Visualizzazione di 67897-67908 di 90860 risultati

Il Preludio a Dune 2: Il Duca Leto

Il giovane Leto Atreides è il nuovo Duca, dopo che suo padre è caduto vittima di un tradimento. Ma per l’erede del casato non c’è neppure il tempo di piangere il lutto: con la poca esperienza e i pochi amici di cui dispone, Leto deve resistere all’offensiva finale degli Harkonnen, rivali di sempre e controllori del pianeta più importante dell’Impero, Arrakis. Chiamato anche Dune, è l’unico mondo sul quale si produce la droga della lunga vita, il melange, che permette ai piloti delle astronavi di attraversare distanze immense. Non a caso, Arrakis è al centro di ogni complotto, compreso quello delle sacerdotesse Bene Gesserit che da cento generazioni cercano di far nascere un nuovo messia…

Il Pozzo Di Shiuan

Il pozzo di Shiuan è la storia delle nuove avventure di Morgaine e del suo scudiero Nhi Vanye, l’uomo fiero e orgoglioso esiliato dal suo clan, ma è anche la storia di un pianeta condannato dall’arrivo di un nuovo satellite, un pianeta di terribili maree e inondazioni e di spaventosi terremoti, la cui gente ha soltanto due possibilità: morire assieme al suo mondo o fuggire attraverso le Porte.

Il potere della non-violenza

• La mia vita per la libertà
• Il mio credo, il mio pensiero
• La resistenza non violenta
Traduzioni di Lucio Angelini, Bianca Vittoria Franco e Franco Paris
Il nome di Gandhi è ormai divenuto sinonimo di pace e di ribellione non violenta, e forse mai come oggi è importante conoscerne il messaggio. Nella prima parte di questo volume, il Mahatma analizza minuziosamente, in bellissime pagine autobiografiche, il suo percorso esistenziale, le esperienze di vita, gli studi, gli scontri, le conquiste, il lungo cammino percorso con la sua gente. E offre al lettore la sua umile, operosa, quotidiana ricerca della verità, dalla quale emerge la grandiosa lezione morale che la sua figura rappresenta nella storia contemporanea. Nella seconda e nella terza parte vengono esposte l’ideologia pacifista, la strenua, indefessa fiducia nella necessità della non-violenza, la difesa dei diritti e della libertà del singolo e dei popoli, l’uguaglianza delle genti, la sacralità del lavoro e della famiglia: princìpi che per Gandhi non costituiscono tanto un messaggio nuovo e rivoluzionario da propagandare al mondo intero, quanto dei valori essenziali e inalienabili dell’uomo, che fanno parte della sua intima natura e come tali vanno sostenuti. Di qui la purezza, la linearità, la sincerità del pensiero gandhiano, che abbraccia ogni aspetto del vivere singolo e collettivo ed emerge in queste pagine con la limpida onestà morale e con tutta la forza e il coraggio che solo la fede più profonda nella propria verità riesce a generare.
Mohandas K. Gandhi
nacque a Porpandar, in India, nel 1869. Dal 1893 fino al 1914 visse in Sudafrica, dove lottò per i diritti civili della comunità indiana, sperimentando quei metodi non-violenti che lo avrebbero reso celebre in tutto il mondo. Tornato in India, lanciò la grande campagna di disobbedienza civile contro le autorità inglesi che, dopo oltre venticinque anni, portò il Paese all’indipendenza. Il Mahatma (Grande anima) morì nel 1948, vittima di un fanatico indù. Oltre a La mia vita per libertà e a Il mio credo, il mio pensiero in volumi singoli, e il volume unico Il potere della non-violenza, di Gandhi la Newton Compton ha pubblicato anche Le grandi religioni. Induismo, Buddismo, Cristianesimo, Islamismo.

Il potere

Cassie non è più la ragazza timida e insicura che è riuscita a farsi accettare all’interno del Circolo delle Streghe, è cresciuta. Ha dovuto affrontare sfide e pericoli, ha visto morire giovani studenti come lei, è stata costretta ad accettare il tradimento e l’inganno. E, soprattutto, ha dovuto rinunciare all’amore per Adam, in nome della fedeltà e dell’amicizia che la lega a Diana, la leader del gruppo. Ma Faye, la strega accecata dalla sete di potere, sa tutto e ricatta Cassie. Dopo averla costretta a rubare un misterioso teschio, la coinvolge nelle sue infide macchinazioni. Ma il male ha anche un altro volto: i pericoli sono ovunque, e qualcuno sa molte, troppe cose sul Circolo. Più di quante ne sappiano le streghe stesse. Tra vecchie rivalità, nuove minacce e, forse, un nuovo amore, Cassie deve essere pronta a lottare per la sopravvivenza delle streghe di New Salem.

Il popolo d’argento. La stirpe di Gengis Khan

Il ragazzo cacciato dalla sua tribù e costretto a vagare nella steppa è diventato il grande Gengis, colui che ha saputo unire i molteplici clan della Mongolia e forgiare un’unica nazione, il Popolo d’Argento. Sotto il suo comando carismatico ma inflessibile, i Mongoli hanno sconfitto i nemici di sempre, i Chin: primo passo verso la creazione di un enorme impero.Ma ora il pericolo giunge da un’altra direzione: l’Ovest. Quando Gengis cerca di aprire rotte commerciali in quelle terre, infatti, le sue ambasciate vengono respinte, i suoi emissari torturati e uccisi. A fare ritorno sono solo le teste mozzate di questi ultimi, come un macabro omaggio. È un affronto che il Khan non può tollerare. E così, affidato il comando delle varie armate ai suoi figli, tra i quali intende scegliere l’erede più degno, si appresta a sferrare un attacco inesorabile contro lo scià che ha osato sfidarlo. Per il Popolo d’Argento è l’inizio del viaggio più lungo, che lo condurrà fino alla Persia, a contatto con civiltà tanto antiche quanto potenti. È l’inizio di una cruenta campagna militare, una scia di sangue e di fuoco, di città distrutte e genti sterminate. La strada intrapresa da Gengis non ammette battute d’arresto, perché solo un esito è contemplato: la vittoria.

Il pianeta maledetto

Una lotta serrata si svolge fra un gruppo di scienziati che vogliono raggiungere la Luna e una vasta società segreta, che si propone invece di impedire ogni tentativo del genere, perchè la Terra non è mai stata altro, nel corso dei secoli, che una grande prigione cosmica nella quale si moltiplicano tutti i Tarati del Sistema Solare. Siamo nel 1972 e i sabotaggi ai razzi interplanetari si ripetono con sempre maggior frequenza, finchè un inventore americano riesce a rendere vane le macchinazioni della società segreta che minaccia, fra l’altro, di far scoppiare la terza guerra mondiale e riesce, per la prima volta nella storia del mondo, a far giungere un suo pilota sul satellite, scongiurando, appena in tempo, il nuovo conflitto.
Copertina di Curt Caesar.

Il Pianeta Dell’onore

Nel 1969 Armstrong e Aldrin mettono piede sulla Luna. Negli anni Novanta USA e URSS creano il CoDominium, un organismo di sicurezza destinato a rendere obsoleti tutti i vecchi corpi militari, e che agirà nello spazio. Nel 1996 la Legione Straniera francese si unisce al CD e ne diviene il braccio armato. Le tappe successive si susseguono a ritmo vertiginoso: nel 2004 viene messo a punto, al Cal'Tech, il propulsore Alderson e nel 2008 le prime astronavi dotate di questo potentissimo motore lasciano il sistema solare. Nel 2020 vengono fondate le prime colonie interstellari, e il CoDominium crea la Marina Militare dello Spazio. Nel 2043 nasce a Roma John Christian Falkenberg, il più famoso mercenario del futuro: poi, nel 2064, scoppia la crisi del pianeta Arrarat. Falkenberg e altri due avventurosi si trovano ad affrontare, come ufficiali del CoDominium, una minaccia che può distruggere la vita di un mondo intero, messo alla mercè di una band di spietati fuorilegge. La missione è: riportare la pace su Arrarat. I mezzi per raggiungere l'obbiettivo: tutti quelli consentiti dal CoDominium, la più avanzata macchina militare che il mondo abbia mai conosciuto. Uno straordinario romanzo d'azione del miglior Pournelle, e un numero di URANIA che i lettori non dimenticheranno tanto facilmente.

Il pianeta dell’esilio

Le esperienze dell’ultima guerra ci hanno reso familiare la parola «resistenza »; di una Resistenza americana, però, nessuno ha mai sentito parlare; gli Stati Uniti, nei due secoli della loro esistenza, non hanno mai provato l’amarezza della dominazione nemica. Ma cosa riserba l’avvenire? Jerry Sohl non è ottimista a questo riguardo, non si fida che gli uomini possano servirsi delle loro meravigliose scoperte solo a scopi pacifici e prevede una guerra breve ma disastrosa in cui gli Stati Uniti e i loro alleati avranno la peggio. Il nemico è duro e spietato e il suo giogo è pesante. Inoltre come si può sperare di liberarsene quando esso ha cosparso l’atmosfera terrestre di un terribile virus che ucciderebbe tutti se ogni mese ciascuno non si sottoponesse all’inoculazione di un vaccino? Ma Emmett Keyes è miracolosamente immune al morbo, e decide di fuggire da casa, nella speranza di trovare qualcuno insofferente come lui del dominio del nemico, e che abbia il desiderio di liberare la sua terra. Emmett è giovane e ingenuo, e incappa in tremende avventure e in rischi d’ogni genere, ma è anche testardo e deciso, e riesce a trovare quello che cercava: un’organizzazione di resistenza che si prepara a liberare il mando. E’ un’organizzazione nuova, inimmaginabile, quale solo un’ardita ma intelligente fantasia poteva inventare, pur restando nel contempo umanissima e possibile.
Copertina di Curt Caesar

Il pianeta del deserto

Nota: seconda parte della versione italiana di “Hammerfall”, la prima è in “[Ribelle genetico](https://www.goodreads.com/book/show/15787413.Ribelle_genetico “Ribelle genetico”)”
Dopo le avventure narrate in Ribelle genetico (URANIA n. 1425), C. J. Cherryh getta i suoi personaggi in una crudele missione di ricerca e di morte. Fra le stelle del Commonwealth c’è un’oasi di soli G-5, e in un angolo remoto della regione ruota un pianeta solitario, i cui abitanti considerano leggendaria l’antica Discesa delle Navi. È un mondo duro su cui si gioca una partita spietata. Marak ne è uno degli attori: il figlio diseredato dell’unico uomo che abbia osato opporsi alla Ila, immortale padrona del pianeta. Ma la Ila è veramente una creatura eterna?
Questo ed altri misteri si addensano sul pianeta del deserto dove è ormai il momento della resa dei conti.
Copertina di Franco Brambilla

Il pianeta dei Mog

La critica ha giudicato questo romanzo il migliore di Jean Gaston Vandel, già noto ai nostri lettori. I protagonisti veri dei racconto, non sono gli esseri umani, ma degli automi, i Mog. Gettati sul desolato pianeta Mercurio, un gruppo di automi si trova abbandonato a se stesso, perché il miliardario che li ha costruiti e istruiti per compiere un appassionante esperimento è perito nello spazio. Come si conterranno i Mog? Non restano loro che due vie: o ritornare sulla Terra, o continuare l’opera incominciata. Divisi in due partiti dalle conclusioni logiche della loro mente matematica, gli automi si combattono. Prevale un compromesso che salva tutti e due gli articoli base della Legge degli automi: i Mog sono stati creati per l’Uomo, i Mog continueranno il compito loro assegnato dall’Uomo. Vanno quindi a prendere sulla Terra ciò che loro manca: il Padrone, L’Uomo. E un giorno otto persone vengono catturate e portate dalle astronavi dei Mog su Mercurio. Sono prigionieri e capi, schiavi e padroni degli automi. Come si salveranno i terrestri, su quel mondo ostile? Questo narra il romanzo, denso di fatti psicologicamente aderenti alla natura degli automi, ossia di esseri meccanici dotati di facoltà di selezione mentale e di analisi matematicamente logica. E’ un romanzo eccellente che apre nuovi orizzonti e, divertendo, fa pensare.
Copertina di Curt Caesar