66529–66544 di 75864 risultati

Shadowhunters. Le origini – 2. Il principe

In una Londra vittoriana fosca e inquietante, e nel suo magico mondo nascosto, Tessa Gray crede di avere finalmente trovato tranquillità e sicurezza con gli Shadowhunters, i cacciatori di demoni, che proteggono lei e il suo terribile potere dalle mire del perfido Mortmain. Ma con lui e il suo esercito di automi ancora in azione, il Consiglio vuole spodestare Charlotte Fairchild, per affidare il comando a Benedict Lightwood, uomo senza scrupoli e affamato di potere. Nella speranza di salvare Charlotte, Will, Jem e Tessa decidono di svelare i segreti del passato di Mortmain e scoprono sconvolgenti legami fra gli Shadowhunters e la chiave del mistero dell’identità di Tessa. La ragazza, intrappolata nei sentimenti che prova per Will e Jem, si trova a dover compiere una scelta cruciale quando scopre in che modo gli Shadowhunters abbiano contribuito a fare di lei “un mostro”. Sconvolta, Tessa è tentata di schierarsi con il fratello Nate dalla parte di Mortmain. Ma a chi è davvero fedele? E chi ama, nel profondo del suo cuore? Soltanto lei può scegliere se salvare gli Shadowhunters di Londra oppure distruggerli per sempre.

Shadowhunters – 5. Città Delle Anime Perdute

Lilith, madre di tutti i demoni, è stata distrutta. Ma quando gli Shadowhunters arrivano a liberare Jace, che lei teneva prigioniero, trovano soltanto sangue e vetri fracassati. E non è scomparso solo il ragazzo che Clary ama, ma anche quello che odia, suo fratello Sebastian, il figlio di Valentine. Un figlio determinato a riuscire dove il padre ha fallito e pronto a tutto per annientare gli Shadowhunters. La potente magia del Conclave non riesce a localizzare né l’uno né l’altro, ma Jace non può stare lontano da Clary. Quando si ritrovano, però, Clary scopre che il ragazzo non è più la persona di cui si era innamorata: in punto di morte Lilith lo ha legato per sempre a Sebastian, rendendolo un fedele servitore del male. Purtroppo non è possibile uccidere uno senza distruggere anche l’altro. A chi spetterà il compito di preservare il futuro degli Shadowhunters, mentre Clary sprofonda in un’oscura furia che mira a scongiurare a ogni costo la morte di Jace? Amore. Peccato. Salvezza. Morte. Quale prezzo è troppo alto per l’amore? Di chi ci si può fidare, quando peccato e salvezza coincidono? Ma soprattutto: si possono reclamare le anime perdute?

Sfida all’amore

Lady Rachel Palmer è una delle ragazze più belle, affascinanti e seducenti della buona società. Nessuno può resistere al suo sorriso e alla sua indubbia eleganza. Non c’è uomo che non sarebbe disposto a tutto pur di averla al proprio fianco. Nessuno a parte David Gower: Rachel rappresenta infatti tutto ciò che per lui una donna non dovrebbe essere, frivola e viziata. Solo che Rachel ha intenzione di fargli cambiare idea…

Sezione Omicidi

Per Andrea Lucchesi incomincia una nuova vita: da ispettore della Sezione Furti e Rapine è stato promosso a commissario della Sezione Omicidi. Ma insieme con la promozione arrivano i guai, le responsabilità e soprattutto i rospi difficili da digerire. Senza contare che alla Omicidi si trova a scontrarsi ogni giorno con un’umanità spesso mediocre e violenta oltre l’immaginabile: tre casi di omicidio, tre donne uccise con ferocia e determinazione, tre vittime a cui rendere giustizia. Ma anche la vita privata non gli riserva belle sorprese: la figlia adolescente, sua unica vera ragione di vita, sembra sfuggirgli di mano, e per salvare questo rapporto Lucchesi deve ricorrere all’aiuto di una psicologa; i fantasmi del passato, carichi di dolore e colpe, non lo abbandonano mai; e le donne del presente sono per lui universi incomprensibili e pericolosi, dai quali fuggire. E ancora una volta ad Andrea Lucchesi restano la solitudine, la rabbia, la paura… Ma ancora una volta c’è una donna al suo fianco, che, nonostante il pessimo carattere che lo contraddistingue, lo ama abbastanza da volerlo salvare da se stesso: la bella e brava ispettrice Lucia Anticoli, compagna d’indagini insostituibile, ma anche presenza silenziosa e indispensabile nei giorni bui che lo attendono.

Settore Vega

Negli abissi dello spazio si annida una razza aliena il cui nome è distruzione; i Topidi! Nessuno può resistere di fronte alle loro orde invasori. Per la Terra la minaccia degli esseri lucertola potrebbe essere mortale e Perry Rhodan deve impedire che i Topidi attacchino un giorno il pianeta dell’uomo. Per far questo occorre portare l’attacco preventivo fin nel lontano settore di Vega di cui i Topidi hanno attaccato il sistema planetario. Per la prima volta lontanissimo dalla Terra, Perry Rhodan si trova ad affrontare un pericolo mortale che ha come posta la vita o la morte e la distruzione dell’uomo. La battaglia per le stelle è cominciata. . . la Terza Potenza lancia la sua sfida alla Galassia!

Sesso e apocalisse a Istanbul

Giona Castelli, libraio genovese che ha appena dovuto chiudere la sua attività in crisi, accetta l’invito per un soggiorno a Istanbul da Veronica Solari, detta Vero, con cui ha una relazione tenuta segreta. Vero è una donna ricchissima, con un immaginario erotico fantasioso e scatenato, lettrice compulsiva di romanzi, sposata con un importante uomo politico.
Il progetto della coppia è realizzare un sogno di sesso e di trasgressione, ma Giona è anche un intellettuale raffinato e, in attesa della donna va a trovare lo scrittore amico Ilhan Durcan, il traduttore arabo di Henry Miller Khaled Nejim e Giuseppe Maria Rizzi, detto Ritz, un amico d’infanzia, ora direttore dell’Istituto Italiano di Cultura. Rizzi è stato per tutta la vita un accanito cercatore di avventure omosessuali estreme, ma adesso ha smesso e confida a Giona di volersi sposare con il suo fidanzato.
È in un’atmosfera così, cosmopolita, avanzata, intellettualmente e sessualmente libera, che comincia l’avventura di Vero e Giona, ma presto questa vacanza erotica, questo scatenamento dei sensi che, per potersi schiudere aspetta solo il tepore e il profumo dell’Oriente e l’accompagnamento delle voci di quei poeti che più hanno saputo cantare le forze e il languore dell’eros, si tinge di nero.
L’ossessione di Vero, quella di essere posseduta da uno sconosciuto, prende le forme di un ragazzo italiano, genovese anche lui, investito senza danni dall’auto che trasporta la donna dall’aeroporto in albergo. È un incontro che si rivelerà fatale, un cappio che si stringe attorno al collo, uno dopo l’altro, di tutti i protagonisti.
Mescolando la sua conoscenza profonda delle evolutissime tradizioni che, al di sotto della cappa del conformismo e dell’integralismo, ancora innervano la vita culturale dell’Islam, con i fatti della cronaca più recente e i fantasmi dell’immaginazione erotica con le paure, le angosce dell’Occidente, Giuseppe Conte ha costruito un romanzo coraggioso e ricco di complessità e di furore, di dolore e di amore per la vita.
**
### Sinossi
Giona Castelli, libraio genovese che ha appena dovuto chiudere la sua attività in crisi, accetta l’invito per un soggiorno a Istanbul da Veronica Solari, detta Vero, con cui ha una relazione tenuta segreta. Vero è una donna ricchissima, con un immaginario erotico fantasioso e scatenato, lettrice compulsiva di romanzi, sposata con un importante uomo politico.
Il progetto della coppia è realizzare un sogno di sesso e di trasgressione, ma Giona è anche un intellettuale raffinato e, in attesa della donna va a trovare lo scrittore amico Ilhan Durcan, il traduttore arabo di Henry Miller Khaled Nejim e Giuseppe Maria Rizzi, detto Ritz, un amico d’infanzia, ora direttore dell’Istituto Italiano di Cultura. Rizzi è stato per tutta la vita un accanito cercatore di avventure omosessuali estreme, ma adesso ha smesso e confida a Giona di volersi sposare con il suo fidanzato.
È in un’atmosfera così, cosmopolita, avanzata, intellettualmente e sessualmente libera, che comincia l’avventura di Vero e Giona, ma presto questa vacanza erotica, questo scatenamento dei sensi che, per potersi schiudere aspetta solo il tepore e il profumo dell’Oriente e l’accompagnamento delle voci di quei poeti che più hanno saputo cantare le forze e il languore dell’eros, si tinge di nero.
L’ossessione di Vero, quella di essere posseduta da uno sconosciuto, prende le forme di un ragazzo italiano, genovese anche lui, investito senza danni dall’auto che trasporta la donna dall’aeroporto in albergo. È un incontro che si rivelerà fatale, un cappio che si stringe attorno al collo, uno dopo l’altro, di tutti i protagonisti.
Mescolando la sua conoscenza profonda delle evolutissime tradizioni che, al di sotto della cappa del conformismo e dell’integralismo, ancora innervano la vita culturale dell’Islam, con i fatti della cronaca più recente e i fantasmi dell’immaginazione erotica con le paure, le angosce dell’Occidente, Giuseppe Conte ha costruito un romanzo coraggioso e ricco di complessità e di furore, di dolore e di amore per la vita.

Serial killer. Storia, sangue, leggenda

La figura del serial killer incarna le dolorose inquietudini della nostra società: la violenza dilagante, lo sfacelo del senso civico, il cuore di tenebra della contemporaneità. Ma anche se questa definizione è stata coniata negli anni Settanta gli assassini seriali sono sempre esistiti. Harold Schechter delinea insieme a David Everitt una mappa esaustiva di questo agghiacciante fenomeno: i casi più eclatanti ed efferati, da Jack lo Squartatore al Mostro di Milwaukee, dalle “vedove nere” agli “strangolatori delle colline”, completi di tipologie, caratteristiche psicologiche, modus operandi, statistiche, curiosità. Arricchisce il quadro un’esclusiva appendice curata da Silvia D’Ortenzi, dedicata ad alcuni dei più celebri e brutali serial killer italiani. “Serial Killer. Storia, sangue, leggenda” indaga inoltre sulla grande attrazione esercitata dagli assassini seriali sull’industria culturale e sull’universo pop: l’arte, la letteratura, il cinema, la musica hanno attinto al campionario di atrocità e perversioni offerto dalla cronaca, e il fenomeno dei serial killer esercita da sempre una salda presa sull’immaginario collettivo. Con un’appendice sui serial killer italiani a cura di Silvia d’Ortenzi.
**

Serial killer: storie di ossessione omicida

Chi sono i serial killer e perché la nostra immaginazione è così colpita da queste terribili figure? Perché ci fanno paura, certo. Ma anche, e soprattutto, perché sono la personificazione di quanto c’è ancora di irrazionale, di ferino, di primordiale in noi e nella nostra vita apparentemente logica e ordinata.
È il mostro che aspetta in agguato, è l’orco che si nasconde dietro le nostre esistenze quotidiane, nelle nostre strade, nelle nostre menti, nei nostri cuori.
Un grande scrittore di noir e un “professionista della follia” uniscono le loro competenze per tracciare il ritratto di questi mostri del nostro tempo. Serial killer è anche un’esplorazione della psicologia di questi mostri efferati e un’indagine su tutti gli strumenti di cui oggi dispongono detective e magistrati per mettersi sulle tracce di questi omicidi ossessivi, sempre in bilico tra normalità e follia.

Serial killer italiani. Cento anni di casi agghiaccianti da Vincenzo Verzeni a Donato Bilancia

Assassini seriali. Da Vincenzo Verzeni alla saponificatrice di Correggio, dal mostro di Firenze a Donato Bilancia e Michele Profeta, passando dai casi Succo, Stevanin e Chiatti. Con piglio giornalistico e quasi in presa diretta, l’autore passa in rassegna la lunga galleria di casi avvenuti a partire dalla fine dell’Ottocento sino ai giorni nostri. In un paese, l’Italia, che resta tra i più colpiti dal fenomeno. Il disordine mentale, il dolore, la passionalità assassina, il bieco interesse, ma anche gli errori della scienza, le manipolazioni mediatiche, le intrusioni politiche, le reazioni dei familiari, la ferocia scatenata della folla.
**

Serenata per una pupa stesa

Be’, credetemi o andate a raccogliere cicoria, ma mai come questa volta ho incontrato bastardi così decisi a farmi ingoiare l’elisir di corta vita! Ammazzalo che testardaggine: tipicamente Britannica direi. E per forza, ragazzuoli: mi trovo dall’altra parte del Canale, tra i sudditi più o meno flemmatici di Sua Graziosissima Maestà Elisabetta.
E non certo per un viaggio di piacere…
Oddio, qualcuno di voi, magari, potrebbe anche montare al settimo cielo assistendo, al mio posto, alla triste impiccagione di quel bravo ragazzo di Emmanuel Rolle. Ma, allora, vuol dire che ci avete proprio del marcio nella cervice, e che i fegatelli vi vanno a schifio!
lo, invece, sono un sano e normale pulé francese, senza ^^^^Unte complicazioni sadomasochistiche nella cupola. E, se non vi fa schifo, vi dico subito che l’esecuzione di un povero ragazzo – e innocente per giunta! – mi fa ribollire i rognoni.
E allora, Inghilterra o non Inghilterra, mi scateno! E… DIO SALVI LA REGINA!

Separati dal cielo

Per far piacere a zia Margery che non vede l’ora di accasarla, Tiffany, affascinante hostess di volo, le ha parlato di un giovane di cui si è innamorata. Ma l’amicizia con Nick è finita presto lasciandole la bocca amara e l’imbarazzo di dover deludere la zia. Così, quando dovrebbe dirle la verità, per togliersi d’impaccio le annuncia il suo prossimo matrimonio con il comandante Ben Maxwell che lavora per la sua stessa Compagnia Aerea. Come mai le è sfuggito il nome di quell’uomo odioso che l’ha rimproverata e umiliata con fredda severità? Tiffany vorrebbe porre rimedio alla sua sciocca bugia, ma le notizie volano e l’intera faccenda ha ormai assunto proporzioni inattese…

Senza via di scampo

Quattro anni svaniti in pochi minuti… Jessica Fenton è senza parole e, per un attimo, senza prospettive future: ha appena rivisto Luke Ransome, l’uomo che non ha mai smesso di amare e che ha lasciato credendolo l’amante della sua matrigna. Come se non bastasse, però, lui le ha rivelato una verità sconvolgente: “Tutto quello che ti è successo in questi anni di fuga l’ho programmato io nei minimi dettagli. Ora manca l’ultimo atto: il nostro matrimonio”. Jessica tenta di…