7185–7200 di 82931 risultati

Ricordati di amare

Da quattro anni, Gabe Hyde vive in una menzogna. I suoi amici lo conoscono come un ragazzo allegro, sfacciato, che ama divertirsi e tornare a casa ogni sera con una conquista diversa. Nessuno sa che quella è una maschera che Gabe si è cucito addosso per nascondere la verità al mondo, lo stesso mondo che un tempo lo adorava come un idolo e che adesso, se scoprisse il suo segreto, lo trascinerebbe nel fango. E tutto per un unico, terribile errore che ha distrutto ciò che aveva di più caro. Dilaniato dal rimpianto e dal senso di colpa, Gabe è convinto di non avere più diritto di essere felice. Almeno finché non incontra Saylor. Sorriso innocente e luminosi occhi azzurri, Saylor è la classica brava ragazza cui di solito basta un’occhiata per capire che Gabe è un poco di buono dal quale è meglio stare alla larga. Invece lei è la sola in grado di leggere nel suo cuore. E a credere che meriti una seconda occasione. Ma l’amore che li lega darà a Gabe la forza necessaria per ricominciare o trascinerà anche Saylor nell’abisso?
**Rachel Van Dyken** è autrice delle serie:
**Ruin**
*Ricordati di sognare*
*Ricordati di amare*
*Ricordati di sperare*
*Ricordati di perdonare*
**The Bet**
*Quello che sei per me*
*Cosa non farei per te*
*Mai più senza di te*

Da quattro anni, Gabe Hyde vive in una menzogna. I suoi amici lo conoscono come un ragazzo allegro, sfacciato, che ama divertirsi e tornare a casa ogni sera con una conquista diversa. Nessuno sa che quella è una maschera che Gabe si è cucito addosso per nascondere la verità al mondo, lo stesso mondo che un tempo lo adorava come un idolo e che adesso, se scoprisse il suo segreto, lo trascinerebbe nel fango. E tutto per un unico, terribile errore che ha distrutto ciò che aveva di più caro. Dilaniato dal rimpianto e dal senso di colpa, Gabe è convinto di non avere più diritto di essere felice. Almeno finché non incontra Saylor. Sorriso innocente e luminosi occhi azzurri, Saylor è la classica brava ragazza cui di solito basta un’occhiata per capire che Gabe è un poco di buono dal quale è meglio stare alla larga. Invece lei è la sola in grado di leggere nel suo cuore. E a credere che meriti una seconda occasione. Ma l’amore che li lega darà a Gabe la forza necessaria per ricominciare o trascinerà anche Saylor nell’abisso?
**Rachel Van Dyken** è autrice delle serie:
**Ruin**
*Ricordati di sognare*
*Ricordati di amare*
*Ricordati di sperare*
*Ricordati di perdonare*
**The Bet**
*Quello che sei per me*
*Cosa non farei per te*
*Mai più senza di te*

Only registered users can download this free product.

Ricominciare a Los Angeles

Talvolta le apparenze ingannano.Jarrid non ha storie sentimentali importanti e nemmeno ne ha avute. Forse una, ma è finita. Los Angeles è il posto ideale per confondersi tra la folla, ma anche la città dove tutto può accadere come in un film. E il protagonista è Jarrid.

Talvolta le apparenze ingannano.Jarrid non ha storie sentimentali importanti e nemmeno ne ha avute. Forse una, ma è finita. Los Angeles è il posto ideale per confondersi tra la folla, ma anche la città dove tutto può accadere come in un film. E il protagonista è Jarrid.

Only registered users can download this free product.

Ribelle di mezzanotte

Honor Thomas non ricorda cos’è successo. Sa solo che quell’uomo l’ha salvata durante la sua rovinosa fuga. Un uomo all’apparenza scuro e minaccioso, eppure qualcosa le dice che non le farà del male. Anzi, risveglia in lei un desiderio che non ricordava di avere mai provato. Matt Walker, ex Seal, si è rifugiato sul monte Hood dopo le varie delusioni che hanno costellato la sua vita. Dovrebbe cominciare a lavorare per l’ASI, una delle società di sicurezza più importanti del paese, ma non è ancora pronto. La preoccupazione per il destino di Honor, però, riesce a smuovere il suo orgoglio sopito: è lui il solo che può proteggere quella bellissima donna scampata al pericolo, la cui sorte è indissolubilmente legata a quella della nazione.

Honor Thomas non ricorda cos’è successo. Sa solo che quell’uomo l’ha salvata durante la sua rovinosa fuga. Un uomo all’apparenza scuro e minaccioso, eppure qualcosa le dice che non le farà del male. Anzi, risveglia in lei un desiderio che non ricordava di avere mai provato. Matt Walker, ex Seal, si è rifugiato sul monte Hood dopo le varie delusioni che hanno costellato la sua vita. Dovrebbe cominciare a lavorare per l’ASI, una delle società di sicurezza più importanti del paese, ma non è ancora pronto. La preoccupazione per il destino di Honor, però, riesce a smuovere il suo orgoglio sopito: è lui il solo che può proteggere quella bellissima donna scampata al pericolo, la cui sorte è indissolubilmente legata a quella della nazione.

Only registered users can download this free product.

Resisto dunque sono

C’è una buona notizia: ora sappiamo con certezza che gli esseri umani sono stati progettati per affrontare con successo difficoltà e stress. Discendiamo da gente che è sopravvissuta a un’infinità di predatori, guerre, carestie, migrazioni, malattie e catastrofi naturali. Noi siamo costruiti per convivere quotidianamente con lo stress. A questo scopo possediamo dentro di noi, come un dono, un insieme di risorse che abbiamo ereditato dal passato e che costituiscono la nostra «resilienza». Ed è la resilienza la norma negli esseri umani, non la fragilità; la resilienza psicologica, ovvero la capacità di persistere nel perseguire obiettivi difficili, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà che ci si presentano. L’individuo resiliente ha una serie di caratteristiche psicologiche inconfondibili: è un ottimista e tende a «leggere» gli eventi negativi come momentanei e circoscritti; ritiene di possedere un ampio margine di controllo sulla propria vita e sull’ambiente che lo circonda; è fortemente motivato a raggiungere gli obiettivi che si è prefissato, è incline a interpretare i cambiamenti come una sfida e come un’opportunità piuttosto che come una minaccia, e di fronte a sconfitte e frustrazioni tende a non perdere la speranza. Ma la notizia migliore è che la resilienza può essere potenziata. Possiamo imparare a gestire lo stress. E nella nostra cultura c’è un ambito che può promuovere in modo strutturale la resilienza: il mondo dello sport che può essere utilizzato come metafora, ma anche come disciplina da cui mutuare metodologie ed esperienze, come fa Pietro Trabucchi in questo libro che sarà di aiuto a tutti coloro che vogliono vivere e non lasciarsi vivere. **
### Sinossi
C’è una buona notizia: ora sappiamo con certezza che gli esseri umani sono stati progettati per affrontare con successo difficoltà e stress. Discendiamo da gente che è sopravvissuta a un’infinità di predatori, guerre, carestie, migrazioni, malattie e catastrofi naturali. Noi siamo costruiti per convivere quotidianamente con lo stress. A questo scopo possediamo dentro di noi, come un dono, un insieme di risorse che abbiamo ereditato dal passato e che costituiscono la nostra «resilienza». Ed è la resilienza la norma negli esseri umani, non la fragilità; la resilienza psicologica, ovvero la capacità di persistere nel perseguire obiettivi difficili, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà che ci si presentano. L’individuo resiliente ha una serie di caratteristiche psicologiche inconfondibili: è un ottimista e tende a «leggere» gli eventi negativi come momentanei e circoscritti; ritiene di possedere un ampio margine di controllo sulla propria vita e sull’ambiente che lo circonda; è fortemente motivato a raggiungere gli obiettivi che si è prefissato, è incline a interpretare i cambiamenti come una sfida e come un’opportunità piuttosto che come una minaccia, e di fronte a sconfitte e frustrazioni tende a non perdere la speranza. Ma la notizia migliore è che la resilienza può essere potenziata. Possiamo imparare a gestire lo stress. E nella nostra cultura c’è un ambito che può promuovere in modo strutturale la resilienza: il mondo dello sport che può essere utilizzato come metafora, ma anche come disciplina da cui mutuare metodologie ed esperienze, come fa Pietro Trabucchi in questo libro che sarà di aiuto a tutti coloro che vogliono vivere e non lasciarsi vivere.

C’è una buona notizia: ora sappiamo con certezza che gli esseri umani sono stati progettati per affrontare con successo difficoltà e stress. Discendiamo da gente che è sopravvissuta a un’infinità di predatori, guerre, carestie, migrazioni, malattie e catastrofi naturali. Noi siamo costruiti per convivere quotidianamente con lo stress. A questo scopo possediamo dentro di noi, come un dono, un insieme di risorse che abbiamo ereditato dal passato e che costituiscono la nostra «resilienza». Ed è la resilienza la norma negli esseri umani, non la fragilità; la resilienza psicologica, ovvero la capacità di persistere nel perseguire obiettivi difficili, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà che ci si presentano. L’individuo resiliente ha una serie di caratteristiche psicologiche inconfondibili: è un ottimista e tende a «leggere» gli eventi negativi come momentanei e circoscritti; ritiene di possedere un ampio margine di controllo sulla propria vita e sull’ambiente che lo circonda; è fortemente motivato a raggiungere gli obiettivi che si è prefissato, è incline a interpretare i cambiamenti come una sfida e come un’opportunità piuttosto che come una minaccia, e di fronte a sconfitte e frustrazioni tende a non perdere la speranza. Ma la notizia migliore è che la resilienza può essere potenziata. Possiamo imparare a gestire lo stress. E nella nostra cultura c’è un ambito che può promuovere in modo strutturale la resilienza: il mondo dello sport che può essere utilizzato come metafora, ma anche come disciplina da cui mutuare metodologie ed esperienze, come fa Pietro Trabucchi in questo libro che sarà di aiuto a tutti coloro che vogliono vivere e non lasciarsi vivere. **
### Sinossi
C’è una buona notizia: ora sappiamo con certezza che gli esseri umani sono stati progettati per affrontare con successo difficoltà e stress. Discendiamo da gente che è sopravvissuta a un’infinità di predatori, guerre, carestie, migrazioni, malattie e catastrofi naturali. Noi siamo costruiti per convivere quotidianamente con lo stress. A questo scopo possediamo dentro di noi, come un dono, un insieme di risorse che abbiamo ereditato dal passato e che costituiscono la nostra «resilienza». Ed è la resilienza la norma negli esseri umani, non la fragilità; la resilienza psicologica, ovvero la capacità di persistere nel perseguire obiettivi difficili, fronteggiando in maniera efficace le difficoltà che ci si presentano. L’individuo resiliente ha una serie di caratteristiche psicologiche inconfondibili: è un ottimista e tende a «leggere» gli eventi negativi come momentanei e circoscritti; ritiene di possedere un ampio margine di controllo sulla propria vita e sull’ambiente che lo circonda; è fortemente motivato a raggiungere gli obiettivi che si è prefissato, è incline a interpretare i cambiamenti come una sfida e come un’opportunità piuttosto che come una minaccia, e di fronte a sconfitte e frustrazioni tende a non perdere la speranza. Ma la notizia migliore è che la resilienza può essere potenziata. Possiamo imparare a gestire lo stress. E nella nostra cultura c’è un ambito che può promuovere in modo strutturale la resilienza: il mondo dello sport che può essere utilizzato come metafora, ma anche come disciplina da cui mutuare metodologie ed esperienze, come fa Pietro Trabucchi in questo libro che sarà di aiuto a tutti coloro che vogliono vivere e non lasciarsi vivere.

Only registered users can download this free product.

Resa Appassionata

I Kincaid 4/6 Per Kara Kincaid organizzare eventi è una sfida. Il matrimonio della sorella diventerà l’appuntamento del secolo, e non importa se il futuro sposo, il milionario Eli Houghton, è il suo più grande amore del passato. Kara è decisa a mantenere separati cuore e affari, anche se questa volontà viene messa a dura prova dall’evidente interesse che Eli nutre ancora nei suoi confronti, e che non si sforza in alcun modo di celare, rubandole baci e carezze mozzafiato. Stare così a stretto contatto senza cedere alla tentazione diventa ogni giorno più difficile e, quando le nozze vengono improvvisamente annullate, lei decide di…

I Kincaid 4/6 Per Kara Kincaid organizzare eventi è una sfida. Il matrimonio della sorella diventerà l’appuntamento del secolo, e non importa se il futuro sposo, il milionario Eli Houghton, è il suo più grande amore del passato. Kara è decisa a mantenere separati cuore e affari, anche se questa volontà viene messa a dura prova dall’evidente interesse che Eli nutre ancora nei suoi confronti, e che non si sforza in alcun modo di celare, rubandole baci e carezze mozzafiato. Stare così a stretto contatto senza cedere alla tentazione diventa ogni giorno più difficile e, quando le nozze vengono improvvisamente annullate, lei decide di…

Only registered users can download this free product.

Redenzione Immorale

“Redenzione immorale” è uno dei libri meno noti di Philip K. Dick, eppure vi si trovano temi e idee che ricorreranno nella sua produzione successiva. Siamo nel 2114, e il mondo è profondamente segnato dalla guerra nucleare e dalle regole del regime totalitario instaurato nel 1985 dal maggiore Streiter. Alien Purcell, il protagonista del romanzo, visita l’isola giapponese di Hokkaido, simbolo eloquente delle devastazioni causate dalla guerra, e qui tocca con mano le assurde imposizioni sociali dettate dal potere politico e mediatico di un regime che, tra le altre cose, vieta il sesso extra-coniugale e l’uso di alcolici in pubblico. Su un’isola desolata e ancora radioattiva, gii amici di Alien dissotterrano i libri del passato per salvaguardare la libertà di espressione individuale dalle velleità censorie dell’oligarchia neopuritana, intenzionata a eliminare qualsiasi trasgressione. E mentre un fiorente mercato nero offre preziose copie di testi ormai irreperibili – su tutti l'”Ulisse” di Joyce -, Alien Purcell sembra essere uno dei pochi ancora in grado di cambiare il mondo e salvaguardare l’autonomia di pensiero degli esseri umani. Ed è pienamente intenzionato a farlo. Introduzione e cura di Carlo Pagetti. **
### Sinossi
“Redenzione immorale” è uno dei libri meno noti di Philip K. Dick, eppure vi si trovano temi e idee che ricorreranno nella sua produzione successiva. Siamo nel 2114, e il mondo è profondamente segnato dalla guerra nucleare e dalle regole del regime totalitario instaurato nel 1985 dal maggiore Streiter. Alien Purcell, il protagonista del romanzo, visita l’isola giapponese di Hokkaido, simbolo eloquente delle devastazioni causate dalla guerra, e qui tocca con mano le assurde imposizioni sociali dettate dal potere politico e mediatico di un regime che, tra le altre cose, vieta il sesso extra-coniugale e l’uso di alcolici in pubblico. Su un’isola desolata e ancora radioattiva, gii amici di Alien dissotterrano i libri del passato per salvaguardare la libertà di espressione individuale dalle velleità censorie dell’oligarchia neopuritana, intenzionata a eliminare qualsiasi trasgressione. E mentre un fiorente mercato nero offre preziose copie di testi ormai irreperibili – su tutti l'”Ulisse” di Joyce -, Alien Purcell sembra essere uno dei pochi ancora in grado di cambiare il mondo e salvaguardare l’autonomia di pensiero degli esseri umani. Ed è pienamente intenzionato a farlo. Introduzione e cura di Carlo Pagetti.

“Redenzione immorale” è uno dei libri meno noti di Philip K. Dick, eppure vi si trovano temi e idee che ricorreranno nella sua produzione successiva. Siamo nel 2114, e il mondo è profondamente segnato dalla guerra nucleare e dalle regole del regime totalitario instaurato nel 1985 dal maggiore Streiter. Alien Purcell, il protagonista del romanzo, visita l’isola giapponese di Hokkaido, simbolo eloquente delle devastazioni causate dalla guerra, e qui tocca con mano le assurde imposizioni sociali dettate dal potere politico e mediatico di un regime che, tra le altre cose, vieta il sesso extra-coniugale e l’uso di alcolici in pubblico. Su un’isola desolata e ancora radioattiva, gii amici di Alien dissotterrano i libri del passato per salvaguardare la libertà di espressione individuale dalle velleità censorie dell’oligarchia neopuritana, intenzionata a eliminare qualsiasi trasgressione. E mentre un fiorente mercato nero offre preziose copie di testi ormai irreperibili – su tutti l'”Ulisse” di Joyce -, Alien Purcell sembra essere uno dei pochi ancora in grado di cambiare il mondo e salvaguardare l’autonomia di pensiero degli esseri umani. Ed è pienamente intenzionato a farlo. Introduzione e cura di Carlo Pagetti. **
### Sinossi
“Redenzione immorale” è uno dei libri meno noti di Philip K. Dick, eppure vi si trovano temi e idee che ricorreranno nella sua produzione successiva. Siamo nel 2114, e il mondo è profondamente segnato dalla guerra nucleare e dalle regole del regime totalitario instaurato nel 1985 dal maggiore Streiter. Alien Purcell, il protagonista del romanzo, visita l’isola giapponese di Hokkaido, simbolo eloquente delle devastazioni causate dalla guerra, e qui tocca con mano le assurde imposizioni sociali dettate dal potere politico e mediatico di un regime che, tra le altre cose, vieta il sesso extra-coniugale e l’uso di alcolici in pubblico. Su un’isola desolata e ancora radioattiva, gii amici di Alien dissotterrano i libri del passato per salvaguardare la libertà di espressione individuale dalle velleità censorie dell’oligarchia neopuritana, intenzionata a eliminare qualsiasi trasgressione. E mentre un fiorente mercato nero offre preziose copie di testi ormai irreperibili – su tutti l'”Ulisse” di Joyce -, Alien Purcell sembra essere uno dei pochi ancora in grado di cambiare il mondo e salvaguardare l’autonomia di pensiero degli esseri umani. Ed è pienamente intenzionato a farlo. Introduzione e cura di Carlo Pagetti.

Only registered users can download this free product.

Rapsodia Mediterranea

Decidere di lasciare stipendio, carriera, città per tentare di diventare un uomo libero. Ma libero di fare che? Per Simone Perotti, divenuto il simbolo della ricerca di “un’altra vita”, è la domanda più importante: che accade quando lasci tutto? Questo libro parla del “dopo”. Dopo le paure che precedono le grandi decisioni, dopo la scelta fatale. Dieci anni fa usciva *Adesso basta* , long seller che di questa scelta è diventato il manifesto. Oggi esce *Rapsodia mediterranea* , che racconta cos’è avvenuto nel frattempo. Dal 2013 al 2019 Perotti ha navigato a vela per quasi ventimila miglia per tutto il Mediterraneo, il Mar Nero, l’Atlantico portoghese, spagnolo e marocchino. Con un gruppo di persone appassionate, è salpato per cercare economie differenti, valori comuni, un’altra socialità, nel tentativo di vivere fuori tempo e fuori rotta rispetto a flussi turistici e luoghi tradizionali, alla ricerca di culture, storie, domande, risposte sul Mediterraneo, per conoscerlo e capirlo, per ricollegare la nostra vita alla sua natura originale. Perché non basta dire “cambio vita”, non basta per se stessi e non basta neanche per il pianeta. Bisogna individuare un nuovo modello, fuori da questo capitalismo e dalla società dei consumi: un “modello mediterraneo” adatto a noi, resiliente, semplice, fatto di spazi emotivi, esistenziali, di relazione, e di rispetto per il mare. *Rapsodia mediterranea* è un libro di formazione, tra romanzo d’avventura e cahier filosofico. Un tributo alle migliaia di persone che si sono appassionate alla vicenda di un uomo orgoglioso e coraggioso, che ha avuto la determinazione di “non tornare indietro”. La storia di un progetto sociale di navigazione e aggregazione, e l’affresco del Mediterraneo oggi, com’è diventato, come potrebbe essere in futuro, tra Georgia caucasica e Portogallo, tra Libano e Balcani, dal Maghreb, all’Anatolia, all’Europa. Soprattutto, questo è un grande libro di mare, visto, navigato e vissuto da testimone, nel solco del *Breviario* di Matvejevic¿. Alcuni uomini partono all’avventura. Altri cercano nuove idee. Pochi tentano di fare entrambe le cose, sulla stessa rotta. Questo libro è il resoconto appassionato e unico di questa confluenza. **
### Sinossi
Decidere di lasciare stipendio, carriera, città per tentare di diventare un uomo libero. Ma libero di fare che? Per Simone Perotti, divenuto il simbolo della ricerca di “un’altra vita”, è la domanda più importante: che accade quando lasci tutto? Questo libro parla del “dopo”. Dopo le paure che precedono le grandi decisioni, dopo la scelta fatale. Dieci anni fa usciva *Adesso basta* , long seller che di questa scelta è diventato il manifesto. Oggi esce *Rapsodia mediterranea* , che racconta cos’è avvenuto nel frattempo. Dal 2013 al 2019 Perotti ha navigato a vela per quasi ventimila miglia per tutto il Mediterraneo, il Mar Nero, l’Atlantico portoghese, spagnolo e marocchino. Con un gruppo di persone appassionate, è salpato per cercare economie differenti, valori comuni, un’altra socialità, nel tentativo di vivere fuori tempo e fuori rotta rispetto a flussi turistici e luoghi tradizionali, alla ricerca di culture, storie, domande, risposte sul Mediterraneo, per conoscerlo e capirlo, per ricollegare la nostra vita alla sua natura originale. Perché non basta dire “cambio vita”, non basta per se stessi e non basta neanche per il pianeta. Bisogna individuare un nuovo modello, fuori da questo capitalismo e dalla società dei consumi: un “modello mediterraneo” adatto a noi, resiliente, semplice, fatto di spazi emotivi, esistenziali, di relazione, e di rispetto per il mare. *Rapsodia mediterranea* è un libro di formazione, tra romanzo d’avventura e cahier filosofico. Un tributo alle migliaia di persone che si sono appassionate alla vicenda di un uomo orgoglioso e coraggioso, che ha avuto la determinazione di “non tornare indietro”. La storia di un progetto sociale di navigazione e aggregazione, e l’affresco del Mediterraneo oggi, com’è diventato, come potrebbe essere in futuro, tra Georgia caucasica e Portogallo, tra Libano e Balcani, dal Maghreb, all’Anatolia, all’Europa. Soprattutto, questo è un grande libro di mare, visto, navigato e vissuto da testimone, nel solco del *Breviario* di Matvejevic¿. Alcuni uomini partono all’avventura. Altri cercano nuove idee. Pochi tentano di fare entrambe le cose, sulla stessa rotta. Questo libro è il resoconto appassionato e unico di questa confluenza.

Decidere di lasciare stipendio, carriera, città per tentare di diventare un uomo libero. Ma libero di fare che? Per Simone Perotti, divenuto il simbolo della ricerca di “un’altra vita”, è la domanda più importante: che accade quando lasci tutto? Questo libro parla del “dopo”. Dopo le paure che precedono le grandi decisioni, dopo la scelta fatale. Dieci anni fa usciva *Adesso basta* , long seller che di questa scelta è diventato il manifesto. Oggi esce *Rapsodia mediterranea* , che racconta cos’è avvenuto nel frattempo. Dal 2013 al 2019 Perotti ha navigato a vela per quasi ventimila miglia per tutto il Mediterraneo, il Mar Nero, l’Atlantico portoghese, spagnolo e marocchino. Con un gruppo di persone appassionate, è salpato per cercare economie differenti, valori comuni, un’altra socialità, nel tentativo di vivere fuori tempo e fuori rotta rispetto a flussi turistici e luoghi tradizionali, alla ricerca di culture, storie, domande, risposte sul Mediterraneo, per conoscerlo e capirlo, per ricollegare la nostra vita alla sua natura originale. Perché non basta dire “cambio vita”, non basta per se stessi e non basta neanche per il pianeta. Bisogna individuare un nuovo modello, fuori da questo capitalismo e dalla società dei consumi: un “modello mediterraneo” adatto a noi, resiliente, semplice, fatto di spazi emotivi, esistenziali, di relazione, e di rispetto per il mare. *Rapsodia mediterranea* è un libro di formazione, tra romanzo d’avventura e cahier filosofico. Un tributo alle migliaia di persone che si sono appassionate alla vicenda di un uomo orgoglioso e coraggioso, che ha avuto la determinazione di “non tornare indietro”. La storia di un progetto sociale di navigazione e aggregazione, e l’affresco del Mediterraneo oggi, com’è diventato, come potrebbe essere in futuro, tra Georgia caucasica e Portogallo, tra Libano e Balcani, dal Maghreb, all’Anatolia, all’Europa. Soprattutto, questo è un grande libro di mare, visto, navigato e vissuto da testimone, nel solco del *Breviario* di Matvejevic¿. Alcuni uomini partono all’avventura. Altri cercano nuove idee. Pochi tentano di fare entrambe le cose, sulla stessa rotta. Questo libro è il resoconto appassionato e unico di questa confluenza. **
### Sinossi
Decidere di lasciare stipendio, carriera, città per tentare di diventare un uomo libero. Ma libero di fare che? Per Simone Perotti, divenuto il simbolo della ricerca di “un’altra vita”, è la domanda più importante: che accade quando lasci tutto? Questo libro parla del “dopo”. Dopo le paure che precedono le grandi decisioni, dopo la scelta fatale. Dieci anni fa usciva *Adesso basta* , long seller che di questa scelta è diventato il manifesto. Oggi esce *Rapsodia mediterranea* , che racconta cos’è avvenuto nel frattempo. Dal 2013 al 2019 Perotti ha navigato a vela per quasi ventimila miglia per tutto il Mediterraneo, il Mar Nero, l’Atlantico portoghese, spagnolo e marocchino. Con un gruppo di persone appassionate, è salpato per cercare economie differenti, valori comuni, un’altra socialità, nel tentativo di vivere fuori tempo e fuori rotta rispetto a flussi turistici e luoghi tradizionali, alla ricerca di culture, storie, domande, risposte sul Mediterraneo, per conoscerlo e capirlo, per ricollegare la nostra vita alla sua natura originale. Perché non basta dire “cambio vita”, non basta per se stessi e non basta neanche per il pianeta. Bisogna individuare un nuovo modello, fuori da questo capitalismo e dalla società dei consumi: un “modello mediterraneo” adatto a noi, resiliente, semplice, fatto di spazi emotivi, esistenziali, di relazione, e di rispetto per il mare. *Rapsodia mediterranea* è un libro di formazione, tra romanzo d’avventura e cahier filosofico. Un tributo alle migliaia di persone che si sono appassionate alla vicenda di un uomo orgoglioso e coraggioso, che ha avuto la determinazione di “non tornare indietro”. La storia di un progetto sociale di navigazione e aggregazione, e l’affresco del Mediterraneo oggi, com’è diventato, come potrebbe essere in futuro, tra Georgia caucasica e Portogallo, tra Libano e Balcani, dal Maghreb, all’Anatolia, all’Europa. Soprattutto, questo è un grande libro di mare, visto, navigato e vissuto da testimone, nel solco del *Breviario* di Matvejevic¿. Alcuni uomini partono all’avventura. Altri cercano nuove idee. Pochi tentano di fare entrambe le cose, sulla stessa rotta. Questo libro è il resoconto appassionato e unico di questa confluenza.

Only registered users can download this free product.

Rapporto sugli UFO

Trent’anni son trascorsi dal giorno in cui l’uomo d’affari Kenneth Arnold osservò una formazione di UFO (o di dischi volanti, come allora si disse) e per primo riferì dettagliatamente la sua esperienza. Da allora segnalazioni analoghe si sono moltiplicate in tutto il mondo. Un’alta percentuale di racconti relativi agli UFO può essere attribuita certamente a fenomeni ottici di rifrazione, a particolari ionizzazioni dell’atmosfera, a palloni sonda, a satelliti artificiali, a fulmini globulari, a allucinazioni collettive, a isterismi di massa, a mistificazioni volgari. Tuttavia le interpretazioni di ordine convenzionale non bastano a spiegare e esaurire l’imponente casistica registrata sino a oggi. Tutto sembra indicare che ci si trova di fronte a oggetti controllati da intelligenze coscienti. Troppe volte gli UFO hanno eluso la caccia degli aerei militari che li hanno intercettati. Di varie forme e dimensioni, isolati oppure in gruppo, capaci di spostarsi a quote e con accelerazioni proibitive per i nostri aerei più sofisticati e di interferire su qualsiasi apparato elettrico, forse in virtù della loro misteriosa energia motrice, questi oggetti enigmatici sono stati avvistati da osservatori degni di fede e da scienziati, rilevati dal radar, fotografati e filmati. Vengono da altri mondi? Sono guidati da esseri viventi di specie a noi sconosciute? È un’ipotesi suggestiva, che non può essere accettata acriticamente, ma che neppure può essere scartata a priori. Joseph Allen Hynek, che è stato per oltre un ventennio consulente scientifico dell’aeronautica americana per la questione degli UFO, e che poi ha rinunciato all’incarico volendo proseguire i suoi studi fuori da ogni condizionamento politico, militare e accademico, è oggi il più autorevole e rigoroso pioniere degli studi ufologici. Questo libro familiarizzerà il lettore con i metodi di analisi che Hynek e il suo gruppo usano per classificare e interpretare tutte le testimonianze relative agli UFO: dal diagramma «stranezza-probabilità» alla divisione in sei categorie («dischi» visti di giorno, luci notturne, oggetti radar-visuali, incontri ravvicinati del primo, del secondo e del terzo tipo). Si tratta di una classificazione scientifica efficacemente divulgata dal recente film di Steven Spielberg intitolato, appunto, Incontri ravvicinati del terzo tipo (film di cui Hynek è stato il consulente). C’è da sperare che il libro di Hynek, oltre a stimolare i lettori inquieti e curiosi, sottolinei l’importanza e la serietà del problema degli UFO e accresca l’attenzione scientifica intorno a essi.

Trent’anni son trascorsi dal giorno in cui l’uomo d’affari Kenneth Arnold osservò una formazione di UFO (o di dischi volanti, come allora si disse) e per primo riferì dettagliatamente la sua esperienza. Da allora segnalazioni analoghe si sono moltiplicate in tutto il mondo. Un’alta percentuale di racconti relativi agli UFO può essere attribuita certamente a fenomeni ottici di rifrazione, a particolari ionizzazioni dell’atmosfera, a palloni sonda, a satelliti artificiali, a fulmini globulari, a allucinazioni collettive, a isterismi di massa, a mistificazioni volgari. Tuttavia le interpretazioni di ordine convenzionale non bastano a spiegare e esaurire l’imponente casistica registrata sino a oggi. Tutto sembra indicare che ci si trova di fronte a oggetti controllati da intelligenze coscienti. Troppe volte gli UFO hanno eluso la caccia degli aerei militari che li hanno intercettati. Di varie forme e dimensioni, isolati oppure in gruppo, capaci di spostarsi a quote e con accelerazioni proibitive per i nostri aerei più sofisticati e di interferire su qualsiasi apparato elettrico, forse in virtù della loro misteriosa energia motrice, questi oggetti enigmatici sono stati avvistati da osservatori degni di fede e da scienziati, rilevati dal radar, fotografati e filmati. Vengono da altri mondi? Sono guidati da esseri viventi di specie a noi sconosciute? È un’ipotesi suggestiva, che non può essere accettata acriticamente, ma che neppure può essere scartata a priori. Joseph Allen Hynek, che è stato per oltre un ventennio consulente scientifico dell’aeronautica americana per la questione degli UFO, e che poi ha rinunciato all’incarico volendo proseguire i suoi studi fuori da ogni condizionamento politico, militare e accademico, è oggi il più autorevole e rigoroso pioniere degli studi ufologici. Questo libro familiarizzerà il lettore con i metodi di analisi che Hynek e il suo gruppo usano per classificare e interpretare tutte le testimonianze relative agli UFO: dal diagramma «stranezza-probabilità» alla divisione in sei categorie («dischi» visti di giorno, luci notturne, oggetti radar-visuali, incontri ravvicinati del primo, del secondo e del terzo tipo). Si tratta di una classificazione scientifica efficacemente divulgata dal recente film di Steven Spielberg intitolato, appunto, Incontri ravvicinati del terzo tipo (film di cui Hynek è stato il consulente). C’è da sperare che il libro di Hynek, oltre a stimolare i lettori inquieti e curiosi, sottolinei l’importanza e la serietà del problema degli UFO e accresca l’attenzione scientifica intorno a essi.

Only registered users can download this free product.

Rapporto di minoranza e altri racconti

Il racconto che dà il titolo all’antologia descrive una polizia del futuro che arresta i criminali prima che questi commettano i loro reati. In questi racconti, influenzati dalla repressione maccartista, dall’isteria nucleare, da una forte consapevolezza politica e sociale, Dick si interroga sulla condizione umana, sulla violenza e la repressione esercitata dalle autorità, sul militarismo e la paranoia, ergendosi a cantore di un’umanità debole e spesso indifesa che è la vera protagonista delle sue opere.

Il racconto che dà il titolo all’antologia descrive una polizia del futuro che arresta i criminali prima che questi commettano i loro reati. In questi racconti, influenzati dalla repressione maccartista, dall’isteria nucleare, da una forte consapevolezza politica e sociale, Dick si interroga sulla condizione umana, sulla violenza e la repressione esercitata dalle autorità, sul militarismo e la paranoia, ergendosi a cantore di un’umanità debole e spesso indifesa che è la vera protagonista delle sue opere.

Only registered users can download this free product.

Rapiti! Incontri con gli alieni

«Mi sentivo sdraiato su un tavolo, abbastanza alto, non molto largo, circondato da piccoli esseri dalla testa grossa che mi infilarono un ago nel collo. Ero terrorizzato. Urlavo, e in quel momento ebbi quasi un collasso.» Di racconti bizzarri come questo John E. Mack se ne è sentiti fare parecchi, nel suo studio di psichiatra al Cambridge Hospital. Gente che ha cominciato a fluttuare nell’aria, che ha attraversato le pareti, che è stata aspirata da raggi luminosi all’interno di astronavi, che si è trovata immobilizzata su una tavola mentre gli alieni la esaminavano o peggio. Gente che è stata sottoposta a interventi chirurgici, a cui sono stati impiantati dei sensori nel cranio, a cui sono stati tolti e rimessi i globi oculari. Uomini a cui è stato prelevato lo sperma, donne sottoposte a inseminazione artificiale e a successiva rimozione dell’embrione. Scopo di tutto questo, secondo le vittime, creare a bordo delle astronavi una specie ibrida, umano-aliena. Di una sola cosa Mack era certo: tutti questi pazienti sembravano aver subito un grave trauma psicologico e tutti – invitati a parlarne – gli riferivano ricordi confusi di rapimento e di violenza sessuale. Così, per recuperare le memorie represse, è ricorso all’ipnosi. E sono venute a galla storie talmente sconcertanti che forse avrebbero spinto un altro scienziato ad archiviare il problema. Il dottor Mack ha invece deciso di approfondire la ricerca. Ha raccolto e studiato quasi cento casi di rapimenti a opera di alieni, e svolto centinaia di ore di colloqui e terapie. Alla fine si è convinto che le testimonianze dei suoi pazienti erano attendibili, che i loro racconti non erano allucinazioni né sogni, ma il frutto di esperienze drammaticamente reali. In questo libro spiega perché. E si augura che Rapiti insinui lo stesso dubbio, se non la stessa convinzione, in ogni lettore dalla mente aperta.

«Mi sentivo sdraiato su un tavolo, abbastanza alto, non molto largo, circondato da piccoli esseri dalla testa grossa che mi infilarono un ago nel collo. Ero terrorizzato. Urlavo, e in quel momento ebbi quasi un collasso.» Di racconti bizzarri come questo John E. Mack se ne è sentiti fare parecchi, nel suo studio di psichiatra al Cambridge Hospital. Gente che ha cominciato a fluttuare nell’aria, che ha attraversato le pareti, che è stata aspirata da raggi luminosi all’interno di astronavi, che si è trovata immobilizzata su una tavola mentre gli alieni la esaminavano o peggio. Gente che è stata sottoposta a interventi chirurgici, a cui sono stati impiantati dei sensori nel cranio, a cui sono stati tolti e rimessi i globi oculari. Uomini a cui è stato prelevato lo sperma, donne sottoposte a inseminazione artificiale e a successiva rimozione dell’embrione. Scopo di tutto questo, secondo le vittime, creare a bordo delle astronavi una specie ibrida, umano-aliena. Di una sola cosa Mack era certo: tutti questi pazienti sembravano aver subito un grave trauma psicologico e tutti – invitati a parlarne – gli riferivano ricordi confusi di rapimento e di violenza sessuale. Così, per recuperare le memorie represse, è ricorso all’ipnosi. E sono venute a galla storie talmente sconcertanti che forse avrebbero spinto un altro scienziato ad archiviare il problema. Il dottor Mack ha invece deciso di approfondire la ricerca. Ha raccolto e studiato quasi cento casi di rapimenti a opera di alieni, e svolto centinaia di ore di colloqui e terapie. Alla fine si è convinto che le testimonianze dei suoi pazienti erano attendibili, che i loro racconti non erano allucinazioni né sogni, ma il frutto di esperienze drammaticamente reali. In questo libro spiega perché. E si augura che Rapiti insinui lo stesso dubbio, se non la stessa convinzione, in ogni lettore dalla mente aperta.

Only registered users can download this free product.

Rapita all’altare

Quando una vivace ragazza scozzese incrocia la strada di un carismatico straniero, scoccano scintille che minacciano di dar fuoco ai mondi di entrambi…
La vivace Fiona MacLeod non ha mai lasciato l’isola di Skye, se non leggendo le pagine dei suoi amati libri. Ma tutto cambia quando sua madre, in punto di morte, le chiede di recarsi a Falkland Palace e fare esperienza della corte reale. Potrebbe essere la sua ultima speranza di vedere il mondo prima di essere data in sposa a un dispotico guerriero delle Highlands.
Dall’altra parte dell’oceano, in Europa, l’architetto Christophe de St. Briac vive una vita all’insegna dell’ordine. Christophe è un astro nascente tra gli artisti della costruzione del Rinascimento e ha una vasta scelta di donne per scaldargli il letto… fino a quando re François I non lo costringe ad accettare un lavoro a Falkland Palace, in Scozia.
Sebbene Fiona e Christophe appartengano a mondi diversi, presto scoprono che le loro anime passionali hanno tutto in comune. Ma mentre i due sembrano essere in rotta di collisione col destino, forze oscure cospirano per tenerli divisi…
Libri collegati
VOI E NESSUN’ALTRA (Thomas & Aimée)
UN SOLO CUORE (Andrew & Micheline)
RAPITA ALL’ALTARE (Christophe & Fiona)
IL RITORNO DELLA SPOSA PERDUTA (Ciaran & Violette)
in uscita (in inglese) a giugno 2019
La famiglia St. Briac nel 18° secolo
IL SEGRETO DELL’AMORE (Gabriel & Isabella)
LA SPOSA FASULLA (Justin & Mouette)

Quando una vivace ragazza scozzese incrocia la strada di un carismatico straniero, scoccano scintille che minacciano di dar fuoco ai mondi di entrambi…
La vivace Fiona MacLeod non ha mai lasciato l’isola di Skye, se non leggendo le pagine dei suoi amati libri. Ma tutto cambia quando sua madre, in punto di morte, le chiede di recarsi a Falkland Palace e fare esperienza della corte reale. Potrebbe essere la sua ultima speranza di vedere il mondo prima di essere data in sposa a un dispotico guerriero delle Highlands.
Dall’altra parte dell’oceano, in Europa, l’architetto Christophe de St. Briac vive una vita all’insegna dell’ordine. Christophe è un astro nascente tra gli artisti della costruzione del Rinascimento e ha una vasta scelta di donne per scaldargli il letto… fino a quando re François I non lo costringe ad accettare un lavoro a Falkland Palace, in Scozia.
Sebbene Fiona e Christophe appartengano a mondi diversi, presto scoprono che le loro anime passionali hanno tutto in comune. Ma mentre i due sembrano essere in rotta di collisione col destino, forze oscure cospirano per tenerli divisi…
Libri collegati
VOI E NESSUN’ALTRA (Thomas & Aimée)
UN SOLO CUORE (Andrew & Micheline)
RAPITA ALL’ALTARE (Christophe & Fiona)
IL RITORNO DELLA SPOSA PERDUTA (Ciaran & Violette)
in uscita (in inglese) a giugno 2019
La famiglia St. Briac nel 18° secolo
IL SEGRETO DELL’AMORE (Gabriel & Isabella)
LA SPOSA FASULLA (Justin & Mouette)

Only registered users can download this free product.

Raistlin: i fratelli in armi

Il secondo e ultimo episodio delle “Cronache di Raistlin”, seguito di “Raistlin-L’alba del male”. La storia dell’innocenza perduta tra gli orrori della guerra.Nel corso dell’assedio feroce della cittadina di Hope’s End, il giovane mago Raistlin è costretto a rinnegare i suoi ideali per salvare se stesso e il fratello. Eppure mentre Raistlin e Caramon si addestrano come mercenari, lontano un’altra anima viene forgiata nell’ardore della battaglia. Una futura signora suprema dei draghi sceglie la propria strada e inizia l’ascesa al potere: si tratta di Kitiara Uth Matar, sorellastra dei Gemelli.Gli antefatti dell’ormai mitico ciclo delle “Cronache di DragonLance”. Un volume dedicato a tutti coloro che ne hanno amato le atmosfere e i personaggi.

Il secondo e ultimo episodio delle “Cronache di Raistlin”, seguito di “Raistlin-L’alba del male”. La storia dell’innocenza perduta tra gli orrori della guerra.Nel corso dell’assedio feroce della cittadina di Hope’s End, il giovane mago Raistlin è costretto a rinnegare i suoi ideali per salvare se stesso e il fratello. Eppure mentre Raistlin e Caramon si addestrano come mercenari, lontano un’altra anima viene forgiata nell’ardore della battaglia. Una futura signora suprema dei draghi sceglie la propria strada e inizia l’ascesa al potere: si tratta di Kitiara Uth Matar, sorellastra dei Gemelli.Gli antefatti dell’ormai mitico ciclo delle “Cronache di DragonLance”. Un volume dedicato a tutti coloro che ne hanno amato le atmosfere e i personaggi.

Only registered users can download this free product.