6241–6256 di 72802 risultati

Bios

Nel XXII secolo l’umanità ha colonizzato il sistema solare. I viaggi stellari sono possibili, ma incredibilmente costosi così gli sforzi umani si sono incentrati su Isis, il più vicino dei mondi simile alla Terra, ma ogni singola molecola della vita di Isis è incredibilmente tossica per gli esseri umani… Nonostante questo, Isis è la scoperta più importante del millennio: una biologia parallela con molte lezioni da impartire all’umanità. Ma è anche il più spietato degli ambienti e il luogo più solitario dell’universo. Zoe Fisher era nata per esplorare Isis. Clonata e geneticamente modificata, Zoe possiede tutte le caratteristiche per affrontare i pericoli, ma ci sono dei segreti impiantati in lei di cui è all’oscuro…

Bidoni. L’incubo

“Icastico e feroce nella scelta del titolo, Zara lo è meno raccontando vita,morte (agonistica) e miracoli (pochi) dei bidoni. Direi che li considera quasi con simpatia, con la delicatezza che si riserva alle formiche avvisandole che stanno arrivando gli elefanti, e con quel tanto di leopardiano (da cronista,si capisce, mica in endecasillabi) che comporta il sabato del villaggio cui segue la domenica dello stadio. A modo suo, questa passeggiata tra le foglie secche assomiglia a Spoon River formato pallone.”
(dalla prefazione di Gianni Mura)

Benvenuti in tempi interessanti

«Che tu possa vivere in tempi interessanti!» è una maledizione attribuita ai cinesi, tanto più sottile perché si nasconde dietro la maschera di una benedizione. Zizek la rivolge ai filosofi radicali novecenteschi e agli accademici di sinistra di oggi, che si scaldano il cuore al fuoco di rivoluzioni lontane, mentre possono continuare a godere dei declinanti comfort del nostro sistema democratico. Bene, dice loro Zizek, ora avete ottenuto ciò che volevate, perché la catastrofe è in atto e ci siamo trovati proiettati in «tempi interessanti»: la crisi del capitalismo ormai divenuta permanente. Con un originale misto di filosofia e cronaca, Zizek ci mette di fronte l’incapacità dell’Occidente di uscire dall’inazione, e per farlo utilizza gli argomenti più vari: dallo sviluppo del cloud computing alle ambiguità di WikiLeaks, dal disastro petrolifero del Golfo del Messico alla crisi del vulcano islandese, dalle riforme universitarie alle vere e false versioni del fondamentalismo religioso, dalle ragioni del fallimento del comunismo novecentesco al perché la Cina sia uno dei pochi paesi in grado di reagire prontamente alle crisi del capitalismo. La sfida che Zizek ci rivolge è chiara: occorre ripoliticizzare l’economia, respingere l’illusione che sia possibile rispondere alla crisi senza rivoluzionare il sistema vigente, rinnovare l’adesione all’«Idea comunista», riformulata dal filosofo francese Alain Badiou come ideale regolativo di stampo kantiano – quello «spirito egualitario mantenuto vivo nell’arco di migliaia di anni in rivolte e sogni utopici, nei movimenti radicali da Spartaco a Thomas Müntzer».

Balzac e la Piccola Sarta cinese

La storia di questo libro racconta di come la lettura, grazie alla segreta malia di una misteriosa, preziosissima valigia di libri occidentali proibiti, riesca a sottrarre due ragazzi, colpevoli soltanto di essere figli di “sporchi borghesi”, a svariate torture e permetta anche a uno di loro di conquistare la “Piccola Sarta cinese”. Così, pur vivendo in mezzo agli orrori della rieducazione, i due ragazzi e la Piccola Sarta scopriranno, in virtù di qualche goccia magica di Balzac, che esiste un mondo fatto di pura, avventurosa bellezza. Attraversando, nel frattempo, rocambolesche avventure. **

Avviso Ai Naviganti

Quoyle vive a Brooklyn, sbarca il lunario facendo il giornalista, ha una moglie e due figlie. Una vita come tante, tra piccole gioie e grandi frustrazioni: finché, un giorno, viene licenziato dal quotidiano per cui lavora e, tornato a casa, trova ad attenderlo la babysitter con un messaggio da parte di sua moglie: ha deciso di abbandonarlo definitivamente per fuggire con un amante. Si ritrova così da solo, senza soldi e con due figlie da mantenere. Chiunque, davanti a due catastrofi di questa portata, si lascerebbe andare, tanto più se, come Quoyle, ha sempre vissuto di piccoli e grandi compromessi. E invece accade l’inverosimile. Ribellandosi a un destino che sembrerebbe già scritto, e facendo appello a un coraggio che ignorava di avere, prende il primo traghetto per Terranova insieme alle figlie e a un’attempata zia e va a stabilirsi in un villaggio coperto di neve quasi tutto l’anno, ai confini del mondo. Un luogo aspro ed estremo, permeato da legami antichissimi e oscure superstizioni, che si trasforma nell’ultima occasione per ritrovarsi, e impossessarsi, forse per la prima volta, della sua vita.Torna in libreria, dopo quasi vent’anni, il capolavoro di Annie Proulx: un romanzo carico di umorismo ed empatia, e una delle poche opere nella storia della narrativa americana ad aver ottenuto i due premi letterari più importanti degli Stati Uniti: il Pulitzer e il National Book Award.

Assalto alla Diaz: L’irruzione del 2001 ricostruita attraverso le voci del processo di Genova

Questo libro parla con le voci di chi si trovava dentro la scuola Diaz di Genova la notte del 21 luglio 2001: manifestanti e poliziotti.
Voci che hanno scandito mesi di udienze in un’aula di giustizia, raccontando la stessa vicenda da più punti di vista, da fronti opposti, con versioni discordanti. Ma voci che ricostruiscono, al di là della sentenza finale, l’esplosione di una “macelleria messicana” spacciandola per una “colluttazione unilaterale”.

Arsenico

Harold Monkhouse è un malato cronico e da molti anni convive con la sua gastrite, i disturbi cardiaci e gli alti e bassi di una salute singolarmente precaria. La giovane moglie Barbara, l’affezionata nipote Madeline, il segretario del malato e la servitù di casa sono ormai abituati a questa situazione perciò, quando Harold si spegne nel sonno nella solitudine della sua stanza, il dolore è grande, ma lo stupore è ben poco. Tuttavia, pochi minuti prima del funerale, un sergente di polizia si presenta alla dimora londinese dei Monkhouse annunciando che le esequie dovranno essere rinviate: dietro pressione del fratello di Harold, convinto che il malato non avesse ricevuto le cure adeguate, le autorità hanno deciso di aprire un’inchiesta e di effettuare un’autopsia sul cadavere del defunto. Il risultato delle analisi è sorprendente: Harold non è morto a causa della sua salute malferma, ma per effetto di un grave avvelenamento da arsenico. I sospetti ricadono su tutti i membri della famiglia e sugli amici più intimi, come l’avvocato Rupert Mayfield, amico d’infanzia di Barbara. Sarà proprio Mayfield a invocare l’aiuto del dottor Thorndyke, il celebre investigatore, perché faccia luce sul mistero. Pubblicato nel 1928, Arsenico è considerato uno dei capolavori di Richard Austin Freeman.

Antiche leggende, incantesimi e fate della verde Irlanda. La magia popolare della terra di Erin

Un viaggio nel mondo delle fate irlandesi e della magia popolare, delle credenze e delle usanze del popolo di Erin; il calendario celtico pagano e le usanze legate a queste occasioni; i festival fatati; la magia; la divinazione; la medicina popolare. Dalla magica Irlanda, culla dei Celti e della magia naturale, una raccolta di antiche leggende, usanze ed incantesimi. Le proprietà delle erbe ed il loro uso tra medicina e magia.

Anonima scapoli

Anonima scapoli fu scritto da Wodehouse poco prima della morte. Ultranovantenne, ci ha saputo dare un'opera freschissima.
Un produttore di Hollywood pluridivorziato e in costante pericolo di riperdere la libertà, un maturo avvocato membro autorevole dell'"Anonima Scapoli (una società di mutuo soccorso antimatrimoniale), un giovane commediografo al primo insuccesso,
una giovane giornalista alle prime armi, un baronetto scioperato, una piacente vedova e un cane mordace, si incontrano in una Londra senza tempo per dar luogo a una delle più esilaranti avventure del grande umorista inglese. L'intreccio, ricco di colpi di scena, malintesi e catastrofi, si conclude con il trionfo dell'amore, nonostante le ideologie disfattiste dell'"Anonima scapoli".

Annalena Bilsini

Annalena Bilsini è un romanzo di Grazia Deledda pubblicato nel 1927 dai Fratelli Treves.
Trama
Annalena Bilsini è una vedova a capo di una famiglia che comprende cinque figli maschi, lo zio Dionisio, la nuora Gina e due nipotini. Il secondogenito, Pietro, è nell’esercito. La famiglia ha la possibilità di affittare un nuovo fondo a delle buone condizioni, vi si trasferisce, e trascorre l’inverno lavorando duramente la terra, da molto tempo abbandonata. Il loro obiettivo è di ripristinare la loro situazione economica, in notevole declino a causa degli sperperi della generazione precedente. L’inverno è particolarmente freddo, e sembra che possa distruggere i frutti del loro lavoro. Per Natale, però, la tanto attesa neve arriva a proteggere le colture.
Durante la cena di Natale, inaspettatamente Pietro torna a casa in licenza, accompagnato dalla giovane sorella di Gina, Isabella. Pietro prova a sedurre Gina, scontenta del suo matrimonio, ma lei gli resiste. Annalena sembra accorgersene, ma la faccenda viene taciuta da tutti. Per sviare i sospetti, Pietro decide di fidanzarsi con Isabella, la cui famiglia è benestante.
Nella primavera le coltivazioni della famiglia sono molto buone, e il ricavato può permettere loro di pagare il fitto della terra e acquistare altri capi di bestiame. Il padrone, il ricco commerciante di scope Urbano Giannini, diventa un amico di famiglia, colpito particolarmente dalla forza d’animo di Annalena. Il suo matrimonio è in crisi, la moglie è sull’orlo della pazzia, e la sua unica figlia Lia ha intenzione di diventare monaca. Egli cerca di stabilire una relazione con Annalena, ma quest’ultima, per quanto attratta e tentata, mantiene le distanze.
Pietro torna a casa al termine del servizio di leva. Il suo fidanzamento con Isabella non lo rende felice. Confida a un fratello la sua intenzione di lasciare Isabella e mettersi assieme a Lia, anch’essa molto ricca. Una sera, dopo essere stata in un villaggio vicino a trovare i nonni, Lia scompare. Suo padre trascorre i giorni successivi alla sua ricerca, senza frutto. La voce giunge a casa della famiglia Bilsini: i sospetti sembrano cadere su Pietro, che nel giorno della scomparsa di Lia era fuori casa. Lo zio Dioniso ha un alterco con lui, in seguito al quale le sue condizioni di salute precipitano e lo portano alla morte. Lia viene trovata sana e salva in un convento vicino. Pietro, sentendosi colpevole della morte dello zio, sembra maturare e a cominciare a voler bene a Isabella.

Anime Oneste

Rimasta orfana, Anna Malvas viene accolta a Orolà in casa dello zio Paolo. I Velèna, una famiglia di proprietari terrieri, sono vivaci e benestanti, e da subito si prospetta per Anna una vita ben diversa da quella infelice condotta fino ad allora con la nonna. 
Accerchiata dai sette cugini, Anna vince col tempo il suo senso di estraneità, integrandosi nella nuova famiglia. L’intesa con il cugino Sebastiano, che all’insaputa di tutti la ama, si raffredda col tempo, quando la ragazza, giunta a Orolà appena adolescente, si trasforma in una giovane donna elegante. Sebastiano ha scelto di diventare un agricoltore e sente soggezione delle nobili origini della cugina.
Quando Anna verrà ingannata da un avvocato, Gonario, che sposerà invece Caterina, proprio una delle sue cugine, i due ragazzi si separeranno per un lungo periodo. Anna partirà per il Continente e Sebastiano, indignato dal comportamento di Gonario, lascerà la casa paterna per avviare una sua tenuta in campagna.
Ma gli anni non varranno a cancellare l’onesto sentimento che li unisce.
Pubblicato nel 1895, Anime oneste offre uno spaccato della Sardegna di fine Ottocento, concentrandosi sulle abitudini, le tradizioni e le ambizioni di un nucleo famigliare indagato come specchio della società.
Sebbene acerbo, e ancora influenzato dalla letteratura d’appendice, questo “romanzo famigliare” contiene in nuce alcune delle caratteristiche dell’opera deleddiana: la divisione delle classi sociali come ostacolo ai propri desideri, il sacrificio, la straziante lontananza dalla propria terra e l’indiscussa centralità del paesaggio sardo.
La prosa chiara e lineare accompagna i protagonisti verso un finale lieto, un caso isolato rispetto agli esiti dei romanzi successivi.
*Anime oneste* segna un distacco e una crescita rispetto agli esordi narrativi della Deledda, tanto da valergli i primi apprezzamenti tra i lettori e la critica di tutta la nazione.

Angelo Vendicatore

Mick Angel è un vampiro che lavora come investigatore private a Los Angeles, dimostra 30 anni, va in giro in abito firmato e Borsalino e guida una Mercedes 300SL rossa molto vintage. Dorme in un freezer industriale, e quando non può nutrirsi di criminali, si spara direttamente in vena grosse siringhe piene di sangue. È stato pagato da Reesa, una bellissima ballerina di burlesque dai capelli rossi, per ritrovare la sorella scomparsa. Ma il caso apparentemente semplice di una adolescente scappata di casa si complica presto, tra spacciatori di droga, poliziotti ostinati, omicidi e il passato dello stesso Mick. E Mick dovrà imparare la lezione che ogni vampiro non dovrebbe mai dimenticare: niente resta sepolto per sempre. Soprattutto il proprio passato.Trevor Munson ha iniziato la sua carriera a Hollywood quando la sua sceneggiatura “Lone Star State of Mind” è stata acquistata e prodotta nel 2002 dalla Sony Screen Gems. In seguito, Trevor ha scritto il suo primo romanzo, Angelo Vendicatore, che si è poi trasformato nella serie TV “Moonlight”, prodotta dalla CBS, della quale è co-creatore e co-produttore esecutivo.

Amleto; Tragedia … Recata in Versi Italiani Da M. Leoni, Etc

**Title:** Amleto; tragedia … recata in versi italiani da M. Leoni, etc.
**Publisher:** British Library, Historical Print Editions
The British Library is the national library of the United Kingdom. It is one of the world’s largest research libraries holding over 150 million items in all known languages and formats: books, journals, newspapers, sound recordings, patents, maps, stamps, prints and much more. Its collections include around 14 million books, along with substantial additional collections of manuscripts and historical items dating back as far as 300 BC.
The POETRY & DRAMA collection includes books from the British Library digitised by Microsoft. The books reflect the complex and changing role of literature in society, ranging from Bardic poetry to Victorian verse. Containing many classic works from important dramatists and poets, this collection has something for every lover of the stage and verse.
++++
The below data was compiled from various identification fields in the bibliographic record of this title. This data is provided as an additional tool in helping to insure edition identification:
++++
**< Source Library >** British Library
**< Contributors >** Shakespeare, William; Leoni, Michele;
**< Original Pub Date >** 1814.
**< Physical Description >** 264 p. ; 8 .
**< Shelfmark >** 642.e.22.(1.)
**

Al Paradiso delle Signore

Introduzione di Mario LunettaTraduzione riveduta e aggiornata di Ferdinando MartiniEdizione integraleUn romanzo che esplora lucidamente l’universo femminile, un testo che dà la misura del talento rappresentativo e dell’acutezza dello sguardo sociale del grande narratore francese. La vicenda della giovane provinciale Denise che, approdata timidamente a Parigi, riesce a evitarne le insidie e a domarne i mostri solo in virtù della sua integrità e della sua dolcezza, non ha nulla di edulcorato né di consolatorio: è invece, per energia di scrittura e profondità di analisi, il diagramma di un destino femminile che si realizza nel quadro di una società opulenta e spietata mantenendo intatti la sua dignità e il suo spessore.Émile Zolanato a Parigi nel 1840, è uno dei massimi scrittori europei dell’Ottocento. Fin da giovane poté lavorare nel campo dell’editoria e nel 1864 pubblicò il suo primo libro, Contes à Ninon. Da allora continuò a scrivere senza soste fino allamorte, causata dalle esalazioni di una stufa nella sua casa di Parigi nel 1902, mentre stava lavorando; le modalità della sua fine fecero nascere il sospetto che fosse stato assassinato. È molto noto il suo J’accuse, il pamphlet con cui lo scrittore denuncia al Presidente della Repubblica francese tutte le irregolarità e le ingiustizie commesse durante il processo al capitano ebreo Alfred Dreyfus, e a causa del quale Zola fu costretto a fuggire per un periodo in Inghilterra. La Newton Compton ha pubblicato Al Paradiso delle Signore, La bestia umana, Germinal, Nana, Thérèse Raquin e il volume I grandi romanzi.