65809–65824 di 75864 risultati

Accanto a te (I Romanzi Emozioni)

Quando Lucy Sheridan arriva a Summer River, dopo molti anni dall’ultima visita a sua zia Sara, scopre che la tranquilla cittadina che conosceva è profondamente cambiata: quell’angolo dell’entroterra californiano è diventato un’elegante località di campagna con vigneti e cantine raffinate. Lucy è lì per occuparsi della vendita della casa della zia, morta in un incidente stradale. Ma il ritorno a Summer River la mette di fronte ai misteri irrisolti del passato e alle persone che ne hanno fatto parte. Primo fra tutti, Mason Fletcher, il ragazzo che tredici anni prima aveva segnato la sua estate a Summer River e che ora le offre il suo aiuto, scoprendo insieme a lei un futuro per il suo cuore…
**
### Sinossi
Quando Lucy Sheridan arriva a Summer River, dopo molti anni dall’ultima visita a sua zia Sara, scopre che la tranquilla cittadina che conosceva è profondamente cambiata: quell’angolo dell’entroterra californiano è diventato un’elegante località di campagna con vigneti e cantine raffinate. Lucy è lì per occuparsi della vendita della casa della zia, morta in un incidente stradale. Ma il ritorno a Summer River la mette di fronte ai misteri irrisolti del passato e alle persone che ne hanno fatto parte. Primo fra tutti, Mason Fletcher, il ragazzo che tredici anni prima aveva segnato la sua estate a Summer River e che ora le offre il suo aiuto, scoprendo insieme a lei un futuro per il suo cuore…

Accanto a te

Quando Lucy Sheridan arriva a Summer River, dopo molti anni dall’ultima visita a sua zia Sara, scopre che la tranquilla cittadina che conosceva è profondamente cambiata: quell’angolo dell’entroterra californiano è diventato un’elegante località di campagna con vigneti e cantine raffinate. Lucy è lì per occuparsi della vendita della casa della zia, morta in un incidente stradale. Ma il ritorno a Summer River la mette di fronte ai misteri irrisolti del passato e alle persone che ne hanno fatto parte. Primo fra tutti, Mason Fletcher, il ragazzo che tredici anni prima aveva segnato la sua estate a Summer River e che ora le offre il suo aiuto, scoprendo insieme a lei un futuro per il suo cuore…

L’accademia dei vampiri

Lissa Dragomir, principessa Moroi, vampiro mortale, dev’essere protetta a tempo pieno dalle minacce degli Strigoi, i vampiri più pericolosi, quelli che non muoiono mai. La sua migliore amica e custode, Rose, è una Dhampir, un incrocio fra vampiro e umano. Rose e Lissa, dopo due anni di fuga dal loro mondo per assaggiare un po’ di realtà, vengono intercettate e riportate a St. Vladimir’s, l’Accademia dei Vampiri in cui studiano. Quando ci riescono: perché tra balli e innamoramenti, flirt con i più anziani, fascinosi tutor e conflitti sempre aperti con gli insidiosi Strigoi hanno pochissimo tempo per pensare ai libri.
**

Accadde una notte d’estate

I colori intensi del mare siciliano, i suoni esotici del dialetto, il gusto delle granite al limone, il profumo di libri sfogliati e riletti all’infinito. È questo il mondo di Eva Catalano, la *chiù bedda fimmina* di San Saba, che tutti in paese conoscono.
La tranquilla esistenza di Eva è fatta anche e soprattutto di parole: le scrive nei romanzi che sogna di pubblicare, le compone nelle canzoni in dialetto dei Dintra ’u Focu, le custodisce nel fondo della propria anima e a volte fanno male. Quel dolore nasce dal passato e si chiama Massimo De Santis: amico di infanzia e compagno di ogni estate, il suo primo amore, uscito ormai dalla sua vita da oltre dieci anni.
Un giorno Massimo riappare: il ricordo di un bacio sarà sufficiente a riallacciare i sottili fili del loro legame?
Rosy Milicia ci regala un appassionante romanzo che ha il profumo dolce di una *stranizza d’amuri*: un incredibile viaggio delle seconde opportunità, un’irresistibile forza che presto coinvolgerà vecchi e nuovi amici… Ne nasceranno altre emozionanti storie d’amore?
**
### Sinossi
I colori intensi del mare siciliano, i suoni esotici del dialetto, il gusto delle granite al limone, il profumo di libri sfogliati e riletti all’infinito. È questo il mondo di Eva Catalano, la *chiù bedda fimmina* di San Saba, che tutti in paese conoscono.
La tranquilla esistenza di Eva è fatta anche e soprattutto di parole: le scrive nei romanzi che sogna di pubblicare, le compone nelle canzoni in dialetto dei Dintra ’u Focu, le custodisce nel fondo della propria anima e a volte fanno male. Quel dolore nasce dal passato e si chiama Massimo De Santis: amico di infanzia e compagno di ogni estate, il suo primo amore, uscito ormai dalla sua vita da oltre dieci anni.
Un giorno Massimo riappare: il ricordo di un bacio sarà sufficiente a riallacciare i sottili fili del loro legame?
Rosy Milicia ci regala un appassionante romanzo che ha il profumo dolce di una *stranizza d’amuri*: un incredibile viaggio delle seconde opportunità, un’irresistibile forza che presto coinvolgerà vecchi e nuovi amici… Ne nasceranno altre emozionanti storie d’amore?
### L’autore
Rosy Milicia è una giovane siciliana che studia giornalismo e “da grande” vuole fare la scrittrice. Crede nei sogni e nella forza di volontà, divora parole, ama i libri dal retrogusto nostalgico e si sente una giapponese mancata. Quando non si allena, si dedica al suo blog letterario: il *Dragonfly*. *Accadde una notte d’estate*, il suo primo romanzo con Amazon Publishing, “ha il sapore della vita bella” (Amabile Giusti).

Accadde una notte

Che cosa succederebbe se quattro autrici fossero invitate a scrivere ognuna un romanzo breve per un’antologia e tutte e quattro partissero da un identico impianto narrativo iniziale? Un disastro, direte. E se invece questo fosse voluto? Se le quattro scrittrici avessero acconsentito fin dal principio a usare un certo schema comune e poi avessero proceduto sviluppando le loro storie senza più consultarsi? Una follia, vero? Tutti i romanzi risulterebbero fondamentalmente uguali. Ma sarebbe proprio così? Da anni sono convinta che l’immaginazione, la voce, lo stile e la visione della vita di ciascuna autrice garantirebbero in ogni caso una storia del tutto unica e originale, indipendentemente dalla base comune di partenza. Mi interessava mettere alla prova questa mia teoria, ma fino a poco tempo fa non ero riuscita a coinvolgere nessuno in questo esperimento. Poi un giorno, durante un giro promozionale a cui partecipavo con numerosi altri autori, ho accennato en passant quest’idea a Candice Hern e a Jacquie D’Alessandro, che ne sono state immediatamente entusiaste, e per tutto il lungo tragitto in autobus da Chicago a Detroit non abbiamo fatto che parlare di questo. Eravamo decise a provare. Ma eravamo anche convinte che fosse necessario avere con noi una quarta collaboratrice. Candice aveva per caso con sé l’indirizzo e-mail di Stephanie Laurens, e dal momento che il suo nome era il primo della lista che avevamo stilato, le abbiamo scritto, ricevendo quasi istantaneamente la sua adesione, nonostante la differenza di fuso orario tra Detroit e la località dove abita lei, in Australia. Anche i nostri agenti sono stati entusiasti dell’idea, e così pure la casa editrice Avon. Ecco com’è nata quest’antologia di quattro romanzi brevi con la stessa trama! A voi il giudizio. Vi sembrano così simili che dopo averne letto uno è come se li aveste letti tutti? O risultano così diversi e affascinanti come le quattro stagioni in cui sono ambientati? Il canovaccio della trama è questo: un uomo e una donna che da dieci anni non si vedevano né avevano sentito parlare l’uno dell’altra s’incontrano nuovamente in una locanda, nella quale si trovano ad alloggiare per un periodo di ventiquattro ore. Per far sì che l’esperimento risultasse valido non abbiamo discusso minimamente delle rispettive storie mentre le scrivevamo. L’unico vincolo imposto preventivamente era di utilizzare ognuna una stagione dell’anno diversa, dal momento che le stagioni sono quattro come lo eravamo noi. E adesso gustatevi questi quattro romanzi brevi molto diversi tra loro… anche se per certi versi si tratta dello stesso romanzo. Giusto? O sbagliato? Mary Balog

Accadde a Parigi

Nella città dell’amore con l’uomo dei suoi sogni.
Quando non si vede la via d’uscita, ogni problema sembra insormontabile. A volte, però, basta un’occhiata inaspettata, un sorriso affascinante e i colori ricominciano a splendere vividi. Brianne è molto giovane, si trova a Parigi per motivi di studio, ama passeggiare tra i corridoi del Louvre e ammirarne le straordinarie opere esposte. Pierce porta dentro il cuore un dolore intenso; i suoi occhi sono posati su un quadro, ma sono persi nel vuoto, non brillano di luce. È un attimo e i loro sguardi si incrociano. In quei pochi istanti intuiscono che qualcosa, nella loro vita, è irrimediabilmente cambiato.
E’ in una sala del Louvre, davanti a un dipinto di scuola italiana, che una studentessa dai lunghi capelli biondi nota un attraente uomo dall’aria cupa. Qual è la causa della sua tristezza?
Sconvolto per la perdita della moglie, Pierce, costruttore di piattaforme petrolifere, sta meditando il suicidio. Ma Brianne è tenera, solare e spiritosa. Troppo giovane per lui.
Pierce, dunque, non vuole avere nulla a che fare con quella ragazza. Tuttavia il destino ha deciso altrimenti: un matrimonio lampo a Las Vegas per salvarla dalle attenzioni di un arabo dai perversi appetiti, un rapimento, un intrigo internazionale e come se non bastasse…

Accadde a Hollywood

Chi di noi non ha mai sognato di incontrare il proprio divo, magari qualcuno che ha fatto parte della nostra adolescenza?
É quello che accade a Karol, ventitreenne e aspirante sceneggiatrice, che viene catapultata da un giorno all’altro nel mondo del cinema, dove si imbatte nell’attore che ha riempito i sogni della sua adolescenza.
E se William Bower non fosse come lei lo ha sin da sempre immaginato? Se si rivelasse un uomo come tutti gli altri, con le proprie debolezze e paure?
Non c’è sensazione più terribile di quella di trovarsi ad un passo dal raggiungere il proprio sogno e di sentirsi lentamente divorati dal terrore di fallire. Karol lo sa fin troppo bene, ma decide comunque di buttarsi a capofitto nell’avventura che la attende. Incontrerà William in un momento triste della sua vita, darà uno scossone alla sua esistenza, metterà il suo mondo sottosopra e farà vacillare ogni sua certezza.
Una favola moderna ambientata nella città del cinema che narra le vicende di Karol, appena laureata all’accademia cinematografica di Roma e in procinto di far decollare la sua carriera, e di William, trentacinquenne, la cui carriera è ormai in fase di declino, e che vorrebbe riallacciare i rapporti con la sua ex fidanzata, nonché madre di suo figlio … peccato che la vita ci riservi mille e più sorprese e mandi all’aria tutti i nostri piani, a volte in un modo sconvolgente e meraviglioso.
1 di 2 libri.
email:
[email protected]
Pagina Facebook:
SCARL

GLI ACARNESI

La commedia si apre sulla Pnice, quando Diceopoli, un contadino stanco di vedere i suoi raccolti distrutti dai soldati, interviene nella corrotta assemblea dei cittadini per proporre una tregua con Sparta. Non avendo alcuna influenza sull’assemblea ateniese, il suo intervento non riesce ad ottenere nulla. Incarica quindi Anfiteo di recarsi a Sparta per stringere un accordo privato, una tregua valida per lui solo e la sua famiglia. All’assemblea intervengono gli ambasciatori dalla Persia, personificazione dei funzionari corrotti, pagati due dracme al giorno per stare mollemente sdraiati nelle loro comode tende. Non viene risparmiata neanche la guerra contro Sparta: verso la fine dell’assemblea entra in scena un gruppo di soldati Traci (l’esercito degli Odomanti), che si presentano come degli straccioni mal equipaggiati……
**
### Sinossi
La commedia si apre sulla Pnice, quando Diceopoli, un contadino stanco di vedere i suoi raccolti distrutti dai soldati, interviene nella corrotta assemblea dei cittadini per proporre una tregua con Sparta. Non avendo alcuna influenza sull’assemblea ateniese, il suo intervento non riesce ad ottenere nulla. Incarica quindi Anfiteo di recarsi a Sparta per stringere un accordo privato, una tregua valida per lui solo e la sua famiglia. All’assemblea intervengono gli ambasciatori dalla Persia, personificazione dei funzionari corrotti, pagati due dracme al giorno per stare mollemente sdraiati nelle loro comode tende. Non viene risparmiata neanche la guerra contro Sparta: verso la fine dell’assemblea entra in scena un gruppo di soldati Traci (l’esercito degli Odomanti), che si presentano come degli straccioni mal equipaggiati……

Absence. L’altro volto del cielo

In questo nuovo capitolo, “L’altro volto del cielo”, le coordinate fornite dal misterioso uomo in nero conducono Faith e i suoi compagni a Est. Il siero che li rende invisibili comincia a danneggiare il fisico dei ragazzi, per i quali la conquista dell’antidoto si fa sempre più indispensabile. Soltanto Faith sembra resistere agli effetti collaterali e sviluppare sempre più prontezza fisica e mentale. Dopo uno scontro violentissimo con una squadra avversaria nella base navale di Changi Bay, Singapore, la ragazza, esausta per la lotta, perde coscienza e viene catturata. I suoi carcerieri, membri della stessa organizzazione ideatrice del siero, hanno un’insinuante proposta da farle: unirsi a loro. Tormentata dai sensi di colpa ma affascinata dalla possibilità che le viene offerta, Faith dovrà scegliere tra il suo gruppo, i suoi amici, e un futuro indipendente in cui far sviluppare le proprie doti di combattente, dimentica di tutti e da tutti dimenticata. Potranno l’amore e la lealtà verso ciò che ha di più caro convincere Faith a non cedere alla seduzione della forza?

Le abitudini delle volpi

L’ispettore Erlendur è tornato nei luoghi della sua infanzia.
Trascorrerà qualche tempo nel piccolo villaggio sulle rive di un fiordo dell’Islanda orientale, deciso ad affrontare una volta per tutte l’ossessione che lo perseguita fin da quando era bambino: la scomparsa del fratello minore Bergur durante una bufera di neve.
Di notte, solo nel rudere abbandonato della sua casa, attende che l’oscurità, il gelo e il vento gli riportino i fantasmi della tragica esperienza che distrusse per sempre la sua famiglia; di giorno, vaga per i boschi e la brughiera alla disperata ricerca di indizi. E proprio qui si imbatte per caso in una vicenda per molti versi simile a quella di Bergur: la sparizione di una giovane donna, in una notte di tormenta, nel gennaio del 1942. Una storia non ancora dimenticata, ma che molti preferirebbero lasciare sepolta sotto decenni di segreti e sensi di colpa. Immerso in un paesaggio aspro, in cui una modernità disordinata e invadente si scontra con una natura ancora capace di sconvolgere, Erlendur si lascia trasportare in un’indagine al confine tra realtà e allucinazione, travolto da un’insaziabile sete di risposte che lo costringerà a scavare ostinatamente dentro ferite mai curate, a riportare in luce antiche suggestioni, a riesumare tormenti inconfessabili.

Abitare la distanza

Abitare la distanza è la condizione dell’uomo, caratterizzata dal paradosso: egli è dentro e fuori, vicino e lontano, ha bisogno di un luogo, di una casa dove ”stare” ma poi, quando cerca questo luogo, scopre il fuori, la distanza, l’alterità. Nello scenario del pensiero contemporaneo, l’autore interroga i filosofi che guardano in questa stessa direzione – Heidegger, Derrida, Lacan, ma anche Merleau-Ponty, Ricoeur, Bateson -, non solo descrivendo una condizione ”impossibile” ma soprattutto indicando un modo, un atteggiamento, un ”come” stare nel paradosso. E proponendo alcuni esercizi – nello stile di possibili pratiche filosofiche – relativi allo sguardo, all’ascolto e alla scrittura.

(source: Bol.com)

Abitare il vento

In questo romanzo pubblicato per la prima volta nel 1980, Sebastiano Vassalli racconta la storia esilarante e tragica di un eroe del nostro tempo. Sono anni nei quali è impossibile evadere dalle gabbie delle ideologie, la società è segnata da un terrorismo quasi istituzionale, e ancora tentenna il famigerato riflusso che porterà nei decenni successivi a un esasperato individualismo. L’eroe, Antonio Cristiano Rigotti detto Cris, è un balordo che si atteggia a cavaliere solitario da film western, un individuo le cui passioni frustrate si esprimono in spavalderia ed erotomania unite a un solido buon senso. Questa edizione è arricchita da una postfazione dell’autore: “Trent’anni dopo. Riflessioni su un personaggio e la sua storia”.
**

Abisso senza fine

La madre di Faith non risponde al telefono e la porta di casa sua è aperta, con un’impronta insanguinata sulla maniglia. L’agente Faith Mitchell sa di dover chiedere un codice 30, anche se non l’ha mai usato prima in vita sua: assistenza per un agente in pericolo. Al centralino le raccomandano di non entrare, ma Faith non può aspettare. Questo le dice il suo istinto, e tutto quello che ha imparato all’accademia svanisce dalla sua mente nel momento in cui varca la soglia con la canna del fucile dritta di fronte a sé. Trova un cadavere e un uomo che tiene la pistola alla testa di un ostaggio, ma di sua madre nessuna traccia. Quando la polizia fa irruzione la situazione precipita e Faith diventa non solo una testimone, ma anche una sospettata di omicidio. Per trovare sua madre avrà bisogno di tutto l’aiuto dell’agente speciale Will Trent e della dottoressa Sara Linton, ex medico legale e pediatra all’ospedale cittadino. I tre dovranno mettere assieme i frammenti di un caso complicato e brutale, cercandoli nei legami più profondi e oscuri della città, tra corruzione e segreti, lealtà e promesse. Per trovare sua madre Faith dovrà scoprire la verità. O seppellirla per sempre.

(source: Bol.com)

Un abisso chiamato amore

Un abisso ideale, è questo che Liala descrive magistralmente, ma nel quale precipiteranno i sogni più cari dei tre protagonisti: Altera, Luciano e Giulio. Da Milano alla Sicilia, Liala ci presenta forse i personaggi più umani usciti dalla sua ineguagliabile penna.

L’abbandono. Racconti degli anni Ottanta

Attraverso i racconti, le ultime prose di viaggio e gli scritti relativi al suo “mestiere di scrittore”, Tondelli aveva voluto concludere il progetto iniziato con “Un weekend postmoderno”. Ne aveva elaborato l’indice, senza riuscire a portare a termine la realizzazione del volume uscito postumo nel 1993, a cura di Fabio Panzeri. In “Un weekend postmoderno” Tondelli propone il personale e curioso attraversamento culturale e sociale degli anni Ottanta; in “L’abbandono” sceglie la prospettiva del controcanto personale: l’attraversamento è all’insegna della singolarità dell’esperienza. Così il libro racconta una ricerca attorno ai temi del sentimento e della scrittura, ritrovati in quanto affermazione di un mito dell’interiorità.
**