62177–62192 di 68366 risultati

Gli scottanti segreti della contessa

I segreti di Londra 2

Inghilterra, 1817.
Il Conte Christopher Ellingsworth, detto Kit, conduce una vita dissoluta e ha il sogno di creare un giardino dei piaceri simile a Vauxhall, ma gli mancano i mezzi… finché un compagno d’armi lo nomina erede del suo intero patrimonio alla condizione che si sposi entro un mese.
Kit inizia immediatamente la ricerca di una sposa disposta ad assecondare le sue esigenze e quando incontra Tamsyn Pearce capisce che è quella giusta per suoi scopi. Tamsyn, però, nasconde più di un segreto e si rivela ben presto una moglie tutt’altro che conciliante.
In un susseguirsi di colpi di scena e rivelazioni, la passione tra Kit e Tamsyn diventa sempre più intensa, conducendoli verso un epilogo inaspettato.

(source: Bol.com)

Gli orrori di Quetzalia

Quetzalia, felice mondo dell’utopia. Tutti sono pacifici e pacifisti, la vita si svolge ordinata e senza scosse, la città è quieta e ben protetta da un fossato… Ma che cosa scorre, in realtà, in quel fossato? Come possono sfogarsi gli istinti più oscuri di un pianeta all’apparenza perfetto? Abbiamo l’ambiguo piacere di annunciarvi che le risposte sono di un orrore assoluto. Su Quetzalia l’amore non servirà a salvarvi, la tolleranza è una condanna senza appello e le metamorfosi che vi aspettano appartengono al peggiore dei vostri incubi. Ma sarete comunque costretti a subirle. Fino a divorare i vostri peggiori amici. Letteralmente.

Gli orrori del transfinito

La ragazza prese la tessera che Dalroi le porgeva e la guardò sfavorevolmente. – Avete un appuntamento? – No – disse Dalroi – solo chi s’aspetta di vivere a lungo prende appuntamenti. Devo parlare con Peter Madden. – Potete dirmi di che affare si tratta? – chiese la ragazza. – Per il momento non ha un nome – disse Dalroi – ma se non avrò risposte soddisfacenti, dovrò chiamarlo un caso di omicidio. – Il protagonista di questo romanzo, come il lettore avrà già capito, è un investigatore del tipo duro. Ma l’oggetto della sua investigazione supera ogni fantasia umana, e le indagini si svilupperanno in un crescendo di orrori fino al più spettacolare, più transfinito dei finali.

Gli orfani del male

Parigi, 2005. Anais Chouday, giovane reporter, viene convocata nella casa-museo di Vidkun Venner, ricco collezionista di cimeli del Terzo Reich. L’uomo ha ricevuto una valigetta dal contenuto agghiacciante: quattro mani mummificate. Ha scelto la donna per un’inedita inchiesta storica e le fa una proposta che non può rifiutare: centocinquantamila euro in cambio del suo aiuto per capire chi gli ha recapitato l’orrendo messaggio, e perché. L’indagine di Anais inizia con la scoperta di una macabra coincidenza: esattamente dieci anni prima, in Germania, erano stati ritrovati i corpi di quattro anziani avvelenati da cianuro, con il braccio mutilato all’altezza del polso. Un dettaglio ancora più spaventoso li accomunava: erano tutti nati nei Lebensborn, i centri di fecondazione umana istituiti dal Reich. Come tanti altri ragazzini – tutti simili per gli occhi azzurri, i capelli biondissimi e i lineamenti ben disegnati – vi avevano trascorso un’infanzia blindata, essendo destinati a diventare i capostipiti della razza perfetta che avrebbe dovuto dominare il mondo. A sessant’anni di distanza, Anais dovrà affrontare una ragnatela di complotti, orrori e misteri che affondano le radici in un capitolo di storia solo in apparenza concluso. E che si riapre con inquietante attualità: il folle sogno di Hitler è davvero svanito con la sua caduta? Che fine hanno fatto i bambini concepiti dal Male? La risposta in un thriller che svela la più grande menzogna del nazismo: far credere di averlo sconfitto.

Gli Opposti Si Attraggono

*Che devo fare? E se non mi volesse?*
*E se fosse stata solo l’avventura di una notte? E se fossi diventata solo un’altra tacca da aggiungere al suo letto?*
* * *
“Sai una cosa, Angelo? Vaffanculo. Pensavo avessimo qualcosa… non qualcosa di romantico, ma un’amicizia. Credevo davvero che fossi un bravo ragazzo, ma ora capisco che sei gentile solo finché non te le porti a letto.”
* * *
Sembrava che volesse assaporarmi tutta, e dannazione se ne avevo bisogno.
Lo volevo ovunque.
Raddrizzai la schiena mentre una scarica elettrica mi raggiungeva nel profondo.
Mi sentivo pulsare nelle mutandine, sempre più intensamente.
Volevo che mi prendesse, mi buttasse sul letto e mi divorasse…
Ma, allo stesso tempo, non volevo andare troppo veloce. Era la cosa più divertente di sempre.
Alla fine rinunciai a provare a restare in piedi e collassai all’indietro sul letto, dandogli un’occhiata intensa.
“Togliti la maglietta,” gli ordinai. “Forza, indosso solo il reggiseno, è per correttezza.”
* * *
Quando Faye, studentessa al secondo anno di cinematografia, viene assunta per produrre video per il canale YouTube della squadra di calcio, pensa che sarebbe stato un lavoro semplice.
*Quanto può essere difficile riprendere una giornata della vita di un mucchio di ragazzi sexy e muscolosi?*
Soprattutto perché ha da sempre una cotta per uno di loro, Kevin. Sarebbe stata l’occasione perfetta per passare più… tempo *intimo* insieme a lui.
Ben presto, però, realizza che il lavoro sarebbe stato più difficile del previsto. Inoltre, è bloccata con un altro ragazzo, Angelo, e avrebbe dovuto seguirlo per un mese intero.
**Nonostante Angelo sia sexy, divertente e molto gentile con lei, è anche famoso per la sua reputazione da playboy, dato che è andato a letto con più della metà delle ragazze del campus…**
Alla fine, Faye si accorge ad avere una cotta anche per lui… e il suo cuore si ritrova dilaniato tra Angelo e Kevin.
**Ma può fidarsi dei suoi sentimenti? E se fosse tutto falso?**
**E se lei fosse stata solo un’altra tacca da aggiungere al letto?**
* * *
ATTENZIONE: Questo eBook contiene tematiche e linguaggio adatti a un pubblico di soli maggiorenni.

Gli onori perduti

La verginità come vanto e come condanna. Dal villaggio camerunense di Cuscus alla Belleville parigina: il viaggio di una donna emarginata alla conquista di sé in un mondo che sta cambiando. Calixthe Beyala mescola i toni del dramma e della commedia, sfodera pietà e ironia, rappresenta sofferenza e gioia di vivere, descrivendo due condizioni di vita, entrambe ricche di contraddizioni: nella prima parte l’esistenza colorata, rumorosa, esuberante di un villaggio camerunese, e nella seconda quella degli immigrati africani in una città come Parigi, oscillante tra gelosa conservazione delle tradizioni e apertura verso culture differenti.

Gli omicidi della Z

Quando il giovane Richard Temperley arriva alla stazione londinese di Euston, dopo un lungo viaggio in treno, sono le cinque del mattino. Che fare? Un facchino gli consiglia l’albergo al di là della strada. Prendere una camera non ha senso, ma un paio d’ore di sonno nel fumoir non sono una cattiva idea. Raggiunto l’hotel, Temperley si accorge, compiaciuto, che una giovane e bellissima donna si accinge anche lei a riposare nella stanza, ma non fa in tempo a sistemare il bagaglio che vede la ragazza allontanarsi in gran fretta. Si guarda intorno e scopre che anche il suo vicino di treno, una sgradevole persona che ha russato tutto il tempo, ha trovato posto nella stanza. Dorme già, a quanto pare. E invece… no, non dorme, è morto. L’ispettore James, accorso poco dopo, sembra non nutrire dubbi sull’innocenza di Temperley, mentre si dimostra particolarmente interessato al comportamento della ragazza. Perché è fuggita? C’è qualcosa che possa mettere la polizia sulle sue tracce? Be’, in effetti Richard qualcosa ha trovato e l’ha istintivamente tenuto nascosto. Ma ecco che l’attenzione dell’ispettore viene attratta da uno strano oggetto appoggiato alla finestra vicino al morto, una “Z” di metallo rosso. Che significato ha quel simbolo? Lo sapremo solo dopo un lungo viaggio, costellato purtroppo diinnumerevoli altre Z.

Gli invisibili

All’estremo confine della Galassia conosciuta esiste un pianeta misterioso, di nome Freedom, di cui si hanno solo scarse e spesso inattendibili notizie. In questo mondo vivono esseri alieni e strani personaggi, mentre è in atto un conflitto tra il Primo Cittadino e i Maestri dell’Università. Ma come è possibile che la realtà di Freedorn sia negata allo stesso tempo dal Maestro Harrin e dal Primo Cittadino Waden? Forse non si tratta affatto di una realtà? E qual è il ruolo degli enigmatici Ahtin?

Gli invincibili

Dopo un terribile incidente, il dirigente di una multinazionale dei computer resuscita all’improvviso sull’ambulanza che lo sta trasportando all’obitorio e il medico legale gli trova nel cervello uno strano microchip. Una scoperta che, evidentemente, non doveva essere fatta, perché poco dopo il medico viene aggredito e ucciso. Il neurologo Spence, in cerca della verità sulla morte del collega, scopre un mostruoso esperimento finalizzato alla creazione dei supersoldati del futuro. Le cavie, alcuni pericolosi ergastolani, sono fuggite di prigione e stanno cospirando per impadronirsi degli Stati Uniti. Per conto di chi? E come sarà possibile fermare dei killer praticamente invincibili?

Gli Invasori Tramano

Un minuscolo pianeta ai confini della Galassia sta compromettendo i piani di espansione dell’impero di Voltar forte di 110 pianeti. Non che questo piccolo pianeta rappresenti un pericolo; al contrario si sta degradando a velocità crescente sotto gli effetti dell’inquinamento, di governi inefficienti e di una diffusa tendenza all’autodistruzione. Voltar ha in programma di invaderlo entro un centinaio di anni per farne una base di lancio verso il centro della galassia, ma per allora non ci sarà rimasto molto di quel pianeta che possa servire.

Gli incendiari della Comune

Lo scrittore gotico Ulisse Barberi (1841-1899) riporta in dettaglio il massacro degli utopisti rivoluzionari della Comune parigina. Esecuzioni sommarie, eccidi di donne e bambini, combattimenti alla baionetta, corpi maciullati da obici e granate. Quale scenario, l’incendio di gran parte della capitale francese: “il cielo era splendidissimo di azzurro e di sole, ciò che raddoppiava la mestizia e l’orrore”. Il testo include alcune corrispondenze di Petruccelli della Gattina; altre, costituiscono il materiale giornalistico su cui ha lavorato Barbieri.
**

Gli incappucciati d’ombra

La scoperta dei resti di una civiltà sconosciuta è già un fatto sensazionale sulla Terra. Quando poi i ritrovamenti avvengono sulla Luna, l’entusiasmo e l’eccitazione degli eruditi chiamati a decifare l’enigma non conoscono limiti. Ma in questo romanzo dai continui colpi di scena, l’archeologia rappresenta soltanto il punto di partenza di un’indagine che conduce ben al di là dei segreti militari, delle piccole rivalità delle nazioni terrestri, e svela una minaccia di portata galattica.

Gli immortalisti

Forse non sarebbe successo niente se non fossero stati nel cuore dell’estate, con un mese e mezzo di noia umida alle spalle e un altro mese e mezzo davanti. In casa non c’è aria condizionata e quest’anno – l’estate del 1969 – sembra che stia succedendo qualcosa a tutti tranne che a loro, i fratelli Gold. Mentre gli altri si sballano a Woodstock, New York non offre loro altro che un incontro con una veggente che, si dice nel quartiere, sarebbe in grado di predire la data di morte. I quattro ragazzi ci vanno, per gioco, per vestirsi di paura, per fare la rivoluzione a modo loro. Bussano alla porta della donna, entrano uno per volta, ed escono con una data. Nient’altro. Simon, Klara, Daniel e Varya sono figli di una famiglia di commercianti ebrei, sono il frutto di una storia dolorosa e felice insieme, ramificata tra Europa e Stati Uniti, e probabilmente non sono diventati quello che i genitori avrebbero voluto. E dopo quel giorno d’estate della loro adolescenza, marchiato da quel numero indimenticabile, niente sarà più come prima. I sogni e i progetti saranno altri. Non peggiori, diversi. Chloe Benjamin ha entusiasmato pubblico e critica americani con una storia che riesce a scaldare e a porre a ognuno la stessa, inevitabile domanda: cosa faresti se sapessi quando tutto finirà? Mentre osserviamo i quattro protagonisti crescere e diventare adulti ne vediamo la forza e le profondissime fragilità e li sentiamo vicini. Non è facile emozionarsi, oggi. Ma i fratelli Gold sono uomini e donne che non potremo dimenticare, vite incerte che ci riguardano, un intero sistema di affetti familiari inesorabile e commovente.

(source: Bol.com)

Gli immortali

Un uomo vecchio e malato ma potentissimo, Leroy Weaver, ringiovanisce di colpo dopo una trasfusione di sangue. Il suo medico, Russell Pearce, intuisce che il responsabile del miracolo è il misterioso donatore, Marshall Cartwright. Un uomo i cui geni possono sconfiggere malattie e morte è una preda ambita, e ben presto si scatena la caccia per trovare Cartwright 0 i suoi eredi. Il romanzo si snoda in un vasto arco del nostro futuro, con un ritmo così incalzante che ha ispirato la TV americana diventando una serie di grande successo. In questa edizione, “Urania” lo offre ai lettori in una nuova versione, aggiornata dall’autore.

Gli Eroici Furori

L’entusiasmo e il furore come mezzi per raggiungere la conoscenza della verità. Il sonetto come espediente narrativo per trasmettere suggestioni filosofiche del tutto nuove e rivoluzionarie per l’epoca. Sono solo due aspetti di quest’opera che può essere considerata una testimonianza straordinaria del coraggio intellettuale e dell’originalità teorica di Giordano Bruno. “Gli eroici furori” rappresentano una tappa fondamentale della “nolana filosofia”. Stampati a Londra nel 1585 in un periodo per molti versi decisivo, in cui Bruno sviluppa in modo organico i motivi centrali della propria ricerca raccolgono gli esiti di un confronto serrato con la tradizione neoplatonica e aristotelica, e sviluppano una teoria della conoscenza intesa come autentica riforma interiore, per trasformare il destino dell’uomo, strutturalmente limitato e finito, aprendolo all’esperienza della verità infinita.
**