65521–65536 di 72034 risultati

Il compimento è la pioggia

Nella notte di San Nicola, Bari è invasa da gente, bancarelle, pellegrini e semplici curiosi. C’è stato un omicidio nel centro storico. La scena del delitto è raccapricciante: in una piccola casa bassa con l’ingresso sulla strada è stata trovata morta da una vicina di casa una ragazza di poco più di vent’anni. Il cadavere è squarciato da varie ferite di armi diverse e qualcuno ha infierito in modo insensato sul corpo. Intorno, le tracce della presenza di bambini: giocattoli, biberon, vestitini, ma i bambini sembrano scomparsi nel nulla. Sul luogo del delitto arriva l’ispettore Gerri Esposito accompagnato da un nuovo pm milanese, capitato per sbaglio a Bari, che odia la città e i suoi abitanti; la collaborazione con i membri della terza sezione si profila subito molto difficile. Ad aiutare Gerri, oltre a Marinetti e Sara Coen, con cui la relazione diventa sempre più complicata, stavolta troviamo anche un nuovo personaggio femminile, Milly, una prostituta di colore conosciuta in divagazioni notturne, che ha un figlioletto di due anni. L’indagine si snoda tra i vicoli di Bari vecchia, tutta concentrata in pochi giorni, tra la festa di san Nicola e le feste di Natale, fino ad arrivare all’ultimo dell’anno. Giorni freddissimi, in cui la Puglia e il suo capoluogo vengono investite da una insolita nevicata, che alla fine lascerà il posto alla pioggia.

Il commissario e il silenzio

Il commissario Van Veeteren è stanco. Dopo oltre trent’anni passati a contatto con il “lato oscuro dell’esistenza” pensa seriamente di cambiare mestiere, magari acquistando una piccola libreria antiquaria. Frattanto però, prima di partire per una vacanza, il commissario riceve una telefonata anonima: una sconosciuta denuncia la sparizione di una ragazza da una colonia estiva che ospita una setta religiosa dalla dubbia reputazione e un capo spirituale alquanto chiacchierato. Un’altra telefonata anonima e il ritrovamento di un cadavere danno avvio all’inchiesta, che però si arresta contro un muro di omertà. Van Veeteren decide di prendere in mano la situazione, ma indagando a modo suo, seguendo i suoi particolarissimi metodi e il suo provato intuito.

Il comitato Tiziano

Louise Masterson, membro del Comitato Tiziano, istituito dal Ministero dei Beni Culturali per studiare le opere del pittore veneto, viene trovata assassinata in un giardino pubblico a Venezia. Il generale Bottardi, capo del nucleo investigativo per la tutela del patrimonio artistico, manda a indagare la sua intraprendente collaboratrice Flavia Di Stefano. I carabinieri di Venezia sospettano che l’omicidio sia opera di un ladro, ma Flavia segue un’altra pista e chiede aiuto allo studioso inglese di storia dell’arte Jonathan Argyll. La situazione precipita quando un altro membro del Comitato Tiziano viene trovato morto. Flavia e Argyll scopriranno un terzo omicidio e cercheranno di svelare il mistero di Tiziano.
**

Il colonnello Chabert

Cura e traduzione di Roberto BonchioEdizione integraleIl colonnello Chabert, apparso nel 1832 e poi inserito nel grande e composito mosaico della Commedia umana, ricostruisce il dramma di un ufficiale napoleonico che, ritenuto morto in battaglia a Eylau, ritorna dopo molte terribili avventure a Parigi per ritrovare la sua identità e i suoi affetti, ma si trova contro un muro di indifferenza e di interessi consolidati. Un dramma di sentimenti e passioni violente che il nuovo arrivismo e l’avidità di denaro, impersonati nell’ex moglie di un colonnello, si sforzano di soffocare. Un quadro potente e intenso della vita francese sotto la Restaurazione.«Grosse lacrime sgorgarono dagli occhi stanchi del vecchio soldato e rigarono le sue guance rugose. Dinanzi a questa montagna di difficoltà era profondamente scoraggiato. La società e la giustizia erano divenuti per lui un vero incubo.»Honoré de Balzac(1799-1850) è ritenuto uno dei fondatori del romanzo moderno: la sua Comédie humaine – sottilissima, sconcertante analisi della società francese tra il primo Impero e l’età di Luigi Filippo – è forse il più vasto ciclo narrativo mai tentato da uno scrittore. Di Balzac la Newton Compton ha pubblicato: Le illusioni perdute, Un tenebroso affare, La cugina Bette, Papà Goriot, Eugénie Grandet, La fanciulla dagli occhi d’oro, Il colonnello Chabert.

Il collezionista

“Se vi piace la tronfia verbosità dei best-seller con pretese di alta letteratura”, scrive Russell presentando questi suoi racconti, “o se ritenete indispensabile che ogni storia racchiuda un profondissimo quanto rimasticato messaggio morale, questo libro non è per voi. Andate via. Sciò!” Il campo di lettura offerto dalla presente raccolta, in effetti, ci guadagnerà parecchio ad essere preliminarmente e perentoriamente sgombrato dai pedanti e dagli snob. Così, se vorremo puramente e semplicemente divertirci, potremo farlo senza tirarci addosso occhiatacce di rimprovero. Ma resteremo ugualemente liberi di sospettare che Eric Frank Russell, oltre a saper costruire le sue storie come pochi, abbia anche lui, malgrado tutto, alcuni messaggi da comunicarci: quello metafisico del Collezionista, per esempio, d’una sbigottita malinconia; o quello, sottilmente scettico, di Una questione d’istinto; o infine quello di Io e la mia ombra, dove malinconia e scetticismo si convertono in un arguto, bonario incoraggiamento a sbrigarsela da sé. Per l’interpretazione di questi eventuali messaggi, comunque, non avremo bisogno di istituire paragoni con Kafka, o con Proust, o con Dio sa chi altro: avremo soltanto da mettere questa antologia, dopo averla letta, tra i libri che hanno qualche cosa dentro, e che una volta o l’altra ci verrà voglia di rileggere.

Il collasso dell’impero

Le leggi della fisica che governano il mondo sono destinate a essere riscritte. Una scoperta sensazionale il Flusso ha cambiato per sempre la concezione spazio-temporale dell’universo, aprendo al progresso scenari inimmaginabili. Assecondando il Flusso, gli esseri umani sono ora in grado di raggiungere pianeti e stelle lontani anni luce, creare reti tra mondi remoti ma interdipendenti, costruire un impero interstellare in cui il pianeta Terra rappresenta ormai solo un insignificante avamposto. Il Flusso è come un fiume: scorre placido, eterno, ma non è statico, cambia il suo corso e abbandona il suo letto originario. A ogni sua mutazione intere fette di universo vengono però isolate,abbandonate a loro stesse in una deriva cosmica catastrofica per interi sistemi stellari. Quella che doveva essere la via verso la nuova èra intergalattica si rivela dunque la più pericolosa delle minacce per la sopravvivenza stessa del genere umano.Una rivoluzionaria space-opera ambientata in un universo sfuggente, fino ad oggi inconcepibile, dal genio di uno dei più grandi talenti della fantascienza contemporanea.

(source: Bol.com)

Il codice perduto dei massoni

**Un thriller che non finisce mai di stupire
Azione, mistero e storia sulle tracce di una cospirazione millenaria**
Jack Monroe è un cacciatore di preziosi oggetti d’arte. Dopo aver tenuto una lezione al Metropolitan Museum di New York, un terribile evento lo sconvolge: assiste all’omicidio del suo amico Urie Roskopf. Il delitto sembra collegato in qualche modo alla cosiddetta “ottava meraviglia del mondo”, la Camera d’Ambra: una leggendaria stanza dalle pareti rivestite d’ambra e oro, scomparsa dalla Russia dopo la seconda guerra mondiale. Roskopf era da anni uno dei massimi conoscitori della sua storia e uno studioso dei documenti relativi a un tesoro incredibile in essa contenuto. Fortunatamente Jack Monroe non sarà solo a cercare di risolvere l’enigma più complicato che abbia mai affrontato, perché Kira, la nipote di Roskopf, intende aiutarlo a fare luce sulla morte del nonno. Se i loro sospetti si rivelassero fondati, la scia di sangue risalirebbe fino all’inquietante società segreta degli Illuminati. Ma non sarà per niente facile sventare i piani di chi da secoli si prepara a una resa dei conti…
**La ricerca della camera d’ambra condurrà un cacciatore di antichità sulle tracce di una cospirazione millenaria**
«Questo romanzo è vivido come un film. Un perfetto mix di storia, religione e avventura. Prende una storia classica e le restituisce freschezza.»
«Se Dan Brown e Robert Ludlum avessero avuto un allievo, sarebbe stato Gil Cope.»
**Gil Cope**
Fotografo e regista, ha girato il mondo per immortalare sensazionali immagini. Dalle sabbie dell’Africa fino alla Grande barriera corallina, i suoi scatti per alcuni tra i più importanti brand internazionali si alternano a testimonianze sulle condizioni di vita difficili delle popolazioni più povere. La sua curiosità l’ha fatto finire spesso nei guai, ma ha alimentato la sua fervida immaginazione e l’attenzione ai dettagli grazie alle quali si è deciso a scrivere il suo primo romanzo, *Il codice perduto dei massoni*, che è stato un grandissimo successo negli Stati Uniti.
**
### Sinossi
**Un thriller che non finisce mai di stupire
Azione, mistero e storia sulle tracce di una cospirazione millenaria**
Jack Monroe è un cacciatore di preziosi oggetti d’arte. Dopo aver tenuto una lezione al Metropolitan Museum di New York, un terribile evento lo sconvolge: assiste all’omicidio del suo amico Urie Roskopf. Il delitto sembra collegato in qualche modo alla cosiddetta “ottava meraviglia del mondo”, la Camera d’Ambra: una leggendaria stanza dalle pareti rivestite d’ambra e oro, scomparsa dalla Russia dopo la seconda guerra mondiale. Roskopf era da anni uno dei massimi conoscitori della sua storia e uno studioso dei documenti relativi a un tesoro incredibile in essa contenuto. Fortunatamente Jack Monroe non sarà solo a cercare di risolvere l’enigma più complicato che abbia mai affrontato, perché Kira, la nipote di Roskopf, intende aiutarlo a fare luce sulla morte del nonno. Se i loro sospetti si rivelassero fondati, la scia di sangue risalirebbe fino all’inquietante società segreta degli Illuminati. Ma non sarà per niente facile sventare i piani di chi da secoli si prepara a una resa dei conti…
**La ricerca della camera d’ambra condurrà un cacciatore di antichità sulle tracce di una cospirazione millenaria**
«Questo romanzo è vivido come un film. Un perfetto mix di storia, religione e avventura. Prende una storia classica e le restituisce freschezza.»
«Se Dan Brown e Robert Ludlum avessero avuto un allievo, sarebbe stato Gil Cope.»
**Gil Cope**
Fotografo e regista, ha girato il mondo per immortalare sensazionali immagini. Dalle sabbie dell’Africa fino alla Grande barriera corallina, i suoi scatti per alcuni tra i più importanti brand internazionali si alternano a testimonianze sulle condizioni di vita difficili delle popolazioni più povere. La sua curiosità l’ha fatto finire spesso nei guai, ma ha alimentato la sua fervida immaginazione e l’attenzione ai dettagli grazie alle quali si è deciso a scrivere il suo primo romanzo, *Il codice perduto dei massoni*, che è stato un grandissimo successo negli Stati Uniti.

Il codice dei Wooster

Pelham Grenville Wodehouse (Guildford, Surrey, 1881 – Southampton, New York, 1975) è il più importante scrittore umoristico del ‘900 e ancora oggi uno dei più popolari. Le sue opere – circa 90 romanzi e svariate raccolte di racconti, oltre a commedie e soggetti per film – sono pubblicate regolarmente in non meno di 25 lingue. Il suo personaggio più famoso, una figura ormai proverbiale, è Jeeves, l’impeccabile e onnisciente maggiordomo al servizio di Bertie Wooster, giovane signore che si caccia sempre nei guai. I due sono protagonisti di 12 romanzi e numerosi racconti.
**

Il codice da Vinci

**La storia che ha conquistato i lettori di tutto il mondo ripensata per i più giovani.**
A Parigi è notte fonda quando una telefonata sveglia il professor Robert Langdon, noto studioso di simbologia in città per lavoro: il curatore del Louvre è stato brutalmente ucciso all’interno del museo. Scritto per terra, tutto intorno al suo corpo, la polizia ha trovato un codice di numeri e lettere il cui senso però è incomprensibile. Chi meglio di Langdon potrebbe aiutare a decifrarlo risolvendo così il mistero dietro il tremendo delitto?
Con l’aiuto di Sophie Neveu, una criptologa francese, Langdon si mette subito al lavoro per districare il bizzarro enigma, scoprendo ben presto che tutte le tracce conducono alle opere di Leonardo da Vinci.
Così, indizio dopo indizio, Langdon e la Neveu iniziano ad assemblare i pezzi del puzzle, ma la loro è una corsa contro il tempo. Il Codice deve essere decifrato al più presto, prima che una scioccante verità venga persa per sempre…
**
### Sinossi
**La storia che ha conquistato i lettori di tutto il mondo ripensata per i più giovani.**
A Parigi è notte fonda quando una telefonata sveglia il professor Robert Langdon, noto studioso di simbologia in città per lavoro: il curatore del Louvre è stato brutalmente ucciso all’interno del museo. Scritto per terra, tutto intorno al suo corpo, la polizia ha trovato un codice di numeri e lettere il cui senso però è incomprensibile. Chi meglio di Langdon potrebbe aiutare a decifrarlo risolvendo così il mistero dietro il tremendo delitto?
Con l’aiuto di Sophie Neveu, una criptologa francese, Langdon si mette subito al lavoro per districare il bizzarro enigma, scoprendo ben presto che tutte le tracce conducono alle opere di Leonardo da Vinci.
Così, indizio dopo indizio, Langdon e la Neveu iniziano ad assemblare i pezzi del puzzle, ma la loro è una corsa contro il tempo. Il Codice deve essere decifrato al più presto, prima che una scioccante verità venga persa per sempre…
### Dalla seconda/terza di copertina
È l’autore del Codice da Vinci , uno dei romanzi più letti di tutti i tempi, e dei bestseller internazionali Il simbolo perduto , Angeli e demoni , La verità del ghiaccio , Crypto e Inferno .

Il codice Arcadia

Questo libro propone un viaggio a ritroso nel tempo, dal XVII secolo all’antico Egitto, alla ricerca di un misterioso codice tramandatosi nei secoli attraverso il pensiero religioso ed esoterico ma rintracciabile anche in alcune opere d’arte. Proprio da alcuni quadri di Nicolas Poussin, Luca Signorelli e Leonardo da Vinci ha inizio la ricerca degli autori, che li porterà ad indagare sul villaggio francese di Rennes-le-Chateau e i numerosi enigmi che ne popolano la storia, fino a tracciare, grazie alla decifrazione del codice che accomuna luoghi dipinti e luoghi reali, un’ipotesi sull’esistenza delle tombe di Gesù Cristo e della Maddalena.

Il Club-X (Una Storia Krinar)

Una giovane giornalista. Un sex club alieno. Un Krinar che non accetta no come risposta.   Amy Myers è stanca di scrivere banalità. Vuole lavorare su incarichi seri—e quale modo migliore di dimostrarlo a se stessa se non scoprire qualcosa di nuovo sui misteriosi Krinar, gli alieni che hanno conquistato la Terra solo due anni fa? Ma quando incontra Vair, l’inquietante e sexy proprietario di un club-x di Manhattan, potrebbe ottenere più di quanto sperava. . .   Il Club-x è un racconto breve di circa 10.000 parole (56 pagine stampate), ambientato nel mondo delle Cronache dei Krinar circa tre anni prima della trilogia su Mia & Korum. Può essere letto sia come standalone che dopo la trilogia sulle Cronache dei Krinar.

Il Club Delle Lettrici

Sette donne olandesi di mezza età, amanti dei libri e fondatrici di un club di lettura, decidono di partecipare a una crociera letteraria in Scozia «Nello spirito di Moby Dick», organizzata dall’autore che considerano il migliore di questo secolo e del precedente, Gideon de Wit. Le amiche sono elettrizzate all’idea dell’avventura e dell’incontro con il loro mito, e si preparano nei modi più disparati: Leonie, che non lascia mai nulla al caso, si procura una guida dettagliata della Scozia, Tillie fa invece scorta di whisky, Johanna riempie la valigia dei suoi insopportabili gilet e vestitini beige, e Barbara, tra le altre cose, infila nel bagaglio la sua famigerata pistola dorata, rischiando così di rovinare fin da subito l’equilibrio del gruppo.  Ma non tutto durante il viaggio va secondo i piani. Anzi… Tanto per iniziare l’incontro con Gideon de Wit si rivela una delusione, lo scrittore è decisamente meno giovane, magro e simpatico di quanto non appaia sulle quarte di copertina dei suoi romanzi. Come se non bastasse, esauriti pochi convenevoli e preso il largo, il gruppo viene sorpreso da una terribile tempesta che trasforma la crociera in un’avventura ricca di colpi di scena.
**Una commedia brillante sui libri, la lettura e la voglia di emozionarsi che non invecchia mai, scritta con grande garbo e irresistibile ironia.**
**
### Sinossi
Sette donne olandesi di mezza età, amanti dei libri e fondatrici di un club di lettura, decidono di partecipare a una crociera letteraria in Scozia «Nello spirito di Moby Dick», organizzata dall’autore che considerano il migliore di questo secolo e del precedente, Gideon de Wit. Le amiche sono elettrizzate all’idea dell’avventura e dell’incontro con il loro mito, e si preparano nei modi più disparati: Leonie, che non lascia mai nulla al caso, si procura una guida dettagliata della Scozia, Tillie fa invece scorta di whisky, Johanna riempie la valigia dei suoi insopportabili gilet e vestitini beige, e Barbara, tra le altre cose, infila nel bagaglio la sua famigerata pistola dorata, rischiando così di rovinare fin da subito l’equilibrio del gruppo.  Ma non tutto durante il viaggio va secondo i piani. Anzi… Tanto per iniziare l’incontro con Gideon de Wit si rivela una delusione, lo scrittore è decisamente meno giovane, magro e simpatico di quanto non appaia sulle quarte di copertina dei suoi romanzi. Come se non bastasse, esauriti pochi convenevoli e preso il largo, il gruppo viene sorpreso da una terribile tempesta che trasforma la crociera in un’avventura ricca di colpi di scena.
**Una commedia brillante sui libri, la lettura e la voglia di emozionarsi che non invecchia mai, scritta con grande garbo e irresistibile ironia.**

Il Club dei perdenti

Se sta leggendo un libro che gli piace, Alec non lo molla, neanche per seguire le lezioni. Così, quando la preside Vance gli dà un ultimatum, ”o stai attento in classe oppure ”, si fa venire un’idea. Per non perdere preziose ore di lettura, fonda un club. Un club di cui intende essere l’unico membro. In fondo leggere non è un gioco di squadra e nessuno si iscriverebbe mai a un club che si chiama ”dei perdenti”, giusto? Però, man mano che gli altri ragazzi scoprono il suo club, compreso un ex amico diventato bullo e una ragazza che comincia a piacergli, Alec nota una cosa. La vita reale può essere più complicata dei suoi libri preferiti, ma è altrettanto interessante. Con Il club dei perdenti Andrew Clements ci regala una nuova storia di scuola che è una dichiarazione d’amore alla lettura e ci ricorda che a volte le storie più belle sono quelle che succedono fuori dai libri le nostre!

(source: Bol.com)