881–896 di 72802 risultati

La Scelta Finale: The Choice Series Vol 1

Quando ti strappano dalle mani tutto quello di cui hai bisogno, diventa difficile continuare a vivere, soprattutto quando la tua vita è costruita su un bellissimo castello di sabbia. Ma la verità trova sempre il modo di venire a galla, anche al costo di sconvolgere la tua esistenza.
Il mio nome è Victoria e nonostante continui a scappare, tra mille ostacoli e menzogne, la troverò la mia strada. La strada che mi porterà verso il mio grande amore.
* * *
Mi hanno costretto a mentire, mi hanno costretto a dimenticare. Ho lasciato la mia famiglia, la mia casa e mi sono buttato sul lavoro, senza dare importanza a nient’altro. Ho dovuto farlo per continuare a vivere, senza impazzire del tutto, ma il desiderio di vendetta non mi ha mai abbandonato, fino a quando, un amore del passato, non è tornato a distruggere il mostro che dimorava infondo alla mia anima.
Il mio nome è Jack e sarà difficile fare la scelta più importante della mia vita.
La scelta che mi porterà verso il mio grande amore.

La rosa di Jericho: Un racconto della serie: Pirati tra cielo e mare

Solcare i cieli, sfidare le nuvole come le onde di un mare infinito. Non c’è nulla di meglio per lei. Nulla che possa valere quanto la libertà assoluta di guardare il mondo dalla sua aeronave.
Il capitano crede solo nel cielo e nelle sue pistole: nel volare abbastanza in alto da aggirare qualunque tempesta. Cosa farà quando scoprirà che la tempesta è proprio dentro di lei?
**
### Sinossi
Solcare i cieli, sfidare le nuvole come le onde di un mare infinito. Non c’è nulla di meglio per lei. Nulla che possa valere quanto la libertà assoluta di guardare il mondo dalla sua aeronave.
Il capitano crede solo nel cielo e nelle sue pistole: nel volare abbastanza in alto da aggirare qualunque tempesta. Cosa farà quando scoprirà che la tempesta è proprio dentro di lei?

La rivoluzione francese raccontata da Lucio Villari

«Quel che accadde in una calda estate a Parigi, nel 1789, si cominciò a conoscere dopo giorni e settimane grazie alle lettere affidate ai postiglioni, ai racconti che volavano di bocca in bocca, ai pochi giornali, alle testimonianze dei viaggiatori stranieri. Da quel momento, per molto tempo, la Francia fu al centro del mondo, mentre il secolo si chiudeva nella più profonda, emozionante inquietudine. Furono anni di violenza e di speranze, anni che accesero paure e sogni di riforme nuove e audaci. Si trattava di dare un senso concreto a tre valori fondamentali: la libertà, la fraternità e l’eguaglianza. Su di essi, più di duecento anni dopo, si continua ancora a discutere. Anche perché riguardano il nostro futuro.» I protagonisti, i luoghi, i tempi e i segreti della più grande rivoluzione dell’età moderna: un racconto che è un piacere leggere, adatto anche ai più giovani.

La rivolta di Atlante: Il tema

Questo romanzo riassume l’etica oggettivista di Ayn Rand, fondata sulla difesa del capitalismo, della ragione e dell’individualismo. La vicenda della compagnia ferroviaria Taggart Transcontinental si incrocia con quella della nazione americana, la cui politica dirigista ne sta provocando il collasso. Hank Rearden, inventore di una speciale lega metallica, e Dagny Taggart, mente direttiva della Taggart, si persuadono dell’impossibilità di redimere un mondo che rifiuta la ragione quale mezzo di sopravvivenza e di progresso e decidono di aderire allo sciopero dei cervelli. Francisco D’Anconia e Ragnar Danneskjöld sposano il progetto di John Galt che vuole impedire lo sfruttamento delle menti produttive riunendole in una località inaccessibile. Ma John dovrà affrontare un’avventura che tenterà di sopraffarlo, alle prese con individui spietati che cercheranno anche di corromperlo. **

La Ricerca

Quando suo marito non torna, è costretta a chiamare l’unico uomo con cui non dovrebbe parlare.
*“Andy, sono Diana…”*
*Si fermò d’improvviso, e in quel momento accaddero due cose. Il suo cuore sussultò, al suono di una voce che aveva la capacità di fargli contorcere le viscere e inibire la sua razionalità; ma sapeva anche di essere l’ultima persona che Diana avrebbe mai chiamato, così venne colto da un sudore freddo, presagendo qualcosa di molto brutto.*

La Ragazza Delle Onde (RosaCanario Vol. 1)

Nell’oro rosa di uno stregato tramonto sulla Baia delle Tartarughe a El Puertito, al sud di Tenerife, l’incontro tra Zora e Jay cambierà le loro esistenze. Lei è una ragazza italiana schiva e diffidente che da anni vive a Santa Cruz; lui è un biondo e misterioso sudafricano dal fascino ipnotico, da poco arrivato all’Isola. Sulle loro tavole da surf Zora e Jay scivoleranno verso i loro destini.A fare da sfondo a una storia d’amore, la dolcezza di Tenerife e, venerate come divinità, le onde dell’Atlantico che travolgeranno i sogni e sapranno restituirli.La ragazza delle onde è un romanzo appassionato e avvincente in cui l’amore lotta contro un misterioso mondo parallelo lontanissimo da Tenerife, ma non abbastanza.

La notte del vento e delle rose

Napoli, 1799. Una donna trascina con sé un bambino, un uomo li segue tra la folla… E mentre il molo brulicante di volti sudati e affaccendati segue la sua routine quotidiana, qualcuno li osserva dal ponte di una nave straniera. Viene dall’Inghilterra per tentare di ristabilire un equilibrio fra Borboni e Inglesi, ma anche per ritrovare la donna che pensa di aver perso per sempre. Julia è destinata a fuggire, prima dall’uomo che ama con tutta sé stessa e che l’ha abbandonata nel momento del bisogno, e ora da chi la insegue per strapparle il bambino che lei ha deciso di riscattare da un futuro di soprusi e angherie. Il suo cuore non ha pace, meno che mai ora che suo marito Christian ha deciso di riportarla a casa. Lui dovrà riconquistare la sua fiducia e riconoscere la donna coraggiosa e saggia che Julia è diventata, mentre lei dovrà abbandonarsi di nuovo a quello sguardo che anni prima, ancora ragazzina, l’aveva rapita. In un mondo dove gli intrighi di corte, le invidie e l’ossessione sembrano regnare incontrastate, riuscirà il loro amore a risorgere dalla cenere? **
### Sinossi
Napoli, 1799. Una donna trascina con sé un bambino, un uomo li segue tra la folla… E mentre il molo brulicante di volti sudati e affaccendati segue la sua routine quotidiana, qualcuno li osserva dal ponte di una nave straniera. Viene dall’Inghilterra per tentare di ristabilire un equilibrio fra Borboni e Inglesi, ma anche per ritrovare la donna che pensa di aver perso per sempre. Julia è destinata a fuggire, prima dall’uomo che ama con tutta sé stessa e che l’ha abbandonata nel momento del bisogno, e ora da chi la insegue per strapparle il bambino che lei ha deciso di riscattare da un futuro di soprusi e angherie. Il suo cuore non ha pace, meno che mai ora che suo marito Christian ha deciso di riportarla a casa. Lui dovrà riconquistare la sua fiducia e riconoscere la donna coraggiosa e saggia che Julia è diventata, mentre lei dovrà abbandonarsi di nuovo a quello sguardo che anni prima, ancora ragazzina, l’aveva rapita. In un mondo dove gli intrighi di corte, le invidie e l’ossessione sembrano regnare incontrastate, riuscirà il loro amore a risorgere dalla cenere?

La nostra Africa

Nel 2001 Michelangelo Bartolo, un angiologo romano, parte per una missione in Mozambico con lo scopo di realizzare un programma sanitario per la prevenzione e la cura dell’Aids. Al suo arrivo, viene subito investito da non poche difficoltà: dalla diffidenza iniziale della gente, alla lentezza esasperante della burocrazia, alla dilagante corruzione dei politici locali, che si irradia in maniera tentacolare in ogni aspetto della vita quotidiana. Il tutto proiettato su uno scenario di povertà disarmante, fatto di bambini che vivono allo stremo delle forze, senza un sorriso, una carezza, e di adulti costretti a condizioni di lavoro disumane in un territorio martoriato dalla siccità. Perso in questo labirinto di frustrazione e di dolore, il medico rivela fin da subito la sua tenacia e il suo amore per gli altri diffondendo in pochi anni il programma di cura in dieci Paesi dell’Africa subsahariana, tra circa centomila persone. Il risultato va oltre ogni previsione: nascono migliaia di bambini sani da madri Hiv positive. In questi appunti di viaggio, scritti in maniera semplice e diretta ma alleggeriti da un tocco di ironia, ci vengono svelati i retroscena, gli aneddoti più curiosi e le scene di toccante umanità che hanno animato l’esperienza di Michelangelo Bartolo, facendola arrivare dritta fino al nostro cuore e alle nostre coscienze.

La neve cade sui vostri peccati

*Nulla* ** *è più innocente e crudele della prima neve.*
Un manto candido e inaspettato avvolge Roma. Nessuno si avventura per le strade di notte, e lo spettacolo che un netturbino si trova davanti in vico Jugario, a pochi passi dalla rupe Tarpea, è immacolato. Tutto, tranne una macchia scura che interrompe il bianco, un uccello caduto, forse. Quando l’uomo si avvicina per gettarlo, però, vede tutt’altro. Una mano infantile con il dito puntato e un nastro di velluto nero avvolto intorno. Una volta arrivato sul posto, il commissario Paolo Rosato capisce subito la gravità del fatto e, nonostante i problemi personali con una ex moglie ancora molto innamorata e un figlio di otto anni che lo rivorrebbe a casa, si getta a capofitto nel caso. Perché, se c’è una mano, da qualche parte deve esserci il corpo da cui è stata recisa. Quando anche la seconda mano viene ritrovata, la pressione su Rosato si fa fortissima. Ci penserà Sandra Kapsa, la sua compagna, psicoterapeuta esperta, a dare una svolta alle indagini e a scoprire che le pose e i luoghi dei ritrovamenti non sono casuali, che l’assassino sta seguendo una precisa mappa della città. E che anche loro potrebbero essere parte di quel macabro disegno. **
### Sinossi
*Nulla* ** *è più innocente e crudele della prima neve.*
Un manto candido e inaspettato avvolge Roma. Nessuno si avventura per le strade di notte, e lo spettacolo che un netturbino si trova davanti in vico Jugario, a pochi passi dalla rupe Tarpea, è immacolato. Tutto, tranne una macchia scura che interrompe il bianco, un uccello caduto, forse. Quando l’uomo si avvicina per gettarlo, però, vede tutt’altro. Una mano infantile con il dito puntato e un nastro di velluto nero avvolto intorno. Una volta arrivato sul posto, il commissario Paolo Rosato capisce subito la gravità del fatto e, nonostante i problemi personali con una ex moglie ancora molto innamorata e un figlio di otto anni che lo rivorrebbe a casa, si getta a capofitto nel caso. Perché, se c’è una mano, da qualche parte deve esserci il corpo da cui è stata recisa. Quando anche la seconda mano viene ritrovata, la pressione su Rosato si fa fortissima. Ci penserà Sandra Kapsa, la sua compagna, psicoterapeuta esperta, a dare una svolta alle indagini e a scoprire che le pose e i luoghi dei ritrovamenti non sono casuali, che l’assassino sta seguendo una precisa mappa della città. E che anche loro potrebbero essere parte di quel macabro disegno.
### Dalla seconda/terza di copertina
Ippolita Avalli è nata a Milano e vive a Roma. Autrice di diversi romanzi, tra cui La Dea dei baci, finalista premio Strega, Nascere non basta (premio Città di Bari), Mi manchi, e il thriller Il nascondiglio della farfalla. I suoi libri sono pubblicati nei maggiori Paesi europei. Giornalista, collabora con diverse testate, tra cui Effe.

La misura del tempo

Tanti anni prima Lorenza era una ragazza bella e insopportabile, dal fascino abbagliante. La donna che un pomeriggio di fine inverno Guido Guerrieri si trova di fronte nello studio non le assomiglia. Non ha nulla della lucentezza di allora, è diventata una donna opaca. Gli anni hanno infierito su di lei e, come se non bastasse, il figlio Iacopo è in carcere per omicidio volontario.
Guido è tutt’altro che convinto, ma accetta lo stesso il caso; forse anche per rendere un malinconico omaggio ai fantasmi, ai privilegi perduti della giovinezza.
Comincia cosí, quasi controvoglia, una sfida processuale ricca di colpi di scena, un appassionante viaggio nei meandri della giustizia, insidiosi e a volte letali.
Un romanzo magistrale. Una scrittura inesorabile e piena di compassione, in equilibrio fra il racconto giudiziario – distillato purissimo della vicenda umana – e le note dolenti del tempo che trascorre e si consuma.
«Col passare del tempo alcuni luoghi della città mi ricordano sempre piú intensamente sensazioni e fantasticherie del passato remoto. Un’epoca di stupore. Ecco, certi luoghi della città mi fanno sentire nostalgia per lo stupore. Essere storditi dalla forza di qualcosa. Mi piacerebbe tanto, se capitasse di nuovo». **
### Sinossi
Tanti anni prima Lorenza era una ragazza bella e insopportabile, dal fascino abbagliante. La donna che un pomeriggio di fine inverno Guido Guerrieri si trova di fronte nello studio non le assomiglia. Non ha nulla della lucentezza di allora, è diventata una donna opaca. Gli anni hanno infierito su di lei e, come se non bastasse, il figlio Iacopo è in carcere per omicidio volontario.
Guido è tutt’altro che convinto, ma accetta lo stesso il caso; forse anche per rendere un malinconico omaggio ai fantasmi, ai privilegi perduti della giovinezza.
Comincia cosí, quasi controvoglia, una sfida processuale ricca di colpi di scena, un appassionante viaggio nei meandri della giustizia, insidiosi e a volte letali.
Un romanzo magistrale. Una scrittura inesorabile e piena di compassione, in equilibrio fra il racconto giudiziario – distillato purissimo della vicenda umana – e le note dolenti del tempo che trascorre e si consuma.
«Col passare del tempo alcuni luoghi della città mi ricordano sempre piú intensamente sensazioni e fantasticherie del passato remoto. Un’epoca di stupore. Ecco, certi luoghi della città mi fanno sentire nostalgia per lo stupore. Essere storditi dalla forza di qualcosa. Mi piacerebbe tanto, se capitasse di nuovo».

La Maledizione Della Luna Nera

Una Dublino piovosa, oscura e inquietante è il teatro di una caccia che si fa sempre più dura e implacabile. MacKayla Lane è ancora sulle tracce del Sinsar Dubh, un libro antico, potentissimo e misterioso, e per cercarlo si è trasformata in una predatrice spietata. Lei è l’unica a poter ‘sentire’ il Libro, e la sua dote attrae inesorabilmente altri cacciatori: Gerico Barrons, dalla sensualità prorompente, che vorrebbe acquisire i poteri magici del Libro, V’lane, dalla bellezza sovrannaturale, che lo vorrebbe per consegnarlo alla sua Regina, e infine Rowena, la Gran Signora delle veggenti sidhe, la stirpe di cui anche Mac fa parte. A cosa dovrà arrivare Mac per contrastare questa minaccia terribile? Di chi si può veramente fidare? Con i suoi poteri, la sua forza e la sua intelligenza riuscirà a salvare l’umanità e a portare la Luce in un mondo che appare sempre più buio e oscuro? Il segreto di un libro misterioso e dimenticato, una città dove il passato sembra rivivere con forza e il sentimento che unisce i due protagonisti a cacciadi verità sono i giusti ingredienti per il nuovo grande successo della serie Fever di Karen Moning.

La Madre

La madre
Narra la historia de una campesina rusa, Pelagia (conocida como “la madre”), personaje con el cual Gorki pretende simbolizar el despertar del pueblo ruso a la realidad socialista, atacando al tiempo las instituciones del zarismo (gobierno, iglesia, judicatura, policía, ejército. Por estas razones, la novela fue inicialmente prohibida por la censura rusa.
La novela arranca con el fallecimiento del marido de Pelagia, un hombre cruel que la martirizó física y anímicamente durante los años que duró su matrimonio. Fruto del mismo, Pelagia tiene un hijo, Pavel, cuyo carácter se va tornando cada vez más reservado. La madre no obtendrá explicación de este cambio de comportamiento hasta que un día Pavel decide celebrar una reunión con algunos de sus compañeros en su propio hogar. En esa reunión, la madre tomará conocimiento de las inclinaciones políticas de su hijo, líder socialista en la fábrica en la que trabaja, y conocerá a las personas que componen su círculo más íntimo.
En el transcurso de la historia, el lector puede apreciar el cambio de actitud de la madre hacia la actividad política. En un primer momento, su reacción es de rechazo, un rechazo que tiene su origen en el miedo que ha venido arrastrando a lo largo de su vida. Sin embargo, poco a poco se va involucrando en las reuniones de su hijo con sus compañeros de partido, a los cuales acaba tratando y considerando como si fueran sus propios hijos (quien sigue la historia acaba comprendiendo que Pelagia no es sólo la madre de Pavel, sino también de todos sus compañeros, de toda la causa que defienden)su relación con personajes como Andrés, Natacha o Rybin es cada vez más estrecha.
Como consecuencia de sus actividades políticas, Pavel es detenido por la policía zarista. A partir de ese momento, Pelagia deja de comportarse como una mera espectadora, y comienza a colaborar activamente en las actividades del partido, llevando pasquines a la fábrica de su hijo, transportando periódicos ilegales a las zonas rurales o transmitiendo a campesinos y trabajadores la ideología socialista aprendida de su hijo, a la que ella da un tinte religioso: desde su punto de vista, religión y socialismo defienden el reinado de las clases humildes.

La guerra di Margot

*Non riuscirete a dimenticare queste due ragazzine e la loro storia.*
**«Ancora una volta, Monica Hesse ci regala un romanzo potente e bellissimo. *La guerra di Margot* ci porta in un momento della guerra straordinario e poco conosciuto. Da leggere.» *RUTA SEPETYS* autrice di *AVEVANO SPENTO ANCHE LA LUNA** *
L’immagine, controsole, è di una ragazzina dai capelli biondi, seduta su un muretto, intenta a scrivere sul suo diario. È la prima volta che Haruko vede Margot: il muretto è quello del campo di internamento di Crystal City, Texas.
È il 1944 e a Crystal City ci sono famiglie giapponesi e tedesche, strappate al loro sogno americano per diventare prigioniere a casa propria, in nome della guerra che si sta combattendo molto lontano. Margot scrive tutto sul suo taccuino, anche quel primo incontro con Haruko.
Non sa che ben presto, tra lei, di famiglia tedesca, e quella ragazzina giapponese appena arrivata, nascerà un’amicizia segreta, profonda e viscerale. Sono l’una l’opposto dell’altra, ma c’è una cosa che hanno in comune: il campo. Quel luogo senza aria che le sta cambiando profondamente.
E quando Margot si troverà alle prese con un segreto che non può raccontare neanche ad Haruko, si vedrà costretta a compiere la scelta più difficile. E lo farà solo in nome dell’amicizia: perché il legame tra Margot e Haruko è più forte dell’orrore e dell’odio dei grandi.
Un romanzo che si legge con gli occhi umidi di commozione, che illumina un momento sconosciuto della Seconda guerra mondiale e al tempo stesso racconta di una straordinaria amicizia. Insegnandoci che la libertà ha lo stesso nome, in ogni lingua del mondo.
**«Superbo… un romanzo dolceamaro e struggente. Perfetto per i fan di *STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI*.» *School Library Journal** ** *
### Sinossi
*Non riuscirete a dimenticare queste due ragazzine e la loro storia.*
**«Ancora una volta, Monica Hesse ci regala un romanzo potente e bellissimo. *La guerra di Margot* ci porta in un momento della guerra straordinario e poco conosciuto. Da leggere.» *RUTA SEPETYS* autrice di *AVEVANO SPENTO ANCHE LA LUNA** *
L’immagine, controsole, è di una ragazzina dai capelli biondi, seduta su un muretto, intenta a scrivere sul suo diario. È la prima volta che Haruko vede Margot: il muretto è quello del campo di internamento di Crystal City, Texas.
È il 1944 e a Crystal City ci sono famiglie giapponesi e tedesche, strappate al loro sogno americano per diventare prigioniere a casa propria, in nome della guerra che si sta combattendo molto lontano. Margot scrive tutto sul suo taccuino, anche quel primo incontro con Haruko.
Non sa che ben presto, tra lei, di famiglia tedesca, e quella ragazzina giapponese appena arrivata, nascerà un’amicizia segreta, profonda e viscerale. Sono l’una l’opposto dell’altra, ma c’è una cosa che hanno in comune: il campo. Quel luogo senza aria che le sta cambiando profondamente.
E quando Margot si troverà alle prese con un segreto che non può raccontare neanche ad Haruko, si vedrà costretta a compiere la scelta più difficile. E lo farà solo in nome dell’amicizia: perché il legame tra Margot e Haruko è più forte dell’orrore e dell’odio dei grandi.
Un romanzo che si legge con gli occhi umidi di commozione, che illumina un momento sconosciuto della Seconda guerra mondiale e al tempo stesso racconta di una straordinaria amicizia. Insegnandoci che la libertà ha lo stesso nome, in ogni lingua del mondo.
**«Superbo… un romanzo dolceamaro e struggente. Perfetto per i fan di *STORIA DI UNA LADRA DI LIBRI*.» *School Library Journal** *
### Dalla seconda/terza di copertina
È l’autrice de La ragazza con la bicicletta rossa, che ha vinto l’Edgar Award, è stato finalista all’Indies Choice Award ed è stato nominato tra i migliori libri dell’anno da Entertainment Weekly, Booklist e molti altri. Bestseller anche in Italia, è stato tradotto in quindici Paesi. Monica scrive anche per il Washington Post, occupandosi di quasi tutto – dai matrimoni reali alle campagne politich

La gatta

Tanizaki si addentra con maestria nella psicologia femminile, conducendone una finissima indagine accompagnata da ironia e acuto realismo, e ci restituisce al contempo un vero e proprio atto d’amore nei confronti del gatto, animale considerato dalla cultura giapponese al contempo creatura misteriosa e amuleto. La protagonista di questo racconto lungo, pubblicato nel 1936, è una gatta, la bellissima Lily, adorata dal suo padrone Shōzō. Lily si trova al centro di un intrigo familiare senza esclusione di colpi quando la ex moglie di Shōzō, Shinako, nel tentativo di riavvicinare il marito, chiede con ostinazione di riavere la gatta. La seconda moglie, Fukuko, che ha accettato la convivenza con la gatta per compiacere il marito, non nasconde la gelosia per la bestiola, perciò non si oppone alla richiesta di Shinako.

La forza dell’amore

Una storia d’amore appassionante raccontata in modo originale in prima persona dai protagonisti. Un resoconto intimo delle proprie fragilità e dei propri sentimenti. L’amore di Valeria e Lorenzo è messo a dura prova dal destino che sembra giocare con le loro vite in un intreccio di intrighi, drammi e passioni.
Valeria e Lorenzo si innamorano, hanno un figlio e si sposano ma il destino sembra divertirsi a rimescolare le carte. La forza del loro amore li guida attraverso mille difficoltà, incomprensioni e tradimenti. **
### Sinossi
Una storia d’amore appassionante raccontata in modo originale in prima persona dai protagonisti. Un resoconto intimo delle proprie fragilità e dei propri sentimenti. L’amore di Valeria e Lorenzo è messo a dura prova dal destino che sembra giocare con le loro vite in un intreccio di intrighi, drammi e passioni.
Valeria e Lorenzo si innamorano, hanno un figlio e si sposano ma il destino sembra divertirsi a rimescolare le carte. La forza del loro amore li guida attraverso mille difficoltà, incomprensioni e tradimenti.

La Figlia del Demone: Romance Fantasy

XIV secolo, Etan di Offlaga è un cavaliere valoroso e anche uno stregone dotato del raro dono dell’Intuito. Cresciuto nel Medioevo ma con l’influenza di sua madre Viola, una strega venuta dal XXI secolo, è un uomo decisamente sopra le righe per la sua epoca.
Per dovere verso il suo regno, Etan prende in considerazione l’idea di sposare l’erede di Sassovivo, un ricco regno confinante.
Incerto sulla possibilità di un matrimonio combinato, Etan si reca a conoscere la bella Milena, ma già dal suo arrivo capisce che Sassovivo nasconde qualcosa. Anzi, qualcuno: Sparda, una creatura misteriosa in possesso di una forza straordinaria e di due occhi verdi come lo smeraldo…
* * *
“La Figlia del Demone” è il secondo capitolo della saga delle “Streghe di Villacorta” un romance fantasy / paranormal romance **autoconclusivo**. Non è necessario aver letto il capitolo precedente della saga per poter comprendere la trama, ma a chi lo ha fatto farà piacere ritrovare i personaggi del primo libro.
**Avvertenze: contiene scene di violenza e sesso esplicito.**
**
### Sinossi
XIV secolo, Etan di Offlaga è un cavaliere valoroso e anche uno stregone dotato del raro dono dell’Intuito. Cresciuto nel Medioevo ma con l’influenza di sua madre Viola, una strega venuta dal XXI secolo, è un uomo decisamente sopra le righe per la sua epoca.
Per dovere verso il suo regno, Etan prende in considerazione l’idea di sposare l’erede di Sassovivo, un ricco regno confinante.
Incerto sulla possibilità di un matrimonio combinato, Etan si reca a conoscere la bella Milena, ma già dal suo arrivo capisce che Sassovivo nasconde qualcosa. Anzi, qualcuno: Sparda, una creatura misteriosa in possesso di una forza straordinaria e di due occhi verdi come lo smeraldo…
* * *
“La Figlia del Demone” è il secondo capitolo della saga delle “Streghe di Villacorta” un romance fantasy / paranormal romance **autoconclusivo**. Non è necessario aver letto il capitolo precedente della saga per poter comprendere la trama, ma a chi lo ha fatto farà piacere ritrovare i personaggi del primo libro.
**Avvertenze: contiene scene di violenza e sesso esplicito.**