68865–68880 di 74503 risultati

Coriolano. Testo inglese a fronte

Il romano Caio Marzio, detto Coriolano perché eroe della battaglia di Corioli, è personaggio chiuso nel proprio orgoglio ed egocentrismo, cieco al mondo e incapace di comunicare con gli altri: una volta bandito dal suo popolo aizzatogli contro dagli avversari, si rifugia dai nemici volsci guidati da Tullo Aufidio, si mette alla loro testa contro Roma per trovare la morte per mano dei cospiratori volsci.
**

Coriolano della Floresta: 2 (Vento della Storia)

Dalle scalinate romane di Trinità dei Monti alle stradine di Napoli, dai boschi siciliani ai sotterranei e ai palazzi di Palermo continua la saga dei Beati Paoli.A cinquant’anni dalle vicende del romanzo che rese famoso Luigi Natoli, la setta degli incappucciati continua ad agire nel buio dei sotterranei e dei vicoli di Palermo.Sarà l’amore tragico e contrastato tra il giovane Cesare Brancaleone, valoroso ma di oscure origini, e la bella e nobile Giovanna Oxorio a far tornare sulla scena gli adepti della setta in difesa dei due giovani, vittime inconsapevoli di un sanguinoso intreccio di passioni e vendette familiari.Al loro fianco si ergono quali paladini della giustizia i due indimenticabili protagonisti dei “Beati Paoli”: Blasco di Castiglione e Coriolano della Floresta, vecchi compagni di avventure ancora una volta insieme nella eterna lotta tra il bene e il male.Sullo sfondo di una Palermo settecentesca bellissima e decadente, si conclude con questo romanzo la saga dei Beati Paoli.NOTELuigi Natoli, di famiglia messinese, nacque a Palermo nel 1857. Fu narratore, letterato e giornalista fecondo e brillante. La sua produzione letteraria è vasta e spazia dalla narrativa, alla storia, alla poesia.
**
### Sinossi
Dalle scalinate romane di Trinità dei Monti alle stradine di Napoli, dai boschi siciliani ai sotterranei e ai palazzi di Palermo continua la saga dei Beati Paoli.A cinquant’anni dalle vicende del romanzo che rese famoso Luigi Natoli, la setta degli incappucciati continua ad agire nel buio dei sotterranei e dei vicoli di Palermo.Sarà l’amore tragico e contrastato tra il giovane Cesare Brancaleone, valoroso ma di oscure origini, e la bella e nobile Giovanna Oxorio a far tornare sulla scena gli adepti della setta in difesa dei due giovani, vittime inconsapevoli di un sanguinoso intreccio di passioni e vendette familiari.Al loro fianco si ergono quali paladini della giustizia i due indimenticabili protagonisti dei “Beati Paoli”: Blasco di Castiglione e Coriolano della Floresta, vecchi compagni di avventure ancora una volta insieme nella eterna lotta tra il bene e il male.Sullo sfondo di una Palermo settecentesca bellissima e decadente, si conclude con questo romanzo la saga dei Beati Paoli.NOTELuigi Natoli, di famiglia messinese, nacque a Palermo nel 1857. Fu narratore, letterato e giornalista fecondo e brillante. La sua produzione letteraria è vasta e spazia dalla narrativa, alla storia, alla poesia.
### Dalla quarta di copertina
1720-1773. In quest’arco di tempo si snoda la trama di questo grande romanzo storico che conclude in maniera impeccabile la saga dei Beati Paoli. In un clima di nascenti scontri sociali, in una eterna lotta tra buoni e cattivi, tra ricchi e poveri, Natoli ci immerge in una narrazione ricca di colpi di scena, personaggi ben tratteggiati e situazioni storiche verosimili che rendono questo romanzo una lettura ancor oggi affascinante e piena di emozioni.Sullo sfondo di una Palermo antica, incredibilmente viva, vediamo nascere e fortificarsi il contrastato amore tra Cesare Brancaleone, di incerte origini, e Giovanna Oxorio, dolce e caparbia nipote di Blasco da Castiglione, protagonista del primo romanzo.A protettore dei giovani si erge Coriolano della Floresta, leggendario capo della setta degli “incappucciati”, in un ruolo ricco di sfaccettature e più complesso rispetto a quello del precedente romanzo.Tra splendidi palazzi aristocratici, ricchi conventi e squallidi catoi popolari si snodano vicende reali e immaginarie che confermano ancora una volta la maestria narrativa di Luigi Natoli.

Conversazioni con Dio. Un dialogo fuori del comune: 2

Continua, col secondo volume, la trilogia di Neale Donald Walsch. L’autore riprende i temi cari a filosofi e teologi ma a cui né la ragione né la fede hanno dato risposte convincenti, proponendo un nuovo modo di pensare e di vivere. Guerre, religioni, divorzio, omosessualità, ruolo della donna: argomenti di stretta attualità trattati in modo libero dai pregiudizi, pieno di dolcezza e ironia, ma anche ricchi di spunti rivoluzionari e controcorrente, illuminanti per chi persegue la ricerca della verità. Una lettura stimolante, che invita a mettere in discussione le proprie convinzioni per accedere a un risveglio profondo della coscienza e a un rapporto sereno con il mondo.
**

Conversazioni con Dio. Un dialogo fuori del comune: 1

In questo saggio Neale Donald Walsch instaura un dialogo apparentemente impossibile fra Dio e l’uomo, un “incontro” toccante, sincero e venato di un sottile umorismo, che non elude i temi cruciali su cui né la ragione né la fede hanno ancora dato una risposta definitiva. Chi siamo? Esiste un aldilà? Perché c’è il dolore? Un libro per tutti coloro che si sono impegnati nella ricerca della verità con cuore sincero, spinti da un anelito dell’anima e con una mentalità aperta; un libro che potrebbe essere definito “l’ultima parola di Dio sulle cose”.
**

Convenienza o amore

Hannah e Miguel si sono sposati per un unico motivo: unire i patrimoni delle loro famiglie e concepire un erede. Pur essendo un semplice patto finanziario, i due scoprono di condividere un intensa attrazione fisica; Hannah trascorre le sue giornate gestendo il suo negozio d’alta moda , e le notti fra le braccia del suo passionale marito. Sembrerebbe una vita perfetta, due persone adulte che non desiderano complicare le cose lasciando spazio ai sentimenti… allora perché quando un’affascinante modella francese decide di conquistare Miguel, Hannah si scopre terribilmente gelosa?

Controcorrente

Lucida e ossessionante storia, una vicenda che sviluppa gli antichi ma affascinanti temi dell’amore per il denaro, della gelosia e del ricatto, sulla falsariga di un giallo-suspense impeccabile. Il protagonista è un uomo che lotta con la verità, disperatamente cercata e disperatamente temuta, ed è travolto da rivelazioni che alterano la sua visione della vita. I due autori che scrivono sotto lo pseudonimo « Patrick Quentin », hanno impegnato a fondo la loro intelligenza e la loro abilità di giallisti per creare un capolavoro di antiretorica che ha qualcosa da dire a chiunque si interessi di «gialli» o, più semplicemente, di esseri umani.

Contro tutti

L’ex Navy SEAL Max Moore è l’unico sopravvissuto all’attentato che, in Pakistan, ha spazzato via l’unità della CIA con cui era andato a prelevare un importante prigioniero talebano. Qualcuno ha tradito. Ma la ricerca della verità condurrà l’agente molto lontano, al confine con il Messico dove, dopo anni di trattative, il più feroce cartello della droga ha stretto un accordo con i terroristi islamici: soldi, potere e controllo totale del mercato degli stupefacenti, contro la disponibilità di una ramificata rete di contatti in grado di portare il fuoco della jihad nel cuore degli Stati Uniti. Insieme a una task-force congiunta di agenti della CIA e dell’FBI, Max Moore dovrà dare inizio a una pericolosa caccia all’uomo, in una corsa contro il tempo per fermare l’organizzazione del secondo 11 settembre.

Contro lo sport

Lo sport nel suo complesso sembra aver sostituito riti, assorbito funzioni e paradigmi fondamentali nella cultura primitiva, per riproporli in una forma modernamente accettabile. Non solo, ma fornisce un’efficace integrazione al sistema educativo e alla religione. Per alcuni, rappresenta un’innocua metafora della guerra, per molti altri il farmaco universale grazie a cui è possibile far crescere bene i giovani, sviluppare e fissare sani valori etici e morali, far tornare belli i brutti, prevenire ogni tipo di malattia, allungare la vita media dell’uomo medio. In definitiva lo sport «fa bene», ci aiuta nella nostra lotta contro il male e, in virtù di ciò, fare sport diviene quasi un dovere etico. Invece, lo sport fa male.
**
### Sinossi
Lo sport nel suo complesso sembra aver sostituito riti, assorbito funzioni e paradigmi fondamentali nella cultura primitiva, per riproporli in una forma modernamente accettabile. Non solo, ma fornisce un’efficace integrazione al sistema educativo e alla religione. Per alcuni, rappresenta un’innocua metafora della guerra, per molti altri il farmaco universale grazie a cui è possibile far crescere bene i giovani, sviluppare e fissare sani valori etici e morali, far tornare belli i brutti, prevenire ogni tipo di malattia, allungare la vita media dell’uomo medio. In definitiva lo sport «fa bene», ci aiuta nella nostra lotta contro il male e, in virtù di ciò, fare sport diviene quasi un dovere etico. Invece, lo sport fa male.

Contrattacco

Il mistero dell’Anello delle Rovine, la caduta dell’antica civiltà dei Laymil… Cosa ha provocato la scomparsa, oltre venti secoli fa, di quella cultura inumana? Ione Saldana crede di saperlo. E’ una di coloro che hanno dedicato la vita alla soluzione di quell’angoscioso enigma spaziale e sa che non si tratta di un problema squisitamente archeologico. Perchè ci sono le prove che la sparizione dei Laymil è collegata con il mistero dei “virus d’energia” che stanno attaccando il tessuto stesso dell’universo. L’allarme è partito da un pianeta remoto, ma ora l’intera galassia sta lottando per sopravvivere. Per Joshua Calvert, Dexter e gli altri si avvicina la battaglia finale.

Contatto visivo

Una quieta cittadina americana. È l’ora della ricreazione alla Woodside Elementary School. Adam, un bambino autistico di nove anni e la compagna di classe Amelia svaniscono nel nulla. Scatta l’allarme, partono le ricerche. Adam viene ritrovato alcune ore dopo nel bosco ai margini della scuola. Accanto a lui il cadavere della piccola Amelia, uccisa con una coltellata al cuore. Per la polizia la testimonianza del bambino è fondamentale, ma Adam non riesce a dire che cosa abbia visto o sentito. Si è chiuso in un silenzio invalicabile, un silenzio che anche la madre, Cara, non riesce a spezzare. Non resta che cercare di leggere dietro quegli occhi spaventati, decifrare qualsiasi segnale, capire perché Adam, che di solito non infrange mai le regole, si sia allontanato dalla scuola. Un aiuto inaspettato arriva da Morgan, adolescente con lievi deficit mentali, che sembra aver trovato un canale di comunicazione con il bambino. Ma mentre sospetti e indizi si rincorrono, la violenza erompe di nuovo…

Consigli d’amore

La rubrica di Lady Truelove 1

Londra, 1892.
Cara Lady Truelove,
per la prima volta nella vita mi sono perdutamente innamorata. L’uomo in questione, però, non è della mia stessa estrazione sociale: è un pittore, un artista di talento. Inutile dire che la mia famiglia non approverebbe…
Henry, Duca di Torquil, non può credere ai propri occhi quando legge la lettera pubblicata nella rubrica di consigli di un famoso giornale scandalistico, comprendendo che il mittente è nientemeno che sua madre. E fatica ancora di più a capacitarsi del suggerimento che le viene offerto di seguire il cuore e non le convenzioni. Oltraggiato, decide di incontrare l’autrice del pezzo affinché ritratti la risposta e convinca sua madre a non trascinare nello scandalo l’intera famiglia.
Peccato che quando si trova davanti la bellissima e brillante Irene Deverill è il suo stesso cuore a rischiare la rovina!

(source: Bol.com)

Conquista del caos

Da cinquecento anni la Terra è caduta nella barbarie: sopravvivono soltanto piccole comunità isolate e feudali, che vivono da secoli nel terrore della Desolazione e dei suoi mostri.
La Desolazione è una zona circolare, del diametro di 150 chilometri e più, in cui è assente ogni forma di vita.
Che cosa sia contenuto nel suo interno è un profondo mistero: si sa soltanto che ne scaturiscono forme di vita aliene e pericolose, che il popolino chiama “demoni”.
Ma non tutti si acontentano di queste semplici spiegazioni, anche se il mistero della Desolazione si colora di aspetti contraddittori: che cosa sono i sogni e le visioni che affiorano in alcune persone sottoposte a ipnosi, e che paiono indicare che al centro della Desolazione ci siano i resti dell’antica civiltà, ancora in funzione e minacciosi?
**Conquista del caos** è la storia della spedizione che viene organizzata per risolvere il secolare mistero.

Congo

1979, nella foresta pluviale del Congo imperversa sanguinosa la guerra civile tra l’esercito regolare e gli indigeni cannibali dell’interno. Una missione scientifica, segretamente finanziata da una multinazionale americana per ricercare i mitici «diamanti blu», da cui può dipendere il futuro della tecnologia dei computer, scopre suo malgrado l’esistenza di una misteriosa e intelligentissima razza di primati, anello di congiunzione nella catena biologica tra il gorilla e l’uomo. Poi scompare. Tra le rovine della leggendaria città perduta di Zinj, all’ombra della turbolenta catena vulcanica dei Virunga, Karen Ross è incaricata di fare luce sull’accaduto. Ma scoprirà ben presto di essere lei stessa esemplare di una specie a rischio di estinzione. Un romanzo straordinario, considerato da molti il capolavoro di Crichton.
**
### Sinossi
1979, nella foresta pluviale del Congo imperversa sanguinosa la guerra civile tra l’esercito regolare e gli indigeni cannibali dell’interno. Una missione scientifica, segretamente finanziata da una multinazionale americana per ricercare i mitici «diamanti blu», da cui può dipendere il futuro della tecnologia dei computer, scopre suo malgrado l’esistenza di una misteriosa e intelligentissima razza di primati, anello di congiunzione nella catena biologica tra il gorilla e l’uomo. Poi scompare. Tra le rovine della leggendaria città perduta di Zinj, all’ombra della turbolenta catena vulcanica dei Virunga, Karen Ross è incaricata di fare luce sull’accaduto. Ma scoprirà ben presto di essere lei stessa esemplare di una specie a rischio di estinzione. Un romanzo straordinario, considerato da molti il capolavoro di Crichton.

Confetti a colazione

Vera Reid è la più grande di quattro sorelle ma soprattutto, una wedding planner fissata con il suo lavoro.
Da circa due anni gestisce Confetti, uno showroom che si occupa dell’organizzazione di matrimoni di ogni tipo dalla A alla Z, insieme alle sue tre sorelle e suo padre.
Il sogno di Vera è quello di ampliare il suo negozio acquistando quello vicino ma purtroppo, quando questo viene messo in vendita, l’immobile le viene soffiato sotto al naso in meno di ventiquattrore.
Il nuovo proprietario dell’immobile si chiama James Grant ed è un famoso pasticciere dall’aspetto da bello e dannato, conosciuto in tutto lo stato del New Jersey.
Differentemente da Vera e dalle sue sorelle, James odia i matrimoni e tutto ciò che comporta dei legami duraturi. La sua è una vera e propria idiosincrasia, tanto da non aver mai realizzato una torta di matrimonio.
Tuttavia, quando la banca e l’assicurazione iniziano a dargli qualche problema, prima e dopo l’apertura del suo nuovo punto vendita, il Delicious Sin, James è costretto a scendere a compromessi e ad accettare di collaborare con lo showroom di Vera, anche se entrambi non si sopportano e sembrano avere due modi diversi d’intendere la vita e il lavoro.
Per lei il matrimonio è solo un business.
Lui è un “cinico” che odia i legami.
Chi si innamorerà per primo?
“Confetti a colazione” è il primo romanzo breve della serie Confetti, una raccolta di commedie romantiche e leggere sulle sorelle Reid.
Genere: Romance, Humor, Chick lit.
Romanzo breve/Racconto autoconclusivo.
Numero di pagine: 102.
**
### Sinossi
Vera Reid è la più grande di quattro sorelle ma soprattutto, una wedding planner fissata con il suo lavoro.
Da circa due anni gestisce Confetti, uno showroom che si occupa dell’organizzazione di matrimoni di ogni tipo dalla A alla Z, insieme alle sue tre sorelle e suo padre.
Il sogno di Vera è quello di ampliare il suo negozio acquistando quello vicino ma purtroppo, quando questo viene messo in vendita, l’immobile le viene soffiato sotto al naso in meno di ventiquattrore.
Il nuovo proprietario dell’immobile si chiama James Grant ed è un famoso pasticciere dall’aspetto da bello e dannato, conosciuto in tutto lo stato del New Jersey.
Differentemente da Vera e dalle sue sorelle, James odia i matrimoni e tutto ciò che comporta dei legami duraturi. La sua è una vera e propria idiosincrasia, tanto da non aver mai realizzato una torta di matrimonio.
Tuttavia, quando la banca e l’assicurazione iniziano a dargli qualche problema, prima e dopo l’apertura del suo nuovo punto vendita, il Delicious Sin, James è costretto a scendere a compromessi e ad accettare di collaborare con lo showroom di Vera, anche se entrambi non si sopportano e sembrano avere due modi diversi d’intendere la vita e il lavoro.
Per lei il matrimonio è solo un business.
Lui è un “cinico” che odia i legami.
Chi si innamorerà per primo?
“Confetti a colazione” è il primo romanzo breve della serie Confetti, una raccolta di commedie romantiche e leggere sulle sorelle Reid.
Genere: Romance, Humor, Chick lit.
Romanzo breve/Racconto autoconclusivo.
Numero di pagine: 102.

Confessioni Di Un Codardo

Due coniugi frustrati e senza un soldo osservano il proprio fallimento in uno squallido alloggio, mentre alla porta bussano i creditori; un patito dell’ippica, giocatore accanito e non sempre fortunato, trova la puntata vincente per una bella e procace sconosciuta; un uomo stanco della vita e deciso a suicidarsi sventa (quasi) una rapina in un ristorante e si guadagna i favori di una pingue, espansiva, confortante cameriera; un «duro» dei bassifondi liquida, in un bar, un magnaccia venuto a vendicare un torto fatto alle sue protette; due rapitori molto sboccati e aggressivi, ma in fondo di buon cuore, liberano il ragazzo di ricca famiglia che è loro ostaggio; un vecchio divo del cinema si fa ammazzare dalla donna che lo accudisce e lo domina; un tale entra in un locale alquanto sinistro, e fa una fatica terribile per uscirne intatto… Le situazioni e le trame più tipiche della narrativa di Charles Bukowski si ripresentano in questi dodici racconti, che hanno l’evidenza, la fisicità, il realismo (sporco), lo stile insomma che ha reso inconfondibile lo scrittore americano; e forse (sono testi degli ultimi anni di vita di Bukowski) una nota di umorismo più sulfureo, un tono più amaro, un senso di assurdità e di follia. Ritroviamo in questo libro quell’America marginale, plebea, clandestina, pezzente che lo scrittore ha saputo così magnificamente rivelare e rappresentare. Ancora una volta, però, il lettore sarà conquistato soprattutto da un’elementare e straordinaria qualità: la pura e semplice capacità d’inventare storie.
**
### Sinossi
Due coniugi frustrati e senza un soldo osservano il proprio fallimento in uno squallido alloggio, mentre alla porta bussano i creditori; un patito dell’ippica, giocatore accanito e non sempre fortunato, trova la puntata vincente per una bella e procace sconosciuta; un uomo stanco della vita e deciso a suicidarsi sventa (quasi) una rapina in un ristorante e si guadagna i favori di una pingue, espansiva, confortante cameriera; un «duro» dei bassifondi liquida, in un bar, un magnaccia venuto a vendicare un torto fatto alle sue protette; due rapitori molto sboccati e aggressivi, ma in fondo di buon cuore, liberano il ragazzo di ricca famiglia che è loro ostaggio; un vecchio divo del cinema si fa ammazzare dalla donna che lo accudisce e lo domina; un tale entra in un locale alquanto sinistro, e fa una fatica terribile per uscirne intatto… Le situazioni e le trame più tipiche della narrativa di Charles Bukowski si ripresentano in questi dodici racconti, che hanno l’evidenza, la fisicità, il realismo (sporco), lo stile insomma che ha reso inconfondibile lo scrittore americano; e forse (sono testi degli ultimi anni di vita di Bukowski) una nota di umorismo più sulfureo, un tono più amaro, un senso di assurdità e di follia. Ritroviamo in questo libro quell’America marginale, plebea, clandestina, pezzente che lo scrittore ha saputo così magnificamente rivelare e rappresentare. Ancora una volta, però, il lettore sarà conquistato soprattutto da un’elementare e straordinaria qualità: la pura e semplice capacità d’inventare storie.