63793–63808 di 66061 risultati

L’amore invisibile

Due giovani innamorati amano in segreto il bambino che non potranno mai avere. Uno stimato medico sopravvissuto ai campi di sterminio nazisti, trova la pace grazie all’amore di un cane fedele. Un uomo ama sua moglie nel ricordo del primo marito della donna. Una madre riscopre l’amore per il figlio quando qualcuno vorrà strapparglielo via. Séverine e Benjamin capiscono attraverso gli occhi di una ragazza condannata da una malattia incurabile di aver perduto l’amore di una vita. Spesso l’amore è difficile, deve aggirare le convenzioni sociali, dev’essere frutto della volontà, deve essere desiderato. Non conosciamo il disegno segreto della nostre vita, ma sappiamo che l’amore è la sua architettura invisibile. Non ci resta che cominciare a costruire.

L’amore coniugale

L’amore coniugale è la storia di un uomo che cerca al tempo stesso di essere buon marito e buon scrittore, finendo col fallire entrambi gli obbiettivi: il fallimento erotico-sentimentale da un lato e il fallimento letterario dall’altro. Il contrasto tra vita affettiva e vita culturale è affrontato in tutta la sua crudezza, con la tipica capacità di Moravia di racconatare, senza reticenze, e di fare emergere un discorso civile e morale. Pubblicato per la prima volta nel 1949, è tra i romanzi più vivi e impegnati di Moravia

(source: Bol.com)

L’amore che dura

** Teso come un thriller, forte di un montaggio cinematografico che tiene incollati alla pagina, *L’amore che dura* è la storia di un amore nato al tempo della rivoluzione femminista. Lidia Ravera coglie con esasperata sensibilità gli slittamenti della vita di coppia, interrogandosi sulle ragioni del sentimento amoroso: dura quando l’altro è il fantasma che insegui e che ti insegue, il tuo pezzo mancante?**
Non è un appuntamento d’amore, quello che si sono concessi Emma e Carlo. È piuttosto una resa dei conti. A quarant’anni da quando hanno scoperto l’amore insieme, a vent’anni dalla fine del loro matrimonio: quando Carlo è volato a New York a sfidare se stesso ed Emma è rimasta a Roma, a insegnare in una scuola di borgata. Oggi lui è un regista quasi famoso, lei un’idealista fuori dal tempo. Lui ha girato un film che racconta con nostalgia la loro love story adolescente, lei l’ha stroncato su una rivista online.
Lui si è offeso, lei è pronta a scusarsi. Ma quella è la colpa minore. L’altra, ben più grave, si è piantata fra loro come una spina. Lui non la immagina neppure, lei vorrebbe confessare ma non sa come. All’appuntamento va in bicicletta, difesa da un gilet di velluto vintage, armata di una borsa a bandoliera che contiene quattro quaderni neri traboccanti di verità. Ma la resa dei conti non avrà luogo. Un incidente la impedisce, o forse la ritarda soltanto.
Resta il mistero dell’amore che dura, che resiste, anche se più Carlo ed Emma si allontanano dalla prima giovinezza più aumenta la distanza fra loro. Che cosa continua a tenerli legati dai movimentati anni settanta fino al disincanto del presente? Quella che Emma chiama la chimica dei corpi? O qualcosa di più misterioso e tenace?
**
### Sinossi
** Teso come un thriller, forte di un montaggio cinematografico che tiene incollati alla pagina, *L’amore che dura* è la storia di un amore nato al tempo della rivoluzione femminista. Lidia Ravera coglie con esasperata sensibilità gli slittamenti della vita di coppia, interrogandosi sulle ragioni del sentimento amoroso: dura quando l’altro è il fantasma che insegui e che ti insegue, il tuo pezzo mancante?**
Non è un appuntamento d’amore, quello che si sono concessi Emma e Carlo. È piuttosto una resa dei conti. A quarant’anni da quando hanno scoperto l’amore insieme, a vent’anni dalla fine del loro matrimonio: quando Carlo è volato a New York a sfidare se stesso ed Emma è rimasta a Roma, a insegnare in una scuola di borgata. Oggi lui è un regista quasi famoso, lei un’idealista fuori dal tempo. Lui ha girato un film che racconta con nostalgia la loro love story adolescente, lei l’ha stroncato su una rivista online.
Lui si è offeso, lei è pronta a scusarsi. Ma quella è la colpa minore. L’altra, ben più grave, si è piantata fra loro come una spina. Lui non la immagina neppure, lei vorrebbe confessare ma non sa come. All’appuntamento va in bicicletta, difesa da un gilet di velluto vintage, armata di una borsa a bandoliera che contiene quattro quaderni neri traboccanti di verità. Ma la resa dei conti non avrà luogo. Un incidente la impedisce, o forse la ritarda soltanto.
Resta il mistero dell’amore che dura, che resiste, anche se più Carlo ed Emma si allontanano dalla prima giovinezza più aumenta la distanza fra loro. Che cosa continua a tenerli legati dai movimentati anni settanta fino al disincanto del presente? Quella che Emma chiama la chimica dei corpi? O qualcosa di più misterioso e tenace?

L’Amore Arriva Con Te

Terzo libro della serie Near You, autoconclusivo.
Cassie, la terzogenita della famiglia Mason, è da sempre innamorata del bellissimo Nash O’Darren ma, da quando lui le ha spezzato il cuore ed è partito per l’Afganistan, ha fatto di tutto per dimenticarlo, senza mai riuscirci. Nash è sempre nei suoi pensieri e, quando se lo ritrova davanti alla porta di casa, il suo istinto è quello di sbattergliela in faccia.
Nash O’Darren non è più lo stesso di quando è partito, dietro al suo atteggiamento da cattivo ragazzo nasconde qualcosa da cui è meglio rimanere alla larga. Più cerca di isolarsi dal resto del mondo più Cassie spunta nella sua vita, illuminandola come se fosse un raggio di sole e rendendogli così impossibile ogni tentativo di starle lontano.
Presto, però, i due si ritroveranno a convivere sotto lo stesso tetto e,quando una lite spaccherà per la prima volta la famiglia Mason, Nash sarà l’unico che potrà aiutare Cassie a fare un po’ di chiarezza nella sua esistenza. Un viaggio inaspettato nel Vermont sarà quello che stravolgerà definitivamente la vita di Cassie, rendendole quasi impossibile tornare alla normalità. E, forse, sarà così anche per Nash.

(source: Bol.com)

L’amore ancora esiste

Enis e Sofia si conoscono, per caso, su Facebook.
L’allegria di lui arriva diritta al cuore di lei. Non sono più ragazzini , eppure si comportano come tali, fin dal primo momento.
Si tratta di uno di quegli amori che partono dalla testa fino ad arrivare al cuore.
Un amore virtuale che dura quasi due anni, che sembra corrisposto fino a quando Enis, inaspettatamente, inizia a prendere le distanze, fin quasi a sparire dalla vita di Sofia.
Passeranno cinque lunghi anni dalla loro prima chat al momento in cui il destino giocherà per loro una nuova, bizzarra, mano.
**
### Sinossi
Enis e Sofia si conoscono, per caso, su Facebook.
L’allegria di lui arriva diritta al cuore di lei. Non sono più ragazzini , eppure si comportano come tali, fin dal primo momento.
Si tratta di uno di quegli amori che partono dalla testa fino ad arrivare al cuore.
Un amore virtuale che dura quasi due anni, che sembra corrisposto fino a quando Enis, inaspettatamente, inizia a prendere le distanze, fin quasi a sparire dalla vita di Sofia.
Passeranno cinque lunghi anni dalla loro prima chat al momento in cui il destino giocherà per loro una nuova, bizzarra, mano.

L’amore all’improvviso

In regalo per i lettori un racconto inedito di Sara Rattaro.
«Non importa come ci sei arrivato, quale percorso hai compiuto o se ne sei soddisfatto. Quando la vita ti lancia una palla buona, puoi solo cercare di buttarla dentro.»

L’Amica Del Cuore

**«Una delle autrici di thriller più brillanti in circolazione.» STEPHEN KING**
*Ci sono promesse che puoi infrangere, e promesse che devi mantenere.
A costo di pagare il prezzo più alto.*
Lisa e Marilyn sono colleghe, o meglio amiche che casualmente lavorano nello stesso ufficio: la cosa non ha mai interferito con la loro amicizia, e si considerano molto fortunate per questo. Eppure, ci sono cose che Lisa ignora della sua amica. D’altra parte, Lisa è sempre così presa dai suoi, di problemi, il maggiore dei quali è Ava, sua figlia. Ava ha sedici anni, e un segreto che non confesserebbe mai a sua madre. A parte questo, la sua vita scorre come quella di qualunque adolescente… non fosse per quel padre che non c’è mai stato, e per l’ansia perenne di sua madre. Sì, perché Lisa sembra avere sempre paura di qualcosa. È così diversa dalle altre madri, sempre a guardarsi le spalle come se temesse chissà cosa. Anche Marilyn glielo rimprovera spesso, di solito nelle sue tirate per convincerla a trovarsi un uomo. Ma ultimamente Lisa sembra avere raggiunto un nuovo livello di paura. Sono piccole cose, piccoli segnali, ma lei ne è certa: il passato sta tornando. Il passato che credeva di aver seppellito per costruirvi sopra una nuova vita. Lisa sa che questo significa soltanto una cosa: che la promessa di tanti anni prima vale ancora. E lei l’ha infranta. Perché una promessa è una promessa. Soprattutto se fatta alla tua amica del cuore.
Sarah Pinborough, regina del colpo di scena, ritorna con un thriller che vi farà perdere la testa.
Impossibile indovinare cosa c’è davvero dietro le storie di Lisa, Ava e Marilyn, se non leggendo a ritmo forsennato le pagine di **un’autrice che Stephen King ha definito, senza tanti giri di parole, «maledettamente brava»**.
**
### Sinossi
**«Una delle autrici di thriller più brillanti in circolazione.» STEPHEN KING**
*Ci sono promesse che puoi infrangere, e promesse che devi mantenere.
A costo di pagare il prezzo più alto.*
Lisa e Marilyn sono colleghe, o meglio amiche che casualmente lavorano nello stesso ufficio: la cosa non ha mai interferito con la loro amicizia, e si considerano molto fortunate per questo. Eppure, ci sono cose che Lisa ignora della sua amica. D’altra parte, Lisa è sempre così presa dai suoi, di problemi, il maggiore dei quali è Ava, sua figlia. Ava ha sedici anni, e un segreto che non confesserebbe mai a sua madre. A parte questo, la sua vita scorre come quella di qualunque adolescente… non fosse per quel padre che non c’è mai stato, e per l’ansia perenne di sua madre. Sì, perché Lisa sembra avere sempre paura di qualcosa. È così diversa dalle altre madri, sempre a guardarsi le spalle come se temesse chissà cosa. Anche Marilyn glielo rimprovera spesso, di solito nelle sue tirate per convincerla a trovarsi un uomo. Ma ultimamente Lisa sembra avere raggiunto un nuovo livello di paura. Sono piccole cose, piccoli segnali, ma lei ne è certa: il passato sta tornando. Il passato che credeva di aver seppellito per costruirvi sopra una nuova vita. Lisa sa che questo significa soltanto una cosa: che la promessa di tanti anni prima vale ancora. E lei l’ha infranta. Perché una promessa è una promessa. Soprattutto se fatta alla tua amica del cuore.
Sarah Pinborough, regina del colpo di scena, ritorna con un thriller che vi farà perdere la testa.
Impossibile indovinare cosa c’è davvero dietro le storie di Lisa, Ava e Marilyn, se non leggendo a ritmo forsennato le pagine di **un’autrice che Stephen King ha definito, senza tanti giri di parole, «maledettamente brava»**.

L’America sottosopra

‘Avvincente, realistica e totalizzante, la sua prosa è paragonabile a quella di grandi autori molto diversi tra loro quali Richard Ford, Richard Price e Richard Russo. ‘
The New York Times

‘Finalmente un romanzo e un’autrice ambiziosi, degni dell’importanza dell’argomento trattato… Un tour de force, una storia raccontata da diversi punti di vista… DeLillo-esque… In questo romanzo imperdibile, Jennifer Haigh riesce a delineare quello che ci rende, tutti, connessi, nel bene e nel male.’
The Washington Post

‘Ogni pagina splende… Ambizioso, ampio, ma intimo, L’America sottosopra è un romanzo esemplare, capace di risvegliare il lettore alla verità delle cose.’
O, the Oprah Magazine

‘Resterete stupiti da quello che Jennifer Haigh riesce a fare con una storia… ‘
The New York Times – Janet Maslin

‘Un romanzo stupendo, ambizioso, che prende di mira il potere e l’avidità, il saccheggio del territorio, l’onnipotenza del profitto. La rapacità del sogno americano e la complicità delle sue vittime. ‘
Joshua Ferris

Siamo in Pennsylvania, una terra che ‘più di qualunque altra è ciò che giace nel suo sottosuolo’. Fino a una quarantina di anni fa gli abitanti di Bakerton hanno vissuto, anche se non proprio prosperato, sull’estrazione del carbon fossile. Chiuse le miniere, la città si è sciolta come neve al sole.
Fino a quando una grossa società si accorge che sotto i campi coltivati si estende un enorme giacimento di gas naturale, estraibile con la nuovissima tecnica del fracking, e manda i suoi emissari a percorrere il territorio per convincere gli agricoltori, poveri e arrabbiati, a cedere i loro appezzamenti per cifre molto molto allettanti.
Nessuno di chi vende si rende conto che gli scavi procureranno ogni sorta di guai alla comunità. Guai che cominciano subito, con l’arrivo delle squadre di operai incaricati di scavare. A loro volta poveri e arrabbiati per la vita grama nei dormitori, la lontananza dalle famiglie, i turni di lavoro disumani. E l’ostilità della popolazione. Si rischia la guerra dei poveri.
Ma Haigh ha la mano leggera, e un grande talento nel raccontare storie di povera gente senza eccessivi realismi, e senza sentimentalismi, mantenendo una lodevole equidistanza dalle due ‘fazioni’. C’è una guardia carceraria con una famiglia difficile; un’altra piccola famiglia, gay, dedita all’agricoltura biologica, che vede sfumare anni di lavoro; il capo degli operai che si innamora della ‘pastora’ di una neo-chiesa, vedova di una vittima dell’incidente nucleare di Three Mile Island, avvenuto decenni prima, sempre in Pennsylvania…
È una storia che si potrebbe trasporre dovunque: inquinamento e distruzione del territorio e della salute dei suoi abitanti versus il benessere economico degli stessi abitanti. Il risultato è un ampio quadro dell’America rurale contemporanea, che spera sempre nel miracolo del sogno americano nonostante le ripetute delusioni.

(source: Bol.com)

L’Altro

La definizione ‟l’altro”/‟gli altri” può venir intesa come l’altro da sé, come l’individuo contrapposto agli altri individui, ma anche l’altro che affonda le radici nella diversità di sesso, generazione, nazionalità, religione. Attraverso il reportage (che secondo Kapuściński è il genere letterario più collettivo che esista) l’autore ci rammenta gli interlocutori incontrati sulle strade del mondo, quelli che raccontano la storia della loro vita o che parlano della società alla quale appartengono. Chi sono questi interlocutori? Sono persone fatte da due parti spesso difficili da separare. Una è l’uomo uguale a noi, con le sue gioie e i suoi dolori, i giorni fasti e quelli nefasti, che teme la fame e il freddo, che sente il dolore come una sventura e il successo come soddisfazione e appagamento. L’altra, sovrapposta e intrecciata alla prima, è l’identità razziale, culturale e religiosa. Le due parti non appaiono mai distinte, allo stato puro e isolato, ma convivono influendo l’una sull’altra. Kapuściński lavora su questo doppio aspetto di uomo-individuo e di uomo-razza lasciando emergere come la percezione culturale non sia mai rigida, statica, stabilita una volta per tutte, ma dinamica, mobile, mutevole, soggetta ad alti e bassi di tensione a seconda del contesto esterno, delle esigenze del momento, delle aspettative circostanti e perfino dello stato d’animo e della nostra età. Il mondo che Kapuściński ha imparato a conoscere camminando si disvela ancora una volta ma in una nuova accezione: come territorio in cui la salvaguardia della diversità passa attraverso la conoscenza della diversità. Un piccolo libro che raccoglie il materiale di sei conferenze e diventa occasione per riflettere sull’altro che è in ciascuno di noi, sulla distanza fra l’uomo ipoteticamente senza connotazioni e l’uomo connotato. Un piccolo libro. Un grande testamento spirituale.

L’altra verità: diario di una diversa

Un alternarsi di orrore e solitudine, di incapacità di comprendere e di essere compresi, in una narrazione che nonostante tutto è un inno alla vita e alla forza del “sentire”. Alda Merini ripercorre il suo ricovero decennale in manicomio: il racconto della vita nella clinica psichiatrica, tra elettroshock e autentiche torture, libera lo sguardo della poetessa su questo inferno, come un’onda che alterna la lucidità all’incanto. Un diario senza traccia di sentimentalismo o di facili condanne, in cui emerge lo “sperdimento”, ma anche la sicurezza di sé e delle proprie emozioni in una sorta di innocenza primaria che tutto osserva e trasforma, senza mai disconoscere la malattia, o la fatica del non sentire i ritmi e i bisogni altrui, in una riflessione che si fa poesia, negli interrogativi e nei dubbi che divengono rime a lacerare il torpore, l’abitudine, l’indifferenza e la paura del mondo che c’è “fuori”.
**

L’Altra Luce Del Buio

Lorna Assi scompare lasciando la fattoria dei Nappa nei dintorni di Rieti dove lavora come collaboratrice domestica. Suo fratello Fabrizio torna dalla Russia per investigare. Il suo passato, gli incarichi che assolve da anni per un boss mafioso dell’ex Unione Sovietica e la realtà di Lorna si incastrano in un puzzle intricato che Rinaldi, un commissario della mobile, sta cercando a sua volta di risolvere. Un thriller dove l’esplorazione dei labirinti mentali si incrocia con l’azione fino all’epilogo illuminato dall’altra luce del buio.
Note: contiene flashback e riflessioni introspettive
**
### Sinossi
Lorna Assi scompare lasciando la fattoria dei Nappa nei dintorni di Rieti dove lavora come collaboratrice domestica. Suo fratello Fabrizio torna dalla Russia per investigare. Il suo passato, gli incarichi che assolve da anni per un boss mafioso dell’ex Unione Sovietica e la realtà di Lorna si incastrano in un puzzle intricato che Rinaldi, un commissario della mobile, sta cercando a sua volta di risolvere. Un thriller dove l’esplorazione dei labirinti mentali si incrocia con l’azione fino all’epilogo illuminato dall’altra luce del buio.
Note: contiene flashback e riflessioni introspettive
### L’autore
Cristina Lattaro nasce e vive a Rieti. Ingegnere elettronico presso il reparto di Ricerca & Sviluppo di una multinazionale statunitense, titolare di 5 brevetti e di alcuni articoli scientifici. Ha pubblicato diversi titoli con case editrici non a pagamento, tassativamente NOEAP, fino alla fondazione di bookEco Media per la quale sta raccogliendo i diritti di quanto ceduto in passato. La saggezza dei posteri, dicembre 2011, Edizioni Nulla Die Lusores – Calciatori, aprile 2012, Edizioni Nulla Die Il volo di carta, Prima ed. 11/2012, Sesat Edizioni; Seconda ed. 01/2016 bookEco Media Milites – Soldati, Prima ed. 01/2013, Lettere Animate; Seconda ed. 10/2015 bookEco Media Strix Julia, febbraio 2013, Runa Editrice Biglia di vetro I – Taurus, marzo 2013, ErosCultura Biglia di vetro II – Aemilia, maggio 2013, ErosCultura Venezia d’acqua dolce, Prima ed. 09/2013, Loquendo Editrice; Seconda ed. 09/2015, bookEco Media Agricolae – Contadini, Prima ed. 09/2013, Runa Editrice; Seconda ed. 10/2015 bookEco Media Biglia di vetro III – La passione dell’angelo, 10/2013, ErosCultura L’altra luce del buio, Prima ed. 12/2014, Runa Editrice; Seconda ed. 09/2015, bookEco Media Il segno del demone – La trilogia Biglia di vetro, 01/2015, ErosCultura Un amore a matita – Police heart I, 09/2015, bookeco Media A volte ritornano – Police heart II, 10/2015, bookEco Media Abietarii – Falegnami, 01/2016, bookEco Media www.bookeco.it www.cristinalattaro.net

L’altra faccia della spirale (Seconda Fondazione)

Il lettore che si fosse lasciato sfuggire il primo e il secondo romanzo della famosa trilogia di Asimov (apparsi rispettivamente nei numeri 317bis e 329bis di Urania) troverà in questo volume conclusivo, che si legge anche come un’opera a sé stante, tutti i dati necessari per seguire fino allo scioglimento finale le drammatiche vicende dell’Impero Galattico: le due misteriose organizzazioni destinate a salvare l’Impero, la metropoli grande come un intero pianeta, la guerra contro l’hitleriana figura del Mutante, e gli altri mille fili del più straordinario affresco di storia futura che la fantascienza ci abbia dato dopo Wells.

 

L’altra faccia del Destino: Cosa faresti se il vero cattivo fosse sempre stato accanto a te?

Amanda è vittima dei segreti di un passato oscuro. Proveniente da una famiglia privilegiata sarà coinvolta in un rapimento che la metterà faccia a faccia con la realtà dei fatti: niente di quello che conosce è davvero come pensa. Accompagnata dal suo compagno di vita – suo cugino Elliot – sarà costretta a diventare forte e coraggiosa e ad avere a che fare con svariate creature, nuove amicizie e nuovi sentimenti che pian piano inizieranno ad insinuarsi in lei, insieme ad un grande segreto che la metterà di fronte alla decisione più importante della sua vita. Ad un tratto, il suo matrimonio combinato non sembrerà la cosa più orribile che potrà capitarle in futuro.Cosa faresti se il vero cattivo fosse sempre stato accanto a te?
**

L’alleanza dei corpi

Al centro di questo libro di Judith Butler è l’indagine sulla “politica della strada” e sul diritto plurale e performativo di apparizione del corpo all’interno del campo politico, attraverso l’esperienza del raduno collettivo. Dal movimento Occupy alle proteste di Atene, dalle cosiddette “primavere arabe” al Parco Gezi di Istanbul, dalle mobilitazioni queer a quelle degli immigrati irregolari, negli ultimi anni abbiamo assistito al moltiplicarsi delle manifestazioni di dissenso contro le logiche neoliberiste o contro governi e poteri repressivi. Al di là delle differenze, l’alleanza dei corpi in queste azioni collettive affronta ed “espone” all’attenzione di tutti una serie di temi interconnessi come la precarietà, la vulnerabilità, la rivendicazione di una vita vivibile e l’esclusione dalla sfera pubblica di apparizione. La tesi di Butler è che, nelle lotte democratiche, questi raduni possano esprimere forme di resistenza e solidarietà radicali da cui emerge una nuova idea di “popolo” – un popolo che sperimenta una ricomposizione contro la frammentazione e le disuguaglianze indotte, interrogando in modo inaggirabile le frontiere dell’etica.
**