62737–62752 di 74503 risultati

Get Programming With Javascript Next: New Features of ECMAScript 2015, 2016, and Beyond

**Summary**
*Get Programming with JavaScript Next* introduces the modern age of JavaScript programming with ES6 and ES7 without dragging you through confusing jargon and abstract examples you’ll never use. In just 34 quick-fire sessions, you’ll quickly be coding with the latest features and functions of ES6 and ES7!
Purchase of the print book includes a free eBook in PDF, Kindle, and ePub formats from Manning Publications.
**About the Technology**
Great code is readable, bug-free, and maintainable. Modern JavaScript, aka JavaScript Next, makes it much, much easier to write great applications. New features introduced in ES2015 simplify the structure of your JavaScript projects and radically streamline async-oriented tasks like writing reactive applications and microservices.
**About the Book**
Get Programming with JavaScript Next introduces you to the new features included in the ES2015-and-later JavaScript releases. You’ll learn example by example in 34 short lessons, each designed to drive home a specific skill. The coverage is complete: you’ll explore new language syntax, declarations, and data types. You’ll structure code with modules, replace callbacks with promises, and use classes instead of constructors. Every time you turn a page, complete an exercise, or study a carefully crafted illustration, you’ll be one step closer to JavaScript mastery.
**What’s Inside**
* New features from ES2015 and later
* Writing asynchronous code
* Creating custom iterables
* Troubleshooting modules and classes
**About the Reader**
Written for web developers comfortable with standard JavaScript 5 features and coding style.
**About the Author**
**J.D. Isaacks** is a seasoned developer, a JavaScript instructor, and an open source maintainer.
**Table of Contents**
* Lesson 1 – ECMAScript specification and the proposal process
* Lesson 2 – Transpiling with Babel
* Lesson 3 – Bundling modules with Browserify
#### UNIT 1 – VARIABLES AND STRINGS
* Lesson 4 – Declaring variables with let
* Lesson 5 – Declaring constants with const
* Lesson 6 – New string methods
* Lesson 7 – Template literals
* Lesson 8 – Capstone: Building a domain-specific language
#### UNIT 2 – OBJECTS AND ARRAYS
* Lesson 9 – New array methods
* Lesson 10 – Object.assign
* Lesson 11 – Destructuring
* Lesson 12 – New object literal syntax
* Lesson 13 – Symbol-a new primitive
* Lesson 14 – Capstone: Simulating a lock and key
#### UNIT 3 – FUNCTIONS
* Lesson 15 – Default parameters and rest
* Lesson 16 – Destructuring parameters
* Lesson 17 – Arrow functions
* Lesson 18 – Generator functions
* Lesson 19 – Capstone: The prisoner’s dilemma
#### UNIT 4 – MODULES
* Lesson 20 – Creating modules
* Lesson 21 – Using modules
* Lesson 22 – Capstone: Hangman game
#### UNIT 5 – ITERABLES
* Lesson 23 – Iterables
* Lesson 24 – Sets
* Lesson 25 – Maps
* Lesson 26 – Capstone: Blackjack
#### UNIT 6 – CLASSES
* Lesson 27 – Classes
* Lesson 28 – Extending classes
* Lesson 29 – Capstone: Comets
#### UNIT 7 – WORKING ASYNCHRONOUSLY
* Lesson 30 – Promises
* Lesson 31 – Advanced promises
* Lesson 32 – Async functions
* Lesson 33 – Observables
* Lesson 34 – Capstone: Canvas image gallery
* Appendix – Exercise answers
**

Gesù lava più bianco, ovvero Come la Chiesa inventò il marketing

In questo tour de force documentato e irriverente sulla storia della comunicazione pubblicitaria nella Chiesa cattolica, Ballardini decostruisce senza falsi ossequi la dottrina, la ritualità, la teologia, l’architettura, l’evangelizzazione nei loro elementi propagandistici e, in senso linguistico, pragmatici, e fornisce così un contributo a un’altra, nuova controstoria della Chiesa – la grande azienda con il settore marketing più efficace e capillare di tutta la storia occidentale. Del resto, come ha dichiarato monsignor Ernesto Vecchi nel 1997: “Il marketing? Ha cominciato Gesù, già duemila anni fa…”

Gesù di Nazaret centro del cosmo e della storia

Questo libro presenta agli uomini di oggi la figura umana e divina del Cristo. Risponde a tutti coloro che vogliono sapere qualcosa di certo a proposito di Gesù di Nazaret e, attraverso la stessa attenzione ai testi evangelici, ci dona una sempre più chiara e viva immagine di quello che è stato, nella sua umanità, il Figlio di Dio. La prima parte del volume intende avvicinarci a Gesù analizzandone, col metodo dell’identikit, l’aspetto esteriore, la psicologia, l’originalità. La seconda parte si avventura nella profondità del suo mistero, presentando un approfondimento teologico di Gesù Figlio del Dio vivente, salvatore e capo.
**

Gesù di Nazaret – Dal battesimo alla Trasfigurazione

Benedetto XVI affronta il mistero del figlio di Dio con gli strumenti del grande teologo e il carisma del Pastore di popoli, percorrendone la vicenda dal Battesimo fino alla crocifissione e alla Trasfigurazione sul Monte Tabor. Al centro della ricostruzione c’è la figura storica del Messia, così come ci è tramandata da Vangeli e fonti alternative: una prospettiva che evidenzia la grandezza di Cristo, perché “proprio questo Gesù è storicamente sensato e convincente”.
Questo libro toccante – parte di un percorso che unisce esegesi biblica e incontro spirituale – ci regala preziosi spunti per comprendere ancora più a fondo la grandezza dirompente del Nazareno: la sua figura e le sue parole hanno superato radicalmente speranze e aspettative della sua epoca, e la sua umanità ha messo in discussione tutte le categorie disponibili, rendendosi comprensibile solo a partire dal miracolo di un Dio che si è rivelato nel farsi completamente umano.
**
### Sinossi
Benedetto XVI affronta il mistero del figlio di Dio con gli strumenti del grande teologo e il carisma del Pastore di popoli, percorrendone la vicenda dal Battesimo fino alla crocifissione e alla Trasfigurazione sul Monte Tabor. Al centro della ricostruzione c’è la figura storica del Messia, così come ci è tramandata da Vangeli e fonti alternative: una prospettiva che evidenzia la grandezza di Cristo, perché “proprio questo Gesù è storicamente sensato e convincente”.
Questo libro toccante – parte di un percorso che unisce esegesi biblica e incontro spirituale – ci regala preziosi spunti per comprendere ancora più a fondo la grandezza dirompente del Nazareno: la sua figura e le sue parole hanno superato radicalmente speranze e aspettative della sua epoca, e la sua umanità ha messo in discussione tutte le categorie disponibili, rendendosi comprensibile solo a partire dal miracolo di un Dio che si è rivelato nel farsi completamente umano.

Le gesta di re Artù e dei suoi nobili cavalieri

“Per molto tempo ho desiderato trasferire nella lingua di oggi le storie di Artù e dei suoi cavalieri…” scrive Steinbeck nella premessa a questo libro. Ed ecco, in queste pagine, le affascinanti avventure di Re Artù, di Ginevra, di Lancillotto e di tanti altri personaggi del ciclo della “Tavola rotonda”.
**

Le gesta del Buddha: Buddhacarita canti I-XIV

La vita del Buddha è innanzitutto una grande favola: la storia del principe bellissimo che il padre vuole tenere all’oscuro degli orrori dell’esistenza e invece accidentalmente li scopre. Quei mali sono la vecchiaia, la malattia, la morte: e anche nel mondo di sola bellezza e piacevolezza che il potente re ha approntato per il figlio essi filtrano, onnipresenti e fatali. *Le gesta del Buddha* raccontano l’itinerario del principe per giungere a trovare la risposta a quei mali: l’Illuminazione, da cui discenderà la dottrina della Liberazione dal ciclo delle nascite. Annunciato dalla figura di un maestoso elefante bianco che appare in sogno a sua madre e penetra senza dolore nel corpo di lei, il principe si presenta con queste parole: «Per conseguire l’Illuminazione io sono nato, per il bene delle creature; questa è la mia ultima esistenza nel mondo». Ma prima di conseguire l’Illuminazione, il Buddha dovrà vivere sino in fondo la sua favola: conoscerà la felicità di un’infanzia paradisiaca, il primo atroce sgomento dinanzi alla totalità della vita, le tentazioni ripetute, gli inganni e gli errori. Lo vedremo, bambino, giocare con «elefantini, cerbiatti e cavallucci d’oro» e con «bambole risplendenti d’oro e d’argento»; lo vedremo, giovinetto, «preda di femmine maestre di pratiche amorose e inesorabili nel piacere»; lo vedremo sconvolto dalla rivelazione della morte, riconoscere che «l’impermanenza pervade ogni cosa»; poi, nella foresta, affidarsi «al sentiero della quiete della mente»; poi rispondere al padre, che vuole trattenerlo dal farsi monaco errante, «non è giusto fermare uno che vuole uscire da una casa arsa da un incendio»; e poi fuggire a cavallo, ruggendo: «Io non farò ritorno nella città che ha nome da Kapila senza aver visto l’altra sponda della vita e della morte»; e poi riconoscere nell’ascesi una nuova forma dell’inganno, in quanto via verso il paradiso, ma non verso la Liberazione… Alla fine di queste «gesta», che si arrestano sulla soglia dell’Illuminazione, ci accorgeremo di esser stati introdotti al Buddha nel modo più dolce, suadente, sontuosamente romanzesco, da un alto maestro della parola, quell’Asvaghosa sapiente artista di Corte che Coomaraswamy ha definito «il più grande poeta del buddhismo». Nel settimo secolo dopo Cristo, cioè circa sei secoli dopo la composizione delle *Gesta del Buddha*, un pellegrino cinese, I-tsing, scriveva che Asvaghosa era letto «per ogni dove nelle cinque Indie e nei paesi dei mari del Sud». Oggi come allora, *Le gesta del Buddha* ci avviluppa nella lettura col suo immenso e intatto fascino, anche se – come Asvaghosa ricordò alla fine di un altro suo testo – l’opera è stata composta «non al fine di dare piacere, ma al fine di dare la pace». La presente edizione, a cura di Alessandro Passi, è la prima che si tenta in Italia dopo quella pubblicata all’inizio del Novecento, e oggi evidentemente datata, di Carlo Formichi. La traduzione è accompagnata da un saggio sul *Buddhacarita e il suo autore*, che ricostruisce la genesi, l’ambiente e la fortuna del testo, e da un ricco glossario mitologico-storico-religioso.

La Germania. Vita di Agricola

La collana “Autori latini tradotti per la scuola” propone una traduzione di taglio scolastico per lo svolgimento di versioni ed esercitazioni. Una traduzione, dunque, che ha mirato anzitutto ad una esatta interpretazione del testo, ma anche ad una forma tale da attenuare le differenze fra il sistema linguistico e culturale latino e quello italiano, in modo da rendere scorrevole e piacevole la lettura anche a coloro che volessero conoscere l’immortale opera di Tacito per diletto o cultura personale.
**

La Germania

###
Opuscolo d’occasione dedicato all’imperatore Traiano o sincera testimonianza di ammirazione per un popolo indomito che i «padroni del mondo» non riescono a soggiogare? Semplice documento dei propri doveri di funzionario dello Stato o espressione del desiderio di stimolare le residue forze dello spirito latino, ponendolo a confronto con la vitalità e l’orgoglio di un “barbaro” popolo guerriero? Sulle motivazioni di quest’opera giovanile di Tacito, ponte di passaggio verso la storiografia maggiore delle *Historiae* e degli *Annales*, pareri contrastanti sono emersi all’interno di una discussione non ancora conclusa. Certo è che l’apprezzamento per le energie delle bellicose tribù germaniche, unito allo stupore, misto talvolta a timore, per le loro usanze così diverse da quelle latine, eppure segno di una genuinità da contrapporre alla decadenza morale e politica dell’Impero romano, lo stile incisivo, asciutto quanto poetico fanno di quest’opera uno splendido unicum nella storia della letteratura latina, vera e propria monografia geo etnologica, espressione di una personalità letteraria che pur essendo ai suoi inizi già prefigura la ricchezza e l’intensità degli sviluppi futuri.

Georgiana

Inghilterra, 1815. Georgiana Eagle è una donna intelligente e arguta che non ha ancora trovato l’amore della sua vita e che, sotto lo pseudonimo C.C. Eliot, si diletta a scrivere articoli pungenti contro le svenevoli convenzioni della nobiltà per il Wollenbridge Journal. Lucas Benedict è un capitano della marina di Sua maestà, appena rientrato in patria dopo aver combattuto le guerre napoleoniche. Affascinante e sicuro di sé, unico futuro erede del patrimonio della sua facoltosa famiglia, è stato cresciuto da una madre ipocondriaca e dalla dispotica zia Lady Asheby, che vuole a tutti i costi vederlo prendere moglie. Il primo incontro tra i due giovani non sembra far sperare per il meglio: entrambi, troppo orgogliosi, presuntuosi e fuori dagli schemi, amano vivere secondo le proprie regole e negano ogni sentimento. Ben presto, però, un’irrinunciabile proposta di matrimonio e l’avvento della stagione a Londra stravolgeranno le loro esistenze.
**

Gentiluomo a sorpresa (I Romanzi Classic)

Gentiluomo a sorpresa (I Romanzi Classic) by Alissa Johnson
Per sua stessa ammissione, Adelaide Ward è una donna di modeste aspirazioni: ventisettenne, zitella e senza dote, sogna una sistemazione che le permetta di vivere decorosamente circondata dagli affetti di una vita. Desideri semplici, ma per i quali è disposta a mettersi in gioco completamente, specie ora che la sua famiglia è minacciata da un’imminente rovina! L’ultima speranza di vederli avverarsi ha un nome ben preciso: sir Robert Maxwell. Ma quando i suoi propositi stanno per realizzarsi, all’improvviso tutto è turbato dalla comparsa del misterioso e affascinante Connor Brice

Una gentildonna in cerca di guai (Scandali e guai Vol. 1)

Scandali e guai 1
Inghilterra, 1833 – Sophie è sempre stata considerata la più quieta delle sorelle Talbot, ma quando durante una soirée sorprende il cognato a tradire la moglie e lo punisce insultandolo e spingendolo in uno stagno, a un tratto diventa il bersaglio del disprezzo del ton. Stanca dell’ipocrisia dell’alta società, di cui è entrata a far parte solo perché il padre ha acquistato un titolo, decide di lasciare la festa e i giudizi superficiali dei suoi invitati. Mentre si allontana incappa in un uomo scalzo che sta chiaramente fuggendo da un incontro amoroso proibito. L’affascinante libertino, che si rivela essere il Marchese di Eversley, rifiuta di darle un passaggio a bordo della propria carrozza, ma Sophie non si dà per vinta e con un espediente monta sul retro della vettura affinché la porti lontano dai suoi guai. Tuttavia l’uomo da cui ha scelto di farsi aiutare ne ha parecchi altri in serbo per lei!
UNO SCANDALO FONTE DI TROPPI GUAI…
**
### Sinossi
Scandali e guai 1
Inghilterra, 1833 – Sophie è sempre stata considerata la più quieta delle sorelle Talbot, ma quando durante una soirée sorprende il cognato a tradire la moglie e lo punisce insultandolo e spingendolo in uno stagno, a un tratto diventa il bersaglio del disprezzo del ton. Stanca dell’ipocrisia dell’alta società, di cui è entrata a far parte solo perché il padre ha acquistato un titolo, decide di lasciare la festa e i giudizi superficiali dei suoi invitati. Mentre si allontana incappa in un uomo scalzo che sta chiaramente fuggendo da un incontro amoroso proibito. L’affascinante libertino, che si rivela essere il Marchese di Eversley, rifiuta di darle un passaggio a bordo della propria carrozza, ma Sophie non si dà per vinta e con un espediente monta sul retro della vettura affinché la porti lontano dai suoi guai. Tuttavia l’uomo da cui ha scelto di farsi aiutare ne ha parecchi altri in serbo per lei!
UNO SCANDALO FONTE DI TROPPI GUAI…

Gente indipendente

*[Trovi un’edizione con copertina alternativa per questo ISBN [qui](https://www.goodreads.com/book/show/29920465-gente-indipendente)]*
“Era un re nel proprio regno”: ora che Bjartur ha comprato la sua terra dopo diciotto anni di umiliante lavoro per i ricchi vicini, ha vinto la prima battaglia della sua guerra d’indipendenza. Non importa se il suo podere di Sumarhus di solare non ha che il nome, se c’è più acqua che erba, se il suo cane è pulcioso, le pecore minacciate dai vermi, la moglie forse incinta di un altro, non importa se gli spiriti imperversano nella sua valle e la sua casupola di torba sorge sulle rovine delle fattorie distrutte da una strega: Bjartur non ha altri padroni che se stesso, ed è pronto a sfidare tutti i poteri, naturali e sovrannaturali, per liberarsi dai debiti e difendere la sua libertà. Cent’anni di solitudine in Islanda: l’epopea di un uomo e della sua famiglia che è la storia di un popolo all’inizio del XX secolo, ma in una realtà senza tempo, dove la natura e la magia hanno lo stesso potere malefico, a meno che non siano la stessa cosa, dove gli elfi vivono nascosti nelle rocce, più felici degli umani, un mondo così isolato da sembrare l’unico esistente: perfino Reykjavik non è che un mitico sud dove vivono i ricchi, il resto sono solo paesi di sogno al di là dell’oceano in cui alcuni spariscono, come l’America, dove si può diventare quel che si vuole, ma che è più lontana della morte. Un tragicomico don Chisciotte, rozzo e poeta, crudele e commovente, grandioso e risibile, che ha per modelli gli eroi delle saghe per combattere contro gli elementi e la fame, ma anche le cooperative, le banche, i politici, la modernità, l’inesorabile trasformazione di un mondo dove la sua epica lotta è forse solo la follia di un uomo pronto a sacrificare mogli, figli, anima e sentimenti per un monomaniacale sogno di libertà. Finché, novello Giobbe, arriva a capire qual è quel “fiore della vita” per cui vale davvero la pena di vivere.

Gente così

Gente così è la prima raccolta di racconti (o romanzo a episodi) del giornalista e scrittore italiano Giovannino Guareschi pubblicata postuma. Infatti la prima pubblicazione risale al novembre 1980 sempre edito da Rizzoli ben 12 anni dopo la morte dello scrittore.
Gente così è una raccolta di racconti scritti tra il 1948 e il 1953 su don Camillo e Peppone, ma mai pubblicati. I racconti fanno parte della raccolta Mondo Piccolo e sono ambientati in un non meglio definito piccolo centro della bassa padana e nelle sue frazioni. I racconti, pur essendo incentrati sulle vicende umoristiche, ma verosimili del parroco di campagna, don Camillo, e del sindaco comunista e meccanico del paese, Peppone, risultano più ampi dei precedenti e più attenti agli altri personaggi che rappresentano i vari aspetti e caratteri degli abitanti della Bassa.

La gente che sta bene

Chiedete a un uomo qualunque il segreto del suo successo. Molto probabilmente vi risponderà: quale successo? Non l’avvocato Giuseppe Ilario Sobreroni. Nessuna crisi, nessuna precarietà per lui, Giuseppe ce l’ha fatta: ha una famiglia ideale, un solido conto in banca, una carriera in ascesa. Ma proprio quando un’intervista in uscita sulla principale rivista di settore e l’invito al più esclusivo dei ricevimenti sono lì a decretare il suo trionfo, quel mondo così perfetto mostra tutte le sue crepe e, pezzo dopo pezzo, comincia a franare. Sprezzante e narcisista, Giuseppe non ha intenzione di rinunciare alla sua fetta di paradiso. A volte però, tenersi stretto il proprio posto sulla vetta può richiedere molto più di un po’ di ambizione c qualche riga sul curriculum. In una Milano canicolare, popolata da un’umanità alla ricerca disperata di un modo per stare a galla o quantomeno di un parcheggio vicino al ristorante. Federico Baccomo allestisce una commedia caustica per raccontare con spietata ironia il ghigno di un uomo che, pagina dopo pagina, ha sempre meno motivi per ridere.
**

Genoa-Texcoco zero a zero

Non è forse lontano il giorno in cui potrete azzeccare un “13” con una schedina come questa:
Vegana-Aldebaran IV = 1 / Atlantis-Lunerosse = X / Sirio III-SS Asteroidi = 1 / Proxima Centauri-Qfwfq = 1 / Venusiana B-Cagliari = 2 / Jove-Pro Gemelli = X / GENOA-TEXCOCO = X / Intergalattica-Sirio II = 1 / Sampnova-Capricornitana = 1 / Sol IX-Iperspazio A = 2 / Bidimensionali-Xal = 1 / Pro Neanderthal-Pleiadese = X / DD Umanoidi-Saturnitana = 1
Studiatela bene fin da adesso, tenendo conto che la partita-chiave è tra i due pianeti di Rigel. Arbitro: l’americano Mack Reynolds.

Un genitore quasi perfetto

Non bisogna cercare di essere genitori perfetti o, tantomeno, aspettarsi che perfetti siano i figli. Il segreto – dice Bruno Bettelheim – sta nell’essere un genitore ”quasi” perfetto, cercare di comprendere le ragioni dei propri figli, mettersi nei loro panni, costruire con loro un profondo e duraturo rapporto di comunicazione emotiva e affettiva. Solo questo scambio paritario consente di riconoscere, affrontare e risolvere i problemi che via via si presentano nella vita quotidiana della famiglia: dalle collere e dai capricci ai terrori notturni della prima infanzia, dal rifiuto della scuola alle ribellioni adolescenziali, dalla questione della disciplina a quella delle punizioni, dalle prime esperienze e dal gioco sino alla costruzione dell’identità del bambino. Diventato un classico della psicologia infantile, Un genitore quasi perfetto è un prezioso distillato delle idee e dell’esperienza maturate nel corso di una carriera pìù che sessantennale.
(source: Bol.com)