8337–8352 di 72802 risultati

Scintille

Quanto misteriosi e abissali sono i legami che tengono insieme le famiglie? Quale sortilegio innesca la fiamma che spinge due persone ad amarsi? Dove nasce la tensione che dura una vita intera tra una madre e un figlio? Perché un fratello e una sorella diventano piú forti tenendosi stretti l’uno all’altra? Come spiegare la compassione che affiora dalla rivalità? Quanto dura la scia di quel che si è provato quando un grande amore si dissolve? Raccontando le relazioni e i legami che in ogni momento della nostra esistenza intessiamo con chi ci sta accanto per sempre o solo per un breve tratto di vita, Federico Pace ci svela la natura vertiginosa e incerta dei rapporti, entra nel cuore pulsante dei sentimenti che alimentano la nostra quotidianità e danno senso a ciò che siamo. Perché è sempre dall’incontro con l’altro che vengono decisi i nostri destini.

Sangue sul Foro: Indagini ai tempi di Roma

Nell’anno 108 d.C. alcune strane morti di umili servitori stanno rischiando di rallentare i lavori del grandioso cantiere del foro e dei mercati traianei. In assenza di casi più interessanti, il Pretore Probo decide allora di occuparsi della vicenda, curiosando fra i responsabili delle ditte e finendo ovviamente per scontrarsi con il suo rude antagonista, il Prefetto del Pretorio. Sebbene l’iniziale situazione paia sotto controllo, il moltiplicarsi dei decessi e il coinvolgimento di illustri personaggi obbligano invece gli inquirenti a ricredersi, costringendoli perfino a bloccare i lavori tanto cari al Cesare. Mentre una terribile calamità rischia intanto di sconvolgere la vita di Roma e dei suoi cittadini, l’inchiesta si amplia svelando i foschi contorni di un letale intrigo gentilizio, un vero e proprio “vaso di Pandora” di menzogna e corruzione. Nel sempre più disperato tentativo di proteggere la dorata pax dell’Urbe, il nobile investigatore dovrà destreggiarsi fra senatoconsulti e “operai fantasma”, convivi di rappresentanza e pericolosi magnati, intraprendenti prostitute e persino bizzarre profezie. Quinto Valerio Probo riuscirà infine a risolvere l’enigma del foro, tacitando una volta per tutte le arroganti critiche dell’architetto Apollodoro di Damasco? **
### Sinossi
Nell’anno 108 d.C. alcune strane morti di umili servitori stanno rischiando di rallentare i lavori del grandioso cantiere del foro e dei mercati traianei. In assenza di casi più interessanti, il Pretore Probo decide allora di occuparsi della vicenda, curiosando fra i responsabili delle ditte e finendo ovviamente per scontrarsi con il suo rude antagonista, il Prefetto del Pretorio. Sebbene l’iniziale situazione paia sotto controllo, il moltiplicarsi dei decessi e il coinvolgimento di illustri personaggi obbligano invece gli inquirenti a ricredersi, costringendoli perfino a bloccare i lavori tanto cari al Cesare. Mentre una terribile calamità rischia intanto di sconvolgere la vita di Roma e dei suoi cittadini, l’inchiesta si amplia svelando i foschi contorni di un letale intrigo gentilizio, un vero e proprio “vaso di Pandora” di menzogna e corruzione. Nel sempre più disperato tentativo di proteggere la dorata pax dell’Urbe, il nobile investigatore dovrà destreggiarsi fra senatoconsulti e “operai fantasma”, convivi di rappresentanza e pericolosi magnati, intraprendenti prostitute e persino bizzarre profezie. Quinto Valerio Probo riuscirà infine a risolvere l’enigma del foro, tacitando una volta per tutte le arroganti critiche dell’architetto Apollodoro di Damasco?

Sacrifice Un Amore Sporco

“ Noi siamo sempre stati una bugia “.
Un uomo soffocato dal peso delle sue colpe e dei suoi demoni, questo è Blake Cress.
Questo sono io.
Il buio mi ha chiamato a sé molto tempo fa. Ha reclamato il mio cuore, la mia anima. Ogni frammento della mia vita che ancora osava brillare di luce. Mi sono inabissato tra le sue braccia, lasciando che mi cullasse in modo da espiare i peccati che mi avevano portato a perdere tutto.
A perdere la donna che amavo più della mia stessa vita.
Frammento.
Sono solo questo ormai.
Un fantasma che vaga in questa casa, vuota, con l’eco di quello che una volta vi abitava. Io, il mio sorriso. La mia famiglia.
Stanze prive di vita in cui aleggia solo il suono delle mie lacrime, intrappolate come me.
Le sento ancora, le sue urla mentre, agonizzante, la guardavo morire. Il calore del fuoco che divampava in me e che ha ucciso per sempre il vecchio Blake. Ogni giorno sento ancora la mia stessa volontà messa in ginocchio e il mondo morire per sempre.
Una punizione per qualcosa che non avevo fatto.
Tutto per punire lui. L’uomo più importante della mia vita. Mio fratello.
Stanco, vivo in questa prigione che mi sono costruito attorno per proteggermi dal mondo.
Fino al suo arrivo.
Evelyn.
Il mio punto di non ritorno.
Ma come posso cambiare quello che ho fatto?
Una fottuta scelta sbagliata ha mandato all’inferno troppe vite.
Rapita, torturata, tutto per proteggere quell’uomo che non mi ha mai dimostrato un solo briciolo d’amore.
Mi odio, ma soprattutto la amo.
Le nostre strade non avrebbero mai dovuto incrociarsi. Lei è il bene, io il fuoco che rende perenne l’inferno. Non posso farmi conoscere, non voglio che veda chi si cela dietro questo volto abominevole.
Non posso donarmi di nuovo a qualcuno. E non intendevo farlo.
Ma suo tocco brucia più della benzina.
Il suo sorriso mi scava dentro ferite che di doloroso non hanno niente.
Lei, che non ricorda cosa le ho fatto, chi sono davvero. Non vede in me il freddo tossico del male che le ho fatto per colpa di un amore malato.
Perché sei dovuta arrivare?
Non devo desiderarla, lo so bene.
La mai voglia di lei è pericolosa. Io non posso dare niente a nessuno. Ho amato un tempo. Ho amato davvero. Ma ormai sono buio e disperazione.
Sono marchiato dal male.
Ma lei mi confonde. Ogni suo gesto mi fa desiderare di essere ancora l’uomo che ero. Ma quel giorno ha disintegrato tutto ciò che consideravo vita, luce, importanza. Ha preso il mio cuore e lo ha bruciato, lasciandomi inerme a chiedere una fine che non mi è stata concessa.
Lei, che mi maneggia con cura, per paura che possa rompermi, non sa che giorno dopo giorno si sta lentamente innamorando dell’uomo, del mostro, che le ha rovinato la vita.
Devo dirle addio, per proteggerla dalla furia di un uomo che non sa cosa sia la pietà.
Ma proprio non ce la faccio.
La amo.
Lei è tutto ciò desidero. La fiamma pura e bellissima che potrebbe concedermi una nuova possibilità di essere felice.
Ho abbracciato il buio tanto tempo fa. Ma poi è arrivata lei, facendomi desiderare di vivere.
Io le appartengo.
Sono parte di quel cuore a cui ho fatto del male. Sono parte di quella ragazza che non mi fa sentire un’ombra che si nasconde.
Ma il nostro amore è nato nel peccato, nella menzogna. Nell’odio e nel male. Non può esserci redenzione per me. Non può esserci lieto fine per noi.
Non ci sarà.

Sacré bleu

Lo spirito della Parigi fin de siécle e dell’Impressionismo in una movimentata storia di intrighi, passione, arte, misteri, condita di pane croccante, ragazze cancan e assenzio. Ambientata a Parigi nel 1880, ne è protagonista Lucien, ultimogenito di una famiglia di fornai di Montmartre, il cui padre era amico, sodale e protettore di poveri artisti come Renoir, Monet, Pissarro e Cézanne. Anche Lucien dipinge e la sua musa è la bella Juliette dagli occhi color del cielo, che un giorno, di punto in bianco, sparisce nel nulla. Due anni dopo, ritrovato per caso l’amore della sua vita, Lucien scopre insieme all’amico Henri Toulouse-Lautrec il misterioso legame tra Juliette e il Colorista, uno strambo commerciante e fabbricante di pigmenti, unico a conoscere la ricetta di un misterioso blu oltremare – il Sacré Bleu – dalle qualità eccezionali. Da quel momento, il fornaio e il pittore resteranno travolti da una valanga di guai e faranno involontariamente luce su una lunga serie di risvolti inediti del mondo della pittura, tra i quali il finto suicidio di un certo Vincent van Gogh… Dopo il “Vangelo” e “Re Lear”, Christopher Moore rilegge un momento fondamentale della storia dell’arte e della modernità, in un volume ricco di suspense e di riflessioni su quanto di più profondo muove gli esseri umani: la passione, sotto qualsiasi forma essa si manifesti. **

Ricordo quasi tutto

«Una grande famiglia è una famiglia disseminata, divisa, complicata, persa, ritrovata. L’albero genealogico segna rami che a volte non si sono mai toccati, e a volte si sono uniti indissolubilmente.» Fulco Ruffo di Calabria appartiene a una delle famiglie più antiche e blasonate d’Europa, che vanta fra i suoi membri re e regine, principi e principesse, cardinali ed eroi, come il nonno Fulco, asso dell’aviazione della Prima guerra mondiale e medaglia d’oro al valor militare. Con legittimo orgoglio ma anche con estrema spontaneità e semplicità, Fulco si racconta per la prima volta in una sorta di diario «geografico» che ripercorre la sua vita di nomade d’eccezione: l’infanzia torinese insieme ai fratelli Augusto, Imara, Umberto e Alessandro, sotto l’occhio vigile e affettuoso della «signorina Natalia», amica e complice; la Pasqua a Roma da nonna Luisa; le feste con i compagni di giochi, fra i quali Edoardo e Margherita Agnelli e i «rampolli» di casa Marone Cinzano, i Rivetti, i Nasi, i Vallarino Gancia; i collegi esclusivi a Moncalieri, Pallanza, Paderno del Grappa e Gressoney; le indimenticabili vacanze a Poveromo, in Versilia, nella accogliente e vissuta casa di famiglia, in compagnia di nonni, cugini e zii (fra cui Paola, futura regina dei Belgi) o a Sestriere. I viaggi per tutta l’Europa con la «banda Ruffo» (così zia Paola chiamava i nipoti) negli «anni feroci e fieri», in cui «non ci facemmo mancare niente», all’insegna della spensieratezza e degli amori passeggeri. Fino al trasferimento in Sudafrica, dove Fulco si reca per lavorare nella società del padre. Poi il ritorno in Italia, e quell’irrequieto peregrinare di città in città alla ricerca del luogo in cui riconoscersi e potersi fermare per sempre: Torino, Roma, Lecce, il Salento, con i suoi profumi e la sua ospitalità, di nuovo Roma… Queste pagine sincere e appassionate non mancano però di raccontare anche ricordi dolorosi: il difficile rapporto con il padre, fin dall’inizio così «distante» e presto del tutto assente, la paternità irrisolta, l’improvvisa quanto inaspettata fine del matrimonio con Melba. Mettendo a nudo, senza reticenze, la paura di sempre: non essere all’altezza delle aspettative. *Ricordo quasi tutto* è un personalissimo viaggio autobiografico, ma anche la sorprendente istantanea di un’Italia così bella da rendere davvero impossibile la scelta di un luogo dove fermarsi.

Riconquistando Il Cuore Di Lei

### ***“Che importa se è un miliardario? Voglio dire, questo non lo rende automaticamente una brutta persona.”***
“Devin, non ho dimenticato ciò che mi hai fatto.
Mi hai lasciata come niente fosse, rovinando il mio ballo di fine anno, tutto per Jennifer.
Ho impiegato tantissimo tempo a riprendermi da quell’esperienza.
Ti amavo. Ti amavo davvero.
E tu mi hai spezzato il cuore solo per assistere Jen nella sua vendetta.
Ecco perché non ho bisogno di alcuna spiegazione, Devin.
Lasciami in pace.”
\—
Se doveste chiedere agli studenti della Central High di descrivere Cora Tilson, i termini “popolare” o “estroversa”, sicuramente non verrebbero in mente a nessuno.
Probabilmente otterrete risposte più simili a: “Cora? Non ho mai sentito questo nome prima d’ora.”
Dal suo ingresso alle superiori, Cora ha mantenuto un profilo molto basso per concentrarsi sui suoi studi. Non fa parte delle ragazze popolari e non potrebbe importargliene di meno.
Tuttavia, quando la sua migliore amica Allison comincia ad essere bullizzata da Jennifer, una cheerleader bella e popolare, Cora decide di fare qualcosa. La segnala alla scuola e Jennifer viene sospesa.
**Ma Jennifer vuole vendicarsi.**
Non è disposta a perdonare l’umiliazione che ha dovuto subire per colpa di Cora, di fronte a tutta la scuola.
Alla fine, riesce a convincere il suo ragazzo, Devin, il giocatore di football più bello e forte, ad aiutarla nella sua vendetta.
Il piano è semplice: Devin lascerà Jennifer.
Poi, utilizzerà il suo fascino naturale per sedurre l’innocente Cora.
E, per ultima cosa, la lascerà durante il ballo di fine anno, davanti a tutti, per tornare con Jennifer.
*Il problema, però, è che le cose non vanno mai secondo i piani.*
Devin capisce in fretta che ciò che prova per Cora non è più l’imitazione di un sentimento e vuole tirarsi fuori dai piani malvagi di Jen.
**Ma ormai è troppo tardi.**
**Non può scappare da quella trappola senza ferirla…**
***Cora potrà perdonare Devin? Solo il tempo potrà dirlo…** ** *
### Sinossi
### ***“Che importa se è un miliardario? Voglio dire, questo non lo rende automaticamente una brutta persona.”***
“Devin, non ho dimenticato ciò che mi hai fatto.
Mi hai lasciata come niente fosse, rovinando il mio ballo di fine anno, tutto per Jennifer.
Ho impiegato tantissimo tempo a riprendermi da quell’esperienza.
Ti amavo. Ti amavo davvero.
E tu mi hai spezzato il cuore solo per assistere Jen nella sua vendetta.
Ecco perché non ho bisogno di alcuna spiegazione, Devin.
Lasciami in pace.”
\—
Se doveste chiedere agli studenti della Central High di descrivere Cora Tilson, i termini “popolare” o “estroversa”, sicuramente non verrebbero in mente a nessuno.
Probabilmente otterrete risposte più simili a: “Cora? Non ho mai sentito questo nome prima d’ora.”
Dal suo ingresso alle superiori, Cora ha mantenuto un profilo molto basso per concentrarsi sui suoi studi. Non fa parte delle ragazze popolari e non potrebbe importargliene di meno.
Tuttavia, quando la sua migliore amica Allison comincia ad essere bullizzata da Jennifer, una cheerleader bella e popolare, Cora decide di fare qualcosa. La segnala alla scuola e Jennifer viene sospesa.
**Ma Jennifer vuole vendicarsi.**
Non è disposta a perdonare l’umiliazione che ha dovuto subire per colpa di Cora, di fronte a tutta la scuola.
Alla fine, riesce a convincere il suo ragazzo, Devin, il giocatore di football più bello e forte, ad aiutarla nella sua vendetta.
Il piano è semplice: Devin lascerà Jennifer.
Poi, utilizzerà il suo fascino naturale per sedurre l’innocente Cora.
E, per ultima cosa, la lascerà durante il ballo di fine anno, davanti a tutti, per tornare con Jennifer.
*Il problema, però, è che le cose non vanno mai secondo i piani.*
Devin capisce in fretta che ciò che prova per Cora non è più l’imitazione di un sentimento e vuole tirarsi fuori dai piani malvagi di Jen.
**Ma ormai è troppo tardi.**
**Non può scappare da quella trappola senza ferirla…**
***Cora potrà perdonare Devin? Solo il tempo potrà dirlo…** *

Riconoscimento

Axel Honneth è uno dei maggiori filosofi europei e dirige l’Istituto per la ricerca sociale fondato da Max Horkheimer e Theodor Adorno. Questo libro racconta una storia del pensiero europeo, che fin dall’inizio della modernità è attraversato dall’idea che i soggetti sociali siano legati da un rapporto di riconoscimento. Con lo sguardo rivolto alle tre principali tradizioni di pensiero del Vecchio continente, Honneth ci conduce lungo un viaggio tra la Francia, l’Inghilterra e la Germania e disegna i percorsi delle diverse declinazioni di questa idea e delle sue interpretazioni, raccontando ogni volta le sfide politiche e sociali che ne hanno dettato l’urgenza. Da Rousseau a Sartre, da Hume a Mill, da Kant a Hegel, la storia dell’idea di riconoscimento ci permette di pensare una società dinamica e conflittuale, capace di ospitare il dissenso e per questo democratica. Queste figure dell’idea di riconoscimento affondano le proprie radici nel Diciassettesimo secolo e hanno formato la nostra tradizione culturale, interagendo e contaminandosi tra loro fino a oggi. In una società sempre più divisa, il riconoscimento è una risorsa preziosa e necessaria per difendere un’idea di democrazia che non possiamo più dare per scontata. Perché l’idea di riconoscimento, spiega Honneth, è la coscienza di una reciproca appartenenza.

Ricomincio da vedova

«So come ti senti» è una delle frasi che, pronunciate con aria contrita, dovrebbero consolarla al funerale del marito. Ma Ulla-Riitta Rauskio, Ullis per gli amici, ha trascorso gli ultimi dodici anni ad accudirlo e adesso ha in testa una parola sola: «Finalmente!» A settantaquattro anni, non vede l’ora di riagguantare la vita e appagare desideri repressi, da un diverso taglio di capelli alla ripresa dei contatti con le vecchie conoscenze. Certo, qualcuno non c’è più e molti non sono disposti a uscire dall’isolamento, ma questo non vale per le sue ex compagne di scuola, Hellu e Pike, e per l’affascinante Valtonen: un simpatico terzetto con cui Ullis inizia a folleggiare per le vie di Helsinki, tra corsi di hot yoga e di italiano, concerti a teatro e serate nei locali. Alla sua età non c’è più nulla da perdere: conta solo il presente, il passato è da dimenticare e il futuro… non ha davvero importanza. Finché un bel giorno arriva anche la decisione di vendere la casa di famiglia per trasferirsi in centro. Un sogno che Ullis coltiva da sempre e che, non fosse stato per il caro estinto, avrebbe tentato di realizzare molto prima. Ma sarà proprio il trasloco a far scattare l’allarme nei suoi due figli, ormai adulti e a dir poco infastiditi dalle stravaganze dell’anziana madre, a cui hanno intenzione di impedire un inutile sperpero dell’eredità. Fra mille peripezie, un po’ dolci e un po’ agre, Ullis dovrà ricorrere a tutta la sua energia e al senso di ritrovata libertà per dimostrare alle generazioni future, ma soprattutto a se stessa, che invecchiare non significa certo rincitrullire, smettere di godersi la vita, o rinunciare a volersi bene. **
### Sinossi
«So come ti senti» è una delle frasi che, pronunciate con aria contrita, dovrebbero consolarla al funerale del marito. Ma Ulla-Riitta Rauskio, Ullis per gli amici, ha trascorso gli ultimi dodici anni ad accudirlo e adesso ha in testa una parola sola: «Finalmente!» A settantaquattro anni, non vede l’ora di riagguantare la vita e appagare desideri repressi, da un diverso taglio di capelli alla ripresa dei contatti con le vecchie conoscenze. Certo, qualcuno non c’è più e molti non sono disposti a uscire dall’isolamento, ma questo non vale per le sue ex compagne di scuola, Hellu e Pike, e per l’affascinante Valtonen: un simpatico terzetto con cui Ullis inizia a folleggiare per le vie di Helsinki, tra corsi di hot yoga e di italiano, concerti a teatro e serate nei locali. Alla sua età non c’è più nulla da perdere: conta solo il presente, il passato è da dimenticare e il futuro… non ha davvero importanza. Finché un bel giorno arriva anche la decisione di vendere la casa di famiglia per trasferirsi in centro. Un sogno che Ullis coltiva da sempre e che, non fosse stato per il caro estinto, avrebbe tentato di realizzare molto prima. Ma sarà proprio il trasloco a far scattare l’allarme nei suoi due figli, ormai adulti e a dir poco infastiditi dalle stravaganze dell’anziana madre, a cui hanno intenzione di impedire un inutile sperpero dell’eredità. Fra mille peripezie, un po’ dolci e un po’ agre, Ullis dovrà ricorrere a tutta la sua energia e al senso di ritrovata libertà per dimostrare alle generazioni future, ma soprattutto a se stessa, che invecchiare non significa certo rincitrullire, smettere di godersi la vita, o rinunciare a volersi bene.

Resti perfetti

**Perfetto per gli amanti di Angela Marsons e Robert Bryndza
Il primo sconvolgente caso dell’ispettore Luc Callanach**
Tra le remote montagne delle Highlands, il corpo di Elaine Buxton sta bruciando. Tutto quello che rimarrà per identificare la donna, un brillante avvocato scozzese, sono i suoi denti e un frammento di vestiario. Intanto, nella stanza nascosta sul retro di una casa di Edimburgo, la vera Elaine Buxton urla nel buio. L’ispettore Luc Callanach ha appena messo piede nel suo nuovo ufficio e subito il caso di una donna scomparsa si trasforma in un’indagine per omicidio. Dopo aver lasciato una promettente carriera all’Interpol, Callanach è impaziente di mettersi alla prova con la sua nuova squadra. Ma l’indagine che lo aspetta è molto diversa da qualunque sfida abbia mai affrontato prima d’ora, perché l’assassino ha coperto le sue tracce con cura meticolosa. Quando un’altra donna di successo viene rapita, è chiaro che si tratta di una disperata corsa contro il tempo per impedire al gioco perverso di una mente criminale di mietere altre vittime.
**Una serie da mezzo milione di copie
Tradotta in 10 Paesi**
«Un esordio straordinario. La trama è avvincente, speriamo di poter leggere ancora le indagini dell’ispettore Callanach.»
**The Herald**
«Con i suoi incredibili colpi di scena in ogni capitolo, Resti perfetti terrà agganciati i lettori dall’inizio alla fine. Da leggere.»
**Closer**
«Senza dubbio uno dei migliori thriller polizieschi in circolazione.»
**Woman’s Way Magazine**
«Questo libro ha proprio fatto centro.»
**Scotland Correspondent**
**Helen Fields**
ha lavorato per anni come sceneggiatrice e la sua passione è guardare serie TV investigative. Ha pubblicato numerosi libri di successo, molti dei quali per bambini e adolescenti, ma la sua vera passione sono i thriller. **
### Sinossi
**Perfetto per gli amanti di Angela Marsons e Robert Bryndza
Il primo sconvolgente caso dell’ispettore Luc Callanach**
Tra le remote montagne delle Highlands, il corpo di Elaine Buxton sta bruciando. Tutto quello che rimarrà per identificare la donna, un brillante avvocato scozzese, sono i suoi denti e un frammento di vestiario. Intanto, nella stanza nascosta sul retro di una casa di Edimburgo, la vera Elaine Buxton urla nel buio. L’ispettore Luc Callanach ha appena messo piede nel suo nuovo ufficio e subito il caso di una donna scomparsa si trasforma in un’indagine per omicidio. Dopo aver lasciato una promettente carriera all’Interpol, Callanach è impaziente di mettersi alla prova con la sua nuova squadra. Ma l’indagine che lo aspetta è molto diversa da qualunque sfida abbia mai affrontato prima d’ora, perché l’assassino ha coperto le sue tracce con cura meticolosa. Quando un’altra donna di successo viene rapita, è chiaro che si tratta di una disperata corsa contro il tempo per impedire al gioco perverso di una mente criminale di mietere altre vittime.
**Una serie da mezzo milione di copie
Tradotta in 10 Paesi**
«Un esordio straordinario. La trama è avvincente, speriamo di poter leggere ancora le indagini dell’ispettore Callanach.»
**The Herald**
«Con i suoi incredibili colpi di scena in ogni capitolo, Resti perfetti terrà agganciati i lettori dall’inizio alla fine. Da leggere.»
**Closer**
«Senza dubbio uno dei migliori thriller polizieschi in circolazione.»
**Woman’s Way Magazine**
«Questo libro ha proprio fatto centro.»
**Scotland Correspondent**
**Helen Fields**
ha lavorato per anni come sceneggiatrice e la sua passione è guardare serie TV investigative. Ha pubblicato numerosi libri di successo, molti dei quali per bambini e adolescenti, ma la sua vera passione sono i thriller.

Respect

* *«Jay Crownover non delude mai!»
* Breaking Point Series ** *
C’era una volta la bellissima principessa Karsen. La sua, però, non è una favola come le altre. Karsen viveva in un regno di malvagità e corruzione, ma al riparo dagli orrori del mondo. Ignara della sofferenza, la principessa era innamorata della città che bruciava intorno a lei, ne amava gli angoli oscuri, le ombre spaventose. Fu così che consegnò il suo cuore nelle mani di un uomo pericoloso e violento, sorda ai suoi avvertimenti: lui diceva di non meritarla, ma lei non voleva credergli. Nonostante la sua indole brutale, quando erano insieme lui si dimostrava attento e premuroso. Karsen doveva sapere che l’oscurità avrebbe inghiottito la città e l’uomo che amava, ma il dolore per il suo tradimento fu tale che si trovò costretta a fuggire, con il cuore spezzato. Gettò via la corona sperando di riuscire a dimenticare e lasciarsi tutto alle spalle. Ma nel regno oscuro di questa favola, la famiglia è tutto. E Karsen non ha altra scelta se non tornare indietro. Ora, però, non è più un’ingenua principessa…
* *Un’autrice bestseller del New York Times e di USA Today
È facile amare la luce, ma ci vuole coraggio per amare il buio**
«Finalmente la storia di Booker e Karsen. Ho dovuto attendere a lungo ma ne è valsa la pena.»
«La Breaking Point Series è finita, ma è probabilmente la migliore serie che abbia mai letto.»
**Jay Crownover**
vive in Colorado. Ama i tatuaggi e l’arte di modificare il corpo, e cerca di fare in modo che la sua scrittura sia permeata da tutto ciò che vede. Le piace leggere, soprattutto storie che la coinvolgano e appassionino; naturalmente, se c’è un bad boy bello e tatuato è sempre meglio. La Newton Compton ha pubblicato la *Tattoo Series* e la *Welcome Series*. *Honor* e *Instinct* sono i primi due libri della *Breaking Point Series* , di cui *Respect* è il terzo volume. **
### Sinossi
* *«Jay Crownover non delude mai!»
* Breaking Point Series ** *
C’era una volta la bellissima principessa Karsen. La sua, però, non è una favola come le altre. Karsen viveva in un regno di malvagità e corruzione, ma al riparo dagli orrori del mondo. Ignara della sofferenza, la principessa era innamorata della città che bruciava intorno a lei, ne amava gli angoli oscuri, le ombre spaventose. Fu così che consegnò il suo cuore nelle mani di un uomo pericoloso e violento, sorda ai suoi avvertimenti: lui diceva di non meritarla, ma lei non voleva credergli. Nonostante la sua indole brutale, quando erano insieme lui si dimostrava attento e premuroso. Karsen doveva sapere che l’oscurità avrebbe inghiottito la città e l’uomo che amava, ma il dolore per il suo tradimento fu tale che si trovò costretta a fuggire, con il cuore spezzato. Gettò via la corona sperando di riuscire a dimenticare e lasciarsi tutto alle spalle. Ma nel regno oscuro di questa favola, la famiglia è tutto. E Karsen non ha altra scelta se non tornare indietro. Ora, però, non è più un’ingenua principessa…
* *Un’autrice bestseller del New York Times e di USA Today
È facile amare la luce, ma ci vuole coraggio per amare il buio**
«Finalmente la storia di Booker e Karsen. Ho dovuto attendere a lungo ma ne è valsa la pena.»
«La Breaking Point Series è finita, ma è probabilmente la migliore serie che abbia mai letto.»
**Jay Crownover**
vive in Colorado. Ama i tatuaggi e l’arte di modificare il corpo, e cerca di fare in modo che la sua scrittura sia permeata da tutto ciò che vede. Le piace leggere, soprattutto storie che la coinvolgano e appassionino; naturalmente, se c’è un bad boy bello e tatuato è sempre meglio. La Newton Compton ha pubblicato la *Tattoo Series* e la *Welcome Series*. *Honor* e *Instinct* sono i primi due libri della *Breaking Point Series* , di cui *Respect* è il terzo volume.

Refusi: Diario di un editore incorreggibile

«Cè un giorno dellanno, tutti gli anni, in cui ogni cosa è illuminata proprio della luce giusta, e tutto sembra in armonia con il mondo. È il giorno in cui so con certezza di aver riempito lultima casellina del piano editoriale dei prossimi dodici mesi. Questo progetto mi allunga la vita, è il mio progetto per lanno che viene, e mi piace da impazzire».«Con il lavoro che ho scelto di fare, mi aspettavo che la mia vita sarebbe stata diversa. Mi immaginavo lunghe giornate a leggere manoscritti che avrebbero cambiato la storia della letteratura, conversazioni rivoluzionarie in fumose bettole del centro storico con scrittori leggendari, illuminanti riunioni di redazione che sarebbero proseguite con memorabili serate in trattoria. Avevo creduto di poter ripetere facilmente lesperienza del New Yorker di William Shawn, della Shakespeare & Company di Sylvia Beach, della City Lights di Ferlinghetti, dellEinaudi di Vittorini-Calvino-Pavese. Avevo dimenticato che leditore non è solo un appassionato di libri, un animatore culturale, ma è fondamentalmente un imprenditore, con tanto di partita iva, obblighi fiscali e bilanci depositati».

Quella Notte Tutto È Cambiato

**Dall’autrice bestseller di «New York Times» e «USA Today»
*Rhett Series* **
Mi chiamo Rhett. Sono presuntuoso perché me lo posso permettere: ho lo sguardo adatto, i soldi, ci so fare. Sono quello con cui ogni ragazza vuole stare, anche se nessuna di loro è stata mai capace di legarmi a sé. Non voglio relazioni. Né mi sposerò mai. Ogni settimana c’è una donna diversa nel mio letto. I miei amici sono gelosi di me. I miei nemici m’invidiano. Chiunque vorrebbe essere al mio posto. E tutto nella mia vita è assolutamente perfetto. Il mio primo bacio a scuola è stato con Clementine. Lei è simpatica. Abbiamo sempre condiviso tutto. Ma non siamo mai stati insieme perché io non la amo. E proprio non m’interessa se si è innamorata di un altro e ha deciso di andarsene, di trasferirsi per un ragazzo. Non mi importa perché non ne sono innamorato. Perché non mi lego a nessuno. Mai. Questo pensavo. Poi una notte tutto è cambiato. Quella notte, tutto ciò in cui credevo è stato messo in discussione. E a un tratto, essere Rhett non significava più molto…
**Un’autrice da 100.000 copie
Dall’autrice bestseller di «New York Times», «USA Today» e «Wall Street Journal»**
«Rhett è hot e divertente! Mi piacciono lui e Clemmie. Leggere questa storia è stato un vero piacere!» 
«La Cooper ha catturato il comportamento tipico dei ragazzi ventenni; che pensano sempre al sesso e sono incapaci di vivere le emozioni, negando quello che provano. Ho amato Clementine e Rhett; sono belli insieme e c’è una grande chimica tra loro.»
«Questo è davvero un bel libro. I protagonisti sono migliori amici da quando sono piccoli. Rhett aveva bisogno di Clementine, ma non aveva messo in conto il potere dei sentimenti.»
**J.S. Cooper**
È un’autrice bestseller del «New York Times», «USA Today» e «Wall Street Journal». È nata a Londra e si è trasferita negli Stati Uniti all’età di diciassette anni, ha studiato Storia all’università e poi ha frequentato la scuola di legge. Scrive romance new adult perché questo è ciò che ama anche leggere.

Quaderni del carcere

Che nonostante il progressivo deterioramento del suo fisico, ma non del suo spirito, Gramsci abbia proseguito fino alla fine la sua lotta per la libertà è forse l’evento più rilevante nel Novecento intellettuale in Italia.
Dalla prefazione di Luciano Canfora

Progetto US Navy ‘WP’

In una piccola isola del Pacifico, un gruppo di scienziati e tecnici dell’US Navy si preparano a sperimentare l’arma più assoluta che sia mai stata concepita: un laser capace di aprire nello schermo di ozono della stratosfera delle finestre mortali per le zone sottostanti. L’esperimento riesce: una finestra, sia pure microscopica, si apre per un microistante… Gli sperimentatori se ne tornano a casa soddisfatti. Ma gli spaventosi temporali che ora cominciano ad abbattersi sulla Terra non appaiono spiegabili da mente umana. Come mai, infatti, i fulmini di questi temporali s’incaricano di folgorare uno per uno, dovunque cerchino rifugio, proprio i partecipanti all’esperimento?

Prima lezione di storia contemporanea

“Al passato ci si può volgere sotto una duplice spinta: disseppellire i morti e togliere la rena e l’erba che coprono corti e palagi; ricostruire, per compiacercene o dolercene, il percorso che ci ha condotto a ciò che oggi siamo, illustrandone le difficoltà, gli ostacoli, gli sviamenti, ma anche i successi. Appare ovvio che nella storia contemporanea prevalga la seconda motivazione; ma anche la prima vi ha una sua parte.” Claudio Pavone, per molti anni archivista di Stato, ha insegnato come professore associato di Storia contemporanea presso l’Università di Pisa. I suoi interessi di studio si sono concentrati sulla formazione dello Stato unitario dal punto di vista istituzionale e amministrativo, sulla storia delle istituzioni in generale e sul nodo fascismo-guerra-Resistenza. Tra i suoi volumi più recenti, “Una guerra civile” (Torino 1991, più volte ristampato), “Alle origini della Repubblica” (Torino 1995) e “Intorno agli archivi e alle istituzioni. Scritti di Claudio Pavone” (a cura di I. Zanni Rosiello, Roma 2004). **

Pret-à-bébé

*Si dice che le donne in dolce attesa abbiano le voglie. Io, per esempio, cerco di reprimere quella di uccidere mio marito. È tutta colpa sua se sto così: è luiche mi ha messa incinta.*
Enrica e Giaco stanno insieme da dodici anni. Da quando lei, adolescente inquieta, con qualche chilo di troppo, aveva deciso di uscire da una sorta di clausura autoimposta e se lo era trovato davanti, bello come il sole (a parte l’orrenda camicia floreale). Una storia fatta di complicità, risate, sfide affrontate insieme, supporto reciproco, fino a quando…
…fino a quando, dopo un’indimenticabile vacanza a Positano e nove mesi di dolce attesa, da due sono diventati tre, con Emma, tre meravigliosi chili di tenerezza e una dose massiccia di novità.
Dopo aver brillantemente (o quasi) superato i primi due terribili anni, però, ecco iniziare una nuova avventura, una nuova gravidanza e una nuova bambina in arrivo.
Ed è qui che Enrica fa una grande scoperta: una mamma resta sempre una donna e non può/deve perdere nulla della sua femminilità, non deve lasciarsi andare, anche se a volte, con tre ore di sonno e un corpo in continua mutazione, non è facile guardarsi allo specchio o avere la lucidità di fare anche solo un accostamento cromatico decente quando si veste.
Uno spassoso video fatto per caso, una figlia che a tre anni capisce molto più di certi coetanei, un marito pronto ad assecondarla (o a bloccarla) nei momenti opportuni, un gruppo di amici di salvataggio e un fondamentale budget mensile per lo shopping, sono gli ingredienti per affrontare al meglio tutto ciò che le sta capitando.
Una commedia brillante e ironica sulla più grande sfida che una donna possa affrontare: essere una brava mamma cercando di restare se stessa (con un guardaroba non necessariamente premaman, ovvio!).