64113–64128 di 69633 risultati

Chi È Il Papà?

### *“Non hai idea di quanto abbia sognato questo momento.” *
Mi guarda come quella notte, come fosse passato solo un giorno. Mi trattengo, stendendomi vicino a lui. Voglio prendermi il mio tempo e far durare quest’attimo per sempre.
**Bella**
Per così tanto tempo ho sognato di vederlo ancora, ma adesso che è qui, sono furiosa.
Quella notte non ha lasciato solamente me.
Ha abbandonato il suo futuro con Amelia.
Ma non posso dirglielo.
Non ancora.
*Era stata un’avventura di una notte, nient’altro.*
**Tony**
Le porte dell’ascensore si aprono ed entriamo, come se tutto fosse normale.
*Ma entrambi sappiamo che non lo è.*
Mi sembra di morire.
Come se il mio cuore fosse stato calpestato ed il mio ego strappato in mille pezzi.
*Potrei morire qui*, penso.
* * *
Alcuni anni fa, Bella ha conosciuto l’amore della sua vita. *O almeno così pensava.* Era alto, bellissimo, ed i suoi penetranti occhi blu scintillavano da sotto la maschera. Si era concessa a lui.
E poi se n’era andato, lasciandosi dietro solo la maschera, come ricordo della notte folle che aveva appena trascorso. Non si ricordava neanche del suo nome.
**Ma, una volta accortasi di essere incinta, Bella sapeva che poteva essere solamente di quell’uomo.**
Ora, qualche anno dopo, fatica a finire gli studi mentre cresce la sua piccola Amelia, con l’aiuto del fratello Jacob e della migliore amica Susan.
Fino al giorno in cui incontra il nuovo capo di Jacob.
*Aveva già visto quegli occhi prima.*
Sono gli stessi occhi che vede ogni giorno, gli stessi occhi di sua figlia.
Ed ora, divisa fra la rabbia e l’amore, Bella deve fare una scelta.
**Può permettersi di innamorarsi di nuovo dell’uomo che l’ha lasciata sola per tutti quegli anni?**
**Riuscirà a trovare la forza per rivelargli di essere il padre della sua bambina?**
* * *
*ATTENZIONE: Questo eBook contiene tematiche e linguaggio adatti a un pubblico di soli maggiorenni.*
**
### Sinossi
### *“Non hai idea di quanto abbia sognato questo momento.” *
Mi guarda come quella notte, come fosse passato solo un giorno. Mi trattengo, stendendomi vicino a lui. Voglio prendermi il mio tempo e far durare quest’attimo per sempre.
**Bella**
Per così tanto tempo ho sognato di vederlo ancora, ma adesso che è qui, sono furiosa.
Quella notte non ha lasciato solamente me.
Ha abbandonato il suo futuro con Amelia.
Ma non posso dirglielo.
Non ancora.
*Era stata un’avventura di una notte, nient’altro.*
**Tony**
Le porte dell’ascensore si aprono ed entriamo, come se tutto fosse normale.
*Ma entrambi sappiamo che non lo è.*
Mi sembra di morire.
Come se il mio cuore fosse stato calpestato ed il mio ego strappato in mille pezzi.
*Potrei morire qui*, penso.
* * *
Alcuni anni fa, Bella ha conosciuto l’amore della sua vita. *O almeno così pensava.* Era alto, bellissimo, ed i suoi penetranti occhi blu scintillavano da sotto la maschera. Si era concessa a lui.
E poi se n’era andato, lasciandosi dietro solo la maschera, come ricordo della notte folle che aveva appena trascorso. Non si ricordava neanche del suo nome.
**Ma, una volta accortasi di essere incinta, Bella sapeva che poteva essere solamente di quell’uomo.**
Ora, qualche anno dopo, fatica a finire gli studi mentre cresce la sua piccola Amelia, con l’aiuto del fratello Jacob e della migliore amica Susan.
Fino al giorno in cui incontra il nuovo capo di Jacob.
*Aveva già visto quegli occhi prima.*
Sono gli stessi occhi che vede ogni giorno, gli stessi occhi di sua figlia.
Ed ora, divisa fra la rabbia e l’amore, Bella deve fare una scelta.
**Può permettersi di innamorarsi di nuovo dell’uomo che l’ha lasciata sola per tutti quegli anni?**
**Riuscirà a trovare la forza per rivelargli di essere il padre della sua bambina?**
* * *
*ATTENZIONE: Questo eBook contiene tematiche e linguaggio adatti a un pubblico di soli maggiorenni.*

Chi dice Sikh

Nel cuore del Punjab, dove sorge il Tempio d’Oro, l’atmosfera dovrebbe essere soffusa di misticismo e amore. Ma lo spettacolo grandioso del luogo è turbato dall’ombra minacciosa di un attentato che dovrebbe verificarsi proprio in questo posto sacro ai Sikh. I servizi segreti indiani, all’erta, inviano un loro agente, Lal Oberoi, che presto verrà ucciso, dopo essere caduto nelle mani del capo dei Sikh. A Nuova Delhi arriva Malko Linge, incaricato di portare a termine la missione iniziata da Oberoi. Come prima cosa, SAS scopre che l’attentato verrà realizzato il 31 ottobre da una donna misteriosa. La parola d’ordine è trovare la donna e sventare a tutti i costi il grave fatto di sangue. Per SAS occhi-d’oro missioni di questo genere dovrebbero essere abbastanza d’ordinaria amministrazione, ma la strana atmosfera della grande India dalle immense moltitudini e dai misteriosi riti, lo cattura al punto di fargli quasi mancare il bersaglio.

Chernevog: romanzo

Sull’onda dell’enorme successo conseguito da RUSALKA che ha vinto negli Stati Uniti il Premio Locus come libro più venduto dell’anno, ecco qui CHERNEVOG il secondo e conclusivo volume che la Cherryh ha scritto come seguito alla prima avventura. Anche se l’avventura questa volta è totalmente diversa, i personaggi ed i contesti nei quali si muovono sono gli stessi che tanti consensi avevano riscosso all’uscita del primo volume della serie, per cui non è difficile prognosticare un nuovo successo di questa autrice tanto amata dagli appassionati della Letteratura Fantastica. Vedrete quindi nuovamente Pietr Kocevikov e Sasha, nonché la donna di quest’ultimo, Evenska – la Rusalka del precedente episodio – ma soprattutto avrete modo di leggere la storia del Mago Chernevog che avevamo lasciato immerso in un sonno profondo dal quale pareva che non potesse più risvegliarsi…

Cheope. L’immortale

Cheope è stato un sovrano determinato, ambizioso, giusto eppure spietato. Figlio di secondo letto, per diventare faraone ha dovuto dimostrare di possedere il Ka degli eletti. Ha conquistato terre, annientato avversari, schiavizzato popoli. Dopo migliaia di anni, la Grande piramide di Giza, unica delle sette meraviglie del mondo antico sopravvissuta fino ai giorni nostri, testimonia intatta la sua grandezza. Ma i templi edificati, il porto di Wadi al-Jarf sul Mar Rosso, l’apertura dei commerci al di fuori dell’Egitto non sono stati sufficienti a placare la sua brama di potere. Nella sua vita c’era un tassello mancante: svelare il segreto del Santuario di Thoth. Solo così sarebbe stato consacrato dio tra gli dèi, solo così sarebbe stato davvero immortale…

(source: Bol.com)

Che Fine Ha Fatto Mr Y.

Che fine ha fatto Mr Y. by Scarlett Thomas
Strani eventi accadono intorno ad Ariel Manto, studentessa della British University. Prima scompare il suo professore, poi l’università crolla davanti ai suoi occhi, infine in un negozio di libri usati si imbatte in una copia di un libro rarissimo e maledetto, Che fine ha fatto Mr Y. Scritto da Thomas Lumas, uno scienziato del XIX secolo che compiva esperimenti sui poteri della mente umana, il libro è in grado di trasportare chi lo legge nella “Troposfera”, dove è possibile viaggiare nel tempo e nello spazio entrando nella mente di altri uomini. È una porta dimensionale che schiude un mondo di conoscenze, ma anche molti pericoli da cui Ariel dovrà fuggire… o è soltanto un’affascinante allucinazione?Che fine ha fatto Mr. Y. è un romanzo che intreccia con risultati avvincenti la suspense di un thriller con le visioni della fantascienza, ma che realizza anche un appassionante cocktail di filosofia, fisica, scienza e letteratura: un nuovo e sorprendente Alice nel paese delle meraviglie.«l viaggio della giovane Ariel Manto nelle possibilità della mente umana non è semplicemente un divertimento erudito: è uno slalom letterario che non vuole destare stupore in chi legge, ma puro piacere. Imperdibile.»Loredana Lipperini, Il Venerdì di Repubblica«Sono romanzi così che rendono un piacere (e un onore) tenere una rubrica di libri. Leggetelo. Vi piacerà da morire.»Antonio D’Orrico, Corriere della Sera Magazine«Un capolavoro.»Douglas Coupland«Geniale e originale.»Philip PullmanScarlett Thomas insegna scrittura creativa presso la University of Kent e collabora con diverse testate giornalistiche. Nel 2001 l’«Independent on Sunday» l’ha segnalata tra i venti migliori giovani scrittori inglesi. Vive a Canterbury. La Newton Compton ha pubblicato i romanzi Che fine ha fatto Mr Y. e PopCo, accolti con grande favore dal pubblico e dalla critica.

Che fine ha fatto Baby Jane

« Baby Jane, il prodigio di Duluth, la piccola Duse della danza! Baby Jane, la bambina prodigio, l’idolo di milioni di spettatori! » Così dicevano i manifesti da un capo all’altro dell’America, e il pubblico accorreva entusiasta… Anni e anni sono passati. Ma che fine ha fatto Baby Jane? Una vicenda che è come una galleria di specchi, dove luce e ombra si confondono, dove la realtà confina con la follia, dove paura e morte si alternano in una danza macabra. In una stanza al primo piano, un’inferma lotta con il terrore che l’attanaglia alla gola, immobilizzata su una poltrona a rotelle. Dal pianterreno le giunge un canto infantile, ma l’inferma sa che non è un canto di bambina. È il canto di sua sorella Jane… Che cosa passa in quella testa squilibrata, dietro quegli occhi bistrati, in quel corpo tozzo vestito di abiti infantili? L’inferma, chiusa nella sua stanza, trema di paura. Sa che le accadrà qualcosa di terribile, se qualcuno non interverrà in tempo. Con questo romanzo tipicamente « suspense », Henry Farrell si presenta a sostenere il giudizio dei nostri lettori dopo l’enorme successo ottenuto negli Stati Uniti.

Che cosa sei…

Qualcuno vuole che l’avvocato Nate Montgomery se ne vada da Chicago e, per ottenere il suo scopo, non esita a ricorrere al ricatto. A Nate non rimane che rivolgersi all’unica persona di cui si fida, una misteriosa e affascinante investigatrice privata, Rennie Paris. E se Rennie ha il suo bel daffare a scoprire chi sia il ricattatore, Nate da parte sua è impegnato a scoprire che tipo di donna si nasconde dietro quella facciata da dura che lo fa impazzire d’amore e di desiderio…

Che cosa è successo a Mr Dixon?

È la vigilia di Pasqua. Oggi è il grande giorno: il primo giorno della mostra itinerante sulla storia del più importante emporio della città, il leggendario Dixon & Pickering’s, che compie ben cento anni. E Israel Armstrong, bibliotecario itinerante di Tundrum e curatore dell’esposizione, è di ottimo umore. Anche se piove – a Tundrum piove sempre ¬–, lui non ha bevuto il suo caffè – ormai è un lontano ricordo – e la gente del luogo sembra fare di tutto per rendergli la vita impossibile. Insomma, ogni cosa va per il verso giusto. Almeno fino a quando si scopre che il proprietario dell’emporio è sparito. Dov’è finito Mr. Dixon? E cosa ne è stato delle centomila sterline che custodiva nella sua cassaforte? Inutile dire che il sospettato numero uno è proprio Israel, che nel giro di poche ore si ritrova ammanettato, accusato di rapimento e furto e per giunta senza lavoro – la biblioteca di Tundrum e Distretto non intende affatto infangare il suo buon nome annoverando tra le sue fila un pregiudicato. Riuscirà Israel a trovare la chiave di quella sparizione, salvare il posto e non trascorrere i prossimi anni in una cella dell’Irlanda del Nord? Perché Gloria non risponde mai alle sue telefonate? E si può sapere perché a Tundrum sembrano avercela tutti con lui? Ma, soprattutto, c’è nessuno qui che ha sentito parlare di Franz Kafka?

(source: Bol.com)

Che ci faccio qui?

In questo libro Bruce Chatwin raccolse, negli ultimi mesi prima della morte, quei pezzi dispersi della sua opera che avevano segnato altrettante tappe di una sola avventura, di tutta una vita intensa come «un viaggio da fare a piedi». Qui lo vedremo spuntare nei luoghi più disparati e fra le persone più opposte: al seguito di Indira Gandhi mentre annota un diario esilarante o in visita da Ernst Jünger, alla ricerca dello yeti o in quartieri malfamati di Marsiglia, o in Africa mentre si scatena un colpo di Stato, a cena con Diana Vreeland o con Werner Herzog nel Ghana o con un geomante cinese a Hong Kong. I numerosi lettori di Chatwin sanno che egli fu, prima ancora che un romanziere e un saggista, qualcuno che è *sempre in viaggio* e osserva ogni esperienza con lo sguardo penetrante di chi, a partire da qualsiasi cosa, vuole andare il più lontano possibile. Con lui riscopriamo che il tono di fondo del narratore in genere è quello del viaggiatore che si ferma a ricordare ciò che ha visto. Il timbro, l’asciuttezza, l’icasticità della prosa di Chatwin sono stati uno dei grandi e preziosi doni letterari degli ultimi decenni. E proprio alla fine di queste pagine Chatwin ci svela, con un guizzo finale di mirabile teatralità, che dietro l’arte della sua prosa ha sempre operato un consiglio che una volta gli diede Noel Coward, «il Maestro»: «Non si lasci mai intralciare da preoccupazioni artistiche».

Chapagne per uno

Povero Archie Goodwin! Potevano capitargliene, di guai, ma come quello di lasciar commettere un assassinio sotto il suo naso!… Secondo ogni pronostico la bella Fay Usher dovrebbe essersi uccisa. Ha minacciato più volte di avvelenarsi e portava sempre con sé una fialetta di cianuro.

Changeless

È metà pomeriggio, per ogni lupo mannaro che si rispetti dovrebbe essere il momento della giornata dedicato al sonno più profondo, eppure a casa di Alexia Tarabotti oggi qualcosa non va: svegliata di soprassalto da un grido, la nostra eroina si accorge che suo marito, Lord Maccon, non è tranquillamente a letto addormentato, ma sta ululando alla finestra. Neanche il tempo di capire che cosa succede che questi fugge. Scompare. Lasciandola sola ad affrontare un esercito di soldati dai poteri soprannaturali, una pletora di fantasmi e, soprattutto, la regina Vittoria. Infuriata come non mai. Ma Alexia è in possesso di due armi di difesa micidiali che la proteggono da ogni insidia: il suo parasole all’ultima moda e un’ammaliante cortesia. Le indagini la condurranno fin nella remota e selvaggia Scozia, in mezzo a clan di licantropi di cui riuscirà – con incredibile abilità, e grazie ai suoi poteri di «senz’anima» – a rovesciare le dinamiche interne volgendole a proprio favore.

Chanel non fa scarpette di cristallo

Cosa succederebbe se, anziché limitarsi a trasformare in storie la propria fantasia, gli autori delle fiabe più famose avessero stretto un patto con il diavolo condannando le proprie creature a uscire dalle pagine dei libri per affrontare i vizi e le virtù della quotidianità? Donne favolose si troverebbero a vivere in un mondo che non è decisamente un regno fatato né un posto per principesse, dove la realtà è fatta di lavori noiosi, problemi da risolvere e uomini davvero molto diversi dai principi azzurri. Una vita complicata, senza considerare che i termini del famoso patto stipulato alle loro spalle prevede una clausola fondamentale: la ragazza che nel corso della sua esistenza normale dovesse incontrare il vero amore perderebbe, insieme all’immortalità, anche il ricordo del tempo che fu, lasciando scivolare nell’oblio le antiche fiabe raccontate a tutte le bambine del mondo. Così, mentre alle porte del cuore di Beatrice, Maddalena e Penelope già bussano i rispettivi cavalieri, il divertente romanzo di Barbara Fiorio propone alle sue protagoniste l’eterno conflitto tra amore romantico e vita reale: chi vincerà?
**
### Sinossi
Cosa succederebbe se, anziché limitarsi a trasformare in storie la propria fantasia, gli autori delle fiabe più famose avessero stretto un patto con il diavolo condannando le proprie creature a uscire dalle pagine dei libri per affrontare i vizi e le virtù della quotidianità? Donne favolose si troverebbero a vivere in un mondo che non è decisamente un regno fatato né un posto per principesse, dove la realtà è fatta di lavori noiosi, problemi da risolvere e uomini davvero molto diversi dai principi azzurri. Una vita complicata, senza considerare che i termini del famoso patto stipulato alle loro spalle prevede una clausola fondamentale: la ragazza che nel corso della sua esistenza normale dovesse incontrare il vero amore perderebbe, insieme all’immortalità, anche il ricordo del tempo che fu, lasciando scivolare nell’oblio le antiche fiabe raccontate a tutte le bambine del mondo. Così, mentre alle porte del cuore di Beatrice, Maddalena e Penelope già bussano i rispettivi cavalieri, il divertente romanzo di Barbara Fiorio propone alle sue protagoniste l’eterno conflitto tra amore romantico e vita reale: chi vincerà?

Cetaganda

Miles Vorkosigan e il cugino Ivan, rampolli della nobiltà di Barrayar, sono in missione diplomatica: la destinazione è Cetaganda, una civiltà planetaria dove l’ingegneria genetica è un’arte. L’idea è quella di guadagnarsi una facile gloria con una tranquilla missione di routine, ma le cose si complicano: l’imperatrice di Cetanga muore per cause naturali, mentre la sua ancella incontra lo stesso destino, ma in modo assai meno “naturale”. Siccome c’è di mezzo Miles il mistero s’infittisce e i due finiscono nel cuore di un enigma, la cui chiave è un misterioso programma genetico…
**

Cesare: Il grande giocatore

Ognuno ha la propria immagine di Cesare. C’è chi lo vede come un conquistatore o il fondatore di un nuovo ordine, un condottiero temerario o un elegante scrittore, un capo di Stato clemente e generoso oppure il freddo e subdolo artefice di un piano sottile e tortuoso per abbattere la Repubblica. Tra tutti questi aspetti si nasconde il mistero di un uomo. In mezzo agli interrogativi che la figura di Cesare pone, quella che emerge viva e vitale in questo libro è l’immagine complessa di un uomo capace di affascinare amici e nemici e in grado di lasciare un’impronta duratura nella Storia, dando vita a una costruzione politica che ha travalicato i secoli.
**
### Sinossi
Ognuno ha la propria immagine di Cesare. C’è chi lo vede come un conquistatore o il fondatore di un nuovo ordine, un condottiero temerario o un elegante scrittore, un capo di Stato clemente e generoso oppure il freddo e subdolo artefice di un piano sottile e tortuoso per abbattere la Repubblica. Tra tutti questi aspetti si nasconde il mistero di un uomo. In mezzo agli interrogativi che la figura di Cesare pone, quella che emerge viva e vitale in questo libro è l’immagine complessa di un uomo capace di affascinare amici e nemici e in grado di lasciare un’impronta duratura nella Storia, dando vita a una costruzione politica che ha travalicato i secoli.