7345–7360 di 72802 risultati

La croce buddista

Come i raggi di una croce uncinata, antico simbolo del sole, quattro sono i protagonisti della storia, in un complesso intarsio di segreti e menzogne. In questo classico della letteratura erotica, **Jun’ ichirō Tanizaki** scava nella psicologia ossessiva dell’ **amore crudele** , analizzando con sottile precisione un gioco perverso destinato alla catastrofe.

La Corona De York

Solía ser mi única esperanza. Easton Bay: **un hombre tan despiadado como hermoso y tan tierno como cruel**. Cada toque suyo envía escalofríos por mi espina dorsal.
**Lo deseo.**
Él me salvó una vez, pero ¿lo hará de nuevo? Es un misterio. Un enigma. Suspenso.
**Hay oscuridad dentro de él**. Me asusta hasta lo más profundo.
**Sin embargo, me acerco a él con cada respiración.** Soy su adicta y él es mi droga.
¿Qué pasa cuando nada es suficiente?
ELOGIOS PARA CHARLOTTE BYRD
—¡Decadente, delicioso y peligrosamente adictivo!— – Amazon Review ★★★★★
—El factor excitación está tan maravillosamente elaborado que ningún lector puede resistir su atracción. ¡ES UNA COMPRA IMPRESCINDIBLE! — Bobbi Koe, Amazon Review ★★★★★
—¡Cautivante!— – Crystal Jones, Amazon Review ★★★★★
—Emocionante, intenso, sensual— – Rock, Amazon Reviewer ★★★★★
—Química sexy, secreta y pulsante…— – Sra. K, Amazon Reviewer ★★★★★
—Charlotte Byrd es una escritora brillante. He leído un montón y me he reído y he llorado. Ella escribe libros equilibrados con personajes brillantes. ¡Bien hecho! —-Amazon Review ★★★★★
—Rápido, oscuro, adictivo y convincente— – Amazon Reviewer ★★★★★
—Caliente, tórrido y una gran historia—. – Christine Reese ★★★★★
—Oh mi… Charlotte me ha hecho su fanática de por vida—. – JJ, Amazon Reviewer ★★★★★
—La tensión y la química están en cinco niveles de alarma—. – Sharon, crítico de Amazon ★★★★★
—El viaje de Ellie y el Señor Aiden Black es caliente, sexy e intrigante. – Robin Langelier ★★★★★
—Guau. Simplemente guau. Charlotte Byrd me deja sin palabras y estupefacta… Definitivamente me mantuvo al borde de mi asiento. Una vez que lo recoja, no lo dejará—. – Revisión de Amazon ★★★★★
—¡Atractivo, tórrido y cautivador!— – Charmaine, Amazon Reviewer ★★★★★
—Intriga, lujuria y grandes personajes… ¡¿qué más podrías pedir?!— – Dragonfly Lady ★★★★★
—Un libro increíble. Lectura sensual, extremadamente entretenida, cautivadora e interesante. No pude dejarlo—. – Kim F, Amazon Reviewer ★★★★★
—Simplemente la mejor historia de todas. Es todo lo que me gusta leer y más. Una gran historia que leeré una y otra vez. Es para no dejarla escapar!! —- Wendy Ballard ★★★★★
—Tenía la cantidad perfecta de giros y sorpresas. Me sentí instantáneamente conectada con la heroína y, por supuesto, con el Señor Black. Mmm. Es sexy, es atrevido, es ardiente. Es todo—. – Khardine Gray, autora bestseller de romance ★★★★★

La Convinzione Di Non Essere Abbastanza

“Si era sentita come mai nessuno dovrebbe sentirsi. Inutile, orribile, insignificante, diversa, inferiore, e aveva promesso a se stessa che nessuno l’avrebbe più fatta sentire in quel modo”
Emily ha ventitré anni e vive una vita apparentemente perfetta: un lavoro come bibliotecaria, una famiglia amorevole alle spalle e la giusta dose d’indipendenza. Agli occhi degli altri si presenta come una ragazza decisa, forte e sicura, tutto quello che vorrebbe essere ma che in realtà non è. Emily, infatti, nasconde un odio verso se stessa radicato nel profondo, nato ai tempi in cui i suoi coetanei si prendevano gioco di lei e del suo aspetto. Un inaspettato tuffo nel passato e l’incontro con Samuel, un giovane scrittore esordiente, la costringeranno a fare i conti con se stessa una volta per tutte. **
### Sinossi
“Si era sentita come mai nessuno dovrebbe sentirsi. Inutile, orribile, insignificante, diversa, inferiore, e aveva promesso a se stessa che nessuno l’avrebbe più fatta sentire in quel modo”
Emily ha ventitré anni e vive una vita apparentemente perfetta: un lavoro come bibliotecaria, una famiglia amorevole alle spalle e la giusta dose d’indipendenza. Agli occhi degli altri si presenta come una ragazza decisa, forte e sicura, tutto quello che vorrebbe essere ma che in realtà non è. Emily, infatti, nasconde un odio verso se stessa radicato nel profondo, nato ai tempi in cui i suoi coetanei si prendevano gioco di lei e del suo aspetto. Un inaspettato tuffo nel passato e l’incontro con Samuel, un giovane scrittore esordiente, la costringeranno a fare i conti con se stessa una volta per tutte.

La civiltà del vento

Un tema caro a Ballard, che ricorre in quasi tutta la sua ormai vasta produzione, torna in questa antologia, e soprattutto nel romanzo breve che le dà il titolo. E’ il tema della rovina della nostra civiltà, non tanto descritta spettacolarmente quanto subita da pochi personaggi che si sono in qualche modo adattati alla desolazione, all’abbandono, alla decadenza. Nessuno come Ballard ha saputo creare l’atmosfera di una metropoli spopolata, dove ancora qualche albergo funziona, qualche semaforo scatta, e dove per esempio un giovane, allevato in una delle nuove Città Giardino, ritorna per una affascinante ricognizione. Nella Città Giardino non c’è smog, non ci sono motori, il vento e il sole forniscono tutta l’energia; ma quel mite e ordinato mondo pastorale è ben presto dimenticato da Halloway. In lui, e nei pochi altri superstiti che vivono tra i bui grattacieli e le rugginose carcasse di automobili, nasce un sogno grandioso, delirante: ridare la luce, il traffico, il rumore, la violenza, la vita, a quel drago addormentato che è la metropoli.

Indice

La civiltà del vento
*( The Ultimate City)*
Il pastore aereo
*( Low-Flying Aircraft)*
L’astronauta morto
*( The Dead Astronaut)*
Il bombardiere del sogno
*( My Dream Of Flying To Wake Island)*
Vita e morte di Dio
*( The Life And Death of God)*
Il più grande show mai visto
*( The Greatest TV Show on Earth)*
Gli invasori
*( A Place And A Time To Die)*
Bambini prodigio
*( The Comsat Angels)*

Urania n.717 del 27-02-1977
*Low-Flying Aircraft And Other Stories* , 1976

La città degli abissi

La scienza moderna ha oggi spesso superato i confini, che sembravano invalicabili della fantasia, e gli attuali scrittori avveniristici hanno il compito,reso estremamente più difficile in confronto ai primi pionieri di questa letteratura, la cui immaginazione, che allora sembrava paradossale e oggi è stata largamente superata dalla realtà, non conosceva limite e freno. Tuttavia il libro che presentiamo dimostra come la fantasia umana rimanga sempre superiore alla cruda logica dei fatti, pur trattando un argomento che, strano a dirsi, è meno noto che non gli altri di carattere astrale. La vicenda si svolge infatti negli abissi dell’oceano, mondo ancora sconosciuto all’ùomo perché le poche migliaia di metri che separano la crosta terrestre dal mondo marino sono tecnicamente più invalicabili delle centinaia di chilometri in altitudine che portano agli spazi interplanetari. E’ un libro ricco di fantasia e di poesia dove mille emozioni ed esperienze nuove attendono il lettore.
Copertina di Curt Caesar

La chimica dell’odio

È la vigilia di Natale, ma per l’ispettrice capo Ana Arén non c’è tregua, deve affrontare una difficile sfida: l’omicidio di una delle donne più famose di Spagna. Il corpo di Mónica Spinoza, duchessa di Mediona, viene trovato disposto al centro di una macabra composizione: intorno ha due cerchi, il primo di gioielli e l’altro di rifiuti, come se l’assassino avesse compiuto un rituale. La duchessa, protagonista del jet set internazionale e celebrità da rivista patinata, ha tre matrimoni alle spalle. Il primo con un calciatore, poi con un uomo d’affari milionario e, infine, con un nobile da cui ha ereditato un favoloso patrimonio. La polizia cerca una pista anche tra alcuni suoi amici “illustri” con scarsi risultati: il presidente del Barcellona, il viceministro degli Interni, un famoso presentatore televisivo, il capo del protocollo della Casa Reale. Ci sono molti potenziali assassini, dai suoi figliastri alla sua lunga lista di amanti. Chi di loro odia di più la duchessa? Poco dopo Natale, in un ospedale di Madrid, precipita un montacarichi dal sesto piano e muoiono quattro persone. L’ispettore si trova ad affrontare due indagini impegnative: l’assassinio della duchessa e l’incidente dell’ascensore. Due casi in apparenza indipendenti ma che trovano un collegamento inaspettato e che ricadono entrambi sotto la responsabilità della squadra in cui Ana non conosce nessuno e dove nessuno si fida di lei; l’investigatrice dovrà condurre l’indagine quasi da sola, ostacolata dal suo capo, schiacciata dalla pressione mediatica sul caso della duchessa che occupa le prime pagine. Carme Chaparro, alternando i punti di vista e la narrazione in prima, seconda e terza persona, costruisce una storia formidabile; un’indagine che avanza grazie agli ultimi gadget digitali. Un thriller ‘moderno’, che trasuda passione.

La Casa Del Sueño

Entre 1983 y 1984, un grupo de estudiantes universitarios urde la compleja coreografía de sus relaciones en Ashdown, una residencia universitaria situada en una antigua mansión victoriana en lo alto de un acantilado, junto al mar. Allí se aloja Sarah, que sufre de narcolepsia, y en ocasiones no puede distinguir entre lo que ha vivido y lo que ha soñado; Gregory, su novio, estudiante de medicina, que ha hecho de los ojos, la puerta del sueño, un fetiche sexual; Veronica, una lesbiana que le sucederá en el lecho de Sarah; y Robert, que está dispuesto a amar para siempre a la bella durmiente. Por la residencia merodea también Terry, un cinéfilo obsesivo, que duerme al menos catorce horas al día e idolatra a Ortese, oscuro y escatalógico neorrealista italiano, director de una película perdida y maldita que sería el terrible antecedente de Salo, de Passolini. Todos ellos se encuentran y desencuentran, y se dejan mensajes entre las páginas de “La casa del sueño”, un novelón de principios de siglo. El tiempo pasa y llega el momento de dejar la residencia universitaria y entrar en la vida. Las coreografías sentimentales y sexuales se complican, y finalmente el grupo terminará por estallar; cada uno se marchará por su lado, ya deshecha la frágil trama de amores y amistades. Pero doce años más tarde sus caminos volverán a cruzarse en la siniestra clínica que el doctor Gregory Dudden, un científico obsesionado por encontrar la fórmula que permita vivir sin dormir, ha abierto en Ashdown, donde todos ellos vivieron y soñaron…

La banda maculata (Le avventure di Sherlock Holmes)

«Concediamoci una buona pipata in santa pace e pensiamo a qualcosa di più allegro», dice Sherlock Holmes a Watson poco prima del momento cruciale de L’avventura della banda maculata, racconto compreso ne Le avventure di Sherlock Holmes (1892). Il personaggio di Conan Doyle era nato da poco (solo cinque anni prima, col romanzo Uno studio in rosso), ma già l’autore, visto il grande successo popolare, aveva provveduto a “normalizzarlo”, facendolo passare dalla cocaina e morfina degli inizi, presenti in gran copia sia nel romanzo d’esordio che ne Il segno dei quattro (1890), alla più domestica e rassicurante pipa.
L’avventura della banda maculata, qui presentato, appartiene per datazione alla prima fase dell’itinerario creativo di Conan Doyle. Inizia di buon mattino, quando Watson viene svegliato di botto da Holmes, perché una giovane signora piuttosto sconvolta li aspetta in anticamera. La donna, di nome Helen Stoner, lo mette a parte delle strane cose che succedono nella casa di campagna che, dopo la morte della madre, divide con il patrigno. Col suo infallibile fiuto, Sherlock capisce subito che Helen corre un grave pericolo, e decide di recarsi immediatamente con Watson nella casa di lei. Dopo un’attenta ispezione delle varie stanze, comprende che un terribile delitto si è compiuto e che un altro sta per compiersi…

L’avvenire di un’illusione – Il disagio della civiltà

A cura di Roberto Finelli e Paolo Vinci
Traduzione di Sossio Giametta
Edizioni integrali
L’avvenire di un’illusione rappresenta un essenziale contributo all’approfondimento della natura della credenza religiosa. La psicoanalisi si ritiene in grado di legare la religione alla natura del desiderio umano, al suo strutturale restare inappagato. Si svela la genesi psichica delle rappresentazioni religiose in un confronto con il modo di procedere dei sogni, che mette in luce come esse nascondano, ma anche rivelino i processi più profondi dell’animo umano. Il disagio della civiltà è un’opera di grande respiro culturale che apre la psicoanalisi alle tematiche legate alla situazione dell’uomo contemporaneo e al suo destino. Freud indaga il rapporto dell’individuo con la società da un punto di vista decisivo, volto a mettere in luce la necessaria limitazione delle possibilità di gratificazione del singolo. Il desiderio umano non può sfuggire alle imposizioni e alle restrizioni dell’ordine sociale, con conseguenze fatali sulla psiche degli individui.
«Quando per tutto un tempo si è vissuto nell’ambito di una certa civiltà e ci si è spesso sforzati di indagare quali ne fossero le origini e le vie di sviluppo, si prova infine anche la tentazione di volgere lo sguardo nell’altra direzione e di porre la questione: a quale destino ulteriore questa civiltà va incontro e quali trasformazioni è ancora destinata a subire?»
Sigmund Freud
padre della psicoanalisi, nacque a Freiberg, in Moravia, nel 1856. Autore di opere di capitale importanza (tra le quali citeremo soltanto L’interpretazione dei sogni, Tre saggi sulla sessualità, Totem e tabù, Psicopatologia della vita quotidiana, Al di là del principio del piacere), insegnò all’università di Vienna dal 1920 fino al 1938, quando fu costretto dai nazisti ad abbandonare l’Austria. Morì l’anno seguente a Londra, dove si era rifugiato insieme con la famiglia. Di Freud la Newton Compton ha pubblicato molti saggi in volumi singoli e la raccolta Opere 1886/1921.

L’uomo e il suo divenire secondo il Vêdânta

Fra tutti i libri di René Guénon *L’uomo e il suo divenire secondo il Vêdânta* è forse quello che più di ogni altro mostra l’impalcatura del suo pensiero. Sottintendendo, naturalmente, che tale pensiero non pretende di inventare nulla, ma soltanto di esporre con la massima precisione un pensiero che da sempre è: la Tradizione primordiale, la cui dottrina, secondo Guénon, non traspare mai con altrettanta precisione come nel pensiero vedantico. Ma che cos’è il Vêdânta? Una delle sei «visioni» ( *darshana* ) che, secondo le più antiche testimonianze indiane, ci permettono di capire ciò che è. Tutte vere, ma ciascuna in rapporto a un certo livello della realtà. Il più alto, che consente di inglobare in sé ogni altro, è appunto quello del Vêdânta, «il ramo più puramente metafisico di tali dottrine». Così si può dire che il Vêdânta è una sorta di dottrina suprema. Nessuno ha saputo esporla in Occidente con l’evidenza assoluta che incontriamo in questo libro di Guénon. E nessuno ha saputo sgombrare il campo, con gesto altrettanto autorevole, dai numerosi, tipici equivoci occidentali intorno a tale dottrina, considerata da tanti una filosofia o una religione o «qualche cosa che partecipa più o meno dell’una o dell’altra», mentre non è in verità nulla di tutto questo. Come scrisse Daumal: «Se Guénon parla del Veda, pensa il Veda, è il Veda». È perciò naturale che proprio in questo libro Guénon si soffermi sugli aspetti costitutivi, sulla composizione fondamentale dell’uomo, del mondo e della realtà extra-cosmica – e a queste pagine occorre sempre tornare quando Guénon, in altre opere, applica le categorie qui delineate. *L’uomo e il suo divenire secondo il Vêdânta* apparve nel 1925.

L’uomo dalle dita blu: Vacanze a La Baule per Mary Lester

Insolite vacanze in agosto per Mary Lester a La Baule. Il capo della polizia di Nantes le ha chiesto di infiltrarsi tra i soci di un club privato di golf in cui pare avvengano loschi traffici. Ed ecco l’ispettrice Lester diventare, di malavoglia, una novella golfista. Il difficile incarico permette tuttavia molte distrazioni: passare per una studentessa, giocare su uno dei più prestigiosi campi da golf di Francia e Navarra e abbronzarsi sulla spiaggia più bella d’Europa. Ma c’è una cosa cui Mary Lester non ha saputo rinunciare: indagare sulla morte di Victoire Leblond, avvenuta alla buca numero sette, che alla detective non sembra poi così naturale. E come può «l’uomo dalle dita blu», tre mesi dopo la sua morte fare ancora delle vittime al circolo di golf?

L’Ultima Avventura Di Héctor Belascoarán

«Cazzo, era proprio innamorato del Distretto federale. Un altro amore impossibile della sua lunga lista. Una città da amare, da amare pazzamente. Con impeto.» Héctor Belascoarán, orbo, disilluso e con una malsana ossessione per la verità, è un detective privato che potrebbe vivere solo in un posto come Città del Messico. Un cadavere vestito da antico romano con tanto di elmo e corazza, una mora dal sorriso magico, poco convinta del suicidio della sorella sono i casi che Héctor affronta, aiutato dai professionisti con cui condivide l’ufficio (un tappezziere, un imbianchino e un esperto di fogne). Anche stavolta le sue indagini si snodano nell’atmosfera sulfurea della capitale messicana, in cui si mescolano violenza e intrighi politici, dove si muore con facilità e talvolta si resuscita. Questo volume raccoglie i romanzi «Niente lieto fine» e «Stessa città stessa pioggia».

L’Ordine Di Astrea – Marco

Marco sapeva che un’anima gemella gli avrebbe portato solo guai, ma non immaginava che Faith potesse essere per lui una tentazione così grande. Eppure, anche se lei è l’unica che può spezzare la maledizione che affligge i mezzi vampiri, deve resistere se non vuole trovarsi prigioniero di un qualcosa di molto più pericoloso della sete di sangue. Ma come contrastare un istinto che appare primordiale quanto quello di sopravvivenza?
Faith è finalmente insieme al suo Gemini ma, invece che trovare la felicità, ha davanti un uomo ostile ed egoista. Eppure lei lo ama e se non troverà un modo per farsi accettare dovrà allontanarsi da lui per sempre. Peccato che la loro natura di mezzosangue non glielo permetta… o forse sì?
Mentre la tensione tra i due aumenta ponendoli di fronte a scelte sempre più difficili, la situazione per i membri dell’Ordine di Astrea precipita. Lorenzo Riviana ha preso il posto del padre e va fermato a tutti i costi.
Questa volta unire le forze e sfidare la morte non basterà. Marco e Faith dovranno essere disposti al sacrificio estremo per salvare ciò che conta di più. Ma che cosa è per loro così importante da valere la rinuncia a tutto? Trovare la risposta a tale domanda sarà la loro unica possibilità.
“L’Ordine di Astrea – Marco” è il terzo e ultimo volume della saga. I volumi precedenti sono:
“L’Ordine di Astrea – Rod”
“L’Ordine di AStrea – Darren”
**
### Sinossi
Marco sapeva che un’anima gemella gli avrebbe portato solo guai, ma non immaginava che Faith potesse essere per lui una tentazione così grande. Eppure, anche se lei è l’unica che può spezzare la maledizione che affligge i mezzi vampiri, deve resistere se non vuole trovarsi prigioniero di un qualcosa di molto più pericoloso della sete di sangue. Ma come contrastare un istinto che appare primordiale quanto quello di sopravvivenza?
Faith è finalmente insieme al suo Gemini ma, invece che trovare la felicità, ha davanti un uomo ostile ed egoista. Eppure lei lo ama e se non troverà un modo per farsi accettare dovrà allontanarsi da lui per sempre. Peccato che la loro natura di mezzosangue non glielo permetta… o forse sì?
Mentre la tensione tra i due aumenta ponendoli di fronte a scelte sempre più difficili, la situazione per i membri dell’Ordine di Astrea precipita. Lorenzo Riviana ha preso il posto del padre e va fermato a tutti i costi.
Questa volta unire le forze e sfidare la morte non basterà. Marco e Faith dovranno essere disposti al sacrificio estremo per salvare ciò che conta di più. Ma che cosa è per loro così importante da valere la rinuncia a tutto? Trovare la risposta a tale domanda sarà la loro unica possibilità.
“L’Ordine di Astrea – Marco” è il terzo e ultimo volume della saga. I volumi precedenti sono:
“L’Ordine di Astrea – Rod”
“L’Ordine di AStrea – Darren”