Visualizzazione di 66817-66828 di 90860 risultati

Agatha Raisin – Il prestito fatale

Piddlebury è un sonnolento villaggio dei Cotswolds scampato ai flussi di turisti della domenica. Una comunità piccola e chiusa, che però sa accogliere Gloria French, nuova compaesana che molto si spende nelle attività di beneficenza e nell’assistenza agli anziani. Ma Gloria ha un difetto: chiede in prestito le cose più disparate, che poi immancabilmente non restituisce. Forse anche per questo, quando viene trovata morta, uccisa con del vino di sambuco al veleno, nessuno ne piange la dipartita. Il presidente del consiglio comunale incarica Agatha di indagare, ma la nostra detective si scontra con un muro di omertà. Per di più, non riesce a lavorare serenamente perché il suo ex marito, James Lacey, fa gli occhi dolci alla giovane Toni Gilmour, collaboratrice di Agatha, risvegliando in lei sopite gelosie.

Afterlife (Versione Italiana)

Bianca e Lucas hanno superato qualsiasi ostacolo per difendere il loro amore, anche la morte. Non solo la morte. Bianca è diventata uno spettro e Lucas è stato trasformato in ciò che ha combattuto per tutta la vita: un vampiro. Ma sono ancora insieme. Mentre aspetta che Lucas riapra gli occhi per la prima volta da non-morto, Bianca pensa che nulla potrà ormai separarli, ma sa già che al risveglio dovranno fare i conti con la sua feroce sete di sangue. Non rimane che rifugiarsi a Evernight, la prestigiosa accademia dove i vampiri imparano a confondersi tra gli umani e dove è nato il loro amore. Ma, ancora una volta, tra i corridoi di Evernight niente è come sembra, e la spietata rivalità tra spettri e vampiri minaccia di esplodere. C’è di nuovo una posta in gioco, forse più alta di prima: qualcosa per cui combattere, qualcosa che vale più della vita.

Acqua Di Mare

Estate 1963. Mentre l’America vive gli ultimi scampoli di ottimismo e prosperità dell’era kennediana, il quindicenne Michael trascorre le vacanze con il padre e la madre nella villa di Bone Point, sulle rive dell’Atlantico. Il loro sereno ménage *upper class* viene però travolto dall’arrivo della signora Mertz e di sua figlia Zina, ospiti nella foresteria della casa; avvenenti e disinibite, le due donne conquistano fin dal primo istante le attenzioni del ragazzo e di suo padre Peter, scatenando le gelosie della madre e quelle di Melissa, figlia di amici di famiglia e innamorata a sua volta di Michael. In questo gioco erotico di specchi, che non risparmia nessuno – perfino Blackheart, il cane di Michael, sembra incapace di controllarsi quando è nelle vicinanze della cagnetta di Zina, Sonya, a lui sdegnosamente indifferente – il ragazzo conoscerà la prima delusione della sua adolescenza e vedrà messa a dura prova l’amicizia virile che lo lega al padre. *Acqua di mare* , pubblicato per la prima volta nel 1998, è l’ultima opera di un grande scrittore da riscoprire: «un piccolo capolavoro», come lo ha definito il *New York Times* , una commedia delicata e commovente che SUR ripropone oggi in una nuova traduzione d’autore firmata da Tommaso Pincio.

A Piedi Nudi Nell’arte

Perché Giotto fu il primo regista di fiction della storia e Lucio Fontana il più grande esploratore dello spazio? Quale filo lega la Crocifissione di San Pietro di Caravaggio, I mangiatori di patate di Van Gogh e i sacchi di juta sporchi di Kounellis? È più spirituale una Madonna in una pala d’altare medievale o il quadrato nero di Malevic˘? Può capitare di incontrare tutte queste domande nell’arco di poche ore, e persino di saper rispondere, tra una visita mattutina a una mostra, un aperitivo galeotto con una ragazza troppo giovane, un blackout che all’improvviso ridisegna gli spazi e ti invita a riflettere, forse a ricordare. È quel che succede al protagonista di questo libro, che in una passeggiata metropolitana, in una splendida giornata di maggio, si trova a percorrere un’inattesa educazione sentimentale, mentre le opere che conosce e gli artisti che ama gli danno una chiave per leggere ciò che gli accade intorno, per capire ciò che gli accade dentro. Provocazioni, intuizioni, aneddoti si intrecciano in un originale racconto colorato d’arte e di vita, capace di calare il messaggio dei capolavori di ogni epoca nella nostra quotidianità per parlare in modo originale e appassionato di pensiero, di bellezza e, perché no, anche d’amore.

55

A Wilbrook non c’è quasi nulla. Pochi abitanti, qualche casa, una chiesa. Strade polverose bruciate dal sole, come in un vecchio film western. E lì dietro, sull’altopiano di Gardner’s Hill, caleidoscopiche sequenze di alberi e rocce affilate come lame disorientano chi passa; un esperimento di Dio, per mettere alla prova la capacità di adattamento dell’uomo alla natura. Ancora non ci crede, Gabriel, di essere riuscito a scappare. Di avere trovato una via di fuga giù per l’altura ed essere arrivato in quella sperduta stazione di polizia per raccontare la storia agghiacciante delle sue ultime ore: le catene ai polsi, il capanno nel bosco, lo psicopatico di nome Heath che voleva fare di lui la sua cinquantacinquesima vittima. Mai, in tanti anni di servizio nel paesino immobile di Wilbrook, annidato nell’entroterra australiano, il sergente Chandler Jenkins ha dovuto ascoltare un racconto del genere. Ma quando nel suo ufficio mette piede un altro uomo ferito, insanguinato, che dice di chiamarsi Heath e di essere stato sequestrato da un maniaco di nome Gabriel, sono due i racconti straordinari. La verità, però, è una sola, e Jenkins la deve trovare mettendosi sulle tracce quasi scomparse di un passato ancora irrisolto. E noi con lui ci avventuriamo sull’altopiano, sentiamo il caldo che scioglie la pelle e la terra che crepita sotto i piedi mentre camminiamo lungo sentieri vertiginosi e riarsi, infidi come certi segreti.

All’ombra Delle Fanciulle in Fiore

All’ombra delle fanciulle in fiore Premio Goncourt nel 1919, All’ombra delle fanciulle in fiore rappresenta, all’interno di quel “tout vivant” che è la Recherche, il momento spirituale e biologico della giovinezza. Libro “corale”, “estroverso”, di un fascino duraturo, è anche un libro “marino”, nel quale il paesaggio della costa normanna insolitamente assolata, tratteggiata con tocchi impressionisti, fa da sfondo al doppio amore del Narratore per Gilberte prima e per la piccola banda delle “fanciulle in fiore” poi, in cui spicca Albertine. Tra i molti incontri decisivi, quello con lo scrittore Bergotte e il pittore Elstir, che inizieranno il Narratore alla vita e all’arte.

Affare Fatto

Sceglierla come finta fidanzata è stato il miglior affare di sempre.
Un affare che rifarei all’infinito.
L’affare della mia vita.
Isabel è una persona solare, socievole e affabile, ama il suo lavoro, ha tanti amici e…
Resettiamo tutto e ricominciamo.
Isabel è una musona, ama la solitudine, non si è mai innamorata, odia il suo lavoro e il suo capo, ma soprattutto il mattino. Ah, la tipa è estremamente vendicativa.
Samuel cerca una finta fidanzata da portare a casa per le vacanze, ma è più facile a dirsi che a farsi. Il suo unico intento è quello di scoraggiare sua nonna che ha come unico obiettivo quello di accasare il nipote. Ormai prossimo all’esilio, si imbatte in una cameriera poco cordiale e piuttosto aggressiva: la candidata ideale.
Indovinate chi è?
Esatto, avete capito bene.
Convincerla ad aiutarlo non sarà facile, portare a termine il piano che hanno concordato si rivelerà un’impresa ardua, ritornare ognuno alla propria vita sarà infattibile.
Due persone totalmente diverse.
Una famiglia invadente.
Un affare che li metterà a dura prova.
Un’attrazione incontenibile.
Un passato difficile.
Un amore impossibile.
O forse no?
Isabel annuisce soddisfatta e si appresta a lasciarmi solo con una certa urgenza. Incrocio le braccia e attendo l’inevitabile: guardare la mia ultima possibilità sfumare… Ma qualcuno dall’alto decide di abbracciare la mia causa e – udite, udite – la macchina della psicopatica decide di abbandonarla proprio questa sera. Mi godo la scena in religioso silenzio, guardo Isabel provare e riprovare ad avviare il veicolo, sbuffare e infine rassegnarsi, dando un colpo al volante.
Come si dice? Morte tua, vita mia. Mi dispiace per lei, davvero, ma sono contento per me. Potrei addirittura ridere della situazione, ma non sono crudele e non mi piace infierire. Vedete, non sono poi così terribile.
Scende dalla macchina, incavolata nera, sbatte la portiera e dà un calcio alla gomma anteriore. Certo, dopo un simile trattamento il suo veicolo di sicuro partirà.
«Problemi?» domando, cercando in tutti i modi di mascherare il mio compiacimento.
«Ma chi sei, l’uomo delle ovvietà?».
Questa volta non riesco a trattenermi e rido in modo incontrollato. Isabel, com’è giusto, non sembra apprezzare il mio comportamento e mi fissa in modo truce.
Bene, cerchiamo di farci perdonare…
«Sai, io ho una macchina…» la butto lì.
«Anch’io, come puoi constatare». Indica il suo veicolo con la mano.
«Ma la mia è funzionante» le faccio notare.
Batte un piede a terra e incrocia le braccia al petto. «Penso di odiarti».
È perfetta, la candidata ideale.
«Posso darti un passaggio?» propongo. Isabel guarda la sua macchina e poi me, è chiaramente indecisa e devo giocarmela bene. «Non sono un serial killer».
«A mio parere porti iella, e questo non fa di te un uomo innocuo a prescindere. Che non sei un serial killer, poi… Ci sono serial killer che ammetterebbero mai di esserlo?».
«Ma io non lo sono, quindi non ho nulla da ammettere».
Ci pensa ancora ed è pronta a cedere, me lo sento.
«Come sintonizzi il volume della TV e della radio?».
Ragazzi, questa tipa sta seriamente messa male.
«Eh?».
«Rispondi» mi esorta.

Accattone-Mamma Roma-Ostia

Questo volume raccoglie tre sceneggiature di Pier Paolo Pasolini, ambientate nelle borgate romane: Accattone, Mamma Roma e Ostia. In Accattone (1961) Pasolini ripropone il mondo dei suoi romanzi in una struttura più spoglia e profonda; l’odissea del diseredato Accattone si dipana come in un affresco antico, con un umore acre che trasforma in forza anche la disperazione, conferendo una dimensione sacrale a un universo che sta per scomparire. Con Mamma Roma (1962), attraverso le vicende dell’ex prostituta che vuole strappare il figlio alla strada, ci avviciniamo a un ideale piccolo-borghese. Ostia (1970), rivisita in forma di apologo tragicomico i temi della morte, del mito, della congiunzione di sacro e profano. **

2049 Contea di Clarke

2049: nella prima stazione orbitale umana, la contea di Clarke (o Clarke County), scoppia l’insurrezione contro la Terra.
2051: un testimone oculare è disposto a raccontare i fatti come realmente si svolsero: il ruolo del partito della Nuova Arca, i misteriosi progetti della Compagnia dell’Immortalità, i fanatismi della Chiesa di Elvis, e gli altri orrori di un conflitto devastante, ma c’è ancora un mistero da sciogliere…
Copertina di Massimo Rosestolato

103 Curiosità Matematiche

Il volume affronta, in 103 brevi capitoli monografici, vari argomenti di matematica, riguardanti principalmente la teoria dei numeri, quella delle cifre e quella delle relazioni, includendo con quest’ultima anche funzioni e applicazioni tra elementi di insiemi. “103” non è un numero magico ma, come si scoprirà nella lettura dell’opera, è uno spunto da cui gli autori sono partiti per numerose riflessioni sulle proprietà dei numeri. Nel libro sono trattati molti argomenti che sono stati sviluppati solo negli ultimi decenni e che non si trovano nei testi di matematica divulgativa e ancor meno raccolti in modo organico in un unico volume; problemi che tipicamente avvincono professionisti e appassionati di matematica. Alcuni temi si esauriscono in un solo capitolo? per esempio i numeri autobiografici, gli early bird, i numeri esotici? altri, come quelli relativi alla scomposizione in fattori primi, alla criptografia, alla teoria dei grafi, sono affrontati a più riprese per raggiungere un buon grado di approfondimento.