67745–67760 di 74503 risultati

Il meglio della SF / II – L’Olimpo dei classici moderni

Il meglio della sf è una vera e propria summa della science fiction scritta dalla metà degli anni Ottanta in avanti, un’epoca di straordinari fermenti. Se un lettore di fantascienza ambisse a veder riuniti, in un’unica antologia diventerebbe la sua pietra angolare. In questa seconda parte presentiamo racconti che “hanno fatto la sf” d’oggi di maestri come Robert Silverberg, Terry Bisson, Connie Willis, Robert Reed, Greg Egan, Brian M. Stableford, Michael Swanwick e Ian McDonald. Un ventaglio di idee assolutamente superlativo, all’incrocio tra questo e gli altri mondi del nostro futuro.
Indice:
Robert SILVERBERG – Racconti dalle foreste di Venia (Tales from Venia Woods,1989)
Terry BISSON – Quando gli orsi scoprirono il fuoco (Bears Discover Fire, 1990)
Connie WILLIS – Anche la regina (Even the Queen, 1992)
Robert REED – Ospite d’onore (Guest of Honor, 1993)
Brian STABLEFORD – Storia della morte di Mortimer Gray (Mortymer’s Gray’s History of death, 1995)
Maureen F. McHUGH – Il treno di Lincoln (The Lincoln Train, 1995)
Greg EGAN – I tappeti di Wang (Wang’s Carpets, 1995)
Ursula Kroeber LE GUIN – Diventare adulti in Karhide (Coming Age in Karhide, 1995)
Michael SWANWICK – Morti (The Dead,1996)
Ian McDONALD – Angelo registratore (Recording Angel, 1996)
Tony DANIEL – Un’arida guerra tranquilla (A Dry, Quiet War, 1996)
William SANDERS – Sconosciuto (The Undiscovered, 1997)
Paul J. McAULEY – Seconda pelle (Second Skin, 1997)
Ted CHIANG – Storia della tua vita (Story of Your Life, 1998)
Stephen BAXTER – Gente venuta dalla Terra (People Came from Earth, 1999)
David MARUSEK – Album di nozze (The Weddin Album, 1999)
James Patrick KELLY – 1×10^-16 (10^16 to 1, 1999)
Walter Jon WILLIAMS – Il mondo di papà (Daddy’s World, 1999)
Steven UTLEY – Il mondo reale (The Real World, 2000)
Geoff RYMAN – Avere non avere (Have not have, 2001)
Charles STROSS – Aragoste (Lobster, 2001)
Ian R. MacLEOD – Muschiorespiro (Breathmoss, 2002)
Molly GLOSS – La stagione degli agnelli (Lambing Season, 2002)
Copertina di Franco Brambilla

Il medaglione spezzato

Misty Lake è una ridente località di villeggiatura, meta preferita da numerosi turisti in cerca di quiete e di aria buona. Ma una bella notte all’improvviso sul placido lago compare un battello fantasma, simile in tutto e per tutto a quello che ne solcava le acque un secolo prima. E proprio mentre i turisti terrorizzati si accingono a far le valigie, ecco che arriva Nancy Drew. La giovane detective, notoriamente insensibile alle apparizioni spettrali, sta cercando di rintracciare per conto di un’amica un antico uccello di ferro battuto, nel quale si celano le indicazioni per ritrovare un tesoro. Ed è poco ma sicuro che il battello fantasma non riuscirà a distoglierla dalla sua strada. Sul luogo, poi, si aggira della gente che non ama i ficcanaso, anche se graziosi e in gonnella, e che usa le maniere forti per esprimere la propria antipatia. Nancy chiama gli amici al soccorso e con il loro aiuto, e grazie al rinvenimento di un medaglione spezzato, riuscirà a risolvere un intricatissimo, tenebroso ma anche affascinante mistero.

Il Mattino Dell’Apocalisse

L’America trema sotto il giogo di Comus, la più grande rete computerizzata che sia mai stata costruita. Comus è intelligente: sa cosa la gente pensa, fa o nasconde in ogni angolo degli Stati Uniti. Comus è onnipotente, o quasi: ma un gruppo di ribelli ha deciso che bisogna trovare il modo di distruggerlo, costi quel che costi. Il mezzo per sconfiggerlo è un pezzo di metallo non più grande del pugno di un uomo, e il pericolo è altissimo. Perchè se l’impresa fallisce è la fine degli Stati Uniti e della libertà nel mondo intero… 

Il matrimonio di mia sorella

** Un romanzo tutto al femminile in cui ogni lettrice potrà ritrovare un pezzo di sé e della sua vita. Una panoramica sulle donne, sui loro desideri e sul loro rapporto con gli uomini**
Bellissima e sognatrice, da sempre Celeste è la prediletta della famiglia, adorata dagli amici e dai numerosi corteggiatori. E finalmente è arrivato il giorno che tutti aspettavano: le nozze con Roberto, l’uomo ideale, solido e affidabile. Un matrimonio in grande stile, con un abito da favola e la chiesa traboccante di fiori.
Ben diverso dalla rapida cerimonia con cui si è sposata la sorella maggiore Agnese: quasi un marchio d’infamia che la madre non le ha mai perdonato. D’altronde, Agnese è la figlia concreta e misurata, quella su cui si può sempre contare, che non riserva sorprese.
Ma adesso, a quasi quarant’anni, con due bambine, un lavoro estenuante e un marito con cui forse la magia non c’è mai stata, Agnese vacilla: è veramente questa la vita che desiderava? E se è così, perché prova uno strano brivido ogni volta che riceve un messaggio da Andrea, quel nuovo collega così comprensivo? Ma quando perfino Celeste, tanto sicura e perfetta, viene messa in crisi da un ritorno inaspettato, Agnese non può che chiamare a raccolta le donne di famiglia, tutte radunate davanti a un bicchiere di sherry: la madre Ines, in eterno conflitto con la nonna; la cugina Fiamma, con un segreto nel cuore; e soprattutto l’eccentrica zia Rosa, che non si è mai sposata ma ha molto da rivelare sulla forza della passione…
Nell’arco di un solo giorno speciale, tra ricordi, confessioni, tradimenti e riconciliazioni, Agnese vedrà cadere ogni certezza e ogni maschera: ma è davvero troppo tardi per essere leali con se stesse?
**
### Sinossi
** Un romanzo tutto al femminile in cui ogni lettrice potrà ritrovare un pezzo di sé e della sua vita. Una panoramica sulle donne, sui loro desideri e sul loro rapporto con gli uomini**
Bellissima e sognatrice, da sempre Celeste è la prediletta della famiglia, adorata dagli amici e dai numerosi corteggiatori. E finalmente è arrivato il giorno che tutti aspettavano: le nozze con Roberto, l’uomo ideale, solido e affidabile. Un matrimonio in grande stile, con un abito da favola e la chiesa traboccante di fiori.
Ben diverso dalla rapida cerimonia con cui si è sposata la sorella maggiore Agnese: quasi un marchio d’infamia che la madre non le ha mai perdonato. D’altronde, Agnese è la figlia concreta e misurata, quella su cui si può sempre contare, che non riserva sorprese.
Ma adesso, a quasi quarant’anni, con due bambine, un lavoro estenuante e un marito con cui forse la magia non c’è mai stata, Agnese vacilla: è veramente questa la vita che desiderava? E se è così, perché prova uno strano brivido ogni volta che riceve un messaggio da Andrea, quel nuovo collega così comprensivo? Ma quando perfino Celeste, tanto sicura e perfetta, viene messa in crisi da un ritorno inaspettato, Agnese non può che chiamare a raccolta le donne di famiglia, tutte radunate davanti a un bicchiere di sherry: la madre Ines, in eterno conflitto con la nonna; la cugina Fiamma, con un segreto nel cuore; e soprattutto l’eccentrica zia Rosa, che non si è mai sposata ma ha molto da rivelare sulla forza della passione…
Nell’arco di un solo giorno speciale, tra ricordi, confessioni, tradimenti e riconciliazioni, Agnese vedrà cadere ogni certezza e ogni maschera: ma è davvero troppo tardi per essere leali con se stesse?

Il matrimonio dei fiammiferi

Miranda Romanac è una giovane donna di successo che vive a Manhattan. A trent’anni, comincia anche per lei il tempo dei primi bilanci: si sente sola e persa, sensazione che cresce dopo una riunione con i vecchi compagni del liceo, occasione di una sconvolgente scoperta. Quando incontra l’irresistibile Hugh Oakley, Miranda capisce finalmente che è arrivata per lei la possibilità di essere felice. Il loro è un amore folle, che spinge Hugh a lasciare la sua famiglia. Insieme decidono di trasferirsi in una casa di campagna sulle rive del fiume Hudson, ma proprio quando il sogno di una perfetta convivenza sembra potersi realizzare, e Miranda varca la porta della nuova casa, la speranza di una vita felice svanisce improvvisamente. È perseguitata da visioni sconvolgenti e terribili, fantasmi di altri tempi e altri luoghi, ricordi rimossi di un passato molto doloroso. Sarà solo l’inizio dell’odissea della protagonista, perché altri avvenimenti sono in agguato.
**

Il mastino della guerra

Siamo al tempo della guerra dei trent’anni, forse il periodo più brutto e apocalittico della storia dell’Europa. Graf von Bek, mercenario di pessima reputazione, diserta i suoi soldati dopo l’improvviso scatenarsi della peste e si ritrova a vagare per una cupa foresta nel cui cuore sorge un castello ricco e desolato. Un rifugio sicuro? No di certo: perché il signore del castello altri non è che Lucifero in persona, e il signore delle tenebre gli ha permesso l’accesso soltanto perché vuole offrirgli un insolito patto. Il Diavolo vuole riguadagnarsi il suo posto in Paradiso, e per ottenerlo deve trovare la Cura per il Dolore del Mondo. Von Bek è l’uomo che egli ha scelto per compiere questa impresa quasi impossibile: se von Bek avrà successo in questa ricerca, Lucifero rinuncerà a ogni diritto sulla sua anima persa. Comincia così una splendida avventura attraverso l’Europa del diciassettesimo secolo in tutta la sua truculenta, sanguinosa, terribile grandezza, e poi attraverso una strana e fantastica terra di mezzo che sta tra il Cielo e l’Inferno ed è dimora di meravigliose creature mitologiche e demoni e mostri di tutte le forme.

Il massaggio erotico. Una guida raffinata alle più sensuali tecniche di stimolazione

Questo volume descrive le più sensuali tecniche di stimolazione. Gli autori, esperti di Yoga, massaggio Thai e sesso tantrico, propongono una grande varietà di carezze, tocchi energici, posizioni statuarie e giochi erotici con seta e piume per eccitare o rilassare il partner dalla testa alle dita dei piedi. Ampio spazio è dedicato ai suggerimenti pratici per la preparazione dell’ambiente – un momento importante quanto il massaggio stesso -, dalla disposizione delle candele alla scelta della musica, dei profumi e dei cibi. Infine, grande rilevanza è data alle sottili implicazioni psicologiche di un massaggio erotico, sia per chi lo esegue sia per chi lo riceve.
**

Il massacro di Addis Abeba

Ci sono pagine della storia d’Italia che conosciamo ormai a memoria, e altre su cui ancora non è stata scritta la parola “fine”. E poi ci sono le pagine dimenticate, relegate all’oblio perché troppo dolorose. Anche quelle, però, fanno parte del nostro passato. In questo caso, del nostro passato di “potenza imperialista”. La mattina del 19 febbraio 1937, ad Addis Abeba, il viceré Rodolfo Graziani e le autorità italiane che da nove mesi governano un terzo dell’Etiopia celebrano la nascita del primo figlio maschio del principe Umberto di Savoia. Ma un gruppo d’insorti riesce a superare i controlli e, all’improvviso, otto bombe a mano seminano il caos tra quei notabili. Di fronte al bilancio – sette morti e decine di feriti, compreso lo stesso Graziani – il Duce ordina la repressione: “Tutti i civili e religiosi comunque sospetti devono essere passati per le armi”. È così che si scatena uno dei massacri più ignobili della parentesi coloniale italiana: giorni di terrore, tra omicidi e saccheggi, durante i quali migliaia di innocenti vengono trucidati con sistematica brutalità. Repressione che culmina, nel maggio dello stesso anno, con l’eccidio di centinaia di monaci, preti e pellegrini cristiani della Chiesa etiope, tutti disarmati, radunati nel monastero di Debra Libanos. Intanto, le Camicie nere ne approfittano per azzerare l’intellighenzia del Paese, in un vero e proprio pogrom. Con precisione accademica e passo narrativo, Ian Campell ricostruisce in questo saggio una delle atrocità meno conosciute del regime fascista, analizzandone premesse e conseguenze, senza fare sconti a nessuno. Prefazione di Richard Pankhurst.
**
### Sinossi
Ci sono pagine della storia d’Italia che conosciamo ormai a memoria, e altre su cui ancora non è stata scritta la parola “fine”. E poi ci sono le pagine dimenticate, relegate all’oblio perché troppo dolorose. Anche quelle, però, fanno parte del nostro passato. In questo caso, del nostro passato di “potenza imperialista”. La mattina del 19 febbraio 1937, ad Addis Abeba, il viceré Rodolfo Graziani e le autorità italiane che da nove mesi governano un terzo dell’Etiopia celebrano la nascita del primo figlio maschio del principe Umberto di Savoia. Ma un gruppo d’insorti riesce a superare i controlli e, all’improvviso, otto bombe a mano seminano il caos tra quei notabili. Di fronte al bilancio – sette morti e decine di feriti, compreso lo stesso Graziani – il Duce ordina la repressione: “Tutti i civili e religiosi comunque sospetti devono essere passati per le armi”. È così che si scatena uno dei massacri più ignobili della parentesi coloniale italiana: giorni di terrore, tra omicidi e saccheggi, durante i quali migliaia di innocenti vengono trucidati con sistematica brutalità. Repressione che culmina, nel maggio dello stesso anno, con l’eccidio di centinaia di monaci, preti e pellegrini cristiani della Chiesa etiope, tutti disarmati, radunati nel monastero di Debra Libanos. Intanto, le Camicie nere ne approfittano per azzerare l’intellighenzia del Paese, in un vero e proprio pogrom. Con precisione accademica e passo narrativo, Ian Campell ricostruisce in questo saggio una delle atrocità meno conosciute del regime fascista, analizzandone premesse e conseguenze, senza fare sconti a nessuno. Prefazione di Richard Pankhurst.

Il mascheraio innocente

Nel semiducato di Mardavia ci sono tre meraviglie: le cipolle rosa dallo squisito profumo, i veloci cavalli tòcheri e infine Bamberto, uno straordinario artigiano capace di fare maschere di legno e cartapesta davvero uniche al mondo. Tale è la fama del mascheraio, che la duchessa di Lempignac lo manda a chiamare dalla lontana Francia per farsi preparare una maschera di Carnevale, e Bamberto, come sempre, ne realizza una bellissima. Solo che qualcuno la riempie di vespe, e ad andarci di mezzo è proprio l’innocente mascheraio, subito condannato al taglio della testa. Ma Bamberto saprà salvarsi grazie a due virtù che spesso aiutano i deboli contro i potenti: L’astuzia e La fantasia…

Il marziano e il vampiro

Ancora altre storie tratte dal più famoso dei Magazine, Weird Tales. I Titoli: IL MARZIANO E IL VAMPIRO di E. Everett Evans, ANNA BOLENA di Dorothy Quick, L’INVULNERABILE di Ray Bradbury, NUDO CON UN PUGNALE di John Flanders, POLVERE COSMICA di Donald Wandrei, L’ORA FINALE di Chester S. Geier, LA VENDETTA VOODOO di Kirk Washburn, I TRE PENNY CONTRASSEGNATI di Mary Elizabeth Counselman, IL VISITATORE DA KOS di E. Everett Evans, LA PROGENIE DEL MAELSTROM di Derleth – M. Schorer, ALI di Edmond Hamilton e LA VENDETTA di August W. Derleth.

Il marxismo occidentale

Nato nel cuore dell’Occidente, con la Rivoluzione d’Ottobre il marxismo si è diffuso in ogni angolo del mondo, sviluppandosi in modi diversi e contrastanti. Contrariamente a quello orientale, il marxismo occidentale ha mancato l’incontro con la rivoluzione anticolonialista mondiale – la svolta decisiva del Novecento – e ha finito col subire un tracollo. Ci sono oggi le condizioni per una rinascita del marxismo in Occidente?

(source: Bol.com)

Il marito perfetto

Justin Sterling, secondogenito del marchese di Thurston, è un abile uomo d’affari e anche un impenitente donnaiolo. Una sera al club partecipa a una scommessa: sedurre entro un mese “l’inespugnabile” Arabella Templeton. Inaspettatamente, Justin soccombe al suo fascino, ma dubita di poter essere riamato. Come potrà quindi vincere la scommessa e al contempo proteggere Arabella da se stesso, dal momento che lei sembra decisa a non permetterglielo?

Il marito in collegio

La giovane e avvenente Carlotta Wonder, della famiglia dei nobilissimi Madellis-Food-Foulard-Wonder, si trova dinanzi a un difficile problema: deve sposarsi nel giro di quarantotto ore, e con un uomo gradito allo zio Casimiro Wonder, altrimenti lo stesso zio Casimiro getterà tutta la nobilissima famiglia sul lastrico, lasciando la sua fortuna agli orfanelli. Posta di fronte a una così dura alternativa, la povera fanciulla ha ben chiaro il suo dovere: si sacrificherà per il bene della famiglia. Si dà da fare, ma il tempo è poco, e il difficile zio respinge tutti i suoi pretendenti. Alla fine Carlotta sarà costretta a sottoporre all’approvazione di zio Casimiro un giovane e aitante artigiano…
**

Il mare di pietra

Prenotate una stanza alle Eolie soltanto se non avete paura quando appoggiate l’orecchio contro un petto al cui interno batte un cuore. Perché questo è ciò che fa un vulcano per tutta la notte, pulsa e respira. Sappiate che il mare può insegnare moltissime cose di vitale importanza e che una volta imparate non c’è modo di dimenticarle. Insegna l’attaccamento alla vita e a guardare lontano.

Ogni isola delle Eolie ha un mezzo congeniale per essere visitata. Stromboli chiede di essere circumnavigata sui gozzi da pesca. Lipari vuole essere scoperta in motorino, percorrendo la strada ad anello che la avvolge e ne svela l’intimità una curva alla volta. A Panarea circolano solo golf car, le auto elettriche tipiche dei campi da golf. Perlustrate Filicudi in autostop e Alicudi su un mulo. Scalate il cratere dell’isola di Vulcano a piedi, e scoprite Salina esaminandola dai suoi mezzi di linea. Spostatevi da una all’altra quanto più potete. Perché le Eolie sono sette. E per sentire il loro racconto completo bisogna visitarle tutte e tornare e ritornare anche dove si è già stati. La storia delle Eolie è una storia che non ha un inizio e non ha una fine. È una storia che ha la forma perfetta dell’arcipelago.

(source: Bol.com)

Il mare delle spade

Allorché l’emblema del martello da guerra Aegis-fang viene trovato impresso sulla schiena di un fuorilegge dissoluto, Drizzt comincia a temere per la sicurezza di Wulfgar. L’elfo scuro e i suoi compagni decidono di scovare il barbaro una volta per tutte. Mentre i suoi compagni lo cercano, Wulfgar, con il capitano Deudermont, salpa in cerca di Aegis-fang, finito nelle mani della vile piratessa Sheila Kree…
**