65745–65760 di 69633 risultati

Poesie. Gitanjali – Il giardiniere

Introduzione di Alessandro Bausani
Traduzione integrale di Girolamo Mancuso

Gitanjali e Il Giardiniere raccolgono i versi con i quali Rabindranath Tagore scelse di farsi conoscere in Europa. Ricco di evocazioni e di affascinanti armonie, il linguaggio del poeta indiano giunge a noi occidentali come un’eco di situazioni profonde dell’anima. Prendono corpo in questi versi le immagini lontane d’una cultura antichissima, ora intrecciate ai motivi venuti dall’Occidente, ora immutate nella purezza della loro secolare e altera staticità. La tecnica sapiente e la raffinata cultura di cui i versi di Tagore sono il definitivo, elegante prodotto, hanno il potere di caricare ogni singolo elemento poetico di un particolarissimo alone di suggestione, di sottile e malioso incanto.

‘Su queste piccole mani
Scendono i tuoi doni infiniti.
Passano le età, e tu continui a versare,
e ancora c’è spazio da riempire.’

Rabindranath Tagore

è stato il poeta e filosofo indiano che ha fatto conoscere e apprezzare in Occidente la grande spiritualità del suo Paese. Nato nel 1861 da una famiglia nobile, a sedici anni fu inviato a studiare in Inghilterra, dove rimase tre anni. Già famosissimo in India, la sua notorietà si diffuse in Europa nel 1913, quando pubblicò, tradotte in inglese da lui stesso, le due raccolte di versi Gitanjali e Il Giardiniere. Subito apprezzato dai grandi poeti come W. B. Yeats e Ezra Pound, fu insignito in quello stesso anno del premio Nobel per la letteratura. Di Tagore la Newton Compton ha pubblicato Poesie d’amore e Poesie. Gitanjali – Il giardiniere.

(source: Bol.com)

Poesie Giovanili

Questo ebook è un testo di pubblico dominio. Potete trovare il testo liberamente sul web. La presente edizione è stata realizzata per Amazon da Simplicissimus Book Farm per la distribuzione gratuita attraverso Kindle.
**
### Sinossi
Questo ebook è un testo di pubblico dominio. Potete trovare il testo liberamente sul web. La presente edizione è stata realizzata per Amazon da Simplicissimus Book Farm per la distribuzione gratuita attraverso Kindle.

Poesie

Premessa di Roberto Pazzi
Cura e traduzione di Ilaria Dagnini
L’ammirazione per l’ideale di bellezza cantato e il fascino dell’ardente e spregiudicato richiamo dell’amore omosessuale sono forse le cause principali della fama che ha accompagnato il nome di Saffo attraverso i secoli. I suoi versi nascono in un mondo che ha avuto a lungo il sapore del proibito: il «tiaso», sorta di associazione tra giovani donne che Saffo creò attorno a sé a Mitilene, dove, tra canti e danze in onore delle muse, nascevano brucianti passioni e gelosie. Per Saffo l’amore è lotta, è battaglia, come l’impiego di termini e modi dell’epos omerico nei suoi versi rivela. Colui e colei che amano e sanno amare sono eroi.
Ancora oggi, leggendo queste poesie e rivivendo le emozioni d’amore tese tra il grido disperato e l’invocazione serena, si prova quella sensazione avvertita dallo storico greco Strabone: «Saffo è un essere meraviglioso».
«Se ora ti sfugge, presto ti cercherà,
se non accetta i tuoi doni, lei stessa te ne offrirà,
se non ti ama, presto ti amerà,
anche se non volesse.»
Saffo
nacque a Ereso, nell’isola di Lesbo, e trascorse la maggior parte della vita a Mitilene, principale città dell’isola, nel vii secolo a.C. La sua attività poetica fu quasi completamente incentrata sulla vita del tiaso, a cui dedicò appassionatamente l’intera esistenza. Godette sempre di grande fama: già nel i secolo a.C. lo storico Strabone scriveva di lei: «[…] fu una persona straordinaria, perché, per quanto noi risaliamo nel tempo, non riusciamo a ricordare, in nessun’altra epoca, una donna capace di rivaleggiare con lei nel campo della poesia».

Poesia

Version 129290 – 2014-05-15 10:13:23 +0200

PNL. La programmazione neurolinguistica

La Programmazione Neurolinguistica è lo studio di come ogni individuo percepisce e interpreta se stesso, gli altri e il mondo che lo circonda. Permette di analizzare ogni comportamento scomponendolo in sequenze di elementi osservabili, riproducibili e modificabili. Può quindi rappresentare un’opportunità per migliorare la comunicazione interpersonale, essenziale nella gestione dei gruppi, e per controllare alcuni processi mentali che, nonostante siano automatici, possono essere riportati alla coscienza e modificati in accordo con i propri obiettivi.
**

Pizzeria Kamikaze

Non ora, non qui. Un desiderio iperbolico di fuga è il sentimento dominante di questi racconti dell’israeliano Keret, il trampolino metafisico e allegorico dal quale i suoi personaggi spiccano il loro salto da irresistibili acrobati di un umorismo nero e scorticato dal quale non è esente uno spirito di irridente e fresca vitalità mentre eseguono le loro capriole da clown burloni e dissacratori. Basti dire che Haim, giovane protagonista del racconto più lungo e significativo di questa raccolta, trova lavoro nella pizzeria Kamikaze, due giorni dopo essersi suicidato.
**

Più in là del passato

Nel lontano Paleolitico Superiore, circa quattordicimila anni fa, nella erbosa valle del Vezere, vivevano le tribù del Cervo Rosso e del Cavallo. La prima, patriarcale, era governata da splendide ragazze guidate da una sacerdotessa ed era devota alla dea Terra. La seconda, invece, era patriarcale e adorava il dio dei Cieli. Ma un giorno una forza misteriosa decide che è giunto il momento di unire le due stirpi e affida alla giovane Alin e al forte Mar il delicato compito di creare il futuro.

Più grande la paura

Protagonisti di queste storie sono i bambini. Bambini felici e bambini che non lo sono stati, abusati dagli adulti per troppo amore, come la piccola figlia di Byron, o per troppo odio, come i bambini rapiti, gli scomparsi, gli interrotti. Stanno in queste pagine bambini coraggiosi, che evocano mostri come lo Striglio per combattere ingiustizie, e bambine immaginifiche che hanno tanto letto da poter domare Le tigri di Mompracem e trascorrere il pomeriggio con Heathcliff a Cime tempestose. C’è una bambina che accompagna il padre al mare e lo vede illuminarsi per l’incontro con una donna che è un suo vecchio amore. E una madre che si arrende al figlio che cresce e non vuole più essere baciato perché tutto, in fondo, comincia sempre con la fine dei baci. C’è un altro bambino, già quasi un ragazzo, che è l’unico che sa arrampicarsi su uno scoglio e da quello, in mezzo al mare, come su un solitario cammello nel deserto, vede allontanarsi la ragazza che gli piaceva, e gli piaceva perché lei, l’unica, non temeva vespe, formiche e bombi, e questo coraggio li univa come l’amore. Ci siamo noi in queste pagine, piccoli piccoli, fragili e fortissimi, in bilico tra la memoria di ciò che siamo stati, la nostalgia di ciò che avremmo potuto essere, e la tenerezza per ciò che siamo. Beatrice Masini – funambolo serio e scanzonato, dolce e feroce, in bilico, come l’infanzia – ci racconta un mondo, il nostro, prima che l’età adulta lo spiegasse con mezze voci, mezze stagioni e religioni che prevedono confessione. In questi racconti c’è l’infanzia per la quale la vita è un’avventura che non deve per forza finire bene o un viaggio che non sempre contempla il ritorno. Ci sono fuoco, acqua, vento e aria. E c’è tutto quel tempo che, da bambini, ci insegna a sentirci immortali fino a prova contraria.

Più forte della vendetta

LA CONFRATERNITA DI BLACK CASTLE – Una volta divenuti ricchi e potenti dovranno scegliere tra amore e vendetta.
Rafael Salazar è tornato a Rio per distruggere l’uomo che gli ha sottratto l’infanzia. Finché non si imbatte in una creatura meravigliosa e la passione lo acceca al punto che neppure l’identità della donna lo induce a rinunciare a conquistarla. Dal canto suo, Eliana Ferreira non ha mai incontrato un uomo come Rafael: potente, irresistibile, inarrestabile. Sente che c’è qualcosa di oscuro a guidare quel milionario che si è fatto da solo, ciononostante non può negargli nulla… Fino al momento in cui scopre le sue terribili intenzioni. Entro pochi giorni diventerà sua moglie, ma la vendetta che Rafael sta preparando potrebbe distruggerli per sempre.
(source: Bol.com)

Più fiori che opere di bene

La sua vita sono i fiori, ma il delitto è la sua vera passione.
Clotilde Grossi, detta Clo, è una trentasettenne senza orpelli nel pensare e neanche nel vestire. Nella vita fa la fioraia, vive a Bergamo e il suo negozio si chiama Ditelo con i fiori. Nessuna meglio di lei sa se è meglio un crisantemo o un gladiolo per ogni occasione. Ma sarebbe un errore immaginarla come un’inguaribile romantica, perché la sua vera passione è il crimine. Vorace consumatrice di romanzi gialli che le vengono spacciati da Nicla Verzetti, la sua amica libraia del negozio di fronte, non riesce a resistere di fronte a ogni notizia di cronaca nera. Vuole sempre saperne di più e riesce a rubare preziose informazioni anche grazie al suo fidanzato storico, Carlo, che guarda caso fa l’impresario di pompe funebri. Un giorno però, nella piazza principale della città, viene ritrovata la testa di un uomo orrendamente sfigurato. Clotilde è fra i primi ad arrivare e senza pensarci due volte decide di mettersi in campo personalmente nelle indagini, utilizzando la scusa dei fiori. Ed è proprio durante le sue scorribande non proprio lecite che conosce il commissario Riccardo Leonardi. Un uomo dai rari sorrisi, cravatte sgargianti, frequenti macchie di stilografica sul taschino e dall’intuito infallibile. Per questo Leonardi capisce subito di aver trovato, più che un’innocente margherita, un’autentica spina nel fianco.
Annalisa Strada con la sua voce ironica e acuta ci regala una protagonista irresistibile. Spudorata e curiosa come una nuova Miss Marple, Clotilde Grossi, detta Clo, è pronta a conquistare il cuore dei lettori e non solo il loro…

(source: Bol.com)

Più che possibile

Un libro della serie Più che…
Jay Reynolds ha preso una cotta per Peter Morgan, il suo capo progetto, ma è improbabile che nasca una storia d’amore in ufficio, dato che l’uomo è etero. Anzi, Jay teme che Peter sia omofobo, perciò la sua infatuazione è presto rimpiazzata dal disprezzo. Una notte, però, Jay è costretto a rivedere tutte le sue supposizioni. Quello che succede riaccende la sua attrazione per Peter e, incredibile ma vero, anche il suo capo è interessato a lui.
Per Jay quella relazione senza impegno diventa insostenibile quando si rende conto che sta iniziando a innamorarsi dell’uomo. Un passato tormentato impedisce tuttavia a Peter di legarsi a qualcuno. Jay dovrà decidere se potrà accontentarsi di un’amicizia o dovrà spronare Peter a cogliere tutto ciò che lui ha da offrirgli.
**
### Sinossi
Un libro della serie Più che…
Jay Reynolds ha preso una cotta per Peter Morgan, il suo capo progetto, ma è improbabile che nasca una storia d’amore in ufficio, dato che l’uomo è etero. Anzi, Jay teme che Peter sia omofobo, perciò la sua infatuazione è presto rimpiazzata dal disprezzo. Una notte, però, Jay è costretto a rivedere tutte le sue supposizioni. Quello che succede riaccende la sua attrazione per Peter e, incredibile ma vero, anche il suo capo è interessato a lui.
Per Jay quella relazione senza impegno diventa insostenibile quando si rende conto che sta iniziando a innamorarsi dell’uomo. Un passato tormentato impedisce tuttavia a Peter di legarsi a qualcuno. Jay dovrà decidere se potrà accontentarsi di un’amicizia o dovrà spronare Peter a cogliere tutto ciò che lui ha da offrirgli.

Piranha: Oregon Files – Le avventure del capitano Juan Cabrillo

Dal maestro delle «avventure da brivido», una nuova avventura degli OREGON FILES.
1902, isola della Martinica: una terribile e totalmente inattesa eruzione del vulcano La Pelée distrugge sotto la sua lava rovente la cittadina di Saint-Pierre. Insieme a centinaia di abitanti, l’eruzione uccide anche uno scienziato tedesco nascosto nell’isola, i cui studi sono alla vigilia di una svolta sorprendente… Più di un secolo dopo, il capitano Juan Cabrillo, alla testa della sua ciurma composta di uomini e donne straordinari che hanno deciso di dedicare la vita alla difesa del mare e di chi sul mare vive e lavora, subisce l’attacco improvviso di un ammiraglio venezuelano. La supertecnologica nave di Cabrillo, la Oregon, viene colpita dal prototipo di un ordigno sottomarino, costruito apposta per raggiungere indisturbato le imbarcazioni e distruggerle. Dietro il prototipo ci sono studi americani, ma allora chi ha tradito e diffuso i progetti coperti dal segreto militare? E in che modo il progetto Piranha, questo il nome del micidiale ordigno, si collega agli studi segreti dello scienziato tedesco dei primi del Novecento? Ancora una volta Cabrillo e i suoi dovranno muoversi in uno scenario pericolosissimo, contro un nemico astuto e pronto a tutto, che arriverà a prendere di mira addirittura l’Air Force One, l’aereo con a bordo l’uomo più potente al mondo: il Presidente degli Stati Uniti.
**
### Sinossi
Dal maestro delle «avventure da brivido», una nuova avventura degli OREGON FILES.
1902, isola della Martinica: una terribile e totalmente inattesa eruzione del vulcano La Pelée distrugge sotto la sua lava rovente la cittadina di Saint-Pierre. Insieme a centinaia di abitanti, l’eruzione uccide anche uno scienziato tedesco nascosto nell’isola, i cui studi sono alla vigilia di una svolta sorprendente… Più di un secolo dopo, il capitano Juan Cabrillo, alla testa della sua ciurma composta di uomini e donne straordinari che hanno deciso di dedicare la vita alla difesa del mare e di chi sul mare vive e lavora, subisce l’attacco improvviso di un ammiraglio venezuelano. La supertecnologica nave di Cabrillo, la Oregon, viene colpita dal prototipo di un ordigno sottomarino, costruito apposta per raggiungere indisturbato le imbarcazioni e distruggerle. Dietro il prototipo ci sono studi americani, ma allora chi ha tradito e diffuso i progetti coperti dal segreto militare? E in che modo il progetto Piranha, questo il nome del micidiale ordigno, si collega agli studi segreti dello scienziato tedesco dei primi del Novecento? Ancora una volta Cabrillo e i suoi dovranno muoversi in uno scenario pericolosissimo, contro un nemico astuto e pronto a tutto, che arriverà a prendere di mira addirittura l’Air Force One, l’aereo con a bordo l’uomo più potente al mondo: il Presidente degli Stati Uniti.

Piramide Nera

Ogni viaggio ha una fine? Il cerchio si chiuderà? Il mondo è davvero destinato alla fine? Il momento per le risposte a queste domande è giunto. Gli avventurieri continueranno nella loro missione, affrontando potenti stregoni e terrificanti poteri demoniaci. Nuovi amici si uniranno al gruppo e vecchi invece se ne andranno. In un susseguirsi di combattimenti, incantesimi e duelli di spade gli eroi affronteranno i pericoli nel territorio più pericoloso del mondo e si troveranno faccia a faccia con il demone Korulean. Ed infine giungeranno là dove l’esistenza ha avuto inizio, nella leggendaria ed eterna costruzione che racchiude il segreto del Destino. Dopo “Dei, Demoni e Uomini” e “Cacciatori di Demoni”, la Trilogia fantasy de “Il Cerchio dei Giganti” si conclude con “Piramide Nera”, l’epico finale della storia di un gruppo di uomini e donne che decisero di essere eroi.