64065–64080 di 66061 risultati

Il tempo della festa

In queste pagine esemplari, tra le piú belle che abbia scritto, Furio Jesi definisce per la prima volta il rivoluzionario modello della “macchina mitologica”, riflette sull’esperienza festiva e sulla rivolta come “sospensione del tempo storico”, getta una luce sorprendente sul rapporto tra poesia e merce. Intreccia le opere e le vicende esistenziali di Rimbaud, di Rilke, del giovane Lukács e di Cesare Pavese, mentre in un importante inedito ricostruisce il linguaggio mitologico della Storia di Susanna nella Bibbia. Ripercorrendo infine la propria biografia intellettuale – dagli esordi da enfant prodige al magistero di Kerényi e agli ultimi lavori ispirati a Benjamin e a Bachofen – ci guida nelle stanze nascoste del proprio laboratorio. Ancora una volta, Jesi ci offre straordinari strumenti critici contro le mitologie dominanti, svelando le strategie che separano gli uomini uguali dai diversi, riconoscendo nel potere una vera e propria “religione della morte” cui si oppone soltanto il tempo della festa e dell’insurrezione.
**
### Sinossi
In queste pagine esemplari, tra le piú belle che abbia scritto, Furio Jesi definisce per la prima volta il rivoluzionario modello della “macchina mitologica”, riflette sull’esperienza festiva e sulla rivolta come “sospensione del tempo storico”, getta una luce sorprendente sul rapporto tra poesia e merce. Intreccia le opere e le vicende esistenziali di Rimbaud, di Rilke, del giovane Lukács e di Cesare Pavese, mentre in un importante inedito ricostruisce il linguaggio mitologico della Storia di Susanna nella Bibbia. Ripercorrendo infine la propria biografia intellettuale – dagli esordi da enfant prodige al magistero di Kerényi e agli ultimi lavori ispirati a Benjamin e a Bachofen – ci guida nelle stanze nascoste del proprio laboratorio. Ancora una volta, Jesi ci offre straordinari strumenti critici contro le mitologie dominanti, svelando le strategie che separano gli uomini uguali dai diversi, riconoscendo nel potere una vera e propria “religione della morte” cui si oppone soltanto il tempo della festa e dell’insurrezione.

Il Tempo Dell’attesa

È il settembre del 1939, le calde giornate scandite da scorribande e lauti pasti in famiglia sono finite e l’ombra della guerra è sopraggiunta a addensare nubi sulle vite dei Cazalet. A Home Place, le finestre sono oscurate e il cibo inizia a scarseggiare, in lontananza si sentono gli spari e il cielo non è mai vuoto, nemmeno quando c’è il sole. Ognuno cerca di allontanare i cattivi pensieri, ma quando cala il silenzio è difficile non farsi sopraffare dalle proprie paure. A riprendere le fila del racconto sono le tre ragazze: Louise insegue il sogno della recitazione a Londra, dove sperimenta uno stile di vita tutto nuovo, in cui le rigide regole dei Cazalet lasciano spazio al primo paio di pantaloni, alle prime esperienze amorose, a incontri interessanti ma anche a una spiacevole sorpresa. Clary sogna qualcuno di cui innamorarsi e si cimenta nella scrittura con una serie di toccanti lettere al padre partito per la guerra, fino all’arrivo di una telefonata che la lascerà sconvolta. E infine Polly, ancora in cerca della sua vocazione, risente dell’inevitabile conflitto adolescenziale con la madre e, più di tutti, soffre la reclusione domestica e teme il futuro, troppo giovane e troppo vecchia per qualsiasi cosa. Tutte e tre aspettano con ansia di poter diventare grandi e fremono per la conquista della propria libertà. Insieme a loro, fra tradimenti, segreti, nascite e lutti inaspettati, l’intera famiglia vive in un clima di sospensione mentre attende che la vita torni a essere quella di prima, in quest’indimenticabile ritratto dell’Inghilterra di quegli anni. E ormai è difficile abbandonarli, questi personaggi: con loro sorridiamo, ci emozioniamo e ci commuoviamo nel nuovo appassionante capitolo della saga dei Cazalet.

Il tempo dell’attesa

È il settembre del 1939, le calde giornate scandite da scorribande e lauti pasti in famiglia sono finite e l’ombra della guerra è sopraggiunta a addensare nubi sulle vite dei Cazalet. A Home Place, le finestre sono oscurate e il cibo inizia a scarseggiare, mentre una nuova generazione prende le fila del racconto. Louise realizza il sogno della recitazione e nel frattempo incontra colui che diventerà suo marito, Polly non fa che pensare a se stessa, e Clary si guadagna tutta la nostra comprensione quando rifiuta di credere alla morte dell’amato padre e attende il suo ritorno. Mentre le ragazze aspettano di poter proseguire le proprie vite per diventare finalmente adulte, l’intera famiglia Cazalet è in attesa, in quegli anni difficili dell’inizio della guerra, in cui nessuno sa quando la vita tornerà quella di prima.

Il teatro galleggiante

La giovane sarta **May Bedloe**, rimasta sola e senza un soldo dopo l’esplosione del battello su cui viaggiava lungo il fiume Ohio, trova lavoro nel** Teatro Galleggiante**, che tiene i suoi spettacoli ogni sera in un luogo diverso lungo il fiume. Qui la vita torna a sorriderle, May trova nuovi amici, e forse addirittura la promessa di qualcosa di più… ma navigare sul confine tra il **Sud schiavista** e il **Nord “libero”** nasconde pericoli enormi e la giovane sarta si ritrova a trasportare passeggeri segreti attraverso il fiume durante la notte. Mentre il Teatro Galleggiante si prepara per la sua rappresentazione più importante, i **segreti **di May si moltiplicano e si fanno sempre più difficili da mantenere. Il traffico di passeggeri potrebbe significare la rovina per tutti i suoi amici a bordo della chiatta, compreso il suo amato Hugo, ma May non è il genere di persona che si rassegna di fronte alle ingiustizie…
**
### Sinossi
La giovane sarta **May Bedloe**, rimasta sola e senza un soldo dopo l’esplosione del battello su cui viaggiava lungo il fiume Ohio, trova lavoro nel** Teatro Galleggiante**, che tiene i suoi spettacoli ogni sera in un luogo diverso lungo il fiume. Qui la vita torna a sorriderle, May trova nuovi amici, e forse addirittura la promessa di qualcosa di più… ma navigare sul confine tra il **Sud schiavista** e il **Nord “libero”** nasconde pericoli enormi e la giovane sarta si ritrova a trasportare passeggeri segreti attraverso il fiume durante la notte. Mentre il Teatro Galleggiante si prepara per la sua rappresentazione più importante, i **segreti **di May si moltiplicano e si fanno sempre più difficili da mantenere. Il traffico di passeggeri potrebbe significare la rovina per tutti i suoi amici a bordo della chiatta, compreso il suo amato Hugo, ma May non è il genere di persona che si rassegna di fronte alle ingiustizie…

Il tatuatore

**Originale come Stieg Larsson
Da brividi come Jo Nesbø

Un grande thriller

Brighton.** L’ispettore Francis Sullivan, giovane e ambizioso, è stato appena promosso, e questo è il suo primo caso importante. Marni Mullins, una tatuatrice di Brighton, ha trovato un corpo orribilmente scuoiato. Dalle prime indagini sul cadavere risulta chiaro che non si tratta di un omicidio isolato ma dell’opera di un serial killer. Il modus operandi e la firma sono agghiaccianti: mentre la vittima era ancora in vita, l’assassino ha rimosso intere porzioni di pelle, presumibilmente tatuate. Questa pista porta Sullivan a credere che una come Marni, che conosce il mondo dei tatuaggi come le sue tasche, sia l’unica persona in grado di aiutarlo. Ma lei ha tante ragioni per non fidarsi della polizia. E quando riuscirà a identificare il prossimo bersaglio del killer, lo dirà a Sullivan o si metterà da sola alla ricerca del “Ladro di Tatuaggi”?

**Il thriller d’esordio più sorprendente e originale dell’anno

Potente e avvincente come Stieg Larsson e Jo Nesbø

Un serial killer metodico e spietato. Una donna con un terribile segreto. Un gioco in cui il prezzo dei tatuaggi è la morte. L’ispettore Sullivan è al suo primo caso.**

‘Il thriller più originale della fiera del libro di Francoforte.’
**The Bookseller

Avete mai letto qualcosa del genere?**

Alison Belsham

Ha iniziato scrivendo sceneggiature, e nel 2001 è stata finalista nella BBC Drama Writer competition. Nel 2016 ha presentato Il tatuatore al Bloody Scotland Crime Writing, uno dei più prestigiosi eventi per il genere thriller, ed è stata giudicata vincitrice. Secondo The Bookseller è stato uno dei libri più interessanti tra quelli presentati a Francoforte 2017.

(source: Bol.com)

Il Tao Del Dragone

Bruce Lee è conosciuto e ammirato in tutto il mondo per le sue straordinarie doti fisiche e per le tecniche di combattimento che ha messo a punto e insegnato.
Ma è stato molto di più, come rivelano questo suoi scritti, composti di getto negli ultimi mesi prima della morte e intesi come appunti per un saggio personale, un’autobiografia non destinata alla pubblicazione ma al proprio miglioramento spirituale.
In queste pagine Bruce Lee annotò sentimenti, emozioni, riflessioni sia sulle arti marziali sia sui molteplici aspetti dell’esistenza. Dal kung fu alla psicologia, dalla recitazione all’autoconoscenza, le sue parole svelano il mondo di un uomo che ha saputo essere allo stesso tempo, e in piena consapevolezza, poeta, filosofo, scienziato, attore, produttore, regista, autore, coreografo, combattente, marito, padre, amico: un vero ”artista della vita”.

(source: Bol.com)

IL TALENTO DI LYON

LA MOLTEPLICE MENTE FEMMINILE che guida la flotta degli invasori – la civiltà dell’Alveare – ha escogitato un nuovo crudele sistema di sopravvivenza.
GLI UOMINI DEVONO ORA MOBILITARSI. Tra loro ci sono gli eredi di Damia: Laria, Thian, Rojer e Zara, individui capaci di comunicare telepaticamente e guidare a distanza le astronavi da combattimento.
SONO LORO GLI ESSERI DOTATI DEL POTERE-PSI che darà alla razza umana l’ultima possibilità nella lotta contro gli invasori alieni.
**INDICE**

**ANNE MCCAFFREY – L’autore**
|
GIUSEPPE LIPPI
**IL PREMIO URANIA E IL NUOVO LOOK – Editoriale**
|
GIUSEPPE LIPPI
**NUOVA ONDATA DI FILM – Panorama**
|
**In libreria**
|
FRANCO FORTE

Il suono dolce della pioggia

”Rimasi perfettamente immobile mentre mi baciava – non ci volle molto – e feci un sacco di cose insieme: pensavo, ricordavo Thomas Hardy, notavo l’albero vestito di lucine, ascoltavo la musica. Poi il bacio finì e rientrammo, come se nulla fosse.” Innocenti, sfrontati, teneri o disillusi, i racconti inediti di Diana Athill brillano della stessa arguta intelligenza che anima i suoi memoir, un inconfondibile sguardo sul mondo che l’ha resa, a oltre novant’anni, una delle più apprezzate voci della letteratura inglese. C’è chi insegue un amore ideale e chi il sesso, ci sono donne capaci di affrontare il ”pasticcio dell’essere in due”, e altre che mal si rassegnano a quella gabbia. Un’avventura extraconiugale riporta il brivido dell’eccitazione nella vita di una casalinga, ma è solo la preziosa illusione di un momento. Una sedicenne romantica riceve il suo primo bacio e non è affatto come se lo aspettava. Un incidente d’auto nella campagna inglese spinge una quarantenne e suo fratello a rivivere la profonda complicità che li legava da bambini. Una coppia condivide un’intensa passione, ma c’è ben poco che li unisca fuori dal letto. Comuni e insieme uniche, cesellate in una prosa misurata e affascinante, queste storie raccontano di noi, di ciò che significa essere imperfetti – e fragili – e ciononostante amare la vita.

(source: Bol.com)

Il Suo Focolare

***Un libro della serie I Guardiani Degli Abissi***
Julian Nash dovrebbe essere eccitato: ha appena ottenuto un’importante promozione al lavoro e sta andando a festeggiare. La sua felicità svanisce quando scopre che il ragazzo che sta frequentando lo ha tradito un’ora prima. Si ritrova solo all’improvviso, quando tutti pensano che si presenti accompagnato da qualcuno; Julian si sta preparando ad affrontare una lunga serata, quando compare una sua vecchia conoscenza, Ryan Dean, che lo aiuta ad uscire dall’imbarazzo della situazione.
Durante la cena scoprono che tra di loro c’è più di una semplice amicizia: c’è un’ammirazione reciproca e una forte attrazione fisica. Conoscere meglio Ryan Dean – e trovare un posto nella sua vita – porterà Julian a fronteggiare spaventose sorprese e pericoli paranormali, che non avrebbe mai previsto o non avrebbe mai pensato potessero esistere.

Il successo, il denaro o la felicità?

Roma Termini. In un caldo pomeriggio estivo, un ragazzo di trent’anni prende all’ultimo minuto un Frecciarossa che lo porterà nella afosa e frenetica Milano, la città dove vive e lavora ormai da qualche anno. È Marco, avvocato siciliano che esercita la sua professione in un importante studio legale del capoluogo lombardo, dove è riuscito a farsi strada nonostante i molti neolaureati bocconiani e i pregiudizi del Settentrione. Animato da forte dedizione professionale e coscienziosità, il protagonista si trova davanti a un’opportunità unica: quella di rappresentare legalmente un’azienda bresciana nel tentativo di acquisizione del suo più grande competitor francese. Marco conosce così il presidente e fondatore dell’impresa, il Cavalier Franco Brugnatelli, e questo incontro segnerà per entrambi l’inizio di un’importante avventura finanziaria e, soprattutto, il consolidamento di un legame inestimabile. Sullo sfondo, una Sicilia luminosa e incantevole, dove Marco torna quando si sente perduto e necessita di ritrovare la strada. Lì si lascia abbracciare dall’affetto della sua famiglia, dal calore della terra, dal gusto della cucina. E lì ritroverà l’amico Rosario, accanto a lui fin dall’infanzia, ricostruendo il profondo rapporto fra loro che il trasferimento a Milano aveva indebolito. Fortificato dalle esperienze che la vita gli ha riservato e affidandosi, nel momento del bisogno, alle persone a lui vicine, Marco dovrà prendere la decisione più importante: scegliere quale, tra i tanti possibili, sarà il suo futuro.
**

Il sorriso di Jackrabbit. Un’indagine di Hap & Leonard

Nel giorno delle nozze con la sua amata Brett, mentre arrostisce hot dog per gli ospiti, Hap si vede piombare nel giardino di casa due pentecostali da manuale. Il ragazzo, tatuato, indossa un paio di jeans neri e una maglietta con lo slogan: «Bianco è giusto». La donna porta i capelli raccolti in una crocchia così alta da poterci nascondere dentro un frullatore. Sono la madre e il fratello della giovane Jackie Mulhaney, detta Jackrabbit, che da qualche mese sembra scomparsa nel nulla. Nessuno, tanto meno la polizia, vuole cercarla. Gli unici a raccogliere la sfida sono Hap e Leonard, senza immaginare che l’indagine arriverà a condurli nelle stanze segrete di una setta capace di adorare fantomatici uomini lucertola. E di infrangere senza rimorsi il quinto comandamento.
**

Il sorriso di don Giovanni

“Io so che vivendo di libri e per i libri navigo su una zattera che non affonderà mai”
Una donna: Adele. Una passione prorompente, insopprimibile: i libri, i fantasmi che popolano l’universo della grande letteratura: Emma Bovary, il principe Myškin, il capitano Achab, don Giovanni… Adele brucia come un giovane ceppo in un camino, conversa con i personaggi, li contraddice. Ma non c’è traccia di delirio in questo, semmai una magica capacità di immedesimazione. Siamo negli opachi, anzi rischiosi, anni settanta, in una cittadina dell’entroterra campano dove tutto sembra addormentato. E invece… Adele ha soltanto quattordici anni quando si innamora di Fausto, lettore accanito a sua volta nonché fervido militante del Partito comunista. Amori e divergenze bruciano la loro giovinezza. Finché Adele, inquieta e delusa, abbandona la sua “Macondo” per Napoli, dove si fa “maestra di strada” in uno dei quartieri più degradati della città. Ora Adele vive isolata nell’appartamento ereditato dalla nonna, trasformato in una vera e propria biblioteca pubblica, tra migliaia di libri rari, una sorta di sacrario all’interno del quale lei si muove come una vestale, raffinata e sensuale. Un intenso ritratto di donna, dunque, per mezzo del quale l’orizzonte visionario del romanzo si allarga a dismisura, per accarezzare la domanda sul futuro di quell’ineffabile oggetto dei nostri desideri che si chiama libro.
**
### Sinossi
“Io so che vivendo di libri e per i libri navigo su una zattera che non affonderà mai”
Una donna: Adele. Una passione prorompente, insopprimibile: i libri, i fantasmi che popolano l’universo della grande letteratura: Emma Bovary, il principe Myškin, il capitano Achab, don Giovanni… Adele brucia come un giovane ceppo in un camino, conversa con i personaggi, li contraddice. Ma non c’è traccia di delirio in questo, semmai una magica capacità di immedesimazione. Siamo negli opachi, anzi rischiosi, anni settanta, in una cittadina dell’entroterra campano dove tutto sembra addormentato. E invece… Adele ha soltanto quattordici anni quando si innamora di Fausto, lettore accanito a sua volta nonché fervido militante del Partito comunista. Amori e divergenze bruciano la loro giovinezza. Finché Adele, inquieta e delusa, abbandona la sua “Macondo” per Napoli, dove si fa “maestra di strada” in uno dei quartieri più degradati della città. Ora Adele vive isolata nell’appartamento ereditato dalla nonna, trasformato in una vera e propria biblioteca pubblica, tra migliaia di libri rari, una sorta di sacrario all’interno del quale lei si muove come una vestale, raffinata e sensuale. Un intenso ritratto di donna, dunque, per mezzo del quale l’orizzonte visionario del romanzo si allarga a dismisura, per accarezzare la domanda sul futuro di quell’ineffabile oggetto dei nostri desideri che si chiama libro.
### Dalla seconda/terza di copertina
Una donna: Adele. Una passione prorompente, insopprimibile, quasi gesto d’obbedienza a un comando biologico: i libri, la lettura, i fantasmi che popolano l’universo della grande invenzione letteraria universale, Emma Bovary, Madame Chauchat, il principe Myskin, il capitano Achab, Henry Esmond, don Giovanni. Siamo negli opachi, anzi rischiosi, anni settanta, in una cittadina dell’entroterra campano dove tutto sembra fermo e addormentato. E invece… Adele ha soltanto quattordici anni quando si innamora di Fausto, lettore accanito a sua volta nonché fervido militante del Partito comunista. Amori e divergenze bruciano la loro giovinezza. Finché Adele, inquieta e delusa, abbandona la sua “Macondo” per Napoli, dove si fa “maestra di strada” in uno dei quartieri più degradati della città. I libri insomma continuano a essere la sua ossessione. La sua ragione di vita. A scandire, come un tempo le speranze, adesso le delusioni. Tra cui la più grande di tutte: l’irrimediabile perdita dell’uomo amato. Ora Adele vive isolata nell’appartamento ereditato dalla nonna, trasformato in una vera e propria biblioteca pubblica, tra migliaia di libri rari, pregiati, antichi e moderni, una sorta di sacrario all’interno del quale si muove come una vestale e si intrattiene con gli interlocutori di sempre: caro don Chisciotte, caro Renzo, caro don Giovanni… Adele brucia sino alla fine, ma il suo amore per la letteratura non ha nulla di cerebrale, anzi in esso si consuma la sua irresistibile sensualità.

Il sorriso dell’ospite

È passato un anno da quando la vita di Joe Lucchesi, poliziotto del New York Police Department, e della sua famiglia è stata sconvolta dalla furia omicida di due serial killer, uno dei quali ancora in vita. Joe Lucchesi si sforza di tornare alla normalità. E la “normalità” nella squadra omicidi è l’indagine su un delitto particolarmente efferato: la morte di Ethen Lowry, rinvenuto sul pavimento di casa sua accanto a un telefono cellulare, con il volto massacrato a martellate, l’arco dentario sfondato e un proiettile calibro 22 nel cranio. È solo il primo di una serie di omicidi che condurranno Joe Lucchesi a confrontarsi con una folle mente criminale.
**

Il sorriso dell’Oscura Signora

Angel Claydon incarica Dylan Dog di indagare su suo padre Jarvis. La ragazza è infatti convinta che l’uomo, importante politico e uomo d’affari, si stia facendo plagiare nelle sue scelte da Loreen Dulak, una sedicente medium.

Il sole non tramonta

Kendall – Quarto pianeta di Gamma Legionis. È caratterizzato dalla mancanza di rotazione sul proprio asse, diviso quindi in un emisfero costantemente illuminato (Chon) e uno costantemente buio (Axari). Omnerstark – Terzo pianeta di Chaudunny, sede originaria della Compagnia. Pianeta tecnologico per eccellenza, è il vero centro politico ed economico del sistema. Sharraxy – Terzo pianeta di Psi Xamishi. Mondo di tipo terrestre, si sostituirà ad Omnerstark dopo la caduta della Compagnia. Gamma Alcyonis – Terzo pianeta delta stella omonima. Governato da Signorie feudali, è l’unico dei pianeti del Sistema completamente svincolato dalla Compagnia. Omman, Beta Shingtauri IV, Kishnore, Wonheim e Kanwa sono gli altri pianeti del Sistema. Su questa Confederazione sta per abbattersi una catastrofe, che provocherà II crollo del suo sistema economico-sociale. Contemporaneamente, su Kendall sta per cadere il buio: come avviene una volta ogni ottomila anni le due lune oscureranno il sole, nei temuto ed atteso Shamshal’Kile. E proprio su Kendall inizia e si conclude l’avventura di David Amshinygri Tschander, alle prese con il gelo di Axari, le sabbie di Chon e l’incombente, titanica eclissi. Ma soprattutto di fronte alla prospettiva di accettare o rifiutare la propria semi-divinità. «Il sole non tramonta» è un romanzo ambizioso, fantasioso e potente, nella migliore tradizione della fantascienza classica.