833–848 di 65579 risultati

La rivoluzione sconosciuta. Una scelta di testi

Nel presentare «ai cittadini e agli amici» la mostra-spettacolo su quel «mistero della Storia» che fu il 1789 e sulle sue «propaggini materiali ed occulte», Guido Ceronetti, insieme agli attori del Teatro dei Sensibili, decise di porre in epigrafe alla sua scelta di testi una frase di Céline: «Tutto quel che è interessante avviene nell’ombra, decisamente. Nulla si sa dell’autentica storia degli uomini». Quelli che seguono non potranno essere quindi che «pensieri in libertà», erratici e spesso contraddittori. Eppure, se (come in certi giochi enigmistici) si uniscono i puntini di questo percorso, si scopre un disegno nascosto, che spalanca altri percorsi, indica altre vie, e invita a fermarsi e a riflettere su ciascuna di queste pagine. Da Hölderlin («Furono cinque estati in cui fu grande,/ Corruscando, la vita…») a Blake («Tigre, tigre, oh bagliore/ Nella notte…»), da Massignon (che vede la Regina martire salire al patibolo «con gesti virili, di Walchiria, di amazzone») al Tao-tê-ching («Il mondo, vaso spirituale, non si lascia plasmare»), passando per Bataille, Bloy, Leopardi, Calasso e molti altri, ritroviamo qui gli «spiriti affini» che hanno costantemente accompagnato il cammino del «filosofo ignoto». E alla fine scopriremo, nella magnifica prosa del Ceronetti traduttore e interprete, l’annuncio dell’«èra messianica» in tredici profezie estratte dalle “Centurie” di Nostradamus. **

La revisione

Quando Tito Sperla riceve la prima email di Orazio Cinabro, un leggendario scrittore scomparso dalla scena letteraria molti anni prima, non crede ai suoi occhi. E ancor meno crede a quello che legge, quando Cinabro gli rivela di aver ricevuto da un amico “La purezza”, il romanzo che Sperla sta tentando faticosamente di far pubblicare, e di averlo trovato bellissimo. Dopo aver individuato nel libro di Sperla alcuni margini di miglioramento, Cinabro si offre di fargli da guida, per aiutarlo a perfezionare il romanzo in vista della pubblicazione. Sperla accetta con entusiasmo, e inizia così un serrato carteggio tra i due, carteggio che a un certo punto, però, comincia a prendere una strana piega. Cinabro si fa via via più irritabile e irritante, a volte offensivo, nei confronti del giovane discepolo. Qualcosa, nel rapporto tra i due, sta cambiando. Sperla non se ne accorge, o forse non vuole accorgersene, ma è ovvio che dietro i mutamenti nel tono di Cinabro c’è qualcosa in più dell’umore ballerino di un vecchio bilioso. **

La Rete

La notte nel bosco risuonano solo fruscii, grida quasi umane e il battito accelerato dei cuori di Daniel, Maddalena ed Eliah. Nelle loro teste la stessa domanda martella feroce: come sono finiti lì, soli? Non c’è cibo, non c’è acqua, non c’è il cellulare per chiedere aiuto. È impossibile credere che le loro famiglie abbiano deciso di abbandonarli. Due occhi li spiano da dietro gli alberi e ogni giorno, quando si svegliano, trovano un biglietto che gli dice cosa fare: proprio a loro, che non hanno mai rispettato una regola, abituati a vivere oltre il limite. Ma se piegarsi e obbedire a uno sconosciuto fosse l’unico modo per salvarsi dall’incubo in cui sono precipitati? Un romanzo che rapisce e sorprende dove, come nella vita vera, non sempre tutto finisce bene. **
### Sinossi
La notte nel bosco risuonano solo fruscii, grida quasi umane e il battito accelerato dei cuori di Daniel, Maddalena ed Eliah. Nelle loro teste la stessa domanda martella feroce: come sono finiti lì, soli? Non c’è cibo, non c’è acqua, non c’è il cellulare per chiedere aiuto. È impossibile credere che le loro famiglie abbiano deciso di abbandonarli. Due occhi li spiano da dietro gli alberi e ogni giorno, quando si svegliano, trovano un biglietto che gli dice cosa fare: proprio a loro, che non hanno mai rispettato una regola, abituati a vivere oltre il limite. Ma se piegarsi e obbedire a uno sconosciuto fosse l’unico modo per salvarsi dall’incubo in cui sono precipitati? Un romanzo che rapisce e sorprende dove, come nella vita vera, non sempre tutto finisce bene.

La Repubblica del selfie: Dalla Meglio Gioventù a Matteo Renzi

La scalata all’Italia di Matteo Renzi è stata raccontata dal suo protagonista come una guerra-lampo dalle cadenze napoleoniche, un cambiamento di stagione epocale, contro nemici di ogni tipo. In realtà è stata una resa senza condizioni. Senza opporre resistenza, partiti, industriali, intellettuali si sono consegnati al giovane conquistatore: una bandiera bianca collettiva, la dissoluzione della rete di alleanze ed equilibri su cui si reggeva la Repubblica italiana. Quella Repubblica nata settant’anni fa con i ragazzi scesi dalle montagne per sedersi al tavolo della Costituente. Erano i padri della democrazia, i buoni maestri che tenevano insieme cattolici e comunisti, radicali e liberali, e intanto costruivano autostrade e conficcavano milioni di antenne sui tetti delle case. Ma poi i padri invecchiarono e arrivarono i figli, la meglio gioventù della tv a colori e dell’aria di piombo. Una menzogna. L’inizio del vuoto. Un vuoto durato quarant’anni. In quel vuoto è nata e cresciuta la nuova razza padrona, che ha il volto di Matteo Renzi e si presenta senza passato, avida di presente, proiettata al futuro. Detesta il fardello della memoria, rifiuta la responsabilità dei decenni precedenti: noi non c’eravamo, ripete. Invece va inserita in una storia. In quella che arriva da lontano, nel lunghissimo processo che attraversa gli ultimi anni Settanta, gli Ottanta e Novanta fino a Tangentopoli. E in quella più recente, il crack di una classe dirigente provocato dalla crisi economica e da un divorzio irreparabile tra cittadini e politica. “Una lunga caduta, come nei sogni. Il risveglio tocca ai figli. Nel vuoto si sono mossi, in mezzo al vuoto hanno conquistato il potere, puntando sul vuoto rischiano di perdere. O di invecchiare precocemente.”

La Ragazza Scomparsa

**Una madre affronta la sua paura più grande. Un detective alle prese con il suo caso più complesso.**
È un caldo pomeriggio di primavera in un tranquillo quartiere residenziale di Sacramento, California, quando Samantha, tredici anni, all’improvviso scompare nel nulla. Sua madre Zoe è attonita, preoccupata, distrutta. Teme che le possa essere successo qualcosa di terribile. Qualcosa che in passato è accaduto anche a lei, e che le ha cambiato la vita. Zoe è disposta a perdere tutto ciò che con fatica ha costruito pur di ritrovarla: il lavoro, la casa, il compagno. Ma la prima ipotesi formulata dalla polizia è quella di una banale ripicca adolescenziale, perché a quanto pare la ragazzina detesta l’uomo che Zoe ha deciso di sposare per regalare a Samantha un’esistenza meno travagliata della sua. Ma se non fosse così? Se Anton fosse sì un maniaco dell’ordine e del controllo, un arrivista interessato a una famiglia di facciata, ma non c’entrasse nulla con la sparizione di Sam? Sono queste le domande che tormentano Jonathan Stivers, l’investigatore privato a cui Zoe ha chiesto aiuto per ritrovare Samantha. È un caso che lo mette in seria difficoltà, e non solo perché ha pochissimi indizi su cui basare le ricerche e ancor meno tempo a disposizione. A complicare la situazione c’è anche la sconvolgente attrazione che prova nei confronti di Zoe, e un sospetto che con il passare delle ore si rafforza sempre di più: Sam è stata rapita da qualcuno che conosceva. Qualcuno che vive vicino alla famiglia e ne ha studiato le abitudini. Qualcuno che non è chi dice di essere.
**Brenda Novak** ci regala una serratissima corsa contro il tempo alla disperata ricerca di una ragazza innocente, un viaggio negli abissi del male per ritrovare Samantha prima che venga trascinata per sempre in un vortice di orrore.   **
### Sinossi
**Una madre affronta la sua paura più grande. Un detective alle prese con il suo caso più complesso.**
È un caldo pomeriggio di primavera in un tranquillo quartiere residenziale di Sacramento, California, quando Samantha, tredici anni, all’improvviso scompare nel nulla. Sua madre Zoe è attonita, preoccupata, distrutta. Teme che le possa essere successo qualcosa di terribile. Qualcosa che in passato è accaduto anche a lei, e che le ha cambiato la vita. Zoe è disposta a perdere tutto ciò che con fatica ha costruito pur di ritrovarla: il lavoro, la casa, il compagno. Ma la prima ipotesi formulata dalla polizia è quella di una banale ripicca adolescenziale, perché a quanto pare la ragazzina detesta l’uomo che Zoe ha deciso di sposare per regalare a Samantha un’esistenza meno travagliata della sua. Ma se non fosse così? Se Anton fosse sì un maniaco dell’ordine e del controllo, un arrivista interessato a una famiglia di facciata, ma non c’entrasse nulla con la sparizione di Sam? Sono queste le domande che tormentano Jonathan Stivers, l’investigatore privato a cui Zoe ha chiesto aiuto per ritrovare Samantha. È un caso che lo mette in seria difficoltà, e non solo perché ha pochissimi indizi su cui basare le ricerche e ancor meno tempo a disposizione. A complicare la situazione c’è anche la sconvolgente attrazione che prova nei confronti di Zoe, e un sospetto che con il passare delle ore si rafforza sempre di più: Sam è stata rapita da qualcuno che conosceva. Qualcuno che vive vicino alla famiglia e ne ha studiato le abitudini. Qualcuno che non è chi dice di essere.
**Brenda Novak** ci regala una serratissima corsa contro il tempo alla disperata ricerca di una ragazza innocente, un viaggio negli abissi del male per ritrovare Samantha prima che venga trascinata per sempre in un vortice di orrore.

La ragazza delle onde

Nell’oro rosa di uno stregato tramonto sulla Baia delle Tartarughe a El Puertito, al sud di Tenerife, l’incontro tra Zora e Jay cambierà le loro esistenze. Lei è una ragazza italiana schiva e diffidente che da anni vive a Santa Cruz; lui è un biondo e misterioso sudafricano dal fascino ipnotico, da poco arrivato all’Isola. Sulle loro tavole da surf Zora e Jay scivoleranno verso i loro destini.A fare da sfondo a una storia d’amore, la dolcezza di Tenerife e, venerate come divinità, le onde dell’Atlantico che travolgeranno i sogni e sapranno restituirli.La ragazza delle onde è un romanzo appassionato e avvincente in cui l’amore lotta contro un misterioso mondo parallelo lontanissimo da Tenerife, ma non abbastanza. **
### Sinossi
Nell’oro rosa di uno stregato tramonto sulla Baia delle Tartarughe a El Puertito, al sud di Tenerife, l’incontro tra Zora e Jay cambierà le loro esistenze. Lei è una ragazza italiana schiva e diffidente che da anni vive a Santa Cruz; lui è un biondo e misterioso sudafricano dal fascino ipnotico, da poco arrivato all’Isola. Sulle loro tavole da surf Zora e Jay scivoleranno verso i loro destini.A fare da sfondo a una storia d’amore, la dolcezza di Tenerife e, venerate come divinità, le onde dell’Atlantico che travolgeranno i sogni e sapranno restituirli.La ragazza delle onde è un romanzo appassionato e avvincente in cui l’amore lotta contro un misterioso mondo parallelo lontanissimo da Tenerife, ma non abbastanza.

La Quarta Sponda

Non è certamente un caso, se oggi la Libia è, insieme alla Siria, il Paese più violento e caotico del Mediterraneo. Nella Quarta sponda, Sergio Romano ne ripercorre la storia e ce ne illustra i tanti volti. Il primo è quello delle due province ottomane, alla periferia dell’Impero, quando l’Italia ne decise la conquista: piccole società ebraiche ed europee nelle due città maggiori, modesti traffici con il Mediterraneo e con l’Africa, tribù combattenti e gelose della loro indipendenza che daranno molto filo da torcere all’amministrazione coloniale italiana. Il secondo è quello della colonia degli anni Venti e Trenta. Nacque allora, soprattutto durante il governatorato di Balbo, una Libia italiana di cui esistono ancora parecchie tracce. Il terzo è quello della Libia post-coloniale, dopo la fine della Seconda guerra mondiale e la proclamazione dell’indipendenza: un piccolo regno, una nuova ricchezza rappresentata dal petrolio e dal gas, un’importante comunità italiana e buone relazioni con la vecchia potenza coloniale. Il quarto è quello di Gheddafi, ufficiale nazionalista, spregiudicato, tirannico, divorato da insaziabili ambizioni. Il quinto e ultimo volto è quello incompleto di un Paese che non è ancora riuscito, dopo le rivolte arabe, a trovare un nuovo equilibrio ed è tuttora sconvolto da una sanguinosa guerra civile. Ma è sempre lì, di fronte alle coste italiane, con le sue ricchezze, le sue minacce e il suo carico d’immigrati che riversa sulle nostre spiagge: una buona ragione per conoscere meglio la sua storia.

La Quarta Rivoluzione

I libri: siamo abituati a vederli, toccarli, annusarli. Sono compagni di vita, un piacere e insieme una necessità. Ma oggi, nellera degli e-book e dei libri in rete, il mondo dei testi e della lettura sta vivendo una rivoluzione. La quarta, dopo il passaggio da oralità a scrittura, da rotolo a libro paginato, da manoscritto a libro a stampa. Sei lezioni, piacevoli e discorsive, alla scoperta dei sorprendenti strumenti che ci aiuteranno a leggere.Nel 1951, Isaac Asimov pubblicava su una rivista per ragazzi un breve racconto: Chissà come si divertivano! Il racconto ambientato nel futuro si apre con una descrizione stupita del libro a stampa, residuo di unepoca ormai superata e quasi dimenticata: «Margie lo scrisse perfino nel suo diario, quella sera. Sulla pagina che portava la data 17 maggio 2157, scrisse: Oggi Tommy ha trovato un vero libro! Era un libro antichissimo. Il nonno di Margie aveva detto una volta che, quandera bambino lui, suo nonno gli aveva detto che cera stata un’epoca in cui tutte le storie e i racconti erano stampati su carta. Si voltavano le pagine, che erano gialle e fruscianti, ed era buffissimo leggere parole che se ne stavano ferme invece di muoversi, comera previsto che facessero: su uno schermo, è logico.» La descrizione proposta da Asimov sembra oggi straordinariamente attuale. Lo schermo è quello, piccolo e portatile, di dispositivi dai nomi strani: Kindle, iPad, Nook… È davvero questo il futuro che aspetta il libro? Gli e-book riusciranno a raggiungere e superare la perfezione e la comodità dei libri su carta? E quali conseguenze avrà, sul libro come oggetto culturale e sulle abitudini di noi lettori, l’incontro con il mondo digitale?

La Profezia del Ritorno – Trilogia completa: La saga Urban Fantasy più amata!

**Dall’autore della saga fantasy di Nocturnia e della trilogia di thriller “Nome in Codice: Nemmera”, bestseller Amazon degli ultimi anni!**
****Chi è veramente* *Beryl Anderson**? Lei è convinta di essere una **ragazza come tante altre** ma, quando la sua vita comincia ad andare in pezzi e le accadono cose inspiegabili, l’idea che esista **un mondo del tutto diverso** da quello che conosce, nel quale lei è una **persona molto speciale** , comincerà ad apparirle meno incredibile. E assieme a nuovi compagni d’avventure, dovrà imparare a combattere per conoscere a fondo se stessa, salvare la sua vita e, forse, il mondo.
Dopo **l’incredibile successo della Saga di Nocturnia,** letta e amata da decine di migliaia di lettori, era difficile meglio, sia in termini di vendite che di qualità narrativa. **Stefano Lanciotti c’è riuscito in pieno** : senza abbandonare il complesso universo creato per Nocturnia, l’autore ha spostato la narrazione sulla Terra, creando **un intreccio complesso e godibile** , sganciato dalla narrazione della Saga, ma coerente con essa. Il risultato è un **Urban Fantasy moderno e intrigante** , dove magia, amicizia, terrore, amore si intrecciano in una **trama mozzafiato** , che **cattura il lettore e non lo lascia più andare**.
Oggi, per la prima volta e in esclusiva per KDP, in un unico ebook **i tre fantastici romanzi** , a un prezzo incredibile, che ti consente di avere anche un racconto inedito in omaggio! Non lasciarti sfuggire l’occasione di entrare in un mondo dal quale non vorrai uscire.
Ecco cosa ne pensano i lettori:
**★★★★★ Fantastico mondo**
Davide – 6 Gennaio 2019
Semplicemente fantastico. Fantasy molto scorrevole che travolge fin dall’inizio per modalità di scrittura e anche per il fatto che il succedersi degli eventi non è mai scontato. Ho molto apprezzato la mancanza di inutili e superflue descrizioni che spesso accompagnano questo genere di trame. Ci si affeziona ai personaggi e al loro destino. Ho letto la saga completa composta da tre libri di un sol fiato. Complimenti!
**★★★★★ Fantastico**
Giuseppe – 22 settembre 2016
Appassonante, coinvolgente, trascinante.
Stefano come suo solito riesce a trasporari all’interno del suo mondo e farlo con un Urban fantasy è molto più complicato che con un fantasy classico.
Mi sento inoltre in dovere di aggiungere, dedicato a chi gratuitamente ha avuto il coraggio di criticare i suoi metodi di marketing, che Stefano è una persona ONESTA, che si suda i suoi risultati visto che ha rifiutato di stare al giogo delle grandi case editrici e si merIta tutta la mia stima ed ammirazione.
Stefano continua così!!!!!
★★★★★ Finalmente!Grazie!
Pierpaolo – 23 aprile 2019 Finalmente! Finalmente un libro fantasy che mi riporta ai mie idoli come Salvatore e Greenwood. Finalmente una storia fantasy che ti porta con la mente e col cuore in un mondo tutto da vivere… complimenti. Inutile dire che ho già comprato tutta la serie di Nocturnia.
**
### Sinossi
**Dall’autore della saga fantasy di Nocturnia e della trilogia di thriller “Nome in Codice: Nemmera”, bestseller Amazon degli ultimi anni!**
****Chi è veramente* *Beryl Anderson**? Lei è convinta di essere una **ragazza come tante altre** ma, quando la sua vita comincia ad andare in pezzi e le accadono cose inspiegabili, l’idea che esista **un mondo del tutto diverso** da quello che conosce, nel quale lei è una **persona molto speciale** , comincerà ad apparirle meno incredibile. E assieme a nuovi compagni d’avventure, dovrà imparare a combattere per conoscere a fondo se stessa, salvare la sua vita e, forse, il mondo.
Dopo **l’incredibile successo della Saga di Nocturnia,** letta e amata da decine di migliaia di lettori, era difficile meglio, sia in termini di vendite che di qualità narrativa. **Stefano Lanciotti c’è riuscito in pieno** : senza abbandonare il complesso universo creato per Nocturnia, l’autore ha spostato la narrazione sulla Terra, creando **un intreccio complesso e godibile** , sganciato dalla narrazione della Saga, ma coerente con essa. Il risultato è un **Urban Fantasy moderno e intrigante** , dove magia, amicizia, terrore, amore si intrecciano in una **trama mozzafiato** , che **cattura il lettore e non lo lascia più andare**.
Oggi, per la prima volta e in esclusiva per KDP, in un unico ebook **i tre fantastici romanzi** , a un prezzo incredibile, che ti consente di avere anche un racconto inedito in omaggio! Non lasciarti sfuggire l’occasione di entrare in un mondo dal quale non vorrai uscire.
Ecco cosa ne pensano i lettori:
**★★★★★ Fantastico mondo**
Davide – 6 Gennaio 2019
Semplicemente fantastico. Fantasy molto scorrevole che travolge fin dall’inizio per modalità di scrittura e anche per il fatto che il succedersi degli eventi non è mai scontato. Ho molto apprezzato la mancanza di inutili e superflue descrizioni che spesso accompagnano questo genere di trame. Ci si affeziona ai personaggi e al loro destino. Ho letto la saga completa composta da tre libri di un sol fiato. Complimenti!
**★★★★★ Fantastico**
Giuseppe – 22 settembre 2016
Appassonante, coinvolgente, trascinante.
Stefano come suo solito riesce a trasporari all’interno del suo mondo e farlo con un Urban fantasy è molto più complicato che con un fantasy classico.
Mi sento inoltre in dovere di aggiungere, dedicato a chi gratuitamente ha avuto il coraggio di criticare i suoi metodi di marketing, che Stefano è una persona ONESTA, che si suda i suoi risultati visto che ha rifiutato di stare al giogo delle grandi case editrici e si merIta tutta la mia stima ed ammirazione.
Stefano continua così!!!!!
★★★★★ Finalmente!Grazie!
Pierpaolo – 23 aprile 2019 Finalmente! Finalmente un libro fantasy che mi riporta ai mie idoli come Salvatore e Greenwood. Finalmente una storia fantasy che ti porta con la mente e col cuore in un mondo tutto da vivere… complimenti. Inutile dire che ho già comprato tutta la serie di Nocturnia.

La passione di Padre Pio

Tutto ciò che riguarda Padre Pio è stato sviscerato dai mass media, soprattutto dopo la proclamazione della sua santità. Solo un aspetto della sua vita resta ancora in ombra: la persecuzione cui fu sottoposto da parte della Chiesa.
Una persecuzione che rimane un enigma. Iniziata subito dopo la comparsa delle stigmate sul corpo del religioso, è durata, sempre più accanita, per il resto della sua vita e per diversi anni anche dopo la morte. Padre Pio visse in un continuo dissidio. Tremendo. Martirizzante.
Furono molte le persone umane fallibili che, all’interno della Chiesa cattolica, ebbero il compito di giudicare la sua vita, la sua condotta e i suoi fenomeni mistici, e che si sbagliarono clamorosamente. La cosa grave sta nel fatto che quelle persone erano ai vertici di vari dicasteri vaticani, in particolare il Sant’Uffizio, il supremo tribunale per la difesa della fede.
“Dimenticare le sue sofferenze significa tradirlo” mi disse un giorno Fra Modestino, un confratello di Padre Pio, considerato, dopo la morte dello stigmatizzato, il suo erede. Non è possibile pensare Gesù senza croce; non è possibile pensare Padre Pio senza sofferenze.
Questo libro intende soffermarsi soprattutto sul racconto di queste sofferenze “morali e spirituali”. E sulle persecuzioni che ne furono causa e che il religioso subì per tutta la vita.
Il racconto si basa su migliaia di documenti conservati nell’Archivio segreto del Vaticano e in quello del Sant’Uffizio. Ma anche documenti degli archivi dell’Ordine dei Frati Cappuccini, dei Cappuccini della Provincia di Foggia e di archivi privati di laici che ebbero ruoli estremamente importanti in questa vicenda. Molti di questi sono inediti.
*Renzo Allegri*

La nostra fuga insieme

Leslie ha un problema, un grosso problema: la sua storia con Timoty è finita da poco tempo, da quando cioè lo ha beccato in intimità con sua cugina Felicity. Ora che il semestre invernale di studi volge al termine, l’ultima cosa che desidera è trascorrere le vacanze in famiglia, con i parenti e il suo ex ragazzo incollato a Felicity. Per salvarsi da una simile condanna, non le resta che salire su un autobus per una destinazione scelta a caso. Quella che doveva essere una fuga forzata dalle circostanze si trasformerà per Leslie nella più dolce delle avventure, grazie a Jeremy. Con il suo ampio sorriso, le fossette sulle guance, gli occhi verdi e i modi gentili, Jeremy rappresenta la speranza che l’amore vero e sincero esista per davvero. E quell’amore può battere nel suo cuore e scaldarlo, nonostante la neve e il freddo impietoso di dicembre.
In fuga da se stesso e da una vita che gli sta stretta, Jeremy decide di prendersi una pausa da tutto e tutti e di salire su un autobus per una destinazione qualunque. Essere un ventiduenne in incognito è divertente e anche molto piacevole, soprattutto quando si tratta di flirtare con una ragazza. E soprattutto quando questa ragazza fa di nome Leslie Williams, la persona più spontanea e semplice che abbia mai incontrato. Grazie a lei, Jeremy comprenderà ciò che vuole realmente dalla vita. E dall’amore.
**
### Sinossi
Leslie ha un problema, un grosso problema: la sua storia con Timoty è finita da poco tempo, da quando cioè lo ha beccato in intimità con sua cugina Felicity. Ora che il semestre invernale di studi volge al termine, l’ultima cosa che desidera è trascorrere le vacanze in famiglia, con i parenti e il suo ex ragazzo incollato a Felicity. Per salvarsi da una simile condanna, non le resta che salire su un autobus per una destinazione scelta a caso. Quella che doveva essere una fuga forzata dalle circostanze si trasformerà per Leslie nella più dolce delle avventure, grazie a Jeremy. Con il suo ampio sorriso, le fossette sulle guance, gli occhi verdi e i modi gentili, Jeremy rappresenta la speranza che l’amore vero e sincero esista per davvero. E quell’amore può battere nel suo cuore e scaldarlo, nonostante la neve e il freddo impietoso di dicembre.
In fuga da se stesso e da una vita che gli sta stretta, Jeremy decide di prendersi una pausa da tutto e tutti e di salire su un autobus per una destinazione qualunque. Essere un ventiduenne in incognito è divertente e anche molto piacevole, soprattutto quando si tratta di flirtare con una ragazza. E soprattutto quando questa ragazza fa di nome Leslie Williams, la persona più spontanea e semplice che abbia mai incontrato. Grazie a lei, Jeremy comprenderà ciò che vuole realmente dalla vita. E dall’amore.

La Naneide. La Nostra Odissea Per Riportarti a Casa

Un tempo fare figli era la cosa più naturale al mondo, adesso è diventata la scelta più complessa della vita. Nel giro di cinquant’anni il mestiere più difficile del mondo è diventato tutto un altro sport, con regole e sfide completamente diverse. La coppia di questo libro infatti fa un figlio tardi perché ha paura che il Nano in arrivo sconvolgerebbe le loro vite, poi ci pensa e ci ripensa e alla fine si trova di fronte alle mille novità e possibilità di questo tempo, a partire dalla prima: in quale ospedale partorire? Quello più fricchettone dove ti lasciano dormire con il neonato o quello dotato di reparto di Neonatologia e anestesisti che agiscono nel nome di “Santa Epidurale”? I protagonisti di questa storia scelgono il secondo. E per fortuna. Perché quando il piccolo Jacopo nasce, paonazzo e urlante (“tre chilozzi e due di Gollum urlante”), si troverà ad aver bisogno di cure specifiche, e nell’istante in cui viene ricoverato il padre realizza che diventare genitori significa anzitutto che la persona più importante della tua vita non sei più tu stesso, ma una creatura indifesa e fragile. Senza mai perdere i toni della commedia che ne hanno decretato il successo come regista, Johnson racconta la paura più grande che si possa provare, il senso di impotenza, il desiderio struggente di riportare tuo figlio a casa. E al contempo scopre quanto sia importante trovare in se stessi la forza per andare avanti, riconoscere nella competenza dei medici, nell’affetto dei parenti e nella solidarietà degli altri genitori un sostegno indispensabile. Con sguardo affilato e battuta fulminante, l’autore dà vita a un racconto toccante, che in poche righe ci fa passare dalla commozione al riso. **
### Sinossi
Un tempo fare figli era la cosa più naturale al mondo, adesso è diventata la scelta più complessa della vita. Nel giro di cinquant’anni il mestiere più difficile del mondo è diventato tutto un altro sport, con regole e sfide completamente diverse. La coppia di questo libro infatti fa un figlio tardi perché ha paura che il Nano in arrivo sconvolgerebbe le loro vite, poi ci pensa e ci ripensa e alla fine si trova di fronte alle mille novità e possibilità di questo tempo, a partire dalla prima: in quale ospedale partorire? Quello più fricchettone dove ti lasciano dormire con il neonato o quello dotato di reparto di Neonatologia e anestesisti che agiscono nel nome di “Santa Epidurale”? I protagonisti di questa storia scelgono il secondo. E per fortuna. Perché quando il piccolo Jacopo nasce, paonazzo e urlante (“tre chilozzi e due di Gollum urlante”), si troverà ad aver bisogno di cure specifiche, e nell’istante in cui viene ricoverato il padre realizza che diventare genitori significa anzitutto che la persona più importante della tua vita non sei più tu stesso, ma una creatura indifesa e fragile. Senza mai perdere i toni della commedia che ne hanno decretato il successo come regista, Johnson racconta la paura più grande che si possa provare, il senso di impotenza, il desiderio struggente di riportare tuo figlio a casa. E al contempo scopre quanto sia importante trovare in se stessi la forza per andare avanti, riconoscere nella competenza dei medici, nell’affetto dei parenti e nella solidarietà degli altri genitori un sostegno indispensabile. Con sguardo affilato e battuta fulminante, l’autore dà vita a un racconto toccante, che in poche righe ci fa passare dalla commozione al riso.

LA MOGLIE DEL CACCIATORE DI PERLE

*Una terra lontana. Un marito pericoloso. Un amore proibito.
Nella vena di Lucinda Riley e Kate Furnivall, un grande romanzo storico. ** *
È il 1912 quando la diciannovenne Maisie Porter guarda l’Inghilterra svanire in lontananza dal parapetto dell’ *Oceanic*. Si appresta a un lungo viaggio verso Buccaneer Bay, nello sperduto nord-ovest dell’Australia, e verso l’incerto destino che l’attende: ovvero il matrimonio con il lontano cugino Maitland Sinclair, che lei non ha mai visto e che gestisce la ricerca delle perle in quel tratto di costa. Quando Maisie arriva, si ritrova in una sonnolenta cittadina nel mezzo del nulla, dove l’ipocrisia vittoriana che credeva di essersi lasciata alle spalle è più soffocante che mai. Delusa dal comportamento odioso del marito, misogino e arrogante, si ritroverà con l’unico conforto dell’affascinante pescatore William Cooper, che lavora per Sinclair: è lui il vero «cacciatore di perle», nonostante Sinclair si spacci per tale. È lui che si tuffa in mare per compiere ogni volta l’incredibile impresa di arrivare nelle acque profonde col solo aiuto dei polmoni, e portare alla luce le meraviglie che l’oceano nasconde. Ma l’amore che sboccia fortissimo tra Maisie e William troverà molti ostacoli… soprattutto quando scopriranno insieme il segreto terribile che Sinclair nasconde nel proprio passato.
Esotismo, atmosfere coloniali e un’eroina molto speciale renderanno la lettura di questo romanzo un’esperienza magica. **
### Sinossi
*Una terra lontana. Un marito pericoloso. Un amore proibito.
Nella vena di Lucinda Riley e Kate Furnivall, un grande romanzo storico. ** *
È il 1912 quando la diciannovenne Maisie Porter guarda l’Inghilterra svanire in lontananza dal parapetto dell’ *Oceanic*. Si appresta a un lungo viaggio verso Buccaneer Bay, nello sperduto nord-ovest dell’Australia, e verso l’incerto destino che l’attende: ovvero il matrimonio con il lontano cugino Maitland Sinclair, che lei non ha mai visto e che gestisce la ricerca delle perle in quel tratto di costa. Quando Maisie arriva, si ritrova in una sonnolenta cittadina nel mezzo del nulla, dove l’ipocrisia vittoriana che credeva di essersi lasciata alle spalle è più soffocante che mai. Delusa dal comportamento odioso del marito, misogino e arrogante, si ritroverà con l’unico conforto dell’affascinante pescatore William Cooper, che lavora per Sinclair: è lui il vero «cacciatore di perle», nonostante Sinclair si spacci per tale. È lui che si tuffa in mare per compiere ogni volta l’incredibile impresa di arrivare nelle acque profonde col solo aiuto dei polmoni, e portare alla luce le meraviglie che l’oceano nasconde. Ma l’amore che sboccia fortissimo tra Maisie e William troverà molti ostacoli… soprattutto quando scopriranno insieme il segreto terribile che Sinclair nasconde nel proprio passato.
Esotismo, atmosfere coloniali e un’eroina molto speciale renderanno la lettura di questo romanzo un’esperienza magica.

La mente inquieta: Saggio sull’Umanesimo

Predomina ancora una visione del periodo dell’Umanesimo che ne esalta, da un lato, i valori estetico-artistici, e tende a ridurne, dall’altro, il pensiero a elementi retorico-filologici. Massimo Cacciari ci fa capire come le cose siano piú complesse e meno schematiche, e come la stessa filologia umanistica vada in realtà inserita in un progetto culturale piú ampio nel quale l’attenzione al passato è complementare alla riflessione sul futuro, mondano e ultramondano. Dunque una filologia che è intimamente filosofia e teologia. E i nodi filosofici affrontati dagli umanisti (che in quest’ottica non iniziano con Petrarca o con i padovani, ma con lo stesso Dante) sono difficilmente ascrivibili a sistemi armonici o pacificanti, secondo una visione tradizionale del Rinascimento. C’è un nucleo tragico del pensiero umanistico, fortemente «anti-dialettico», in cui le polarità opposte non si armonizzano né vengono sintetizzate. **
### Sinossi
Predomina ancora una visione del periodo dell’Umanesimo che ne esalta, da un lato, i valori estetico-artistici, e tende a ridurne, dall’altro, il pensiero a elementi retorico-filologici. Massimo Cacciari ci fa capire come le cose siano piú complesse e meno schematiche, e come la stessa filologia umanistica vada in realtà inserita in un progetto culturale piú ampio nel quale l’attenzione al passato è complementare alla riflessione sul futuro, mondano e ultramondano. Dunque una filologia che è intimamente filosofia e teologia. E i nodi filosofici affrontati dagli umanisti (che in quest’ottica non iniziano con Petrarca o con i padovani, ma con lo stesso Dante) sono difficilmente ascrivibili a sistemi armonici o pacificanti, secondo una visione tradizionale del Rinascimento. C’è un nucleo tragico del pensiero umanistico, fortemente «anti-dialettico», in cui le polarità opposte non si armonizzano né vengono sintetizzate.

La maledizione delle ombre

« *Colpi di scena e false piste si moltiplicano, pagina dopo pagina, e fanno della “Maledizione delle ombre” il thriller perfetto.* »
**Elle**
« *Un thriller che lascia il lettore senza fiato.* »
**Le Parisien**
« *Grangé è al suo meglio e ci consegna un romanzo dal ritmo incalzante, dove la tensione si mantiene alta fino all’ultima pagina. Da non perdere.* »
**Le Figaro**
*Il male viene da lontano e non conosce confini.* A Parigi è notte fonda. Per le strade non si scorge anima viva e i quartieri sono immersi in una spettrale immobilità. Tutti tranne uno. Nel X arrondissement, in uno dei night club più frequentati, si è da poco consumato l’omicidio di una ballerina, il cui corpo è stato orrendamente sfigurato. Il primo a raggiungere la scena del delitto è il comandante della Brigata criminale Stéphane Corso, convinto di trovarsi di fronte all’ennesima indagine di routine. Ma questa volta si sbaglia. Perché la ballerina è solo la prima vittima di un serial killer del tutto fuori dal comune: per i suoi crimini sceglie giovani donne con un passato segnato da violenze e abbandoni e con il suo modus operandi cerca di riprodurre alcuni dipinti del pittore Francisco Goya. Una mente difficile da decifrare, soprattutto se gli omicidi si moltiplicano e le prove si fanno così evanescenti da depistare la polizia. Corso e la sua squadra navigano in acque stagnanti, sempre più confusi e lontani dalla soluzione del caso, finché si fa avanti un anziano poliziotto che consegna a Corso un voluminoso fascicolo: contiene verbali di trent’anni prima che documentano un assassinio identico a quelli recenti e lasciano intravedere una nuova pista. Sulle tracce di un uomo che da presunto colpevole si trasforma ben presto in astuto antagonista, Corso affronta una progressiva discesa nel cuore oscuro dell’agire umano. Scoprirà che un assassino può nasconderne un altro e che la realtà può trasformarsi in un incubo senza fine.
Jean-Christophe Grangé è il maestro indiscusso del grande thriller: i suoi romanzi, costruiti su un sapiente gioco di orrore e inquietudine, conquistano, a ogni nuova uscita, la vetta delle classifiche. Con *La maledizione delle ombre* , che ha già venduto 200.000 copie ed è in corso di traduzione in tutto il mondo, l’autore francese torna a scavare negli angoli bui dell’anima, dove si annidano paure e ossessioni che hanno radici troppo profonde per essere estirpate. **
### Sinossi
« *Colpi di scena e false piste si moltiplicano, pagina dopo pagina, e fanno della “Maledizione delle ombre” il thriller perfetto.* »
**Elle**
« *Un thriller che lascia il lettore senza fiato.* »
**Le Parisien**
« *Grangé è al suo meglio e ci consegna un romanzo dal ritmo incalzante, dove la tensione si mantiene alta fino all’ultima pagina. Da non perdere.* »
**Le Figaro**
*Il male viene da lontano e non conosce confini.* A Parigi è notte fonda. Per le strade non si scorge anima viva e i quartieri sono immersi in una spettrale immobilità. Tutti tranne uno. Nel X arrondissement, in uno dei night club più frequentati, si è da poco consumato l’omicidio di una ballerina, il cui corpo è stato orrendamente sfigurato. Il primo a raggiungere la scena del delitto è il comandante della Brigata criminale Stéphane Corso, convinto di trovarsi di fronte all’ennesima indagine di routine. Ma questa volta si sbaglia. Perché la ballerina è solo la prima vittima di un serial killer del tutto fuori dal comune: per i suoi crimini sceglie giovani donne con un passato segnato da violenze e abbandoni e con il suo modus operandi cerca di riprodurre alcuni dipinti del pittore Francisco Goya. Una mente difficile da decifrare, soprattutto se gli omicidi si moltiplicano e le prove si fanno così evanescenti da depistare la polizia. Corso e la sua squadra navigano in acque stagnanti, sempre più confusi e lontani dalla soluzione del caso, finché si fa avanti un anziano poliziotto che consegna a Corso un voluminoso fascicolo: contiene verbali di trent’anni prima che documentano un assassinio identico a quelli recenti e lasciano intravedere una nuova pista. Sulle tracce di un uomo che da presunto colpevole si trasforma ben presto in astuto antagonista, Corso affronta una progressiva discesa nel cuore oscuro dell’agire umano. Scoprirà che un assassino può nasconderne un altro e che la realtà può trasformarsi in un incubo senza fine.
Jean-Christophe Grangé è il maestro indiscusso del grande thriller: i suoi romanzi, costruiti su un sapiente gioco di orrore e inquietudine, conquistano, a ogni nuova uscita, la vetta delle classifiche. Con *La maledizione delle ombre* , che ha già venduto 200.000 copie ed è in corso di traduzione in tutto il mondo, l’autore francese torna a scavare negli angoli bui dell’anima, dove si annidano paure e ossessioni che hanno radici troppo profonde per essere estirpate.
### Dalla seconda/terza di copertina
Jean-Christophe Grangé è autore di romanzi di grandissimo successo che hanno ampliato i confini del thriller tradizionale. I suoi libri, tradotti in tutto il mondo e venduti in milioni di copie, sono pubblicati in Italia da Garzanti. Spesso sono stati portati sul grande schermo, e I fiumi di porpora ha vinto il premio Grinzane Cinema 2007 per il miglior libro da cui è stato tratto un film.

La lunga notte boreale

**Bachelors of Bear Creek** 1
Kay Freemont, giornalista di Manhattan, passa le giornate a scrivere di sesso e le notti a chiedersi se non sia tutta una finzione. Così quando Quinn Scofield, un single molto sexy che abita in Alaska, fa pubblicare un annuncio sulla sua rivista per cercare moglie, Kay decide che è arrivato il momento di scoprirlo.
Le lunghe notti in Alaska sono fatte apposta per l’amore, questo ripete Quinn nella speranza di sgelare l’algida newyorkese e indurla a raggiungerlo in Alaska. E non appena Kay si ritrova tra le nevi e nella magica atmosfera boreale lui risveglia in lei un fuoco in grado di sciogliere qualsiasi ghiaccio.