9041–9056 di 68366 risultati

Dylan Dog n. 129: Il ritorno di Killex

Lo sguardo fisso e penetrante, come vedesse oltre la carne e le ossa, alla ricerca dell’anima. È lo sguardo di Christopher Killex , risorto dalla morte per risplendere negli occhi un bambino. Ma qual è il suo scopo? Perché il terribile chirurgo assassino è entrato nel corpo del piccolo Chris? Forse non cerca vendetta, forse cerca di raccontare una verità che soltanto lui può conoscere…

Dylan Dog n. 128: Il richiamo della foresta

Edward Hobbes vuole realizzare un sogno: costruire la Torre Azzurra, imponente grattacielo simbolo del suo potere. La sua gloria si innalza sopra la miseria degli uomini e la morte della natura, sopra crimini sepolti dal silenzio. Jamais Nonplus è al fianco di Dylan per aiutarlo a decifrare le forze antiche che vogliono mutare quel sogno in un incubo. Spiriti ancestrali che risalgono alle origini stesse dell’umanità…

Dylan Dog n. 127: Il cuore di Johnny

Johnny Freak è morto, tanto tempo fa. Dietro di lui, è rimasta, però, l’ombra degli orrori che aveva subìto: i suoi genitori sono stati uccisi da una mano spietata e il fratellastro Dougal – il più terribile dei suoi aguzzini – è scomparso nel nulla. Chi sta realizzando questa vendetta? È davvero lo spettro di quel vecchio amico? Dylan non può crederlo, perché sa che l’odio non ha mai trovato spazio nel cuore di Johnny.

Dylan Dog n. 126: La morte rossa

La peste cammina tra gli uomini, e gli uomini cadono nella polvere. Secoli fa, il pittore Jacopo da Verona ne ha dipinto l’immagine, ne ha colto l’essenza, e ora il suo quadro è portatore di un contagio mortale. Dylan Dog dà la caccia al più terribile degli incubi, lungo le strade e i canali di Venezia. Una caccia disperata, perché la preda è invisibile…

Dylan Dog n. 125: Tre per zero

Il battito d’ali di una farfalla può causare un uragano, questo tutti lo sanno. Ma come nascono le crisi economiche? Per una scintilla, per un caso, per un capriccio del destino che cresce fino a diventare un mostro. Per fermarlo, Dylan Dog deve acchiapparlo per la coda, tornando indietro nel tempo e riavvolgendo il nastro degli eventi in una girandola di assurdità…

Dylan Dog n. 124: Il picco della strega

Tre ragazze scomparse nel nulla, e, all’improvviso, Darkness diventa il centro dell’universo. Un paese dimenticato tra i boschi della Cornovaglia ha trovato la sua sinistra gloria grazie a Witch Peak, una guglia di roccia circondata da forze maligne. Intorno al Picco della Strega, si consumano omicidi, fantasie perverse, inganni e sparizioni. Ma la verità si perde nelle crepe della pietra, come il mormorio del vento…

Dylan Dog n. 123: Phoenix

Il ricordo o il sogno, o forse soltanto l’allucinazione di una morte improvvisa. Phoenix è tormentata da un’immagine che non sa spiegare. Chi è Lullaby? Cosa lega due donne così lontane? Forse un caso di reincarnazione? Dylan cammina nel buio: due vite potrebbero essersi intrecciate per caso, come pedine scambiate da una mano distratta… sulla scacchiera della morte.

Dylan Dog n. 122: Il confine

Fate un passo attraverso la porta della vita. Oltre la soglia, troverete Magus, il custode del confine, sospeso a un passo dalla morte. La sua dannazione è la curiosità: vuole sapere di che materia son fatte le due facce dell’esistenza e per questo trattiene le anime dei viaggiatori nel suo limbo personale. Ma chi è Magus? Dylan Dog deve strappare la sua maschera, per scoprire forse… il volto dell’eternità.

Dylan Dog n. 121: Finché morte non vi separi

Nascosto in una piega del tempo c’è un anniversario che Dylan non dimentica mai. Un incontro di tanti anni fa, in terra d’Irlanda. Su un’isola infiammata dall’odio, l’Indagatore trovò un amore infinito, spezzato dall’orrore di una guerra senza fine. La bella Lillie se n’è andata, con la sua chioma rossa e i suoi sogni malinconici, con la sua rabbiosa voglia di libertà, con il suo coraggio, con la sua follia… Ma il suo ricordo rimane per sempre lì, nascosto in una piega del tempo.

Dylan Dog n. 120: Abyss

Un ribollire di oceani neri e profondi, come la notte o il sogno della morte… Qualcosa risale attraverso acque gelide e anni di oblio, la mano bianca di un annegato che afferra la caviglia dei nuotatori. C’è una voce laggiù, la voce e il pianto di una bambina, che risuona nel relitto di una grande nave. Ha una storia di dolore da raccontare e una rabbia infinita che le brucia negli occhi.

Dylan Dog n. 119: L’occhio del gatto

Il gatto Cagliostro è tornato, e con lui tornano le ombre delle streghe. Serve il suo guizzo felino e una zampata, per acchiappare al volo un’intricata matassa di fatti. Lady De Bourgh assassinata nel suo letto, il povero Bruce tormentato da sogni premonitori, la leggenda di un antico albero maledetto… Una girandola di personaggi e di misteri presi in un vortice che cade… proprio nell’occhio del gatto.

Dylan Dog n. 118: Il gioco del destino

Aileen Ward vorrebbe fare lo scoop della sua vita: fotografare uno spettro in compagnia di Dylan Dog. Insieme partono per un sinistro itinerario notturno, lungo le strade della morte… Ma qualcosa li segue. È la lama scintillante del destino, il destino che cuce e taglia i fili dell’esistenza e che ha la maschera di un killer insensato, sempre pronto a iniziare la partita, perché sa di avere in mano le carte vincenti.

Dylan Dog n. 117: La quinta stagione

Mai fidarsi dei computer, tutti lo sanno: sono macchine capricciose, mosse da una magia impenetrabile, talvolta capaci di portare alla follia. È accaduto al dottor Dipslip, colto da un’insonnia eterna e perseguitato da strani incubi… Dentro il suo microprocessore, vive una forza demoniaca che dialoga con il fondo dell’Inferno e distorce la realtà in uno strano sogno…

Dylan Dog n. 116: La governante

Un buffo cappellino, l’immancabile ombrello e come risultato c’è una vecchia signora dai modi garbati. Ma dietro queste forme rassicuranti, si nasconde un demone orrendo. Erika Hautala non è una governante come tutte le altre, ma sa fare bene il suo lavoro. Assumetela e vedrete che nessuno vi darà mai più fastidio…

Dylan Dog n. 114: La prigione di carta

Scrivere non è un problema per Charlie Chivazky. Le parole gli sgorgano dalle dita e disegnano fantasie surreali, intrecci fulminanti di personaggi e situazioni. Ma dove nascono le illuminazioni dello scrittore? Dylan Dog deve indagare nel segreto potere della narrazione, perché le fantasie di Chivazky – i suoi demoni personali – si stanno liberando nell’aria, pronti a raccontare le loro storie di morte.

Dylan Dog n. 113: La metà oscura

Cala la notte e i mostri sono liberi di uscire. Ognuno ha il suo, ognuno di noi lo tiene nascosto come un parente scomodo, un fratello di tenebra. Ma tutti sanno che non esistono lucchetti e catene che possano veramente fermarlo. Quando nella mente cala la notte, possiamo soltanto farci da parte e attendere che arrivi la rabbia… della metà oscura.