7553–7568 di 74503 risultati

Tutti I Denti Del Mostro Sono Perfetti

INDICE

INTRODUZIONE:
COMPLEANNO ALL’APERTO
VALERIO EVANGELISTI

ALBA TRAGICA NICCOLO’ AMMANITI
L’IMMORTALITA’ DANIELE BROLLI
IL BUIO ENZO FILENO CARABBA
LA BRIGATA SUPERCIUK SANDRONE DAZIERI
IL NODO KAPPA VALERIO EVANGELISTI
SOLE GIAGUARO FRANCO FORTE
PRIMA DELLA RIVOLTA BARBARA GARLASCHELLI
ALLE SPALLE MARIO GIORGI
LE COPERTINE DI URANIA MICHELE MARI
LA BALENA DEL CIELO LUCA MASALI
FABULALIENA SILVERIO NOVELLI
ACQUA TIZIANO SCARPA
SNUFF MOVIE NICOLETTA VALLORANI
LUCI DARIO VOLTOLINI
E NOI CHE “URANIA” LEGGIAMO… GIUSEPPE LIPPI
RICORDO DI GIORGIO MONICELLI MARIO MONICELLI
45 ANNI DI FANTASCIENZA IN ITALIA GIANFRANCO DE TURRIS

Troppo buoni con le donne

Il romanzo è stato scritto da Queneau nel 1971, cinque anni prima di morire, quando l’autore aveva già pubblicato le sue opere maggiori di narrativa e i folgoranti saggi letterari. Vi si narra di un gruppo di repubblicani irlandesi che si impegnano, nel fatidico 1916, a occupare un ufficio postale di Dublino. Sono sette buoni diavoli che improvvisano un’azione rivoluzionaria nella più totale sprovvedutezza. Evacuano l’ufficio, fanno secco il suo direttore, e si preparano, perché così vuole l’autore, a vivere ore di inatteso eroismo che dovrebbe venire da un’accanita resistenza alla prevedibile controffensiva inglese. Nei piani abborracciati dei sette prodi, c’è però un evento imprevisto.

Tornerò Da Te

A volte un sogno può trasformarsi nel tuo peggiore incubo e questo Kathleen O’Donnel lo sa bene.
Dopo aver lasciato il suo paese natale, nella contea di Galway, in Irlanda, per inseguire il suo sogno di far carriera e di riabbracciare il padre che l’aveva abbandonata da piccola; a distanza di dieci anni Kathleen ritorna sui suoi passi, nel suo paese natale con una valigia piena di segreti e bugie e una maschera a celare il suo vero essere, i suoi veri sentimenti. Ma quella maschera si indebolirà sempre di più grazie allo sguardo e ai gesti di Killian, il suo ex migliore amico, che inizialmente non prende bene il ritorno della ragazza che gli ha spezzato il cuore non mantenendo la sua antica promessa. Killian nonostante cerchi di non ripiombare nei vecchi sentimenti provati per Kath, non riesce a nascondere il desiderio che prova nei suoi confronti, desiderio che affiora ogni giorno di più, mentre cerca di concentrarsi sul suo sogno di una vita. Ma Killian conosce bene Kath, così bene da scorgere nei suoi occhi le bugie che gli dice, i demoni che la tormentano, le ferite inferte alla sua anima.
Riuscirà Kathleen a sconfiggere i suoi demoni? Riuscirà a ricominciare a sognare e, ad amare?

Ti Fidi Di Me?

Trey Bolton è un ladro di professione, non un topo d’appartamento ma uno che punta ai quartieri alti. I suoi colpi mirano a pezzi d’inestimabile valore e vanno puntualmente a segno. Mimetizzato tra gli invitati a una festa in una lussuosa villa di South End a Boston, si sta dando da fare quando è sorpreso dalla padrona di casa che lo costringe a uscire allo scoperto.
Lana Henderson, sposata Hale, non vede vie d’uscita per la propria vita e non riesce a rassegnarsi a essere infelice per il resto dei suoi giorni. Quando sorprende un ladro sulla terrazza della villa del suo vecchio marito, nel bel mezzo di una festa, crede di aver trovato finalmente l’occasione per fuggire e dare una svolta alla sua esistenza.
Trey e Lana si ritroveranno insieme per necessità solo per scoprire che, nonostante provino con tutte le loro forze a detestarsi, sono irrimediabilmente attratti uno dall’altra e destinati a stare insieme.
Gwendolen Hope è un’autrice italiana di bestseller di genere romantico erotico destinati a lettrici adulte. Ha pubblicato più di venti titoli – tra cui “Solo Mia”, “Selvaggio”, “Leo Morris”, “Andrew”, “Un uomo pericoloso”, “Dammi un motivo”, “Il giorno e la Notte” e molti altri – alcuni dei quali tradotti per il mercato straniero. Vive a Roma con marito e figli.
**
### Sinossi
Trey Bolton è un ladro di professione, non un topo d’appartamento ma uno che punta ai quartieri alti. I suoi colpi mirano a pezzi d’inestimabile valore e vanno puntualmente a segno. Mimetizzato tra gli invitati a una festa in una lussuosa villa di South End a Boston, si sta dando da fare quando è sorpreso dalla padrona di casa che lo costringe a uscire allo scoperto.
Lana Henderson, sposata Hale, non vede vie d’uscita per la propria vita e non riesce a rassegnarsi a essere infelice per il resto dei suoi giorni. Quando sorprende un ladro sulla terrazza della villa del suo vecchio marito, nel bel mezzo di una festa, crede di aver trovato finalmente l’occasione per fuggire e dare una svolta alla sua esistenza.
Trey e Lana si ritroveranno insieme per necessità solo per scoprire che, nonostante provino con tutte le loro forze a detestarsi, sono irrimediabilmente attratti uno dall’altra e destinati a stare insieme.
Gwendolen Hope è un’autrice italiana di bestseller di genere romantico erotico destinati a lettrici adulte. Ha pubblicato più di venti titoli – tra cui “Solo Mia”, “Selvaggio”, “Leo Morris”, “Andrew”, “Un uomo pericoloso”, “Dammi un motivo”, “Il giorno e la Notte” e molti altri – alcuni dei quali tradotti per il mercato straniero. Vive a Roma con marito e figli.

The Play #1: A Dirty Fairy Tale

Cosa succede quando Red, moglie annoiata dalla quotidianità, incontra Black, stacanovista e lussurioso business man, in una camera d’albergo?
Chiusa quella porta dietro di loro, i vestiti vengono sfilati, le maschere vengono tolte e due persone dalla vita apparentemente diversa si ritrovano nudi, uno davanti all’altra, senza la minima reticenza.
THE PLAY è un racconto erotico che include scene di sesso esplicito.

Testamento a sorpresa

Nella locanda delle Candele Ritorte alloggia un vegliardo centenario che trascorre in triste solitudine il poco tempo che gli resta da vivere. Una coppia di tristi avventurieri lo tiene praticamente prigioniero, e quando può non perde occasione di derubarlo delle sue ricchezze. Solo Carol, giovane cameriera, gli si dimostra amica affettuosa e il vecchio la ricambia a tal punto da lasciarla erede universale del suo consistente patrimonio. Com’è naturale, il testamento dispiace a molti, e alcuni fra di essi fanno di tutto per carpire i suoi soldi. Ma Nancy Drew è pronta alla difesa del patrimonio della nuova amica.

Terre occidentali

Terre occidentali conclude la trilogia iniziata con Le città della notte rossa e Strade morte, portandone all’estremo la struttura o, meglio, l’assenza di essa. Tema centrale è l’immortalità, con continue deviazioni spazio/temporali. Prendendo spunto dal Libro dei Morti egiziano, il romanzo esplora lo stato dopo la morte attraverso il sogno, passaggi allucinatori, occultismo, superstizione e teologia cristiana secondo il caratteristico punto di osservazione della realtà tipico di Burroughs. La prosa procede avanti e indietro nel tempo, i personaggi e gli episodi si rifanno chiaramente alla vita dell’autore. In questo libro Burroughs riconosce di essersi ispirato al romanzo Antiche sere di Norman Mailer pubblicato nel 1983 e ambientato nell’antico Egitto. Non mancano continui riferimenti alla cultura contemporanea, come dimostra la presenza di Mick Jagger in alcune scene. Nonostante la complessità della struttura narrativa, Terre Occidentali è stato spesso ritenuto il miglior romanzo dell’ultimo periodo di Burroughs.

Taras Bul’ba e gli altri racconti di Mirgorod

Con i Racconti di Mirgorod, pubblicati nel 1845, affiora nell’opera gogoliana la consapevolezza dei mali che tormentano l’umanità e che, in capo a un’inevitabile deriva, ne causeranno la disfatta. Ai poderi fioriti, alle distese sconfinate della steppa ucraina fanno da tetro corteggio il dolore, la violenza, la distruzione, la cattiveria, la morte come rottura di un accordo tra i vivi. Nascono il conflitto, la furia di prevaricare e di condizionare la libertà altrui a proprio esclusivo vantaggio. Nasce cioè la società in cui Gogol’ infelicemente vive. Per questo, i quattro racconti si propongono come naturale e drammatico trait d’union tra il lirismo stupefatto delle Veglie e l’amarezza del ciclo pietroburghese, in cui tutto è menzogna, inganno, sopruso, follia, morte. La raccolta comprende i racconti: Possidenti d’antico stampo – Taras Bul’ba – Il Vij – Storia di come Ivan Ivanovič litigò con Ivan Nikiforovič

Sulle strade di Pasqua

Un libro da meditare attentamente. In esso si uniscono in modo armonico i temi della fede cristiana e i grandi drammi della società di oggi che, nel sud del mondo, si manifestano con una forza sconcertante. Il contenuto di questo libro è stato pubblicato su “Nigrizia” nel 1996 e 1997. È un libro di “profezie”, cioè di giudizi di Dio: un Dio che ama e per salvare tutti non risparmia nessuno, neppure il proprio Figlio. L’Autore ci fa passare dallo sdegno per il mondo in cui il Povero di Nazareth è ancora condannato e crocifisso nell’immenso Impero del denaro, alla tenerezza e speranza di chi cammina sulle strade di Pasqua. Questa II EDIZIONE RIVISTA porta il volume a 96 pagine, 16 in più dell’edizione precedente. Contiene il testo di una conferenza di p. Alex dal titolo “Una lettura biblica della globalizzazione”.

Suddenly: Douglas & Josslyn

È sul traghetto diretto a Liverpool che Douglas conosce Josslyn, la strana ragazza con i capelli arcobaleno.
Lei non ha una cabina nella quale ripararsi ma porta con sé un borsone trasandato e un blocco da disegno. Lui ha profondi occhi blu, un bollitore elettrico e tatuaggi sulle braccia che raccontano di sé: il diavolo, con banconote che hanno rischiato di annientarlo, e l’angelo, con le sue carte da gioco che lo ha riscattato dall’inferno. È buono, è gentile e sa preparare un ottimo tè caldo che le offre insieme a palette di legno e tazze di ceramica.
Il viaggio non è molto lungo, appena tre ore, ma bastano per un bacio, per scoprirsi l’uno innamorato dell’altra e per decidere, su due piedi, di cominciare una vita insieme.
Innamorandosi, ancora prima di conoscere i loro nomi, diventano l’una la droga dell’altro. Imprevedibili, come i fulmini durante una tempesta, bellissimi, come i colori dell’arcobaleno.
«Sento che mi hai incasinato, Joss».
L’amore, così improvvisamente come è arrivato, può però distruggersi, può sgretolarsi tra le dita senza che si abbia la forza di rimettere insieme i pezzi.
“La tempesta, abbattendosi, distrugge tutto. Cuori. Persone”.
Douglas ha lasciato che Josslyn si fidasse e lo seguisse, ma se fosse proprio lui a non fidarsi più e la cacciasse? Vederla risalire su quel traghetto, forse, vorrebbe dire non vederla mai più, perderla nel momento di trovarla. Mollare la felicità, e far finta che non sia mai esistita, che sia stato solo un boato, un rumore, in mezzo al silenzio…
“Resisti. Resisti. Ma nel frattempo esisti”.
Anche solo per un istante, trovare la forza di stringersi e credere in questo legame sbocciato e cresciuto troppo in fretta, ma potrebbe non bastare.
Potrebbe volerci più di una semplice Polaroid, di scatti rubati, di corpi nudi sotto le lenzuola e sorrisi fatti di feroce felicità.
Ci vuole tutto il coraggio per viversi qualcosa come Douglas e Josslyn. **
### Sinossi
È sul traghetto diretto a Liverpool che Douglas conosce Josslyn, la strana ragazza con i capelli arcobaleno.
Lei non ha una cabina nella quale ripararsi ma porta con sé un borsone trasandato e un blocco da disegno. Lui ha profondi occhi blu, un bollitore elettrico e tatuaggi sulle braccia che raccontano di sé: il diavolo, con banconote che hanno rischiato di annientarlo, e l’angelo, con le sue carte da gioco che lo ha riscattato dall’inferno. È buono, è gentile e sa preparare un ottimo tè caldo che le offre insieme a palette di legno e tazze di ceramica.
Il viaggio non è molto lungo, appena tre ore, ma bastano per un bacio, per scoprirsi l’uno innamorato dell’altra e per decidere, su due piedi, di cominciare una vita insieme.
Innamorandosi, ancora prima di conoscere i loro nomi, diventano l’una la droga dell’altro. Imprevedibili, come i fulmini durante una tempesta, bellissimi, come i colori dell’arcobaleno.
«Sento che mi hai incasinato, Joss».
L’amore, così improvvisamente come è arrivato, può però distruggersi, può sgretolarsi tra le dita senza che si abbia la forza di rimettere insieme i pezzi.
“La tempesta, abbattendosi, distrugge tutto. Cuori. Persone”.
Douglas ha lasciato che Josslyn si fidasse e lo seguisse, ma se fosse proprio lui a non fidarsi più e la cacciasse? Vederla risalire su quel traghetto, forse, vorrebbe dire non vederla mai più, perderla nel momento di trovarla. Mollare la felicità, e far finta che non sia mai esistita, che sia stato solo un boato, un rumore, in mezzo al silenzio…
“Resisti. Resisti. Ma nel frattempo esisti”.
Anche solo per un istante, trovare la forza di stringersi e credere in questo legame sbocciato e cresciuto troppo in fretta, ma potrebbe non bastare.
Potrebbe volerci più di una semplice Polaroid, di scatti rubati, di corpi nudi sotto le lenzuola e sorrisi fatti di feroce felicità.
Ci vuole tutto il coraggio per viversi qualcosa come Douglas e Josslyn.

Studio Illegale. Il Meglio Del Blog

ESCLUSIVA EBOOK: i post più belli ed esilaranti dello storico blog studioillegale di Federico Baccomo, alias Duchesne. Contiene anche gli estratti dei romanzi “Studio illegale” (2009) e “La gente che sta bene” (2011). Nell’aprile 2007 un anonimo insider che si firma Duchesne apre il blog studioillegale.splinder.com, che racconta i vizi (molti) e le virtù (poche) del mondo degli avvocati d’affari milanesi. In poche settimane è boom: con migliaia di visitatori giornalieri e centinaia di commenti a ogni post, “Studio illegale” diventa uno dei blog più letti e amati della Rete. Nel 2009 Duchesne (alias Federico Baccomo), pubblica con Marsilio il romanzo ispirato al blog e il successo si ripete. Con 7 edizioni e un film il libro diventa un caso, imponendosi come uno dei migliori esordi italiani.

Storie di giovani mostri

Willie, destinato a vivere un’infanzia senza fine; Buddy, l’umanoide proveniente da procione, cui è affidata l’educazione di Tim, troppo egoisticamente programmato dai genitori; Timmy, che sente l’avvicinarsi della morte, chiunque essa decide di colpire; David, le cui scapole di trasformeranno in ali; Taddeo, capace di muovere gli oggeti col pensiero..
Sono i giovani “mostri” protagonisti di alcune delle storie presentate da Asimov. Personaggi e storie sono paradossali: tuttavia, chi ha sentito parlare dell’ingegneria genetica li troverà stranamente familiari e persino verosimili. Che sia davvero questo il futuro dell’uomo?
Contiene le storie:
**Salve, addio** ( *Hail and Farewell* , Ray Bradbury)
**Vietato l’accesso** ( *Keep Out* , Fredric Brown)
**A che servono gli amici?** ( *What Friends Are For* , john Brunner)
**Supercavallo** ( *The Wonder Horse* , George Byram)
**Il bambino che ascoltava** ( *The Listening Child* , Idris Seabright)
**Alla larga da Michi!** ( *Prone* , Mack Reynolds)
**Nato per volare** ( *He That Hath Wings* , Edmond Hamilton)
**La Sezione Ragazzi** ( *The Children’s Room* , Raymond F. Jones)
**Il linguaggio perduto** ( *The Lost Language* , David H. Keller)
**Dai, cammina!** ( *Come on, Wagon!* , Zenna Henderson)

Storia di Ouiah che era un leopardo

Sembra un gioco, ma non lo è: in Africa, nella foresta, ci sono dei bambini che giocano alla guerra. Viene insegnato loro (da ragazzi più grandi) il coraggio, il gusto della sfida e della vendetta. In realtà si tratta di bambini-soldato addestrati per compiere un lavoro preciso: aggredire altre persone. Il libro si legge su due piani, come una pura avventura nella foresta, coi bambini che assumono lo spirito dei vari animali e lo incarnano, e come una denuncia del problema dei bambini-soldato.