62305–62320 di 69633 risultati

Kaelan

“Io sono il fondo, e non ho dovuto trascinarti. Ci sei finita da sola”.Kaelan Baker è uno tra i più acclamati chirurghi di New York. Un medico dall’indole glaciale che si nasconde dietro a una vita schematica e trova sicurezza nelle abitudini. Eppure, tolto il camice lui cambia nome e diventa un altro. Un uomo perverso e lussurioso, che consuma le sue voglie tra le ombre delle notti newyorkesi.Kaelan è tutte le maschere che si mette addosso, per questo non ha legami e non è amore ciò che cerca dalle donne. Lui vuole il controllo su tutto, sempre. Non ha mai rischiato di perdere la testa per nessuna, almeno fino a quando nella sua vita non arriva Hannah: audace, seducente, tenace, bellissima e… troppo giovane.Ma chi può essere Kaelan con lei?NB: il romanzo contiene scene di sesso

Kadath

Randolph Carter, il protagonista di questa straordinaria saga onirica, è in pratica l’alter ego di Lovecraft nella sua veste di esploratore del Mondo dei Sogni. Avido di conoscere le meravigliose città dalle cupole d’oro che tante volte ha intravisto tra la veglia e il sonno, il suo animo cede quando – turbato dalle acque troppo profonde – si trova a dover affrontare dei mostri terribili che all’uomo non è dato di poter combattere con successo. Questo romanzo, che molti giudicano l’opera migliore di Lovecraft, è la cronaca picaresca di tutta una serie di terribili avventure centrate sulla ricerca dello Sconosciuto Kadath.

Juti Manho la guerriera

Sono secoli ormai che una guerra feroce insanguina le mille isole dell’arcipelago. I Tewoniani, guerrieri coraggiosi, hanno opposto i loro scudi e le loro spade di legno al dilagare del male, ma hanno dovuto cedere sempre più terreno. Perfino Juti Manho, la donna-guerriero, è stanca di massacri e ha deciso di ritirarsi su un’isola, lontano dalla guerra. Per ottenere la pace interiore ha ucciso Niuhi, il grande squalo bianco, da millenni totem del suo clan, che le infondeva nelle vene magia e vigore guerriero. Ma Juti Manho è un’illusa, perché ad attenderla ci sarà la guerra. Il male continua imperterrito la sua avanzata, scandita dal sinistro rullare dei Tamburi dei Demoni, la cui eco scatena il terrore nell’animo dei Tewoniani. E la preda più ambita è proprio Juti Manho, perché la pelle di una così leggendaria guerriera sarebbe perfetta per la costruzione della più potente e malefica di tutte le armi: il Tamburo Madre. Ora solo una ragazzina che aspira a diventare guerriera e una creatura magica capace di cambiare forma a suo piacere si frappongono tra Juti Manho e il suo destino e la guerriera dovrà anche rievocare lo spirito famelico di Niuhi, il grande squalo bianco!
Ispirato alle tradizioni mitiche delle isole del Pacifico e scritto da un’antropologa che da anni vive su un’isoletta della Micronesia proprio per studiare i popoli di quella regione, Juti Manho la guerriera, costituisce una delle novità più eccitanti della fantasy.

Justine o Gli infortuni della virtù

Justine è un romanzo scritto da Donatien de Sade, meglio conosciuto come il Marchese de Sade.
Racconta la storia di una giovane donna, Teresa, narrata da Madame de Lorsagne mentre si difende dai suoi crimini e spiega quali eventi la abbiano condotta alla sua situazione presente.
**
### Sinossi
Justine è un romanzo scritto da Donatien de Sade, meglio conosciuto come il Marchese de Sade.
Racconta la storia di una giovane donna, Teresa, narrata da Madame de Lorsagne mentre si difende dai suoi crimini e spiega quali eventi la abbiano condotta alla sua situazione presente.

Jurassic Park

Uno dei massimi successi editoriali di tutti i tempi, venduto in milioni di copie e tradotto in tutto il mondo, ha ispirato l’omonimo film di Steven Spielberg. Una gita in un parco divertimenti avveniristico, una terrificante immersione nella preisotira più feroce. In un’isola sperduta al largo del Costa Rica, il miliardario Hammond costruisce un gigantesco parco di attrazioni biologiche. Grazie all’ingegneria genetica, nel suo Jurassic Park rivivrà un intero ecosistema, compresi i terribili dinosauri carnivori: il gigantesco Tyrannosaurus Rex e i famelici Velociraptor. L’incubo che dominerà il romanzo nasce dal profondo della preistoria e si proietta su un presente dominato dalle arroganti certezze della scienza.

Jungletown Jihad

Una misteriosa banda di rapinatori arabi semina il terrore a Los Angeles con una serie di omicidi. Il detective Jenson, sulle tracce degli assassini, scopre che Donna, la diva di cui è follemente innamorato, lavora con uno pseudoregista trash, De Freeze, che non solo filma scene erotiche per poi ricattare le vittime, ma finanzia anche il terrorismo islamico. Quando si accorge che Donna ha accettato di collaborare con la polizia per incastrarlo, De Freeze la rapisce e fugge. Jenson saprà non solo liberare l’amata, ma anche sventare un attentato alla notte degli Oscar, che avrebbe dovuto inaugurare una stagione di stragi e disastri.

Julie dei lupi

Julie è una ragazza eschimese di tredici anni. Sposata giovanissima con un estraneo che la terrorizza, decide di fuggire. Il suo sogno è raggiungere San Francisco, dove abita Amy, la sua amica di penna, e vedere finalmente la televisione, le macchine sportive, i jeans, i bikini, gli hamburger e le altre meraviglie di cui l’amica le parla nelle sue lettere. Comincia così il suo viaggio attraverso la tundra, proprio mentre l’inverno sta per arrivare… Persa in quel freddo deserto, la giovane si affiderà alla protezione dei lupi, grandi fratelli buoni dei quali ha imparato le abitudini e il linguaggio; ma neppure le immense distese artiche potranno mettere al riparo lei e i suoi amici dalla crudeltà dei bianchi, e presto la ragazza-lupo si troverà a scegliere tra il vecchio e il nuovo mondo… Età di lettura: da 11 anni.
**

Julia

Orrore su orrore in un’ascesa inevitabile e terrificante, “una storia di fantasmi inglese – fredda, razionale, quasi priva di ogni emotività. Kate, la figlia di Julia e Magnus, rimane soffocata da un boccone di carne e Julia la uccide mentre tenta di praticarle una tracheotomia con un coltello da cucina… Molto più tardi, Julia vede la ragazzina, che forse è e forse non è il fantasma di Kate, seppellire qualcosa nella sabbia…”, con queste parole STEPHEN KING, grande estimatore di Straub, racconta la storia di Julia.

Jules Verne: sognatore e profeta di fine millennio

La vita affascinante del grande romanziere francese Jules Verne, un sognatore destinato ad anticipare con la propria fantasia alcune delle più grandi invenzioni e scoperte dell’uomo. Verne conobbe una fulminea celebrità e venne proclamato l’aedo di un’epoca, come colui che era stato capace di descrivere “al vero” ciò che la scienza aveva dichiarato possibile in teoria: dal sommergibile del capitano Nemo alla metropolitana aerea, dalla possibilità di viaggiare sotto terra a quella di volare nello spazio.

Jorian re di Iraz

Il mondo di Novaria è un reame tipico di De Camp. Vi domina una curiosa e ribalda anarchia di forme politiche e sociali. Regni costituzionali e no, repubbliche oscurantiste o illuminate e anche il puro e semplice dominio del più forte. In questo mondo l’unica persona capace di avvertire le incongruenze che lo circondano è il protagonista del romanzo, Jorian. Re per caso, avventuriero suo malgrado, cantastorie per vocazione, viene coinvolto nella estenuante ricerca di un antico tesoro: in essa incontrerà ogni sorta di nemici e di pericoli, nella migliore tradizione dell’avventura eroicomica.
**

John Fitzegarld Kennedy

A Dallas, nel Texas, erano le 12.30 del 22 novembre 1963 allorché John Fitzgerald Kennedy, presidente degli Stati Uniti, fu colpito alla nuca da una pallottola calibro 6,5. Kennedy si trovava a bordo di una «Lincoln» nera scoperta con tre file di posti. Accanto a lui sedeva la moglie Jacqueline Bouvier; dirimpetto a lui, su uno strapuntino, si trovava il governatore del Texas, John Connally. Mentre Kennedy, colpito a morte, scivolava all’indietro senza emettere un lamento, Jacqueline Bouvier vide che uno spruzzo del suo sangue le aveva imbrattato la giacca del tailleur rosa. Nello stesso momento il governatore Connally le cadde addosso, colpito alla schiena. Per un momento la «Lincoln» scoperta rallentò la sua marcia; poi un agente dei servizi segreti balzò sul cofano posteriore e gridò all’autista di procedere. Alle 12.36, quando la «Lincoln» arrivò al Parkland Memorial Hospital, il presidente degli Stati Uniti era morto…

John Carpenter

Un saggio su John Carpenter tratto dalle e-zine www.fantahorror.com

Jocelyn uccide ancora

Jocelyn uccide ancora è un almanacco tanto divertente quanto perturbante: racconti comici, siparietti dadaisti, parodie letterarie, cronache dall’adolescenza profonda, poesie, canzoni alla moda rivoltate e molto altro.
Inizia con una lucidissima Anna Frank che si trova costretta a nominare un parente per la deportazione ad Auschwitz, in una tragica parodia dei reality moderni. È lì che si apre il gorgo dove poco a poco prendono a vorticare personaggi dello spettacolo e gente comune, carabinieri fraintendenti e gorilla giocherelloni, malati di Alzheimer e ricordi del liceo, pizza no limits e favole horror. In questa spirale infernale si ride sempre più forte e sempre più amaro, non si salva nessuno: un glaciale Nanni Moretti fa compagnia al compianto Dario Fo e alla sua claque di narcisi dell’estremo saluto, le rockstar glitterate precipitano assieme ai ventilatori, alle coppie scambiste, a un Gesù parecchio irascibile e all’autore stesso, che non esita a collocarsi tra i dannati in un crescendo di nevrosi. L’unica consolazione in questa caduta a capofitto verso il nulla è continuare a guardare il mondo, divorarlo, fagocitare la realtà e trasformarla in un Altroquando dove non esistono più schemi, schermi e vincoli, dove tutto si può dire e reinterpretare e ricreare.
Lo Sgargabonzi è uno scrittore elegante e feroce, un comico assolutamente originale che rifiuta ogni strada già battuta, e diverte da un luogo situato oltre i confini rassicuranti della consuetudine e del buoncostume.