66001–66016 di 68367 risultati

L’inferno di Ice Il tormento (primo di una duologia)

Mi guardo nello specchio e mi sorprende non rivedere il volto di quel bambino. Mi volto spaesato e ciò che mi circonda, mi fa concretizzare che adesso sono molto lontano da quel passato, che mi tiene ancorato a esso, come se quel bambino avesse la necessità di sapermi qui, a ripensarlo e a provare pena per quello che sta soffrendo. Justice Jedd vorrebbe lasciarsi alle spalle quel ragazzo, ma quel ragazzo ha bisogno della presenza di Justice Jedd, per andare avanti, per sopravvivere e non soccombere. Ci aggrappiamo l’uno all’altro: io lo faccio per persuadermi e per prendere consapevolezza di quanto sono fortunato adesso e lui per farsi forza, cosciente che un giorno otterrà tutto quello che ho conquistato io, in questi lunghi anni! Una catena lunga venticinque anni, che continua a tenere legate due persone totalmente diverse, ma che non possono fare a meno l’una dell’altra. Ho paura di lasciare andare quel ragazzo, perché temo che si sentirebbe abbandonato anche da me e che si arrenderebbe a un destino che non promette nulla di buono.
**
### Sinossi
Mi guardo nello specchio e mi sorprende non rivedere il volto di quel bambino. Mi volto spaesato e ciò che mi circonda, mi fa concretizzare che adesso sono molto lontano da quel passato, che mi tiene ancorato a esso, come se quel bambino avesse la necessità di sapermi qui, a ripensarlo e a provare pena per quello che sta soffrendo. Justice Jedd vorrebbe lasciarsi alle spalle quel ragazzo, ma quel ragazzo ha bisogno della presenza di Justice Jedd, per andare avanti, per sopravvivere e non soccombere. Ci aggrappiamo l’uno all’altro: io lo faccio per persuadermi e per prendere consapevolezza di quanto sono fortunato adesso e lui per farsi forza, cosciente che un giorno otterrà tutto quello che ho conquistato io, in questi lunghi anni! Una catena lunga venticinque anni, che continua a tenere legate due persone totalmente diverse, ma che non possono fare a meno l’una dell’altra. Ho paura di lasciare andare quel ragazzo, perché temo che si sentirebbe abbandonato anche da me e che si arrenderebbe a un destino che non promette nulla di buono.

L’inferno degli specchi

Quando “La sedia umana” fu tradotto su “Galassia” parecchi anni fa, molti gridarono al miracolo di un autore assolutamente nuovo e sorprendente. In realtà Edogawa Ranpo (o Rampo, come alcuni preferiscono traslitterare) è tutt’altro che un autore nuovo, essendo vissuto in Giappone tra il 1894 e il 1965. È però di quegli autori capaci di sorprendere sempre e comunque, perché le sue invenzioni folgoranti, i suoi “mostri ciechi”, le sue solitudini urbane sono il prodotto di un’immaginazione di prim’ordine e che ha ancora molto da dirci. In questa raccolta di classici torna “La sedia umana”, ma insieme al suo sorprendente segreto vengono svelati anche quelli di “L’inferno degli specchi”, “Test psicologico”, “Gemelli” e altri ancora. Edogawa Ranpo (1894-1965), pseudonimo di Taro Hirai, è stato uno dei maestri del giallo, del gotico e del fantastico giapponese. Ammiratore di Poe, volle cambiarsi il nome in modo che suonasse come quello di “Edogaa Aran Poo”. Da noi sono state tradotte sia alcune raccolte di racconti che i romanzi La belva nell’ombra e Il mostro cieco. È noto tra il pubblico giovanile perché nel manga Detective Conan il protagonista Shinichi Kudo, per nascondere la sua vera identità, sceglie il nome fittizio di Conan Edogawa (unendo il nome di Conan Doyle al cognome di Ranpo).

L’indimenticabile (I Romanzi Passione)

Belle de Beauregard non è più la contessina ingenua scappata in Inghilterra per sfuggire agli orrori della Rivoluzione francese. Le ci sono voluti anni per superare la scomparsa del suo grande amore. Solo ora, grazie alle lusinghe di sir Edward Blanchett, sembra sul punto di riscoprire quei sentimenti che aveva deciso di seppellire per sempre. Ma all’improvviso, a un ballo in maschera, nella vita di Belle compare Duskan Odegaard, un avventuriero senza passato in grado di turbare la sua esistenza. Non tanto per le rivelazioni infamanti su Blanchett, ma soprattutto perché riaccende in lei una passione mai dimenticata…

(source: Bol.com)

L’indice della paura

È notte fonda quando il dottor Alex Hoffmann viene aggredito da uno sconosciuto che si introduce di nascosto nella sua residenza di Ginevra. A quarantadue anni Hoffmann è una leggenda: scienziato tra i più noti al mondo, è ora un ricco e potente uomo d’affari proprietario di una società che gestisce fondi d’investimento, e ha da poco creato un software sofisticatissimo e top secret, destinato a rivoluzionare i mercati finanziari di tutto il mondo. Nessuno dei suoi rivali sa come, ma il sistema che Hoffmann ha messo a punto e che ruota intorno al VIX – l’indice di volatilità, familiarmente chiamato dagli addetti ai lavori “indice della paura” – genera un incredibile ritorno in termini economici per i suoi clienti. Qualcosa, però, evidentemente non funziona: qualcuno vuole distruggerlo e l’aggressione del professore è solo il primo di una serie di accadimenti sconcertanti. Nel giro di ventiquattr’ore Hoffmann non è più lo stesso uomo e, mentre i mercati finanziari intorno a lui precipitano, ha inizio una lotta senza esclusione di colpi contro un avversario sconosciuto e per questo ancora più temibile.
Ambientato nel competitivo mondo dell’alta finanza scosso dalla profonda crisi economica mondiale di questi ultimi anni, *L’indice della paura* è un thriller mozzafiato e di grande attualità che riconferma Robert Harris come uno straordinario narratore e un acuto osservatore della società contemporanea.

L’incredibile viaggio delle piante

Come le piante navigano intorno al mondo, come portano la vita su isole sterili, come sono state in grado di crescere in luoghi inaccessibili e inospitali, come riescono a viaggiare attraverso il tempo, come convincono gli animali a farsi trasportare ovunque. Sono solo alcune delle incredibili cose raccontate nelle storie che troverete in questo libro. Storie di pionieri, fuggitivi, reduci, combattenti, eremiti, signori del tempo.
**
### Sinossi
Come le piante navigano intorno al mondo, come portano la vita su isole sterili, come sono state in grado di crescere in luoghi inaccessibili e inospitali, come riescono a viaggiare attraverso il tempo, come convincono gli animali a farsi trasportare ovunque. Sono solo alcune delle incredibili cose raccontate nelle storie che troverete in questo libro. Storie di pionieri, fuggitivi, reduci, combattenti, eremiti, signori del tempo.

L’incredibile storia di Lavinia

Un Natale freddissimo, a Milano, ai giorni nostri. Lavinia, sette anni, è una piccola fiammiferaia sola al mondo, che, come da copione, sta per morire di fame e di freddo. Ma a salvarla arriva in taxi una fata che le regala un anello magico, grazie al quale la bambina non solo risolve alla grande tutti i suoi problemi di sopravvivenza, ma si vendica allegramente della indifferenza e delle prepotenze degli adulti. Di che magia si tratta? Non ve lo diciamo. Vi avvertiamo solo che questo libro è sconsigliato alle persone troppo schizzinose.
**
### Sinossi
Un Natale freddissimo, a Milano, ai giorni nostri. Lavinia, sette anni, è una piccola fiammiferaia sola al mondo, che, come da copione, sta per morire di fame e di freddo. Ma a salvarla arriva in taxi una fata che le regala un anello magico, grazie al quale la bambina non solo risolve alla grande tutti i suoi problemi di sopravvivenza, ma si vendica allegramente della indifferenza e delle prepotenze degli adulti. Di che magia si tratta? Non ve lo diciamo. Vi avvertiamo solo che questo libro è sconsigliato alle persone troppo schizzinose.

L’INCREDIBILE SPETTACOLO DEI RAGAZZI PRODIGIO

H.C. Chester È un famoso antiquario e collezionista di oggetti insoliti. Unita alla capacità narrativa di Lauren Oliver, la sua competenza in fatto di antichità è stata preziosa per questo libro.
Vengano, lettrici e lettori, a sfogliare questo libro straordinario che racconta la storia: · del ragazzo più forte del mondo; · di una giovane che sa leggere NEL pensierO; · di un ineguagliabile contorsionista; · di una formidabile lanciatrice di coltelli…
… e di un vecchio museo di New York.
Philippa, Sam e Thomas, orfani e dotati di prodigiose abilità, vivono serenamente nel Museo di Dumfrey, dove per soli 10 centesimi si possono ammirare scherzi della natura, stramberie e altre meraviglie. Ma quando una quarta ragazzina, la lanciatrice di coltelli Max, si unisce al gruppo, si innesca una drammatica catena di inaspettati eventi. A partire dal misterioso furto della testa rimpicciolita che i quattro sono determinati a ritrovare e riportare al Museo. Se non fosse che durante le frenetiche ricerche si imbattono in una serie di omicidi e, soprattutto, in un esplosivo segreto che li riguarda tutti…
“Stupendo e stupefacente! Se non siete curiosi di leggere questo libro significa che qualcuno ha preso il vostro cervello e l’ha messo in un barattolo sottaceto. Leggetelo subito!” (Pseudonymous Bosch, autore di Il titolo di questo libro è segreto)
(source: Bol.com)

L’incantatore rinato

Ritorna Harold Shea, il professore che, con la scusa di ampliare i limiti della logica simbolica, si dedica a un’arte pericolosa com’è il viaggiare nelle dimensioni impossibili. Cosa sono le dimensioni impossibili? Universi che non esistono o non dovrebbero esistere. Regni mitici, immaginari, letterari. Chi lo conosce bene, sa che Harold Shea ne ha già visitati parecchi e ci ha rischiato la pelle. Ora, dopo essere stato nell’universo dell’Orlando Furioso, in quello delle saghe nordiche e di Faerie Queene, Harold ritorna per vivere nuove avventure in altrettanti episodi che L. Sprague de Camp ha creato con la sollecita collaborazione di Christopher Stasheff (e le ricerche minuziose di John Maddox Roberts, Holly Lisle e Tom Wham).
Copertina di Paolo Barbieri

L’inafferrabile criminale

Un tentato suicidio, il ricatto di uno strozzino, il tradimento di uno scagnozzo, il fascino di una bellissima soubrette. E, al centro di tutto questo, i gioielli della famiglia Riber, di cui Diabolik vuole impossessarsi.

L’impiccato

Nella residenza dei conti Duvall avviene un omicidio, poi un secondo… e l’ispettore Ginko scopre che il responsabile di tutto l’intrigo è lui, Diabolik. Ma sotto quali spoglie si nasconde questa volta il grande criminale?

L’impero. La battaglia dell’Aquila perduta

**EDIZIONE SPECIALE: CONTIENE UN ESTRATTO DI *****LUNGA VITA ALL’IMPERATORE***
**
Un semplice centurione
Un’invasione di barbari
Un romanzo leggenda**
**Marco Valerio Aquila e i suoi uomini sono riusciti a difendere il Vallo di Adriano, ma ora il nuovo governatore romano della Britannia deve sedare la ribellione delle tribù settentrionali, se non vuole rischiare di perdere la provincia. **
I barbari, sotto la guida del loro capo Calgus, hanno messo a ferro e fuoco i territori romani e ridotto i soldati allo stremo delle forze. Per Marco, ora semplice centurione nella prima coorte dei Tungri, la campagna potrebbe rivelarsi doppiamente pericolosa: fa parte dei rinforzi mandati in Britannia ed è circondato da nuovi ufficiali che non hanno alcun motivo per proteggerlo dai pretoriani dell’imperatore. Non solo la spada del nemico, ma anche una parola sconsiderata potrebbe rivelarsi fatale. E i delatori sono molto più vicini di quanto il centurione possa immaginare… Mentre Marco addestra due centurie siriane di arcieri a resistere a una carica dei barbari per poi passare al contrattacco, il prefetto della seconda coorte dei Tungri trama per scoprire il suo segreto. Ora solo un miracolo può salvare Marco e coloro che lo proteggono da una morte senza onore…
**
Tattiche militari, turpi tradimenti e scontri sanguinosi nel periodo più feroce dell’impero romano
**
**Hanno scritto dei suoi romanzi:**
«È una lettura fulminante, ti costringe ad andare avanti fino alla fine, con personaggi meravigliosi e una spruzzata di humour nero. Anthony Riches è un eccellente storico e un eccellente scrittore.»
**Conn Iggulden, autore di***** Il soldato di Roma***
«Da esperto di questioni militari, Riches è in grado di portare nelle sue storie elementi drammatici di prima qualità, una narrazione vivida e un realismo storico molto efficace. Terrificanti scene di battaglia, pericolose strategie imperiali, loschi intrighi dei capi delle tribù: un resoconto brutale degli uomini in guerra.»
**Burnley Express**
«Già dalla prima pagina questo scrittore riesce a creare un ritmo acceso e a tenere viva la storia fino al climax finale. Il talento di Riches e la sua scrittura avvincente, capace di tinteggiare in modo così efficace il periodo in cui le azioni si svolgono, lasciano il lettore con il fiato sospeso e in attesa di un sequel. *La spada e l’onore* è un romanzo ricco di suspense e pieno di intrighi e conflitti violenti che non potranno non affascinare il lettore di romanzi storici.»
**Independent Weekly**
**Anthony Riches**
È laureato in Studi militari. Ha lavorato come project manager nel Regno Unito, in Europa, negli Stati Uniti, in Medio e in Estremo Oriente e ora vive con la famiglia nello Hertfordshire. Ha sempre coltivato la passione per la letteratura: ha tenuto nel cassetto il manoscritto di *L’impero. La spada e l’onore* per dieci anni, rielaborando, riscrivendo e approfondendo il testo, fino alla versione che è stata pubblicata con successo in Inghilterra e ha scalato le classifiche in breve tempo. La Newton Compton ha pubblicato *La spada e l’onore*, *La battaglia dell’Aquila perduta* e* Lunga vita all’imperatore*.
**
### Sinossi
**EDIZIONE SPECIALE: CONTIENE UN ESTRATTO DI *****LUNGA VITA ALL’IMPERATORE***
**
Un semplice centurione
Un’invasione di barbari
Un romanzo leggenda**
**Marco Valerio Aquila e i suoi uomini sono riusciti a difendere il Vallo di Adriano, ma ora il nuovo governatore romano della Britannia deve sedare la ribellione delle tribù settentrionali, se non vuole rischiare di perdere la provincia. **
I barbari, sotto la guida del loro capo Calgus, hanno messo a ferro e fuoco i territori romani e ridotto i soldati allo stremo delle forze. Per Marco, ora semplice centurione nella prima coorte dei Tungri, la campagna potrebbe rivelarsi doppiamente pericolosa: fa parte dei rinforzi mandati in Britannia ed è circondato da nuovi ufficiali che non hanno alcun motivo per proteggerlo dai pretoriani dell’imperatore. Non solo la spada del nemico, ma anche una parola sconsiderata potrebbe rivelarsi fatale. E i delatori sono molto più vicini di quanto il centurione possa immaginare… Mentre Marco addestra due centurie siriane di arcieri a resistere a una carica dei barbari per poi passare al contrattacco, il prefetto della seconda coorte dei Tungri trama per scoprire il suo segreto. Ora solo un miracolo può salvare Marco e coloro che lo proteggono da una morte senza onore…
**
Tattiche militari, turpi tradimenti e scontri sanguinosi nel periodo più feroce dell’impero romano
**
**Hanno scritto dei suoi romanzi:**
«È una lettura fulminante, ti costringe ad andare avanti fino alla fine, con personaggi meravigliosi e una spruzzata di humour nero. Anthony Riches è un eccellente storico e un eccellente scrittore.»
**Conn Iggulden, autore di***** Il soldato di Roma***
«Da esperto di questioni militari, Riches è in grado di portare nelle sue storie elementi drammatici di prima qualità, una narrazione vivida e un realismo storico molto efficace. Terrificanti scene di battaglia, pericolose strategie imperiali, loschi intrighi dei capi delle tribù: un resoconto brutale degli uomini in guerra.»
**Burnley Express**
«Già dalla prima pagina questo scrittore riesce a creare un ritmo acceso e a tenere viva la storia fino al climax finale. Il talento di Riches e la sua scrittura avvincente, capace di tinteggiare in modo così efficace il periodo in cui le azioni si svolgono, lasciano il lettore con il fiato sospeso e in attesa di un sequel. *La spada e l’onore* è un romanzo ricco di suspense e pieno di intrighi e conflitti violenti che non potranno non affascinare il lettore di romanzi storici.»
**Independent Weekly**
**Anthony Riches**
È laureato in Studi militari. Ha lavorato come project manager nel Regno Unito, in Europa, negli Stati Uniti, in Medio e in Estremo Oriente e ora vive con la famiglia nello Hertfordshire. Ha sempre coltivato la passione per la letteratura: ha tenuto nel cassetto il manoscritto di *L’impero. La spada e l’onore* per dieci anni, rielaborando, riscrivendo e approfondendo il testo, fino alla versione che è stata pubblicata con successo in Inghilterra e ha scalato le classifiche in breve tempo. La Newton Compton ha pubblicato *La spada e l’onore*, *La battaglia dell’Aquila perduta* e* Lunga vita all’imperatore*.

L’impero dell’atomo

Un giorno la maledizione degli Dei, incarnata nella figura di un mutante, si abbatte sulla potente dinastia dei Linn, che da secoli governa incontrastata su miliardi di uomini sparsi tra la Terra, Marte, Venere e Giove. Eppure, sarà proprio questo mutante, Clane, che riuscirà ad aver ragione degli intrighi e dei complotti tesi alla conquista dei potere; ma soprattutto, Clane penetrerà i segreti dell’Atomo asservendoli ai suoi scopi, e riuscirà in tal modo a preservare alla propria Famiglia il dominio dell’Impero dell’Atomo.

L’impeccabile

Un imprenditore avvelenato da un caffè, una bella moglie devota e una miriade di segreti mai svelati… Yoshitaka Mashiba, manager di successo, confessa alla moglie Ayane che sta per lasciarla perché non è in grado di dargli dei figli. Libero da quel legame, potrà ottenere ciò che vuole da Hiromi, la giovane amante, assistente e amica di Ayane. Ma una domenica mattina viene trovato morto, avvelenato da un caffè. Appare subito evidente che non si tratta di suicidio. Tutti i sospetti ricadono sulla moglie, che però ha un alibi di ferro: al momento dell’omicidio si trovava a centinaia di chilometri di distanza. Altri sospettati? Hiromi non ha un movente e per di più è in attesa del bramato erede di Yoshitaka. Nonostante il brillante contributo della giovane agente Utsumi, le indagini non portano a niente, anche perché l’intuito del detective Kusanagi sembra irretito dal fascino raffinato della bellissima, impeccabile Ayane… Perfino il professor Yukawa, lo scienziato che tante volte ha impresso il marchio della razionalità sulle indagini di Kusanagi, fatica a far luce sui torbidi e letali segreti della coppia. Che si tratti davvero del delitto perfetto? L’ impeccabile è Higashino al suo meglio: una trama di ferro che incanterà anche il lettore più esigente e sofisticato.

(source: Bol.com)

L’immoralista – La porta stretta

“L’immoralista” e “La porta stretta” sono due romanzi di ammirevole fattura stilistica che affrontano, da punti di vista differenti, lo stesso problema: nel primo l’esigenza di autorealizzazione di Michel e il suo nichilismo finiscono per uccidere la giovane moglie; nel secondo, Alissa percorre l’opposta strada della rinuncia e dell’ascesi spirituale fino ad annullarsi nella morte. La contraddizione tra le due opere rispecchia esemplarmente il conflitto interiore di Gide e il loro senso finale sembra essere che tanto l’immoralismo, quanto la virtù conducono alla dannazione dell’aridità. Saggiamente, lo scrittore rinuncia a risolvere il contrasto optando per l’ambiguità.

L’ideale della Via

La Via occupa un posto di particolare rilievo nella civiltà giapponese medievale, dando vita, nelle varie forme in cui si manifesta, tra le quali la Via del Guerriero, del Tè, della Poesia, al nucleo fondamentale della cultura che si sviluppò tra i secoli XII e XVII. È il periodo in cui i samurai vennero alla ribalta della scena politica e sociale, e poi anche culturale, prendendo e gestendo il potere effettivo: un’epoca di sanguinose lotte, ma pure di una grande fioritura intellettuale che ha lasciato un segno indelebile persino sulla società giapponese contemporanea. Questo libro ripercorre le principali fasi dello sviluppo dell’ideale della Via, esplorandone la storia e le principali manifestazioni all’interno del pensiero dei samurai, nella poesia e nel Buddhismo. Guerrieri, monaci e poeti sono gli attori principali della scena medievale giapponese: nella pratica della Via, nella sua forma piú elevata, essi sono uniti dall’unico ideale del perfezionamento spirituale.
(source: Bol.com)