64097–64112 di 69633 risultati

Christine. La macchina infernale

Tre amici vivono la loro adolescenza in una tranquilla cittadina di provincia. Le novità sono poche, finché non compare Christine, un’auto – una Playmouth del 1958 – che Arnie, uno dei ragazzi, vuole a ogni costo rimmettere a nuovo. Un’impresa disperata, che per lui si trasforma in un’ossessione, mentre la macchina inizia a manifestare un’inquietante vita propria. E nelle buie strade del paese la gente comincia a morire.

Chosen: La Casa della Notte

Mi chiamo Zoey Redbird, ho una mezzaluna blu tatuata sulla fronte – il Marchio che contraddistingue i vampiri – e oggi compio diciassette anni. Ma non sono proprio in vena di festeggiare. Essendo una novizia della Casa della Notte, so benissimo che il corpo può rifiutare la Trasformazione e che quindi tutti noi rischiamo di morire da un momento all’altro. Però non riesco ad accettare che questo destino sia toccato alla mia migliore amica, Stevie Rae. Senza contare, poi, che non è morta davvero. È diventata una creatura strana, costretta a vivere nel sottosuolo insieme con altre… «cose» simili a lei. Nessuno mi toglie dalla testa che Stevie Rae possa essere salvata. Il problema è come. Infatti, a ridurla così, è stata nientemeno che la Somma Sacerdotessa, la mia adorata mentore, e questo è un bel guaio, soprattutto perché quella donna legge nel pensiero: se mi confidassi con un insegnante o coi miei amici, lo scoprirebbe subito e di certo farebbe loro del male. A quanto pare, le uniche immuni al suo potere siamo io e Afrodite, la mia peggior nemica, la ragazza più spregevole ed egoista della scuola. Non sopporto l’idea di chiederle aiuto, ma non posso liberare Stevie Rae da sola: quella strega insopportabile è la mia unica speranza…

Chiunque, eccetto Anne

Al ricevere una lettera d’invito da Anne, sua compagna di scuola d’un tempo, Raymond Sturgis rivive col pensiero la breve ma intensa storia d’amore che l’aveva legato a quella scolaretta con le trecce, ora divenuta la moglie di David Van Wyck, un ricco finanziere, La donna che l’attende, nella sontuosa, splendida villa centenaria dei Van Wyck, è talmente diversa dalla ragazzina che allora gli aveva promesso eterno amore che il povero Raymond rimane perplesso e incredulo. E presto, quando Van Wyck viene assassinato nel suo studio, egli sarà ancora più confuso. Il mistero di quella morte violenta sembra senza soluzione: solo l’intervento del celebre investigatore Fleming Stone potrà riportare la luce nella vita di Sturgis e dell’affascinante Anne…

Chimica Organica E Biochimica. Cheppalle!

Dopo “Chimica Cheppalle”, il nostro primo successone su Amazon, rieccoci qua con un altro mucchietto di pagine di autentico sollazzo a base di chimica.
Lasciateci indovinare: mi sa che adesso avete iniziato a studiare la chimica organica e magari pure la biochimica. Niente paura! Anche stavolta abbiamo scritto per voi un libro di scuola tutto diverso.
Per tentare di superarci, i legami chimici li abbiamo spiegati con una cenetta romantica, il concetto di isomeria con Peppa Pig – anzi con Cheppa Pig, le aldeidi con lo Chanel N. 5, i lipidi coi tifosi dell’Inter ed i peptidi con Minecraft, mentre il ripasso finale totale globale di tutta la nomenclatura organica è rigorosamente svolto sulla formula chimica del Viagra.
Insomma: questo libro è diverso. Parecchio.
Al solito, consideratelo come un posticino tranquillo e sicuro dove rifugiarvi dopo aver litigato col libro di testo ‘serio’ che vi hanno costretto a comprare i vostri professori di chimica. Il programma sarà all’incirca lo stesso. Le cose da sapere ci saranno tutte. Quello che cambierà sarà la maniera di raccontarvele, con l’intenzione spudorata di rendere meno palloso lo studio della chimica organica a scuola. O magari di farvela piacere proprio.
Stavolta appagherete i vostri sensi con sei indimenticabili capitoli che abbracciano l’intero programma scolastico di chimica organica e chimica delle molecole biologiche per le superiori: cominceremo con uno spassoso ripassino della chimica degli scorsi quadrimestri, indispensabile per poterci tuffare allegramente sui legami dell’atomo di carbonio, assimilare in scioltezza i gioiosi concetti di isomeria e di gruppo funzionale, ed affrontare col sorriso sulle labbra la nomenclatura delle molecole organiche più sbarazzine e le loro principali reazioni chimiche. Per finire in bellezza ricopriremo poi il tutto con una spruzzatina di biochimica.
Buon divert… cioè… buona lettura!
Raffaella & Stefano –> [www.cheppalle.it](http://www.cheppalle.it)

Chiedetelo a Geoffrey

Sarah e Fen, due cugine, due coetanee, due mondi vicini eppure lontanissimi. Sarah graziosa, dolce, simpatica. Fen bruttina e anche scostante, eppure è riuscita a portar via il fidanzato all’altra. Comunque, Sarah ha trovato un nuovo amore, e sembra aver superato le difficoltà. Ma un giorno le si presenta una strana ragazza, che le chiede insistentemente dove può trovare Fen. Da questo momento, niente sarà più come prima. La ragazza verrà trovata assassinata, mentre l’ex fidanzato di Sarah comincia ad avere comportamenti non del tutto spiegabili. Incapace di accettare supinamente le cose, Sarah comincia a scavare in un passato che le è noto solo in parte, sapendo che è nelle pieghe della sua infanzia che si nasconde la soluzione dell’angosciosa atmosfera che l’opprime all’improvviso. E mentre la governante che ha cresciuto lei e Fen vigila come un soldato, quasi temesse la scoperta della verità, le ombre prendono corpo, gradualmente, fino alla sconvolgente scoperta che squarcia tutti i veli.

Chicago way

Mike Kelly, ex poliziotto diventato detective privato, riceve un giorno una visita dal proprio passato nella forma di una telefonata. John Gibbons, suo collega del corpo di polizia quando erano entrambi pivelli impauriti, lo vuole di nuovo al suo fianco per riaprire il caso mai chiarito di un orribile stupro avvenuto una decina di anni prima. Quando però Mike si presenta all’appuntamento con il vecchio amico, lo trova crivellato di colpi sotto un ponte nella zona del porto. Da quel momento l’indagine assume i contorni inquietanti di un insabbiamento cui Gibbons aveva per qualche ragione deciso di mettere fine. E non aiuta il fatto che le ricerche di Kelly sembrino portarlo verso le dubbie gesta di un pericoloso serial killer in attesa di esecuzione nel braccio della morte.
**

Chiaro di luna a Manhattan

Harriet Knight è sempre stata timida e riservata, ma da qualche tempo questo aspetto del suo carattere ha iniziato ad andarle stretto. Così, decisa a risolvere il problema una volta per tutte, stila un elenco di cose che in condizioni normali non farebbe mai perché la terrorizzano, e sfida se stessa a metterle in pratica. Una al giorno per tutto il mese di dicembre, dal Ringraziamento a Natale, che per concludere in bellezza festeggerà senza la sua famiglia. Ma quando una delle migliori clienti della Bau Rangers, l’agenzia di dog-walking che gestisce insieme alla sorella Fliss, è costretta ad allontanarsi da New York per qualche tempo e a lasciare Madi, la sua esuberante spaniel, a casa del fratello, Harriet si ritrova a dover aggiungere un’ulteriore prova di coraggio alla sua già lunga lista: vedersela con l’arrogante e scorbutico dottor Ethan Black e l’inaspettata alchimia che si è subito creata tra loro.
Prima di incontrare Madi, Ethan era convinto di essere abituato al caos, ma quel minuscolo cane è assolutamente impossibile da gestire. L’unico modo per sopravvivere è procurarsi una dog-sitter che se ne occupi al posto suo ventiquattr’ore su ventiquattro, e ingaggiare Harriet a tempo pieno è senz’altro la soluzione più semplice. Lo è molto meno fare i conti con ciò che quella giovane donna suscita in lui.
Sotto i raggi argentei della luna che illumina Manhattan è facile sentirsi audaci e concedersi di sognare, ma Harriet saprà affrontare la sfida più grande? Riuscirà a gettare al vento la cautela e ad aprirsi all’amore?

(source: Bol.com)

Chiamata in giudizio

Dopo che un avvocato, suo amico, viene ucciso insieme a un cliente durante una sparatoria davanti alla corte federale di San Diego, Paul Madriani accetta di occuparsi di un uomo che, con ogni probabilità, è connesso con quel duplice omicidio. In tal modo, ne è convinto, potrà scoprire non soltanto chi ha ucciso l’amico, ma soprattutto perché. Le cose tuttavia non sono così facili: da un lato, infatti, c’è la sua onestà professionale, il senso del dovere che lo spinge a difendere comunque il cliente; dall’altro c’è una rete di criminali coinvolti in traffici di droga e specializzati in delitti su commissione.
**

Chi ti credi di essere, il Binda?: le avventure, i segreti, i diari, le foto inedite di uno dei piu grandi campioni e tecnici del ciclismo

Di Alfredo Binda sapevo che aveva vinto cinque Giri d’Italia e tre Campionati del Mondo, che era stato pagato per non correre un Giro perché troppo forte. Approfondendo la sua storia ho potuto ammirare il campione senza uguali del ciclismo eroico, il commissario tecnico dai saldi principi, l’uomo profondamente rispettoso del prossimo e particolarmente dotato di modestia

Chi sono? (Fanucci Editore)

Un giovane uomo viene ritrovato presso la foce del Southampton Water contuso, malmenato e senza alcuna memoria di chi sia e da dove venga. La stampa si interessa subito a lui ribattezzandolo l’Uomo smarrito e diffondendone le immagini su tutto il territorio nazionale. Eppure, dieci mesi dopo, Richard Kite – sempre che questo sia il suo vero nome – è ancora alla disperata ricerca della propria identità. Nessuno, infatti, sembra conoscerlo, nonostante gli appelli e gli sforzi della polizia. L’ultima speranza di Kite potrebbe risiedere nell’investigatore privato David Raker, specializzato nella ricerca di persone scomparse. Ma lo stesso detective ha da offrirgli più domande che risposte… Chi è Richard Kite? Perché nessuno lo conosce? Dove sono i suoi familiari e amici? E cosa lo lega all’omicidio di una donna ritrovata sui binari a Londra due anni prima?
Il detective Raker dovrà attingere alla sua lunga esperienza e ai contatti della sua precedente carriera di giornalista investigativo per risalire alla vera identità del misterioso sconosciuto.
**
### Sinossi
Un giovane uomo viene ritrovato presso la foce del Southampton Water contuso, malmenato e senza alcuna memoria di chi sia e da dove venga. La stampa si interessa subito a lui ribattezzandolo l’Uomo smarrito e diffondendone le immagini su tutto il territorio nazionale. Eppure, dieci mesi dopo, Richard Kite – sempre che questo sia il suo vero nome – è ancora alla disperata ricerca della propria identità. Nessuno, infatti, sembra conoscerlo, nonostante gli appelli e gli sforzi della polizia. L’ultima speranza di Kite potrebbe risiedere nell’investigatore privato David Raker, specializzato nella ricerca di persone scomparse. Ma lo stesso detective ha da offrirgli più domande che risposte… Chi è Richard Kite? Perché nessuno lo conosce? Dove sono i suoi familiari e amici? E cosa lo lega all’omicidio di una donna ritrovata sui binari a Londra due anni prima?
Il detective Raker dovrà attingere alla sua lunga esperienza e ai contatti della sua precedente carriera di giornalista investigativo per risalire alla vera identità del misterioso sconosciuto.

Chi perde un amico…

Ron Galloway, ricco uomo d’affari canadese tormentato da troppe insicurezze e afflitto da un secondo matrimonio in bilico, sparisce misteriosamente alla vigilia di una breve vacanza. Unico indizio: prima di partire, Ron si è recato da Thelma, la moglie del suo migliore amico, con la quale aveva una relazione. È solo il primo di troppi scheletri nell’armadio. Finché Esther, moglie di Ron, riceve una lettera in cui il marito annuncia propositi suicidi. E infatti la sua macchina viene ritrouata nel lago, ma…

Chi muore e chi mente

Per un po’, il festival di musica pop va che è una meraviglia: il sole splende, i gruppi suonano bene e tutti – tranne qualche vicino un po’ troppo irascibile – si divertono. Poi il tempo cambia, e in una cava viene trovato il cadavere di una giovane donna uccisa a bottigliate. La scena è tale da far raccapricciare perfino l’Ispettore Wexford. La vittima si chiamava Dawn Stonor ed era appena tornata da Londra, dove viveva, e neanche sua madre sa spiegare il perché di questo ritorno. E l’unico indizio sul quale l’ispettore può cominciare a lavorare è la star del festival e i suoi “intimi” collaboratori… La soluzione avrà complessi risvolti psicologici, adombrati nel testo di una canzone Ruth Rendell è stata definita da Edmund Crispin, sul Sunday Times, «la migliore scrittrice di gialli dopo Agatha Christie, Dorothy Sayers e Margery Ailingham».

Chi ha ucciso mia sorella

**Un thriller geniale, da non perdere
Autrice del bestseller *Gli occhi neri di Susan*
Ha pianificato questo momento da quando aveva solo dieci anni.**
Ossessivamente, metodicamente, ha previsto ogni dettaglio, si è immaginata ogni possibile scenario. Adesso è quasi certa che l’uomo che ha rapito e ucciso sua sorella sia seduto sul sedile del passeggero proprio accanto a lei. Carl Louis Feldman è un fotografo e sostiene di non avere alcun legame con la serie di omicidi avvenuti in Texas molti anni prima, ma una scatola di vecchie fotografie fa sospettare il contrario. Determinata a scoprire la verità, la ragazza l’ha convinto a seguirla in un viaggio di dieci giorni, loro due soli. Chi è davvero Carl Louis Feldman? Ha veramente ucciso sua sorella? È un impostore o un uomo dal cuore spezzato? Un artista o un pazzo? O, magari, a essere pazza è la ragazza seduta al posto di guida…
**Ai primi posti delle classifiche in Italia
Tradotta in 18 Paesi
L’uomo che siede in macchina con lei è l’assassino di sua sorella?**
«Una trama formidabile, accompagnata da una scrittura di grande qualità e un ritmo serrato.»
**The Times**
«Un thriller magistrale, concepito in modo geniale e scritto meravigliosamente. Da non perdere.»
**The Washington Post**
«Una perla preziosa. Una trama ricca e abilmente descritta. I colpi di scena sono assolutamente sorprendenti.»
**The Boston Globe
Hanno scritto di *Gli occhi neri di Susan*:**
«Una magistrale unione di più generi. Potrebbe diventare un film grandioso, ma sarebbe un peccato rinunciare alla scrittura evocativa di Julia Heaberlin.» 
**The Sunday Times**
«Uno splendido viaggio, guidati dalla scrittura potente dell’autrice. I colpi di scena sono impossibili da prevedere e la sensazione è quella di essere seduti con i personaggi in macchina.»
**The Washington Post**
**Julia Heaberlin**
Nata in Texas, è una giornalista pluripremiata, che ha lavorato per varie testate locali («Fort-Worth Star Telegram», «The Detroit News» e «The Dallas Morning News»). Con *Gli occhi neri di Susan* è arrivata in vetta alle classifiche degli Stati Uniti e presto dal suo romanzo sarà tratto un grande film. *Chi ha ucciso mia sorella* è il secondo libro pubblicato dalla Newton Compton. Vive a Dallas.
**
### Sinossi
**Un thriller geniale, da non perdere
Autrice del bestseller *Gli occhi neri di Susan*
Ha pianificato questo momento da quando aveva solo dieci anni.**
Ossessivamente, metodicamente, ha previsto ogni dettaglio, si è immaginata ogni possibile scenario. Adesso è quasi certa che l’uomo che ha rapito e ucciso sua sorella sia seduto sul sedile del passeggero proprio accanto a lei. Carl Louis Feldman è un fotografo e sostiene di non avere alcun legame con la serie di omicidi avvenuti in Texas molti anni prima, ma una scatola di vecchie fotografie fa sospettare il contrario. Determinata a scoprire la verità, la ragazza l’ha convinto a seguirla in un viaggio di dieci giorni, loro due soli. Chi è davvero Carl Louis Feldman? Ha veramente ucciso sua sorella? È un impostore o un uomo dal cuore spezzato? Un artista o un pazzo? O, magari, a essere pazza è la ragazza seduta al posto di guida…
**Ai primi posti delle classifiche in Italia
Tradotta in 18 Paesi
L’uomo che siede in macchina con lei è l’assassino di sua sorella?**
«Una trama formidabile, accompagnata da una scrittura di grande qualità e un ritmo serrato.»
**The Times**
«Un thriller magistrale, concepito in modo geniale e scritto meravigliosamente. Da non perdere.»
**The Washington Post**
«Una perla preziosa. Una trama ricca e abilmente descritta. I colpi di scena sono assolutamente sorprendenti.»
**The Boston Globe
Hanno scritto di *Gli occhi neri di Susan*:**
«Una magistrale unione di più generi. Potrebbe diventare un film grandioso, ma sarebbe un peccato rinunciare alla scrittura evocativa di Julia Heaberlin.» 
**The Sunday Times**
«Uno splendido viaggio, guidati dalla scrittura potente dell’autrice. I colpi di scena sono impossibili da prevedere e la sensazione è quella di essere seduti con i personaggi in macchina.»
**The Washington Post**
**Julia Heaberlin**
Nata in Texas, è una giornalista pluripremiata, che ha lavorato per varie testate locali («Fort-Worth Star Telegram», «The Detroit News» e «The Dallas Morning News»). Con *Gli occhi neri di Susan* è arrivata in vetta alle classifiche degli Stati Uniti e presto dal suo romanzo sarà tratto un grande film. *Chi ha ucciso mia sorella* è il secondo libro pubblicato dalla Newton Compton. Vive a Dallas.

Chi ha paura del lupo?

Una vecchia massacrata in casa sua, un criminale in fuga con il proprio ostaggio, una serie di sciagure. E dietro a tutto questo, Errki Johrma. Il mostro. Errki è uno schizofrenico scappato dal manicomio: dentro ha un lupo che gli dice come agire, e lui lo fa. Nel suo passato ha lasciato dei cadaveri, ora si nasconde nella foresta terrorizzando il villaggio di Finnemarka. Ma il destino ha voluto che entrambi i casi fossero affidati all’ispettore Sejer, un uomo che non si ferma alle apparenze. Chi altri si aggirava nei pressi della fattoria della povera Halldis? E perché il pazzo da lì è andato a Oslo, a farsi tranquillamente sequestrare da un rapinatore di banche?
**

Chi è l’assassino

Come lavora, e ragiona, una criminologa? Quali tracce osserva sulla scena del delitto? Come conduce un interrogatorio? Da quali elementi risale al movente di un omicidio? Come ricostruisce il profilo dell’assassino? Come riconosce i tentativi di depistaggio? Roberta Bruzzone, criminologa, psicologa forense ed esperta di analisi e ricostruzione della scena del crimine, è stata consulente tecnico in alcuni degli episodi di cronaca nera più rilevanti degli ultimi anni, dalla strage di Erba all’omicidio di Sarah Scazzi. In questo libro ripercorre in prima persona tutte le tappe dei suoi casi più significativi: gli interrogatori, lo studio degli incartamenti, le analisi delle tracce sul luogo del delitto, i ragionamenti per entrare nella testa dell’assassino e risalire, passo dopo passo, al colpevole. I racconti della Bruzzone portano il lettore nel cuore delle dinamiche investigative più sofisticate, e negli anfratti più oscuri dell’animo umano. Pagine avvincenti come una puntata di ”CSI” o un thriller investigativo. Ma tutte vere.
(source: Bol.com)