8913–8928 di 82931 risultati

Il varco di Satana

Questo è un romanzo di fantascienza assai diverso dal solito. E nuovi sono i problemi che esso pone ai lettori, ma non per questo meno affascinanti. Che cos’è la “forza vitale” che si è impossessata del corpo martoriato di Nemo? E chi è, veramente, Nemo? Il potere di quella sconosciuta,energia è terrificante, avvince e fa fremere. Il Varco di Satana ha pagine di una potenza evocativa difficilmente superabile, e come l’ambizioso dottor Hyman, come l’avido studente Lipwade, facile preda di colui che credeva di dominare, come la dolce Ester, come il mite vicario, cosi anche i lettori rimarranno affascinati e inorriditi di fronte alla inafferrabìle, sconcertante, mutevole personalità – candida come un neonato e tenebrosa come lo spirito stesso del Male – che, un misterioso destino ha voluto mandare fra gli uomini, monito forse della fragilità umana e simbolo delle enormi, sconosciute forze che avvolgono l’universo.
Copertina di Carlo Jacono

Il trono d’autunno

Inghilterra, 1176. Imprigionata nel castello di Sarum dal marito, re Enrico II, per aver appoggiato la rivolta scatenata contro di lui dai tre figli, Enrico, Goffredo e Riccardo, Eleonora d’Aquitania, donna dallo spirito fiero e indomito, è costretta a vivere isolata tra le fredde mura della fortezza, lontana dai suoi affetti e dal suo mondo regale. Dopo la morte del consorte, Eleonora può finalmente riconquistare lo scettro, diventando Regina Madre e governando da sola l’Inghilterra, anche in seguito all’incoronazione a Westminster del figlio, Riccardo Cuor di Leone, impegnato di lì a poco nella Terza Crociata in Terrasanta. Ma le tensioni tra i figli di Eleonora per il potere e per la spartizione delle terre s’intensificano a tal punto da trasformarsi in violente lotte fratricide. Il coraggio, la forza e la determinazione della regina sono messi a dura prova. Riuscirà Eleonora a sedare le ostilità tra i figli e a garantire alla figlie un futuro nelle più prestigiose corti d’Europa? Ma soprattutto, potrà finalmente trovare la pace che il suo nobile animo, in fondo, ha sempre desiderato? **

Il tredicesimo giurato

Un uomo e il figlio di appena sette anni sono stati assassinati. Tutti gli indizi sono contro Jennifer Witt, moglie e madre delle vittime: ha un movente, un premio assicurativo di cinque milioni di dollari, e non ha un alibi. Rischia la condanna a morte. La sua vita è nelle mani di una donna, il giudice: il tredicesimo giurato. Un legal thriller complesso, con una trama a doppia faccia, vista sia dalla parte della vittima sia dalla parte di chi è chiamato a giudicare, che riesce a coinvolgere il lettore quasi fosse a sua volta un giurato.

Il titano dei cieli

I nostri lettori, che hanno tanto gradito e apprezzato l’ormai classico «Crociera nell’infinito» di Van Vogt, ritroveranno in questo romanzo di Yves Dermèze i fantastici esseri degli spazi: non più Ixtl, Anabis o Coeurl, questa volta, ma gli Esseri-Forza, i Titani dei cieli di Yves Dermèze: Chob e Akar. Questi Esseri-Forza assorbono la vita degli esseri viventi, che per loro sono dei meschini Esseri-Materia, per poter vivere essi stessi. Ma da lungo tempo (anni, secoli, millenni?) Chob, l’Essere Forza Intergalattico, vaga affamato per gli spazi infiniti senza trovare esseri viventi. E’ ormai tanto debole che non ha la forza per viaggiare verso un’altra Galassia e si dissocia lentamente, esaurendosi, quando un suo tentacolo sensorio avverte un vago fremito di vita. Ha sfiorato un’astronave. Chob vi entra, uccide per nutrirsi gli occupanti dell’astronave – il Nautilus, – Ma s’accorge d’aver commesso un grosso errore: quegli Esseri-Materia vengono dalla Terra, un pianeta su cui ci sono due miliardi di esseri assimilabili per Chob. Perciò Chob presta ai cadaveri un po’ della sua forza motrice, li anima in modo fittizio perché possano ricondurre il Nautilus sulla Terra. Ma la Terra è già la riserva di un altro Essere-Forza, Akar, un Essere-Forza bambino ancora, ma molto più saggio di Chob, che difende gli uomini perché possano vivere e procreare e si nutre della loro vita soltanto quando per età o per disgrazia sfugge dai loro corpi. Akar protegge Robson, un modesto scienziato del Nautilus, l’unico rimasto vivo e per mezzo di Robson e della sua fidanzata, Selma, combatte Chob. Ma nulla, sembra poter distruggere l’Essere Forza Intergalattico! Il romanzo è vivo, interessante, appassionante, scritto con l’abilita nota di Yves Dermèze, vincitore di un premio per il Romanzo d’avventure nel 1954 e siamo certi che i nostri lettori lo apprezzeranno come merita.
Copertina di Curt Caesar

Il Terzo Scimpanzé

L’uomo e manifestamente diverso da tutti gli altri animali. Lo è soprattutto grazie al controllo assoluto (o quasi) che ha conseguito sulla natura, un controllo che si esprime nelle forme più peculiari della nostra civiltà. Alle capacità esclusive che hanno fatto dell’Homo sapiens il padrone del pianeta sono però associati anche aspetti oscuri, che proiettano ombre sinistre sul nostro futuro: genocidi, guerre, distruzione delle risorse.
Ma l’uomo, nel bene e nel male, è anche un semplice mammifero primate, un terzo genere che condivide con le altre due specie di scimpanzé più del 98 per cento del corredo genetico.
Diamond parte da questo fatto incontestabile per ricostruire un ritratto inedito dell’umanità, con la storia della nostra ascesa a partire dalle origini animali. Scopriamo così che il linguaggio, l’arte, l’agricoltura, i comportamenti sessuali, persino la propensione alla violenza e al genocidio hanno antecedenti diretti in altre specie, passati in noi attraverso le leggi dell’evoluzione.

Il Terzo Libro Delle Metamorfosi

Eccoci al terzo e ultimo Libro delle Metamorfosi. La più ricca delle Antologie di Urania è adesso completa. Per comodità del lettore – che potrà richiederci direttamente gli altri due volumi – ecco l’indice di tutta l’opera:
*vedi* : Libro Primo (Urania 482) – Libro secondo (Urania 496)
**INDICE**

**IL SEGREGAZIONISTA**
Segregazionist (1968) |
ISAAC ASIMOV
**IL VOSTRO NUOVO IO**
The new you (1962) |
KIT REED
**PIANETA DI FANGO**
Clear as mud (1967) |
KEITH LAUMER
**L’IMPICCIONE**
The meddler (1968) |
LARRY NIVEN
**DOVE PORTANO TUTTE LE STRADE**
Nightwings (1968) |
ROBERT SILVERBERG
**IL DOTTOR OSS – Le novelle fantastiche – 5° puntata**
|
JULES VERNE

Il tempo di un bacio

Sei pazza a baciare Marcus Carrera? L’ingenua ma avvenente Delia Mason si è piacevolmente ritrovata in una situazione molto simile a un film romantico: un molestatore che la importuna, il tentativo di respingerlo, un uomo prestante che interviene e “festeggia” il salvataggio con un bacio così appassionato da trasformarle la testa in una trottola. Nonostante i consigli altrui di tenere lontano un uomo dal passato misterioso come Marcus Carrera, Delia accetta l’invito a rivedersi. È caduta in una trappola o in un sogno a occhi aperti? **
### Sinossi
Sei pazza a baciare Marcus Carrera? L’ingenua ma avvenente Delia Mason si è piacevolmente ritrovata in una situazione molto simile a un film romantico: un molestatore che la importuna, il tentativo di respingerlo, un uomo prestante che interviene e “festeggia” il salvataggio con un bacio così appassionato da trasformarle la testa in una trottola. Nonostante i consigli altrui di tenere lontano un uomo dal passato misterioso come Marcus Carrera, Delia accetta l’invito a rivedersi. È caduta in una trappola o in un sogno a occhi aperti?

Il tempo dell’esilio. La saga di Deverry

Sono passati molti anni da quando Lord Rhodry Maelwaedd, dopo aver versato sudore e sangue lungo le vie di Deverry come Daga d’Argento e mercenario disonorato è asceso al trono di Aberwyn e ne è diventato il sovrano. Ormai non pensa più così spesso a Jill, il suo antico amore, che nel frattempo è diventata una potentissima maga; ma un giorno Jill ricompare, per chiamarlo a una importante missione, e alle responsabilità della sua eredità. Già, perché Rhodry è un mezzosangue e nelle sue vene scorre, insieme a quello umano, anche il sangue degli Elcyon Lacar, gli elfi che vivono a occidente del regno di Deverry. Edizione tascabile su licenza Nord. **

Il Signore Dei Transalpha

Henry Ward, l’autore de «I Soli Verdi», che pubblicato in questa collezione destò tanto interesse, narra nel suo nuovo romanzo un’altra delle sue appassionanti avventure dí agente segreto. Un’avventura che va oltre la limitata sfera del nostro piccolo pianeta e abbraccia, si può dire, l’universo, pur rimanendo in un’atmosfera di crudele, quasi spietata, realtà. Sfilano davanti al lettore i personaggi politici più noti del mondo contemporaneo, le basi segrete americane, russe, cinesi, da cui sfrecciano i satelliti artificiali con mete sempre più ambiziose; gli intrighi, le rivalità, le rappresaglie di questo nostro mondo diviso in due parti; gli squallidi paesaggi del deserto di Gobi, il desolato malefico retaggio dell’antica civiltà di Marte. E tutto questo serve come indispensabile scenario a una vicenda intensa d’azione ma anche di profonda umanità, specialmente nel punto in cui narra l’agonia spaventosa dei primi tre uomini che, lanciati verso Marte a bordo di un satellite cinu-russo, sono spinti, per uno scopo vitale per l’umanità, all’assassinio e al suicidio da altri uomini che hanno gli stessi sogni, le stesse ambizioni, gli stessi sentimenti, la stessa scienza, ma che si trovano nel campo avverso. Perché, come dice il Vangelo, e come ripete l’autore: «Ogni regno diviso in se stesso perirà». E soltanto un pericolo comune può affratellare due nemici che siano naufragati insieme.

Il signor omicidi

Carey Thorpe è un critico cinematografico a cui piacciono molto, forse troppo, le donne, e i casi polizieschi che risolve perii sergente Fred Staples. Ma quando, durante una violenta discussione, la bella Laura Penney batte la testa e muore sul colpo, l’ultima cosa a cui Thorpe pensa è confessare. Esce di soppiatto e spera di farla franca. Non sa però che il marito geloso di Laura la faceva sorvegliare da un investigatore. Per sfuggire alla giustizia, Thorpe dovrà sviare i sospetti di tutti, inclusi quelli dell’amico Staples.

Il sigillo del serpente piumato

Deciso a conquistare la cantante Jane Ross, Ivan Korvich cambia nome, lascia la città natale di Kiev e poi la Terra stessa. Il pianeta dove la ragazza si esibisce è Parvati, dove Ivan – ora Johnny – viene a sapere di una razza di giganti che terrorizzano tutti. È la sua occasione: se riuscirà a sconfiggere almeno un gigante, per Jane diventerà un eroe… Così avviene, ma Jane è a sua volta un’eroina fatta e finita, non crede alle favole e dopo un po’ se ne va per la sua strada, diretta al pianeta-prigione Apollo. Perché? Quali segreti nasconde il fosco mondo abitato soltanto da un migliaio di deportati? Da Sheckley a Jack Vance, esiste su “Urania” una lunga tradizione di romanzi fanta-cavallereschi, di avventure nello spazio che ricordano le canzoni di gesta in chiave paradossale e avveniristica. Oggi Piero Schiavo Campo si aggiunge alla schiera e questo romanzo – vincitore del nostro premio annuale – lo conferma come uno dei migliori esponenti della galassia fantascientifica di oggi.
**ALL’INTERNO** , il racconto “Saltare avanti” di Linda De Santi, vincitore del premio Urania Short 2017. **
### Sinossi
Deciso a conquistare la cantante Jane Ross, Ivan Korvich cambia nome, lascia la città natale di Kiev e poi la Terra stessa. Il pianeta dove la ragazza si esibisce è Parvati, dove Ivan – ora Johnny – viene a sapere di una razza di giganti che terrorizzano tutti. È la sua occasione: se riuscirà a sconfiggere almeno un gigante, per Jane diventerà un eroe… Così avviene, ma Jane è a sua volta un’eroina fatta e finita, non crede alle favole e dopo un po’ se ne va per la sua strada, diretta al pianeta-prigione Apollo. Perché? Quali segreti nasconde il fosco mondo abitato soltanto da un migliaio di deportati? Da Sheckley a Jack Vance, esiste su “Urania” una lunga tradizione di romanzi fanta-cavallereschi, di avventure nello spazio che ricordano le canzoni di gesta in chiave paradossale e avveniristica. Oggi Piero Schiavo Campo si aggiunge alla schiera e questo romanzo – vincitore del nostro premio annuale – lo conferma come uno dei migliori esponenti della galassia fantascientifica di oggi.
**ALL’INTERNO** , il racconto “Saltare avanti” di Linda De Santi, vincitore del premio Urania Short 2017.

Il Settimo Giorno

Alexander è un sedicenne che da mesi è rinchiuso in un ospedale psichiatrico, da quando ha cominciato a vedere i primi “abomini” come li chiama lui. Persino i genitori l’hanno abbandonato e solo Ella, la sua amica, continua a fargli visita di tanto in tanto. Alexander se ne sta sempre lontano dagli specchi. È infatti convinto che riflettano uno strano essere androgino dai lunghi capelli biondi e due paia di ali bianchissime. Le cose, però, cambiano quando viene avvicinato da due strani medici dalle iridi scarlatte, uomini che vogliono sapere dove si trovi la “Porta” e quale sia il segreto della città di Acalia. Alexander riuscirà a salvarsi solo grazie all’aiuto di Helis, una ragazza spuntata dal nulla e di Ella, coinvolta suo malgrado nella fuga dall’ospedale psichiatrico. Il ragazzo scoprirà presto di essere l’ultimo Veggente rimasto sulla Terra e di essere in pericolo. Ezechiel infatti, l’Arcangelo protettore dei Veggenti e dei Profeti, è sparito. Da allora tutti i suoi “figli”sono visibili agli occhi dei Demoni, bramosi di conoscere il futuro. Ma gli Angeli non possono permetterlo, per questo stanno “epurando” tutte le persone speciali. Con la morte. Riuscirà il ragazzo, con l’aiuto dei suoi nuovi amici, a salvarsi e a evitare l’Apocalisse?