63393–63408 di 69633 risultati

Home.

Nella noia più assoluta dell’ennesima cena in famiglia, Daniel si accorge di essere gay. Ci vogliono pochi secondi perché tutto cambi: la constatazione gli scivola fuori dalla bocca e cade come una bomba atomica sui parenti seduti intorno a lui.
Tra le reazioni di padre, madre e fratello, Daniel si trova a gestire una nuova vita fatta di scoperte e di nuovi atteggiamenti che lo faranno crescere, complicando le relazioni. Ogni piccolo incidente di percorso lo allontanerà dal suo mondo, lasciandolo vagare alla ricerca di un luogo da chiamare casa.

Hollywood in subbuglio

Ellery Queen è furibondo. Gli hanno detto di partire subito da New York per Hollywood. E lui è partito. Non ha fatto in tempo ad arrivare alla mecca del cinema, che gli hanno detto di presentarsi subito al lavoro. E lui si è precipitato agli studi, ma il grande produttore si è rivelato troppo occupato per riceverlo. Sono passate alcune settimane, ed Ellery sta ancora aspettando di mettersi alla macchina per scrivere. Hollywood non gli è amica? Ma se ii mondo del cinema sembra voltargli le spalle, quello del delitto ha bisogno di lui. Ed occolo così ad investigare sul misterioso assassinio di un finanziere.

Ho sposato un’ombra

Helen, sola e senza soldi, incinta all’ultimo mese, conosce in treno una coppia di sposini, gli Hazzard, e fa amicizia con la donna, Patrizia. Le due ragazze si fanno confidenze, e Patrizia giunge perfino a far provare ad Helen il suo anello. Un tragico incidente ferroviario sarà la causa della morte degli Hazzard e del ferimento di Helen, che partorirà proprio lì, nella carrozza sventrata. In ospedale scoprirà che l’hanno scambiata per Patrizia, che nessuno in famiglia aveva mai visto prima. Helen vede la possibilità di poter dare un futuro a suo figlio e asseconda la famiglia Hazzard. Andrà a vivere con loro, fingendo perennemente di essere chi non è. Ma due eventi sono destinati a distruggere i suoi progetti: il suo presunto cognato, che si innamorerà di lei, ed il vero padre del suo bambino, che tornerà a ricattarla. E l’omicidio è in agguato…

Ho sognato Sharazade

Diana Vassalli ha un sogno. Vivere in riva al mare, nella casa sulla spiaggia un tempo appartenuta a sua madre. Parte del sogno comprende Daniele, l’amore dell’adolescenza che anni prima aveva scelto Francesca, la migliore amica di Diana, forse condizionato dalla sua malattia. Dopo la morte di Francesca quell’amore sembra riemergere e dare speranza a entrambi. Ma Diana deve affrontare anche altri problemi. Cresciuta in una famiglia di soli uomini, il padre vedovo e tre fratelli minori, ha sempre avuto poco tempo per se stessa. Ora rischia anche di perdere l’amata casa sulla spiaggia.
Diana lotta per sopravvivere in un mondo di uomini che inevitabilmente continuano a condizionare la sua esistenza, le sue emozioni.
Chi farà parte del suo destino? Daniele, il grande amore mai dimenticato? Dietmar, l’intransigente direttore della scuola in cui insegna, che sembra irresistibilmente attratto da lei? Christian, giovane e affascinante studente a cui impartisce lezioni d’inglese, che non perde occasione per provocarla? Oppure il destino di Diana è lontano, nello Yorkshire, con Jules e Michelle, gli amici inglesi che da anni sono diventati il suo rifugio, la sua seconda famiglia? Il frizzante rapporto di amicizia e confidenza che la lega a Jules si trasformerà in una passione ardente, irrefrenabile?
Dai primi anni ’80 agli inizi del 2000 la storia si snoda tra ricordi dell’adolescenza ed età adulta, in una Rimini soleggiata e tenera che è parte fondamentale dell’anima di Diana e dei personaggi che la circondano. Cercando il suo posto nel mondo Diana scopre in ognuno qualcosa di buono mentre il suo cammino si delinea e si riscrive, passo dopo passo. Perché il suo cuore non si arrende, continua a sperare. Per sopravvivere, proprio come una novella Sharazade. Per riuscire finalmente a seguire il suo cuore, come la incoraggia a fare la bimba che le appare in sogno. Per raccontare la sua storia, con un lieto fine. Per vivere, con la forza e la determinazione che solo una donna che non si è mai arresa riesce a trovare… o a riscoprire in se stessa.
Della stessa autrice:
My returning sun
Come quando piove con il sole
Un fiore tra le rocce
Solo un volo
Mai lontana dal mio cuore
La canzone di Amantine
Ghostly Whisper: “Il vicino tatuato”
Almost over you – Una ragazza fuori moda
A Winter’s Tale – Solo un altro Natale
Salvami per te
Un destino tra le tue braccia
Natale per Due
Capodanno per Due “Mia dolce Signora”
San Valentino per Due
Estate per Due
Incantevoli Creature – Trasformazioni
Incantevoli Creature – Tra amore e potere
Il deprecabile tempismo degli EX
Una ragazza e l’amore
Una ragazza e il Natale
**
### Sinossi
Diana Vassalli ha un sogno. Vivere in riva al mare, nella casa sulla spiaggia un tempo appartenuta a sua madre. Parte del sogno comprende Daniele, l’amore dell’adolescenza che anni prima aveva scelto Francesca, la migliore amica di Diana, forse condizionato dalla sua malattia. Dopo la morte di Francesca quell’amore sembra riemergere e dare speranza a entrambi. Ma Diana deve affrontare anche altri problemi. Cresciuta in una famiglia di soli uomini, il padre vedovo e tre fratelli minori, ha sempre avuto poco tempo per se stessa. Ora rischia anche di perdere l’amata casa sulla spiaggia.
Diana lotta per sopravvivere in un mondo di uomini che inevitabilmente continuano a condizionare la sua esistenza, le sue emozioni.
Chi farà parte del suo destino? Daniele, il grande amore mai dimenticato? Dietmar, l’intransigente direttore della scuola in cui insegna, che sembra irresistibilmente attratto da lei? Christian, giovane e affascinante studente a cui impartisce lezioni d’inglese, che non perde occasione per provocarla? Oppure il destino di Diana è lontano, nello Yorkshire, con Jules e Michelle, gli amici inglesi che da anni sono diventati il suo rifugio, la sua seconda famiglia? Il frizzante rapporto di amicizia e confidenza che la lega a Jules si trasformerà in una passione ardente, irrefrenabile?
Dai primi anni ’80 agli inizi del 2000 la storia si snoda tra ricordi dell’adolescenza ed età adulta, in una Rimini soleggiata e tenera che è parte fondamentale dell’anima di Diana e dei personaggi che la circondano. Cercando il suo posto nel mondo Diana scopre in ognuno qualcosa di buono mentre il suo cammino si delinea e si riscrive, passo dopo passo. Perché il suo cuore non si arrende, continua a sperare. Per sopravvivere, proprio come una novella Sharazade. Per riuscire finalmente a seguire il suo cuore, come la incoraggia a fare la bimba che le appare in sogno. Per raccontare la sua storia, con un lieto fine. Per vivere, con la forza e la determinazione che solo una donna che non si è mai arresa riesce a trovare… o a riscoprire in se stessa.
Della stessa autrice:
My returning sun
Come quando piove con il sole
Un fiore tra le rocce
Solo un volo
Mai lontana dal mio cuore
La canzone di Amantine
Ghostly Whisper: “Il vicino tatuato”
Almost over you – Una ragazza fuori moda
A Winter’s Tale – Solo un altro Natale
Salvami per te
Un destino tra le tue braccia
Natale per Due
Capodanno per Due “Mia dolce Signora”
San Valentino per Due
Estate per Due
Incantevoli Creature – Trasformazioni
Incantevoli Creature – Tra amore e potere
Il deprecabile tempismo degli EX
Una ragazza e l’amore
Una ragazza e il Natale

Ho sognato la cioccolata per anni

Trudi ha solo sedici anni quando viene rinchiusa in un campo di concentramento. Intorno a lei un mondo spietato, assurdo, crudele; dentro di lei il desiderio di non cedere alla disperazione e di continuare a sognare. Una storia di sofferenza, ma anche di coraggio, speranza e libertà. Una testimonianza che ha sconvolto il mondo.

Ho Cercato Di Scrivere Paradiso. Viaggio Nell’universo Di E. Pound

Ezra Pound (Hailey 1885, Venezia 1972) è uno degli spartiacque della letteratura del Novecento: con l’epica dei suoi *Cantos* ha osato una *Divina** Commedia* per il nostro tempo ed è stato, inoltre, un impareggiabile e generoso “cacciatore di talenti”. Fu tra i primi a riconoscere e promuovere il genio di Joyce, T.S. Eliot e Hemingway. Eppure, il suo nome divide ancora ed è circondato da fantasmi e logori cliché che impediscono di toccare il cuore profondo della sua poesia e della sua umanità.
Alessandro Rivali ha incontrato la figlia di Pound, Mary de Rachewiltz, nel castello di Brunnenburg, dove lei andò ad abitare nel dopoguerra, mentre il padre era detenuto nel manicomio criminale St. Elizabeths di Washington, accusato di tradimento dal governo americano. Proprio il castello avrebbe dovuto rappresentare un luogo dello spirito, una sorta di *EzUversity*. Del resto Mary aveva appreso da Pound quanto alto fosse il valore dell’insegnamento; lui, prima della guerra, aveva chiesto alla giovanissima figlia di affrontare la traduzione di alcune parti dei *Cantos*. La speranza di Mary era che, una volta libero, il padre potesse trovare rifugio nel silenzio di Brunnenburg e tornare a dedicarsi a ciò che più amava.
L’approdo al castello nell’estate del ’58 segnò in effetti una tappa decisiva nel lavoro di Pound, l’ultimo scorcio della sua vita lo avrebbe dedicato al compimento del “Paradiso”, la parte finale del suo poema: frammenti così densi di verità e tenerezza da diventare il suo testamento più sincero. Ancora una volta era Dante la misura della sua ambizione.
Ed è proprio intorno alla sezione conclusiva dei *Cantos* e al senso di solitudine che Pound avvertì al suo ritorno in Italia che ruotano queste conversazioni tra Alessandro Rivali e Mary de Rachewiltz, iniziate ormai più di nove anni fa. Un avvincente romanzo familiare e, allo stesso tempo, una immaginifica ascensione al Paradiso di Pound, per scovare infine quella luce che “come un barlume ci riconduca allo splendore”.
**
### Sinossi
Ezra Pound (Hailey 1885, Venezia 1972) è uno degli spartiacque della letteratura del Novecento: con l’epica dei suoi *Cantos* ha osato una *Divina** Commedia* per il nostro tempo ed è stato, inoltre, un impareggiabile e generoso “cacciatore di talenti”. Fu tra i primi a riconoscere e promuovere il genio di Joyce, T.S. Eliot e Hemingway. Eppure, il suo nome divide ancora ed è circondato da fantasmi e logori cliché che impediscono di toccare il cuore profondo della sua poesia e della sua umanità.
Alessandro Rivali ha incontrato la figlia di Pound, Mary de Rachewiltz, nel castello di Brunnenburg, dove lei andò ad abitare nel dopoguerra, mentre il padre era detenuto nel manicomio criminale St. Elizabeths di Washington, accusato di tradimento dal governo americano. Proprio il castello avrebbe dovuto rappresentare un luogo dello spirito, una sorta di *EzUversity*. Del resto Mary aveva appreso da Pound quanto alto fosse il valore dell’insegnamento; lui, prima della guerra, aveva chiesto alla giovanissima figlia di affrontare la traduzione di alcune parti dei *Cantos*. La speranza di Mary era che, una volta libero, il padre potesse trovare rifugio nel silenzio di Brunnenburg e tornare a dedicarsi a ciò che più amava.
L’approdo al castello nell’estate del ’58 segnò in effetti una tappa decisiva nel lavoro di Pound, l’ultimo scorcio della sua vita lo avrebbe dedicato al compimento del “Paradiso”, la parte finale del suo poema: frammenti così densi di verità e tenerezza da diventare il suo testamento più sincero. Ancora una volta era Dante la misura della sua ambizione.
Ed è proprio intorno alla sezione conclusiva dei *Cantos* e al senso di solitudine che Pound avvertì al suo ritorno in Italia che ruotano queste conversazioni tra Alessandro Rivali e Mary de Rachewiltz, iniziate ormai più di nove anni fa. Un avvincente romanzo familiare e, allo stesso tempo, una immaginifica ascensione al Paradiso di Pound, per scovare infine quella luce che “come un barlume ci riconduca allo splendore”.

History & mistery. 24 storie di delitto e paura

Magie, intrighi, delitti commessi per brama di potere, superstizione, vendetta, all’ombra di re, principi, artisti, santi e soldati, protagonisti di duemila anni della nostra storia. Chi ha ucciso a Roma il cardinale che nella seconda metà del Cinquecento si ostinava a considerare i nativi americani privi di anima? E perché Guido Reni ostenta indifferenza nei confronti del giovane pittore pugnalato nel suo studio sotto il quadro della Vergine che aveva salvato Bologna dalla peste nel 1630? Ël Gamber non è un crostaceo, ma un giovane disgraziato cresciuto al Cottolengo dove è diventato amico di Aimone, figlio illegittimo di Carlo Alberto di Savoia, nato senza orecchie. Il destino li separa, ma li riunirà quando uno avrà bisogno dell’altro. E a cosa servono i cadaveri che il principe Raimondo Sangro di Sansevero nella Napoli del 1753 si fa portare dal fedele servo nei sotterranei del palazzo? Che fine faranno i quattro scugnizzi testimoni di quei lugubri traffici? Questi e altri racconti compongono “History & Mystery”, un variegato mix di storia e mistero a cui hanno partecipato molte firme del romanzo giallo italiano e del romanzo storico, da Alessandro Perissinotto a Valeria Montaldi, da Pietro Soria a Marco Vichi, da Andrea Vitali a Giuseppe Pederiali, a Danila Comastri Montanari e Ben Pastor.

Hermann Göring, l’uomo di acciaio

Il maresciallo del Reich che lancia la Luftwaffe nel crogiuolo della battaglia d’Inghilterra. Il vanitoso gerarca amante delle uniformi sgargianti e saccheggiatore di vini rari e opere d’arte. Il “delfino” di Hitler, capace di ritagliare all’ombra del Führer un proprio Stato nello Stato. Questo e altro ancora è Hermann Göring. Ma una biografia dell’asso della prima guerra mondiale divenuto uno dei più potenti personaggi del Reich è soprattutto un modo di ripercorrere l’intera parabola del nazismo.

Hello America

Da oltre un secolo non si avevano più notizie dagli USA. Il grosso della popolazione americana s’è ormai ritrasferito da tempo nei continenti d’origine – Europa, Asia, Africa e questi continenti sono stati troppo presi dai problemi della loro stessa sopravvivenza per occuparsi d’altro. Ora finalmente una spedizione europea che rinnova curiosamente quella di Cristoforo Colombo, viene spedita laggiù…

Heidi

Hotel da incubo, Malattie imbarazzanti, Non sapevo di essere incinta e Sepolti in casa non bastano. Ormai la tv chiede sempre nuovi format, sempre più paradossali, sempre più surreali. Succede anche in Videogramma, un’azienda di contenuti in cui da anni lavora Chiara, trentacinquenne milanese, direttrice casting, single, irrisolta, piena di paure e ossessioni. Il nuovo capo, detto lo Yeti, chiamato anche per operare dei tagli, costringerà tutti i dipendenti a proporre format innovativi, pena il licenziamento immediato. Ma la situazione per Chiara si complica quando suo padre, Massimo Lombroso, un vecchio critico letterario del ‘Corriere della Sera’ malato di demenza selettiva, viene cacciato dall’ospizio in cui è ricoverato perché ormai ingestibile. In attesa di trovare una nuova sistemazione, Chiara lo terrà in casa con sé. La convivenza però non sarà facile: lui la scambia da sempre per Heidi, il cartone animato che seguivano insieme quando lei era piccola. Tutto il suo mondo è popolato di caprette, monti e Peter. E Peter verrà ribattezzato anche il ragazzo trovato da Chiara per stare col padre quando lei è al lavoro, un giovane premuroso e preparatissimo che si prenderà cura dell’uomo fino a diventare insostituibile. Quando Chiara si troverà in difficoltà alla Videogramma, per le pressanti e impossibili richieste dello Yeti, sarà proprio questa sua nuova strampalata famiglia a darle una mano e, come per magia, tutto si risolverà per il meglio, non senza inaspettati e imprevedibili sviluppi.

(source: Bol.com)

Hedrock l’immortale

Il caso ha voluto che Hedrock fosse immortale ed egli da quattromila anni continua i suoi esperimenti per poter donare agli uomini lo stesso beneficio. Qui sta la grandezza morale del protagonista le cui azioni sono sempre dettate dall’altruismo e dagli ideali. Questo “interesse immenso ed appassionato per il benessere degli uomini” (come è definito dall’Intuitore Edward Gonish) è tanto più notevole nella luce fredda e affascinante del progresso scientifico. Si è scoperto perfino un motore intrastellare. Potranno gli uomini conoscere una simile scoperta? Nasce una lotta serrata fra Hedrock e la bella, volitiva imperatrice Isher… come finirà? Ce lo dicono le ultime pagine del romanzo in cui una vena di patetico si insinua sottilmente: anche l’imperatrice Isher è un essere umano, anch’essa ama, soffre e vuole un bambino a costo della vita. Pagine piene di fascino portano il lettore nel mondo misterioso delle stelle in un viaggio straordinario, infinite scoperte ci vengono prospettate con una fantasia che ha del prodigioso, ma a tutto dà significato il calore di un’umanità, di una generosità profonda, così poco comprese dal freddo intellettualismo di certi esseri strani…

Harun e il mar delle storie

Nella più triste delle città, così triste da aver persino dimenticato il proprio nome, vivono il cantastorie Rashid Khalifa, lo Scià del Bla-bla, e suo figlio Harun. Rashid è dotato del magico dono di saper raccontare, incantando con la sua voce chi lo ascolta. Non appena schiude le labbra, ne sgorgano saghe piene d’amore e di magia, con eroi, battaglie, principesse. Finché un giorno dalla bocca dello Scià del Bla-bla non esce che un orribile verso. Cos’è successo? Da qualche parte, in qualche modo, la sorgente di tutte le storie è stata contaminata: il Principe del Silenzio è riuscito a inquinare il Mar delle Storie. Harun decide allora di salvare il padre facendogli ritrovare il suo potere; e per farlo parte con lui per un viaggio pieno di pericoli.
**

Harry Potter e la maledizione dell’erede

Otto anni dopo l’uscita in Italia di Harry Potter e i doni della morte, l’ottava storia del mondo magico di J.K. RowlingBasato su una storia originale di J.K. Rowling, John Tiffany e Jack Thorne. L’ottava storia della serie di Harry Potter è la prima a essere rappresentata a teatro. Uno spettacolo diviso in due parti.”Anche se possiamo dire di non essere mai del tutto usciti dal mondo di Harry Potter, l’idea di poterci immergere un’altra volta in quelle magiche atmosfere con un nuovo episodio della saga ci riempie di gioia e di trepidazione. Come fans di Harry Potter, siamo molto grati a J.K. Rowling per questo inatteso regalo; come suo editore italiano, siamo riconoscenti e orgogliosi per la fedeltà che ci ha sempre dimostrato” – Luigi Spagnol, Presidente di Salani EditoreÈ sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell’eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l’oscurità proviene da luoghi inaspettati. Basato su una nuova storia originale scritta da J.K. Rowling, Jack Thorne e John Tiffany, Harry Potter and the Cursed Child, una nuova opera teatrale di Jack Thorne, è la prima storia ufficiale di Harry Potter rappresentata a teatro.

Hard Landing

Hard Landing (GD Team #4) by Lombardi Monica
Lo showdown finale tra il Team e l’uomo che ha osato sfidarli. Intenso, sconvolgente. Chi è preda e chi è predatore?Imprenditore miliardario e fondatore di un Team formato da ex intelligence e forze speciali, David G. Langdon, dai suoi chiamato GD, potrebbe apparire come un uomo che ha sempre avuto tutto e che, nella vita, ha scelto la via più comoda. Non è così. Il suo passato nasconde un errore che non si è mai perdonato, che neanche cinque anni nella Legione Straniera sono riusciti a fargli dimenticare. Un errore per il quale qualcuno vuole ancora presentargli il conto. GD non può permetterlo. Perché l’uomo che ha già cercato di punirlo ha seminato una scia di cadaveri lungo la strada, cercando di colpire quel Team che è diventato la sua famiglia. Questa volta, David è deciso a fermarlo, a qualsiasi costo. Anche se per farlo dovrà mentire a tutti e lanciare un’ultima sfida la cui posta in gioco sarà altissima: la sua vita e quella dell’unica donna che potrebbe amare. [L’AUTRICE] Monica Lombardi è nata a Novara da padre toscano e mamma istriana. Lavora come interprete e traduttrice freelance. Sposata, madre di due figli, vive da più di trent’anni a Cornaredo, in provincia di Milano, dove si divide tra la scrittura, le traduzioni e il suo ruolo di mamma.Monica ha esordito nel 2008 con una serie rosa crime di cui è protagonista il tenente della Homicide Unit di Atlanta Mike Summers. Oltre alla serie GD Team, con Emma Books ha pubblicato la commedia romantica Three doors – La vita secondo Sam Bolton e, più di recente, il primo romanzo della serie distopica Stardust, Free, preceduto dal racconto gratuito Stardust – L’inizio. Quest’estate Amazon Publishing ha lanciato un suo thriller romantico di ambientazione italiana, Schegge di verità.La serie GD Team è così composta: Vertigo (romanzo), Nicky (novella prequel), Free fall (romanzo), Alex (novella), Spiral (romanzo), Miriam (novella) e da una Guida, che comprende, tra le altre cose, un racconto di Natale.

Hanover House

È trascorso ormai un anno da quando Evelyn Talbot si è trasferita in Alaska, ad Hanover House, la clinica psichiatrica di massima sicurezza dove vengono internati i serial killer più efferati. Solo pochi di loro hanno una mente così brillante da riuscire a spiegare il complesso modus operandi che si cela dietro ai propri crimini, e uno di questi è appena arrivato. Si tratta di Lyman Bishop, il “Fabbricante di Zombi”, un genetista accusato di lobotomizzare le sue vittime con un rompighiaccio. L’ unico il cui raffinato intelletto regge il confronto con il famigerato Hannibal Lecter. Appena Evelyn lo incontra sente il sangue gelarsi nelle vene, e non è certo per la tempesta di ghiaccio che sta per abbattersi sulla zona… Ha la netta sensazione che qualcosa nella sua vita stia per cambiare, irreparabilmente. Quando viene ritrovato il corpo di una nuova vittima uccisa con un rompighiaccio, il dubbio che Bishop sia l’uomo sbagliato emerge con violenza. Ma le sfide non sono finite per Evelyn, perché la minaccia di Jasper, il ragazzo che a sedici anni l’ha segregata e seviziata, sembra più vicina che mai. Esiste un legame tra questi eventi? È solo un caso che la donna massacrata assomigli terribilmente alla bella psichiatra? Per Evelyn e l’uomo che ama, il tenace commissario Amarok, la caccia è di nuovo aperta. Perché nessuno è al sicuro nel grande freddo.
**

Hamburg. La sabbia del tempo scomparso

Crepitano gli incendi autunnali sulle colline. Il primo freddo insegue come un cane uomini e donne che si riparano in una libreria. Accade ogni giorno, a ogni ora. Entrano e cercano qualcosa o nulla, il libraio li osserva avvolto in un’aura di tabacco. Poco lontano, ogni lunedì, alla stessa ora, un gruppo di sconosciuti si incontra per leggere frammenti di libri che stanno scrivendo; bevono e fumano abbottonati nel loro anonimato, si preparano ad ascoltare o a essere ascoltati. Una volta usciti dal locale, nessuno conosce più nessuno. Come una setta il loro rito è intimo, silenzioso, impronunciabile.
Un giorno uno degli uomini porta con sé alcuni romanzi di uno scrittore di cui si sono perse le tracce. Li ha scovati in una libreria, racconta, con le pagine stralciate, i dorsi scorticati che prudono tra le mani come sabbia e gridando senza sillabe chiedono di essere ascoltati. Appena iniziano a leggere, l’autore li inghiotte nell’universo delle macerie di Amburgo 1943, nella tempesta di fuoco precipitata dal ventre dei bombardieri; nell’universo di un bambino ingrigito dalla polvere in un bunker sotterraneo e destinato a diventare presto un orfano, che pochi anni dopo deciderà di raccogliere tutte le schegge esiliate di questa drammatica storia. Nelle sue parole riprendono vita pani di sego ammuffiti, libagioni nelle segrete stanze del potere e i fantasmi di Franklin D. Roosevelt, Winston Churchill e Adolf Hitler.
Nel suo romanzo d’esordio, tra Bolaño e Sebald, Marco Lupo dà vita a un’opera al nero che sfuma continuamente i contorni della narrazione. Geografia dell’oblio, studio anatomico della dimenticanza e regesto letterario di un massacro, Hamburg sfugge alla linearità del racconto per mutarsi, tra finzione e realtà, incubo e ricordo, in un coro di vite e memorie al centro del quale pulsano voci rotte dalla fame, braccia rose dalla rabbia e spettri inceneriti. Una storia in cui la memoria non è mai una cronaca fedele, ma il frutto polposo e amaro dell’immaginazione.