8705–8720 di 82931 risultati

Macchine Intelligenti

Stiamo varcando una nuova frontiera nell’evoluzione dell’elaborazione dati, stiamo entrando nell’era dei sistemi cognitivi. La vittoria di Watson, il sistema di intelligenza artificiale sviluppato da IBM, al quiz televisivo Jeopardy! ha rivelato come ricercatori e ingegneri, in ogni parte del mondo, stiano spingendo i confini della scienza e della tecnologia fino a creare macchine che sentono, imparano, ragionano e interagiscono in modi inediti con le persone, dando loro suggerimenti e consigli. Con questo libro, Kelly e Hamm introducono all’affascinante mondo dei «sistemi cognitivi» anche i lettori non specialisti, aprendo una finestra sul futuro del computing. I sistemi cognitivi promettono di penetrare nella complessità e aiutare persone e organizzazioni a prendere decisioni migliori. Possono supportare i medici nella diagnosi e nella cura dei pazienti, aumentare le prospettive di analisi, prevedere i maggiori eventi meteorologici e contribuire a progettare città più intelligenti. Di questa tecnologia gli autori descrivono aspetti interni ed esterni, spiegandoci come ci aiuterà a capire e dominare i «big data», una delle più grandi sfide nell’elaborazione delle informazioni che imprese e governi dovranno affrontare nei prossimi decenni. Coinvolgente e appassionato, il libro ispirerà decisori pubblici, università e imprese tecnologiche di tutto il mondo a lavorare insieme per alimentare questa eccitante ondata di innovazione.

Logica matematica classica elementare. Potenzialità e limiti dei linguaggi, in particolare, formali

Mediante una scelta mirata degli sviluppi di base della logica matematica, il volume mette in luce il ruolo del linguaggio, in particolare di quello formale, per studiarne limiti e potenzialità nel rappresentare messaggi intesi. Ci si limita alla logica cosiddetta classica, considerata come base comune imprescindibile di ulteriori sviluppi delle logiche che richiedono assunzioni non precisabili con il linguaggio. L’esposizione scelta ne fa un bagaglio essenziale per discussioni filosofiche e per insegnare matematica. **

Lo Spazio è la mia patria

Satelliti artificiali, Sputnik, razzi a tre stadi… Definizioni nate in questa nostra epoca di progresso tecnico e scientifico. Red Stone, Atomgrad, Cape Canaveral, White Sands, Los Alamos… Nomi di località pressoché sconosciute e improvvisamente balzate alla ribalta della cronaca, e che evocano complesse attrezzature, lucenti e snelle sagome di missili, figure di uomini rivestiti e incappucciati di complicate combinazioni. Spettacolo da fantascienza, si è spinti a dire davanti a queste immagini. E ciò prova sino a che punto la fantascienza stia diventando realtà. L’autore del romanzo che vi presentiamo è uno dei più apprezzati tecnici della base sperimentale americana di White Sands, nel Nuovo Messico, ed è quindi con profonda conoscenza di causa che ci racconta la storia del giovane Tim Layard e dei suoi compagni. Ci viene persino l’idea, che ci sia un pizzico di autobiografia nel racconto di Lee Correy, perlomeno nella parte iniziale. Alla luce degli ultimi avvenimenti in campo astronautico, la grande avventura che gli allievi della Scuola Superiore di Ingegneria di Las Cruces sono chiamati a vivere, assume un tono quasi documentario, anche per gli episodi decisamente avveniristici i quali si inseriscono, ben dosati, negli elementi reali del racconto, così da dare al tutto un sapore di affascinante verità. Sulla conquista dello spazio, l’autore scrive: «… ormai non si tratta più di se o di come, ma è solo questione di quando».

Lo scontro delle civiltà e il nuovo ordine mondiale

Da diversi anni, da quando nell’estate del 1993 pubblicò un suo saggio sulla rivista «Foreign Affairs», le tesi di Samuel P. Huntington sugli scenari geopolitici mondiali sono al centro del dibattito e influenzano tutte le discussioni di politica internazionale. In questa più ampia e approfondita analisi quelle ipotesi vengono sviluppate affrontando anche i temi della proliferazione degli armamenti (e del nucleare), dello sviluppo demografico e dell’emigrazione, della democrazia e dei diritti umani. Per lo studioso americano la storia non è affatto finita con il crollo del comunismo. Oggi, conclusa la Guerra fredda, gli esseri umani non si definiscono più in base all’ideologia o al sistema economico in cui operano, ma cercano di definire la loro identità in base alla propria lingua e religione, alle proprie tradizioni e costumi. Di conseguenza la politica mondiale si sta riconfigurando secondo schemi culturali. Più precisamente, i «punti caldi» dello scacchiere internazionale si trovano tendenzialmente lungo le «linee di faglia» tra le diverse civiltà del pianeta. Negli ultimi anni questa tesi è stata tragicamente confermata dai conflitti in Bosnia e in Cecenia, nell’Asia Centrale e nel Kashmir, in Sudan e nello Sri Lanka. In questo scenario multipolare, dove emergono con grande evidenza lo sviluppo demografico dei paesi musulmani e l’ascesa della Cina, come potranno convivere le diverse civiltà? E quale può essere il ruolo della civiltà occidentale e dei suoi valori? Attraverso un lucido e informatissimo panorama delle forze che sospingono la politica mondiale verso il nuovo millennio, Lo scontro delle civiltà offre un for-midabile strumento per capire il mondo in cui viviamo. **
### Sinossi
Da diversi anni, da quando nell’estate del 1993 pubblicò un suo saggio sulla rivista «Foreign Affairs», le tesi di Samuel P. Huntington sugli scenari geopolitici mondiali sono al centro del dibattito e influenzano tutte le discussioni di politica internazionale. In questa più ampia e approfondita analisi quelle ipotesi vengono sviluppate affrontando anche i temi della proliferazione degli armamenti (e del nucleare), dello sviluppo demografico e dell’emigrazione, della democrazia e dei diritti umani. Per lo studioso americano la storia non è affatto finita con il crollo del comunismo. Oggi, conclusa la Guerra fredda, gli esseri umani non si definiscono più in base all’ideologia o al sistema economico in cui operano, ma cercano di definire la loro identità in base alla propria lingua e religione, alle proprie tradizioni e costumi. Di conseguenza la politica mondiale si sta riconfigurando secondo schemi culturali. Più precisamente, i «punti caldi» dello scacchiere internazionale si trovano tendenzialmente lungo le «linee di faglia» tra le diverse civiltà del pianeta. Negli ultimi anni questa tesi è stata tragicamente confermata dai conflitti in Bosnia e in Cecenia, nell’Asia Centrale e nel Kashmir, in Sudan e nello Sri Lanka. In questo scenario multipolare, dove emergono con grande evidenza lo sviluppo demografico dei paesi musulmani e l’ascesa della Cina, come potranno convivere le diverse civiltà? E quale può essere il ruolo della civiltà occidentale e dei suoi valori? Attraverso un lucido e informatissimo panorama delle forze che sospingono la politica mondiale verso il nuovo millennio, Lo scontro delle civiltà offre un for-midabile strumento per capire il mondo in cui viviamo.

Linda e l’amore

Quando le offrono di diventare indossatrice presso una famosa casa di moda londinese, Linda Snell, figlia illegittima di un’acrobata, coglie al volo l’opportunità di lasciare il circo e una vita fatta di stenti.
Ben presto, però, i corteggiatori titolati che le ronzano intorno le vengono a noia e la fanciulla si innamora di Harry Rumford, un celebre aviatore che le offre amore e comprensione.
Poi però lui perde la vita in un tragico incidente, e a quel punto sembra che il destino non abbia in serbo per Linda che dolori e delusioni, almeno fino al momento in cui Sir Sydney Wrex non irrompe nella sua vita.

Leggende Del Mondo Emerso – 2. Figlia Del Sangue

Il male che il popolo degli elfi ha seminato nel Mondo Emerso sta decimando la popolazione e ha gettato città e villaggi in un gorgo di violenza e disperazione. Mentre la sacerdotessa Theana cerca una cura per il morbo e la regina Dubhe organizza una debole resistenza contro le milizie elfiche, la sola speranza del Regno minaccia di svanire: Adhara, la ragazza senza passato.
Perché Adhara è molto più che una guerriera: è un’arma, la più potente che il Mondo Emerso abbia mai posseduto nella lotta contro chi insidia la sua pace.
E soprattutto, Adhara non è una predestinata: è una Consacrata, una creatura generata al solo scopo di combattere il Marvash, il male assoluto che eternamente si alterna al bene nei cicli della storia. Ma il suo destino era un altro, quello di una ragazza mortale abbandonata dalla vita su un prato, e quel destino ora vuole riprendere il suo corso, a costo di distruggerla.
Un nuovo, imprevisto nemico ostacola Adhara nella sua missione: non più l’amore per Amhal e la sua anima dannata, non più la follia della peste, ma un’ombra inestinguibile che le chiederà un prezzo altissimo.

Le variazioni Gernsback

Non è del tutto chiaro quale sia l’origine della musica ma è sicuro che quest’arte invisibile si è sviluppata con la scienza, in parallelo con la matematica. E.T.A. Hoffmann, che è stato un notevolissimo musicista oltre che scrittore visionario, ha detto che la musica “ci fa entrare… dove la natura parla con accenti inauditi”. Come la fantascienza. Non è un caso che in questa sorprendente antologia Hoffmann sia presente con il suo misterioso “Cavaliere Gluck”, e che insieme a lui troviamo Michael Bishop e Norman Spinrad, Robert Silverberg e Lloyd Biggle, Sean McMullen e Karl Hans Strobl, Danilo Arona ed Henry S. Whitehead. Autori di tutte le epoche e di varie nazionalità che esplorano le nuove incognite della science fiction: quelle a misura d’uomo e quelle dei grandi spazi, dove il solo ritmo che conti – come nel racconto di Spinrad – è la musica della Sfera.

Le tentazioni di Damien

Damien è il Principe dei vampiri e nella sua lunga vita ha sperimentato ogni genere di piacere, abbandonandosi ad avventure sensuali con re e regine. Ora, però, è giunto per lui il momento di impiegare le energie per proteggere il suo popolo. La guerra tra le Creature della Notte e i negromanti sta imperversando, e quando questi osano rapire Syreena, la Regina dei licantropi, Damien non esita a lanciarsi in suo aiuto e a liberarla. Salvo ritrovarsi ostaggio della propria passione. Saprà resistere, il Principe, al richiamo erotico di Syreena sapendo che l’unione tra un vampiro e una licantropa può mettere in pericolo i loro popoli?

Le Strade Dell’Invasione

Le strade dell’invasione sono infinite. Una sola delle nostre antologie non basterebbe a rispecchiare con un minimo di rappresentatività la ricchezza di questo che è sempre stato – e resta – fra i tre o quattro temi-chiave della fs. Con “Le strade dell’invasione” del presente numero, e le “Nuove strade dell’invasione” che usciranno nel prossimo, Urania presenta dunque la sua prima grande “Antologia in 2 volumi”: oltre trecento pagine di narratori anglo-americani, in una solida opera da biblioteca. Micro-invasioni e mono-invasioni; invasioni cilindriche e cupoliformi; invasioni polari e lunari. E per finire, una “invasione retrospettiva” con la partecipazione straordinaria di un personaggio che ci riporta alle origini di ogni minaccia contro il nostro precario pianeta…

INDICE
IL VEGANO
Legwork (1956) 
ERIC FRANK RUSSELL
LA CUPOLA NEL DESERTO
Secret of the death dome (1951) 
WALTER M. MILLER jr.
INCOGNITA LUNARE
Peace corps (1966) 
ROBERT MOORE WILLIAMS

Le stelle ci amano

Questo romanzo ha un valore letterario per lo stile, e la critica lo ha lodato secondo il suo merito, non solo ma era fra i tre che si sono palleggiati il Gran Premio per il Romanzo di fantascienza, vinto poi da Charles Henneberg per «La nascita degli dèi», che i nostri lettori conoscono. Oltre l’ottimo stile, il romanzo ha un solido fondo scientifico e morale e riesce a tenere, fino alla fine, il lettore in un piacevole inganno. Non diremo quale, per non togliere l’interesse alla trama. Si svolge ai nostri giorni, ma è pensato «in altre dimensioni»; un giorno uno studente scopre, su una fotografia presa da un’astronave, un razzo a metà sprofondato in un pianeta morto. Ora, poiché quel razzo è di insolita forma, il ragazzo sospetta trattarsi di un apparecchio fabbricato da abitanti di altri pianeti. Tanto fa e tanto dice che il governo si interessa alla cosa e ordina una spedizione, di cui lo studente fa parte. Il panorama di questo viaggio è l’universo, un universo a volte spaventoso, nella sua fantasmagorica, varia, sconfinata maestà. L’incontro fra i membri della spedizione e gli uomini di quest’altro pianeta è drammatico; il capo del governo, che va loro incontro a mani tese, viene barbaramente ucciso… I membri della spedizione si vendicano, ma in modo assolutamente impensato, da quegli esseri civili, superiori, che sono. Queste pagine, oltre che divertire, faranno pensare, faranno sognare al lettore un mondo dove gli esseri creati si amino fra loro come fratelli, senza divisioni di razze e di categorie sociali.
Copertina di Curt Caesar

Le stampelle del coraggio

Un ragazzo colpito dalla poliomielite affronta la sua infermità con spensieratezza e gioia di vivere. Il commovente resoconto delle sue esperienze è anche una lezione di coraggio.

Le sfere di Rapa-Nui

Un gruppo di archeologi, attirati dal mistero dei colossi di pietra eretti in un lontanissimo passato sull’isola di Pasqua, e dal segreto nascosto nei rongo-rongo, le tavolette di legno coperte di segni rimasti finora indecifrati, si reca sull’isola per un ennesimo tentativo di chiarire il mistero sugli antichi abitanti dell’arcipelago. Fra gli attuali indigeni di quelle isole circolano numerose leggende, fantasie che parlano di spiriti, superstizioni che cerco fondano le loro radici in antichi avvenimenti reali. Ma non è facile scoprire fino a che punto la fantasia dei polinesiani si è sostituita, col passare dei secoli, alla realtà. Non è nemmeno facile credere a un indigeno quando dice di aver visto il suo aku-aku, il suo spirito personale, né alla descrizione che ne fa. Ma quando l’onda d’urto di una potente esplosione atomica sottomarina si abbatte sull’isola di Pasqua, e una misteriosa barriera di energia si leva inspiegabilmente a proteggere l’isola dal ciclone, per poi sparire altrettanto misteriosamente appena il pericolo è passato, anche le menti scettiche degli scienziati si trovano disposte a credere. Forse non si tratterà della presenza di aku-aku, ma pure è fuor di dubbio che qualche “cosa” deve, in realtà, esserci. Che cosa, gli archeologi lo scopriranno a proprie spese.
Copertina: Karel Thole