865–880 di 72802 risultati

Le tentazioni di Greta

Salisburgo, 1805 – Prima di andare in sposa a un uomo molto più vecchio di lei, Greta vuole concedersi almeno una notte di passione da serbare nella memoria in futuro. E a giudicare dal bacio ardente che si sono scambiati e dall’atmosfera carica di sensualità che ha infiammato i loro sensi, Oliver Doerger, giovane, bello ed eccitante, sembra il candidato ideale. Lui, però, non ha il coraggio di sedurre una fanciulla innocente, e così, malgrado l’infuocata attrazione che lo attira verso di lei, si impone di porre fine a quell’interludio amoroso. Ma non toccare più quella pelle di velluto e quelle labbra che sembrano boccioli di rosa si rivela una promessa impossibile da mantenere!

Le sette dinastie. La lotta per il potere nel grande romanzo dell’Italia rinascimentale

**Il romanzo più atteso dell’anno
L’autore della saga bestseller *I Medici*
Tradotto in tutto il mondo**
Sette famiglie, sette sovrani, sei città: questa è l’Italia del XV secolo, dilaniata da guerre, intrighi e tradimenti, governata da signori talvolta lungimiranti, ma molto spesso assetati di potere e dall’indole sanguinaria. A Milano, Filippo Maria, l’ultimo dei Visconti, in assenza di figli maschi cerca di garantire la propria discendenza dando in sposa la giovanissima figlia a Francesco Sforza, promettente uomo d’arme. Intanto trama contro il nemico giurato, Venezia, tentando di corromperne il capitano generale, il conte di Carmagnola. Ma i Condulmer non temono gli attacchi: smascherano il complotto e riescono a imporre sul soglio di Pietro proprio un veneziano, che diverrà papa con il nome di Eugenio IV. Tuttavia il duca milanese troverà alleati anche a Roma: sono i rappresentanti della famiglia Colonna, ostili al papa che viene da Venezia e decisi a cacciarlo dalla città. Solo l’aiuto dei Medici riesce a scongiurare la morte del pontefice, costretto però a un esilio forzato a Firenze. E mentre nel sud dell’Italia si fa sempre più cruenta la guerra tra angioini e aragonesi, il destino della penisola italica è sempre più avvolto nell’incertezza…
**Sette famiglie.
Sette sovrani.
Sei città. 
Il gioco dei troni nell’Italia del Rinascimento.**
**Dall’autore vincitore del Premio Bancarella
Hanno scritto dei suoi romanzi:**
«Guerre, passioni, congiure, tradimenti e intrighi: la ricetta di Strukul, tra storia e invenzione, piace e diventa bestseller.»
**Il Venerdì di Repubblica**
«Matteo Strukul ripercorre, tra attenzione ai fatti e reinvenzione romanzesca, la saga della dinastia più potente del Rinascimento.»
**Il Corriere della Sera**
«Strukul è un autore eclettico e accattivante, che sa raccontare la grande Storia con la leggerezza e la velocità dei nostri tempi. Un Dumas 2.0.»
**La Stampa**
«Matteo Strukul è una delle voci più importanti della nuova narrativa italiana: dovete assolutamente leggerlo.» 
**Joe R. Lansdale**
**Matteo Strukul**
è nato a Padova nel 1973. È laureato in giurisprudenza e dottore di ricerca in diritto europeo. Le sue opere sono in corso di pubblicazione in sedici lingue, pubblicate in trenta Paesi e opzionate per il cinema. Il primo romanzo della saga sui Medici, *Una dinastia al potere* , ha vinto il Premio Bancarella 2017. La serie (che comprende anche *Un uomo al potere* , *Una regina al potere* e *Decadenza di una famiglia* ) è in corso di pubblicazione in 12 lingue e in più di 25 Paesi. La Newton Compton ha pubblicato anche *Inquisizione Michelangelo*. **
### Sinossi
**Il romanzo più atteso dell’anno
L’autore della saga bestseller *I Medici*
Tradotto in tutto il mondo**
Sette famiglie, sette sovrani, sei città: questa è l’Italia del XV secolo, dilaniata da guerre, intrighi e tradimenti, governata da signori talvolta lungimiranti, ma molto spesso assetati di potere e dall’indole sanguinaria. A Milano, Filippo Maria, l’ultimo dei Visconti, in assenza di figli maschi cerca di garantire la propria discendenza dando in sposa la giovanissima figlia a Francesco Sforza, promettente uomo d’arme. Intanto trama contro il nemico giurato, Venezia, tentando di corromperne il capitano generale, il conte di Carmagnola. Ma i Condulmer non temono gli attacchi: smascherano il complotto e riescono a imporre sul soglio di Pietro proprio un veneziano, che diverrà papa con il nome di Eugenio IV. Tuttavia il duca milanese troverà alleati anche a Roma: sono i rappresentanti della famiglia Colonna, ostili al papa che viene da Venezia e decisi a cacciarlo dalla città. Solo l’aiuto dei Medici riesce a scongiurare la morte del pontefice, costretto però a un esilio forzato a Firenze. E mentre nel sud dell’Italia si fa sempre più cruenta la guerra tra angioini e aragonesi, il destino della penisola italica è sempre più avvolto nell’incertezza…
**Sette famiglie.
Sette sovrani.
Sei città. 
Il gioco dei troni nell’Italia del Rinascimento.**
**Dall’autore vincitore del Premio Bancarella
Hanno scritto dei suoi romanzi:**
«Guerre, passioni, congiure, tradimenti e intrighi: la ricetta di Strukul, tra storia e invenzione, piace e diventa bestseller.»
**Il Venerdì di Repubblica**
«Matteo Strukul ripercorre, tra attenzione ai fatti e reinvenzione romanzesca, la saga della dinastia più potente del Rinascimento.»
**Il Corriere della Sera**
«Strukul è un autore eclettico e accattivante, che sa raccontare la grande Storia con la leggerezza e la velocità dei nostri tempi. Un Dumas 2.0.»
**La Stampa**
«Matteo Strukul è una delle voci più importanti della nuova narrativa italiana: dovete assolutamente leggerlo.» 
**Joe R. Lansdale**
**Matteo Strukul**
è nato a Padova nel 1973. È laureato in giurisprudenza e dottore di ricerca in diritto europeo. Le sue opere sono in corso di pubblicazione in sedici lingue, pubblicate in trenta Paesi e opzionate per il cinema. Il primo romanzo della saga sui Medici, *Una dinastia al potere* , ha vinto il Premio Bancarella 2017. La serie (che comprende anche *Un uomo al potere* , *Una regina al potere* e *Decadenza di una famiglia* ) è in corso di pubblicazione in 12 lingue e in più di 25 Paesi. La Newton Compton ha pubblicato anche *Inquisizione Michelangelo*.

Le Leggende Di Shannara – 1. L’Ultimo Cavaliere

Da più di trent’anni Terry Brooks è il maestro incontrastato del fantasy mondiale. Con *L’ultimo cavaliere* si apre un nuovo entusiasmante capitolo del leggendario ciclo di Shannara. Sono passati cinquecento anni dalle Grandi Guerre, fomentate dai demoni, che avevano lasciato solo morte e rovina, sterminando quasi completamente il genere umano. I superstiti, un piccolo gruppo di Uomini e di Elfi, fuggiti sotto la guida del giovane Falco – una creatura magica dalle sembianze umane -, avevano trovato rifugio in una valle remota e inaccessibile che lo stesso Falco era riuscito a isolare dai pericoli esterni con la magia, esaurendo tutto il suo potere. Uomini, Elfi e mutanti avevano trovato un luogo che credevano sarebbe stato la loro patria per sempre. Ma si sbagliavano. Avviene infatti ciò che non era immaginabile: dopo cinque secoli, la barriera della nebbia magica che protegge la valle comincia ad affievolirsi e quando Sider Ament, l’unico discendente sopravvissuto dei Cavalieri del Verbo, sorprende alcune creature ostili provenienti dall’esterno che aggrediscono due cercatori di piste, teme il peggio. Il rifugio un tempo sicuro è ora diventato vulnerabile e lui solo è in grado di fronteggiare e sconfiggere i misteriosi nemici che stanno penetrando nel loro mondo.
Ben pochi tra gli abitanti, però, sembrano credere al pericolo.
Insieme ai due giovani cercatori di piste e a una coraggiosa principessa degli Elfi, Sider guida la difesa della patria, impresa decisamente complicata, aggravata dal tradimento di chi vuole impadronirsi del potere, mentre all’esterno un esercito di Troll si prepara all’invasione. Sider e i suoi compagni scoprono che i nemici sono molto più forti del previsto e che per avere qualche possibilità di salvezza dovranno di nuovo imparare a servirsi delle Pietre Magiche.
I milioni di appassionati lettori di Terry Brooks saranno certamente catturati da questo romanzo, primo della nuova serie “Le leggende di Shannara”, che conferma le straordinarie doti narrative di un grande autore.

Le dame di Grace Adieu e altre storie di magia

Il regno delle fate non è così lontano come potremmo pensare. A volte, infatti, capita di attraversare distrattamente una linea invisibile e ritrovarsi a fronteggiare principesse petulanti, vendicativi rapaci notturni, dame che ammazzano il tempo ricamando terribili destini, o di ritrovarsi perduti lungo un sentiero infinito in una selva incredibilmente oscura, dove le case non hanno mai lo stesso aspetto due volte. È ciò che accade agli eroi di questi racconti, fra i quali appaiono un esagitato pastore dell’epoca della Reggenza, un medico ebreo del XVIII secolo, sua maestà Maria Stuarda, oltre a un piacevolissimo quanto inaspettato ritorno: Jonathan Strange e il misterioso Re Corvo in persona.

Le crociate

Le guerre tra cristiani e musulmani nell’epoca dei cavalieriCol termine crociate si indicano le spedizioni militari organizzate durante il Medioevo dai cristiani di Occidente in Terra Santa, per cacciarne i musulmani. Su questo tema le interpretazioni storiche sono state spesso discordanti. Secondo alcuni studiosi i crociati erano dei santi votati alla riconquista dei luoghi che erano stati la culla del cristianesimo. Secondo altri erano invece affaristi astuti, cinici e crudeli che volevano conquistare la Palestina e Gerusalemme per impiantarvi città-mercato e lucrosi affari. In effetti, nessuna delle due immagini appare totalmente veritiera. La maggior parte dei crociati in realtà era mossa da autentica fede ma ciò non significò – come scrive l’autore in questo studio introduttivo – «che, in Terra Santa e nelle altre zone dove i soldati di Cristo passarono, non si compissero azioni violente e crudeli e che non si effettuassero attività remunerative e spregiudicate».Ludovico Gattoprofessore emerito di Storia medievale presso l’Università di Roma «La Sapienza», è autore, fra l’altro, di L’atelier del medievista e Viaggio intorno al concetto di Medioevo. Tra i numerosi titoli pubblicati con la Newton Compton ricordiamo: Sicilia medievale, Storia e storie del Medioevo, Storia di Roma nel Medioevo, Il Medioevo giorno per giorno e Le grandi donne del Medioevo.

Le cose che abbiamo in comune sono un milione e 250

Alex, deciso a disertare il servizio di leva, ha raggiunto Copenhagen e ora vive felicemente a casa di Tom, un amico conosciuto durante una vacanza.
Per riportarlo in Italia, la sua famiglia ha ingaggiato un detective privato molto particolare, romantico e con ambizioni da pittore, che gira mezza Europa pur di ritrovarlo. Ma Alex di tornare a Roma non vuole saperne: si guadagna da vivere giocando a scacchi, trascorre le sue serate bevendo ottima birra in compagnia di un’allegra brigata e ha conosciuto il sesso giocoso e poi il vero amore insieme ad Annet, un’italo-danese che vive con due pappagalli, Hard e Rock, e un’amica ambientalista simpatizzante di Greenpeace. Ma un giorno il piccolo gruppo di amici deve confrontarsi con una difficile prova. Preben e Rasema sono innamorati, ma lei è algerina e promessa in sposa a un connazionale fin dalla nascita. Alex è messo alle strette: per far trionfare l’amore tra i due, dovrà mettere alla prova le sue abilità e giocare la partita a scacchi più importante della sua vita. State a vedere come andrà a finire!
*Le cose che abbiamo in comune sono un milione e 250* fa rivivere la generazione degli anni Settanta attraverso le avventure comiche, goliardiche e spensierate di un ventenne italiano, in pausa dal mondo reale, e pronto a tutto pur di godersi una vita spericolata e un amore indimenticabile.

Le cento migliori ricette di carne

Questo libro è dedicato alle carni di tipo rosso (manzo e maiale) e bianco (vitello). Il manzo, che delle carni è la più nutriente, e contiene la più alta percentuale di proteine, si presta bene per bolliti, stufati, arrosti, fettine; il vitello è l’ideale per spezzatini e costolette, mentre il maiale è adatto a tutte le cotture: arrosto, allo spiedo, brasati… In questo libro troverete cento ricette per preparare i piatti di carne nel modo più semplice e appetitoso.

Largo Winch: Assalto al Gruppo W

Nerio Winch, padrone di un impero finanziarlo internazionale, muore misteriosamente. Il Gruppo W non ha più un capo, l’unico erede designato è un giovane di cui nessuno ha mai sentito parlare: Largo. Un ribelle, accusato di un delitto non commesso e rinchiuso in una prigione turca. Chi vuole Impadronirsi della più potente società del mondo? Qual è il nome del traditore che manovra nell’ombra per distruggere Largo e accaparrarsi la ricchezza che gli spetta?

La vita reale

Opera incompiuta, la “Terza serie” delle opere di G.I. Gurdjieff doveva all’inizio essere composta da cinque libri. Secondo la testimonianza dei suoi allievi più vicini, che avevano lavorato con lui per parecchi anni, solo alcuni capitoli sono stati redatti in forma pressappoco definitiva. Le cinque Conferenze che compaiono in questo libro erano destinate al primo libro. La quarta Conferenza, come si vede, è incompleta. Del quinto libro non vi è traccia, così come del secondo e del terzo nel quale dovevano essere inclusi tre capitoli a cui Gurdjieff fa riferimento in Incontri con uomini straordinari. Il quarto libro verosimilmente avrebbe dovuto constare di due capitoli: Il prologo ed il testo incompleto Il mondo esteriore ed il mondo inferiore dell’uomo. Il piano dell’opera di Gurdjieff era il seguente: con il titolo Del tutto e di tutto dovevano essere pubblicati i suoi scritti in dieci volumi in tre serie. La prima serie in tre libri comprende: Racconti di Belzebù al suo nipotino, Critica obiettivamente imparziale della vita degli uomini. Le seconda serie in due libri comprende Incontri con uomini straordinari. La terza serie in cinque libri comprende La vita non è reale che quando “Io sono”.

La valle segreta

**Un nobile cavaliere e un’audace dama nella Scozia del 1692, divisa dalle lotte fra clan** È l’alba del 13 febbraio 1692 e gli uomini del clan Campbell massacrano a tradimento la gente di Glencoe, nelle Highlands scozzesi. Duncan MacDonald è “Il Protettore” dell’Ordine dei cavalieri dell’Unicorno, e in un inferno di morte e distruzione riesce a condurre in salvo i sopravvissuti. Attraversate le montagne in condizioni disperate, il gruppo si rifugia presso il clan alleato degli Stewart. Nel meraviglioso castello di Sealgair, Duncan ritrova Violet Stewart: la bambina di un tempo è diventata una bellissima lady dai capelli biondi profumati di erica e dagli occhi color indaco. Per entrambi l’attrazione è inevitabile, ma Duncan la combatte perché nel suo futuro c’è posto soltanto per la vendetta. Diretto a Edimburgo per affrontare i nemici, acconsente a scortare Violet che deve raggiungere la zia: il viaggio difficile e ricco d’insidie offre ai due giovani l’occasione per conoscersi e innamorarsi. La resa dei conti che attende Duncan nella capitale minaccia di dividerli per sempre, ma il loro amore e il loro coraggio creeranno un nuovo scenario, dove ogni soluzione diventa possibile. **
### Sinossi
**Un nobile cavaliere e un’audace dama nella Scozia del 1692, divisa dalle lotte fra clan** È l’alba del 13 febbraio 1692 e gli uomini del clan Campbell massacrano a tradimento la gente di Glencoe, nelle Highlands scozzesi. Duncan MacDonald è “Il Protettore” dell’Ordine dei cavalieri dell’Unicorno, e in un inferno di morte e distruzione riesce a condurre in salvo i sopravvissuti. Attraversate le montagne in condizioni disperate, il gruppo si rifugia presso il clan alleato degli Stewart. Nel meraviglioso castello di Sealgair, Duncan ritrova Violet Stewart: la bambina di un tempo è diventata una bellissima lady dai capelli biondi profumati di erica e dagli occhi color indaco. Per entrambi l’attrazione è inevitabile, ma Duncan la combatte perché nel suo futuro c’è posto soltanto per la vendetta. Diretto a Edimburgo per affrontare i nemici, acconsente a scortare Violet che deve raggiungere la zia: il viaggio difficile e ricco d’insidie offre ai due giovani l’occasione per conoscersi e innamorarsi. La resa dei conti che attende Duncan nella capitale minaccia di dividerli per sempre, ma il loro amore e il loro coraggio creeranno un nuovo scenario, dove ogni soluzione diventa possibile.
### L’autore
Linda Kent divide la sua vita fra la magica atmosfera di Roma e la campagna toscana, un’oasi di tranquillità nella quale si rifugia quando la scrittura richiede maggiore concentrazione. Ama profondamente la letteratura, la poesia e la storia del passato, soprattutto quella del Regno Unito e, non appena le è possibile, compie lunghi viaggi nei luoghi in cui ambienta i suoi romanzi, per poterli descrivere fedelmente ai lettori. Ha pubblicato altri romanzi storici con Mondadori: *Il profumo delle rose selvatiche* (2013), *Sole nella brughiera* (2014), *Vento di Cornovaglia* (2014), *Lo sa il mare* (2015), *Una notte d’autunno* (2016), *Gelsomino indiano* (2018), *L’albero dei desideri* (2019). E in self publishing: *Biancospino* (2016), *Nella Tana del Leone* (2017) e *Nobile Guerriero* (2017). Sui social e sul suo sito si possono trovare notizie sull’autrice e i suoi romanzi. Sito: www.lindakentauthor.com Fb: www.facebook.com/lindakentromance; www.facebook.com/linda.kent.5076 Twitter: twitter.com/lindalindakent Instagram: www.instagram.com/linda.lindakent Pinterest: www.pinterest.it/lindakent5076

La Traversata

Il **24 marzo 1941** , il **Capitaine-Paul-Lemerle** lasciava il porto di Marsiglia per affrontare la **traversata dell’Atlantico** con circa trecento passeggeri a bordo. «Non si trattava solo di una nave ma di un’arca»: ospitava un piccolo e variegato consesso di artisti, studiosi e rifugiati politici, tutti in fuga dagli orrori del secondo conflitto mondiale. Le ragioni della partenza erano diverse e diversa la meta finale: **André Breton** e **Claude Lévi-Strauss** volevano raggiungere New York; **Victor Serge** era riuscito a strappare per sé e il figlio un visto per il Messico, così come **Anna Seghers**. **Germaine Krull** , che con occhio di fotografa si aggirava tra i sartiami in cerca di uno scatto, sarebbe arrivata in Brasile, il pittore **Wilfredo Laim** a Cuba. Erano saliti aspettandosi lussi da transatlantico, ma si trovarono a condividere una bagnarola arrugginita che offriva modesti letti a castello e in alcuni casi anche il disprezzo del comandante. Fu una navigazione lunga e faticosa, il cibo scarseggiava, l’igiene era nullo, e all’interno di questo mondo chiuso venne a crearsi una comunità costretta a inventare momenti di pallida allegria e ad affrontare nuove prove a ogni scalo, come la quarantena nell’agognata Martinica. Nessuno sarebbe uscito indenne da quella crociera forzata, ma tutti avrebbero trovato il modo di ricordarla in una frase, in un diario, in un quadro, in una foto. Proprio da una foto parte **Adrien Bosc** per raccontare la vicenda di un gruppo di persone che per qualche mese hanno condiviso un destino. Mette insieme materiali d’archivio, li frammenta, li spariglia, usa quelle storie per riflettere sulla creazione letteraria, sulla finzione, sulla realtà, le dosa con talento e salpa per il suo lungo viaggio.

La Stella Di Andra E Tati

Quando anche gli ebrei italiani cominciano a essere deportati nei campi di concentramento nazisti, Andra e Tati sono solo due bambine. D’improvviso, si vedono strappare via tutto ciò che hanno; perfino la famiglia è travolta e straziata da eventi inspiegabili. Troppo piccole per capire, Andra e Tati si ritrovano sole e piene di paura. Il mondo comincia a cambiare e diventa un incubo, un’ombra minacciosa che si diffonde ovunque e a cui sembra impossibile sfuggire. Andra e Tati sono solo delle bambine, sì. Ma non smettono di sperare e di farsi coraggio a vicenda, unite e salvate dall’amore l’una per l’altra. Nell’era più buia della storia dell’umanità, la forza e la speranza sono le uniche armi per sopravvivere. Con le immagini originali del primo film d’animazione europeo sull’Olocausto, la commovente storia vera di due sorelline sopravvissute alla *Shoah*.

La Sindrome Di Sherlock Holmes

RACCONTO LUNGO GIALLO – Sherlock Holmes, la tua fama di ucciderà, rendendoti immortale!
Un uomo giace morto nel suo studio. Indossa una mantellina Inverness, un cappello deerstalker, e dalle labbra tumefatte pende una pipa Calabash ridotta in briciole da una pestata dell’assassino. Verrebbe da chiedersi chi ha ucciso Sherlock Holmes, ma a volte l’abito non fa il morto e la giusta domanda da porsi è: si può morire della sindrome di Sherlock Holmes?
Metalmeccanico bergamasco, classe 1970, Samuele Nava ha vinto nel 2010 lo Sherlock Magazine Award, e da allora pubblica racconti apocrifi sulla rivista “Sherlock Magazine”. Scrive inoltre racconti fantastici, fantascientifici e mainstream. Ha pubblicato su “Urania” Mondadori, sulle riviste “Writers Magazine Italia”, “Delos Science Fiction”, e sui siti FantascienzaCom e ThrillerMagazine. Suoi racconti sono stati inclusi nelle raccolte edite da Delos Books: “Sherlock Holmes in Italia”, “Il magazzino dei mondi”, “Il magazzino dei mondi 2”, “Riso Nero”, “365 racconti erotici per un anno”, “365 racconti horror per un anno”, “365 racconti sulla fine del mondo”, “365 storie d’amore”. Con Lampi di Stampa ha partecipato all’antologia “Delitti d’acqua dolce” (pubblicando il racconto finalista al Premio Giallo Stresa 2012) e con Edizioni della Vigna a Strani Nuovi Mondi 2012.

La scuola di Rosemary Lane

È il dicembre del 1894 e un nemico potente ha inflitto a lord Lennox un colpo dal quale non riesce a risollevarsi. La voglia di arrendersi è più forte che mai. Solo, in previsione di un Natale di assenza e sconforto, non immagina che una fanciulla di nome Lucy Williams stia per piombare nella sua vita, decisa a restituirgli uno scopo.Questo contributo speciale si colloca dopo il terzo volume del Diario vittoriano. È necessario aver letto i primi tre volumi per non incappare in spoiler sulla storia principale.Si tratta di un frammento della vita di Kiran in un momento per lui molto difficile. Non aggiunge informazioni fondamentali alla storia principale, ma consente di conoscere meglio uno dei protagonisti.

La scienza della persuasione

Ogni giorno, tutti noi cerchiamo di influenzare chi ci circonda. Tuttavia, molto di ciò che mettiamo in atto per condizionare gli altri è privo di efficacia, se non controproducente, perché non è compatibile con il modo in cui funziona la nostra mente. Tali Sharot, basandosi sui risultati delle ultime ricerche in neuroscienze, economia comportamentale e psicologia, scava sotto la superficie dei principi che comunemente guidano la nostra attività di influenzamento, ne dimostra l’infondatezza e ci dà una nuova e sorprendente comprensione del comportamento umano. **