Visualizzazione di 65053-65064 di 90860 risultati

La valle del mammuth

Preistoria: l’uomo molto sapiente è alle prese con i problemi di sopravvivenza: la caccia è sempre più scarsa perché i grandi animali se ne sono andati. Nel Villaggio dei Dirupi i cacciatori-raccoglitori sono perennemente in lotta con la fame. Tra loro alcuni ragazzi vivono le avventure di ogni giorno tra un brivido e un sorriso.
La comparsa di un mammuth sembra un segno degli dèi. Dalla caccia al grande mammifero però nasce una serie di eventi che sconvolgeranno la vita del gruppo.
Verranno così a contatto con gente che si procura il cibo in un nuovo modo: l’agricoltura è alle porte.

La Tredicesima Notte

Monterosso, improbabile paese del Friuli a ridosso delle montagne, è da sempreil luogo delle streghe, dei portenti, dei fatti strani. Qui nasce e cresce Veronica Castenetto, donna magica, dotata di poteri ipnotici, capace disentire voci strane, di avere chiaroveggenze, visioni di eventi remoti.Tuttavia la sua è la vita di una donna semplice, appassionata e gelosa.Attorno a lei si muovono i personaggi più diversi: nobili cavallereschi egeniali; donne raffinatissime e fuori dal tempo; ma anche interpreti dellanostra epoca aggressiva e tesa al successo. Sullo sfondo, intanto, individui e famiglie si dividono e si ricompongono, secondo gli strani giochi della scacchiera del fato. Un romanzo dal singolare intreccio e dall’eccezionale estro inventivo, che conferma ancora una volta la felicità e il fervore narrativo del grande scrittore friulano.

La terza volta è quella perfetta

***Blue Trilogy*
Per i fan di Sylvia Day e E.L. James, la terza e ultima parte di un’eccitante serie romance**
«Sono Sorella Dixon dalla Royal Infirmary. Mi dispiace comunicarle che il Capitano Hunt è rimasto coinvolto in un grave incidente».
Le vacanze di Pasqua sono appena iniziate e Lauren Cusack sta per tornarsene a Washington dopo i suoi ultimi giorni al Wyckham College, a Oxford. Ma questa telefonata cambia tutto. La sua storia con il favoloso aristocratico Alexander Hunt è stata turbolenta, appassionata e inebriante. Lauren sa che ha bisogno di allontanarsi, ma mentre si precipita al suo fianco sa già che verrà di nuovo risucchiata nel suo mondo.
E Alexander, seppur gravemente ferito, è un cocktail delizioso a cui Lauren non sa resistere e malgrado tutti gli ostacoli – che con Alexander non mancano mai – si ritrova a essere più felice che mai.
Ma i suoi ultimi giorni al college sono agli sgoccioli, e quando le viene offerto il lavoro perfetto a Washington mentre Alexander resta legato alle sue proprietà, si accorgeranno che la loro è una storia impossibile…
**Pippa Croft**
È lo pseudonimo di Phillipa Ashley, autrice di romanzi rosa già nota in Inghilterra. Dopo aver studiato letteratura a Oxford, ha lavorato come copywriter e giornalista prima di pubblicare il suo libro d’esordio, *Decent Exposure* , che ha vinto il premio come miglior opera prima e da cui è stato realizzato un film per la TV. La scrittrice vive in un paesino al centro della Gran Bretagna con il marito e la figlia. *La prima volta che ti ho incontrato* è il capitolo iniziale di una nuova serie erotica, la *Blue Trilogy*. **
### Sinossi
***Blue Trilogy*
Per i fan di Sylvia Day e E.L. James, la terza e ultima parte di un’eccitante serie romance**
«Sono Sorella Dixon dalla Royal Infirmary. Mi dispiace comunicarle che il Capitano Hunt è rimasto coinvolto in un grave incidente».
Le vacanze di Pasqua sono appena iniziate e Lauren Cusack sta per tornarsene a Washington dopo i suoi ultimi giorni al Wyckham College, a Oxford. Ma questa telefonata cambia tutto. La sua storia con il favoloso aristocratico Alexander Hunt è stata turbolenta, appassionata e inebriante. Lauren sa che ha bisogno di allontanarsi, ma mentre si precipita al suo fianco sa già che verrà di nuovo risucchiata nel suo mondo.
E Alexander, seppur gravemente ferito, è un cocktail delizioso a cui Lauren non sa resistere e malgrado tutti gli ostacoli – che con Alexander non mancano mai – si ritrova a essere più felice che mai.
Ma i suoi ultimi giorni al college sono agli sgoccioli, e quando le viene offerto il lavoro perfetto a Washington mentre Alexander resta legato alle sue proprietà, si accorgeranno che la loro è una storia impossibile…
**Pippa Croft**
È lo pseudonimo di Phillipa Ashley, autrice di romanzi rosa già nota in Inghilterra. Dopo aver studiato letteratura a Oxford, ha lavorato come copywriter e giornalista prima di pubblicare il suo libro d’esordio, *Decent Exposure* , che ha vinto il premio come miglior opera prima e da cui è stato realizzato un film per la TV. La scrittrice vive in un paesino al centro della Gran Bretagna con il marito e la figlia. *La prima volta che ti ho incontrato* è il capitolo iniziale di una nuova serie erotica, la *Blue Trilogy*.

La terza sorella

**ELENA AVEVA SBAGLIATO, ERA USCITA DAL SUO GUSCIO DORATO E AVEVA PRESO L’UOMO DAL POMO D’ORO. ELENA AVEVA INVASO IL LORO CAMPO. ELENA ERA UN ERRORE DA CANCELLARE.**
« *Un’autrice che non smette di sorprendere.* »
**la Repubblica**
« *Elda Lanza mostra la stoffa di un’appassionata narratrice.* »
**il Giornale**
« *Una Camilleri in gonnella!* »
**Marco Vichi**
La baronessa Elena Clerici di Garbagna è stata uccisa nel suo letto, la gola trafitta da un ferro da calza. A ritrovare il corpo è Carlo, il marito, che si trasforma ben presto nel primo dei sospettati. Il suo legame con la nobildonna, nato a dispetto delle differenze di classe sociale, è infatti da sempre guardato con diffidenza dalle sorelle della vittima e dagli abitanti del piccolo paese della Brianza dove sorge la tenuta dei baroni. Per risolvere il mistero di un omicidio tanto brutale, viene convocato a Villa Dubeca anche Max Gilardi, amico della coppia e testimone di nozze di Elena. Destreggiandosi con maestria tra antiche diatribe, voci di paese e nuove rivelazioni, l’avvocato ripercorre la storia di una famiglia dominata dalla figura di un padre tanto amato quanto sfuggente e getta luce sulla sua più oscura, pesante eredità. Ancora una volta Elda Lanza costruisce un giallo ricchissimo di suggestioni, capace di avvincere il lettore dalla prima all’ultima pagina.

La terra promessa

La terra promessa è l’ultimo romanzo di Erich Maria Remarque, l’opera a cui lavorò fino alla sua morte, avvenuta nel 1970, e che non ebbe perciò il tempo di terminare. Come tuttavia scrive Maurizio Serra nello scritto che accompagna questa edizione, «l’incompiutezza di quest’opera ne illumina la tormentata grandezza».
Romanzo di formazione, alla stregua del Wilhelm Meister di Goethe che Remarque aveva sempre sul tavolino, il libro narra dell’esilio di Ludwig Sommer dalla Germania nazista e del suo impossibile approdo, negli Stati Uniti, all’autentica terra promessa.
A New York, mentre i suoi compagni d’emigrazione, gli Emigranten rifugiatisi nel fatiscente hotel Rausch, sono preda di ripicche, delazioni e ambizioni frustrate, Sommer diventa un ricco e stimato mercante d’arte, capace di conquistare il cuore di Maria Fiola, un’enigmatica giovane donna dall’«eleganza severa, quasi pericolosa». La trasformazione, però, è soltanto esteriore. In quella città senza passato, fatta di pietra, cemento e asfalto, dove dall’alto non si scorgono passanti, ma soltanto semafori e file d’automobili, la vita dell’esule Sommer scorre come in un sogno in cui tutto ciò che accade, persino l’amore, è accolto sotto lo stigma dell’estraneità. Basta però una visita a Yorkville, il quartiere tedesco sull’Ottantaseiesima Strada, in compagnia di Maria Fiola, perché l’atmosfera quieta, quel miscuglio di tradizione, asettica cordialità e acritica obbedienza ridestino in Sommer il ricordo crudele del passato, dei campi di concentramento in cui i gerani fiorivano davanti alle baracche della morte e la domenica l’orchestra suonava mentre i deportati venivano frustati a sangue o impiccati lentamente. E allora riaffiora nella sua mente il pensiero che lo tormenta dalla fuga dalla Germania, l’idea che niente possa andare avanti, niente possa realmente accadere finché gli assassini non abbiano pagato con la vita gli orrendi crimini commessi.
Come tutti gli eroi di Remarque, anche Ludwig Sommer si trascina così dietro «un conto da regolare con il male»

La Sventura Della Donna Annodata

Chi ha ucciso Anlety, la dimessa aspirante milf morta annodata al letto di Liutprando Barone?
Sarà stato proprio Liutprando, cosa di cui la vicina Gelsomina, moglie del signore degli aromi Fioretto Sollazzo, sembra essere convinta, o le indagini dell’avvocato radiato Gianandrea Bruno condurranno al vero assassino? **
### Sinossi
Chi ha ucciso Anlety, la dimessa aspirante milf morta annodata al letto di Liutprando Barone?
Sarà stato proprio Liutprando, cosa di cui la vicina Gelsomina, moglie del signore degli aromi Fioretto Sollazzo, sembra essere convinta, o le indagini dell’avvocato radiato Gianandrea Bruno condurranno al vero assassino?

La Strana Storia Della Luce E del Colore

Il libro e’ incentrato sul fatto che fino al 1600 la luce era oggetto di studio degli scienziati ed il colore dei filosofi. Questa dicotomia fu superata dall’Esperimentum Crucis di Newton che spiego’ come la luce contenesse il colore. La genesi di questa visione pre 1600 e’ spiegata nei primi 6 capitoli, nei quali si analizzano le teorie che furono sviluppate e come queste teorie avessero un fondamento nell’empirismo greco, per evolversi successivamente nelle teorie degli scienziati arabi e approdare al medio evo. Dopo di che gli scienziati e gli artisti si occuparono di luce, mentre i filosofi di colore. Con l’Esperimentum Crucis Newton dimostro’ che la luce conteneva i colori primari, capitolo 7. Tra gli esperimenti che egli fece ci furono anche quelli sulla percezione che risultarono sbagliati; solo Goethe , capitolo 10, capi’ quale era la vera portata di quegli esperimenti e li rifece dando una interpretazione che, oggi, sappiamo essere vera, ma che a quel tempo fu alquanto osteggiata. Nel frattempo la comunita’ scientifica progrediva sul concetto di visione e di sensazione, poiche’ gli strumenti di indagine si raffinavano, capitoli 8, 9. Bisogna pero’ arrivare ai giorni nostri per avere una spiegazione sul comportamento della luce e del colore e come questa viene percepita da noi, capitoli capitoli 11, 12, 13. Solo con la nascita della fisica moderna e della QED (Quanto Elettro Dinamica) si incomincio’ a scoprire la vera essenza della luce e del colore e solo con lo studio delle neuroscienze si inizio’ a capire quali aree del cervello erano interessate al colore. Queste scienze sono ancora agli albori e ogni giorno subiscono delle variazioni per cui, qui, verranno trattate solo quelle scoperte che hanno un fondamento stabile. Il libro ha un taglio divulgativo e si rivolge a persone di media cultura, pur trattando gli argomenti in modo approfondito ed esaustivo.

La strada del cuore

Pelope Ashford ha tutto: giovinezza, bellezza, nobiltà d’animo. Per anni si è impegnata ad aiutare gli orfani dei sobborghi londinesi, ma ora i suoi protetti sono scomparsi senza lasciare traccia.
Inaspettatamente, il fascinoso rampollo Barnaby Adair a ridarle la speranza. Abile nel risolvere crimini e misteri dell’alta società, Barnaby vuole venire a capo di questo enigma. Ma anche far chiarezza nei sentimenti che Penelope ha acceso nel suo cuore.
Il sedicesimo libro della saga dei Bar-Cynster, i fratelli e i cugini più affascinanti dell’Inghilterra dei primi dell’800..

La Storia Di Tutte Le Storie

Tremila anni fa l’uomo poteva solo fantasticare, ma era ben lontano dal poter dare sostanza di verità a quel che immaginava. Le cose oggi sono radicalmente cambiate. Da circa quattro secoli non c’è più alcun bisogno del mito, perché la scienza moderna ha fondato una conoscenza più affidabile. Come è nato il mondo? Qual è l’origine dell’uomo? Boncinelli ci accompagna, attraverso la scienza, tra sapere e mistero, fra pregiudizi e ricerca della verità. La sua narrazione muove dagli esordi della vita, dal Big Bang all’espansione dell’universo, dalla scoperta del fuoco all’invenzione della scrittura, dalla relatività alla fisica quantistica, e arriva all’era attuale degli smartphone e delle meraviglie tecnologiche, passando per le onde gravitazionali. Un viaggio affascinante, che ci permette di scoprire quanto la realtà sia più creatrice del mito e dell’immaginazione umana. **
### Sinossi
Tremila anni fa l’uomo poteva solo fantasticare, ma era ben lontano dal poter dare sostanza di verità a quel che immaginava. Le cose oggi sono radicalmente cambiate. Da circa quattro secoli non c’è più alcun bisogno del mito, perché la scienza moderna ha fondato una conoscenza più affidabile. Come è nato il mondo? Qual è l’origine dell’uomo? Boncinelli ci accompagna, attraverso la scienza, tra sapere e mistero, fra pregiudizi e ricerca della verità. La sua narrazione muove dagli esordi della vita, dal Big Bang all’espansione dell’universo, dalla scoperta del fuoco all’invenzione della scrittura, dalla relatività alla fisica quantistica, e arriva all’era attuale degli smartphone e delle meraviglie tecnologiche, passando per le onde gravitazionali. Un viaggio affascinante, che ci permette di scoprire quanto la realtà sia più creatrice del mito e dell’immaginazione umana.

La storia degli ebrei

Nel giugno del 1242, a Parigi, davanti a una folla urlante e a frati raccolti in preghiera, migliaia di pergamene inchiostrate recanti lettere ebraiche arsero sulle pire scoppiettanti diffondendo lungo le rive della Senna un dolciastro fetore animale. Sui roghi, innalzati per volontà di re Luigi IX il Santo, avvampavano le copie del Talmud. La parola di Dio, proprio come i corpi viventi che cadevano tra le braccia dell’Inquisizione, bruciava nelle fiamme. Iniziava così, per il Popolo del Libro, un’altra pagina della sua storia millenaria di sofferenze e persecuzioni. Eppure, come ci ricorda Simon Schama, docente alla Columbia University, questa storia non si consumò solo nel lutto e nelle fughe improvvise, nelle costanti minacce di annientamento e nell’oppressione. Quella del popolo ebraico è soprattutto una storia di resistenza, di creatività, di gioia. Una continua, e a tratti disperata, affermazione della vita sulle avversità più spaventose. In queste pagine si dipana quindi una straordinaria epopea, fatta di gente comune e di poeti, di autori biblici e medici illustri, di miniaturisti e mercanti, di cartografi e filosofi. Un caleidoscopio di microstorie in cui si accendono candele, si intonano canti, si affrontano viaggi perigliosi in terre incognite alla ricerca di spezie e pietre preziose, si studiano, si custodiscono e si perpetuano le parole del Libro. Un racconto entusiasmante, che abbraccia millenni e continenti, dalla Persia all’Andalusia, dai bazar del Cairo alle rovine struggenti del Tempio di Gerusalemme, e che ci conduce in luoghi mai immaginati – un regno ebraico fra le montagne dell’Arabia meridionale, una sinagoga siriana risplendente di radiose pitture murali, un deposito di manoscritti nell’antica Fustat, i palmeti dei defunti ebrei nelle catacombe romane – dove, nonostante le persecuzioni e la paura, la tolleranza e la convivenza erano a volte possibili. Attraverso le lettere, i poemi, i dipinti, le opere filosofiche, oltre ai testi sacri dell’ebraismo, *La storia degli ebrei* di Simon Schama, studioso dallo stile brillante ed erudito, ci restituisce il vivido affresco di un mondo che non – come troppo spesso si è immaginato – una cultura a parte, bensì una realtà profondamente radicata nelle vicende delle popolazioni fra cui si è insediata, dagli egizi ai greci, dai persiani ai cristiani. Una storia del popolo ebraico che è anche storia di tutti.

La Sposa Venuta Dal Mare

*Isola di Jura, 877*
Ora che il suo signore gli ha assegnato delle terre sulla remota isola di Jura per ripagarlo di averlo servito fedelmente Gunnar Olafson può finalmente abbandonare la dura vita di guerriero e lasciarsi alle spalle i dolorosi ricordi del passato. L’unica cosa che gli manca è una brava donna del Nord che lo aiuti a gestire la casa e a soddisfare il decreto di Re Harald, che impone ai proprietari terrieri di sposarsi. Chi sarà questa donna non ha molta importanza, poiché lui non ha alcuna intenzione di innamorarsene. Tuttavia quando sulla soglia della sua dimora compare inaspettatamente una giovane venuta dal mare sostenendo di essere la sua futura sposa, le convinzioni di Gunnar iniziano a vacillare.