74065–74080 di 75864 risultati

Il Numero Più Grande È Due

Fabrizio Caramagna si cimenta in un’opera senza precedenti, un canzoniere amoroso che racconta attraverso aforismi, poesie e brevi dialoghi la storia d’amore tra Alberto ed Eleanor. Lui italiano, lei americana, si incontrano, per caso o per destino, e si innamorano. Inizia così una relazione passionale, intensa, ma non per questo priva di dubbi e imprevisti. Perché Alberto ed Eleanor, pur amandosi più di ogni altra cosa, sono due persone normali che devono far fronte ai problemi della quotidianità, alle piccole incomprensioni, delusioni e fallimenti. Col suo inconfondibile fraseggiare romantico, gentile e pieno di meraviglia, Caramagna ci racconta un amore, dal primo incontro all’innamoramento, dal litigio all’addio e infine alla riappacificazione, emozionando, commuovendo e trasportando il lettore. Una storia ricca di sorprese e colpi di scena, una storia semplice, in cui riconoscersi.
**
### Sinossi
Fabrizio Caramagna si cimenta in un’opera senza precedenti, un canzoniere amoroso che racconta attraverso aforismi, poesie e brevi dialoghi la storia d’amore tra Alberto ed Eleanor. Lui italiano, lei americana, si incontrano, per caso o per destino, e si innamorano. Inizia così una relazione passionale, intensa, ma non per questo priva di dubbi e imprevisti. Perché Alberto ed Eleanor, pur amandosi più di ogni altra cosa, sono due persone normali che devono far fronte ai problemi della quotidianità, alle piccole incomprensioni, delusioni e fallimenti. Col suo inconfondibile fraseggiare romantico, gentile e pieno di meraviglia, Caramagna ci racconta un amore, dal primo incontro all’innamoramento, dal litigio all’addio e infine alla riappacificazione, emozionando, commuovendo e trasportando il lettore. Una storia ricca di sorprese e colpi di scena, una storia semplice, in cui riconoscersi.

Il numero duecento

In questo numero celebrativo, ipotetico seguito di Finché morte non vi separi, scopriremo le cause del passato da alcolista di Dylan Dog, come è venuto in possesso del famoso galeone, come ha conosciuto il suo assistente Groucho e qual è stato il suo primo caso da Indagatore dell’Incubo.

Il nudo dipinto

…Entrarono nell’appartamento e Nico la baciò ancora. Era come svegliarsi la mattina e sentire che il sole è caldo e ci sono le prime rondini sotto le grondale. Per la prima volta, dopo un’attesa interminabile eppure così breve, erano l’uno vicino all’altro, con le bocche unite che si cercavano senza respiro. Per qualche attimo Nico credette di essere molto lontano da lì, in mezzo all’oceano o sulla cima di una montagna. Poi, mentre l’amava, sentì che il corpo della ragazza gli si irrigidiva fra le braccia e sgusciava da lui come un’anguilla dalle mani del pescatore. E si ritrovò di nuovo senz’anima…

Il nostro piccolo segreto

Anna-Karin Ehn è un’assistente sociale. Quando una sera non torna a casa, il marito, preoccupato, chiama la polizia. Le minacce, con il mestiere che fa Anna-Karin, sono all’ordine del giorno. L’indomani gli agenti trovano la macchina della donna vicino al bosco, appena fuori città. Accanto all’auto ci sono tracce di sangue. Le indagini vengono affidate a Petra Wilander e Christer Berglund della polizia di Hagfors, che in breve scoprono che la vita dell’assistente sociale non era in realtà così ordinaria e serena come una prima analisi lasciava credere. Anche Magdalena Hansson, tornata al suo lavoro da cronista per il Värmlandsbladet dopo il congedo per maternità, si tuffa nel caso, ma più si appassiona alla scomparsa di Anna-Karin e alla sorte delle persone coinvolte, più la sua stessa vita sembra in pericolo. Un giallo ad alta tensione, che affronta in modo acuto e originale il tema della violenza domestica, svelando i fili che muovono le dinamiche di potere all’interno dei rapporti di coppia.

(source: Bol.com)

Il Nostro Momento Imperfetto

La vita non rispetta mai i piani che decidi tu. E Alessandra lo ha scoperto a sue spese e nel peggiore dei modi. Credeva di avere tutto sotto controllo: il suo amato lavoro come professoressa di fisica all’università, una famiglia impegnativa ma sempre presente, e un uomo solido accanto con cui pensare al futuro. Una esistenza senza troppi scossoni che, varcata la soglia dei quarant’anni, ti regala quella stabilità agognata a lungo. Stabilità che credi di meritarti. Fino al giorno in cui il suo castello di carte crolla a causa di un colpo di vento inaspettato. Un colpo di vento che spalanca la finestra, gonfia la tenda e butta giù tutti gli oggetti rigorosamente ordinati sulle mensole. Un colpo di vento che abbatte la sua relazione d’amore e una buona dose delle sue certezze di donna, insieme alla fiducia, la stima e l’illusoria certezza di conoscere l’altro. E allora meglio tirare i remi in barca, meglio smettere di provare, ricominciare, mettersi in gioco, quando il dolore è tanto forte da paralizzarti. Invece è proprio fra quei dettagli ormai stonati della sua vita che le cose succedono, e l’improvvisa custodia dei nipoti, deliziosi e impacciatissimi nerd, le regala una maternità che arriva quando ormai il desiderio era stato da tempo riposto in soffitta. Porta con sé anche una rivoluzione imprevista fatta di domande, richieste d’affetto e rassicurazione e lezioni in piscina osservate con orgoglio dagli spalti. Ed è proprio tra quegli spalti che incontra Lorenzo con i suoi modi gentili e il suo ottimismo senza freni. Lorenzo e il suo divorzio ancora fresco, una ex moglie malvagia come una strega e una figlia adolescente capricciosa e viziata. Tante cose li accomunano, ma tante li dividono. Perché è poco per loro il tempo da dedicare all’amore. Perché ci vuole coraggio per ricalcolare il percorso e azzardare un cammino alternativo e sconosciuto, che rischia di portarti fuori strada, ma anche a vedere panorami inaspettati e bellissimi. Perché a volte la felicità risiede nella magia di un momento imperfetto. Dopo lo straordinario successo di Ci vediamo un giorno di questi, per mesi in cima alle classifiche, Federica Bosco torna dai suoi lettori che vivono delle sue storie. Un nuovo romanzo che sfata il mito della perfezione per ridare vita alle scelte sbagliate, agli errori, alle cadute. Perché non c’è un tempo giusto o uno sbagliato per amare, perdonare, cambiare, vivere. C’è il tempo dettato da ognuno di noi con il suo personale e magico rintocco.
**

Il nostro gioco crudele

Mike Hays ha avuto un’infanzia difficile e si è ricostruito con fatica una vita solitaria ma serena. Almeno fno al giorno in cui ha incontrato Verity. Mike si è innamorato e ha giurato a se stesso che l’avrebbe resa felice. Ha trovato un lavoro, una casa e ha persino modellato il fisico per essere l’uomo dei suoi sogni. È sicuro che, nonostante gli alti e i bassi, finiranno per stare insieme. Non importa se V non risponde alle sue mail e alle sue chiamate. Non importa se sta per sposare Angus. Fa tutto parte del gioco segreto tra loro. Mike deve solo osservarla costantemente per essere sicuro di cogliere “il segnale” non appena V deciderà che è giunto il momento di salvarla. E così, quando riceve l’invito al matrimonio, Mike non esita un secondo a confermare la sua presenza. Probabilmente è lì che V ha intenzione di mandargli il segno per chiedergli di intervenire. La loro è un’intesa speciale, segreta, e Mike è sicuro di conoscerne a fondo le regole. Perché non importa se apparentemente la loro relazione è fnita. Il gioco è appena cominciato.
**

Il nomade

‘Ti ringrazio per avermi chiamata “bella”‘ dissi. ‘Ma, davvero, è la frase migliore che conosci per abbordare una donna?’
Una scintilla di sfida accese i suoi occhi e il suo ghigno si fece più ampio.
‘Non sono nemmeno vicino al meglio’ mi sfidò con una vena di spavalderia nella voce. ‘Pensavo di poter attaccare bottone nel modo più semplice.’
‘Oh, ma io non sono semplice’ replicai con aperto sarcasmo. ‘Sono molto complicata. Dovrai impegnarti parecchio per impressionarmi.’

Tucker McCoy è uno stuntman, il pericolo è il suo mestiere. La vita nomade è l’unica che ha sempre conosciuto e la sua esistenza si alterna tra viaggi, esibizioni e donne, tante donne. Ha per tutti un sorriso e una battuta divertente, non si lascia mai scoraggiare dalle difficoltà, apprezzando ogni cosa per come viene. Quando conosce la sorella di Kestrel, il suo migliore amico, non ha idea di dove lo porterà il coinvolgimento emotivo che lo lega a lei. Tera Hawkins è la figlia del senatore, una donna ricca, elegante e piena di talento, che può aspirare a uomini diversi rispetto a lui, con posizioni sociali ben più in vista. Ma lei, TC, è rimasta affascinata dall’animo di Tucker e dai suoi mille talenti, nonché dal suo fascino.

Tutto ha inizio con una notte soltanto, in cui i due si promettono un’avventura indimenticabile di passione, ma spesso l’amore unisce le differenze fino ad annullarle. Come potrà un sentimento così totale e assoluto sopravvivere alla diversità di prospettive future e di stili di vita?

Il romanzo è un continuo saliscendi, come sulle montagne russe: colpi di scena, emozioni profonde e intense, situazioni da cardiopalma. E poi c’è Tucker: una luce brillante resa ancora più splendida dall’amore.

L’abilità di questa autrice mi colpisce perché è sempre in grado di creare storie cariche di magia, profonde, in grado di catturarti dalla prima all’ultima pagina.

Per info sulla casa editrice: www.delraiedizioni.com

(source: Bol.com)

Il nido del falco

Cold Harbour: un villaggio in Cornovaglia trasformato, durante la seconda guerra mondiale, in una base segreta da cui dipendono l’esito del D-Day e la vittoria degli Alleati. L’alto comando tedesco è deciso a distruggere con ogni mezzo questo avamposto nemico e incarica della missione uno scaltro colonnello delle SS.
A fronteggiare la minaccia, un brillante agente dei servizi segreti americani, affiancato da un gruppo di eccentrici personaggi – compresa un’affascinante infermiera – tra i quali potrebbe celarsi un traditore…

Il Negus

Ras Tafari (1892-1975), ultimo imperatore d’Etiopia dal 1930 con il nome di Hailè Selassiè I, viene deposto da un colpo di stato il 12 settembre 1974. Kapuściński si reca ad Addis Abeba per capire cosa fosse davvero la monarchia assoluta del Negus, il Re dei Re, e perché sia caduta. Riesce a incontrare i rappresentanti dell’entourage imperiale e ne raccoglie i racconti, acuti, commossi, involontariamente umoristici. Intervista gli uomini che stavano a Palazzo o avevano avuto il diritto di accedervi, con la funzione di servitori, cortigiani, funzionari, spie, camerieri di ogni sorta, ma anche testimoni acuti e smaliziati di intrighi, lotte di potere e abiezioni. Ne esce un ritratto insolito del Negus, educato a Cambridge ma deciso a conservare il rituale di bacio al piede e genuflessione, promotore di riforme economiche, morali e sociali che però di fatto preservano l’arcaica sostanza del suo impero, preda di deliri di grandezza e progresso per cui sperpera denaro in un paese che muore di fame. Un vecchio rabbioso, onnipotente e superbo, ma anche terrorizzato dall’idea delle congiure, che si circonda di ministri inetti, in una società gerarchica, primitiva e corrotta.

Il Negozio Di Musica

**Dall’autrice di *L’incredibile viaggio di Harold Fry*, una deliziosa favola contemporanea, un’ode al potere trasformativo della musica e dell’amore. Davvero irresistibile.**
Inghilterra, 1988. A Unity Street c’è un negozio di musica che vende vinili di ogni genere, colore e velocità, solo ed esclusivamente vinili. Il suo proprietario, Frank, ha un dono, una specie di sesto senso: chiunque entri nel suo negozio, qualunque sia la musica che cerca o lo stato d’animo in cui si trova, Frank sa leggere ciò che ha davvero nel cuore e consigliare la canzone di cui ha bisogno. C’è solo una persona di fronte alla quale il suo intuito si trova disarmato: la misteriosa donna dal cappotto verde che un giorno sviene proprio sulla soglia del negozio.
Si chiama Ilse Brauchmann, è tedesca, ha un singolare talento per aggiustare le cose e vorrebbe delle lezioni di musica… Lezioni di musica? Frank non ha mai dato lezioni a nessuno e, del resto, ha rinunciato all’amore ormai molto tempo fa, la sua vita è perfetta così com’è. Eppure non riesce a nascondere l’emozione che prova specchiandosi in quegli occhi nero vinile.
Ma che cosa ha portato Ilse in Inghilterra? Perché non toglie mai quei guanti scuri che coprono le sue mani? Che cosa nasconde il suo passato?
Mentre i negozi di Unity Street rischiano di chiudere uno dopo l’altro, Frank e Ilse dovranno fare i conti con cicatrici profonde, visibili e invisibili, e aprire finalmente i loro cuori. Prima che sia troppo tardi.
**
### Sinossi
**Dall’autrice di *L’incredibile viaggio di Harold Fry*, una deliziosa favola contemporanea, un’ode al potere trasformativo della musica e dell’amore. Davvero irresistibile.**
Inghilterra, 1988. A Unity Street c’è un negozio di musica che vende vinili di ogni genere, colore e velocità, solo ed esclusivamente vinili. Il suo proprietario, Frank, ha un dono, una specie di sesto senso: chiunque entri nel suo negozio, qualunque sia la musica che cerca o lo stato d’animo in cui si trova, Frank sa leggere ciò che ha davvero nel cuore e consigliare la canzone di cui ha bisogno. C’è solo una persona di fronte alla quale il suo intuito si trova disarmato: la misteriosa donna dal cappotto verde che un giorno sviene proprio sulla soglia del negozio.
Si chiama Ilse Brauchmann, è tedesca, ha un singolare talento per aggiustare le cose e vorrebbe delle lezioni di musica… Lezioni di musica? Frank non ha mai dato lezioni a nessuno e, del resto, ha rinunciato all’amore ormai molto tempo fa, la sua vita è perfetta così com’è. Eppure non riesce a nascondere l’emozione che prova specchiandosi in quegli occhi nero vinile.
Ma che cosa ha portato Ilse in Inghilterra? Perché non toglie mai quei guanti scuri che coprono le sue mani? Che cosa nasconde il suo passato?
Mentre i negozi di Unity Street rischiano di chiudere uno dopo l’altro, Frank e Ilse dovranno fare i conti con cicatrici profonde, visibili e invisibili, e aprire finalmente i loro cuori. Prima che sia troppo tardi.

Il negozio di musica

**Dall’autrice di *L’incredibile viaggio di Harold Fry*, una deliziosa favola contemporanea, un’ode al potere trasformativo della musica e dell’amore. Davvero irresistibile.**
Inghilterra, 1988. A Unity Street c’è un negozio di musica che vende vinili di ogni genere, colore e velocità, solo ed esclusivamente vinili. Il suo proprietario, Frank, ha un dono, una specie di sesto senso: chiunque entri nel suo negozio, qualunque sia la musica che cerca o lo stato d’animo in cui si trova, Frank sa leggere ciò che ha davvero nel cuore e consigliare la canzone di cui ha bisogno. C’è solo una persona di fronte alla quale il suo intuito si trova disarmato: la misteriosa donna dal cappotto verde che un giorno sviene proprio sulla soglia del negozio.
Si chiama Ilse Brauchmann, è tedesca, ha un singolare talento per aggiustare le cose e vorrebbe delle lezioni di musica… Lezioni di musica? Frank non ha mai dato lezioni a nessuno e, del resto, ha rinunciato all’amore ormai molto tempo fa, la sua vita è perfetta così com’è. Eppure non riesce a nascondere l’emozione che prova specchiandosi in quegli occhi nero vinile.
Ma che cosa ha portato Ilse in Inghilterra? Perché non toglie mai quei guanti scuri che coprono le sue mani? Che cosa nasconde il suo passato?
Mentre i negozi di Unity Street rischiano di chiudere uno dopo l’altro, Frank e Ilse dovranno fare i conti con cicatrici profonde, visibili e invisibili, e aprire finalmente i loro cuori. Prima che sia troppo tardi.
**
### Sinossi
**Dall’autrice di *L’incredibile viaggio di Harold Fry*, una deliziosa favola contemporanea, un’ode al potere trasformativo della musica e dell’amore. Davvero irresistibile.**
Inghilterra, 1988. A Unity Street c’è un negozio di musica che vende vinili di ogni genere, colore e velocità, solo ed esclusivamente vinili. Il suo proprietario, Frank, ha un dono, una specie di sesto senso: chiunque entri nel suo negozio, qualunque sia la musica che cerca o lo stato d’animo in cui si trova, Frank sa leggere ciò che ha davvero nel cuore e consigliare la canzone di cui ha bisogno. C’è solo una persona di fronte alla quale il suo intuito si trova disarmato: la misteriosa donna dal cappotto verde che un giorno sviene proprio sulla soglia del negozio.
Si chiama Ilse Brauchmann, è tedesca, ha un singolare talento per aggiustare le cose e vorrebbe delle lezioni di musica… Lezioni di musica? Frank non ha mai dato lezioni a nessuno e, del resto, ha rinunciato all’amore ormai molto tempo fa, la sua vita è perfetta così com’è. Eppure non riesce a nascondere l’emozione che prova specchiandosi in quegli occhi nero vinile.
Ma che cosa ha portato Ilse in Inghilterra? Perché non toglie mai quei guanti scuri che coprono le sue mani? Che cosa nasconde il suo passato?
Mentre i negozi di Unity Street rischiano di chiudere uno dopo l’altro, Frank e Ilse dovranno fare i conti con cicatrici profonde, visibili e invisibili, e aprire finalmente i loro cuori. Prima che sia troppo tardi.

Il negozio di dolciumi

Sul punto di perdere il suo negozio di dolciumi, Callie Moore decide di dimenticare temporaneamente i suoi problemi con uno straniero alto, moro e bello. Derek McNear non ci pensa nemmeno a tirarsi indietro, davanti ad una donna formosa e attraente, disposta ad offrirgli sesso ribollente di passione in un frigorifero commerciale, durante la festa di ricevimento del matrimonio del suo migliore amico. Il giorno seguente, però, quando Callie scopre che Derek è un consulente da lei ingaggiato per salvarle il negozio, inizia a presentarsi qualche difficoltà di concentrazione sul lavoro. Specialmente quando dare e ricevere piacere, l’una nelle braccia dell’altro, rappresenta un diversivo tanto migliore!

Il Naufragio

Nella Top 10 dei romanzi rosa vichinghi più venduti!
Le Fanciulle Guerriere di Rivenloch… Damigelle in armature scintillanti… al salvataggio! Deirdre, Helena e Miriel, le tostissime scozzesi note come le Fanciulle Guerriere di Rivenloch, non intendono appartenere a nessun uomo… fino a quando non incontrano eroi abbastanza forti per addomesticare il loro animo selvatico e meritevoli di conquistare i loro cuori ostinati.

IL NAUFRAGIO – La nascita della leggenda di Rivenloch
Prologo della serie “Le Fanciulle Guerriere di Rivenloch”

Dopo aver perso moglie e figli, il predone vichingo di nome Brandr non ha più nulla per cui vivere, dunque leva le ancore per un ultimo viaggio. Una tempesta lo fa naufragare, solo e malridotto, su una costa straniera.

Lungo la spiaggia della Terra dei Pitti, Avril, fanciulla guerriera che ha subito violenza da un berserker vichingo, esiliata dalla sua casa natale di Rivenloch in una casetta lungo la costa, sogna il giorno in cui impugnerà la sua spada, si riprenderà il castello che le appartiene di diritto e troverà un vero padre per la figlia dal sangue misto.

Dopo aver scoperto un naufrago dalle spalle ampie e la pelle chiara, trascinato dalla corrente sulla sua spiaggia assieme ai resti della sua nave, Avril lo fa prigioniero e lo incatena. Non sarà di nuovo la vittima di un vichingo… Ma non immagina che, presto, il suo peggior nemico guadagnerà la sua fiducia, farà breccia nel suo cuore e risveglierà la sua sensualità.

Dettagli

* Il romanzo si svolge prima di quelli che compongono la serie delle

* Fanciulle Guerriere di Rivenloch

* La storia è ambientata in epoca vichinga, quando la Scozia era nota col nome di Terra dei Pitti

* Il naufragio è un romanzo breve, lungo all’incirca un terzo rispetto a un libro classico

* I contenuti espliciti rendono l’opera consigliata a un pubblico adulto

(source: Bol.com)

IL NATALE GENOVESE – O DENA’ ZENEIZE

Il Natale a Genova e nelle sue vallate al tempo in cui i bastimenti andavano a vapore, i bambini dicevano le preghiere prima si andare a letto, le nonne agucchiavano scialletti, raccontando favole ai nipotini, seduti davanti al camino. Gli usi e i costumi civili e religiosi, i riti in famiglia, il clima natalizio in città e nei villaggi dei monti appenninici.
**
### Sinossi
Il Natale a Genova e nelle sue vallate al tempo in cui i bastimenti andavano a vapore, i bambini dicevano le preghiere prima si andare a letto, le nonne agucchiavano scialletti, raccontando favole ai nipotini, seduti davanti al camino. Gli usi e i costumi civili e religiosi, i riti in famiglia, il clima natalizio in città e nei villaggi dei monti appenninici.

Il musicista che catturò l’unicorno

— Non puoi nascondere delle crepe sotto le luci dei riflettori.—
**Dusk.** Leader degli Underdogs. Destinato al successo. Vive godendosi il momento.
**Abe.** Anche noto come Lolly. Iridescente. Unicorno.
Tutto ciò che Dusk desidera dalla vita è che la sua band diventi famosa in tutto il mondo. Vuole anche divertirsi e spassarsela tra le lenzuola. Quando desidera qualcosa, ce la mette tutta, e al diavolo le conseguenze.
Per questo motivo, quando nota un bellissimo ragazzo dai capelli rosa che sembra l’equivalente umano di uno zucchero filato pieno di tatuaggi, non può trattenersi dall’averne un assaggio. Tuttavia, soltanto quando Lolly finirà nel pullman del tour, Dusk si renderà conto che il loro incontro era scritto nel destino.
Abe è il classico ragazzo che segue la corrente. Dato che stava già facendo l’autostop, perché avrebbe dovuto rinunciare a trascorrere una settimana con un rockettaro super fico e a lasciarsi domare dai suoi capelli lunghi e sensuali? E perché non comportarsi anche da ragazzo carino e solidale già che c’è? Non sarebbe comunque rimasto da quelle parti per molto.
Tutto va a farsi benedire quando compaiono online delle foto di Abe e Dusk, portando all’improvviso il gruppo sotto i riflettori. Per approfittare di quell’inaspettata popolarità, la band offre ad Abe dei soldi per restare.
Questo implica guadagnare dei soldi per una finta relazione con Dusk.
Che non è nemmeno poi così falsa.
O sì?