64929–64944 di 75864 risultati

Le consapevolezze ultime

‘Ma una voce è una voce e uno sguardo è uno sguardo e un ascolto è un ascolto ovunque, e non esistono deserti, esistono habitat nascosti alle brame umane o in divenire che non sono meno vivi solo perché non li abiti tu o non farai più in tempo a viverci, questa è la realtà e questa è anche la mia consapevolezza ultima, di altre non saprò che farmene.’

Allontanandosi prima con la mente che con il ventre da una cena mondana tanto esilarante quanto amara, benché esibita come fastosa e gustosa da una consorteria di commensali impuniti per statuto, e passando per un ricordo d’infanzia dell’inossidabile Barbino di Seminario sulla gioventù, attraverso se stesso Aldo Busi ci racconta le tragedie di un mondo in cui, insieme allo sforzo di nascondere l’ipocrisia, si è perso anche l’ultimo barlume di compostezza etica: il patto sociale è stabilito da chi ha potere e denaro sufficienti per calpestarlo. In una società popolata da uomini e donne così arroganti da pretendere di esserne i protagonisti disperati e interessanti, dove si comunica a occhiate o facendo l’occhiolino e la lingua è corrotta non meno dei costumi, tutto contribuisce ad alimentare lo stolto chiacchiericcio che copre – anzi permette di non ascoltare – persino una drammatica richiesta d’aiuto lanciata dal cuore del Mediterraneo.

(source: Bol.com)

Connessione Persa

Innamorarsi è stato facile, farlo funzionare è la parte difficile…

Non c’è mai stato un tempo in cui Rick Taylor non sia stato dichiarato e orgoglioso di esserlo. Nascondersi o mimetizzarsi non è un’opzione per lui, che vive la sua vita attraverso il mantra Appariscente in mezzo alla Gente. È un ragazzo Gay immagine con la G maiuscola e non intende cambiare per nessuno.

Quando fa involontariamente coming out, il mondo di Matt Connell va alla deriva. Tagliato fuori dalla sua famiglia e dalla vita che conosceva, Matt porta con sé un bagaglio emotivo pesante una tonnellata, mentre fa i primi passi traballanti nella sua nuova vita di uomo gay dichiarato.

Non dovrebbe essere nemmeno il tipo d’uomo cha sta cercando, ma quando Rick apre la sua porta all’arrogante idraulico dai bellissimi occhi verdi, in una gelida mattina di gennaio, sa che la sua vita non sarà mai più la stessa.

Ignorando ogni segnale di pericolo, ogni campanello d’allarme che vuole metterli in guardia e ignorando ogni avvertimento di amici e famigliari, Rick e Matt si buttano in una relazione passionale e incandescente.

Ma quando nella vita che si stanno sforzando di costruire insieme, iniziano ad apparire delle crepe, entrambi saranno costretti a porsi una domanda: può l’amore da solo essere sufficiente?

(source: Bol.com)

La congiura fiamminga (Gordon Spada, #2)

Il celebre mercante d’arte fiorentino Gordon Spada era stato avvertito che il suo cliente e amico Albert Van Jyick sarebbe morto. E anche che la sua scomparsa sarebbe stata un tassello inevitabile del lungo percorso che gli avrebbe permesso di risolvere l’enigma per cui il suo nuovo cliente, il milionario fiammingo Franz Christus, lo ha chiamato a Londra.
Tuttavia, quando il nome di Gordon Spada compare accanto a quello del primo ministro nel sangue che circonda il cadavere del vecchio Sir, tutto viene stravolto. La stessa missione di Spada è al bivio: tutti vogliono qualcosa da lui. Scotland Yard, i servizi segreti, la temibile setta dei pittori fiamminghi, il suo cliente: tutti sanno che solo lui può collegare l’oscuro messaggio lasciato dal Sir al disegno architettato dal più folle dei pittori fiamminghi, Hyeronimus Bosch.
Cos’è davvero questo enigma che si perde nei secoli e che rischia di mettere in ginocchio la Chiesa e l’Occidente?
La verità è agghiacciante: una setta deviata di discendenti di antichi pittori fiamminghi vuole mettere le mani sul Vangelo apocrifo di Barnaba, un testo che indicherebbe la strada per il luogo di sepoltura del Cristo, confermandone la natura terrena. E per farlo è pronta a tutto, anche a radere al suolo l’Abbazia di Westminster.
Gordon Spada questa volta non dovrà solamente immergersi nelle tele e nei segreti che esse nascondono, ma fronteggiare una fitta rete di inganni che lo porterà a mettersi in discussione fino in fondo come essere umano e a rischiare la vita.
Con l’aiuto di una ragazzina adolescente capace di buttare giù il muro di apatia che in tanti anni si è costruito, il mercante d’arte dovra’ salvare Londra dalla distruzione e allo stesso tempo salvare se stesso dal disastro.
Solo alla fine scoprirà però, come temeva, che l’essersi messo in discussione non ha fatto altro che renderlo una preda pù facile.
Hanno detto:
“Gordon Spada è il Robert Langdon italiano.”
DAKOTA T. STUM
Dall’Autore de:
“Le donne della Laguna”, 1° Bestsellers Thriller/Gialli
“L’abate e la Maddalena”, 1° Bestsellers Azione e Avventura
“I Predoni di Palmyra”, 1° Bestsellers Azione e Avventura
“Quando sorge la Luna”, 1° Bestsellers Azione e Avventura
“La dimora del collezionista”, 1° Bestsellers Thriller
“Mistero all’EXPO”, 2° Bestsellers Azione e Avventura
“Il Ritorno del Botticelli”, 3° Bestsellers Azione e Avventura
“Ritratti Viventi”, 1° Bestsellers Horror
“Un dipinto in più”, 1° Bestsellers Gialli e Thriller
L’AUTORE
MAX FIORELLI è laureato in legge, vive e lavora a Roma. Si dedica alla scrittura fin da bambino, e già negli anni del liceo ottenne il primo riconoscimento classificandosi terzo al concorso nazionale letterario Book’sBar. Attualmente, oltre alla scrittura di racconti di vario genere, si dedica alla scrittura di romanzi thriller e gialli. Questo è il suo nono romanzo. Tutti i romanzi di Max Fiorelli sono pubblicati da VIRGIBOOKS.
Per altre informazioni è possibile visitare il sito www.maxfiorelli.com
Questo ebook è realizzato con i migliori software disponibili sul mercato e le migliori procedure multimediali, tutto per offrire la migliore esperienza di lettura possibile.
www.virgibooks.com
**
### Sinossi
Il celebre mercante d’arte fiorentino Gordon Spada era stato avvertito che il suo cliente e amico Albert Van Jyick sarebbe morto. E anche che la sua scomparsa sarebbe stata un tassello inevitabile del lungo percorso che gli avrebbe permesso di risolvere l’enigma per cui il suo nuovo cliente, il milionario fiammingo Franz Christus, lo ha chiamato a Londra.
Tuttavia, quando il nome di Gordon Spada compare accanto a quello del primo ministro nel sangue che circonda il cadavere del vecchio Sir, tutto viene stravolto. La stessa missione di Spada è al bivio: tutti vogliono qualcosa da lui. Scotland Yard, i servizi segreti, la temibile setta dei pittori fiamminghi, il suo cliente: tutti sanno che solo lui può collegare l’oscuro messaggio lasciato dal Sir al disegno architettato dal più folle dei pittori fiamminghi, Hyeronimus Bosch.
Cos’è davvero questo enigma che si perde nei secoli e che rischia di mettere in ginocchio la Chiesa e l’Occidente?
La verità è agghiacciante: una setta deviata di discendenti di antichi pittori fiamminghi vuole mettere le mani sul Vangelo apocrifo di Barnaba, un testo che indicherebbe la strada per il luogo di sepoltura del Cristo, confermandone la natura terrena. E per farlo è pronta a tutto, anche a radere al suolo l’Abbazia di Westminster.
Gordon Spada questa volta non dovrà solamente immergersi nelle tele e nei segreti che esse nascondono, ma fronteggiare una fitta rete di inganni che lo porterà a mettersi in discussione fino in fondo come essere umano e a rischiare la vita.
Con l’aiuto di una ragazzina adolescente capace di buttare giù il muro di apatia che in tanti anni si è costruito, il mercante d’arte dovra’ salvare Londra dalla distruzione e allo stesso tempo salvare se stesso dal disastro.
Solo alla fine scoprirà però, come temeva, che l’essersi messo in discussione non ha fatto altro che renderlo una preda pù facile.
Hanno detto:
“Gordon Spada è il Robert Langdon italiano.”
DAKOTA T. STUM
Dall’Autore de:
“Le donne della Laguna”, 1° Bestsellers Thriller/Gialli
“L’abate e la Maddalena”, 1° Bestsellers Azione e Avventura
“I Predoni di Palmyra”, 1° Bestsellers Azione e Avventura
“Quando sorge la Luna”, 1° Bestsellers Azione e Avventura
“La dimora del collezionista”, 1° Bestsellers Thriller
“Mistero all’EXPO”, 2° Bestsellers Azione e Avventura
“Il Ritorno del Botticelli”, 3° Bestsellers Azione e Avventura
“Ritratti Viventi”, 1° Bestsellers Horror
“Un dipinto in più”, 1° Bestsellers Gialli e Thriller
L’AUTORE
MAX FIORELLI è laureato in legge, vive e lavora a Roma. Si dedica alla scrittura fin da bambino, e già negli anni del liceo ottenne il primo riconoscimento classificandosi terzo al concorso nazionale letterario Book’sBar. Attualmente, oltre alla scrittura di racconti di vario genere, si dedica alla scrittura di romanzi thriller e gialli. Questo è il suo nono romanzo. Tutti i romanzi di Max Fiorelli sono pubblicati da VIRGIBOOKS.
Per altre informazioni è possibile visitare il sito www.maxfiorelli.com
Questo ebook è realizzato con i migliori software disponibili sul mercato e le migliori procedure multimediali, tutto per offrire la migliore esperienza di lettura possibile.
www.virgibooks.com

La congiura di Catilina

Il De Catilinae coniuratione (La congiura di Catilina) è la seconda monografia storica della letteratura latina e la prima scritta dallo storico latino Gaio Sallustio Crispo. Secondo una scansione narrativa suddivisa in 61 capitoli, l’opera narra la congiura ordita da Lucio Sergio Catilina nel 63 a.C., nel tentativo, rivelatosi poi fallimentare e costatogli la vita, di instaurare una dittatura a Roma. La congiura catilinaria viene vista dallo storico di Amiternum come uno degli argomenti più significativi della decadenza morale e sociale della classe dirigente romana, e in particolar modo dei senatori, del I secolo a.C., una corruzione che egli denuncia e critica severamente lungo tutta la narrazione.
L’opera, composta probabilmente tra il 43 ed il 40 a.C., è stata tramandata per tradizione diretta da codici medioevali, in cui compare con i titoli Bellum Catilinae (o anche nella variante De bello Catilinae), con cui è nota nei paesi anglosassoni, Bellum Catilinarium o Liber Catilinarius. La scelta stessa del titolo ha un valore preciso: nel termine coniuratione infatti è presente tutta una serie di connotati e giudizi negativi provati da Sallustio nei confronti dell’evento.
Lo sviluppo del racconto non è lineare, ma i 61 capitoli che compongono l’opera sono scanditi secondo un’accurata regia, che alterna i fatti a numerosi excursus, frammentando notevolmente la continuità della storia e del testo. L’opera si presenta con la struttura tipica delle monografie della storiografia ellenistica, secondo uno schema molto preciso: un proemio, il ritratto del protagonista, vari excursus politici e morali ed infine l’analisi dei discorsi pronunciati dai personaggi e dei documenti da cui si è attinto. Questo modus operandi rende più vario il testo e più efficace il giudizio politico.
Approfondendo l’analisi dell’opera emerge un’omogenea visione della storia romana dell’ultimo secolo della repubblica. Largo spazio è concesso al contesto sociale e politico, all’interno del quale, con Catilina, salgono alla ribalta degli eventi e della cronaca antica altri personaggi, in seguito molto famosi. L’arco di tempo coperto dalla narrazione va dai primi di giugno del 64 a.C., data di inizio della congiura secondo lo storico, fino al gennaio del 62 a.C., con l’epilogo nello scontro finale della battaglia di Pistoia e la morte sul campo di Catilina. Di fronte alla grave crisi in cui si trovava la Repubblica, in seguito alla dittatura sillana, emerse una grande varietà di orientamenti politici, spesso tra loro violentemente contrapposti. Oltre alle posizioni moderatamente filo-senatorie o filo-democratiche entrarono in gioco, a partire dal 70 a.C. e lungo tutti gli anni 60, anche movimenti più radicali, legati ai ceti rimasti esclusi dal potere; tra essi risaltarono in particolare le frange più estremistiche del partito popolare. Proprio alla guida di uno di questi movimenti si distinse Lucio Sergio Catilina, appartenente alla Gens Sergia, nobile famiglia economicamente decaduta, che nel 63 si candidò alle elezioni per il consolato; lo appoggiarono discretamente anche Cesare e Crasso, determinati ad indebolire il potere della nobilitas senatoria.
Sconfitto alle elezioni dal rivale Cicerone, Catilina decise di ordire un colpo di stato, raccogliendo intorno a sé un gruppo di congiurati, provenienti dai ceti più vari (e lontani) della società romana, ma accomunati dal disprezzo per la legalità e dall’uso della violenza. Tra di essi si annoverano sia individui appartenenti ai ceti più alti della societas romana – nobili fortemente indebitati ed equites (cavalieri) – sia personaggi meno altolocati – plebei, proprietari terrieri falliti, veterani di Silla, donne, schiavi e popolazioni straniere, come i Galli Allobrogi, scontente del dominio di Roma… (Wik.)
**

La Confraternita Dei Ranocchi

La Confraternita dei Ranocchi by AA. VV.
Cos’è la Confraternita dei Ranocchi? Una misteriosa setta religiosa? Una banda criminale? Che rapporti ha con la Confraternita il proprietario della Bliss General Hardware Corporation, che viene aggredito e ridotto quasi in fin di vita in nome della misteriosa associazione? E perchè successivamente si verificano altre aggressioni analoghe? La risposta a tanti interrogativi dovrà darla l’ispettore Elk di Scotland Yard, dopo una serie di colpi di scena che fanno di questo romanzo una delle opere più riuscite di Edgar Wallace.
Edgar Wallace nacque nel 1875 a Greenwich (Londra). Cominciò a lavorare giovanissimo, a diciott’anni si arruolò nell’esercito ma nel 1899 riuscì a farsi congedare. Fu corrispondente di guerra per diversi giornali. Ottenne il suo primo successo come scrittore con I quattro giusti, nel 1905. Da allora scrisse, in ventisette anni, circa 150 opere narrative e teatrali di successo. Tradotto in moltissime lingue, ha influenzato la letteratura gialla mondiale ed è considerato il maestro del romanzo poliziesco. È morto nel 1932.

Conforme alla gloria

Amburgo, 1985. Rudolf Wollmer fa il sindacalista, ha una moglie, un figlio adolescente e l’incubo di un padre scomodo, una ex SS che morendo gli ha lasciato in eredità la casa di famiglia. Deciso a sbarazzarsene subito, ritrova, tra gli oggetti del vecchio, un quadro intitolato La gloria. L’immagine è minacciosa ma nasconde un segreto ancora più terrificante. Nel tempo, la vicenda di Rudolf e del quadro si intreccia con quella di Enea Fergnani ‒ ex prigioniero a Mauthausen sfuggito allo sterminio del lager grazie alla sua abilità artistica e proprietario di un negozio di tatuaggi a Torino ‒ e della giovane modella Ana… Un romanzo sorprendente, dallo stile intenso e nitido, che è anche una riflessioni sul rapporto tra vittima e carnefice, su quale sia il confine tra umano e disumano.

Confine di Stato

Erano sbirri corrotti, traditori della Repubblica, politici con le mani sporche di sangue, spacciatori irlandesi in affari con Cosa Nostra, ragazzi in nero pronti a tutto. Se solo un istante delle loro esistenze avesse imboccato una strada diversa, l’Italia come noi la conosciamo non sarebbe esistita… Tra il 1954 e il 1972 questa gente teneva in pugno il paese. Senza di loro la Storia italiana sarebbe tutta un’altra storia. Da Milano a Roma, da Cuba a New York, un viaggio nero e amaro alle radici di un’Italia senza eroi. La storia di un paese dilaniato dalle stragi, fatto a pezzi dalle guerre di partito, cresciuto nel sangue. Un’Italia che ha perso il ricordo dell’onore e dell’innocenza, dove le ideologie sono andate a farsi benedire da un pezzo. In mezzo a tutto questo si muove Andrea Sterling, un personaggio che è la personificazione del Male, il filo nero che unisce i delitti più efferati e oscuri compiuti nel nostro Paese.

(source: Bol.com)

Confessioni di una squartatrice

‘*Con Barbarotti, Nesser ha dato vita a un nuovo personaggio di culto.*’
Der Spiegel

‘*Uno stile alla Simenon. Un Maigret scorbutico e geniale, disincantato e depresso, che si trova a dipanare un groviglio di sangue, segreti e passioni proibite.*’
l’Espresso

‘*Il personaggio creato da Håkan Nesser è già diventato un caso.*’
Corriere della Sera

L’ispettore Gunnar Barbarotti non è più lo stesso. Non è facile concentrarsi sul lavoro quando la mente è lontana, persa nel dolore di una tragedia personale dopo la quale sembra impossibile rimettersi in piedi. Forse per riguardo nei suoi confronti, il commissario Asunander gli affida un cold case, un caso all’apparenza semplice, vecchio di cinque anni: la sparizione di un uomo che si era allontanato in moto dalla sua casa di campagna per non farvi più ritorno. Il suo corpo non è mai stato ritrovato, e l’unica indiziata non ha mai confessato. Perché i sospetti si sono concentrati tutti su di lei, ovviamente: la convivente, una donna nota alle cronache come la Squartatrice, che in passato aveva ucciso e fatto a pezzi il marito violento. Un delitto per cui aveva pagato con undici anni di prigione. Due uomini scomparsi, a vent’anni di distanza, legati alla stessa donna: è possibile che dopo aver scontato la sua pena ed essersi rifatta una vita, la Squartatrice sia tornata alle ‘vecchie abitudini’, che sia dunque un’assassina seriale? E perché il commissario Asunander vuole rivangare proprio adesso, alle soglie della pensione, un caso che sembrerebbe già risolto? Solo per sgombrare la scrivania dal lavoro inevaso, oppure perché è convinto che a Barbarotti faccia bene tenersi impegnato? O invece la vecchia volpe è mossa da altri dubbi e da altri fini…? Incoraggiato dalla collega Eva Backman, che lo sostiene da un’amorevole e rispettosa distanza, Barbarotti inizia a fare domande, quasi svogliatamente, ed entra passo dopo passo nel cuore di una vicenda in realtà assai intricata, dai troppi lati ancora oscuri.

‘*Si chiama Håkan Nesser ed è, potremmo dire, il Camilleri della Svezia.*’
Corriere della Sera

‘*Lo stile di Nesser è lineare ed esplicito, privo di fronzoli, i suoi personaggi risultano credibili perché veri e pieni di acciacchi decisamente umani.*’
l’Unità

‘*Non è tanto la perizia con cui Nesser costruisce la trama gialla ad affascinare, quanto la sua capacità di descrivere la caparbietà e le umanissime esitazioni del commissario. E le atmosfere stemperate di grigio di una Svezia che viene voglia di andare a conoscere.*’
Il Sole 24 Ore
(source: Bol.com)

Le confessioni del cuore (Leggereditore)

A soli venti anni, Auburn Mason ha paura di aver perso ciò che aveva di più importante. Malgrado il dolore, le resta la voglia di lottare per rimettere sulla giusta strada un destino che sembra sfuggirle dalle mani, ma questa volta non dovrà esserci più spazio per errori e debolezze, tantomeno per l’amore.
Owen Gentry è l’enigmatico artista proprietario dello studio d’arte di Dallas presso cui Auburn ha trovato lavoro. È un giovane brillante, di talento, verso il quale Auburn sente fin da subito di provare un’attrazione speciale. A quanto pare, la vita le sta regalando un’altra occasione per lasciarsi andare e ascoltare il proprio cuore. Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare la ritrovata felicità, un segreto che Owen vorrebbe relegare nel proprio passato ma che torna prepotentemente a galla. Owen sa che l’unico modo per non perdere Auburn è condividere con lei ogni aspetto della sua vita, ma la verità, come le opere d’arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può essere più distruttiva di una menzogna…
**
### Sinossi
A soli venti anni, Auburn Mason ha paura di aver perso ciò che aveva di più importante. Malgrado il dolore, le resta la voglia di lottare per rimettere sulla giusta strada un destino che sembra sfuggirle dalle mani, ma questa volta non dovrà esserci più spazio per errori e debolezze, tantomeno per l’amore.
Owen Gentry è l’enigmatico artista proprietario dello studio d’arte di Dallas presso cui Auburn ha trovato lavoro. È un giovane brillante, di talento, verso il quale Auburn sente fin da subito di provare un’attrazione speciale. A quanto pare, la vita le sta regalando un’altra occasione per lasciarsi andare e ascoltare il proprio cuore. Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare la ritrovata felicità, un segreto che Owen vorrebbe relegare nel proprio passato ma che torna prepotentemente a galla. Owen sa che l’unico modo per non perdere Auburn è condividere con lei ogni aspetto della sua vita, ma la verità, come le opere d’arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può essere più distruttiva di una menzogna…

Confessione

“Confessione” (in russo “Ispoved”) è una breve opera di Lev Tolstoj di argomento religioso. Distribuito per la prima volta in Russia nel 1882, venne subito sequestrato perché ritenuto blasfemo. Venne pertanto pubblicato per la prima volta a Ginevra nel 1884. Nella “Confessione” Tolstoj respinge il misticismo, prendendosi gioco dei sacramenti (“Il maggior nemico del vero cristianesimo è la chiesa organizzata”) e dell’ortodossia cristiana (“Sono stato battezzato ed educato nella fede cristiana ortodossa. Me la insegnarono fino dall’infanzia e durante tutto il periodo della adolescenza e della prima giovinezza. Ma quando, a diciotto anni, abbandonai l’università al secondo corso, io non credevo ormai più a nulla di quello che mi avevano insegnato”). Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare. Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

Conferenze

Da uno dei padri fondatori dell’anarchismo moderno una breve serie di conferenze per illustrare i fondamenti del suo pensiero. Dall’incipit del libro: “Nessuno dei grandi avvenimenti accaduti in Europa dopo la grande rivoluzione (1789-1793) ha l’importanza e la grandiosità di quelli che stanno svolgendosi oggi, dei quali è teatro Parigi. Due fatti storici, due rivoluzioni memorabili, avevano dato origine alla società che noi chiamiamo moderna, la società della civiltà borghese. Una, conosciuta col nome di Riforma…”.

Nota: gli e-book editi da E-text in collaborazione con Liber Liber sono tutti privi di DRM; si possono quindi leggere su qualsiasi lettore di e-book, si possono copiare su più dispositivi e, volendo, si possono anche modificare.

Questo e-book aiuta il sito di Liber Liber, una mediateca che rende disponibili gratuitamente migliaia di capolavori della letteratura e della musica.

(source: Bol.com)

Condotta Indecorosa

Il sottufficiale di prima classe Eric Randall non è certo entusiasta di essere trasferito a Okinawa. Tre lunghi anni solitari su un’isola di merda a migliaia di chilometri da sua figlia? Oh, sì. Non vede l’ora. Ma, finché è bloccato lì, tanto vale cercare di godersela, quindi esplora discretamente la scena gay del posto, dove incontra Shane Connelly.
Comincia tutto come un’avventura di una notte, ma vogliono di più; poi Eric scopre che Shane non solo è di rango più alto, è un ufficiale. Non è più illegale essere gay nella Marina ma, per un sottufficiale, avere una relazione con un ufficiale è considerato condotta indecorosa per un gentiluomo, e potrebbe costare a entrambi la carriera. Hanno tutti e due figli a cui pensare, future carriere da civili da considerare, e sono ormai vicini al congedo.
Ma non riescono a resistere l’uno all’altro. Passano segretamente le notti insieme e il loro desiderio di esplorare la bellissima isola di Okinawa è la scusa perfetta per passare insieme anche le giornate. Finché nessuno fa domande e loro non dicono niente, non c’è motivo per cui debbano essere scoperti.
Ma segreti del genere tendono sempre a venire a galla…
**
### Sinossi
Il sottufficiale di prima classe Eric Randall non è certo entusiasta di essere trasferito a Okinawa. Tre lunghi anni solitari su un’isola di merda a migliaia di chilometri da sua figlia? Oh, sì. Non vede l’ora. Ma, finché è bloccato lì, tanto vale cercare di godersela, quindi esplora discretamente la scena gay del posto, dove incontra Shane Connelly.
Comincia tutto come un’avventura di una notte, ma vogliono di più; poi Eric scopre che Shane non solo è di rango più alto, è un ufficiale. Non è più illegale essere gay nella Marina ma, per un sottufficiale, avere una relazione con un ufficiale è considerato condotta indecorosa per un gentiluomo, e potrebbe costare a entrambi la carriera. Hanno tutti e due figli a cui pensare, future carriere da civili da considerare, e sono ormai vicini al congedo.
Ma non riescono a resistere l’uno all’altro. Passano segretamente le notti insieme e il loro desiderio di esplorare la bellissima isola di Okinawa è la scusa perfetta per passare insieme anche le giornate. Finché nessuno fa domande e loro non dicono niente, non c’è motivo per cui debbano essere scoperti.
Ma segreti del genere tendono sempre a venire a galla…

Il condominio

Il condominio (High-Rise) by J. G. Ballard, Paolo Lagorio
Un elegante condominio in una zona residenziale, costruito secondo le più avanzate tecnologie, è in grado di garantire l’isolamento ai suoi residenti ma si dimostrerà incapace di difenderli. Il grattacielo londinese di vetro e cemento, alto quaranta piani e dotato di mille appartamenti, è il teatro della generale ricaduta nella barbarie di un’intera classe sociale emergente. Viene a mancare l’elettricità ed è la fine della civiltà, la metamorfosi da paradiso a inferno, la nascita di clan rivali, il via libera a massacri e violenza. Il condominio, con i piani inferiori destinati alle classi inferiori, e dove via via che si sale in altezza si sale di gerarchia sociale, si trasforma in una prigione per i condomini che, costretti a lottare per sopravvivere, danno libero sfogo a un’incontenibile e primordiale ferocia. “Era trascorso qualche tempo e, seduto sul balcone a mangiare il cane, il dottor Robert Laing rifletteva sui singolari avvenimenti verificatisi in quell’immenso condominio, nei tre mesi precedenti. Ora che tutto era tornato alla normalità, si rendeva conto con sorpresa che non c’era stato un inizio evidente, un momento al di là del quale le loro vite erano entrate in una dimensione chiaramente più sinistra. Con i suoi quaranta piani e le migliaia di appartamenti, il supermarket e le piscine, la banca e la scuola materna – ora in stato di abbandono, per la verità – il grattacielo poteva offrire occasioni di scontro e violenza in abbondanza.”

Il condominio dei gatti

Camillo Lastrade, commissario in pensione, da poco trasferitosi in un condominio di una grande città del Nord, passeggia per le vie che ancora non conosce. In un soriano nero, un randagio malridotto, Lastrade riconosce un suo simile e diventeranno amici inseparabili. Nel condominio vivono altri gatti. Una micia candida come la neve abita con una coppia stravagante, un certosino color cenere, appartiene a un professore di storia dell’arte, radiato dall’università per un reato rimasto misterioso. Un giorno la candida micia viene trovata morta nel giardino. Chi sarà l’autore del delitto crudele? Al termine della detective story dal ritmo serrato, che intreccia sapientemente conoscenze teologiche e intuito felino, per il colpevole non ci sarà scampo. E saranno proprio i gatti a inchiodare il colpevole alle sue responsabilità.