68513–68528 di 72802 risultati

Sherlock Holmes e l’avventura del judoka sfortunato

RACCONTO LUNGO (28 pagine) – GIALLO – Perché un giovane e brillante ufficiale inglese ha assassinato il suo maestro di ju-jitsu davanti a tutti gli allievi della scuola?

A Londra va molto di moda l’interesse per il Sol Levante: l’Esposizione universale ha mostrato ai cittadini le abitudini esotiche del Giappone. Due ufficiali inglesi ottengono di frequentare l’esclusiva scuola di ju-jitsu per militari e diplomatici giapponesi a Londra, ma uno di loro uccide inspiegabilmente il suo maestro durante l’allenamento. Un errore? Un delitto voluto? Holmes è chiamato a dipanare la matassa, usando come sempre le sue formidabili capacità di analisi e deduzione.

Enrico Solito è considerato uno dei massimi esperti italiani di Sherlock Holmes. ”Past president” di ”Uno studio in Holmes”, l’associazione degli appassionati italiani, è iscritto ad analoghe associazioni negli USA, Australia, Francia, Inghilterra e Giappone. Primo non anglofono a conseguire il brevetto di CHS(d) della Franco Midland Hardware Company inglese (Certfied in Holmesian Studies, distinguished) è stato il primo Italiano a essere nominato membro dei Baker Street Irregulars di New York, la più antica ed esclusiva associazione sherlockiana (non ci si può iscrivere né chiedere l’iscrizione, solo attendere di essere chiamati). Collabora con la ”Sherlock Magazine” italiana curata da Luigi Pachì da circa dieci anni. Ha scritto decine di articoli di critica pubblicati in Australia, Francia, Inghilterra, Giappone e Stati uniti, e curato per anni la rivista di ”Uno studio in Holmes”, oltre a essere editor (con G. Salvatori) di due volumi editi dai BSI negli USA. I suoi apocrifi sono stati editi in Giappone e tradotti in varie lingue. Ha inoltre scritto (con S. Guerra) una ”Enciclopedia di Sherlock Holmes” e un volume (con Guerra, Vianello ed altri) sui viaggi di Conan Doyle in Italia, nonché vari romanzi e racconti gialli non holmesiani.

(source: Bol.com)

Sherlock Holmes e il mistero dell’uomo meccanico

Quando un viaggiatore italiano si presenta al 221b di Baker Street raccontando di un furto di documenti, sembra presentare un caso privo di interesse. Tutto cambia il giorno dopo, quando l’uomo viene ritrovato morto, ucciso da un’arma misteriosa…Quando un viaggiatore italiano si presenta al 221b di Baker Street raccontando di un furto di documenti, sembra presentare un caso privo di interesse. Tutto cambia il giorno dopo, quando l’uomo viene ritrovato morto, ucciso da un’arma misteriosa.Per Sherlock Holmes inizia un’indagine mozzafiato che si dipana tra spie internazionali e misteriosi macchinari. Ben presto diventa una corsa contro il tempo, attraverso l’intera Europa, per salvare delle vite e l’onore di una delle poche menti che l’investigatore riconosca come pari alla sua.Al fianco di Holmes si ritrova, quasi per caso, il dottor Watson. Appena rientrato dall’Afghanistan, ancora incerto sul proprio futuro, il medico si rende conto che anche una mente geniale può morire nell’oblio senza un amico che la spieghi al mondo. Un’indagine all’origine del mito di Sherlock Holmes, nel 1881, quando molte cose hanno avuto inizio.Antonella Mecenero vive col marito a Briga Novarese (No) dove insegna e collabora con l’Associazione Ecomuseo del Lago d’Orta.Ama correre lungo sentieri reali e immaginari dove trova spesso delle storie da raccontare. I suoi racconti sono apparsi in Giallo Mondadori, riviste, tra cui la Sherlock Magazine diretta da Luigi Pachì e antologie come Delitti d’Acqua Dolce (Lampi di Stampa, 2012) e Giallo Lago (Eclissi Editrice, 2013).Il suo primo romanzo, La roccia nel cuore, un giallo ambientato sul Lago d’Orta, è stato pubblicato nel 2013 da Interlinea Edizioni.

Sherlock Holmes e i cinque semi d’arancia

Il primo degli audioracconti dedicati al famoso personaggio creato da Sir Arthur Conan Doyle. Sherlock Holmes, l’investigatore più amato di tutti i tempi, alle prese con una serie di misteriosi omicidi, tutti accomunati da un solo, inquietante indizio: cinque semi d’arancia recapitati alle vittime poco prima della loro morte. Una vicenda oscura da risolvere, come sempre, con intuito infallibile, pipa in bocca e l’aiuto dell’inseparabile Watson.
**

Shakespeare e l’amore

“Romeo e Giulietta”, “Otello”, i “Sonetti”… le più famose opere di Shakespeare dedicate all’amore ci emozionano oggi come quattrocento anni fa. Ogni capitolo di questo libro racconta, intrecciando aneddoti, curiosità e fatti storici, un’idea dell’amore secondo Shakespeare: l’amore a prima vista che si crede eterno, l’amore che si muta in odio e uccide, l’amore che impone di farsi raccontare in una storia che è confessione e denuncia insieme… Una casistica straordinaria, con al centro la domanda di sempre: l’amore è commedia o tragedia? Un percorso che dalla passione tra adolescenti in “Romeo e Giulietta” porta alla tragedia del razzismo e della gelosia in “Otello”, fino alla sorpresa dei “Sonetti”. Qui Shakespeare è il protagonista, parla in prima persona e si mette crudelmente a nudo in un diario segreto dove confessa due passioni, per un giovane biondo e una dama bruna, che si confondono in un triangolo difficile da districare.

Shakespeare

Sulla vita e l’opera di William Shakespeare sono stati versati fiumi d’inchiostro, quasi nulla tuttavia possiamo affermare con certezza, tanto che alcuni studiosi hanno persino dubitato della sua esistenza. Attingendo al guazzabuglio di curiosità che ruotano intorno alla figura del bardo, Bill Bryson ci offre oggi uno Shakespeare mai raccontato e un delizioso affresco della vita londinese nel periodo elisabettiano, in cui i teatri, sempre affollati, aprivano alle due del pomeriggio, il biglietto d’ingresso costava un penny e per gli spettatori più golosi erano in vendita birra, pan di zenzero, noci, mele e pere “che potevano trasformarsi in missili nei momenti di delusione”. E, con la consueta scrittura brillante e divertente, ricostruisce non solo la biografia di un uomo, ma anche un’epoca di intensa vivacità culturale e grande libertà di pensiero.

Shake My Colors – 2. Persa Nel Buio

‘Siamo due casinisti’, sospiro. ‘Stiamo sbagliando tutto.’ ‘Può essere’, ribatte lui, ‘ma stare senza di te è davvero come stare senza ossigeno.’ Per Laura, dire addio a Geo è stato più doloroso del previsto. Dopo aver creduto con tutte le forze in quell’amore, ora sta cercando di abituarsi alla sua assenza ma, anche se il legame tra lei e Paolo è diventato più di un’amicizia, non riesce a impedire che Geo si insinui nei suoi pensieri nei momenti di debolezza. È come se ciascuno dei due la attirasse a sé mettendo in dubbio ogni sua certezza. Quasi a volerle dare un segnale, anche i suoi occhi sono affaticati e la vista è peggiorata. Come se non bastasse, Prisca, la sua migliore amica, le ha inspiegabilmente voltato le spalle, tornando a essere solo un’acerrima rivale sul ghiaccio. Laura è vulnerabile e insicura come mai le era successo. Per questo, quando Geo la trova in riva al lago sola con i suoi pensieri, non riesce a tenerlo a distanza. Perché capisce che anche lui, nonostante tutto, non può fare a meno di lei. Non avrebbe mai voluto ingannare Paolo, eppure tenergli nascosta la presenza di Geo nella sua vita le sembra l’unica soluzione. Sarebbe un colpo troppo duro, soprattutto ora che l’amico deve fare i conti con una situazione familiare complicata. Ma Geo è fatto di luci e ombre, e non si è ancora liberato dei suoi fantasmi. E questa volta, per Laura, la posta in gioco potrebbe essere davvero troppo alta.
(source: Bol.com)

Shah-in-Shah

Nell’anno drammatico della rivoluzione, Kapuscinski è in Iran per uno dei suoi più brillanti e memorabili reportage, in cerca di risposte. Non fa lezione, non sale in cattedra. Al lavoro nella sua stanza d’albergo, ingombra di giornali, di ritagli, di foto, filmati e nastri registrati, ricostruisce il quadro degli eventi, delle premesse che li hanno provocati e delle situazioni che si preparano. Non fa lezione, non sale in cattedra. Al lavoro nella sua stanza d’albergo, ingombra di giornali, di ritagli, di foto, filmati e nastri registrati, ricostruisce il quadro degli eventi, delle premesse che li hanno provocati e delle situazioni che si preparano. Ricostruisce il lento ma inesorabile procedere degli avvenimenti che hanno portato alla rivoluzione khomeinista: l’incerta ascesa al potere dello scià, la sua euforica prepotenza in seguito alle scoperte petrolifere, il clima di terrore e repressione instaurato dalle brutali forze di polizia della Savak e il progressivo rifugiarsi del popolo nelle moschee, tra le braccia dei mullah e dell’islam, unica istituzione ritenuta in grado di proteggere dalla violenza cieca del potere centrale di Teheran. Il suo puzzle rigoroso è sempre filtrato dalla sensibilità e da un’umanità profonda.

Shadowhunters. Il Codice

Il Codice è il preziosissimo manuale che viene tramandato di generazione in generazione ai nuovi Shadowhunters, destinati a combattere i demoni, a proteggere i mondani e a controllare il complicato mondo dei Nascosti. Quali sono gli strumenti necessari a svolgere la loro missione? Quali le armi, gli equipaggiamenti, le tecniche di combattimento, gli Strumenti Mortali? Come riconoscere i Demoni e i Nascosti? In che modo utilizzare le rune? Un appassionante approfondimento sulla saga urban fantasy più famosa al mondo: l’unico e il solo manuale per diventare un perfetto Shadowhunter.
(source: Bol.com)

Shadowhunters – Il Codice

*Il Codice *è il preziosissimo manuale che viene tramandato di generazione in generazione ai nuovi Shadowhunters, destinati a combattere i demoni, a proteggere i mondani e a controllare il complicato mondo dei Nascosti. Quali sono gli strumenti necessari a svolgere la loro missione? Quali le armi, gli equipaggiamenti, le tecniche di combattimento, gli Strumenti Mortali? Come riconoscere i Demoni e i Nascosti? In che modo utilizzare le rune? Un appassionante approfondimento sulla saga urban fantasy più famosa al mondo: l’unico e il solo manuale per diventare un perfetto Shadowhunter.
**
### Sinossi
*Il Codice *è il preziosissimo manuale che viene tramandato di generazione in generazione ai nuovi Shadowhunters, destinati a combattere i demoni, a proteggere i mondani e a controllare il complicato mondo dei Nascosti. Quali sono gli strumenti necessari a svolgere la loro missione? Quali le armi, gli equipaggiamenti, le tecniche di combattimento, gli Strumenti Mortali? Come riconoscere i Demoni e i Nascosti? In che modo utilizzare le rune? Un appassionante approfondimento sulla saga urban fantasy più famosa al mondo: l’unico e il solo manuale per diventare un perfetto Shadowhunter.

Shadowhunters – 4. Città Degli Angeli Caduti

La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo.
Ma ogni cosa ha un prezzo. C’è qualcuno che si diverte a uccidere gli Shadowhunters, e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare a una seconda, sanguinosa guerra. Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell’altra. Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso.
Amore. Sangue. Tradimento. Vendetta.
La posta in gioco non è mai stata così alta per gli Shadowhunters…

(source: Bol.com)

Sfida dall’infinito

La straordinarie capacità di raffigurare compiutamente un mondo onirico e fantastico; la consapevolezza che, oltre i confini del conosciuto, preme una realtà alternativa della quale ciascuno subisce gli influssi e i condizionamenti; l’analisi fredda e impietosa dei contenutl profondi dell’animo umano: questi sono i dati essenziali della narrative di H.P. Lovecraft, il creatore dei “Miti di Cthulhu”. La presente antologia completa, insieme con la precedente “Nelle spire di Medusa”, tutto il panorama dei fondamentali scritti ancora inediti in Italia del “solitario di Providence”. In essa sono compresi racconti e romanzi brevi apparsi in origine con il suo vero nome, quali “In the Walls of Eryx” e “The Challenge from Beyond”, o sotto il nome d’altre persone, come “Imprisoned with the Pharaohs”, “Out of the Eons”, “Winged Death” e “The Horror in the Museum”: opere da lui composte nel pieno della sua maturità stilistica e inventiva. In più (ed è una vera e proprie “prima” mondiale) il volume comprende un frammento narrativo ed un racconto mai sino ad oggi editi giacchè si ignorava la loro esistenza, ritrovati pochi mesi or sono tra le pagine di riviste dilettantistiche americane degli Anni 30. Il racconto completo, “The Night Ocean”, è di particolare importanza, in quanto si tratta probabilmente (a meno di nuovi ritrovamenti) dell’ultimo brano narrativo composto da Lovecraft, e contiene quello che puo definirsi il suo commovente testamento spirituale.Completa il libro un nutrito corredo saggistico, comprendente studi e ricordi di Moskowitz, Hoffmann Price, Barlow, Talman, Sterling, nonchè un’esauriente “Guida alla lettura di Lovecraft” di De Turris e Fusco, primo tentativo del genere sino ad oggi pubblicato, vera e propria bussola per navigare nel multiforme universo evocato per i suoi lettori dal massimo scrittore fantastico di questo secolo.

Sfamiglia

Dal bullismo, che è troppo facile liquidare come ‘ragazzata’, all’abuso di alcol, tra le prime cause di morte fra i giovani, dal 7 in condotta, necessario perché solo la presenza di regole insegna a rispettare il prossimo e a riconoscere i propri limiti, al telecomando, che insieme a Facebook e all’iPod indirizza verso un uso ‘surfistico’ delle relazioni, improntate cioè all’eccitazione momentanea, alla comodità, che porta a evitare la fatica della riflessione… Un importante, meditato, utilissimo abbecedario dove ogni parola chiave è l’occasione per raccontare una storia vera, che ci riguarda. Attraverso l’esperienza decennale di incontri con le famiglie nelle diverse province italiane, Crepet parte dai nostri gesti quotidiani per ragionare sulle sfamiglie di oggi, quelle che passano insieme non piú di 40 minuti al giorno, quelle dove i genitori sembrano arrendersi, concedere tutto ai figli per paura di sentirsi rifiutati o solo per senso di colpa. E ci aiuta a guardare con responsabilità a ciò che abbiamo costruito, talvolta sfasciato. Perché educare significa ‘accompagnare’, voler rischiare di credere nell’altro, avere coraggio: proprio come amare.

‘Educare è libertà, il resto è addestrare, ammaestrare, indottrinare.
Ho deciso di scrivere spinto da un bisogno impellente, comune alle persone di buon senso: la percezione che ciò che stiamo vivendo non sia frutto di errori di percorso o involuzioni impreviste, ma di una straordinaria mutazione antropologica che coinvolge la famiglia, i giovani e le loro culture, ovvero l’intera comunità’.

Paolo Crepet

(source: Bol.com)

Sex con un ex

Cas, giovane e affascinante donna manager, non ne vuole sapere di sposarsi. O meglio: non ne vuole sapere di relazioni che vadano oltre lo spazio di una notte, e non siano cinicamente di aiuto alla sua rampante carriera di produttrice tv. Il suo ironico disincanto è messo al servizio della creatività professionale: Cas ha appena lanciato “Sex con un ex”, uno show-verità in cui una coppia prossima al matrimonio viene messa in crisi dalla ricomparsa improvvisa di una (o un) ex disposta/o a tutto. Ma quando nell’amorale rete del programma cade Darren, un gran bel ragazzo dai sanissimi principi, le sicurezze della sexy vanno in frantumi, e giocare con i sentimenti diventa davvero pericoloso. Specialmente se i sentimenti per una volta sono i suoi.
**

Settore Giada

Il Vietnam e l’Afghanistan sono ormai ricordi lontani, ma hanno lasciato precedenti di cui la storia futura non sembra voler fare a meno. Di questo David Mingolla ha prove sicure, poiché ora si trova impegnato con molti commilitoni in un’altra sporca guerra proprio ai confini di casa, fra le giungle dell’America Centrale. È una guerra strana oltre che sporca, le cui radici affondano in una secolare sete di vendetta che divide due potenti famiglie; è una guerra combattuta con il piombo e con armi molto più insidiose, fra la vegetazione selvaggia e sensuale del paese ormai noto come Guatemala Libero Occupato. Una guerra che per il contingente nordamericano si trascina da anni fra droga e sesso, pazzia e rock’n roll. David è un soldato come tanti altri, deciso soltanto a sopravvivere ad ogni costo, e in realtà non si aspetta grosse sorprese dal folle conflitto che lo vede coinvolto… o almeno, fino al giorno in cui conosce la splendida e misteriosa Debora. Un incontro che potrebbe finire così come è iniziato, casualmente, e che invece scatena una serie di conseguenze inaspettate. David Mingolla scopre infatti di non essere un semplice soldato come tanti altri, ma di possedere bensì certe insolite doti che possono consentirgli l’ingresso nelle ristrette fila di un reparto segretissimo, il Corpo PSI. E quando il suo addestramento è completo, David si trova ad affrontare la guerra e l’amore con occhi radicalmente diversi. La sua mente stessa è cambiata, così come sono mutate le regole della guerra che viene combattuta sul lacero sfondo di un Centro America che riassume tutte le lacerazioni del mondo moderno. E il primo incarico di David consiste nel rintracciare e uccidere una sola persona: Debora.