7457–7472 di 72802 risultati

Detonator

**Cosa rimane di un uomo che non ha più ricordi? Nick Stone dovrà ritrovare se stesso per riuscire a portare a termine una missione impossibile.**
« *Emozionante come le montagne russe.* »
**The Guardian**
« *Straordinario.* »
**The Times**
Tradito e abbandonato al proprio destino sulle Alpi, quando riprende conoscenza **Nick Stone** capisce subito di essere vivo per miracolo. Il sangue sulle mani sembra provenire da una ferita alla testa che non riesce a vedere, la nebbia che avvolge i suoi pensieri è un’ulteriore conferma. Privo di ricordi, sa solo una cosa per certo: qualcuno ha tentato di ucciderlo. E pensa di esserci riuscito. Stone medita vendetta, ma può contare solo sull’aiuto di un bambino di sette anni: non certo il compagno ideale nell’inseguimento di un gruppo di assassini senza scrupoli. Stone sa di dover proteggere il bambino a qualunque costo mentre cerca di scoprire cosa è successo davvero, chi lo ha tradito. Ma le vittime aumentano, e lui diventa il ricercato numero 1 di tutta l’Europa, in fuga dalle squadre speciali di tre nazioni, sulle tracce di criminali senza volto né scrupoli che lucrano sulle miserie umane e di un terrorista solitario che minaccia di scatenare l’incubo peggiore per il mondo occidentale. La miccia è stata accesa, ma chi ha davvero in mano il detonatore?

Delitto al fantacongresso

I congressi di appassionati di fantascienza sono, negli Stati Uniti, molto frequenti. Si chiamano conventions e si svolgono in grandi alberghi dove per due o tre giorni se ne vedono di tutti i colori: gli autori più famosi tengono conferenze e concedono autografi, c’è un gran mercato fra collezionisti di libri, riviste e comics, ci sono mostre, dibattiti, concerti, e soprattutto balli Mascherati. In questa baraonda un po’ alcoolica e un po’ folle, ma bonaria come un raduno di ex-alpini, capita un cronista che non sa nulla della science-fiction e dei suoi riti e che deve semplicemente bussare alla porta della stanza 1826. E non appena ha bussato, tutto cambia. La festa si trasforma in un romanzo poliziesco di genere alquanto strano. Il morto ovviamente c’è, e poi ce ne sono altri. L’assassino ovviamente è ignoto, e la polizia si dà molto da fare per scoprirlo. Ma i metodi tradizionali servono a poco. Il mistero, che coinvolge potenti gangster e cantanti pop, sceriffi ed ex-ergastolani, gira attorno a una cosa, che tanto gli uomini d’ordine quanto i fuorilegge non sono abituati a prendere sul serio, ma che e invece ben nota ai cultori di fantascienza. Una cosa chiamata ESP.
Copertina di Karel Thole

Dark Desire

Cadeon Woede non avrà pace finché non riuscirà a espiare la colpa che lo perseguita da tanto, troppo tempo.Uno spiraglio si apre in lui quando incontra l’affascinante Holly Ashwin. In lei vede la chiave per fuggire dalla sua terribile condanna, l’unica salvezza alla pena infinita che lo perseguita. Ciò che ancora non sa però, è che la donna lo attirerà a sè tormentandolo più del suo stesso passato. Cresciuta come una semplice umana, Holly è inconsapevole della dimensione oscura che la circonda, fino a che un demone brutale e magnetico decide di diventare il suo protettore, immergendola in un’atmosfera fatta di ombre e sensualità. E se dapprima il timore dell’ignoto la frena, a poco a poco non potrà fare a meno di soccombere al suo abbraccio di fuoco. Riuscirà Cadeon a conquistare la fiducia dell’unica donna che abbia mai saziato i suoi desideri più nascosti… ma soprattutto, potrà mai rapire fino in fondo il suo cuore?Dopo i successi Dark Love, Dark Pleasure, Dark Passion, Dark Night e il recente prequel Dark Forever, la saga Gli Immortali si arricchisce di un nuovo splendido romanzo. **
### Sinossi
Cadeon Woede non avrà pace finché non riuscirà a espiare la colpa che lo perseguita da tanto, troppo tempo.Uno spiraglio si apre in lui quando incontra l’affascinante Holly Ashwin. In lei vede la chiave per fuggire dalla sua terribile condanna, l’unica salvezza alla pena infinita che lo perseguita. Ciò che ancora non sa però, è che la donna lo attirerà a sè tormentandolo più del suo stesso passato. Cresciuta come una semplice umana, Holly è inconsapevole della dimensione oscura che la circonda, fino a che un demone brutale e magnetico decide di diventare il suo protettore, immergendola in un’atmosfera fatta di ombre e sensualità. E se dapprima il timore dell’ignoto la frena, a poco a poco non potrà fare a meno di soccombere al suo abbraccio di fuoco. Riuscirà Cadeon a conquistare la fiducia dell’unica donna che abbia mai saziato i suoi desideri più nascosti… ma soprattutto, potrà mai rapire fino in fondo il suo cuore?Dopo i successi Dark Love, Dark Pleasure, Dark Passion, Dark Night e il recente prequel Dark Forever, la saga Gli Immortali si arricchisce di un nuovo splendido romanzo.

Credevo fosse amore

Lei si chiama Lia e ha lo sguardo spezzato, stanco e triste di chi nasconde un vuoto.
Cela il colore vivo dei suoi occhi sotto un velo di malinconia. Ma io l’ho vista sorridere, ho visto quegli occhi tornare a brillare e il suo cuore alleggerirsi.
No, lei non è una donna come tutte le altre, è il respiro nel quale vorrei perdermi, è il battito che vorrei afferrare e confondere con il mio, è il corpo perfetto e il volto bellissimo di chi porta sul petto il peso di un presente ingombrante.
Io sono l’altro. Sono l’uomo che non può scegliere, ma sono anche l’unico in grado di ricostruire i suoi sorrisi distrutti, regalarle il sole in una giornata di pioggia e di stringerle la mano quando il mondo sembra investirla. Non posso prenderla. Non posso toccarla. Non posso raggiungerla.
Eppure le mie mani la cercano e i nostri sguardi si scontrano per esplodere come fuochi d’artificio nel cielo più buio. Voglio colorare le sue notti, voglio spazzare via le nuvole con la forza del mio cuore, della mia anima, dei miei respiri. Voglio trattenerla nei miei abbracci e scaldarla durante i lunghi inverni. Voglio la mia splendida creatura.
Non sono un angelo, ma so alleviare le sue ferite. Non sono perfetto, ma lo divento nell’istante in cui le sue dita si intrecciano alle mie.
Lei non lo sa, ma quello sguardo spento quando si scontra con il mio diviene vivo, intenso, palpitante. Perché quello sguardo, dal nostro primo incontro, mi appartiene.

Corso Di Programmazione Per Android – Livello 1

Android è oggi il sistema operativo per dispositivi mobili più diffuso al mondo. Solidità e semplicità di utilizzo lo hanno reso un riferimento indiscusso tra le piattaforme di mobile device. Completamente open source, fonda la sua forza sulla quantità enorme di applicazioni disponibili, di una varietà incredibilmente ampia. Corso di Programmazione per Android di Francesco Frascà ti permetterà di diventare autonomo nello sviluppo di app per Android, stimolando la tua creatività. 15 ebook progressivi in cui metterai costantemente in pratica le nozioni apprese. In ogni volume arriverai a creare una o più applicazioni complete e perfettamente funzionanti. LIVELLO 1 Imparerai: . A installare Java JDK, Eclipse e Android SDK. A usare gli strumenti Android in Eclipse. A scrivere il tuo primo codice. Le basi della programmazione visuale. Le basi del linguaggio Java.

Conversazioni e ricordi

Che cos’è una «vita filosofica»? Nel caso di un filosofo come Wittgenstein, che in uno dei testi qui tradotti per la prima volta, dichiara di «volere essere perfetto», questa domanda acquista un’urgenza particolare. Il libro raccoglie alcune delle più importanti testimonianze di prima mano sull’uomo Wittgenstein: le conversazioni con Drury, i ricordi della sorella Hermine, dell’amica Fania Pascal, del critico letterario Leavis e dell’allievo John King. Non soltanto ascoltiamo, attraverso le attente trascrizioni di Drury, Wittgenstein che parla di Dostoevskij e Freud, di san Paolo e Lenin, di Brahms e Sant’Agostino, ma penetriamo di colpo nella sua intimità, come nel celebre episodio della «confessione» a Fania Pascal, in cui Wittgenstein confessa di aver tenuto nascoste le sue origini ebraiche e di aver picchiato una bambina, negando poi di averlo fatto. Mai come in queste pagine uno stile di pensiero si consegna integralmente in un gesto, in una battuta, in un’ossessione.
«Più che un neopositivista… Wittgenstein appare quasi un evangelico esteta. Tanto che il suo pensiero, amato dagli artisti, è ormai quasi ignorato dal positivismo anglosassone».
Pierluigi Panza, Corriere della Sera
«Il ritratto è quello di un pensatore severo, sensibile, immune dalle banalità, che viveva in perenne agitazione e difendeva la propria vita privata fino al parossismo».
la Repubblica

Conti in sospeso

Eugene ha ottantadue anni ed ha trascorso decenni ad uccidere donne. Mentre sta facendo autostop in Texas, alla ricerca della vittima n°50, il suo passato tornerà a perseguitarlo quando salirà in auto con una giovane donna di nome Laura. La somiglianza di lei con una delle sue vittime riporta alla mente di Eugene la sola che gli è riuscita a sfuggire. E mentre il momento decisivo si avvicina ed Eugene si prepara a chiudere i conti, il suo vecchio corpo potrebbe non consentirgli di portare a termine la caccia. Senza contare che Laura potrebbe avere qualche asso nella manica…
L’opera contiene gli estratti gratuiti di altre opere pubblicate dall’Editore.
Questo ebook è realizzato con i migliori software disponibili sul mercato e le migliori procedure multimediali, tutto per offrire la migliore esperienza di lettura possibile.
www.virgibooks.com **
### Sinossi
Eugene ha ottantadue anni ed ha trascorso decenni ad uccidere donne. Mentre sta facendo autostop in Texas, alla ricerca della vittima n°50, il suo passato tornerà a perseguitarlo quando salirà in auto con una giovane donna di nome Laura. La somiglianza di lei con una delle sue vittime riporta alla mente di Eugene la sola che gli è riuscita a sfuggire. E mentre il momento decisivo si avvicina ed Eugene si prepara a chiudere i conti, il suo vecchio corpo potrebbe non consentirgli di portare a termine la caccia. Senza contare che Laura potrebbe avere qualche asso nella manica…
L’opera contiene gli estratti gratuiti di altre opere pubblicate dall’Editore.
Questo ebook è realizzato con i migliori software disponibili sul mercato e le migliori procedure multimediali, tutto per offrire la migliore esperienza di lettura possibile.
www.virgibooks.com

Conflitto d’Amore

Scozia, 1541. Jamie, crudele capo del potente clan dei MacKinnion, si innamora di Sheena, giovane e bellissima amazzone. Ma la fanciulla è la figlia di Dugald Fergusson, capo del clan delle Lowlands, da sempre in lotta con i MacKinnion. Anche dopo aver scoperto la sua identità, Jamie è deciso a non rinunciare a Sheena, e la costringe a sposarlo. Ma per la fanciulla Jamie rappresenta il nemico…

Con Borges

Nel 1964 Alberto Manguel, all’epoca sedicenne, lavorava in una celebre libreria di Buenos Aires, dov’era possibile trovare le ultime novità pubblicate in Europa e negli Stati Uniti – e dove ogni pomeriggio passava Borges, di ritorno dalla Biblioteca Nazionale. Un giorno lo scrittore, ormai cieco, chiese al giovane Manguel se fosse disposto a leggere per lui la sera, giacché sua madre Doña Leonor, novantenne, si stancava facilmente. L’appartamento di Borges è un luogo fuori dal tempo, popolato di libri e di parole, un universo puramente verbale, insomma, dove Manguel scoprirà il genere di conversazione a lui più congeniale – quella sui libri e sull’orologeria dei libri. E scoprirà (lui che era cresciuto in Israele e che a partire dal 1968 sarebbe vissuto in vari paesi) l’unica terra cui valga la pena di appartenere – quella della letteratura. Con una passione costantemente tenuta a freno da un’affabile discrezione, Manguel ci fa condividere la sua scoperta, permettendoci così di conoscere quel che di Borges non sapevamo e forse più conta: la sua irresistibile ironia, la passione per le epopee – in cui rientravano i film di gangster, i western e la mitologia dei bassifondi di Buenos Aires – e i romanzi polizieschi, la lingua tedesca e le enciclopedie, le tigri e *West Side Story* , così come le segrete ossessioni, il rapporto con Adolfo Bioy Casares e Silvina Ocampo, l’attrazione per i sogni e la repulsione per Proust e Thomas Mann, Tolstoj e Pirandello. Tanto che alla fine stentiamo a credere di non avere conosciuto Borges di persona, di non essere stati ospiti a casa sua.

Colossus

Gli uomini non sono perfetti: i generali possono fare un colpo di stato il Presidente può impazzire il pilota di un bombardiere atomico può interpretare male un ordine gli addetti alle stazioni radar possono perdere la testa. L’ideale sarebbe dunque affidare tutti i complicatissimi e delicatissimi problemi della “difesa” a un cervello che non conosce paura, incertezza, rimorso, pietà, a una macchina infallibile a Colossus …

Urania n. 475 del 19-11-1967
*Colossus* , 1966

*Ristampa del n. 475*

Colonizzazione. Fase 4

Per gli alieni conosciuti come la “Razza”, il conflitto ha avuto terribili conseguenze. Gli umani hanno sviluppato la tecnologia nucleare molti anni prima del previsto, costringendo gli invasori ad accettare una tregua precaria per potersi difendere dalle nazioni che hanno a disposizione le nuove armi di distruzione di massa. Gli americani, inoltre, hanno trovato il modo di viaggiare nello spazio e raggiungere il pianeta nativo della Razza stessa. Ora, nel XXI secolo, un manipolo di uomini e donne coraggiosi intraprende un viaggio che nessun essere umano ha mai tentato prima….

Colonizzazione Fase 3

Il ciclo di “Colonizzazione”, di cui questo è il terzo volume, prosegue la saga di “Invasione” e si svolge vent’anni dopo. I Rettili controllano parte della Terra ma non sono riusciti a sottomettere le principali potenze, mentre gli umani si sono adattati alla loro presenza, presi fra la tendenza a lasciarsi assimilare e l’insopprimibile desiderio di ribellione. In questo volume si alternano l’ordalia parallela del pilota tedesco Johannes Drucker e del capo ribelle ebreo Mordechai Anielewicz in cerca delle loro famiglie disperse durante gli scontri; oppure le acrobazie diplomatiche dell’Unione Sovietica per evitare di lasciarsi indebolire dal crollo del Reich. E poi la passione d’amore tra il giovane Jonathan Yeager e la terrestre Kassquit.

Colonizzazione Fase 2

L’attesissimo secondo volume della serie “Colonizzazione” esce in contemporanea in Italia e negli Stati Uniti.
Continua la storia alternativa dell’invasione dei rettili sul pianeta Terra, mentre le varie nazioni cospirano e si scontrano per assicurarsi il miglior futuro possibile. Arrivano sul nostro pianeta gli animali domestici dei rettili mentre gli anni Sessanta fanno sentire il loro influsso sulla società e sui costumi.
Nel frattempo l’astronave Lewis and Clark prosegue la sua corsa nello spazio, lo zenzero fa nuovi adepti, e gli innumerevoli personaggi portano avanti le loro vite e le loro avventure…
Dopo il successo del Ciclo dell’Invasione, Harry Turtledove prosegue la sua affascinante saga con il racconto della colonizzazione da parte dei rettili del pianeta Terra. Fase 2 mantiene intatte le atmosfere e le particolari descrizioni tipiche dei romanzi di Harry Turtledove.

Cocktail d’amore

Patricia Coleman ha viaggiato per gran parte della sua vita, ha esplorato nuove terre e ha conosciuto diverse culture. Poi, un bel giorno, ha deciso di fermarsi e di piantare le radici. Ha scelto la città di Minneapolis, il luogo che lei chiama e sente casa. Tutto ha di nuovo un senso, tutto fila liscio: ha un lavoro che le piace, un appartamento che adora e un’amica su cui può sempre contare. Ma niente dura in eterno, soprattutto la tranquillità. Pamela, sua madre, è affetta da un brutto male e le chiede di trasferirsi a 1789 miglia dalla sua città, per aiutarla nella lotta contro il mostro. Patricia abbandona la sua meravigliosa Minneapolis e, trovandosi costretta a vivere in un mini-appartamento di Miami, senza comfort, inizia a cercare lavoro, freneticamente. Questa città non le piace, è troppo calda e affollata, e le sta portando via la sua mamma. La disperazione le piomba addosso e, per non perdere la già precaria positività, decide di passare una serata fuori dalle quattro mura di casa sua. Per lei non è difficile abbordare un uomo, irretirlo, usarlo come bancomat e sfruttarlo per soddisfare i suoi bisogni peccaminosi. Non vuole stringere legami, instaurare relazioni o avere rapporti con il sesso maschile, se ciò implica dedicargli più di una notte. Lei pensa solo a rincorrere il brivido, dopodiché, Patricia ritorna a essere una ragazza inquieta, con una madre gravemente ammalata e con la consapevolezza di dover tirare la cinghia per sopravvivere. Incontrerà molti uomini, ma non tutti avranno le qualità, per spingerla a mettere in discussione la sua filosofia di vita. Fra questi, riuscirà a trovarne almeno uno in grado di sovvertire la sua esistenza? Chi sarà così abile da guadagnarsi le sue attenzioni e di ottenere un posto al suo fianco? Ma, soprattutto, chi sarà capace di farla innamorare?
Della stessa autrice:
Probabili Imprevisti Sei colpa mia
Probabili Impresti Resta con me **
### Sinossi
Patricia Coleman ha viaggiato per gran parte della sua vita, ha esplorato nuove terre e ha conosciuto diverse culture. Poi, un bel giorno, ha deciso di fermarsi e di piantare le radici. Ha scelto la città di Minneapolis, il luogo che lei chiama e sente casa. Tutto ha di nuovo un senso, tutto fila liscio: ha un lavoro che le piace, un appartamento che adora e un’amica su cui può sempre contare. Ma niente dura in eterno, soprattutto la tranquillità. Pamela, sua madre, è affetta da un brutto male e le chiede di trasferirsi a 1789 miglia dalla sua città, per aiutarla nella lotta contro il mostro. Patricia abbandona la sua meravigliosa Minneapolis e, trovandosi costretta a vivere in un mini-appartamento di Miami, senza comfort, inizia a cercare lavoro, freneticamente. Questa città non le piace, è troppo calda e affollata, e le sta portando via la sua mamma. La disperazione le piomba addosso e, per non perdere la già precaria positività, decide di passare una serata fuori dalle quattro mura di casa sua. Per lei non è difficile abbordare un uomo, irretirlo, usarlo come bancomat e sfruttarlo per soddisfare i suoi bisogni peccaminosi. Non vuole stringere legami, instaurare relazioni o avere rapporti con il sesso maschile, se ciò implica dedicargli più di una notte. Lei pensa solo a rincorrere il brivido, dopodiché, Patricia ritorna a essere una ragazza inquieta, con una madre gravemente ammalata e con la consapevolezza di dover tirare la cinghia per sopravvivere. Incontrerà molti uomini, ma non tutti avranno le qualità, per spingerla a mettere in discussione la sua filosofia di vita. Fra questi, riuscirà a trovarne almeno uno in grado di sovvertire la sua esistenza? Chi sarà così abile da guadagnarsi le sue attenzioni e di ottenere un posto al suo fianco? Ma, soprattutto, chi sarà capace di farla innamorare?
Della stessa autrice:
Probabili Imprevisti Sei colpa mia
Probabili Impresti Resta con me

CHIAVE DEL TEMPO

Siena, oggi. Alla morte di zia Rose, Julie Jacobs riceve in eredità una piccola chiave e una lettera: “Vai a Siena. Questa è la chiave di una cassetta di sicurezza. Tua madre l’aveva in tasca quando è morta”. Julie lascia gli Stati Uniti e parte per l’Italia, seguendo l’enigmatico filo che la zia le ha consegnato con quelle parole. Quando apre la cassetta di sicurezza, però, il mistero non si dipana affatto: quello che trova è un vecchio cofanetto consunto, al cui interno la madre ha nascosto un taccuino pieno di disegni, un albero genealogico, una logora copia della tragedia di Shakespeare Romeo e Giulietta, un crocefisso d’argento e alcuni testi antichi che riportano la cronaca di una vicenda realmente accaduta a Siena sette secoli prima. Quella di un certo Romeo Marescotti e di una Giulietta Tolomei. Siena, 1340. Un vecchio biroccio si avvicina alle porte della città. Trasporta un carico prezioso: il corpo – apparentemente senza vita, in realtà solo addormentato di Giulietta, ultima superstite della famiglia Tolomei, quasi annientata dalla furia degli acerrimi nemici, i Salimbeni. All’improvviso un manipolo di briganti sbarra la strada al carro, ed è soltanto il provvidenziale intervento del coraggioso Romeo Marescotti a far sì che la missione di portare in salvo la ragazza vada a buon fine. Come unica ricompensa il giovane chiede di poter ammirare il volto di colei che ha soccorso e, davanti alla bellezza angelica di Giulietta, il suo cuore indomito deve arrendersi. **