6257–6272 di 81643 risultati

Il figlio di Tarzan

Lo scimmione Akut, fedele compagno di Tarzan, costituisce lo strumento inconsapevole dell’arrivo clandestino in Africa del giovane Jack, figlio dell’uomo-scimmia di un tempo. Jane, da madre accorta, aveva sempre temuto qualsiasi contatto tra il figlio e il mondo selvaggio di Tarzan. Jack infatti sente il richiamo della jungla e prende a condurre l’esistenza naturale delle grandi scimmie.

Lo scimmione Akut, fedele compagno di Tarzan, costituisce lo strumento inconsapevole dell’arrivo clandestino in Africa del giovane Jack, figlio dell’uomo-scimmia di un tempo. Jane, da madre accorta, aveva sempre temuto qualsiasi contatto tra il figlio e il mondo selvaggio di Tarzan. Jack infatti sente il richiamo della jungla e prende a condurre l’esistenza naturale delle grandi scimmie.

Only registered users can download this free product.

Il Farabutto e la Sgualdrina

1814, Camden Castle
La domanda che tutto il ton londinese si pone è perché lady Arabella, lucente stella, madrina indiscussa della nobiltà e presenza onnisciente di tutte le manifestazioni mondane, sia sparita da un anno per rifugiarsi nella calma bucolica della casa ancestrale dei duchi di Camden. Poco dopo il temporaneo ritiro a vita privata di suo fratello e la sua amata duchessa per la nascita dell’erede ducale, la chiacchierata lady Arabella è infatti fuggita da Londra senza un saluto, senza spiegazioni e, apparentemente, senza una causa. Tuttavia, il passato la raggiunge con il passo claudicante del Marchese di Avenox e quella serenità sembra persa per sempre. E quando finalmente lei lo rivedrà, lo scintillio della sua anima inquieta riprenderà ad abbagliare il mondo. Fino a che punto sarà possibile ignorare l’attrazione? Fino a quando il Farabutto sarà capace di vivere e respirare senza la sua Sgualdrina? **
### Sinossi
1814, Camden Castle
La domanda che tutto il ton londinese si pone è perché lady Arabella, lucente stella, madrina indiscussa della nobiltà e presenza onnisciente di tutte le manifestazioni mondane, sia sparita da un anno per rifugiarsi nella calma bucolica della casa ancestrale dei duchi di Camden. Poco dopo il temporaneo ritiro a vita privata di suo fratello e la sua amata duchessa per la nascita dell’erede ducale, la chiacchierata lady Arabella è infatti fuggita da Londra senza un saluto, senza spiegazioni e, apparentemente, senza una causa. Tuttavia, il passato la raggiunge con il passo claudicante del Marchese di Avenox e quella serenità sembra persa per sempre. E quando finalmente lei lo rivedrà, lo scintillio della sua anima inquieta riprenderà ad abbagliare il mondo. Fino a che punto sarà possibile ignorare l’attrazione? Fino a quando il Farabutto sarà capace di vivere e respirare senza la sua Sgualdrina?

1814, Camden Castle
La domanda che tutto il ton londinese si pone è perché lady Arabella, lucente stella, madrina indiscussa della nobiltà e presenza onnisciente di tutte le manifestazioni mondane, sia sparita da un anno per rifugiarsi nella calma bucolica della casa ancestrale dei duchi di Camden. Poco dopo il temporaneo ritiro a vita privata di suo fratello e la sua amata duchessa per la nascita dell’erede ducale, la chiacchierata lady Arabella è infatti fuggita da Londra senza un saluto, senza spiegazioni e, apparentemente, senza una causa. Tuttavia, il passato la raggiunge con il passo claudicante del Marchese di Avenox e quella serenità sembra persa per sempre. E quando finalmente lei lo rivedrà, lo scintillio della sua anima inquieta riprenderà ad abbagliare il mondo. Fino a che punto sarà possibile ignorare l’attrazione? Fino a quando il Farabutto sarà capace di vivere e respirare senza la sua Sgualdrina? **
### Sinossi
1814, Camden Castle
La domanda che tutto il ton londinese si pone è perché lady Arabella, lucente stella, madrina indiscussa della nobiltà e presenza onnisciente di tutte le manifestazioni mondane, sia sparita da un anno per rifugiarsi nella calma bucolica della casa ancestrale dei duchi di Camden. Poco dopo il temporaneo ritiro a vita privata di suo fratello e la sua amata duchessa per la nascita dell’erede ducale, la chiacchierata lady Arabella è infatti fuggita da Londra senza un saluto, senza spiegazioni e, apparentemente, senza una causa. Tuttavia, il passato la raggiunge con il passo claudicante del Marchese di Avenox e quella serenità sembra persa per sempre. E quando finalmente lei lo rivedrà, lo scintillio della sua anima inquieta riprenderà ad abbagliare il mondo. Fino a che punto sarà possibile ignorare l’attrazione? Fino a quando il Farabutto sarà capace di vivere e respirare senza la sua Sgualdrina?

Only registered users can download this free product.

Il Fantasma Di Myriddyn

Inghilterra, 1816 – Morgan Pendaris, Conte di Carrick, torna in Cornovaglia per riprendere possesso delle terre e del castello aviti e soprattutto per vendicarsi di Cordell Hayne, l’avventuriero senza scrupoli che, dopo aver mandato in rovina la sua famiglia, ha disonorato la sua amata sorella Beth, spezzandole il cuore. Morgan è deciso a impadronirsi di tutto ciò che il suo mortale nemico possiede, moglie compresa, ma quando incontra Eulalia Hayne e scopre che anche lei è vittima dei soprusi del crudele Cordell, il suo progetto vacilla. Lalia è infatti una donna bella e coraggiosa, che suscita in lui un profondo desiderio di proteggerla. Soprattutto dal fantasma di Hayne, che tutti credono annegato durante una tempesta…

Inghilterra, 1816 – Morgan Pendaris, Conte di Carrick, torna in Cornovaglia per riprendere possesso delle terre e del castello aviti e soprattutto per vendicarsi di Cordell Hayne, l’avventuriero senza scrupoli che, dopo aver mandato in rovina la sua famiglia, ha disonorato la sua amata sorella Beth, spezzandole il cuore. Morgan è deciso a impadronirsi di tutto ciò che il suo mortale nemico possiede, moglie compresa, ma quando incontra Eulalia Hayne e scopre che anche lei è vittima dei soprusi del crudele Cordell, il suo progetto vacilla. Lalia è infatti una donna bella e coraggiosa, che suscita in lui un profondo desiderio di proteggerla. Soprattutto dal fantasma di Hayne, che tutti credono annegato durante una tempesta…

Only registered users can download this free product.

Il Fantasma

**Talia**
*Sono sempre stata un uccello*. In gabbia in una prigione o nell’altra, quando l’unica cosa che ho
sempre voluto era volare via.
Venduta. Picchiata. Affamata. Drogata.
Niente mi spaventa più.
Finché non ho conosciuto lui.
Fa sparire il torpore.
È pericoloso per me. Questo non ha nulla a che fare con il suo stile di vita mafioso e tutto a che fare
con ciò che offre.
Una prigione dorata.
Un rifugio da tutto ciò che ho conosciuto. La realtà a cui non ho alcun desiderio di tornare.
Crede di avermi imprigionata, ma presto…
Volerò via.
**Alexei**
*Vivo secondo un codice.* Il codice Vory.
In questo mondo mafioso, ci sono delle tradizioni.
Delle aspettative.
A lei non importa di queste cose. Non le importa nulla.
Crede di avermi ingannato con i suoi occhi tormentati.
Quello che non può sapere è che la scruto nell’anima meglio degli altri.
Desidera volare.
Ma ho intenzione di tarparle le ali.
E renderla mia moglie.
* * *
Questo è un romanzo standalone con contenuti dark, che vede come protagonisti dei sexy mafiosi russi.
La serie *La Malavita di Boston* è composta da sei romanzi interi, che possono essere letti in qualsiasi ordine o come standalone. C’è un filo conduttore, quindi se preferite leggerli tutti, l’ordine consigliato è il seguente: *Il Corvo, Il Mietitore, Il Fantasma, Il Santo, Il Ladro, Conor.*

**Talia**
*Sono sempre stata un uccello*. In gabbia in una prigione o nell’altra, quando l’unica cosa che ho
sempre voluto era volare via.
Venduta. Picchiata. Affamata. Drogata.
Niente mi spaventa più.
Finché non ho conosciuto lui.
Fa sparire il torpore.
È pericoloso per me. Questo non ha nulla a che fare con il suo stile di vita mafioso e tutto a che fare
con ciò che offre.
Una prigione dorata.
Un rifugio da tutto ciò che ho conosciuto. La realtà a cui non ho alcun desiderio di tornare.
Crede di avermi imprigionata, ma presto…
Volerò via.
**Alexei**
*Vivo secondo un codice.* Il codice Vory.
In questo mondo mafioso, ci sono delle tradizioni.
Delle aspettative.
A lei non importa di queste cose. Non le importa nulla.
Crede di avermi ingannato con i suoi occhi tormentati.
Quello che non può sapere è che la scruto nell’anima meglio degli altri.
Desidera volare.
Ma ho intenzione di tarparle le ali.
E renderla mia moglie.
* * *
Questo è un romanzo standalone con contenuti dark, che vede come protagonisti dei sexy mafiosi russi.
La serie *La Malavita di Boston* è composta da sei romanzi interi, che possono essere letti in qualsiasi ordine o come standalone. C’è un filo conduttore, quindi se preferite leggerli tutti, l’ordine consigliato è il seguente: *Il Corvo, Il Mietitore, Il Fantasma, Il Santo, Il Ladro, Conor.*

Only registered users can download this free product.

Il fantasma

Ha un remoto nucleo autobiografico (l’infatuata passione per un’attrice sedicenne) questo racconto di Gerhart Hauptmann che amava rappresentare i tranelli del destino, come le aspirazioni primarie e i desideri più intensi di un personaggio sono insieme la sua rovina fatale: il *fantasma* di Lorenz Lubota, il protagonista narrante che ritorna con la memoria alla gioventù, è una ereditiera tredicenne, intravista una volta, e per seguirne lo spettro, dall’inconsapevole potere, egli sconvolge dissennatamente la propria vita e arriva fino al delitto, riemergendo redento dopo anni a una vita da piccolo borghese, apparentemente idillica, in realtà replica più opaca della precarietà esistenziale dei giorni perduti.

Ha un remoto nucleo autobiografico (l’infatuata passione per un’attrice sedicenne) questo racconto di Gerhart Hauptmann che amava rappresentare i tranelli del destino, come le aspirazioni primarie e i desideri più intensi di un personaggio sono insieme la sua rovina fatale: il *fantasma* di Lorenz Lubota, il protagonista narrante che ritorna con la memoria alla gioventù, è una ereditiera tredicenne, intravista una volta, e per seguirne lo spettro, dall’inconsapevole potere, egli sconvolge dissennatamente la propria vita e arriva fino al delitto, riemergendo redento dopo anni a una vita da piccolo borghese, apparentemente idillica, in realtà replica più opaca della precarietà esistenziale dei giorni perduti.

Only registered users can download this free product.

Il fabbro del convento

Revisione elettronica a cura di
iPBook Scan Group
www.ipmart-italia.com

Revisione elettronica a cura di
iPBook Scan Group
www.ipmart-italia.com

Only registered users can download this free product.

Il dottor Futuro

Intitolato originariamente Time Pawn (e cioè “Pedina temporale”), questo romanzo di Philip K. Dick era assente da troppi anni dal mercato italiano perché non si sentisse il bisogno di ripubblicarlo e ritradurlo. Ecco quindi, in nuova versione, la storia tragica e assurda di un medico americano del Duemila che viene trasportato in un futuro ancora più caotico e lontano, dove è costretto a entrare nelle maglie di un complotto teso a cambiare il tempo e a rischiare la vita in modo non sempre dignitoso.
Copertina di Marco Patrito

Intitolato originariamente Time Pawn (e cioè “Pedina temporale”), questo romanzo di Philip K. Dick era assente da troppi anni dal mercato italiano perché non si sentisse il bisogno di ripubblicarlo e ritradurlo. Ecco quindi, in nuova versione, la storia tragica e assurda di un medico americano del Duemila che viene trasportato in un futuro ancora più caotico e lontano, dove è costretto a entrare nelle maglie di un complotto teso a cambiare il tempo e a rischiare la vita in modo non sempre dignitoso.
Copertina di Marco Patrito

Only registered users can download this free product.

Il domani che verrà

Sullo sfondo di un avveniristico scenario da Terza Guerra Mondiale, i giovani protagonisti esplorano la natura della paura e della violenza e scoprono il coraggio di lottare per il loro futuro.
Da qualche parte, là fuori, Ellie e i suoi amici si stanno nascondendo. Sono sotto shock, terrorizzati, soli. Non hanno armi, solo il loro coraggio. Non possono contare su nessuno, solo su se stessi. Non gli rimane più nulla, solo la loro amicizia. Il loro paese è stato invaso. Le loro famiglie sono state impriogionate. Otto ragazzi sfideranno l’inferno per riconquistare il loro futuro.
Australia, contea di Wirrawee. Nella campagna vicino Melbourne la vita scorre lenta e monotona, ma otto ragazzi hanno trovato un modo di sconfiggere la noia che li assale ogni estate: una gita nella natura selvaggia del bush australiano. Macchina, bagagli, tende, provviste, tutto è pronto per una nuova avventura. Hell è la loro destinazione: una radura luminosa e isolata che sarà la loro casa per una settimana, un paradiso chiamato Inferno. Davanti al fuoco a raccontarsi storie, a scambiarsi i primi baci e leggere classici di altri tempi, gli otto ragazzi non sanno che al loro ritorno la vita non sarà più la stessa. Le loro case vuote, i loro animali domestici morti, un’aurea di desolazione che avvolge ogni cosa. L’Australia è stata occupata dalle forze militari, i cittadini sono stati rinchiusi in prigione: tra i detenuti ci sono i loro genitori, i loro fratelli e sorelle. Affrontando paure e indecisioni, gli otto ragazzi decidono di combattere, sapendo di essere i soli nelle cui mani c’è ancora una possibilità di salvezza, di riprendersi il loro domani.

Sullo sfondo di un avveniristico scenario da Terza Guerra Mondiale, i giovani protagonisti esplorano la natura della paura e della violenza e scoprono il coraggio di lottare per il loro futuro.
Da qualche parte, là fuori, Ellie e i suoi amici si stanno nascondendo. Sono sotto shock, terrorizzati, soli. Non hanno armi, solo il loro coraggio. Non possono contare su nessuno, solo su se stessi. Non gli rimane più nulla, solo la loro amicizia. Il loro paese è stato invaso. Le loro famiglie sono state impriogionate. Otto ragazzi sfideranno l’inferno per riconquistare il loro futuro.
Australia, contea di Wirrawee. Nella campagna vicino Melbourne la vita scorre lenta e monotona, ma otto ragazzi hanno trovato un modo di sconfiggere la noia che li assale ogni estate: una gita nella natura selvaggia del bush australiano. Macchina, bagagli, tende, provviste, tutto è pronto per una nuova avventura. Hell è la loro destinazione: una radura luminosa e isolata che sarà la loro casa per una settimana, un paradiso chiamato Inferno. Davanti al fuoco a raccontarsi storie, a scambiarsi i primi baci e leggere classici di altri tempi, gli otto ragazzi non sanno che al loro ritorno la vita non sarà più la stessa. Le loro case vuote, i loro animali domestici morti, un’aurea di desolazione che avvolge ogni cosa. L’Australia è stata occupata dalle forze militari, i cittadini sono stati rinchiusi in prigione: tra i detenuti ci sono i loro genitori, i loro fratelli e sorelle. Affrontando paure e indecisioni, gli otto ragazzi decidono di combattere, sapendo di essere i soli nelle cui mani c’è ancora una possibilità di salvezza, di riprendersi il loro domani.

Only registered users can download this free product.

Il dio Mercato, la Chiesa e l’Anticristo

Nel 1900 viene pubblicato “Il racconto dell’Anticristo” di Vladimir Sergeevic Solov’ëv. Il pensatore russo lo colloca nel 2000 e individua in un’Europa unita, scristianizzata e nichilista la condizione per la venuta dell’Anticristo. Solov’ëv parla espressamente di abbattimento degli Stati e delle identità nazionali, a vantaggio di un’organizzazione internazionale chiamata “Stati Uniti d’Europa”. Sono in molti a leggere in questo racconto un monito, una profezia confermata da alcuni fatti storici dopo il crollo del Muro di Berlino e del comunismo. Non solo per la trasformazione di quella che era la Comunità economica europea nella nuova Unione europea che svuota le sovranità degli Stati. Ma anche per l’irrompere nel mondo della globalizzazione che sottomette i popoli al dio Mercato, mentre s’impone una “colonizzazione ideologica” che recide le radici cristiane dell’Europa e avversa la fede in tutto il mondo. Fino a penetrare dentro la Chiesa cattolica sfigurandone l’identità e la missione. Antonio Socci in queste pagine propone le molteplici voci di chi legge nella globalizzazione e nel “mercatismo” la causa della crisi economica e una minaccia per le identità nazionali e la libertà. Il tempo della fine, ci dice la Sacra Scrittura, è preceduto da una grande scristianizzazione e da un dominio planetario di tipo politico ed economico che s’impone sicut deus, mentre l’apostasia dilaga nella stessa Chiesa cattolica. **

Nel 1900 viene pubblicato “Il racconto dell’Anticristo” di Vladimir Sergeevic Solov’ëv. Il pensatore russo lo colloca nel 2000 e individua in un’Europa unita, scristianizzata e nichilista la condizione per la venuta dell’Anticristo. Solov’ëv parla espressamente di abbattimento degli Stati e delle identità nazionali, a vantaggio di un’organizzazione internazionale chiamata “Stati Uniti d’Europa”. Sono in molti a leggere in questo racconto un monito, una profezia confermata da alcuni fatti storici dopo il crollo del Muro di Berlino e del comunismo. Non solo per la trasformazione di quella che era la Comunità economica europea nella nuova Unione europea che svuota le sovranità degli Stati. Ma anche per l’irrompere nel mondo della globalizzazione che sottomette i popoli al dio Mercato, mentre s’impone una “colonizzazione ideologica” che recide le radici cristiane dell’Europa e avversa la fede in tutto il mondo. Fino a penetrare dentro la Chiesa cattolica sfigurandone l’identità e la missione. Antonio Socci in queste pagine propone le molteplici voci di chi legge nella globalizzazione e nel “mercatismo” la causa della crisi economica e una minaccia per le identità nazionali e la libertà. Il tempo della fine, ci dice la Sacra Scrittura, è preceduto da una grande scristianizzazione e da un dominio planetario di tipo politico ed economico che s’impone sicut deus, mentre l’apostasia dilaga nella stessa Chiesa cattolica. **

Only registered users can download this free product.

Il Dilemma Dell’onnivoro

Che cosa mangiamo e perché? Sono domande che ci poniamo ogni giorno, convinti che per rispondere basti sfogliare la rubrica di un giornale, o ascoltare per qualche minuto l’ultimo imbonitore nutrizionista ospitato in tv. Ma se quelle domande le si guarda un po’ più da vicino, come fa Michael Pollan in questo documentato e brillantissimo saggio, forse il primo sull’argomento a non prendere nessun partito, se non quello dell’ironia e del buon senso, le risposte appaiono meno scontate. Che legga insieme a noi le strepitose biografie del pollo «biologico» riportate sulla confezione di petti del medesimo, o attraversi le lande grigie e fangose del Midwest, dove milioni di bovini nutriti a mais e antibiotici vivono la loro breve esistenza fra immense pozze di liquame, egli arriva immancabilmente a conclusioni di volta in volta raccapriccianti o paradossali. Il problema, che Pollan descrive con rigore ed e- strema chiarezza, è che trovarsi al vertice della catena alimentare – cioè poter mangiare, a differenza delle altre specie, pressoché tutto – offre all’homo sapiens numerosi vantaggi, ma lo espone anche a quasi infinite possibilità di manipolazione. Per condurre una vita meno insana, dunque, l’onnivoro ha bisogno di sapere, sui propri appetiti e sui propri meccanismi adattivi, almeno quanto ne sanno gli strateghi dell’industria alimentare. In altre parole, ha bisogno di un libro come questo.

Che cosa mangiamo e perché? Sono domande che ci poniamo ogni giorno, convinti che per rispondere basti sfogliare la rubrica di un giornale, o ascoltare per qualche minuto l’ultimo imbonitore nutrizionista ospitato in tv. Ma se quelle domande le si guarda un po’ più da vicino, come fa Michael Pollan in questo documentato e brillantissimo saggio, forse il primo sull’argomento a non prendere nessun partito, se non quello dell’ironia e del buon senso, le risposte appaiono meno scontate. Che legga insieme a noi le strepitose biografie del pollo «biologico» riportate sulla confezione di petti del medesimo, o attraversi le lande grigie e fangose del Midwest, dove milioni di bovini nutriti a mais e antibiotici vivono la loro breve esistenza fra immense pozze di liquame, egli arriva immancabilmente a conclusioni di volta in volta raccapriccianti o paradossali. Il problema, che Pollan descrive con rigore ed e- strema chiarezza, è che trovarsi al vertice della catena alimentare – cioè poter mangiare, a differenza delle altre specie, pressoché tutto – offre all’homo sapiens numerosi vantaggi, ma lo espone anche a quasi infinite possibilità di manipolazione. Per condurre una vita meno insana, dunque, l’onnivoro ha bisogno di sapere, sui propri appetiti e sui propri meccanismi adattivi, almeno quanto ne sanno gli strateghi dell’industria alimentare. In altre parole, ha bisogno di un libro come questo.

Only registered users can download this free product.

Il diavolo tentatore

Ecco Bentley Rutledge, impenitente dongiovanni e sconsiderato mascalzone che finisce sempre nei guai. L’ultimo guaio in ordine di tempo: la magnifica Frederica, che non esita a gettarsi tra le sue braccia dopo una delusione d’amore. E che Bentley consola nell’unico modo che conosce. Per poi ritrovarsi proditoriamente abbandonato. Incapace di dimenticare quell’unica notte di passione, Bentley è deciso a tutto. E forse sposare Frederica è la soluzione. A patto che lei riesca a liberare i suoi più oscuri segreti… e desideri.

Ecco Bentley Rutledge, impenitente dongiovanni e sconsiderato mascalzone che finisce sempre nei guai. L’ultimo guaio in ordine di tempo: la magnifica Frederica, che non esita a gettarsi tra le sue braccia dopo una delusione d’amore. E che Bentley consola nell’unico modo che conosce. Per poi ritrovarsi proditoriamente abbandonato. Incapace di dimenticare quell’unica notte di passione, Bentley è deciso a tutto. E forse sposare Frederica è la soluzione. A patto che lei riesca a liberare i suoi più oscuri segreti… e desideri.

Only registered users can download this free product.

Il Diario De Eva

“… anche le stelle sono graziose. Vorrei poterne cogliere qualcuna per metterla tra i capelli,ma temo che non ci riuscirò mai. È sorprendente constatare quanto siano lontane, perché non danno quest’impressione.Stanotte,quando sono spuntate, ho cercato di farne cadere giù qualcuna servendomi di una canna,ma non ci sono arrivata, il che mi ha sbalordito; poi ho tentato con delle zolle,fino a stancarmi a morte, tuttavia non ne ho raggiunta una…”
( Mark Twain, Il Diario Di Eva) **
### Sinossi
“… anche le stelle sono graziose. Vorrei poterne cogliere qualcuna per metterla tra i capelli,ma temo che non ci riuscirò mai. È sorprendente constatare quanto siano lontane, perché non danno quest’impressione.Stanotte,quando sono spuntate, ho cercato di farne cadere giù qualcuna servendomi di una canna,ma non ci sono arrivata, il che mi ha sbalordito; poi ho tentato con delle zolle,fino a stancarmi a morte, tuttavia non ne ho raggiunta una…”
( Mark Twain, Il Diario Di Eva)

“… anche le stelle sono graziose. Vorrei poterne cogliere qualcuna per metterla tra i capelli,ma temo che non ci riuscirò mai. È sorprendente constatare quanto siano lontane, perché non danno quest’impressione.Stanotte,quando sono spuntate, ho cercato di farne cadere giù qualcuna servendomi di una canna,ma non ci sono arrivata, il che mi ha sbalordito; poi ho tentato con delle zolle,fino a stancarmi a morte, tuttavia non ne ho raggiunta una…”
( Mark Twain, Il Diario Di Eva) **
### Sinossi
“… anche le stelle sono graziose. Vorrei poterne cogliere qualcuna per metterla tra i capelli,ma temo che non ci riuscirò mai. È sorprendente constatare quanto siano lontane, perché non danno quest’impressione.Stanotte,quando sono spuntate, ho cercato di farne cadere giù qualcuna servendomi di una canna,ma non ci sono arrivata, il che mi ha sbalordito; poi ho tentato con delle zolle,fino a stancarmi a morte, tuttavia non ne ho raggiunta una…”
( Mark Twain, Il Diario Di Eva)

Only registered users can download this free product.

Il Destino di Valdemar

Talia è ora un vero Araldo ed è tempo per lei di intraprendere il suo primo incarico ufficiale: una missione diplomatica nel regno di re Alessandar, il quale ha chiesto la mano della giovane Elspeth per suo figlio Ancar. L’alleanza matrimoniale garantirebbe a Valdemar la sicurezza contro le incursione dei nemici di Karse, ma in qualche modo Selenay e Talia non sono convinte che questa sia la soluzione migliore. Intrighi, avventure ed un grande amore aspettano Talia, in questo romanzo che chiude il ciclo di Valdemar.

Talia è ora un vero Araldo ed è tempo per lei di intraprendere il suo primo incarico ufficiale: una missione diplomatica nel regno di re Alessandar, il quale ha chiesto la mano della giovane Elspeth per suo figlio Ancar. L’alleanza matrimoniale garantirebbe a Valdemar la sicurezza contro le incursione dei nemici di Karse, ma in qualche modo Selenay e Talia non sono convinte che questa sia la soluzione migliore. Intrighi, avventure ed un grande amore aspettano Talia, in questo romanzo che chiude il ciclo di Valdemar.

Only registered users can download this free product.

Il destino degli Eldowin

C’è un luogo, nel Varlas, in cui uomini ed elfi convivono pacificamente da secoli. È la grandiosa città-stato di Azales, situata ai piedi delle cascate Mah Quad, e dominata dalla leggendaria stirpe elfa degli Eldowin. Ma uno spietato nemico trama nell’ombra per distruggerne il fragile equilibrio e riconquistare nel sangue il potere perduto. Mentre il regno corre incontro all’inevitabile rovina, i favolosi Eldowin si avviano ignari, fra giochi innocenti, balli di corte e sospiri d’amore, verso il loro tragico destino. Molto tempo dopo, una combriccola eterogenea, formata da una maga in fuga, un simpatico barbaro, due vampiri, una nana e un giovane contadino intraprende un viaggio avventuroso che la porterà dai confini orientali dell’Argelar, oppresso dall’implacabile Adras l’Oscuro, fino al Varlas, sulle tracce della mitica città perduta. **

C’è un luogo, nel Varlas, in cui uomini ed elfi convivono pacificamente da secoli. È la grandiosa città-stato di Azales, situata ai piedi delle cascate Mah Quad, e dominata dalla leggendaria stirpe elfa degli Eldowin. Ma uno spietato nemico trama nell’ombra per distruggerne il fragile equilibrio e riconquistare nel sangue il potere perduto. Mentre il regno corre incontro all’inevitabile rovina, i favolosi Eldowin si avviano ignari, fra giochi innocenti, balli di corte e sospiri d’amore, verso il loro tragico destino. Molto tempo dopo, una combriccola eterogenea, formata da una maga in fuga, un simpatico barbaro, due vampiri, una nana e un giovane contadino intraprende un viaggio avventuroso che la porterà dai confini orientali dell’Argelar, oppresso dall’implacabile Adras l’Oscuro, fino al Varlas, sulle tracce della mitica città perduta. **

Only registered users can download this free product.

Il corpo umano

Quante persone vivono conoscendo meglio la propria automobile del proprio corpo? Le strutture degli organi, le funzioni, le malattie costituiscono spesso per noi un mondo misterioso. Per Isaac Asimov l’anatomia, la fisiologia, la biologia non hanno segreti, ma quel che più conta è che alla sua competenza professionale si unisce una dote ancora più rara: quella di saper rendere la scienza comprensibile e appassionante anche per il profano.
Partendo dalla genealogia dell’uomo, dalle varie forme delle strutture animali fino al tipo dei Cordati, che comprende anche la nostra famiglia, quella dell’Homo sapiens, Asimov descrive capitolo per capitolo tutte le varie parti del nostro corpo e le loro funzioni, confrontandole con quelle consimili di altri animali. Dallo scheletro ai muscoli, ai polmoni, al sistema dei vasi sanguigni, all’apparato digerente ecc., l’esposizione procede semplice e lineare, con l’aiuto dei bellissimi disegni di Anthony Ravielli.
Isaac Asimov si è laureato in chimica alla Columbia University e ha insegnato biochimica all’università di Boston. Ha scritto ormai più di una cinquantina di volumi. Per vent’anni si è occupato di fantascienza, con enorme successo; poi sono venuti i libri scientifici: testi per l’università, manuali e soprattutto libri divulgativi che abbracciano una vastissima area del sapere, dalla medicina alla matematica e alla linguistica. La quantità del suo lavoro, l’instancabilità e la serietà professionale sono senza eguali nel mondo.

Quante persone vivono conoscendo meglio la propria automobile del proprio corpo? Le strutture degli organi, le funzioni, le malattie costituiscono spesso per noi un mondo misterioso. Per Isaac Asimov l’anatomia, la fisiologia, la biologia non hanno segreti, ma quel che più conta è che alla sua competenza professionale si unisce una dote ancora più rara: quella di saper rendere la scienza comprensibile e appassionante anche per il profano.
Partendo dalla genealogia dell’uomo, dalle varie forme delle strutture animali fino al tipo dei Cordati, che comprende anche la nostra famiglia, quella dell’Homo sapiens, Asimov descrive capitolo per capitolo tutte le varie parti del nostro corpo e le loro funzioni, confrontandole con quelle consimili di altri animali. Dallo scheletro ai muscoli, ai polmoni, al sistema dei vasi sanguigni, all’apparato digerente ecc., l’esposizione procede semplice e lineare, con l’aiuto dei bellissimi disegni di Anthony Ravielli.
Isaac Asimov si è laureato in chimica alla Columbia University e ha insegnato biochimica all’università di Boston. Ha scritto ormai più di una cinquantina di volumi. Per vent’anni si è occupato di fantascienza, con enorme successo; poi sono venuti i libri scientifici: testi per l’università, manuali e soprattutto libri divulgativi che abbracciano una vastissima area del sapere, dalla medicina alla matematica e alla linguistica. La quantità del suo lavoro, l’instancabilità e la serietà professionale sono senza eguali nel mondo.

Only registered users can download this free product.