meccanismo che condurrà, passo dopo passo e complicazione dopo complicazione, alla fine del mondo.
Mettete insieme questo campionario di umanità e una centrale in cui si sta studiando un nuovo tipo di materia estremamente instabile, e la miscela risultante è già esplosiva quanto basta. Aggiungete poi un diavolo fermamente deciso a contrastare il piano divino e a salvare il mondo, e davvero l’esito diventa imprevedibile.
A metà tra fantasy e thriller, il nuovo romanzo di Donald E. Westlake è una satira multicolore e spietata – ma soprattutto di una comicità irresistibile – che lo conferma fra gli scrittori più raffinati e appassionanti della letteratura contemporanea.

ULULA nr 2: incesto!

I primi due numeri di Ulula sono un fumetto veramente godibile, dove le scene di sesso sono piuttosto secondarie rispetto alla trama generale (a parte lo stupro dello zietto),
dal numero tre la serie diventerà più spensierata e commerciale, com’era d’obbligo in quegli effimeri anni ottanta…

Ultimate X-Men # 9 World Tour I

Gli X-Men si ritrovano a Londra per promuovere il libro del professore Xavier e al tempo stesso dare l’esempio di come i mutanti possano condividere pacificamente insieme all’homo sapiens. Durante la permanenza in Inghilterra, Xavier riceve una telefonata da Moira McTaggert, sua ex moglie e responsabile del Centro di Ricerca Genetica dell’Isola di Muir (Scozia). La telefonata lo avverte che loro figlio David, un mutante chiamato Proteus incapace di controllare i suoi devastanti poteri, è fuggito dalla sua cella lasciando l’isola. Nel frattempo Colosso, senza avvertire gli altri e senza lasciare nessuna spiegazione, lascia gli X-Men e torna in Russia. Charles per convincerlo a ritornare chiede a Scott e Jean di trovarlo e di parlargli.

Ultimate X-Men # 53 Ultimatum 2

Nell’Accademia del Domani, l’istituto gestito dalla pacifista Emma Frost, i mutanti Havok, Cannonball, e Sunspot decidono di scontrarsi con una banda di teppisti locali per affinare la loro tecnica di combattimento. I tre giovani mutanti, che hanno tenuto all’oscuro il loro compagno Doug Ramsey (il cui potere mutante è quello di comprendere ogni tipo di linguaggio e risulta inutile in una battaglia) vengono sorpresi dalla Frost che decide di trasferire i ragazzi via dall’istituto.

Ultimate X-Men # 41 Cable 2

Gli X-Men si affidano a Bishop, l’anziano avventuriero proveniente dal futuro, per ritrovare Jean Grey rapita dal suo ex compagno d’armi Cable. Bishop accompagna gli X-Men nella base abbandonata di Arma X in Finlandia dove Cable, insieme al suo gruppo di mercenari chiamati Wild Pack, tiene in ostaggio Jean Grey. Wolverine e compagni cadono in una imboscata, i mercenari del futuro attaccano furiosamente i nostri eroi, Rogue viene colpita a un braccio e solo assorbendo il fattore di guarigione di Logan riesce a rimanere in vita. La ragazza, utilizzando il portale di Bishop, viene condotta all’infermeria dell’istituto dall’Uomo Ghiaccio. Scott, rimasto a casa per garantire l’incolumità di Xavier, si rende conto della gravità della situazione, e si prepara a soccorrere i suoi compagni. Prima di partire Xavier gli rivela di essere innamorato di Jean.

Ultimate X-Men # 40 Cable 1

Nick Fury, preoccupato che Jean Grey possa nuovamente perdere il controllo dei suoi poteri, chiede a Charles Xavier di fargli indossare uno speciale bracciale che dovrebbe renderla inerme in caso di una nuova manifestazione della Fenice. Xavier, pur dubbioso, convoca Jean nel suo studio per cercare di convincere la ragazza. Intanto, mentre una parte di X-Men si sfoga nella Stanza del Pericolo, Rogue manifesta la sua frustrazione per aver riacquistato il suo potere, Shadowcat è stranamente irrequieta e Nighcrawler si trova sotto sedativo dopo il rapimento di Dazzler¹. Proprio durante una visita a Kurt, Xavier assiste alla comparsa di un misterioso personaggio dal volto sfregiato che dice di essere venuto per ucciderlo. Uno dopo l’altro accorrono gli X-Men fino a quando Wolverine non si ritrova ad affrontare l’aggressore scoprendo che anch’egli è dotato degli artigli retrattili di adamantio.

Ultimate X-Men # 37 Fenice? 2

Mentre all’Accademia del Domani, il giovane Magician si mette in evidenza combattendo la Confraternita dei Mutanti affianco degli X-Men, all’istituto Xavier per giovani dotati, Jean Grey, dopo essere stata sottoposta ad alcuni test per valutare se in lei esiste veramente l’entità Fenice (esami che risultano però negativi), cambia improvvisamente di personalità aggredendo Lilandra Neramani e affermando di essere la Fenice. Xavier riesce a fermare la ragazza e evitare la morte di Lilandra. Jean, che ora pensa di essere schizzofrenica, viene allontanata dai sui compagni a scopo catelautivo. Più tardi scopriamo che l’assistente di Lilandra, Gerard, ha truccato i test ed è una spia del Club Infernale.

Ultimate X-Men # 36 Fenice? 1

Elliot Boggs, il giovane che ha ucciso accidentalmente i propri genitori durante la prima manifestazione dei poteri mutanti, è stato affidato a Charles Xavier e, in attesa di riuscire a controllare meglio le sue nuove abilità, Scott Summers gli mostra la scuola presentandogli i suoi compagni X-Men. Intanto Jean Grey, pur se con molte riserve, ha acconsentito di essere sottoposta a un esame psicofisico da Lilandra Neramari, leader della Chiesa dell’Illuminazione Shi’ar, convinta che la ragazza sia destinata a divenire la Fenice. Nel frattempo l’Accademia del Domani di Emma Frost, durante il ballo della scuola, viene assalita dalla Confraternita dei Mutanti.

Ultimate X-Men # 27 Al lulpo! 2

Andrea e Andreas Von Strucker hanno fatto rapire Rogue da Gambit per chiedergli di lavorare per loro come spia negli ambienti dell’alta società. In cambio dei suoi servizi, la coppia si offre di aiutare Rogue a superare i problemi legati al suo potere mutante. Di fronte al rifiuto di Rogue, i Von Strucker cercano di forzarla ad accettare la proposta ma Gambit prende le sue difese e insieme cercano di evadere. Nel frattempo, Wolverine, dopo aver espresso a Tempesta l’intenzione di non volere iniziare una relazione, riesce a risalire e penetrare all’interno del palazzo in cui Rogue è tenuta prigioniera.

Ultimate X-Men # 26 Al lupo! 1

Gli X-Men si concedono una pausa, così, mentre Scott, Jean, Angelo e Nightcrawler rimangono nell’istituto, il resto del gruppo decide di trascorrere una giornata a Coney Island. Kitty sembra gelosa della nuova relazione tra Bob e Rogue, Dazzler ci prova con Colosso mentre il rapporto tra Tempesta e Wolverine sta diventando qualcosa di più di una semplice amicizia. Improvvisamente entra in scena Gambit, un cajun mutante con la capacità di caricare di energia gli oggetti, che dopo aver creato un diversivo per tenere occupato gli X-Men, affronta Wolverine per poi rapire la giovane Rogue.