68641–68656 di 74503 risultati

Donne pericolose

Un’amante respinta scrive una lettera all’uomo che l’ha lasciata ventitré anni prima. Vuole che le doni il suo cuore quando morirà. E succederà presto. Un uomo entra in un bar e incontra una bionda mozzafiato che gli chiede candidamente: “Perché stasera non uccidiamo qualcuno?”. Non sa ancora che la vittima prescelta sarà lui. Harry Bosch e Terry McCaleb scoprono che il fascino di una bella donna non si esaurisce con la sua morte. Da Jeffery Deaver a Ed McBain, da Michael Connelly a Joyce Carol Oates, fino a Walter Mosley e tanti altri, i maestri americani del thriller parlano di donne fatali e pericolosissime.

Donne cucite. Inchiesta sulla mutilazione genitale femminile

Donne cucite tratta di storie raccontate direttamente dalle donne che hanno vissuto l’esperienza drammatica dell’infibulazione. L’opera raccoglie dati e informazioni storiche, forniti delle esperienze soggettive e dagli episodi a cui ha assistito personalmente l’autrice, tali da mettere il lettore nelle condizioni di comprendere meglio l’atmosfera culturale tanto distante e complessa all’interno della quale si compiono dei veri e propri abusi. Le protagoniste principali delle storie sono bambine, mamme, donne e le mammane dell’infibulazione (cioè coloro che la compiono di fatto), persone che Sabrina Avakian ha incontrato nel corso del suo lavoro. Il libro vuole documentare l’origine dell’infibulazione, ma soprattutto vuole dar voce alle bambine mutilate e deturpate emotivamente per essere accettate dalla famiglia, dalla comunità e dai loro futuri mariti: bambine sane, belle, creative ed entusiaste di vivere, che vengono strappate ai loro giochi e sottoposte a una pratica che invade profondamente la loro intimità. Nonostante l’esistenza di strumenti internazionali come la Dichiarazione sull’eliminazione di tutte le forme d’intolleranza e di discriminazione fondate sulla religione o il credo, basata sul fatto che le credenze culturali e religiose in cui un minore cresce non devono ledere la sua integrità fisica o psicologica, il numero delle bambine infibulate, tutt’oggi, è ancora molto alto. Un saggio-reportage che è un’accorata denuncia e insieme un tentativo di sensibilizzazione culturale.
**
### Sinossi
Donne cucite tratta di storie raccontate direttamente dalle donne che hanno vissuto l’esperienza drammatica dell’infibulazione. L’opera raccoglie dati e informazioni storiche, forniti delle esperienze soggettive e dagli episodi a cui ha assistito personalmente l’autrice, tali da mettere il lettore nelle condizioni di comprendere meglio l’atmosfera culturale tanto distante e complessa all’interno della quale si compiono dei veri e propri abusi. Le protagoniste principali delle storie sono bambine, mamme, donne e le mammane dell’infibulazione (cioè coloro che la compiono di fatto), persone che Sabrina Avakian ha incontrato nel corso del suo lavoro. Il libro vuole documentare l’origine dell’infibulazione, ma soprattutto vuole dar voce alle bambine mutilate e deturpate emotivamente per essere accettate dalla famiglia, dalla comunità e dai loro futuri mariti: bambine sane, belle, creative ed entusiaste di vivere, che vengono strappate ai loro giochi e sottoposte a una pratica che invade profondamente la loro intimità. Nonostante l’esistenza di strumenti internazionali come la Dichiarazione sull’eliminazione di tutte le forme d’intolleranza e di discriminazione fondate sulla religione o il credo, basata sul fatto che le credenze culturali e religiose in cui un minore cresce non devono ledere la sua integrità fisica o psicologica, il numero delle bambine infibulate, tutt’oggi, è ancora molto alto. Un saggio-reportage che è un’accorata denuncia e insieme un tentativo di sensibilizzazione culturale.

DONNE AL POTERE

Le regine nell’alto Medioevo ci hanno lasciato un’immagine sfuggente e ambigua. Praticamente assenti nei documenti delle cancellerie, dominano la scena nelle fonti letterarie. E tuttavia il loro comportamento appare sempre pesantemente caratterizzato in senso positivo o negativo: di volta in volta sante e piissime oppure malvage e senza scrupoli, a partire dalla celebre Rosmunda, moglie di Alboino. Ma chi erano veramente le donne che si trovarono accanto a Carlo Magno, Desiderio, Liutprando nei secoli di ferro in cui una regina doveva difendere da mille insidie il proprio diritto a regnare, vivere, amare?

Donna d’onore

In un paesino della Sicilia un’enigmatica suora rilascia una rivelatoria intervista a un intraprendente reporter. Lei si chiama Nancy Pertinace e prima di sparire improvvisamente nel nulla era una delle donne più famose di New York, addirittura in lizza per la poltrona di sindaco. Ma sul suo passato pesa la lunga ombra di Cosa Nostra e nel suo presente non tutto appare chiaro e limpido…
(source: Bol.com)

Donna alla finestra

«*L’irlandese Catherine Dunne, autrice del fortunato* La metà di niente*, sa, come nessun altro, raccontare la vita intima, casalinga, quotidiana di una donna e di una famiglia.*»
**Isabella Bossi Fedrigotti**
«*Nei racconti della Dunne, collegati dal filo della sofferenza femminile, c’è un realismo minuto, quotidiano. Nelle trame c’è tutta una razza di donne dure, coriacee, abituate al dolore, alla lotta, ai sentimenti radicali.*»
**Mirella Serri**
«*Una grande maestra nell’analisi dei sentimenti. Senza sentimentalismi.*»
**Giulia Borgese**
«*I suoi personaggi sono le nostre amiche, le nostre sorelle, le nostre madri ricalcate in un’esperienza di reciprocità quotidiana che sorprende per intelligenza e sensibilità, oltre che per il raffinato lavoro artigianale con la scrittura.*»
**Il Giornale**
Lynda e Robert Graham possono dirsi soddisfatti della vita che si sono costruiti. Una bella casa in un quartiere benestante di Dublino, la sicurezza economica, due figli invidiabili, Katie e Ciarán. Nonostante qualche nuvola passeggera e qualche preoccupazione legata al comportamento un po’ aggressivo del figlio adolescente, i Graham vedono scorrere la loro esistenza placidamente, riflessa nel giardino giapponese che ogni mattina all’alba Lynda si ferma qualche attimo a contemplare con l’orgoglio dell’artista. C’è solo un neo in questo perfetto quadro famigliare: si tratta di Danny, il fratello minore di Robert, uno scapestrato che periodicamente sconvolge la loro routine con le sue pretese e i suoi modi prepotenti. Per fortuna, nella casa dei Graham arriva una persona che porta un po’ di serenità. Ciarán infatti presenta ai suoi Jon, un amico bello, educato e sensibile, che presto diventa una presenza fissa al punto da trasferirsi da loro. Agli occhi di tutti Jon sembra l’ospite perfetto, forse troppo: l’istinto di Lynda le suggerisce che qualcosa non va… Chi è veramente il dolce e disponibile Jon? E perché, da quando è entrato nelle loro vite, iniziano a verificarsi episodi misteriosi e inquietanti? Di fronte a un’oscura minaccia che sembra voler distruggere il suo mondo, toccherà a Lynda cercare delle risposte. In un crescendo di tensione emotiva Catherine Dunne ci offre ancora una volta lo splendido ritratto di una donna forte, decisa, capace di reagire alle avversità e di lottare per proteggere i propri cari, in un romanzo dall’originale tocco di noir.
«*Catherine Dunne ha il dono geniale di trasformare vite normali in un racconto irresistibile.*»
**The Irish Post**
«*La Dunne scrive di persone comuni, ma nei suoi romanzi la loro vita è straordinaria.*»
**Sunday Tribune**
«*Nessuno sa parlare delle donne come lei. Nessuno sa parlare alle donne come lei.*»
**Elle**
«*La Dunne è una narratrice talmente dotata da essere in grado di ricreare in modo credibile un mondo che avvince il lettore.*»
**Evening Herald**
**
### Sinossi
«*L’irlandese Catherine Dunne, autrice del fortunato* La metà di niente*, sa, come nessun altro, raccontare la vita intima, casalinga, quotidiana di una donna e di una famiglia.*»
**Isabella Bossi Fedrigotti**
«*Nei racconti della Dunne, collegati dal filo della sofferenza femminile, c’è un realismo minuto, quotidiano. Nelle trame c’è tutta una razza di donne dure, coriacee, abituate al dolore, alla lotta, ai sentimenti radicali.*»
**Mirella Serri**
«*Una grande maestra nell’analisi dei sentimenti. Senza sentimentalismi.*»
**Giulia Borgese**
«*I suoi personaggi sono le nostre amiche, le nostre sorelle, le nostre madri ricalcate in un’esperienza di reciprocità quotidiana che sorprende per intelligenza e sensibilità, oltre che per il raffinato lavoro artigianale con la scrittura.*»
**Il Giornale**
Lynda e Robert Graham possono dirsi soddisfatti della vita che si sono costruiti. Una bella casa in un quartiere benestante di Dublino, la sicurezza economica, due figli invidiabili, Katie e Ciarán. Nonostante qualche nuvola passeggera e qualche preoccupazione legata al comportamento un po’ aggressivo del figlio adolescente, i Graham vedono scorrere la loro esistenza placidamente, riflessa nel giardino giapponese che ogni mattina all’alba Lynda si ferma qualche attimo a contemplare con l’orgoglio dell’artista. C’è solo un neo in questo perfetto quadro famigliare: si tratta di Danny, il fratello minore di Robert, uno scapestrato che periodicamente sconvolge la loro routine con le sue pretese e i suoi modi prepotenti. Per fortuna, nella casa dei Graham arriva una persona che porta un po’ di serenità. Ciarán infatti presenta ai suoi Jon, un amico bello, educato e sensibile, che presto diventa una presenza fissa al punto da trasferirsi da loro. Agli occhi di tutti Jon sembra l’ospite perfetto, forse troppo: l’istinto di Lynda le suggerisce che qualcosa non va… Chi è veramente il dolce e disponibile Jon? E perché, da quando è entrato nelle loro vite, iniziano a verificarsi episodi misteriosi e inquietanti? Di fronte a un’oscura minaccia che sembra voler distruggere il suo mondo, toccherà a Lynda cercare delle risposte. In un crescendo di tensione emotiva Catherine Dunne ci offre ancora una volta lo splendido ritratto di una donna forte, decisa, capace di reagire alle avversità e di lottare per proteggere i propri cari, in un romanzo dall’originale tocco di noir.
«*Catherine Dunne ha il dono geniale di trasformare vite normali in un racconto irresistibile.*»
**The Irish Post**
«*La Dunne scrive di persone comuni, ma nei suoi romanzi la loro vita è straordinaria.*»
**Sunday Tribune**
«*Nessuno sa parlare delle donne come lei. Nessuno sa parlare alle donne come lei.*»
**Elle**
«*La Dunne è una narratrice talmente dotata da essere in grado di ricreare in modo credibile un mondo che avvince il lettore.*»
**Evening Herald**

Don Camillo

Don Camillo è il primo libro della serie Mondo piccolo (che comprende altri sei titoli): qui impariamo a conoscere il mondo della Bassa, irruente e sanguigno, e i due protagonisti, il parroco don Camillo – a volte intemperante nella sua missione pastorale – e il sindaco comunista Peppone, pronto a ignorare – nei casi di coscienza – le direttive di partito. Fra rivalità e dispetti continui, dichiarazioni di guerra e proclami di ultimatum mai eseguiti, don Camillo e Peppone ci insegnano, oggi come ieri, che il rispetto, la simpatia e l’amicizia non hanno nulla a che fare con il colore della bandiera o della tonaca. Quello che conta è l’umanità delle persone.

Domani vincerò

Terrore, panico, suspance, morte… Sei raggelanti storie legate fra loro da un filo rosso sangue e da Alvirah Meehan, uno dei personaggi più amati creati dall’inconfondibile penna dell’autrice. Miracolosamente scampata agli agguati di un feroce killer nel romanzo “Non piangere più signora”, rieccola infatti – insieme con Willy, il bizzarro marito -, alle prese con un’inquietante serie di eventi. Divenuta improvvisamente ricca in seguito ad uan fortunata vincita alla lotteria, la donna delle pulizie ora vive in un ampio e lussuoso appartamento in Central Park, circondata da vicini famosi ed influenti, ma impegnata, anima e corpo, ora a indagare su strani e inspiegabili delitti, ora su scomparse – e apparizioni – improbabili e preoccupanti, dando vita a quadri e accadimenti di straordinaria forza ed efficacia: un brutale omicidio in cui pare coinvolto lo scintillante mondo del Jet-set… alcuni incauti vincitori di una lotteria finiti nei guai… un gruppo di sequestratori con strane idee che esige un sostanzioso riscatto in cambio di Willy e, di ritorno da un viaggio in Inghilterra, Alvirah che scopre nell’armadio di casa il cadavere di un’attricetta di Broadway…

Dolci passioni a Parigi

Si dice spesso che gli opposti si attraggono, che due persone completamente diverse siano perfette insieme perché c’è sempre un confronto continuo… Ma se invece due persone si incontrano e capiscono di essere simili, di avere la stessa passione, cosa potrà mai accadere? Grayson, un giovane imprenditore a capo di un importante biscottificio a Parigi, è finalmente riuscito a realizzare il proprio sogno. Anche Evelin ha realizzato il proprio, grazie a un regalo del tutto inaspettato: ha aperto una piccola pasticceria, guardacaso proprio a Parigi. Galeotta sarà rue Violet: una stradina popolata da abitanti bizzarri ma gentili, che sarà teatro di momenti romantici, commoventi e divertenti e che porterà i due protagonisti a capire quanto può essere bello e speciale avere così tanti sogni e desideri in comune.
*Il romanzo è stato precedentemente pubblicato da Rizzoli nella collana Youfeel*

Dolci parole sussurrate

La bella Madeleine non riesce a capacitarsi delle insolite emozioni che la agitano… Le è bastato un attimo per rimanere stregata dal suo nuovo e misterioso vicino. Sin dal primo momento Nick non ha fatto che stuzzicarla con dolci parole e lunghi baci sensuali. Ma quello che Madeleine non può assolutamente sospettare è che ogni gesto, ogni sussurro di Nick sia freddamente calcolato e che rientri in un piano ben preciso. Tuttavia lo stesso Nick ben presto comincia a dubitare della validità del suo intento…

Dolceamaro

India Taylor ha una vita serena accanto al marito Doug e ai loro quattro figli; però i ragazzi sono già abbastanza grandi per non avere più bisogno della vicinanza costante della madre e India sente sempre più forte il richiamo della professione che anni prima ha abbandonato per dedicarsi alla famiglia. Era un’apprezzatissima fotoreporter di guerra: ora vorrebbe ritornare a lavorare, ma Doug le si oppone duramente. Durante una vacanza vissuta come “pausa di riflessione”, India conosce Paul e, malgrado le resistenze della donna, tra i due nasce un forte sentimento. Paul di fronte all’incertezza prende le distanze da India, che decide così di ritornare sui propri passi, finché…
**

Dolce, cara Audrina

Vita strana, quella di Audrina. Una madre affettuosa ma un po’ distratta, un padre che l’adora e sembra volerla proteggere da tutto e da tutti. A costo di farne una reclusa. Tuttavia nella sua vita così quieta e riparata c’è più di un mistero. Audrina non sa quanti anni ha. Audrina ha una sorella scomparsa in circostanze oscure che ora riposa, dicono, al cimitero. Audrina ha un ricordo ossessionante: quello di una notte lontana, di una foresta sotto la pioggia, e di una bambina seviziata, forse uccisa…

Dolce vendetta

Il miliardario di origini siciliane Giancarlo Cardinale vuole vendicare l’onore di famiglia liberandosi a modo suo di Natalia Deyton, una splendida donna che, secondo lui, è l’amante del cognato. Turbato dalla sua bellezza, però, decide di ripagarla con la sua stessa moneta, facendola innamorare perdutamente si sé e poi umiliandola. Il primo giorno della trasferta di lavoro in cui l’ha “incastrata”, però, succede un fatto che lui non ha previsto, perché…
**
### Sinossi
Il miliardario di origini siciliane Giancarlo Cardinale vuole vendicare l’onore di famiglia liberandosi a modo suo di Natalia Deyton, una splendida donna che, secondo lui, è l’amante del cognato. Turbato dalla sua bellezza, però, decide di ripagarla con la sua stessa moneta, facendola innamorare perdutamente si sé e poi umiliandola. Il primo giorno della trasferta di lavoro in cui l’ha “incastrata”, però, succede un fatto che lui non ha previsto, perché…

Dolce Mary Anne

Tasmania, 1832
Unica superstite di un naufragio, Mary Anne viene salvata da un ufficiale dell’esercito coloniale britannico e portata in un piccolo insediamento sulla costa orientale della Tasmania. Qui, dietro un’apparente normalità, si nascondono segreti e oscure minacce. Come mai l’enigmatico luogotenente Rowe continua a dirle di andarsene? Qual è il motivo del viavai notturno nei boschi e di tutte le velate allusioni? Mary Anne, che fino a quel momento ha vissuto di espedienti e furtarelli, vorrebbe sfruttare a proprio vantaggio questa complessa situazione, ma non ha fatto i conti né con la determinazione di Luke Rowe né… con il proprio cuore.

Dolce come il cioccolato

Fin dal loro primo incontro, poco più che adolescenti, Pedro e Tita vengono travolti da un sentimento più grande di loro. Purtroppo, a causa di un’assurda tradizione familiare, per Tita il matrimonio è impossibile: ma per umana volontà e con la complicità del destino, lei e Pedro si ritroveranno a vivere sotto lo stesso tetto come cognati, costretti alla castità e tuttavia legati da una sensualità incandescente. Frutto di una godibile sapienza narrativa e di una raffinata arte culinaria, Dolce come il cioccolato racconta con grazia e allegria femminili un’indimenticabile storia d’amore, in cui il cibo diventa metafora e strumento espressivo, rito e invenzione, promessa e godimento, veicolo di un’inedita comunione erotica.

(source: Bol.com)

Dodici rintocchi

«Jenny, ho bisogno di te… Flora ha avuto un incidente… con una pistola… Diranno che sono stato io.» Queste strane e inquietanti parole di Peter pongono Jenny di fronte a un problema: deve accorrere in aiuto del suo ex marito, che l’ha abbandonata per un’altra donna, o deve piuttosto dare ascolto al consiglio di un amico di tenersi fuori dalla faccenda? L’amore per Peter, non ancora spento, la spinge a recarsi nella casa di campagna dei Vleedam, dove Peter vive con Flora, la sua seconda moglie. Prima che qualcuno si ponga affannose domande su come Flora è stata ferita, nella notte il delitto colpisce ancora.