49–64 di 74503 risultati

Un angelo dritto al cuore. Ho incontrato l’amore grazie agli angeli. E ti svelo come puoi farlo anche tu

Quella di Anna è una storia davvero particolare, intessuta di esperienze apparentemente ordinarie che sono però rese uniche dalla presenza, discreta ma costante, di amici invisibili che non la abbandonano mai: gli angeli. Queste creature celesti non hanno solo il compito di proteggere le persone loro affidate, ma svolgono una missione forse ancora più importante: guidano gli esseri umani verso il vero amore. Dopo aver scoperto come si incontrano gli angeli, ecco dunque un nuovo passo da compiere in questo viaggio in compagnia dei nostri amici di Luce: capire come essi ci possano illuminare, guidare e aiutare nell’incontrare il vero amore, scoprendo le mille sfaccettature di quell’energia che muove il mondo, in miliardi di cuori, ogni giorno. Attraverso la sua esperienza personale e le storie di quanti, come lei, hanno trovato l’amore grazie agli angeli, Anna racconta i passi di un cammino che la sta portando a percepire in maniera profondamente rinnovata se stessa, gli altri e il mondo. Un cammino che è appena iniziato e che riserva ancora mille entusiasmanti scoperte. Soprattutto, un cammino che ognuno di noi può intraprendere non appena avverta in sé il sincero desiderio di vivere, amare, conoscere la vita con una profondità mai sperimentata prima. **

Ultimatum Da Marte

Voi vi fermate con la vostra macchina a una stazione di servizio, e un meccanico, piccolo modesto servizievole, vi fa il pieno di benzina, pulisce il parabrezza, controlla l’acqua, cambia l’olio. Oppure entrate in una grande lavanderia, e un inserviente piccolo modesto servizievole vi assicura l’accurato lavoro che desiderate. A voi non viene neppure in mente che quegli uomini non siano uomini. Notate sì che hanno un aspetto esotico, ma tutt’al più pensate che deve trattarsi di indiani, o di qualcuno di origine cinese, o giapponese. Mai vi verrebbe fatto di pensare che si tratta di marziani. Se ve lo dicessero, non ci credereste. Così come nessuno crede alle dichiarazioni dei due piccoli Pierre e Paul quando raccontano, spaventatissimi, di essere stati assaliti da un gigante vestito di vetro. Invece è vero. O per lo meno, parzialmente vero. E esatto che abbiano visto una persona vestita in modo strano, infatti uno scafandro spaziale è un abbigliamento insolito per le strade di un paese. Meno esatto è che si tratti di un gigante. Ma si sa che i bambini misurano la gente e le cose sulle proprie proporzioni, e soprattutto se stanno sdraiati per terra, e vedono una persona adulta dal basso all’alto, possono avere l’impressione che sia altissima anche se non lo è affatto. Comunque sia Pierre che Paul l’hanno proprio visto. Ed era un marziano, come ce ne sono tanti sparsi per il mondo, ma di cui il mondo continuerà a ignorare l’esistenza finché essi stessi non decideranno di rivelarla per lanciare l’Ultimatum da Marte.

Tutti i racconti di fantasmi

Cura e traduzione di Gianni Pilo e Sebastiano Fusco
Edizioni integrali
Possiamo chiuderli in sepolcri di marmo, seppellirli o abbandonarli alle bestie feroci, bruciarli e spargerne al vento le ceneri: a volte i morti ritornano sulla terra per perseguitarci, ammonirci, tormentarci. Continuano, come pallide ombre, a frequentare la nostra memoria e la nostra fantasia. Orrori memorabili, agghiaccianti apparizioni, spiriti o fantasmi affollano le storie soprannaturali di M.R. James. In questo volume è compresa tutta la produzione fantastica dell’autore inglese, da lui stesso ordinata in corpus: trentuno racconti diventati degli autentici classici del genere.
«Mentre continuava a fissarlo, quel volto si ritrasse, scomparendo quindi nell’oscurità del cespuglio. Prima di cadere a terra priva di sensi, la donna era riuscita a raggiungere la casa e a chiudersi la porta alle spalle.»
Montague Rhodes James
(1862-1936), rettore per molti anni del King’s College di Cambridge, è uno dei più famosi scrittori inglesi di narrativa fantastica. Si narra che usasse scrivere ogni Natale una storia di fantasmi che raccontava per l’occasione agli amici.

Tutti I Denti Del Mostro Sono Perfetti

INDICE

INTRODUZIONE:
COMPLEANNO ALL’APERTO
VALERIO EVANGELISTI

ALBA TRAGICA NICCOLO’ AMMANITI
L’IMMORTALITA’ DANIELE BROLLI
IL BUIO ENZO FILENO CARABBA
LA BRIGATA SUPERCIUK SANDRONE DAZIERI
IL NODO KAPPA VALERIO EVANGELISTI
SOLE GIAGUARO FRANCO FORTE
PRIMA DELLA RIVOLTA BARBARA GARLASCHELLI
ALLE SPALLE MARIO GIORGI
LE COPERTINE DI URANIA MICHELE MARI
LA BALENA DEL CIELO LUCA MASALI
FABULALIENA SILVERIO NOVELLI
ACQUA TIZIANO SCARPA
SNUFF MOVIE NICOLETTA VALLORANI
LUCI DARIO VOLTOLINI
E NOI CHE “URANIA” LEGGIAMO… GIUSEPPE LIPPI
RICORDO DI GIORGIO MONICELLI MARIO MONICELLI
45 ANNI DI FANTASCIENZA IN ITALIA GIANFRANCO DE TURRIS

Tutti Gli Scritti Filosofici E Di Teoria Dell’educazione (Il Pensiero Occidentale)

A centodieci anni dalla morte, il volume intende contribuire nuovamente a diffondere l’opera di Antonio Labriola, fra i maggiori filosofi italiani e primo originale interprete della filosofia di Marx in Italia. Attento alla rielaborazione hegeliana di Spaventa, Labriola approfondisce in maniera originale alcuni classici della filosofia e i testi della scuola herbartiana. La Prolusione (1887) prelude alla lettura di Marx culminata con la scrittura dei Saggi (1895-1902). Affiancandosi al complesso lavoro filologico intrapreso dall’Edizione Nazionale delle Opere, la raccolta offre un quadro esaustivo della produzione teorica del filosofo, ripubblicando in unico volume testi da tempo non più disponibili, l’insieme dei Saggi sulla concezione materialistica della storia nella forma voluta dall’autore per l’ultima edizione apparsa in vita (1902), oltre a inediti giovanili, al frammento del quarto saggio e ad altri inediti che si ripubblicano nel testo stabilito da Croce e Dal Pane. L’ampio saggio di Luca Basile costituisce un’introduzione compiuta al pensiero dell’autore. Le note e gli apparati a cura di Lorenzo Steardo, accompagnano anche il lettore meno esperto nella lettura dei testi. La bibliografia rivista e aggiornata da Lorenzo Steardo ripropone, integrandolo, il ricco repertorio di opere labrioliane e studi critici curato da Nicola Siciliani de Cumis alla fine degli anni Settanta.

Tutte le poesie 1940-1953

L’intera produzione poetica del precoce maestro del neo-realismo italiano, Rocco Scotellaro. Con l’introduzione di Maurizio Cucchi.
Książka ma 354 strony.

Tutte le fiabe

A cura di Brunamaria Dal Lago Veneri
Edizioni integrali
Pubblicate per la prima volta nel 1812, le fiabe dei fratelli Grimm sono tra i testi più tradotti, ristampati, diffusi e conosciuti della letteratura mondiale. I due studiosi intendevano, trascrivendo storie e leggende tradizionali, costruire una base culturale che aiutasse la fondazione di un’identità comune dei popoli di lingua tedesca. Nel materiale da loro raccolto prevalgono racconti ambientati in luoghi spaventosi dove si svolgono fatti di sangue, i protagonisti sono minacciati da streghe, belve, spiriti, tutti elementi tipici del folklore germanico. Quindi, all’inizio, l’opera non era destinata ai bambini. Furono poi le traduzioni inglesi del 1857 a emendare le fiabe degli elementi più lugubri e drammatici e a dar loro la forma con cui sono giunte fino a noi. Lo straordinario successo e la vastissima divulgazione della raccolta dei Grimm si devono forse alla atemporalità di quanto viene narrato, alla proposizione di una dimensione trasfigurata dove i pericoli più spaventosi vengono superati, il male punito, la virtù ricompensata: temi che corrispondono alla forte esigenza di giustizia ideale presente nell’animo infantile.
Jakob e Wilhelm Grimm
I fratelli Grimm, Jakob Ludwig Karl (1785-1863) e Wilhelm Karl (1786-1859), originari di Francoforte, studiarono legge all’Università diMarburgo e insegnarono all’Università di Göttingen. Filologi, letterati e studiosi del folklore tedesco, si dedicarono alla rielaborazione di testi tramandati oralmente, sostenendo il concetto di una poesia di diretta derivazione popolare. Sono considerati ispiratori del movimento democratico tedesco. Scrissero insieme anche il Dizionario tedesco, in 33 volumi, fondamentale per la definizione della lingua tedesca moderna, usato ancora oggi per studiare l’etimologia dei vocaboli. **
### Sinossi
A cura di Brunamaria Dal Lago Veneri
Edizioni integrali
Pubblicate per la prima volta nel 1812, le fiabe dei fratelli Grimm sono tra i testi più tradotti, ristampati, diffusi e conosciuti della letteratura mondiale. I due studiosi intendevano, trascrivendo storie e leggende tradizionali, costruire una base culturale che aiutasse la fondazione di un’identità comune dei popoli di lingua tedesca. Nel materiale da loro raccolto prevalgono racconti ambientati in luoghi spaventosi dove si svolgono fatti di sangue, i protagonisti sono minacciati da streghe, belve, spiriti, tutti elementi tipici del folklore germanico. Quindi, all’inizio, l’opera non era destinata ai bambini. Furono poi le traduzioni inglesi del 1857 a emendare le fiabe degli elementi più lugubri e drammatici e a dar loro la forma con cui sono giunte fino a noi. Lo straordinario successo e la vastissima divulgazione della raccolta dei Grimm si devono forse alla atemporalità di quanto viene narrato, alla proposizione di una dimensione trasfigurata dove i pericoli più spaventosi vengono superati, il male punito, la virtù ricompensata: temi che corrispondono alla forte esigenza di giustizia ideale presente nell’animo infantile.
Jakob e Wilhelm Grimm
I fratelli Grimm, Jakob Ludwig Karl (1785-1863) e Wilhelm Karl (1786-1859), originari di Francoforte, studiarono legge all’Università diMarburgo e insegnarono all’Università di Göttingen. Filologi, letterati e studiosi del folklore tedesco, si dedicarono alla rielaborazione di testi tramandati oralmente, sostenendo il concetto di una poesia di diretta derivazione popolare. Sono considerati ispiratori del movimento democratico tedesco. Scrissero insieme anche il Dizionario tedesco, in 33 volumi, fondamentale per la definizione della lingua tedesca moderna, usato ancora oggi per studiare l’etimologia dei vocaboli.

Tre e sei morto

“Controllai la borsa per essere sicura di avere l’essenziale: cercapersone, fazzolettini, lacca, torcia elettrica, manette, rossetto, pistola con proiettili, cellulare ricaricato, pistola elettrica ricaricata, chewing-gum, spray al peperoncino, limetta per le unghie. Ero tosta come cacciatrice di taglie, no?” Dov’è finito il vecchio Mo Bedemier, accusato di porto abusivo di arma da fuoco e libero su cauzione? Compito ingrato per la cacciatrice di taglie Stephanie Plum, visto che il latitante in questione non è un pericoloso spacciatore, ma un gelataio innocuo e benvoluto da tutti nel Borgo, tranquillo quartiere residenziale di Trenton, New Jersey. Tanto innocuo Mo non dev’essere, in fondo, perché le indagini portano a scoprire scenari insospettabili e pericolosi, in cui Stephanie si ritrova suo malgrado invischiata. Non proprio impeccabile nel suo lavoro – se è per questo, nemmeno nell’abbigliamento e nelle abitudini alimentari – Stephanie ha però dalla sua un’estrema determinazione, che la porta a inseguire un ricercato in qualunque circostanza, anche a costo di abbandonare la poltrona del parrucchiere nel bel mezzo di una tinta. A bordo di una mastodontica Buick blu del ’53, visto che la sua nuova (mica tanto) Nissan continua a lasciarla a piedi, Stephanie riesce a destreggiarsi fra inseguimenti, sparatorie e appostamenti. Al suo fianco l’esagitata Lula, ex prostituta dai modi piuttosto spicci, e il tenebroso Ranger. E l’agente di polizia Joe Morelli…