Visualizzazione di 67477-67488 di 90860 risultati

Stazione spaziale 539

Lo spazio non è amico degli uomini. Lo spazio è un nemico da vincere, ma dal quale non bisogna lasciarsi impressionare, e al quale non si deve lasciar prendere il sopravvento. Questa in breve la filosofia di Dan Harding, che nonostante tutto considera gli uomini più importanti di ogni altra cosa. Gli uomini e tutto ciò che essi sanno costruire, sulla Terra per giungere nello spazio, e nello spazio per spingersi sempre più oltre. Stazione spaziale 539 parla di Dan Harding e della tenacia quasi feroce con cui egli accetta la sfida che lo spazio gli ha lanciato quando per la prima volta lui ha osato alzare gli occhi al regno delle stelle. Per la sua audacia Harding è stato anche orribilmente punito. Ma l’umiliazione a cui il corpo dell’uomo è stato sottoposto, non gli ha indebolito né il cuore né il cervello, ed è con rinnovato fervore che Harding riprende la lotta contro il cosmico nemico. Seguiamolo nella sua titanica impresa attraverso le parole di Bulmer, un autore nuovo per i lettori di Urania, ma un autore originale, che non si dimentica.
Copertina di: Luigi Garonzi

Star wars the old republic. Inganno

In questo romanzo si intensifica il ritmo dell’azione e per la prima volta vengono messi i lettori faccia a faccia con un guerriero Sith in grado di competere con il più sinistro dei Signori Oscuri dell’Ordine: Darth Malgus, il misterioso Sith mascherato, apparso nei popolarissimi trailer dei videogiochi “Deceived” e “Hope”. Malgus ha fatto cadere il Tempio Jedi di Coruscant durante un brutale assalto che ha sconvolto l’intera galassia – ma se la guerra l’ha incoronato come il più oscuro degli eroi Sith, la pace potrebbe trasformarlo in qualcosa di molto più atroce: qualcosa che Malgus non avrebbe mai voluto diventare, ma che non può evitare… non più di quanto possa impedire il rapido approssimarsi di una pericolosa Jedi. Il suo nome è Aryn Leneer, ed il Cavaliere solitario che Malgus ha annientato durante la feroce battaglia al Tempio era il suo Maestro. Ora lei intende scoprire cosa gli sia successo, anche se ciò volesse dire infrangere ogni regola… **

Star Wars Battlefront: Compagnia Twilight

La Guerra Civile Galattica infuria tra le stelle e nelle vaste distese dello spazio. Sui campi di battaglia dei pianeti dell’Orlo Intermedio, legioni di spietati assaltatori imperiali, decisi a schiacciare la resistenza ovunque si trovi, lottano brutalmente contro l’esercito dei combattenti per la libertà. Nelle strade e nei vicoli delle città in rovina, le forze dell’Alleanza Ribelle contrattaccano, spingendosi sempre più a fondo nel territorio dell’Impero e venendo a contatto con la cruda realtà della guerra.
A guidare questa carica – di uomini e donne, umani e non umani – c’è la sessantunesima fanteria mobile, meglio conosciuta come Compagnia Twilight. Duri e leali fra loro, i membri di questa squadra riescono sempre a sopravvivere quando gli altri falliscono, e il coraggio è la loro arma più potente ogni volta che la fortuna volge loro le spalle. Nonostante ciò, la Twilight è costretta a obbedire all’ordine dei Ribelli di ripiegare di fronte alla schiacciante superiorità numerica del nemico… finché un imprevedibile alleato non giunge a ribaltare la situazione, concedendo ai più temerari combattenti dell’Alleanza un’occasione d’oro per trasformare la ritirata in vittoria.
Da soli e in svantaggio numerico, ma più tenaci che mai, i soldati della Compagnia Twilight si preparano a compiere la loro impresa più audace: colpire il più improbabile dei bersagli, il cuore pulsante della macchina militare imperiale! **
### Sinossi
La Guerra Civile Galattica infuria tra le stelle e nelle vaste distese dello spazio. Sui campi di battaglia dei pianeti dell’Orlo Intermedio, legioni di spietati assaltatori imperiali, decisi a schiacciare la resistenza ovunque si trovi, lottano brutalmente contro l’esercito dei combattenti per la libertà. Nelle strade e nei vicoli delle città in rovina, le forze dell’Alleanza Ribelle contrattaccano, spingendosi sempre più a fondo nel territorio dell’Impero e venendo a contatto con la cruda realtà della guerra.
A guidare questa carica – di uomini e donne, umani e non umani – c’è la sessantunesima fanteria mobile, meglio conosciuta come Compagnia Twilight. Duri e leali fra loro, i membri di questa squadra riescono sempre a sopravvivere quando gli altri falliscono, e il coraggio è la loro arma più potente ogni volta che la fortuna volge loro le spalle. Nonostante ciò, la Twilight è costretta a obbedire all’ordine dei Ribelli di ripiegare di fronte alla schiacciante superiorità numerica del nemico… finché un imprevedibile alleato non giunge a ribaltare la situazione, concedendo ai più temerari combattenti dell’Alleanza un’occasione d’oro per trasformare la ritirata in vittoria.
Da soli e in svantaggio numerico, ma più tenaci che mai, i soldati della Compagnia Twilight si preparano a compiere la loro impresa più audace: colpire il più improbabile dei bersagli, il cuore pulsante della macchina militare imperiale!

SPEDIZIONE DI SOCCORSO

Considerato l’autore più popolare della sf inglese, Arthur Clarke ha legato per sempre il suo nome all’avventure di 2001: Odissea nello spazio, di cui scrisse romanzo e sceneggiatura nel 1968. Ma Clarke, scomparso nel marzo di quest’anno all’età di novant’anni, è anche un celeberrimo autore di racconti, e “Urania Collezione” non poteva non rendergli omaggio con un volume che contenesse alcune delle short stories più belle. Accanto all’indimenticabile suspense di “Spedizione di soccorso” sfilano capolavori come “Lezione di storia”, “Estate su Icaro”, “La stella” e, soprattutto, “I nove miliardi di nomi di Dio” nella classica traduzione di Carlo Fruttero.
Indice:
Spedizione di soccorso (Rescue Party, 1946)
Lezione di storia (History Lesson, 1949)
Sua altezza spaziale (This Earth of Majesty, 1955)
Superiorità (Superiority, 1951)
Prima dell’Eden (Before Eden, 1961)
L’estate su Icaro (Summertime on Icarus, 1962)
Gli anelli di Saturno (Saturn Rising, 1961)
Seguendo la cometa (Into the Comet, 1962)
La nube (Out of the Sun, 1958)
La stella (e Star, 1955)
I nove miliardi di nomi di Dio (The Nine Billions Names of God, 1953)
Copertina di Franco Brambilla

Specie Immortale

Quale specie erediterà il sistema solare? La razza umana, sulla soglia di un “risveglio” che sta per cambiare la storia, o la temibile genìa degli Anziani, giunta fin qui da stelle remote prima che l’uomo comparisse sulla Terra? Una cosa è certa: nel mondo si prepara uno scontro epocale, quello fra il genere umano e gli antichi padroni dell’universo con il loro spaventoso carico di distruttività e morte. In questo ardito romanzo di idee, uscito una prima volta in italiano con il titolo La pietra filosofale, Colin Wilson affronta e scioglie magistralmente un enigma che da millenni perseguita come un incubo tutta l’umanità.

Sotto Controllo

Il 1° dicembre 2012 Glenn Greenwald, giornalista americano in prima fila nella difesa delle libertà civili, riceve un’email da un certo “Cincinnatus” per un passaggio di informazioni riservate. Qualche mese più tardi quelle “informazioni” sconvolgeranno la politica mondiale, inonderanno telegiornali, quotidiani, siti internet, chiameranno in causa colossi come Google e Facebook, scuoteranno le relazioni tra gli Stati Uniti e i loro alleati: “Cincinnatus”, infatti, è Edward Snowden, il giovane informatico che ha lavorato per la CIA e la NSA, l’Agenzia per la Sicurezza Nazionale, e ha deciso di rischiare la vita per rivelare il più gigantesco programma di sorveglianza di massa mai realizzato. In questo libro Greenwald racconta come in un thriller i primi contatti e l’incontro con Snowden; la serie di scoop con cui il “Guardian” ha pubblicato le carte della NSA; la fuga di Snowden a Mosca; i metodi usati dalla NSA per accedere a cellulari e computer in tutto il mondo; le spaventose implicazioni di quel “sistema finalizzato alla totale eliminazione della riservatezza telematica in tutto il pianeta”. Il più grande caso di spionaggio mondiale degli ultimi anni, una storia sconvolgente che riguarda la sicurezza di tutti noi.

Sonavan le quiete stanze. Sullo stile dei «Canti» di Leopardi

Appassionato studioso di poesia italiana, Mengaldo mette a frutto le sue conoscenze di filologia, storia della lingua, linguistica e stilistica per indagare nel profondo uno dei capolavori massimi della nostra storia letteraria: i “Canti” di Leopardi. E lo fa soffermando l’analisi sulle differenze e sulle costanti interne alle quattro fasi dei “Canti”: Canzoni, Idilli, Canti pisano-recanatesi e ultimi Canti. Ne emerge non soltanto l’individualità linguistica e stilistica di ciascuna delle quattro grandi fasi rispetto alle altre, ma anche, di volta in volta e secondo lo stesso principio, l’individualità dei singoli canti. **

Solo un ragionevole dubbio

Sara si sta godendo le meritate ferie, la sua carriera di maresciallo dei R.O.S. è a un punto di svolta. Venire inviata in Calabria nei panni di una “killer prezzolata” è l’ultima cosa che vuole. Ma ciò che dice il suo capo: “Abbiamo perso i contatti con Davide, un capitano del G.I.C.O. infiltrato” non le lascia scelta. Ma se questa le sembra una delle peggiori cose che possano accadere a un infiltrato, si dovrà ricredere. Davide non è ferito, non è scomparso, non è stato catturato, è in perfetta salute ed è anche molto affascinante, ma sembra perfettamente integrato nel clan mafioso dei Mori. Perché ha interrotto i contatti con la squadra?
Mano a mano che l’indagine di Sara procederà, Davide sembrerà sempre più coinvolto con Teresa Mori, la figlia del boss.
Teresa è vittima o carnefice? Davide è colpevole o innocente? Vittima di un raggiro o, peggio ancora, complice dei delinquenti?
Una lotta tra clan, un carico di droga, un carico di tritolo… tutto si intreccia. Sara e Davide si combatteranno fino alla fine, nemmeno la conclusione del caso li farà capitolare: il carattere impulsivo e orgoglioso di lui si scontrerà con quello pungente e malizioso di lei. Quando tutto sembrerà finito, quando il caso sarà chiuso, quando gli eventi sembreranno averli portati dritti al loro destino, un evento imprevedibile sconvolgerà tutto di nuovo. E saranno costretti a scendere a patti con i loro caratteri, i loro demoni, le loro forze e le loro fragilità.
“Lo ammirò muoversi con la grazia di una pantera, la sicurezza di un leone e la tenacia di una tigre.”
Per contattare l’autrice [email protected] **
### Sinossi
Sara si sta godendo le meritate ferie, la sua carriera di maresciallo dei R.O.S. è a un punto di svolta. Venire inviata in Calabria nei panni di una “killer prezzolata” è l’ultima cosa che vuole. Ma ciò che dice il suo capo: “Abbiamo perso i contatti con Davide, un capitano del G.I.C.O. infiltrato” non le lascia scelta. Ma se questa le sembra una delle peggiori cose che possano accadere a un infiltrato, si dovrà ricredere. Davide non è ferito, non è scomparso, non è stato catturato, è in perfetta salute ed è anche molto affascinante, ma sembra perfettamente integrato nel clan mafioso dei Mori. Perché ha interrotto i contatti con la squadra?
Mano a mano che l’indagine di Sara procederà, Davide sembrerà sempre più coinvolto con Teresa Mori, la figlia del boss.
Teresa è vittima o carnefice? Davide è colpevole o innocente? Vittima di un raggiro o, peggio ancora, complice dei delinquenti?
Una lotta tra clan, un carico di droga, un carico di tritolo… tutto si intreccia. Sara e Davide si combatteranno fino alla fine, nemmeno la conclusione del caso li farà capitolare: il carattere impulsivo e orgoglioso di lui si scontrerà con quello pungente e malizioso di lei. Quando tutto sembrerà finito, quando il caso sarà chiuso, quando gli eventi sembreranno averli portati dritti al loro destino, un evento imprevedibile sconvolgerà tutto di nuovo. E saranno costretti a scendere a patti con i loro caratteri, i loro demoni, le loro forze e le loro fragilità.
“Lo ammirò muoversi con la grazia di una pantera, la sicurezza di un leone e la tenacia di una tigre.”
Per contattare l’autrice [email protected]

Soldi neri & ladri bianchi

L’attentato al congresso annuale di Ritorno in Africa, un movimento popolare guidato dal predicatore nero Deke O’Malley, riesce a meraviglia: gli ottantasettemila dollari messi faticosamente assieme da ottantasette famiglie di poveracci di Harlem vengono trafugati. Crolla così il sogno del ritorno nella patria degli avi: per le famiglie colpite dalla rapina è il tracollo. Ma il tracollo più grave lo subisce lo stesso Deke O’Malley, che in realtà non si chiama affatto O’Malley e ha in mente di impiegare il malloppo in tutt’altra maniera. Deke si butta alla caccia del denaro, e così pure Coffin Ed e Grave Digger, i due terribili poliziotti neri di Rabbia ad Harlem, ben consci di quanto sia difficile mettere assieme mille piuttosto che ottantamila dollari. Il loro capo – il tenente Anderson – si sforza di sostenere la loro lotta al crimine, alla quale si assimila, nel loro caso, il conflitto razziale con i bianchi; ma il trio si imbatte in un furbone di grande statura, il colonnello Calhoun, fasullo protettore dei negri… Questo l’avvio del secondo romanzo del ‘ciclo di Harlem’, un magistrale misto di suspence, humour e satira sociale.