66081–66096 di 72034 risultati

Eragon

Quando Eragon trova una liscia pietra blu nella foresta, è convinto che gli sia toccata una grande fortuna: potrà venderla e nutrire la sua famiglia per tutto l’inverno. Ma la pietra in realtà è un uovo. Quando si schiude rivelando il suo straordinario contenuto, un cucciolo di drago, Eragon scopre che gli è toccata in sorte un’eredità antica come l’ Impero. Forte di una spada magica e dei consigli di un vecchio cantastorie, dovrà cavarsela in un universo denso di magia, mistero e insidie, imparare a distinguere l’amico dal nemico, dimostrare di essere il degno erede dei Cavalieri dei Draghi…

Era meglio morire da piccoli? Nuovi monologhi

In questo libro non sono contenuti soltanto i principali interventi de “Il laureato”. Ci sono anche i migliori pezzi teatrali di Paolo Rossi, mai raccolti finora in un libro, tratti da “Pop e Rebelot”, “Operaccia Romantica”, il recentissimo “Milanon Milanin” e l’ormai lontano “Chiamatemi Kowalski”. Una specie di storia italiana e degli italiani, vittime e carnefici, attraverso l’intero percorso artistico di Paolo Rossi, costruito insieme ai suoi coautori Gino&Michele, Giampiero Solari, Riccardo Pifferi.
**

Equazione d’amore

I rivoluzionari Cavendish 3 Londra, 1824 – La pragmatica e razionale Claire Cavendish è a caccia di un duca, ma non per il motivo che tutti potrebbero immaginare. L’uomo che cerca è infatti un influente matematico, membro della Royal Society. L’uomo che trova invece, suo malgrado, è l’atletico, aitante e non particolarmente brillante Lord Fox. Claire non comprende il motivo per cui il marchese si dimostri così interessato a lei, che fa di tutto per passare inosservata. Tuttavia pare essere l’unico disposto a presentarle lo studioso che tanto desidera conoscere. Inoltre Lord Fox, secondo i suoi calcoli, è anche l’individuo perfetto per comprovare in maniera oggettiva le curiosità scientifiche di Claire riguardo l’attrazione fisica tra i sessi, senza correre il rischio di un coinvolgimento emotivo, giacché non esiste coppia peggio assortita di loro due. Non ha però tenuto conto della variabile fondamentale secondo cui gli opposti si attraggono…

(source: Bol.com)

Enrico IV

Enrico IV è un dramma in 3 atti di Luigi Pirandello. Fu scritta nel 1921 e rappresentata il 24 febbraio 1922 al Teatro Manzoni di Milano.Considerato il capolavoro teatrale di Pirandello insieme a Sei personaggi in cerca di autore, Enrico IV è uno studio sul significato della pazzia e sul tema caro all’autore del rapporto, complesso e alla fine inestricabile, tra personaggio e uomo, finzione e verità.Un nobile del primo ‘900 prende parte ad una mascherata in costume nella quale impersona Enrico IV; alla messa in scena prendono parte anche Matilde Spina, donna di cui è innamorato, ed il suo rivale in amore Belcredi. Quest’ultimo disarciona Enrico IV, il quale nella caduta batte la testa e si convince di essere realmente il personaggio storico che stava impersonando. La follia dell’uomo viene assecondata dai servitori che il nipote di Nolli mette al suo servizio per alleviare le sue sofferenze; dopo 12 anni Enrico guarisce e comprende che Belcredi lo ha fatto cadere intenzionalmente per rubargli l’amore di Matilde, che poi ha sposato e con il quale è fuggita. Decide così di fingersi ancora pazzo, di immedesimarsi nella sua maschera per non voler vedere la realtà dolorosa. Dopo 20 anni dalla caduta, Matilde, in compagnia di Belcredi, della loro figlia e di uno psichiatra va a trovare Enrico IV. Lo psichiatra è molto interessato al caso della pazzia di Enrico IV, che continua la sua finzione, e dice che per farlo guarire si potrebbe provare a ricostruire la stessa scena di 20 anni prima e ripetere la caduta da cavallo. La scena viene così allestita, ma al posto di Matilde recita la figlia. Enrico IV si ritrova così di fronte la ragazza, che è esattamente uguale alla madre Matilde da giovane, la donna che Enrico aveva amato e che ama ancora. Ha così uno slancio che lo porta ad abbracciare la ragazza, ma Belcredi, il suo rivale, non vuole che sua figlia venga abbracciata e si oppone. Enrico IV sguaina così la spada e trafigge Belcredi ferendolo a morte: per sfuggire definitivamente alla realtà (in cui tra l’altro sarebbe stato imprigionato e processato), decide di fingersi pazzo per sempre.

Enigma in Luogo Di Mare

Enigma in luogo di mare by Fruttero & Lucentini
Non lontano da Grosseto, nel cuore della pineta della Gualdana, c’è un villaggio di lusso. Molti dei suoi frequentatori estivi, ci tornano anche per le vacanze di Natale: gioiellieri, artisti, nobili e politici che sanno apprezzare la pace della pianeta e il fuoco dei caminetti. Della stessa pace vorrebbe godere anche Aurelio Butti, maresciallo dei locali carabinieri, ma tre omicidi mandano all’aria i programmi di tutti. In particolare quelli del maresciallo che deve ricomporre un complicatissimo puzzle, in cui si intersecano storie di ieri e di oggi, di uomini e di animali.

Enigma

Un abisso separa Gemma da Robb. Non soltanto appartengono a mondi diversi, lei ragazza di città e lui indomabile uomo di montagna, ma un mistero che rende nemiche le loro famiglie li vede ostili su fronti opposti. Eppure qualcosa li accomuna: il desiderio di verità che li porta in terre selvagge per sciogliere un drammatico enigma e la strana attrazione che li spinge irresistibilmente l’uno verso l’altro…

Engine city

Al centro della Seconda Sfera, il gigantesco settore dello spazio occupato dai kraken e dai rettili intelligenti, i discendenti della Terra lottano contro il dominio di minacciosi sfruttatori alieni. Ora, dotato di supernavi che possono competere con le flotte più evolute, un gruppo di esseri umani si spinge a sfidare i misteriosi padroni che tengono in pugno le sorti della Sfera. Ma per riuscirci dovranno prima scendere sulla città che alcuni chiamano Nova Babylonia e portarvi la rivoluzione. Un denso, appassionante romanzo: l’epica conclusione della trilogia Engines of Light.

Endwar

2020. Stati Uniti, Europa e Russia sono pronte a cominciare un nuovo conflitto mondiale senza esclusione di colpi. I teatri delle battaglie sono le città più importanti del globo, da Parigi a Washington a Mosca. Tra edifici in fiamme e i crateri dei bombardamenti, ogni potenza deve escogitare una strategia utile a superare gli altri avversari, ricorrendo alla sapienza dell’intelligenza artificiale ma anche alle indicazioni che arrivano dagli istinti più primordiali. Un romanzo che mette in scena la Terza guerra mondiale prefigurando scenari politici che sono al contempo apocalittici e spaventosamente verosimili.

Emozioni del cuore

Nadine, splendida fanciulla nata dalla relazione illecita della figlia di un conte con un bel tenente, dopo la scomparsa della madre e della gemellina, è sempre vissuta in convento. Quando il nonno la ritrova e la presenta nei migliori salotti parigini, il suo fascino acerbo fa subito strage di uomini. Tra i tanti, però, uno solo rapisce il suo cuore: il dispotico duca Jacques de la Tuile. Mentre Nadine si dibatte tra la paura di un amore effimero e un desiderio devastante, un’altra giovane donna conquista Parigi. E’ in tutto simile a Nadine, ma ardita e spregiudicata. E suscita scandalo ovunque vada …

Emmanuelle. La lezione d’uomo

Emmanuelle, titolo originale Emmanuelle Livre 1 – La Lecon d’homme, è un romanzo erotico francese firmato da Emmanuelle Arsan – ma in realtà, come risulta da numerose testimonianze, scritto dal marito diplomatico, Louis-Jacques Rollet-Andriane – pubblicato per la prima volta nel 1967. Moglie diciannovenne di un diplomatico francese, Emmanuelle si presenta come un’eroina sessualmente emancipata e culturalmente cosmopolita, in omaggio al classico binomio erotismo-esotismo. Nasce, non a caso, in un anno indefinito dei Sessanta e nel giro di poco tempo entra di prepotenza nell’immaginario collettivo contemporaneo come simbolo soft di quella liberalizzazione sessuale che all’epoca stava rivoluzionando i costumi della società occidentale. Anche se, a ben vedere, si tratta di un personaggio molto più conservatore di quel che può sembrare: la sua disinibizione, tanto naturale quanto educata dai maestri che via via incontra, si esprime infatti in ambienti rigorosamente neo-borghesi, con l’affettata disinvoltura che li contraddistingue, quasi a sancire la definitiva appropriazione da parte dei nuovi ricchi di privilegi che un tempo spettavano all’aristocrazia intellettuale e libertina.

Eminenza

Sono uno dei cardini della Chiesa, una figura potente in un culto antico. La gente semplice si inginocchia a baciarmi la mano. Per loro, io continuo a dispensare magia. Per me stesso, non ce n’è più. Il tempio interiore è buio e vuoto. E uso il tuo nome, Isabel, come un incantesimo per sbarazzarmene.

Emily e il duca

Londra, 1813 – Nonostante i molti ammiratori e un brevissimo matrimonio, Lady Emily Harland non ha mai conosciuto l’amore e tanto meno la passione. I suoi sensi e il suo cuore, tuttavia, si risvegliano di colpo la sera in cui incontra Dominic Maitland, Duca di Avon, il quale fa di tutto per umiliarla e darle un’immagine negativa di sé. In realtà lui, agente segreto al servizio della Corona, è tutt’altro che indifferente al fascino dell’incantevole vedova, ma ha deciso che non si sarebbe mai sposato perché convinto che una tara ereditaria perseguiti la sua famiglia. Non ha però fatto i conti con la tenacia e l’intraprendenza di Emily, che senza curarsi delle sofferenze che l’aspettano non esita a ricorrere a ogni mezzo per legarlo a sé.
**
### Sinossi
Londra, 1813 – Nonostante i molti ammiratori e un brevissimo matrimonio, Lady Emily Harland non ha mai conosciuto l’amore e tanto meno la passione. I suoi sensi e il suo cuore, tuttavia, si risvegliano di colpo la sera in cui incontra Dominic Maitland, Duca di Avon, il quale fa di tutto per umiliarla e darle un’immagine negativa di sé. In realtà lui, agente segreto al servizio della Corona, è tutt’altro che indifferente al fascino dell’incantevole vedova, ma ha deciso che non si sarebbe mai sposato perché convinto che una tara ereditaria perseguiti la sua famiglia. Non ha però fatto i conti con la tenacia e l’intraprendenza di Emily, che senza curarsi delle sofferenze che l’aspettano non esita a ricorrere a ogni mezzo per legarlo a sé.

Emilia l’elefante

Kerava, 1986. Nelle stalle del Circo Finlandia nasce una tenerissima elefantina che la sua padrona, Lucia Lucander, decide di chiamare Emilia in omaggio alla moglie del direttore, vecchia gloria della pista circense. Emilia dimostra grandi talenti, riuscendo già a sei mesi a sventolare la bandiera finlandese in mezzo alla pista. Ma non dura. Nel giro di poco entra in vigore una legge che proibisce l’uso di animali selvatici a scopo di intrattenimento, e di colpo per Emilia non c’è più posto. Dopo un periodo al Grande Circo di Mosca e favolosi spettacoli sulla transiberiana, Lucia ed Emilia rientrano in Finlandia e vengono accolte in una fattoria-allevamento di polli. Nel frattempo si è immischiata anche l’Unione Europea, inasprendo ulteriormente la regolamentazione sugli animali selvatici, e per questo attorno a Lucia e all’elefante si forma un premuroso circolo di amici sempre pronti ad aiutarle e sostenerle. Perché non portare Emilia in Africa, tra i suoi simili, propone qualcuno. E sia! La decisione è presa di concerto e si decide che Emilia, con Lucia e il fidanzato Paavo in groppa, dovrà raggiungere il porto del lago Saimaa – la porta per l’Africa – distante 400 chilometri, attraversando città e foreste sterminate. Chi conosce Paasilinna saprà cosa aspettarsi da questi chilometri in sella a un elefante. E così tra orsi inviperiti, scienziati folli, risse con animalisti complottisti, negozi distrutti, suicidi sventati e altre paasilinnate di ogni sorta, ci si ritrova come sempre nella lavatrice ridente e canzonatoria dell’autore finlandese, che ci intrattiene con piglio conviviale e al contempo feroce. Ma attenti, anche questa volta sotto il frastuono del ridere spietato, c’è una luccicante e ben affilata punta di amarezza. Anche questo è Paasilinna, l’amaro che ti ride in faccia, ti fa ridere e, passata la confusione, ti fa anche pensare.

Emergenza!

I “virus d’energia”, come il criminale Laton ha definito le misteriose essenze aliene provenienti da un altro universo, assediano il pianeta Lalonde e hanno ormai inghiottito buona parte di quel mondo selvaggio riducendo gli abitanti in loro potere. Anche la Federazione e il governo del regno industriale di Kulu sono in allarme, perchè se l’epidemia scatenata su Lalonde dovesse diffondersi nella galassia, vorrebbe dire guerra totale. Oltre a Laton, il “serpente”, gli altri testimoni della battaglia sono Quinn Dexter, l’organizzatore della rivolta di Lalonde, Joshua Calvert e Ione Saldana, i cui studi sulla civiltà inumana dei Laymil porteranno, forse, un contributo decisivo alla soluzione dell’enigma.

Emergenza ai tropici

Insieme a lui sente di poter vivere una vita eccitante e pericolosa. Ma lei è pronta ad affrontare il pericolo di innamorarsi?
Decisa a dimenticare il passato, Melora Washington accetta un posto come medico nell’isola tropicale di Tarparnii. In quel paradiso terrestre avrà la possibilità di ricominciare a credere in se stessa. Tuttavia, quando incontra il seducente dottor Daniel Tarvon, bello e con due occhi che promettono scintille, le sue convinzioni in fatto di uomini cominciano a vacillare. Avere una relazione con un uomo così sarebbe pura follia, ma Melora non ha fatto i conti con la capacità di Daniel di indurla in tentazione.