62689–62704 di 62912 risultati

Archer Jeffrey – Caino e Abele 01 – 1980 – Caino e Abele

William Lowell Kane è un brillante bostoniano, discendente da una ricca e potente famiglia, Wladek Koskiewicz è un polacco di umili origini, adottato da un barone e determinato a lasciarsi alle spalle un passato di stenti. Un giorno i due uomini si incontrano e il sentimento di odio e amore che nasce tra loro li accompagnerà per quarant’anni…

Arcanum Unbounded

La raccolta contiene nove racconti. I primi otto sono: “La Speranza di Elantris” (Elantris) “L’Undicesimo Metallo” (Mistborn) “L’Anima dell’Imperatore” (Elantris) “Jak l’Allomante e le Fosse di Eltania, Episodi dal 28 al 30” (Mistborn) “Sabbia Bianca” (estratto; Taldain) “Ombre per Silence nelle Foreste dell’Inferno” (Threnody) “Sesto del Crepuscolo” (First of the Sun) “Mistborn: Storia Segreta” (Mistborn) Questi racconti tratteggiano il Cosmoverso, il mondo in cui sono ambientati molti lavori di Sanderson, compresi “L’anima dell’imperatore”, vincitore del Premio Hugo come miglior racconto, e un estratto della graphic novel “Sabbia Bianca”. Arcanum Unbounded contiene inoltre “Danzafilo”, un racconto inedito di 120 pagine, ambientato nel mondo delle Cronache della Folgoluce. È la storia di Lift, che si posiziona tra Parole di Luce e l’imminente Oathbringer. Infine, questa raccolta include presentazioni e immagini dei vari sistemi planetari in cui le storie si svolgono.

Arca 2000

Questa è la storia del “Secondo Diluvio Universale” che accadrà, secondo un’antica profezia, negli ultimi tre mesi dell’anno 1999.. Ed è una storia grandiosa, quasi biblica, che narra come l’intera umanità cerchi scampo in una gigantesca Piramide alta diecimila metri, con quattro lati di dieci chilometri di lato, che costerà un milione di miliardi di franchi, fatta costruire da tutti i governi del mondo e costruita da uomini di tutte le razze e di tutte le nazioni, su progetto e su idea dei due più grandi scienziati del mondo: il fisico professor Picardsen e l’archtetto Le Portusier. La costruzione di questa quasi inconcepibile torre di Babele che dovrà resistere al diluvio e ospitare più di due miliardi di persone, ci viene fatta seguire punto per punto, quasi giorno per giorno, con meticolosa descrizione e grandiosità di vedute generali. E’ così il Grande Esodo dei popoli della Terra dai loro paesi d’origine verso Piramidopolis.. Riuscirà l’immensa Piramide a resistere prima al diluvio naturale, poi al diluvio artificialmente scatenato da uno dei due scienziati, e che sommerge completamente perfino la più alta cima dell’Himalaya? Questo ve lo dirà il romanzo che, fino alla fine, vi lascerà col fiato sospeso, come se fosse la vostra storia futura ad esservi raccontata.
Copertina di Curt Caesar

Arancini Di Montalbano

“Quando Montalbano incornava su una cosa, non c’erano santi”. Il narratore che da anni racconta le storie del commissario di Vigàta, lo sa bene. Una parola stonata, un gesto incontrollato, un dettaglio incongruo bastano a mettere in moto le sue indagini. Così da un’impercettibile crepa nella “normalità” prendono avvio anche queste nuove storie, in cui Montalbano si imbatte nei crimini e nei criminali più eterogenei e insoliti: vecchie coppie di attori che recitano, nel segreto della camera da letto, un funereo copione; insospettabili presidi in pensione che raggirano generose prostitute; mogli astutamente fedeli che ordiscono crudeli vendette ai danni dei loro tronfi mariti …
**

Arance d’inverno : Una magica storia d’amore

Ex baby star ed ex idolo delle ragazzine, Jason Walker è un ricalcitrante interprete di film di serie B, stanco di una carriera in declino. Così lascia Hollywood per l’Idaho settentrionale. Via dalla stampa, dai drammi di Los Angeles e dal migliore amico di cui è segretamente innamorato da anni.
Nella sua nuova vita c’è un unico problema: uno strano giovane, che solo Jason riesce a vedere, infesta la sua dependance. Benjamin Ward però non è un fantasma. È un uomo sospeso fuori dal tempo, intrappolato fin dai tempi dalla Guerra Civile in una magica prigione dalla quale può soltanto osservare le vite di quelli che lo circondano. Inoltre è dolce, divertente, carino da morire e va matto per i dozzinali show anni ’80. Ed è elettrizzato dall’idea di avere finalmente qualcuno con cui parlare.
Molto presto però, Jason scopre che passare tutto il proprio tempo con un uomo che nessun altro può vedere, né sentire presenta i suoi problemi: soprattutto quando i tabloid lo rintracciano e lo mettono in prima pagina. Lo sceriffo del posto pensa che Jason si droghi e il suo migliore amico che sia pazzo. Ma Jason sa di non avere perso la ragione. È una sfortuna che non possa dire lo stesso del proprio cuore.
**
### Sinossi
Ex baby star ed ex idolo delle ragazzine, Jason Walker è un ricalcitrante interprete di film di serie B, stanco di una carriera in declino. Così lascia Hollywood per l’Idaho settentrionale. Via dalla stampa, dai drammi di Los Angeles e dal migliore amico di cui è segretamente innamorato da anni.
Nella sua nuova vita c’è un unico problema: uno strano giovane, che solo Jason riesce a vedere, infesta la sua dependance. Benjamin Ward però non è un fantasma. È un uomo sospeso fuori dal tempo, intrappolato fin dai tempi dalla Guerra Civile in una magica prigione dalla quale può soltanto osservare le vite di quelli che lo circondano. Inoltre è dolce, divertente, carino da morire e va matto per i dozzinali show anni ’80. Ed è elettrizzato dall’idea di avere finalmente qualcuno con cui parlare.
Molto presto però, Jason scopre che passare tutto il proprio tempo con un uomo che nessun altro può vedere, né sentire presenta i suoi problemi: soprattutto quando i tabloid lo rintracciano e lo mettono in prima pagina. Lo sceriffo del posto pensa che Jason si droghi e il suo migliore amico che sia pazzo. Ma Jason sa di non avere perso la ragione. È una sfortuna che non possa dire lo stesso del proprio cuore.

Arabesque: La serie dell’Allieva

«*I romanzi di Alessia Gazzola sono, per me, un bel cartoccio di patatine fritte cucinate a regola d’arte, croccanti e dorate, che dalla prima all’ultima pagina ti regalano una bella bolla di problemi altrui di cui impicciarti con l’implicita autorizzazione di chi te li racconta.*»
**TTL – La Stampa – Marco Malvaldi**
«*Alessia Gazzola è una scrittrice di incredibile talento. Grande tensione psicologica e un ritmo travolgente, vi terrà svegli tutta la notte!*»
**Jeffery Deaver**
«*Alessia Gazzola si conferma la regina del medical thriller italiano.*»
**la Repubblica**
Tutto è cambiato, per Alice Allevi: è un mondo nuovo quello che la attende fuori dall’Istituto di Medicina Legale in cui ha trascorso anni complicati ma, a loro modo, felici. Alice infatti non è più una specializzanda, ma è a pieno titolo una Specialista in Medicina Legale. E la luminosa (forse) e accidentata (quasi sicuramente) avventura della libera professione la attende. Ma la libertà tanto desiderata ha un sapore dolce amaro: di nuovo single dopo una lunga storia d’amore, Alice teme di perdere i suoi punti di riferimento. Tutti tranne uno: l’affascinante e intrattabile Claudio Conforti, detto CC, medico legale di comprovata professionalità e rinomata spietatezza.
Quando le capita il suo primo incarico di consulenza per un magistrato, Alice si rimbocca le maniche e sfodera il meglio di sé. Al centro del caso c’è una donna di quarantacinque anni, un tempo étoile della Scala e oggi proprietaria di una scuola di danza. In apparenza è deceduta per cause naturali. Eppure, Alice ha i suoi sospetti e per quanto vorrebbe che le cose, per una volta almeno, fossero semplici, la realtà è sempre pronta a disattenderla. Perché, grazie alla sua sensibilità e al suo intuito, Alice inizia a scoprire inquietanti segreti nel passato della donna, legati all’universo – tanto affascinante quanto spietato e competitivo – del balletto classico.
**La serie dell’*Allieva*:**
* * *
*L’allieva*
*Un segreto non è per sempre*
*Sindrome da cuore in sospeso*
*Le ossa della principessa*
*Una lunga estate crudele*
*Un po’ di follia in primavera*
***Arabesque***
*Il ladro gentiluomo*
**
### Sinossi
«*I romanzi di Alessia Gazzola sono, per me, un bel cartoccio di patatine fritte cucinate a regola d’arte, croccanti e dorate, che dalla prima all’ultima pagina ti regalano una bella bolla di problemi altrui di cui impicciarti con l’implicita autorizzazione di chi te li racconta.*»
**TTL – La Stampa – Marco Malvaldi**
«*Alessia Gazzola è una scrittrice di incredibile talento. Grande tensione psicologica e un ritmo travolgente, vi terrà svegli tutta la notte!*»
**Jeffery Deaver**
«*Alessia Gazzola si conferma la regina del medical thriller italiano.*»
**la Repubblica**
Tutto è cambiato, per Alice Allevi: è un mondo nuovo quello che la attende fuori dall’Istituto di Medicina Legale in cui ha trascorso anni complicati ma, a loro modo, felici. Alice infatti non è più una specializzanda, ma è a pieno titolo una Specialista in Medicina Legale. E la luminosa (forse) e accidentata (quasi sicuramente) avventura della libera professione la attende. Ma la libertà tanto desiderata ha un sapore dolce amaro: di nuovo single dopo una lunga storia d’amore, Alice teme di perdere i suoi punti di riferimento. Tutti tranne uno: l’affascinante e intrattabile Claudio Conforti, detto CC, medico legale di comprovata professionalità e rinomata spietatezza.
Quando le capita il suo primo incarico di consulenza per un magistrato, Alice si rimbocca le maniche e sfodera il meglio di sé. Al centro del caso c’è una donna di quarantacinque anni, un tempo étoile della Scala e oggi proprietaria di una scuola di danza. In apparenza è deceduta per cause naturali. Eppure, Alice ha i suoi sospetti e per quanto vorrebbe che le cose, per una volta almeno, fossero semplici, la realtà è sempre pronta a disattenderla. Perché, grazie alla sua sensibilità e al suo intuito, Alice inizia a scoprire inquietanti segreti nel passato della donna, legati all’universo – tanto affascinante quanto spietato e competitivo – del balletto classico.
**La serie dell’*Allieva*:**
* * *
*L’allieva*
*Un segreto non è per sempre*
*Sindrome da cuore in sospeso*
*Le ossa della principessa*
*Una lunga estate crudele*
*Un po’ di follia in primavera*
***Arabesque***
*Il ladro gentiluomo*

Aprire il fuoco

“Vergogna è uccidere, vergogna è sudare, vergogna è morire di fame e chiudere la gente in prigione, o al manicomio. Vergogna è condannare. Vergogna è giudicare. Vergogna è comandare.” “Io guardo ancora dal finestrone, giù verso il gabellino, ma c’è più speranza che il segno mi venga? Una cosa è sicura, e io voglio che lo sappiano, tutti gli Staatsanwalt degli Asburgo. Il Piat che distrusse i lori carri e i loro cannoni l’ho lasciato al deposito. Ma il vecchio Mauser che mi fu compagno nelle cinque giornate l’ho con me, nascosto. Se mandano qua un altro aguzzino, io sono pronto ad aprire il fuoco.”

Aprile spezzato

Il 17 marzo di un anno imprecisato (ma prima dell’avvento del comunismo in Albania) il giovane Gjorg Berisha ha dovuto uccidere l’assassino di suo fratello per obbedire alla besa, un codice antico e spietato che fissa, senza possibilità di deroga, modo tempo e prezzo di qualsiasi delitto. Dopo l’omicidio, perpetrato fra mille dubbi e tormenti, Gjorg avrà un mese di tregua. Poi, per lui, la morte sarà in agguato dietro ogni pietra, ogni angolo di strada… Ma la sua storia s’intreccia con quella di Besian e Diana, uno scrittore e la sua giovane, bellissima moglie, che sono partiti da Tirana per intraprendere un singolare viaggio di nozze tra le montagne. L’incontro fra Gjorg e i due sposi avrà conseguenze cruciali: metterà in gioco l’amore di Diana per suo marito e, allo scadere della fatidica tregua, indurrà Gjorg – predatore e preda della donna, del suo volto incantato – a un’imprudenza fatale: in un aprile spezzato che spezzerà la sua vita.

Appartamento 401

Ryosuke, Kotomi, Mirai, Naoki condividono un appartamento nel quartiere di Setagaya di Tokyo. La vita scorre tranquilla, senza incidenti né particolari conflitti, come le auto che si inseguono sulla tangenziale e non si scontrano mai. Ma fuori dall’appartamento 401 i quattro giovani si confrontano con le difficoltà del vivere, del comprendere se stessi e individuare il proprio posto nel mondo. Proprio quando un quinto ragazzo, Satoru, va a vivere con loro, nel quartiere iniziano a verificarsi strane aggressioni a giovani donne. Tra forzata intimità e apatica estraneità, la tensione è palpabile, persistente, e si fa strada nel lettore il sospetto che uno dei ragazzi sia coinvolto. Ma la domanda più inquietante è: la vita vera è dentro o fuori dalle mura dell’appartamento?

Apologia in difesa della Gerusalemme liberata

Questo ebook è un testo di pubblico dominio. Potete trovare il testo liberamente sul web. La presente edizione è stata realizzata per Amazon da Simplicissimus Book Farm per la distribuzione gratuita attraverso Kindle.
**
### Sinossi
Questo ebook è un testo di pubblico dominio. Potete trovare il testo liberamente sul web. La presente edizione è stata realizzata per Amazon da Simplicissimus Book Farm per la distribuzione gratuita attraverso Kindle.

Apocalypse Now Now

Baxter Zevcenko non è proprio un comune liceale: certo, è imbevuto di cultura pop come gli altri, ma lui è a capo di una gang clandestina che vende materiale pornografico nel cortile della scuola ed è assillato da inquietanti visioni di inaudita violenza. Eppure i profitti crescono, le altre gang gli girano alla larga e ha una ragazza, Esmé, fatta apposta per lui. Ma quando Esmé viene rapita e tutti gli indizi inducono a credere che siano coinvolte forze soprannaturali, la situazione comincia a farsi davvero troppo strana. L’unica persona abbastanza fuori di testa da aiutare Baxter nella ricerca della ragazza è un cacciatore di taglie del mondo soprannaturale che lo trascinerà nella bizzarra realtà ultraterrena di Città del Capo. In un viaggio ai limiti dell’impossibile, i due affronteranno orrendi incubi pur di riportare a casa Esmé, fino a diventare gli inconsapevoli ingranaggi di un diabolico piano. Un urban fantasy dissacrante, folle ed energico, con una vivace vena sarcastica, che appassionerà anche i meno amanti del genere.

Apocalypse Euro

Come ha scritto sul New York Times il columnist politico Jochen Bittner, “i leader europei dovrebbero ammettere che i cosiddetti euro-scettici hanno avuto spesso ragione, nel passato, e che è stato un errore bollarli come primitivi o reazionari eretici. Del resto, storicamente, gli eretici sono spesso stati coloro che alla fine hanno forzato un sistema di credenze a confrontarsi con le proprie contraddizioni. Lo stesso dovrebbe accadere all’interno dell’Unione Europea”. Apocalypse Euro raccoglie alcune delle voci “eretiche” più importanti nel panorama europeo, a torto escluse dal racconto della crisi dal mainstream e oggi divenute, di conseguenza, il punto di riferimento per chi vuole trovare gli strumenti per uscire da questo “incubo”. Per salvare una moneta insostenibile è stata creata una serie di alchimie giuridiche, che hanno indebolito i Parlamenti nazionali e il Parlamento europeo. Per salvare un mostro, una moneta nata male e proseguita peggio, si calpesta ogni volontà popolare e si stanno facendo a pezzi le Costituzioni e perfino – al culmine del paradosso – quei diritti, che l’Unione Europea con la Carta dei diritti di Nizza intendeva tutelare. Nel frattempo i vari Letta, Monti, Saccomanni e oggi Renzi si susseguono al “potere”. Come semplici valvassori di Bruxelles e Francoforte, continuano a calpestare in nome dell’internazionalismo finanziario – di cui l’euro è il simbolo più forte – la nostra sovranità e la equa redistribuzione del reddito per l’intera popolazione. Per questo, i veri eversivi sono loro, non chi li contrasta. Potete leggere gli interventi di: Alberto Bagnai Luciano Barra Caracciolo Paolo Becchi Claudio Borghi Aquilini Alain de Benoist Paul de Grauwe Costas Douzinas Ambrose Evans-Pritchard João Ferreira do Amaral James Galbraith Nino Galloni Oskar Lafontaine Serge Latouche Alberto Montero Soler Hans Olaf Henkel Jacques Sapir Lidia Undiemi Yanis Varoufakis Gianni Vattimo Gli Autori Paolo Becchi, nato a Genova, è professore ordinario di Filosofia del diritto presso la facoltà di Giurisprudenza dell’università di questa città. Tra i suoi libri più recenti: Nuovi scritti corsari: Meglio una fine spaventosa che uno spavento senza fine (Adagio, 2013), I figli delle stelle: L’Italia in movimento (Adagio, 2014) e Colpo di Stato permanente (Marsilio, 2014). Alessandro Bianchi, nato a Roma, dirige il sito di politica internazionale www.lantidiplomatico.it
(source: Bol.com)

Apocalisse Z – L’ira dei giusti

Non è rimasto più niente. Non esistono più Stati, né governi, né leggi. Gli zombie hanno spazzato via tutto: quelli che un tempo erano uomini e donne, bambini e anziani, sono adesso una caotica e insaziabile orda di non-morti che vaga per l’Europa. All’Apocalisse Z sono sopravvissuti solo in tre. Lucía, Viktor e lui, il giovane avvocato che ha convinto gli altri a salire su una piccola imbarcazione e a rifugiarsi in mare aperto, nella speranza di essere trasportati a ovest dalla corrente. E, dopo settimane passate in balia del vento e dell’oceano Atlantico, accade il miracolo: un’enorme petroliera incrocia la loro rotta, li fa salire a bordo e li conduce sulle rive del Mississippi, a Gulfport, l’unica città degli Stati Uniti risparmiata dalla furia degli zombie. Lì, i tre entrano a far parte di una piccola comunità che resiste strenuamente alla pressione dei non-morti e che – almeno in un primo momento – sembra accogliere a braccia aperte i nuovi arrivati. Tuttavia, col passare dei giorni, Lucía e i suoi compagni si rendono conto che c’è qualcosa di molto strano nei loro «salvatori»: qualcosa di ancora più pericoloso degli zombi da cui sono fuggiti…
**
### Sinossi
Non è rimasto più niente. Non esistono più Stati, né governi, né leggi. Gli zombie hanno spazzato via tutto: quelli che un tempo erano uomini e donne, bambini e anziani, sono adesso una caotica e insaziabile orda di non-morti che vaga per l’Europa. All’Apocalisse Z sono sopravvissuti solo in tre. Lucía, Viktor e lui, il giovane avvocato che ha convinto gli altri a salire su una piccola imbarcazione e a rifugiarsi in mare aperto, nella speranza di essere trasportati a ovest dalla corrente. E, dopo settimane passate in balia del vento e dell’oceano Atlantico, accade il miracolo: un’enorme petroliera incrocia la loro rotta, li fa salire a bordo e li conduce sulle rive del Mississippi, a Gulfport, l’unica città degli Stati Uniti risparmiata dalla furia degli zombie. Lì, i tre entrano a far parte di una piccola comunità che resiste strenuamente alla pressione dei non-morti e che – almeno in un primo momento – sembra accogliere a braccia aperte i nuovi arrivati. Tuttavia, col passare dei giorni, Lucía e i suoi compagni si rendono conto che c’è qualcosa di molto strano nei loro «salvatori»: qualcosa di ancora più pericoloso degli zombi da cui sono fuggiti…

Apocalisse Z

Ha trent’anni. È un avvocato. Vive in una cittadina della Galizia, in Spagna. Come tutti, apprende la notizia dalla televisione: in una piccola repubblica del Caucaso, un gruppo di guerriglieri ha preso d’assalto una base militare russa. Un «normale» atto terroristico in una delle zone più turbolente e instabili del pianeta? Così sembra. Ben presto, però, s’insinua il sospetto che sia successo qualcosa di più grave. Qualcosa che non può essere controllato. Un’esplosione atomica? Un virus? Tra lo sconcerto generale, la Russia annuncia la chiusura delle proprie frontiere e, nel giro di pochi giorni, tutti i Paesi dell’Unione Europea fanno lo stesso. Poi intere città vengono isolate e messe in quarantena. Poi entra in vigore la legge marziale. Ma è tutto inutile. Ormai niente è più come prima. Non c’è elettricità, manca l’acqua potabile, la benzina è finita, gli scaffali dei negozi sono vuoti. Nessun uomo gira per le strade. Perché chi lo fa non è più un uomo. È diventato uno zombie. Ha trent’anni. È un avvocato. Vive in una cittadina della Galizia, in Spagna. E forse è l’unico sopravvissuto all’Apocalisse Z…