61633–61648 di 65289 risultati

Non Voglio Innamorarmi Di Te

Flavia e Matteo sono uniti da una forte amicizia nonostante le differenze caratteriali e le scelte di vita.
Se Flavia è romantica e alla ricerca disperata del principe azzurro, Matteo è l’antitesi di tutti i suoi sogni e principi. Scapestrato e un terribile spaccacuori nasconde le debolezze e le insicurezze, figlie di un passato che lo ha scottato, dietro a un aspetto da macho e atteggiamenti strafottenti.
Ma se per un bicchiere di vino di troppo una serata si trasformasse, come per magia, in un incontro passionale e, contro ogni logica, dannatamente piacevole?
Amicizia e amore corrono lungo fili sottili ma, giunti al bivio, bisogna saper scegliere: se i due opposti non solo si attraessero ma si completassero?
A volte la paura di soffrire non basta a salvarci dall’amore, altre volte quello che crediamo un principe azzurro si rivela non essere poi così azzurro.
Non voglio innamorarmi di te è un romanzo che tratta, con toni a volte scanzonati e a volte intensi, i temi dell’amore e dell’amicizia; spesso basta poco per confondere i due sentimenti… bisogna solo sperare di accorgersene in tempo.
Per contattare gli autori potete scrivere a: [email protected]
**
### Sinossi
Flavia e Matteo sono uniti da una forte amicizia nonostante le differenze caratteriali e le scelte di vita.
Se Flavia è romantica e alla ricerca disperata del principe azzurro, Matteo è l’antitesi di tutti i suoi sogni e principi. Scapestrato e un terribile spaccacuori nasconde le debolezze e le insicurezze, figlie di un passato che lo ha scottato, dietro a un aspetto da macho e atteggiamenti strafottenti.
Ma se per un bicchiere di vino di troppo una serata si trasformasse, come per magia, in un incontro passionale e, contro ogni logica, dannatamente piacevole?
Amicizia e amore corrono lungo fili sottili ma, giunti al bivio, bisogna saper scegliere: se i due opposti non solo si attraessero ma si completassero?
A volte la paura di soffrire non basta a salvarci dall’amore, altre volte quello che crediamo un principe azzurro si rivela non essere poi così azzurro.
Non voglio innamorarmi di te è un romanzo che tratta, con toni a volte scanzonati e a volte intensi, i temi dell’amore e dell’amicizia; spesso basta poco per confondere i due sentimenti… bisogna solo sperare di accorgersene in tempo.
Per contattare gli autori potete scrivere a: [email protected]

Non ti lascero mai solo

Francesco è uno che se la gode alla grande. Single di successo, ha trovato il suo equilibrio fra donne, lavoro, palestre, auto e vestiti alla moda. Equilibrio a cui non vuole rinunciare per nulla al mondo. Nella sua vita è entrata da qualche mese Mia, un’americana, bella, intelligente e disponibile a una convivenza seria ma non claustrofobica. Però ha un difetto: ama gli animali in generale e i cani in particolare. Ecco perché un bel giorno un vivacissimo cucciolo fa il suo ingresso in casa della coppia: Poldo. È un meticcio di sette mesi trovato per strada. È vivace, un po’ maldestro, desideroso di coccole e curioso di scoprire ogni angolo della casa. All’inizio la vita di Francesco non si sposta di una virgola. Come da accordi con la fidanzata, lui non vuole occuparsene e il cane è affidato solamente alle cure di Mia. Ma quando lei è costretta a volare oltreoceano per assistere il padre gravemente malato, Francesco si trova a dover fare i conti in prima persona con le insopprimibili necessità di Poldo: mangiare, bere, sgambettare nel parco, giocare con gli altri cani e soprattutto dare e ricevere l’affetto del padrone, anche se il padrone non lo vuole. Strattonato al guinzaglio da Poldo e schiaffeggiato nell’orgoglio dalla lontananza di Mia, Francesco cerca in tutti i modi di liberarsi del cane. Finché un pomeriggio un evento imprevedibile cambia radicalmente la sua vita. La storia di un amore fra un uomo e un cane. Un amore inaspettato e quindi ancora più coinvolgente.
**

Non ti lascerò Ancora

### ***«Che stai facendo, Jason?» arrossì adorabilmente, «Non possiamo… farlo qui.»***
«Perché no? È il mio ufficio e posso fare quel che voglio.»
«E lo fai spesso? Con le impiegate?» si scostò lanciandomi un’occhiataccia, «Mi stai
suggerendo che non sei un playboy?»
**Izzy:**
Essere assunta come consulente aziendale alla Weston Entreprises avrebbe dovuto cambiarmi la carriera.
Pensavo sarebbe stato l’impiego perfetto… fino a che non capii chi era il mio capo.
Jason Westley.
Il mio miglior amico del liceo. Anni prima mi aveva offerto il suo cuore e io lo avevo buttato nell’immondizia.
Era sparito dalla mia vita ma ora era tornato.
*Ha successo, è divertente e più sexy che mai.*
**Ora che siamo nel suo ufficio, soli, tutto quello a cui riesco a pensare è che vorrei strappargli la camicia di dosso. **
**Oh Dio, ti prego aiutami contro questa tentazione!**
**Jason:**
Lei era l’unica ragazza che avessi mai desiderato davvero e, quando mi aveva rifiutato, il mio mondo era crollato.
Ma ora finalmente avevo una seconda possibilità.
Dopo tutti quegli anni, pensavo che finalmente sarebbe stata mia.
*Sexy. Assuefacente. Quasi tossica.*
**Avrei dovuto sapere che qualcosa non andava.**
Ora lei dice di essere incinta e so che questo bambino non può essere mio.
*Che razza di casino…*
**
### Sinossi
### ***«Che stai facendo, Jason?» arrossì adorabilmente, «Non possiamo… farlo qui.»***
«Perché no? È il mio ufficio e posso fare quel che voglio.»
«E lo fai spesso? Con le impiegate?» si scostò lanciandomi un’occhiataccia, «Mi stai
suggerendo che non sei un playboy?»
**Izzy:**
Essere assunta come consulente aziendale alla Weston Entreprises avrebbe dovuto cambiarmi la carriera.
Pensavo sarebbe stato l’impiego perfetto… fino a che non capii chi era il mio capo.
Jason Westley.
Il mio miglior amico del liceo. Anni prima mi aveva offerto il suo cuore e io lo avevo buttato nell’immondizia.
Era sparito dalla mia vita ma ora era tornato.
*Ha successo, è divertente e più sexy che mai.*
**Ora che siamo nel suo ufficio, soli, tutto quello a cui riesco a pensare è che vorrei strappargli la camicia di dosso. **
**Oh Dio, ti prego aiutami contro questa tentazione!**
**Jason:**
Lei era l’unica ragazza che avessi mai desiderato davvero e, quando mi aveva rifiutato, il mio mondo era crollato.
Ma ora finalmente avevo una seconda possibilità.
Dopo tutti quegli anni, pensavo che finalmente sarebbe stata mia.
*Sexy. Assuefacente. Quasi tossica.*
**Avrei dovuto sapere che qualcosa non andava.**
Ora lei dice di essere incinta e so che questo bambino non può essere mio.
*Che razza di casino…*

Non ti credo

Naomi Jenkins convive con i segreti. Ci ha fatto l’abitudine da quando, tre anni fa, le è accaduta una cosa terribile, così umiliante e spaventosa che ha giurato di non rivelarla mai a nessuno. Adesso è Robert il suo segreto. Si vedono ogni giovedì, sempre alla stessa ora, nella stessa stanza dello stesso hotel. Ma un giorno Robert non si presenta. Sembra scomparso nel nulla. Naomi non ha scelta: va a casa sua per capire che cosa è successo. Lì incontra Juliet, la moglie di Robert, che le parla dolcemente, sorride, pare sapere tutto di lei e le dice di «averle fatto un favore». Naomi, spaventata, corre alla polizia. È convinta che Juliet abbia perso la testa, e abbia fatto del male a Robert. Eppure, dalle prime indagini, Robert non sembra svanito, o almeno questo è quello che dichiara Juliet. Ma Naomi non le crede, sa che non è così.
**
### Sinossi
Naomi Jenkins convive con i segreti. Ci ha fatto l’abitudine da quando, tre anni fa, le è accaduta una cosa terribile, così umiliante e spaventosa che ha giurato di non rivelarla mai a nessuno. Adesso è Robert il suo segreto. Si vedono ogni giovedì, sempre alla stessa ora, nella stessa stanza dello stesso hotel. Ma un giorno Robert non si presenta. Sembra scomparso nel nulla. Naomi non ha scelta: va a casa sua per capire che cosa è successo. Lì incontra Juliet, la moglie di Robert, che le parla dolcemente, sorride, pare sapere tutto di lei e le dice di «averle fatto un favore». Naomi, spaventata, corre alla polizia. È convinta che Juliet abbia perso la testa, e abbia fatto del male a Robert. Eppure, dalle prime indagini, Robert non sembra svanito, o almeno questo è quello che dichiara Juliet. Ma Naomi non le crede, sa che non è così.

Non Sono Sbagliata Per Te

Gli errori servono, ma se sbagliare diventasse un’abitudine? Se il significato della parola sbagliare si confondesse con amare?
Theresa Sullivan è una studentessa di biologia a Seattle, fidanzata con William, un poliziotto troppo pieno di sé e a tratti un po’ violento, ama l’amore e non concepisce il tradimento e questo è il motivo principale per il quale continua a subire ingiustizie in silenzio.
Adrian Peterson è il fratello minore e scapestrato di William, è un tecnico informatico e ha un carattere difficile, ama le donne ma solo sotto le lenzuola e mai alla luce del sole e poi odia suo fratello, convinto che sotto quel carattere da precisino nasconda del marcio.
Complice una festa, qualche bicchiere di troppo e un manrovescio del destino, Theresa scopre di essere stata a letto con il fratello sbagliato, ma qual è davvero l’uomo giusto per lei?
Prendersi e lasciarsi, baci rubati e parole sussurrate, sesso violento o amore. Una strada sbagliata quasi sempre ci porta dritti all’amore.
(Contiene scene esplicite)
**Altri romanzi di Katt Liyn **
*Te lo prometto*

Non solo euro: Democrazia, lavoro, uguaglianza. Una nuova frontiera per l’Europa

Un’Europa diversa. È dall’urgenza di imprimere una svolta radicale al progetto di costruzione europea e alle politiche dell’Unione che prende il via e si sviluppa una proposta concreta per un’Europa che vada finalmente oltre l’austerità. Un’Europa più democratica e solidale, che punti su lavoro, innovazione e crescita sostenibile, in grado di recuperare il proprio ruolo sullo scenario internazionale. Di fronte al rischio di un’avanzata delle forze antieuropeiste e dei movimenti populisti, il libro indica un percorso possibile verso un’Europa che riparta dai propri valori fondanti e che, consapevole delle sue unicità e potenzialità, torni a rappresentare una speranza per le giovani generazioni. È un’appassionata esortazione affinché i progressisti affrontino gli appuntamenti cruciali che ci attendono, forti di un europeismo rinnovato che guardi al futuro.
**

Non si uccidono così anche i cavalli?

Hollywood, anni Trenta. Robert e Gloria sono due tra i tanti giovani che durante la Grande Depressione si riversano da ogni parte d’America nella città del cinema, in cerca di un’occasione. La loro amicizia nasce dopo un incontro fortuito, quando insieme decidono di iscriversi a una maratona di ballo, attratti dal premio di mille dollari e dalla possibilità di essere notati da qualche produttore a caccia di volti nuovi. Nel corso della massacrante esibizione, via via che le altre coppie in gara si ritirano o vengono eliminate, Robert avrà modo di conoscere a fondo Gloria, la sua lingua svelta e i modi divertenti, ma anche le sue fragilità e il malessere interiore. Alla vicenda dei protagonisti, e all’epilogo di sangue annunciato fin dalla prima pagina, fa da vivace controcanto una serie di personaggi indimenticabili: c’è Socks, l’impresario senza scrupoli, e Rocky, l’esuberante presentatore; c’è Mario, il gigantesco ballerino italiano che nasconde un passato oscuro; e poi divi e dive del cinema che fanno la loro comparsata sugli spalti, poliziotti e gangster, anziane benefattrici e donne virtuose disperatamente intenzionate a boicottare la manifestazione.Dalla sua prima uscita, nel 1935, *Non si uccidono così anche i cavalli?* ha continuato a essere ristampato in tutto il mondo, conquistandosi lo status di romanzo di culto del genere *hard boiled*. Nel 1969, quattordici anni dopo la morte dell’autore, è diventato anche un film dallo stesso titolo, diretto da Sydney Pollack e interpretato da Jane Fonda nel ruolo di Gloria.

Non si sa mai

Hagen Wylie ha dei progetti: vivere nella sua città natale, essere in rapporti amichevoli con tutti, esplorare nuove relazioni, e ricostruire la sua vita dopo gli orrori della guerra. Niente complicazioni, questo è il piano. Sta andando tutto bene… finché non scopre che il suo primo amore è tornato a casa. Lui pensa che non sia un grosso problema, ma un incontro casuale con i due adorabili figli di Mitch Thayer lo mette proprio sulla strada dell’unico uomo che non è mai riuscito a togliersi dalla testa.
Mitch è tornato per tre ragioni: crescere i figli dove è cresciuto lui, trasferire la sua ditta di mobili e farla prosperare, e riconquistare Hagen. Anni di distanza hanno reso chiaro che il ragazzo che ha amato al liceo è l’unico che conta per lui. Qual è il problema? Da quando lui ha lasciato la città, non si sono più parlati.
Se vuole che Hagen si fidi di nuovo di lui, Mitch gli deve dimostrare che è maturato e che stavolta non intende mollare. Potrebbero avere un’altra occasione per amarsi, ma Hagen non vuole sentire ragioni: non intende ricominciare una relazione con Mitch. Però… non si sa mai.
**
### Sinossi
Hagen Wylie ha dei progetti: vivere nella sua città natale, essere in rapporti amichevoli con tutti, esplorare nuove relazioni, e ricostruire la sua vita dopo gli orrori della guerra. Niente complicazioni, questo è il piano. Sta andando tutto bene… finché non scopre che il suo primo amore è tornato a casa. Lui pensa che non sia un grosso problema, ma un incontro casuale con i due adorabili figli di Mitch Thayer lo mette proprio sulla strada dell’unico uomo che non è mai riuscito a togliersi dalla testa.
Mitch è tornato per tre ragioni: crescere i figli dove è cresciuto lui, trasferire la sua ditta di mobili e farla prosperare, e riconquistare Hagen. Anni di distanza hanno reso chiaro che il ragazzo che ha amato al liceo è l’unico che conta per lui. Qual è il problema? Da quando lui ha lasciato la città, non si sono più parlati.
Se vuole che Hagen si fidi di nuovo di lui, Mitch gli deve dimostrare che è maturato e che stavolta non intende mollare. Potrebbero avere un’altra occasione per amarsi, ma Hagen non vuole sentire ragioni: non intende ricominciare una relazione con Mitch. Però… non si sa mai.

Non Se Ne Può Più

Dal “cioè” degli anni Settanta all'”attimino” degli Ottanta sino ai più recenti “piuttosto che” e “quant’altro”; dalle frasi che si leggono sulle magliette ai più logori stereotipi della chiacchiera politica, la scienza tormentologica che qui viene evocata, se non fondata, non intende esorcizzare, censurare o addirittura cancellare i tormentoni, ma solo convincerci della necessità di non lasciarci ipnotizzare dalla loro seduzione. Se in passato è stato possibile dire che l’autore di questo libro ama studiare “l’allegria delle parole”, oggi occorre aggiungere che solo una sfumatura separa l’allegria dall’allergia. I “tormentoni” sono parole e altre espressioni allergogene e urticanti che usiamo meccanicamente, perché sono state di moda, perché sembravano azzeccate, spiritose, prestigiose, necessarie, così come i più appiccicosi motivetti promossi dalle radio d’estate. Il vaccino non c’è. E se “deprecarli è vano; classificarli è improbo; ignorarli è impossibile”, i tormentoni vanno tuttavia conosciuti e manipolati perché è solo così che si può sperare, infine, di superarli.

Non puoi piantare un chiodo nel cielo

Il maestro cinese Lin-Chi è rimasto celebre per il suo metodo di insegnamento, estremamente diretto dalla mente e dal cuore del maestro alla mente e al cuore del discepolo. Le sue parole schiette, essenziali, vigorose fino ad apparire crude, tramandateci attraverso i secoli, spronano ancora l’uomo a cercare la verità non nel mondo assordante, ma nell’interiorità silenziosa di ciascuno, facendo così emergere un “uomo vero”, libero dai condizionamenti, che tramite la meditazione, la riflessione sui koan e l’atteggiamento di consapevolezza in ogni istante della vita quotidiana possa raggiungere e vivere l’illuminazione nella pienezza di mente e corpo. Il suo messaggio è qui tradotto e commentato da Fabrizio Rondolino, che ne offre una versione semplice e non dottrinale, una lettura piacevole e ispirante per tutti.
**

Non posso amarti

Cosa accade quando due cuori calpestati dall’amore si incontrano? Fabio e Nicole sono costretti a lavorare insieme per risolvere un caso di omicidio, indagando sull’uomo più pericoloso e potente della città. I due pur odiandosi, finiscono per desiderarsi più di ogni altra cosa al mondo, anche se cercheranno di scappare l’uno dall’altra. Durante un’operazione sotto copertura, le cose per Nicole si mettono male. Insieme alla sua squadra, Fabio cercherà di salvarle la vita. Fra l’odio e L’attrazione fisica, quale sentimento avrà la meglio?

Non molto lontano da qui

«*Stamattina apro io, ho le chiavi del nuovo giorno.*» Giacomo vuole essere padrone del proprio destino per costruire il suo piccolo angolo di serenità, quello a cui tutti abbiamo diritto. Lui è «il figlio bravo» dei Rossi, quelli che hanno la vineria appena dietro la piazza. Il suo piano è semplice: laurearsi e far felici i genitori. A studiare lo aiuta Cristina, l’amica del cuore fin dalle elementari – ma tra loro niente sesso, per carità, solo un bacetto dimostrativo.
All’improvviso, però, arrivano a cambiargli la vita altre promesse di felicità: l’amico Francesco, DJ nei locali di tendenza in giro per l’Europa; e poi Alice, che forse è la donna della sua vita?
Invece le cose non sono così semplici. Soprattutto per chi appartiene a una generazione a cui tutto sembra insieme così facile e così difficile. Una generazione precaria, che vorrebbe costruire dei legami ma si spaventa di fronte all’amore e all’amicizia. Raccontandosi mentre passa dalla vineria di suo padre – con cui ha da sempre un rapporto difficile – alle discoteche e ai capannoni dei rave, dai bar dove divide il panino con i colleghi ai pub che frequenta con gli amici, Giacomo imparerà a conoscere sé stesso e i propri sentimenti.
**Per capire davvero che cosa vuol dire essere felici.**
**
### Sinossi
«*Stamattina apro io, ho le chiavi del nuovo giorno.*» Giacomo vuole essere padrone del proprio destino per costruire il suo piccolo angolo di serenità, quello a cui tutti abbiamo diritto. Lui è «il figlio bravo» dei Rossi, quelli che hanno la vineria appena dietro la piazza. Il suo piano è semplice: laurearsi e far felici i genitori. A studiare lo aiuta Cristina, l’amica del cuore fin dalle elementari – ma tra loro niente sesso, per carità, solo un bacetto dimostrativo.
All’improvviso, però, arrivano a cambiargli la vita altre promesse di felicità: l’amico Francesco, DJ nei locali di tendenza in giro per l’Europa; e poi Alice, che forse è la donna della sua vita?
Invece le cose non sono così semplici. Soprattutto per chi appartiene a una generazione a cui tutto sembra insieme così facile e così difficile. Una generazione precaria, che vorrebbe costruire dei legami ma si spaventa di fronte all’amore e all’amicizia. Raccontandosi mentre passa dalla vineria di suo padre – con cui ha da sempre un rapporto difficile – alle discoteche e ai capannoni dei rave, dai bar dove divide il panino con i colleghi ai pub che frequenta con gli amici, Giacomo imparerà a conoscere sé stesso e i propri sentimenti.
**Per capire davvero che cosa vuol dire essere felici.**

Non mi avete fatto niente

In un’aula bunker del tribunale di Milano c’è un magistrato che attacca, un giudice con in mano una penna che ha il potere di decidere: sbarre o libertà. Poi c’è Fabrizio Corona che sorride e urla: “I miei soldi me li sono guadagnati in modo onesto. Vergogna. Non torno in galera per due stronzate dette in tv e i soliti reati fuffa!”. Dopo ben sei carcerazioni l’uomo più discusso d’Italia sta aspettando di capire come finirà la sua ennesima partita con la giustizia. Prima di scoprirlo ha deciso di mettere nero su bianco tutti i segreti – o meglio i misteri – legati ai suoi ultimi, travagliati, feroci anni. Corona si leva il cerotto dalla bocca e parla di tutto: rapine subite e malavita, sequestri e denunce, arringhe e odio, calciatori e cacciatori di denari, soldi rubati e tradimenti, ingiusta giustizia e politica, regole e regolamenti di conti fuori e dentro la galera, carcere e lacrime, dolore e amore, come quello per suo figlio Carlos Maria che ha chiesto al papà di poter essere presente in questo libro con una lettera aperta, molto toccante, in cui spiega chi è per lui quel padre che ha sempre chiamato solo “Fabrizio”. In queste pagine Corona svela il perché del suo addio a Silvia Provvedi, la donna che per tre anni lo ha accudito tra carcere e arresti domiciliari, senza mai allontanarsi e che, a un certo punto, lui ha cominciato a odiare, dubitando di lei e non solo. E perché allora quelle scuse in diretta tv, scuse tra l’altro mai accettate, respinte, rifiutate con forza dalla ragazza. Perché? Che cosa c’è dietro e dentro a questa storia che non era più una storia d’amore ma di intrecci pericolosissimi per la vita di Fabrizio? E ancora: Corona racconta cosa si cela realmente dietro al litigio con Ilary Blasi, consumato davanti alle telecamere e trascinatosi, per i magistrati, in un’aula di tribunale senza nessuna denuncia! “Solo in Italia succede questo. O forse solo con me”, sbraita Corona. E quali sono oggi i suoi reali rapporti con Francesco Totti? Un suo, inaspettato, amico… E sempre inaspettatamente ecco citati anche i “Ferragnez” nel racconto di un Natale trascorso con Fedez e di un rapporto d’amicizia poi interrotto per una rissa tra i due, mai raccontata prima, a causa di un motivo eclatante. Fabrizio, scrive tutto, scrive la sua verità. Anche a proposito della sua love story con Asia Argento, consumatasi nell’arco di poche settimane. Amore o business tra i due? Ogni dubbio… non sarà più un dubbio ma solo clamorose rivelazioni, rigo per rigo. Parola per parola, tutto d’un fiato. “Mi prendo la responsabilità di tutto quello che ho scritto”, urla Corona al suo editore. Fa nomi e cognomi. Nel bene e nel male non risparmia nessuno: Massimo Giletti che lo ha spinto verso la morte con un’indagine tra droga e drogati, Simona Ventura, Maurizio Costanzo, Barbara d’Urso, Mara Venier… Ce n’è per tutti. Ma tra le urla troverà spazio anche la dolcezza. Quella per Belén Rodríguez, per esempio, la donna che non ha mai smesso di amare. La donna che incontra segretamente. La donna con cui si confida. La donna insieme alla quale ha pianto l’ultima volta per un motivo che ha spezzato in due le gambe e il cuore del “bad boy” italiano. E quella riservata oggi anche all’ex moglie Nina Morić con la quale sta sperimentando una nuova tipologia di “amore”. E infine racconta ciò che desidera per il futuro. Il sogno di sparire, di lasciare l’Italia ma solo dopo aver fatto qualcosa di grande. La voglia di riavere tra le mani un passaporto. Il desiderio di non deludere più suo figlio Carlos Maria. Il finale è – come nella vita reale di Fabrizio – un ennesimo colpo di scena: la rivelazione più clamorosa in una formula assolutamente inedita. Di che cosa si tratta? Beh… buona lettura!
**
### Sinossi
In un’aula bunker del tribunale di Milano c’è un magistrato che attacca, un giudice con in mano una penna che ha il potere di decidere: sbarre o libertà. Poi c’è Fabrizio Corona che sorride e urla: “I miei soldi me li sono guadagnati in modo onesto. Vergogna. Non torno in galera per due stronzate dette in tv e i soliti reati fuffa!”. Dopo ben sei carcerazioni l’uomo più discusso d’Italia sta aspettando di capire come finirà la sua ennesima partita con la giustizia. Prima di scoprirlo ha deciso di mettere nero su bianco tutti i segreti – o meglio i misteri – legati ai suoi ultimi, travagliati, feroci anni. Corona si leva il cerotto dalla bocca e parla di tutto: rapine subite e malavita, sequestri e denunce, arringhe e odio, calciatori e cacciatori di denari, soldi rubati e tradimenti, ingiusta giustizia e politica, regole e regolamenti di conti fuori e dentro la galera, carcere e lacrime, dolore e amore, come quello per suo figlio Carlos Maria che ha chiesto al papà di poter essere presente in questo libro con una lettera aperta, molto toccante, in cui spiega chi è per lui quel padre che ha sempre chiamato solo “Fabrizio”. In queste pagine Corona svela il perché del suo addio a Silvia Provvedi, la donna che per tre anni lo ha accudito tra carcere e arresti domiciliari, senza mai allontanarsi e che, a un certo punto, lui ha cominciato a odiare, dubitando di lei e non solo. E perché allora quelle scuse in diretta tv, scuse tra l’altro mai accettate, respinte, rifiutate con forza dalla ragazza. Perché? Che cosa c’è dietro e dentro a questa storia che non era più una storia d’amore ma di intrecci pericolosissimi per la vita di Fabrizio? E ancora: Corona racconta cosa si cela realmente dietro al litigio con Ilary Blasi, consumato davanti alle telecamere e trascinatosi, per i magistrati, in un’aula di tribunale senza nessuna denuncia! “Solo in Italia succede questo. O forse solo con me”, sbraita Corona. E quali sono oggi i suoi reali rapporti con Francesco Totti? Un suo, inaspettato, amico… E sempre inaspettatamente ecco citati anche i “Ferragnez” nel racconto di un Natale trascorso con Fedez e di un rapporto d’amicizia poi interrotto per una rissa tra i due, mai raccontata prima, a causa di un motivo eclatante. Fabrizio, scrive tutto, scrive la sua verità. Anche a proposito della sua love story con Asia Argento, consumatasi nell’arco di poche settimane. Amore o business tra i due? Ogni dubbio… non sarà più un dubbio ma solo clamorose rivelazioni, rigo per rigo. Parola per parola, tutto d’un fiato. “Mi prendo la responsabilità di tutto quello che ho scritto”, urla Corona al suo editore. Fa nomi e cognomi. Nel bene e nel male non risparmia nessuno: Massimo Giletti che lo ha spinto verso la morte con un’indagine tra droga e drogati, Simona Ventura, Maurizio Costanzo, Barbara d’Urso, Mara Venier… Ce n’è per tutti. Ma tra le urla troverà spazio anche la dolcezza. Quella per Belén Rodríguez, per esempio, la donna che non ha mai smesso di amare. La donna che incontra segretamente. La donna con cui si confida. La donna insieme alla quale ha pianto l’ultima volta per un motivo che ha spezzato in due le gambe e il cuore del “bad boy” italiano. E quella riservata oggi anche all’ex moglie Nina Morić con la quale sta sperimentando una nuova tipologia di “amore”. E infine racconta ciò che desidera per il futuro. Il sogno di sparire, di lasciare l’Italia ma solo dopo aver fatto qualcosa di grande. La voglia di riavere tra le mani un passaporto. Il desiderio di non deludere più suo figlio Carlos Maria. Il finale è – come nella vita reale di Fabrizio – un ennesimo colpo di scena: la rivelazione più clamorosa in una formula assolutamente inedita. Di che cosa si tratta? Beh… buona lettura!

Non meriti un minuto in più del mio amore

La trilogia delle bugie

Solo per persone speciali

Selvaggia ha sedici anni ed è la figlia di un noto petroliere italiano e di una ricca americana. Troppo presi dal lavoro e occupati a tradirsi reciprocamente, i suoi genitori non si sono mai interessati a lei. È cresciuta sola, nella sfarzosa casa di Manhattan, affidata alle cure amorevoli di Amelia, la governante. Jayden ha ventotto anni, è un ragazzo ricco, bello e determinato, anche se nel suo recente passato c’è un dolore che lo ha messo a dura prova. Quando Jayden vede Selvaggia a Central Park, viene colpito dai suoi modi eleganti, ma anche dalla sua acerba sensualità, ma non ha il coraggio di parlarle. I giorni passano e finalmente Jayden riesce ad avvicinarla. Inizia un romantico corteggiamento fatto di viaggi, cene romantiche e incontri molto sensuali. Nonostante l’attrazione che prova, Selvaggia, ancora sedicenne, è vergine e non vuole lasciarsi andare. Nel frattempo il passato di Jayden torna a bussare alla sua porta. E il suo passato si chiama Monya…
Una nuova autentica voce della narrativa italiana arriva in libreria dopo il grande successo sul web.

**Un successo senza precedenti
N°1 sul web

Una storia d’amore che ha conquistato tutti**

‘Ho letto il libro in una notte e devo confessare che è stata la più sensuale notte d’amore della mia vita!’
Marica

‘Vorrei vivere dentro questo romanzo per sempre!’
Anna

‘Cinque milioni di stelle per il romanzo dell’anno!!! Beate voi che non lo avete ancora letto!!!’
Sonia

‘Sono senza parole!!! Grazie Elisa! Grazie, grazie, grazie e ancora grazie per avermi regalato così tante emozioni!!!’
Giorgia

Elisa Gentile

È nata a Vignola (Modena), ha ventinove anni e da otto vive in Sicilia, dove ha seguito la famiglia e trovato l’amore. Ha cominciato a scrivere per passione delle fan-fiction ispirate a Twilight, pubblicandole poi sul proprio blog. Solo un paio di anni fa, incoraggiata dalle sue lettrici, ha deciso di trasformarne una in un romanzo vero e proprio e pubblicarlo solo in versione digitale. Il libro ha scalato immediatamente le classifiche degli store online diventando un vero e proprio caso.

(source: Bol.com)