65985–66000 di 75864 risultati

Vela Bianca

In un arcipelago meraviglioso ed incontaminato, in mezzo a colline verdi smeraldo, affacciata sull’oceano, Auckland, la capitale della Nuova Zelanda, domina una delle più maestose baie del mondo. Da qui salpano, a bordo della Vela Bianca, Michael e Gail, due giovani sposi, che hanno deciso di intraprendere un viaggio alla ricerca di se stessi, della ricchezza dei propri sentimenti e del loro essere una cosa sola. Un nuovo romanzo dell’autore di “Il delfino” e di “L’onda perfetta”. Una storia d’amore e di crescita spirituale per i lettori di tutte le età che ammirano la potenza della natura, che sanno guardare oltre la linea dell’orizzonte e non hanno paura di farsi cullare dalla forza del vento.
**

Vazkor figlio di Vazkor

In un antico pianeta visitato dai viaggiatori delle stelle, tra le reliquie di una civiltà perita in una tremenda catastrofe biologica, qualcosa è rimasto del lungo viaggio della dea Uastis verso la riscoperta di sé e della sua eredità: un bambino abbandonato in un “kral” selvaggio, erede di un impero e di un mondo, i cui poteri sono al di là di ogni immaginazione. E dalle umili e fangose rive di un fiume, da un luogo selvaggio e primitivo, inizia una epopea che potrà cambiare la storia e il destino di un uomo e di un mondo. Vazkor, il figlio di Vazkor, il bambino abbandonato e dimenticato, dotato di strani poteri ma disperatamente umano, inizia la sua ascesa. Di fronte a lui un mondo, un’eredità tremenda, orizzonti sconfinati, battaglie e intrighi.
**

Vasari

Vasari by Ingrid Rowland, Noah Charney
Una sera del 1545, durante una cena a palazzo Farnese, a Roma, la vita di Giorgio Vasari cambiò per sempre. Il cardinale Alessandro, uno dei grandi mecenati delle arti, invitò l’artista di Arezzo a dedicarsi a un progetto cui nessuno aveva mai lavorato prima: la stesura di una biografia collettiva degli artisti vissuti tra il XIII e il XVI secolo. Cinque anni dopo, Vasari diede alle stampe la prima edizione delle *Vite de’ più eccellenti pittori, scultori e architettori*, considerato da quasi cinque secoli il testo di riferimento per chiunque intenda avvicinarsi alla storia dell’arte.
Per Ingrid Rowland e Noah Charney, tuttavia, ripercorrere il processo che portò alla redazione delle *Vite* non è soltanto un’occasione per conoscere a fondo un libro avvincente e minuzioso, in cui verità e allegoria sono spesso mescolate. È, piuttosto, l’opportunità per scoprire l’intellettuale rivoluzionario spesso nascosto dietro la più celebre figura del primo storico dell’arte, custode dell’eredità degli artisti del passato. Vasari, infatti, fu un erudito biografo ma anche un artista errante, apprezzato e ricercato. Viaggiò in lungo e in largo per soddisfare le richieste di mecenati e signori, e lasciò la sua impronta tra Napoli, Venezia, Pisa, Camaldoli e Bologna. Giunto all’apice della carriera, scelse di legare il proprio destino alla famiglia Medici e alla corte pontificia: nella città che fu la culla del Rinascimento progettò la Galleria degli Uffizi, affrescò il Salone dei Cinquecento, decorò la cupola di Santa Maria del Fiore e innovò lo studio e la pratica artistica fondando la prima Accademia di belle arti del mondo. Nel frattempo era diventato uno degli artisti prediletti dalla corte papale, e fu quindi chiamato da Pio V per celebrare i trionfi militari e spirituali della Chiesa all’interno del palazzo apostolico. Sfogliare la stessa biografia di Vasari, nonché le vite da lui raccolte e tramandate, offre un’affascinante chiave di lettura per addentrarsi negli intrighi delle signorie italiane e comprendere meglio un periodo storico tanto tormentato quanto seducente, attraverso i colori e gli odori delle botteghe e dei cantieri in cui operarono grandi maestri come Giotto, Paolo Uccello, Brunelleschi, Perugino, Giorgione, Michelangelo e Leonardo da Vinci.
*Vasari* è un racconto ricco e incalzante in cui artisti, signori, cardinali, papi, re e imperatori si alternano su una scena cui fanno da sfondo politica, religione, violenza e complotti, ma anche un viaggio alla scoperta delle origini del nostro gusto estetico per l’arte e la sua storia.

Varuna

Nella mitologia vedica, Varuna è l’ordinatore dell’universo, il conservatore della forza ineluttabile che regge ogni divenire cosmico, ogni azione morale, ed è colui che sorveglia il compimento di tutti i destini, attento a punire il delitto di ciascuno. Ma nessun destino individuale si conclude con la morte, poiché ogni vita umana è come la frazione di un unico percorso costellato di azioni che possiamo capire alla luce del passato.
Così è per i protagonisti di questo straordinario romanzo, qui presentato nella magistrale traduzione di Camillo Sbarbaro. Secoli dividono Hoel, che ha vissuto una vita avventurosa quando il Galles si affacciava alla storia, dalla dolce Hélène, vittima di turpi intrighi nella Francia delle lotte di religione; e più ancora da Jéanne e dalla sua intensa vicenda d’amore, alla vigilia della prima guerra mondiale. Pure, qualcosa li lega, qualcosa di più profondo e misterioso di quell’oggetto – una catena – che passa dall’uno all’altro e ha una parte importante nelle loro storie; ciascuno di loro ha vaghe reminiscenze di altre vite e l’angosciosa sensazione di avere ancora una vicenda da concludere, forse anche una colpa da espiare.

Vandali virtuali

Nel 2025 i computer dominano il mondo. E Net Force è una squadra di agenti che ha il compito di sorvegliare e proteggere la rete. Tra essi c’è un gruppo di ragazzi, i Net Force Explorers, maghi dell’informatica che con i computer sono a volte più abili degli adulti. Durante un incontro virtuale di baseball a Baltimora, quattro ologrammi vestiti da gangster degli anni Venti sparano tra la folla. Anche i proiettili virtuali possono uccidere… Perciò Matt Hunter, dei Net Force Explorers, si lancia sulle tracce dei colpevoli. Solo al termine di una serie di rocamboleschi colpi di scena, e con l’aiuto di una bella ragazza, Matt riesce a scoprire l’identità dei “vandali” senza scrupolo che scorrazzano in rete e a sfuggire alle loro trappole micidiali.

Vampirus

Un anno fa Cal Thompson frequentava il primo anno di college e della biologia, così come ai suoi amici, non gliene importava niente. Oggi, dopo aver trascorso una notte insieme a Morgan, una misteriosa ragazza incontrata in un bar, la biologia è diventata la sua unica via di salvezza. Perché Morgan gli ha trasmesso un parassita temibile: quello del vampirismo. Per fortuna, Cal risulta essere un portatore sano. Non si trasforma dunque in un cannibale spietato, ma si ritrova dotato di sensi acuiti, di una forza e una velocità sovrumane, e di una dote che gli sembra quasi uno scherzo del destino: una costante eccitazione sessuale. Un dramma per il ragazzo, che non può concedersi neppure un bacio se non vuole condannare chi gli sta accanto. Assoldato da un’antichissima organizzazione segreta che si occupa di tenere sotto controllo i pip, gli altri vampiri come lui “parassita-positivi”, a Cal viene affidato il compito di rintracciare le ragazze che suo malgrado ha già contagiato e di catturarle perché possano essere curate. Ma ne vuole sapere di più: deve scoprire ora chi è davvero Morgan, e qual è la reale natura della malattia che lo ha colpito. Inizia così un’indagine che lo condurrà per le vie e i sotterranei labirintici di New York: fino a quando non scoprirà di essere al centro di un’incredibile, atroce cospirazione. Dalla penna di Scott Westerfeld, lo scrittore che Stephenie Meyer, l’autrice della saga di Twilight, considera il suo maestro, una storia di vampiri come non ne avete mai lette prima.

Vampiro

Fred Saberhagen, autore di numerosi libri di narrativa horror, sceneggiatore del film di F. Ford Coppola Bran Stoker’s Dracula, ripercorre in questo volume il romanzo di Stoker fornendoci, per la prima volta, la versione dei fatti direttamente dalle parole del conte Dracula. Non più un essere immondo e crudele, ma un tragico eroe, che ama e si dispera fino a sfidare la morte in cerca della sua amata. Un romanzo nuovo, diverso, dove le capacità artistiche di Saberhagen rendono la nota storia un nuovo capolavoro della letteratura horror.

VAMPIRI & THE CITY

Chi dice che un vampiro non può avere tutto? Darcy Newhart pensa che sia un vero colpo di genio – il primo reality tv in assoluto dove mortali e vampiri si sfidano per il titolo dell’Uomo più Sexy della Terra. Come direttrice del programma, Darcy potrà riprendere la sua carriera e finalmente potrà avere una vita lontano dall’Harem di vampiri. Okay, tecnicamente lei è ancora morta, ma non è male. Ora deve solo assicurarsi che i mortali non vincano. Se solo non fosse così distratta dal super sexy e vivo concorrente di nome Austin… Ma ancora Darcy non sa che Austin Erickson è in realtà un uccisore di vampiri e che lui ha messo gli occhi sulla bionda dalle lunghe gambe che dirige il programma. E non sa che Austin non ha mai voluto nessuna donna tanto intensamente.
**

Vampiri

A cura di Ellen Datlow una personalissima antologia per rinnovare il mito dei Vampiri, che unisce racconti classici con altri scritti appositamente per la raccolta. I Titoli: NEFASTO GIOCO DI MORTE di Dan Simmons, BAGNATO COME IL MARE di Gahan Wilson, IL COLLARE D’ARGENTO di Garry Kilworth, PROVA CON UN COLTELLO SMUSSATO di Harlan Ellison, LAZARUS di Leonid Andreyev, IL GIUSTO VINO PER UN COMPLEANNO di Harvey Jacobs, IL RITORNO DEI VAMPIRI DELLA POLVERE di Sharon N. Farber, BAMBINI BUONI di Edward Bryant, LA JANFIA di Tanith Lee, LA FIGLIA DELLE TENEBRE di Susan Casper, LA RAGAZZA DAGLI OCCHI FAMELICI di Fritz Leiber, FRA GLI UOMINI MORTI di Gardner Dozois e Jack Dann, PIANGERE LE LACRIME DEGLI ALTRI di Chet Williamson, LAVORO SPORCO di Pat Cadigan e VERMI VARICOSI di Scott Baker.

Vampires

A prima vita, uccidere vampiri nell’America dei nostri giorni potrebbe sembrare una professione non troppo redditizia. Ma se si possiede un’organizzazione come quella di Jack Crow, la Vampiri SpA, se si ha il tacito appoggio del Vaticano e, soprattutto, se le città americane pullulano di vampiri, si possono ricavare parecchi soldi. Ma anche molti problemi. Perché si può entrare in contatto con la vittima del vampiro, e scoprire che è la più dolce, la più adorabile delle creature di questo mondo.

Vampire Moon

Secondo libro della serie “A.A.A. Vampiri offresi”.C’è sempre troppa luce per Samantha Moon, mamma-detective con gli occhiali scuri. Da quando è stata morsa da un vampiro e trasformata in una creatura della notte, ha dovuto dire addio al suo matrimonio, alla deliziosa villetta con giardino, e soprattutto ai suoi magnifici bambini. Ora vive in una desolata stanza d’albergo con i vetri rigorosamente oscurati, e due obiettivi da raggiungere, costi quel che costi: spedire in galera (o all’altro mondo, dipende) i farabutti che si aggirano per la città, e sfruttare il suo sesto senso sempre più affinato per mettere con le spalle al muro quel vigliacco del suo ex marito e riprendersi i figli. Ma la posta in gioco si fa sempre più alta, il lavoro minaccia la sua vita privata e Sam rischia di mandare all’aria anche la tenera (si fa per dire) storia d’amore con Kingsley, il suo misterioso – e spaventoso! – cavaliere. E inoltre, chi si nasconde dietro Zanna, il fedele amico con cui chatta tutte le notti e che conosce i suoi segreti più inconfessabili? E perché all’improvviso Zanna non si accontenta più di scriverle, ma insiste per incontrarla di persona? Tenace fino allo stremo, romantica malgrado le apparenze, comica senza volerlo, Samantha Moon è la mamma vampira più irresistibile che si sia mai incontrata nelle pagine di un libro.

Vai troppo spesso a Heidelberg

“So che sei un ragazzo di prim’ordine, hai solo un piccolo difetto: vai troppo spesso a Heidelberg”. La fidanzata Carola, i genitori, i futuri suoceri, tutti glielo ripetono, va troppo spesso a Heidelberg. E questo fatto, apparentemente insignificante, basta a incrinare l’intero meccanismo della sua vita, un’esistenza semplice, lineare: la passione per la bicicletta, studi brillanti, un lavoro onesto, un promettente fidanzamento. Questa è la condizione che vive uno dei protagonisti dei racconti compresi nella presente antologia, diciotto bozzetti brevi, anche brevissimi, tra l’aneddoto e lo schizzo, composti da Böll tra il 1947 e il 1979. Istantanee di vita, fugaci apparizioni di personaggi, soprattutto femminili, scolpiti con rapidi tratti, che sanno restituire come poche altre opere un ritratto penetrante della Germania postbellica.
**

Vacca di un cane

Dalla campagna Francesco si trasferisce in città, con il treno per la Città della Motta, per Carpi-Suzaramantova si cambia, e arrivare in una stazione sconosciuta e in una casa nuova, dove imparare una nuova pronuncia per non essere stranieri, perché in città sono tutti dei signori e i padri d’inverno indossano il paltò. Il futuro e la nuova periferia. E la nebbia, la Padania con i suoi cibi e bevande, zamponi e lambruschi, e poi la scuola con il bidello, i discoli, le tabelline e i problemi e Suor Carmelina che porta tutti in chiesa. Coppi e Bartali e le cicclo “mi fai fare un giro?”… I primi balli, i 45 e i 33, finché è il gruppo col quale suonare nelle balere, basso chitarra e sax. Inizia l’era del Sacro Rock. Storie della tradizione, personaggi e ricordi personali si fondono in un’unica saga popolare-contadina, insieme alla ricerca sulla musicalità di un liguaggio sanguigno e curioso. Dall’infanzia all’adolescenza, il seguito ideale di “Cròniche Epafaniche”.

Vacanze matte

I Kwimper, una famiglia di sfaticati che vive di sussidi per la disoccupazione, composta da padre, tre figli e una baby-sitter, durante un viaggio in auto prendono per sbaglio una strada in costruzione e si ritrovano, senza benzina, nel cuore del nulla americano. Una terra di nessuno che non figura nemmeno sulle carte geografiche, e che dunque può essere colonizzata, reclamandone la proprietà. La situazione ideale per cominciare da capo, come veri pionieri, e costruirsi un nuovo mondo: peccato che la terra promessa vada difesa dalle pretese di due funzionari del governo fin troppo zelanti, e di una banda di gangster da strapazzo… Pubblicato nel 1959, salutato da un clamoroso successo di pubblico, “Vacanze matte” mantiene intatta la sua carica comica e dirompente. La guerra che i Kwimper, balordi di irresistibile testardaggine, ingaggiano con le autorità e il crimine organizzato, la loro disarmante ingenuità rischiano di diventare il simbolo vincente di una resistenza al conformismo dominante che mai come oggi appare necessaria.
**

Urania 0762 – Mastodonia

Ogni vero scrittore inventa i luoghi di cui racconta. La Parigi di Simenon è immaginaria quanto l’impero galattico di Asimov, la Londra di Dickens quanto la colonia lunare di Heinlein. Lo stato americano del Winsconsin, dove si svolgono di solito i romanzi di Simak, ha finito per diventare anch’esso una specie di paese delle meraviglie in cui nulla è impossibile. I boschi, i monti, i radi villaggi, le sperdute capanne di tronchi così amorosamente descritti, confinano con gli stupefacenti paesaggi della fantascienza. Basta un cane per passare dall’uno all’altro universo, un cane che torna a casa un mattino con la punta di una lancia preistorica conficcata in una gamba. Sarà lui, come il coniglio di Alice, a guidare il padrone, Asa Steele, con la sua amica Rila, lo scemo del villaggio, il banchiere locale, lo sceriffo, un avvocato di New York, e via via giornalisti, cameramen, senatori, miliardari e infine lo stesso FBI, verso la più sensazionale scoperta dopo quella dell’America e verso il più colossale affare turistico di tutti i tempi. Nonchè verso il più divertente e ingegnoso paradiso fiscale che mente di evasore abbia mai concepito.

Uragano su St. Pierre

Un aereo della Marina degli Stati Uniti sui Caraibi incontra l’uragano Mabel. Non dovrebbe esserci niente di anormale, nell’incontro: nella zona gli uragani sono abbastanza frequenti, e in questo caso le isole abitate non dovrebbero subire danni. Tuttavia, David Wyatt, un meteorologo civile la cui famiglia vive da secoli nella regione, ha un sesto senso sviluppatissimo in fatto di uragani. Ed è convinto che Mabel devierà il suo corso per poi abbattersi sull’isola di San Fernandez e, in particolare, sulla capitale, St. Pierre. Le prove scientifiche sono contro di lui, e per giunta gli avvertimenti di Wyatt vengono improvvisamente soffocati da un cataclisma di altro genere: la città di St. Pierre si ribella contro il dittatore che da anni domina San Fernandez. Per motivi personali, ma anche e soprattutto per assicurare la salvezza degli abitanti di St. Pierre Wyatt metterà alla prova se stesso contro difficoltà all’apparenza insuperabili, aiutato soltanto da un esiguo gruppo di civili inglesi e americani… e dallo stesso uragano Mabel.