67665–67680 di 74503 risultati

Il naso

La notissima storia dell’assessore collegiale Kovalev che perde misteriosamente il suo naso, lo incontra per le strade della città e ancor più misteriosamente ne torna in possesso, mescola due elementi apparentemente inconciliabili: una descrizione accurata e realistica e una situazione totalmente assurda. Una satira che si avvale di elementi grotteschi e di toni da fiaba, illustrata dal maestro del dettaglio Gennady Spirin. Età di lettura: da 8 anni.

Il nano e la bambola. Racconti 1950-1970

Una raccolta in cui emergono i temi cari allo scrittore di Colonia, premio Nobel nel 1972: il disgusto per la guerra e il nazismo, il senso della fame e della solitudine, la solidarietà umana vissuta in una gamma che va dal più acuto assillo sociale ad un misticismo cristiano sentito in modo del tutto creaturale. Ma anche la satira di un perbenismo e di un benessere dietro i quali si annidano i mostri dell’intolleranza e dello sfruttamento, l’amore tra uomo e donna, la buffoneria anarcoide quale rifugio ultimo in un mondo terribilmente serioso, il rispetto della piccola e povera gente, un moralismo senza tavole legali, ma insonne nel verificare le proprie azioni e i loro veri moventi.
**

Il muro dei serpenti

Il Dr. Reed Chalmers, professore di psicologia al Garden Hospital, ha elaborato la teoria della simultanea esistenza di un’infinità di mondi possibili. Non c’è alcuna ragione, sostiene il professore, che uno di questi mondi sia meno reale di qualunque altro. E il suo giovane assistente, Harold Shea, decide di provare in via sperimentale la teoria del Dr. Chalmers. La prova riesce, ma gli errori sono inevitabili nell’applicazione pratica della scienza teorica. Quante spericolate avventure per i nostri due apprendisti stregoni! Dapprima nel regno del Mito Irlandese, poi nella terra di Faerie e nel « Castello di Ferro». Gli apprendisti stregoni sono diventati dei gran maestri. Ora li attende il fantastico mondo di KALEVALA, nell’orribile incantesimo del «Muro dei serpenti».

Il mostro di Firenze. La vera storia (1968-1985… 2012)

Giuseppe Dell’Amico, figlio del colonnello dei carabinieri Olinto Dell’Amico ripercorre in un testo unico nel suo genere le indagini e gli aspetti più reconditi del più importante caso criminologico italiano, quello del “Mostro di Firenze”. “Volendone lasciar intendere solamente alla fine le piene motivazioni che mi hanno spinto a scriverne. È questa la ricostruzione di un’indagine che ha lo scopo di far luce, una volta per tutte ed aldilà d’ogni tipo di perplessità o condizionamento, su tutta quella trama di fatti, rimasti all’oscuro e senza risposta che, a circoscritto dominio, contribuirono a tesserne la tela ad uno dei casi investigativi più discussi del ventesimo secolo, passato ai posteri come quello del Mostro di Firenze”.
**

Il mostro del plenilunio

“E uno dei più spaventosi fra questi mostri della notte (che si trovano anche nella nostra ridente terra di Francia) è una figura terrificante che durante il giorno può nascondersi sotto l’aspetto di un bell’uomo, oppure di una graziosa donna sorridente: ma durante la notte diventa un’orribile bestia dagli artigli sporchi di sangue. Così vi dico, perfino a voi che vivete nella città di Parigi, quando la vostra lampada durante la notte sparge una luce fioca, e voi sentite un lieve battito di dita sui vetri della vostra finestra, non aprite la porta a questo ingannevole viandante che…”.

Il mosaico di Parsifal

Un inquietante alone di mistero avvolge l’identità di Parsifal. È forse l’uomo che tiene le fila di un gioco pericoloso per l’umanità intera?Il mondo dei servizi segreti è per Parsifal davvero segreto? E perché in mezzo agli intrighi e alla violenza è sempre presente? Chi è veramente?Maestro indiscusso del thriller, Ludlum regala al suo pubblico un romanzo che ha in sé la materia prima della narrativa di tensione.

(source: Bol.com)

Il morso del Drago

***«Non sono uomini quelli. E nemmeno bestie, perché le bestie hanno pietà e uccidono solo per necessità.» ***
Sono due le nuove indagini che vedono coinvolto Lorenzo Visconti, detto il Drago, insieme al socio Jamel, giovane francese mago dei computer. La prima è quella che gli commissiona il suo ex avvocato, Marinetti, che due anni prima l’aveva difeso per un crimine mai commesso. Con l’ormai imprescindibile aiuto della poliziotta Lara Serrano e del maresciallo dei carabinieri Barillà, la strana coppia dovrà far luce sul caso di un uomo accusato di aver ucciso il fratello. La seconda indagine ha invece l’obiettivo di smantellare una rete che organizza combattimenti fra cani. Le sevizie e le brutalità che Drago porterà alla luce turberanno profondamente il suo spirito animalista e scateneranno la sua reazione più feroce.
Con *Il morso del Drago* Lorenzo Visconti torna a condurci in una Milano piena di contraddizioni, tra borghesia benestante e criminalità organizzata, palazzi nobiliari e case di ringhiera decadenti.
**

Il moralista

Un implacabile assassino colpisce nei dintorni di Amburgo. La prima vittima, trovata dal commissario Jan Fabel, è una ragazzina bionda: stringe tra le dita un biglietto che la identifica con una tredicenne scomparsa da tre anni. Poco dopo vengono rinvenuti i cadaveri di una coppia: lui tiene in mano un tovagliolo pieno di briciole di pane. La terza macabra scoperta riguarda invece una top model di nobili origini: ammazzata nel giorno del suo compleanno, giace nuda con una rosa. L’omicida le ha tagliato una ciocca bionda e ha lasciato un biglietto: “La bella addormentata nel bosco”. Mentre cerca una pistola per individuare l’autore dei delitti, Fabel viene a conoscenza di una strana teoria concernente uno dei due fratelli Grimm…
**

Il mondo proibito

Esplorando quel settore della Via Lattea per conto del Servizio Medico Interstellare, Calhoun non immaginava di doversi trasformare nel deus ex machina di una feroce guerra interstellare!… Calhoun, protagonista di tutte le avventure dell’Astronave Medica Aesclipus, insieme all’inseparabile torma! Murgatroyd (i tormal, per chi non lo sapesse, sono deliziosi animaletti capaci di trasformarsi, all’occorrenza, in un perfetto laboratorio medico naturale, e capaci anche di tenere compagnia a un essere umano durante i lunghi balzi attraverso l’iperspazio) si trova in un settore della Via Lattea nel quale ormai da secoli nessun medico è mai stato inviato: e si trova immediatamente al centro di un conflitto interstellare, tra gli abitanti di due pianeti divisi dall’incomprensione e dall’odio. Attraverso l’irresistibile prosa di Murray Leinster, uno degli scrittori più amati dai lettori di tutto il mondo, ci troviamo a vivere le tragicomiche avventure del giovane medico galattico, che tra balzi tra le stelle e inseguimenti e attacchi risolve in modo del tutto inconsueto una guerra cosmica…

Il mondo invisibile

Ray Cummings, scrittore riconosciuto tra i padri fondatori della moderna fantascienza, ha legato la sua fama all’avventura, alle storie movimentate e turbinose di straordinari eventi nello spazio, nel tempo e nelle dimensioni: e questo suo romanzo inedito in Italia ci offre una vicenda ancora più bizzarra e ancora più avvincente delle altre che già conosciamo sui molti mondi dimensionali coesistenti con il nostro piano terrestre. Cosa accade quando, nelle Bermude, misteriose apparizioni cominciano a turbare la quiete delle isole? E cosa accade quando coloro che vengono ritenuti fantasmi o visioni cominciano a rapire le giovani donne più belle delle isole? Questo nuovo ratto delle Sabine è solo il primo passo di una strana guerra di conquista… la guerra che il mondo dell’Altra Dimensione muove alla nostra Terra, minacciando perfino, con armi spaventose e invincibili, le più orgogliose metropoli del nostro pianeta!

Il mondo è marcio

In questo nuovo romanzo di Ross MacDonald, Lew Archer, l’anti-eroe che fa l’investigatore privato con civiltà, umanità e intelligenza, si trova a districarsi in un rovente labirinto disseminato di segreti sepolti da un pezzo, i segreti di una famiglia ricca che non vuol perdere la posizione e la faccia. Un cimelio perduto, un sanguinoso delitto che chiama altro sangue, la vita di un ragazzo avvelenata da un sordido crimine commesso per avidità di denaro prima che egli nascesse, ecco i principali elementi nella vicenda di «Il mondo è marcio». Qui si può dire che MacDonald sia sulla cresta dell’onda: ci ha dato un romanzo acuto, spietato verso il mondo di cui fa la vivisezione e tutto questo senza dimenticare ciò che vogliono i lettori di Gialli: fremito, suspense.

Il mondo di Lavalite

Tra i classici moderni della fantascienza d’avventura, il ciclo dei Fabbricanti di Universi (Cosmo Oro n. 15) di Philip José Farmer detiene un posto speciale. L’inesauri-bile vena inventiva dell’autore, la freschezza narrativa delle storie, l’originalità dello spunto di partenza, ne fan-no un capolavoro affascinante e inimitabile. Il mondo di lavante, è il quinto e ultimo romanzo della saga dei Signori, gli umani immortali ed estremamente progrediti tecnologicamente che si sono creati gli «uni-versi tascabili», i cosmi privati costruiti in base ai loro gusti personali, e ci trasporta sul mondo di Urthona, un mondo le cui forme e strutture mutano in continuazione. Qui le montagne sorgono dalle pianure oppure sprofon-dano dando luogo a terrificanti burroni nell’arco di una nottata, qui oceani insospettati ricoprono depressioni cre-atesi in pochi giorni, qui frammenti giganteschi del pia-neta si distaccano dalla massa principale e, dopo esser rimasti in orbita per qualche mese,’ tornano a precipitare nuovamente su di essa. C’è solo una via di scampo da questo mondo maledetto: il palazzo di Urthona, un minareto immenso e fiabesco. Paul Janus Finnegan, meglio conosciuto come Kickaha, e la sua compagna Anana, dovranno assolutamente rag-giungerlo per sfuggire alle insidie del pianeta (popolazio-ni barbariche, vegetazione semovente e assassina, preda-tori voraci, un paesaggio cangiante e da incubo) e dei lo-ro nemici acerrimi, i Signori Urthona e Orc il Rosso

Il mondo di ieri: Ricordi di un europeo

Il mondo di ieri. Ricordi di un europeo by Stefan Zweig
Cura e traduzione di Silvia Montis
Edizione integrale
Scritto negli anni dell’esilio e pubblicato postumo nel 1942 a Stoccolma dalla casa editrice Bermann-Fischer, Il mondo di ieri è l’opera più nota di Stefan Zweig, un’intensa e struggente rievocazione di quella Felix Austria di cui lo scrittore interpretò con sagacia i turbamenti. Dalla Vienna dei fasti imperiali, culla di uno straordinario fermento culturale, Zweig tratteggia il lento declino di un mondo che, con lo scoppio della Grande Guerra, cederà il passo a una nuova Europa: una terra mutilata, stravolta dall’odio e affamata dall’inflazione, le cui cicatrici indelebili costituiranno l’humus fertile su cui attecchirà la fatale parabola del nazismo. Il mondo di ieri è il testamento spirituale che Zweig consegna alle generazioni a venire, un’analisi lucida e appassionata della tragica eredità in cui affonderanno le radici del «mondo di domani»: il nostro.
Stefan Zweig
(Vienna, 1881–Petrópolis, 1942) crebbe nella Vienna di fine Ottocento, ed esordì giovanissimo sulla scena letteraria. Autore di raffinata formazione culturale e artistica, scrisse novelle, romanzi, poesie, opere teatrali, saggi letterari e biografie storiche, e conobbe uno straordinario successo mondiale tra gli anni Venti e Trenta. Dopo l’ascesa al potere del nazismo, Zweig – le cui opere furono bruciate nei roghi dei libri del 1933 – dovette rifugiarsi, essendo di origine ebrea, in Inghilterra, poi a New York e infine in Brasile. Morì suicida nel febbraio del 1942. Delle sue opere la Newton Compton ha pubblicato Il mondo di ieri, Novella degli scacchi – Paura – Lettera di una sconosciuta e Mendel dei libri – Amok – Bruciante segreto.

Il Mondo Di Grimm

Svir Hedrig è un giovane astronomo e, come tutti, è un entusiasta lettore della rivista Fantasie, che da settecento anni dispensa intrattenimento, storia e cultura sul suo mondo. L’incontro inatteso con l’enigmatica Tatja Grimm e la scoperta che l’unica collezione completa della mitica testata sta per essere distrutta dal tirannico Tar Benesh, reggente di Crownesse, lo spingono ad accettare con troppa leggerezza una pericolosa alleanza. Ben presto, quella che era iniziata come una nobile impresa nel nome della cultura si tramuta in una cruenta lotta per il potere a causa degli oscuri disegni di Tatja, ma il vero pericolo è forse altrove. Forse si trova fra i non meno oscuri disegni di una grande civiltà interstellare, e la tragedia scoppia per davvero con l’avvicinarsi del tempo della “raccolta”…

INDICE
LA VISTA DALLA CIMA DELLA TORRE
The View from the Top of the Tower (1986)
HARRY HARRISON

Il mondo di Fessenden

Ventunesimo volume della collana, Il Meglio di Weird Tales propone altre storie fantastiche tratte dal famoso Magazine: LA DISTORSIONE DELLO SPAZIO di Francis Flagg, LA PIÙ VECCHIA STORIA DEL MONDO di Murray Leinster, SAHARA di G.G. Pendarves, IL PASSEGGERO IMPREVISTO di Stephen Grendon, ATLANTAN di Nictzin Dyalhis, LA VENDETTA DI ERIC MARTIN di Jay Wilmer Benjamin, IL FANTASMA ASSASSINO di Fritz Leiber e I MONDI DI FESSENDEN di Edmond Hamilton.