67361–67376 di 75864 risultati

Maigret e l’omicida di rue Popincourt

«Sporgendosi dalla ringhiera, la signora Maigret guardava il marito scendere le scale con passo pesante un po’ come avrebbe guardato uno scolaro che andava ad affrontare un esame difficile. Lei non ne sapeva molto di più dei giornali, ma quel che i giornali ignoravano era con quanta energia suo marito si sforzava di capire, con quanta concentrazione affrontava certe inchieste. Era come se si immedesimasse con quelli a cui dava la caccia e soffrisse i loro stessi tormenti».

Maigret al Quai des Orfevres

LE INCHIESTE DEL COMMISSARIO MAIGRET
La polizia parigina è di nuovo in stato di allarme. Alcuni efferati delitti sono stati commessi; altri ne sono stati annunciati. Al Quai des Orfèvres regna la massima agitazione. Solo Maigret riesce a mantenere i nervi saldi e a dirigere con la consueta abilità le operazioni.
La caccia agli assassini sarà lunga e irta di difficoltà, ma alla fine i colpevoli saranno tutti assicurati alla giustizia.
Una chiromante, cinque donne parigine e un innocuo vagabondo, queste le vittime dei tre romanzi raccolti in questo volume. Maigret e l’affare Picpus, La trappola di Maigret e Maigret e il vagabondo: tre delle più famose indagini del celebre commissario creato dalla penna dell’inimitabile Simenon.

Maigret al Liberty Bar

Cannes, Antibes, Juan-les-Pins, la Costa Azzurra:
in un tripudio di sole, Maigret deve scovare l'autore di un assassinio quanto mai arduo, perché induce il commissario a ricercare «informazioni confidenziali su alcuni pezzi grossi del commercio di lane australiane. Fra l'altro la vicenda segreta di un ex agente del controspionaggio francese, le istruzioni per Maigret sono di agire con la massima discrezione e "soprattutto evitare scandali. Ma non solo nell'ambiente dei grandi ricchi e dell'alta società il commissario va alla ricerca dell'assassino di Mr. Brown, bensì nei sordidi vicoli del porto di Cannes, nei piccoli bistrò dove i marinai degli yacht fanno spesso sosta. In uno di questi, il "Liberty Bar", Maigret vive un'esperienza straordinaria, fuori del normale anche per un uomo della sua tempra. E comincia a capire chi era in realtà William Brown, che genere di vita, o meglio di doppia vita, conduceva, che cosa lo aveva spinto a trascurare gli ozi dorati di quella "café society" che ha sulla Costa Azzurra uno dei suoi ritrovi preferiti, per trascorrere giornate intere nel buio retrobottega del "Liberty Bar".

Maigret al convegno dei Terranova

In *Au Rendez-Vous des Terre-Neuvas* (scritto a bordo dell’Ostrogoth nel luglio del 1931 e apparso alla fine dello stesso anno) Maigret, che non è ufficialmente incaricato dell’inchiesta, si trova ad assumere un ruolo che si sarebbe tentati di definire da voyeur: nello sforzo, ancora una volta, di ricostruire un’atmosfera per giungere alla soluzione di un enigma, egli si inoltra, non senza turbamento, nelle pieghe oscure di un torbido dramma passionale, al centro del quale c’è una donna troppo desiderabile e troppo facile, e i desideri e i conflitti che la sua sola presenza è riuscita a scatenare in un universo esclusivamente maschile.

Mai donna

Quando Frith appare sulla scena, il pubblico è preso dalla forte carica di sensualità della giovane cantante. Una sera ad assistere alla sua esibizione c’è anche Dominic Lord, il ricco proprietario di una catena di Hotel. Per Dominic una storia d’amore con Frith è inevitabile, per lei invece un simile legame è impossibile: lei conosce la verità, sa che quella che presenta al pubblico è solo una facciata scintillante. Sotto, vi si nascondono ansie e sensi di colpa, frustrazioni e inibizioni e l’angosciosa consapevolezza che non riuscirà mai ad amare un uomo
(source: Anobii.com)

Mai ci fu pietà. La vera storia della banda della Magliana dal 1977 fino ai giorni nostri

Aggiornato fino agli ultimi inquietanti sviluppi sulla più violenta organizzazione criminale romana. Centinaia di verbali e informative riservate con cui la giornalista Angela Camuso descrive e fa parlare i protagonisti senza omettere nomi, luoghi e circostanze in una sequenza agghiacciante e avvincente di delitti, intrighi e misteri raccontata con la voce dei criminali, figli maledetti del popolo e della miseria, che iniziano la loro sanguinosa parabola nell’ultimo scorcio dei turbolenti anni Settanta. Lo stesso Antonio Mancini – ex capo storico della banda – definisce questo libro “l’unico che ricostruisce le cose senza aggiungere nulla di suo, scrive la verità. Qui c’è la storia”. I vertici della banda della Magliana conquistano il mercato romano dell’eroina, eliminando i concorrenti e mantenendo saldo il potere grazie al fiuto per gli affari di uno dei suoi capi, Enrico De Pedis la cui tomba, situata all’interno della cripta della chiesa di Sant’Apollinare, è stata recentemente aperta perché si sospettava contenesse anche i resti di Emanuela Orlandi – il quale iniziò a ripulire fiumi di denaro insieme al “cassiere” Enrico Nicoletti. La banda finì per autodistruggersi, decimata prima da una faida interna e poi da una catena di clamorosi “pentimenti” che illumineranno tanti misteri d’Italia. Sebbene gelosi della loro autonomia, i banditi furono abbastanza spregiudicati da vendere l’anima a Cosa nostra, camorra, terrorismo… Introduzione di Otello Lupacchini.
**

Magic. Gli ultimi racconti di fantascienza

Il volume si compone di otto racconti satirici aventi per protagonisti un perdigiorno pasticcione, George, e un diavoletto extraterrestre, Azazel. E poi, due fiabe che non sono inferiori, quanto a concezione, ai classici testi di Andersen e dei fratelli Grimm. Infine è presente una sezione teorica contenente scritti dedicati al rapporto tra fiction e non-fiction e tra fantasy e fantascienza.

Magia Rossa

Nella Milano di metà anni ’70, Mario Montrese, consulente di archeologia industriale al Museo della Scienza, rimane colpito da un articolo pubblicato su una rivista di storia da un compagno di studi, Alberto Bellini. Vi si parla di un episodio delle repressioni operate dal generale Bava Beccaris nel maggio del ’98, e soprattutto delle imprese di un mago anarchico e scapigliato, forse folle, sicuramente “sovversivo” per i parametri dell’epoca: Tommaso Reiner. Con la sola forza del pensiero, Reiner sembra capace di fermare a distanza i macchinari dell’industria, o di far scoppiare i fucili dei carabinieri puntati sugli operai in fuga. Avvolto in fumi sulfuree Reiner compare anche nel resoconto di una serata medianica in casa di un avvocato scettico, presenti il comico Ferravilla, la sua amante Emma Ivon, lo scultore Bazzaro e vari scapigliati. L’avvocato perisce nello scoppio di una macchina galvanica. Ce n’è abbastanza per mettere sulle tracce di Reiner i due amici e Marisa, che è la donna di Mario dopo esserlo stata di Alberto. Puntualmente la caccia si complica di morti ammazzati e inquietanti prodigi: idoli che si animano, automi assassini, visioni d’incubo, morti viventi, in un intreccio sempre più fitto di coincidenze e disvelamenti. Si direbbe che Tommaso Reiner è vivo, vivissimo, ben deciso a difendere il suo segreto…
**

Magia nera

Savannah Dubrinsky è la regina dei sortilegi, una maga famosa in tutto il mondo, capace di incantare chiunque con la sua abilità e il suo fascino magnetico. Giovane, fiera e indipendente, non ha paura di nulla, e nessuno è mai riuscito a domarla. Ma ora Gregori, uno fra i più antichi e potenti carpaziani, è venuto a reclamarla dopo secoli di vuoto e solitudine, e, grazie alla magia nera che lui solo conosce, ha preso a sussurrare alla sua mente che il fato vuole vederli uniti e che lei è nata per salvare la sua anima immortale. E per Savannah sarà difficile resistergli, perché solo lei può illuminare il buio in cui l’oscura anima di Gregori si trova… Un capitolo ancora più dark della saga di Christine Feehan, pieno di disperazione, amore, rituali antichi come il tempo e ineluttabili come il destino.

Madouc

Prima di sprofondare per sempre nelle impetuose acque dell’Oceano Atlantico, esistevano la leggendaria Lyonesse e le Elder Isles, luoghi che erano la dimora di maghi, re, principesse e cavalieri, di misteriosi intrighi e terribili incantesimi. Ma ora in queste isole, l’antica saggezza, sorretta da virtù non ancora sopite, sta lottando per non essere sopraffatta dall’assalto degli inesausti avversari del Bene. Un trio di potenti sovrani ha ordito un’oscura trama per distruggere in un bagno di sangue la fragile serenità di quelle terre. E nel tumultuoso conflitto che si sta per scatenare è la giovane principessa Madouc a tenere in pugno il segreto della vittoria.

MACCHINA E UOMO NELLA SOCIETA’ INDUSTRIALE.

Il libro si suddivide in sette capitoli che tracciano un efficace profilo dello sfondo storico-culturale sul quale si è venuta sviluppando la società industriale, delle caratteristiche essenziali dell'organizzazione scientifica del lavoro e delle profonde influenze che questa esercita non solo sui modi di produrre, ma sulle abitudini di vita, di consumo e sui valori delle popolazioni urbane e rurali. L'industrializzazione come processo globale è oggi la componente di fondo che definisce gli Stati moderni indipendentemente dal loro retroterra ideologico e dalle loro strutture istituzionali. Questo libro è una chiave per l'interpretazione corretta di questo fenomeno che va modellando il nostro destino.

Macaronì

Macaronì by Francesco Guccini, Loriano Macchiavelli
1938, Appennino tosco-emiliano. Un prete viene ritrovato morto in un fiume. Sembra un incidente, ma un maresciallo dei carabinieri dovrà affrontare altre morti inquietanti prima di risolvere un mistero che affonda le sue radici in un passato di dolori e miserie.
Un eclettico cantautore e un noto giallista danno vita a un indimenticabile romanzo poliziesco.

Maat. Il segreto della pietra di luce

Dopo l’assassinio di Nefer, il Luogo della Verità è a un passo dalla rovina. Il traditore resta ancora sconosciuto e tra gli artigiani ognuno guarda con sospetto l’amico e il fratello. Il disegno dei perfidi nemici della confraternita sembra destinato a compiersi. L’unica speranza è riposta in Paneb l’Ardente, cui spetta l’arduo compito di smascherare l’assassino e riportare la pace. Ma solo la dea Maat sa quale sorte sia riservata al Luogo della Verità e ai suoi eroici abitanti.
**

Ma l’amore no

Sull’onda degli ultimi, straordinari successi del Pansa saggista, la proposta, in una nuova edizione, del primo romanzo da lui dedicato agli anni cruciali tra il ’43 e la fine del secondo conflitto. In pagine di grande freschezza e sensibilità, l’autore racconta l’infanzia di un bambino piemontese: i genitori, la nonna, le ragazze e le prime domande importanti mentre intorno infuria la guerra civile.
**

Ma gli androidi sognano pecore elettriche

Nel 1992 la Guerra Mondiale ha ucciso milioni di persone, e condannato all’estinzione intere specie, costringendo l’umanità ad andare nello spazio. Chi è rimasto sogna di possedere un animale vivente, e le compagnie producono copie incredibilmente realistiche: gatti, cavalli, pecore…Anche l’uomo è stato duplicato. I replicanti sono simulacri perfetti e indistinguibili, e per questo motivo sono stati banditi dalla Terra. Ma a volte decidono di confondersi tra i loro simili biologici. A San Francisco vive un uomo che ha l’incarico di ritirare gli androidi che violano la legge, ma i dubbi intralciano a volte il suo crudele mestiere, spingendolo a chiedersi cosa sia davvero un essere umano. Il romanzo che ha ispirato Blade Runner